Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 327

Posts Tagged ‘trasporto’

Dai trasporti all’Inps, le adesioni allo sciopero Usb

Posted by fidest press agency su domenica, 12 novembre 2017

Partecipazione altissima allo sciopero nel settore del trasporto pubblico. A Roma, nonostante Atac dichiarasse un’adesione allo sciopero del 28,9%, questa mattina si sono fermate le linee metro A, B e C, le Roma-Lido, Roma-Viterbo e Roma-Centocelle. Rientrati in deposito il 95% dei mezzi su gomma. Adesioni del 90% tra gli operai. A Venezia blocco totale del servizio: traghetti e vaporetti fermi in laguna e città paralizzata. Riunione urgente del prefetto con ACTV e USB, al termine della quale la Prefettura è ricorsa al precetto per riavviare il servizio nel pomeriggio. Dato lo scarso preavviso, con un precetto che imponeva la ripresa del servizio entro 20 minuti, Usb ha manifestato il pieno dissenso, rifiutandosi di sottoscrivere il precetto e decidendo di continuare nello sciopero, che ha visto una partecipazione superiore al 60%. A Torino le percentuali di adesione hanno raggiunto il 76% a Gerbido. A Genova fermo il 40% del trasporto urbano e extraurbano. A Trieste adesioni al 50%, così come a Gorizia, dove per l’extraurbano si è registrata un’adesione del 70%. A Bologna il trasporto locale su gomma ha raccolto il 75% di adesioni, mentre in regione è stato soppresso l’80% dei treni regionali. A Ferrara fermo il 60% del trasporto urbano e il 50% dell’extraurbano. Percentuale altissima a Modena, 95%, mentre a Forlì si scende al 55% e Rimini si ferma al 30%.
In Toscana nel pomeriggio fermi l’80% dei mezzi a Livorno e il 75% a Pisa.
A Napoli chiuse Circumvesuviana e Cumana, mentre alla Funicolare centrale ha funzionato solo la diretta. Rientrati nei depositi oltre il 50% dei bus. A Palermo adesioni al 33%.
Completamente fermo il collegamento ferroviario Trenord, che gestisce il Malpensa Express. Nelle ferrovie calabresi gli impianti di Cosenza e Castrovillari fanno segnare un 35% di adesioni, mentre quelli di Gioia Tauro e Petilia Policastro il 30%.
Nel settore aereo cancellati tutti i voli dagli aeroporti di Pisa e Firenze, tranne quelli previsti dalla legge. I due scali sono da tempo in lotta contro la privatizzazione strisciante.
All’INPS adesioni allo sciopero al 19%, mentre la media dell’astensione dal lavoro, sia pubblico che privato, in Sardegna, è del 20%.
A Napoli si è tenuto un presidio all’ospedale San Giovanni Bosco durante il quale non è stato fatto pagare il ticket ai cittadini per sostenere le visite mediche.
A Trieste presidio al Municipio a sostegno della lotta delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi educativi e scolastici comunali.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Commissione modernizza i diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 settembre 2017

TRENOBruxelles. La Commissione europea sta aggiornando le norme europee relative ai diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario per tutelare meglio chi viaggia in treno in caso di ritardi, cancellazioni e discriminazioni. I passeggeri nel trasporto ferroviario devono essere pienamente tutelati ovunque essi viaggino nell’UE. La Commissione intende anche garantire un adeguato livello di informazione per i passeggeri e migliorare significativamente i diritti dei passeggeri con disabilità o a mobilità ridotta. Al tempo stesso la proposta della Commissione rimane ragionevole nel riconoscere che gli operatori ferroviari, in circostanze ben definite, possono essere esentati dal dover risarcire i passeggeri in caso di ritardi. Violeta Bulc, Commissaria per i Trasporti, ha dichiarato: “Grazie all’UE i passeggeri nel trasporto ferroviario godono di una serie di diritti ovunque essi viaggino nell’UE. Malgrado ciò, troppi passeggeri e pendolari nel trasporto ferroviario europeo non sono ancora adeguatamente informati in merito ai loro diritti. La nostra nuova proposta mira a risolvere questo problema. Sono certa che la nostra iniziativa rafforzerà il settore assicurando il giusto equilibrio tra la protezione dei viaggiatori e la competitività del settore ferroviario.” La proposta della Commissione aggiorna le norme esistenti in materia di diritti dei passeggeri in cinque settori fondamentali:
1. applicazione uniforme delle norme: i servizi a lunga distanza nazionali e transfrontalieri, urbani, suburbani e regionali non possono più essere esentati dall’applicazione delle norme sui diritti dei passeggeri. Ad oggi, solo cinque Stati membri [1] applicano pienamente le norme, mentre altri hanno messo in atto deroghe di varia entità. Questo priva i passeggeri dei loro diritti
2. informazione e non discriminazione: migliorare la diffusione delle informazioni sui diritti dei passeggeri, ad esempio, stampandole sul biglietto. I passeggeri che utilizzano collegamenti con biglietti separati devono sapere se i loro diritti si applicano all’intero viaggio o solo alle diverse tratte. È vietata la discriminazione sulla base della nazionalità o della residenza.
3. migliori diritti per le persone con disabilità o a mobilità ridotta: diritto all’assistenza obbligatoria su tutti i servizi e pieno risarcimento in caso di perdita o riparazione delle attrezzature per la mobilità. Le informazioni al riguardo devono essere fornite in formati accessibili e il personale ferroviario deve ricevere un corso di sensibilizzazione alla disabilità.
4. applicazione delle norme, gestione dei reclami e applicazione delle sanzioni: scadenze e procedure chiare per la gestione dei reclami e chiare responsabilità e competenze delle autorità nazionali responsabili dell’applicazione e dell’esecuzione dei diritti dei passeggeri.
5. proporzionalità e imparzialità giuridica: una clausola di “forza maggiore” esenterà le compagnie ferroviarie dall’obbligo di versare risarcimenti nel caso di ritardi causati da calamità naturali, che non possono essere né previste né evitate. Secondo l’attuale normativa le compagnie ferroviarie sono tenute a versare un risarcimento anche in caso di calamità naturali.
La proposta della Commissione deve ora essere esaminata e adottata dal Parlamento europeo e dal Consiglio (vale a dire gli Stati membri dell’Unione) prima di entrare in vigore.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il trasporto intermodale in Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 19 agosto 2017

conteinerMi interessai per la prima volta del trasporto intermodale in Italia ben 35 anni fa allorchè fu avviata una indagine conoscitiva su iniziativa di alcuni parlamentari della commissione trasporti della Camera. Da allora ad oggi il dibattito è aperto ma con scarsi risultati pratici. Come si sa il trasporto intermodale è costituito da una combinazione di mezzi diversi che in Italia, per la sua conformazione geografica, risultano particolarmente idonei in specie per il trasporto veloce di beni deperibili. Un esempio pratico si fece con gli agrumi siciliani trasportati da Catania a Palermo con camion porta container per poi essere imbarcati su nave con destinazione Genova e da lì su treno destinazione nord Europa. Il tempo complessivo richiesto non superava i 4 giorni riducendo lo scarto del prodotto del 10% contro il 30-35% delle altre soluzioni che prevedevano il viaggio su treno lungo tutta la Penisola. Lo stesso discorso vale per il trasporto dei passeggeri nei percorsi che implicano il viaggio Aereo –treno – nave o autobus. Ma il criterio vale anche per il trasporto urbano (auto –metro – bus) per non parlare di altre soluzioni come il car-sharing (auto condivisa, ovvero un servizio che permette di utilizzare un’automobile prelevandola ad un punto convenuto su prenotazione) o il car pooling (che consente a più persone di viaggiare insieme nella stessa auto per poi dividersi le spese di viaggio e di manutenzione). E’ ovvio che per la mobilità urbano possono entrare nel trasporto anche le biciclette e i ciclomotori elettrici.
Questo tema per il caro carburanti e per i costi afferenti la tenuta di un’auto (assicurazione, tasse di circolazione, manutenzioni ordinarie e straordinarie) è oggi di grande attualità anche perché le amministrazioni comunali, in specie dei grandi comuni italiani, hanno fatto sulle politiche della mobilità un loro cavallo di battaglia. Il problema sta ora nel rendere fattibile e interagibile l’intero sistema che tuttora resta “congelato” in determinate aree per svariate ragioni (mancato sviluppo della rete viaria, ferroviaria, marittima, fluviale e lacuale. Ecco perché nel contesto di una politica del trasporto nazionale occorre rimettere in moto la progettualità già da tempo avviata e inspiegabilmente interrotta e non tanto e non solo per motivi economici. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Investimenti nel trasporto UE: la Commissione propone 2,7 miliardi di euro per 152 progetti

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 giugno 2017

european commissionBruxelles. La Commissione europea propone oggi di investire 2,7 miliardi di euro in 152 importanti progetti di trasporto che sostengono la mobilità competitiva, pulita e connessa in Europa.La Commissione tiene così pienamente fede al suo piano di investimenti per l’Europa e al suo impegno per migliorare la connettività europea, compreso il recente programma “L’Europa in movimento”. I progetti selezionati contribuiranno all’ammodernamento delle linee ferroviarie, ad eliminare le strozzature e migliorare i collegamenti transfrontalieri, all’installazione di punti di rifornimento di carburanti alternativi e all’attuazione di soluzioni di gestione del traffico innovative. L’investimento è realizzato nell’ambito del meccanismo per collegare l’Europa, vale a dire il meccanismo di sostegno finanziario dell’UE per le reti infrastrutturali, e permetterà di sbloccare 4,7 miliardi di euro di cofinanziamento pubblico e privato. Tali investimenti non solo modernizzeranno la rete di trasporto, ma stimoleranno anche l’attività economica e la creazione di posti di lavoro. Quest’anno, su un totale di 2,7 miliardi di euro, la Commissione ha stanziato 1,8 miliardi di euro per i 15 Stati membri ammissibili al sostegno del Fondo di coesione [1], al fine di ridurre ulteriormente le disparità infrastrutturali.Violeta Bulc, Commissaria UE per i Trasporti, ha dichiarato: “La domanda di investimenti nelle infrastrutture di trasporto è enorme. Questa nuova ondata di investimenti si concentra su progetti digitali puliti e innovativi volti a modernizzare la rete di trasporto europea. Abbiamo fatto un altro passo in avanti verso una vera Unione dei trasporti, che soddisfi i bisogni dei cittadini, stimoli l’economia e crei posti di lavoro. Guardando al futuro, invito le parti interessate a fare il miglior uso possibile dei fondi rimanenti, utilizzando meccanismi di blending al fine di massimizzarne gli effetti e mobilitare tutte le risorse possibili.”I progetti selezionati si concentrano principalmente sulle sezioni strategiche della rete di trasporto europea (la “rete centrale”) al fine di assicurare i maggiori effetti e il più elevato valore aggiunto a livello europeo. La maggior parte dei finanziamenti sarà destinata a sviluppare la rete ferroviaria europea (1,8 miliardi di euro), a decarbonizzare e ammodernare il trasporto su strada e a sviluppare sistemi di trasporto intelligenti (359,2 milioni di euro), e a realizzare sistemi di gestione del traffico aereo (311,3 milioni di euro).
Azioni selezionate comprendono iniziative faro quali l’ammodernamento degli oltre 100 km della tratta ferroviaria Białystok-Ełk in Polonia; l’ammodernamento dei sistemi di gestione del traffico aereo negli Stati membri dell’UE; la piena espansione del tunnel stradale delle Caravanche tra la Slovenia e l’Austria; lo sviluppo di una rete di ricarica rapida dei veicoli elettrici in Svezia, Danimarca, Germania, Francia, Regno Unito e Italia.Tutti i progetti sono stati selezionati per il finanziamento mediante inviti a presentare proposte concorrenziali fatti il 13 ottobre 2016. Sono state ricevute 349 domande per un totale di quasi 7,5 miliardi di euro di richieste di cofinanziamento.
Ciò ha consentito alla Commissione di selezionare i progetti migliori, garantendo nel contempo una distribuzione equilibrata dal punto di vista geografico e dei modi di trasporto. Il contributo finanziario dell’UE è costituito da sovvenzioni, con un tasso di cofinanziamento tra il 10% e il 50% dei costi ammissibili del progetto, a seconda del tipo di quest’ultimo e dell’invito (fino all’85% nell’ambito della dotazione per la coesione).
Prossime tappeGli Stati membri dell’UE rappresentati in seno al comitato di coordinamento del meccanismo per collegare l’Europa devono ora approvare formalmente la proposta di decisione di finanziamento in occasione della riunione del 6 luglio 2017. L’adozione della decisione formale da parte della Commissione è attesa per la fine di luglio 2017. L’Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti (INEA) della Commissione preparerà e firmerà quindi convenzioni di sovvenzione con i beneficiari dei singoli progetti nella seconda metà del 2017.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 giugno 2017

european parliamentBruxelles. Principali temi all’ordine del giorno. Lotta all’antisemitismo nell’UE e difesa dei diritti fondamentali. I deputati discuteranno mercoledì pomeriggio con Consiglio e Commissione il recente aumento dei casi di antisemitismo in Europa. Giovedì, voteranno le priorità dell’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) per i prossimi quattro anni.
La libertà dei media nella Repubblica Ceca Il rischio di abuso di potere nei media cechi sarà discusso giovedì dai deputati e dalla Commissione.
Pacchetto mobilità: più sostenibilità e concorrenza leale nel trasporto su strada La Commissione europea presenterà, in un dibattito mercoledì pomeriggio, un “pacchetto mobilità” per aumentare la sostenibilità del trasporto su strada e migliorare la concorrenza nel settore. Europa digitale: digitalizzazione dell’industria e la società europea dei gigabit e del 5G La digitalizzazione dell’industria europea e l’installazione della connessione mobile 5G saranno discusse mercoledì. Due risoluzioni separate saranno invece votate giovedì. Riduzione dell’IVA per gli e-book I cittadini dell’UE dovrebbero pagare meno i libri elettronici, in seguito al voto del Parlamento su una proposta che consente agli Stati membri di ridurre l’IVA su tali prodotti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Futuro delle Infrastrutture e dei Trasporti Sostenibili nel Mondo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 aprile 2017

stradeRoma dal 10 al 12 aprile nella sede dell’Automobile Club d’Italia (ACI), organizzato dall’Associazione Italiana per l’Ingegneria del Traffico e dei Trasporti (AIIT) si terrà il primo congresso internazionale “Transport Infrastructures and Systems” (TIS). E’ organizzato dall’Associazione Italiana per l’Ingegneria del Traffico e dei Trasporti (AIIT). Scienziati, ingegneri, manager e professionisti da oltre 40 Paesi, che si occupano di sviluppo sostenibile e manutenzione di infrastrutture e sistemi di trasporto, affronteranno i problemi di strade, ferrovie, aeroporti, porti e sistemi intermodali. Uno degli obiettivi principali è pensare infrastrutture di trasporto che mitighino gli impatti negativi sull’ambiente, includano pratiche sostenibili piuttosto che moderne tecniche costruttive e permettano di massimizzare la durata dell’opera. Città dinamiche e vivibili si affidano a sistemi di mobilità efficienti e la sicurezza stradale svolge un ruolo fondamentale in questo processo.
Il congresso TIS metterà sotto i riflettori tutte le modalità di trasporto, con oltre 150 presentazioni in più di 20 sessioni e workshop, interessanti per policy maker, amministratori, professionisti, ricercatori e rappresentanti delle Istituzioni. Aprirà i lavori il prof. Ennio Cascetta coordinatore della Struttura tecnica di Missione per l’indirizzo strategico, lo sviluppo delle infrastrutture e l’Alta Sorveglianza presso il MIT.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riordino del settore del trasporto pubblico non di linea

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 marzo 2017

trasporto2Barbara Covili, General Manager mytaxi Italia, è stata ascoltata dal Vice Ministro Riccardo Nencini, sul tema del riordino del settore del trasporto pubblico non di linea.
mytaxi opera legalmente in Italia dal 2015, nelle città di Milano e di Roma. E dimostra, con il suo modello, che si può innovare anche nel pieno rispetto delle regole e si può crescere e investire in un settore, pagando le tasse e assumendo personale in Italia. Oggi, la presenza fisica sul territorio e il rispetto delle leggi in tema di fiscalità sono, infatti, imprescindibili per lo sviluppo di professionalità adeguate alle aspettative del cliente, e sono fondamentali per la crescita di una mobilità che possa aiutarci nella vita di tutti i giorni.
“Per questo l’audizione d, per cui ringraziamo il Vice Ministro Nencini,” afferma Barbara Covili, General Manager di mytaxi Italia, “rappresenta un momento importante nello sviluppo delle potenzialità della categoria taxi”. “Le regole”, continua Barbara Covili, “dovrebbero, infatti, essere rispettate da tutti gli operatori e la riforma fatta in armonia con il settore. La tecnologia può e deve esprimere il suo potenziale positivo, portando con sé innovazione e legalità, allo stesso tempo”.
mytaxi è un prodotto di Intelligent apps GmbH ed è stata fondata nel giugno 2009 ad Amburgo. L’app tedesca mytaxi è la prima app al mondo dedicata ai taxi che stabilisce un contatto diretto tra il passeggero e il tassista.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Dal 16/1 ammesso trasporto due ruote su 16 linee Atac

Posted by fidest press agency su sabato, 31 dicembre 2016

bicicletta“Utilizzare liberamente in città le due ruote. Questo per noi è mobilità sostenibile. Crediamo che il trasporto intermodale sia una pratica sempre più da incentivare. L’obiettivo, come già detto più volte, è far diventare Roma una Capitale sempre più in movimento”. Così in una nota l’Assessora alla Città in Movimento Linda Meleo.
“Per questo dal 2017 spazio alle biciclette sul trasporto pubblico, a bordo di bus e tram di 16 linee. Dal 16 gennaio sarà possibile portare le bici sulle seguenti linee: 2-3-5-8-14-19-83-118-120F-180F-412-673-715-772-791-911. Siamo al lavoro per far sì che quest’iniziativa sia possibile su un numero sempre maggiore di mezzi del trasporto pubblico”, conclude.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La logistica penalizza l’ortofrutta del Mezzogiorno

Posted by fidest press agency su martedì, 13 dicembre 2016

siracusaSiracusa Seminario il 20 gennaio 2017. Fare arrivare un camion con 20 tonnellate di ortofrutta in partenza da Catania fino a Milano (1.350 km scarsi) costa di più che trasportare un container con lo stesso carico da Genova a Shanghai (oltre 11 mila km) e di più del trasporto dello stesso carico dal Nord Italia alla Germania. Il Mezzogiorno concentra oltre il 60% della produzione ortofrutticola italiana ma è penalizzato non solo nel costo dei trasporti ma più in generale nella organizzazione logistica. Che cosa si può fare?
A questa domanda cercherà di rispondere il seminario sulla ‘Logistica dei Prodotti Freschi nel Sud Italia e nel Mediterraneo’ che aprirà a Siracusa la quinta edizione dell’evento ‘I Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana’ in calendario per il prossimo 20 gennaio nel centro storico della città siciliana. Andrea Bardi, general manager della Fondazione ITL (Institute for Transport and Logistics) di Bologna interverrà su ‘Criticità e prospettive della logistica dei prodotti freschi nel Sud’. Guido Grimaldi, top manager del Gruppo Grimaldi di Napoli, illustrerà ‘L’esperienza delle autostrade del mare e la loro ricaduta nei trasporti e nella logistica dell’ortofrutta’. Riccardo Martini, general manager della Tramaco di Ravenna, approfondirà il tema delle ‘Spedizioni di ortofrutta dal Sud Italia all’Europa nel contesto del Mediterraneo’. Seguirà una tavola rotonda, moderata da Lorenzo Frassoldati, direttore del Corriere Ortofrutticolo, con interventi di Marco Salvi, presidente FruitImprese, Fabio Massimo Pallottini, presidente Italmercati, Gennaro Velardo, presidente dell’Unione Nazionale Italia Ortofrutta, Ilenio Bastoni, direttore generale Apofruit e Aurelio Pannitteri, presidente della OP Rosaria. Il seminario si inserisce in un programma triennale di analisi sull’ortofrutta nel Mezzogiorno, nato dalla collaborazione tra Italia Ortofrutta e Corriere Ortofrutticolo, battezzato ‘L’ortofrutta riparte dal Sud’, avviato un anno fa a Matera con un approfondimento sull’aggregazione della produzione.
Questo programma arricchisce di contenuti un evento di rilievo per i vertici imprenditoriali e associativi del comparto ortofrutticolo nazionale. ‘Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana’ infatti segna l’inizio di un nuovo anno di impegni e sfide per il settore ortofrutticolo del nostro Paese alla vigilia dell’appuntamento internazionale di Fruit Logistica e gode della partnership del CSO, di Fruitimprese e di Italia Ortofrutta (main sponsor dell’evento). Dopo il seminario sulla logistica, previsto per la mattina del 20 gennaio, seguirà nel pomeriggio la presentazione di alcuni prodotti che rappresentano le ‘nuove frontiere’ della Sicilia Ortofrutticola, all’insegna della novità assoluta (la frutta tropicale) o della riscoperta (il melograno) in funzione anche della valorizzazione del territorio (il fico d’India). I seminari si svolgeranno a Palazzo Vermexio, nella storica piazza del Duomo di Siracusa, e saranno seguiti dalla cerimonia di premiazione, appunto, degli 11 ‘Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana’ nell’anno 2016 tra i quali sarà scelto, in una serata esclusiva nel vicino Palazzo Beneventano, l’Oscar della Frutta 2017. Nato come momento conviviale e celebrativo promosso dalla redazione della rivista di settore Corriere Ortofrutticolo, ‘Protagonisti’ sta diventando la Cernobbio dell’ortofrutta italiana. Le precedenti edizioni si sono svolte, sempre nella terza settimana di gennaio, a Villa Serego Alighieri in Valpolicella (2013), al Resort Monte del Re di Dozza (2014), alla Cantina Rotari di Mezzocorona (2015), alla Casa Cava di Matera (2016).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporto: sciopero generale

Posted by fidest press agency su domenica, 16 ottobre 2016

piazza-san-giovanniIl 21 Ottobre si fermeranno anche tutti i trasporti per lo Sciopero Generale indetto da USB e da altri sindacati di base. Uno stop dei trasporti, settore colpito da ristrutturazioni, privatizzazioni e tagli al personale, inserito in uno sciopero generale necessario che, ne siamo certi, sarà compreso e condiviso dagli utenti e da tutti i cittadini perché si tratta di una protesta che ha alla base motivazioni che toccano gli interessi di tutti.La lotta alla precarietà e alle privatizzazioni, la difesa dello stato sociale, nuova occupazione per i giovani e per chi il lavoro lo ha perso, pensioni e salari dignitosi, sanità e scuola pubbliche e efficienti, trasporti sicuri e funzionali. Infine anche il NO allo stravolgimento della Costituzione. Sono obiettivi e contenuti che qualsiasi cittadino, lavoratore o meno che sia, dovrebbe condividere. Per questo chiediamo a tutti di scioperare il 21 ottobre. Per questo chiediamo a tutti i cittadini di comprendere i disagi che deriveranno dallo sciopero e di mobilitarsi insieme a noi il 21 per le iniziative che accompagneranno lo Sciopero Generale
A Roma, dal pomeriggio del 21, l’USB, l’Unicobas e l’USI, insieme a molte altre organizzazioni sociali e politiche, si ritroveranno in piazza San Giovanni, che per l’occasione sarà rinominata piazza Abd Elsalam, il lavoratore ucciso a Piacenza il 14 settembre scorso mentre svolgeva attività sindacale. In serata si terranno nella piazza assemblee e dibattiti, a cui è prevista la partecipazione di lavoratrici e lavoratori, giuristi, magistrati, esponenti politici e sindacali, e concerti con diversi gruppi musicali. Lì si attenderà la partenza della manifestazione nazionale del pomeriggio seguente, sabato 22 ottobre, indetta per difendere lavoro e stato sociale, a sostegno del NO al Referendum e contro le politiche del governo Renzi.
Trasporto pubblico locale. 24 ore nel rispetto delle fasce protette localmente definite.
Trasporto Aereo. Dalle ore 00.00 alle ore 23.59 per tutto il personale navigante e operativo con il rispetto delle fasce e dei voli garantiti. Intero turno per i lavoratori normalisti o non operativi.
Trasporto ferroviario. Personale addetto alla circolazione dalle ore 09.01 alle 17.00. Personale fisso intero turno
Trasporto marittimo.ISOLE MAGGIORI
Per il personale viaggiante lo sciopero inizia da un’ora prima delle partenze del 21 ottobre.
Intero turno per il personale amministrativo
ISOLE MINORI Per il personale viaggiante dalle 00.00 alle 24.00 del 21 ottobre.
Intero turno per il personale amministrativo
ANAS. Intero turno dalle 00.00 alle 24.00 del 21 ottobre.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trasporto aereo: differimento scioperi

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 settembre 2016

aeroporto firenzeL’USB Lavoro Privato, aderendo all’invito del Ministro delle Infrastrutture per facilitare la mobilità nazionale in seguito al sisma che ha colpito il centro Italia, differisce al prossimo 22 settembre gli scioperi proclamati in Alitalia Sai, Cityliner e Meridiana.
Questo gesto di solidarietà è legato esclusivamente al senso di responsabilità e non intende minimizzare la gravità delle vertenze in atto: mentre in Meridiana sono in corso centinaia di licenziamenti discriminatori, nonostante un contratto al ribasso rispetto a quello nazionale, ed ancora non è stato presentato un abbozzo di piano industriale da parte dell’acquirente Qatar Airways, in Alitalia assistiamo a licenziamenti per superamento del periodo di comporto in cui sono stati conteggiati dei periodi d’infortunio sul lavoro; provvedimenti disciplinari pesanti ed “esemplari”, per finire alla negazione delle attenzioni finora garantite al personale per necessità di carattere sociale e familiare.In queste due aziende, come nel resto del trasporto aereo, i lavoratori sono alle prese con ristrutturazioni, licenziamenti, carichi di lavoro eccessivi, atti unilaterali spesso di carattere vessatorio e discriminatorio.“E’ ora che al senso di responsabilità evocato dal Ministero e dimostrato dall’USB, adesso corrisponda la stessa attenzione da parte delle Istituzioni”, evidenzia Francesco Staccioli, dell’USB Lavoro Privato.“A fronte del differimento di scioperi con motivazioni così urgenti, ci aspettiamo che il Ministero affronti le problematiche di un settore che, nonostante tassi di crescita importanti, continua a produrre disoccupazione, precarietà e tagli ai salari. Abbiamo a che fare con dirigenze incapaci di accettare dinamiche di confronto normali in un Paese come il nostro, dove all’investitore straniero si aprono porte e portoni senza curarsi di ciò che succede dopo”, conclude il rappresentante USB.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporto pubblico locale. I sogni dell’Antitrust cozzano con il regime dei partiti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2016

trasportoL’Antitrust ha fatto una indagine sul trasporto pubblico locale, partendo dal presupposto che il settore sia arretrato e in perdita, con introiti che coprono appena il 30% dei costi ed un uso molto limitato da parte dell’utenza (14,6%). Ed ha indicato le “ricette” per venirne fuori: a fronte di un mercato per l’affidamento (gare) e mercato per la gestione (concorrenza) scarso o inesistente, l’Autorita’ auspica migliore qualita’ con risvolti economici ed ambientali, migliore offerta rispetto alle esigenze dell’utenza, fine dei conflitti di interesse con le societa’ partecipate che gestiscono i servizi (1).
Una sorta di libro dei sogni, quindi. Come, purtroppo spesso accade per gli interventi di questa Autorita’ che agisce a garanzia del mercato e della concorrenza. Libro dei sogni perche’, pur se il lavoro dell’Agcm dovrebbe servire al legislatore ed all’amministratore per agire di conseguenza, quasi sempre rimane come una generica linea di indirizzo o -peggio- una litania che viene utilizzata per giustificare azioni e iniziative che sono il perfetto contrario. Motivo? Il regime dei partiti, che imperversa a livello locale, regionale e nazionale. Senza eccezioni per destra e sinistra, con l’aggiunta dei sindacati che, credendo di garantire in questo modo il lavoro dei loro iscritti, opponendosi spesso ad ogni innovazione che abbia a che fare col libero mercato, stracciano nell’immediato i diritti degli utenti e, a piu’ lungo respiro, il mercato del lavoro (il binomio concorrenza=lavoro viene considerato una sorta di mostro ammazza redditi e lavoratori). Regime dei partiti che non ha nessun interesse a modificare lo status quo, perche’ e’ su quest’ultimo che alimenta una propria sopravvivenza basata su clientelismo, sistemazione dei propri
accoliti nelle posizioni di potere e sottopotere, sia nella partecipate che gestiscono i servizi che negli organismi politici decisionali regionali, locali e nazionali. Siamo eccessivi? Non crediamo. Ne abbiamo viste talmente tante in questi ultimi decenni e su tutto quello che in materia di mercato e concorrenza e’ stato ribadito dall’Antitrust (indagini multe, ordinanze, etc), e tutte disattese, che non abbiamo elementi per potere sperare nel contrario. Un esempio: il confronto tra i candidati a Sindaco di alcuni importanti Comuni come Roma. E’ di ieri la notizia che i due contendenti (M5S e Pd) hanno giurato che di privatizzazione del trasporto pubblico locale nella capitale non se ne parla neanche, ma riforma di qui e riforma di la’, efficienza di qua ed efficienza di la’, tagli di qua e tagli di la’… cioe’ niente che abbia a che fare con le analisi e le motivazioni che hanno portato l’Antitrust al documento diffuso oggi. I voti di quelli che campano intorno all’Atac sono tanti e sembra che sia faticoso (o difficile per ignoranza) far capire loro che il posto di lavoro si difende e si amplia rivoltando il marcio e non rammendando i buchi.
Lunga vita all’Antitrust, quindi. Ma solo per sognare. Che gli utenti e i cittadini ne facciano tesoro quando vanno a votare, quando si esprimono in ogni luogo pubblico o privato, attraverso i media o nei propri posti di lavoro. L’Antitrust auspica un opera di cambiamento per modificare le marci radici del sistema… ma per ora il regime vince sul sistema, controllandolo e drogandolo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: disagi nel trasporto urbano

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2015

atac trasporti roma“Quanto sta accadendo nel tormentato comparto del trasporto a Roma sta evidenziando in maniera netta alcune cose. Innanzitutto sta venendo meno il facile scaricabarile con il quale in questi ultimi anni si è vergognosamente tentato di addossare tutti i disservizi del TPL sul personale. Una lettura realistica, ci dice, invece, che, a fronte di possibili comportamenti censurabili di alcuni singoli, siamo in presenza di una azienda che, negli anni, non è stata in grado di lavorare sull’efficienza di mezzi ed infrastrutture, producendo la conseguenza paradossale che oggi vede molti autisti inoperosi per mancanza di macchine disponibili”. A dirlo è Vincenzo Piso, deputato del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc).
“Inoltre, – continua – è oramai assodato che molta inefficienza deriva dall’incapacità dimostrata, anch’essa negli anni, di programmare quei processi che presiedono alla manutenzione e agli acquisti. Verità, tanto più incontestabile ed evidente, in quel comparto del ferro che necessita di tempistiche lunghe e complesse. Questo ci riporta, specie in un momento di scarsità di risorse, all’individuazione delle priorità e alla capacità di avere una oculata politica industriale. E conclude: “che senso ha avuto investire in infrastrutture o mezzi, sulla cui utilità ed efficienza molto ci sarebbe da discutere, quando le architravi del TPL romano (metro A e B) cadevano a pezzi? che fine hanno fatto i programmi AMLA? Per anni, al di là di quanto sicuramente va rivisto e corretto, i luoghi comuni sui dipendenti hanno impedito di aprire un serio ragionamento sui reali motivi del collasso di questo comparto. Oggi il Re è nudo e la realtà ci costringe a fare i conti non con le percezioni, spesso indotte, ma con fatti e accadimenti che indicano con chiarezza ciò che veramente non ha funzionato e le cause di uno sfascio annunciato”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

PD e trasporto locale

Posted by fidest press agency su sabato, 3 agosto 2013

“Con la crisi, il trasporto pubblico locale è diventato quasi una parte del welfare ed è al centro dell’attenzione del Partito democratico”. Lo ha detto oggi a Roma Debora Serracchiani, responsabile nazionale del partito per le infrastrutture e i trasporti, nel corso di una riunione con gli assessori ai trasporti delle regioni Lazio, Toscana, Emilia Romagna e Sicilia, con Daniele Borioli, membro della commissione Lavori pubblici del Senato, con Paolo Coppola, membro della commissione Trasporti della Camera, e con Franco Frigo, membro della commissione Trasporti e Turismo al Parlamento europeo.“Il nodo del Tpl presenta notevoli problematicità – ha spiegato Serracchiani – legate al fondo unico nazionale, agli investimenti e alla costruzione delle gare. In particolare bisogna chiarire quale tipo di servizio si vuole offrire per rispondere ai bisogni dei cittadini, con la consapevolezza che stiamo parlando di un’esigenza sociale”.Nel fare il punto sulla situazione della portualità, da Frigo è stata ricordata la scadenza del 24 settembre quale “termine per la presentazione degli emendamenti al regolamento comunitario sulla portualità”, e Serracchiani ha precisato che “l’Italia dovrà portare al Parlamento europeo un contributo assolutamente condiviso e molto chiaro negli obiettivi, anche considerando che il nucleo del regolamento consisterà nella liberalizzazione dei servizi. E si dovrà farlo tenendo conto delle ipotesi di riforma della legge 84/94 sul riordino della legislazione in materia portuale”.(Giancarlo Lancellotti)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Metro B: trasporto pubblico allo sbando

Posted by fidest press agency su martedì, 8 maggio 2012

Roma. “Anche ieri ennesimo guasto sulla linea della metro B. Purtroppo il problema dei disservizi non riguarda solo la Metro B, ma l’intero servizio di trasporto pubblico, anche quello su gomma. Solo pochi giorni fa è stato denunciato sulla stampa dalle organizzazioni sindacali che quasi un mezzo su tre rimane fermo al deposito per guasti vari. Una situazione intollerabile che è una delle concause del mancato utilizzo da una parte dei cittadini romani dei mezzi di trasposto pubblico. Peccato perché tale situazione, oltre a rappresentare un danno alle casse dell’Atac, impedisce lo sviluppo di un modello di mobilità sostenibile che permetterebbe di alleviare la pressione del traffico veicolare privato sulla città con innegabili benefici anche sul fronte dell’inquinamento atmosferico e acustico, della sosta e più in generale della qualità della vita. Infatti, nonostante l’aumento del prezzo della benzina tenda a far aumentare l’utenza del trasporto pubblico, la Giunta Alemanno sembra voler far di tutto per scoraggiare l’uso di tali mezzi ai cittadini romani, sia con la pessima qualità del servizio erogato, che con il previsto aumento delle tariffe. Ci uniamo a coloro che chiedono che si faccia piena luce sui troppi disservizi che stanno colpendo il trasporto pubblico della città. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma salvaiciclisti e Londra Cities for Fit Cycling

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 aprile 2012

Lorenzo - Teatro Valle (2)

Lorenzo - Teatro Valle (2) (Photo credit: mirkop82)

Roma 18 aprile – 0re 12.30 – Teatro Valle (via del Teatro Valle 21) Nelle due Capitali europee il 28 aprile si manifesta per la bici come mezzo di trasporto il movimento salvaiciclisti presenta il corteo-evento ai Fori insieme a Fiab e Legambiente.
Il 28 aprile le Capitali europee ospiteranno in contemporanea due manifestazioni nazionali per la sicurezza di chi usa la bici per i suoi spostamenti quotidiani e per sollecitare una mobilità più slow, più rispettosa delle regole, meno aggressiva, meno pericolosa e meno invadente. E’ la prima volta in assoluto che due grandi metropoli continentali condividono l’esigenza (e la portano in piazza) di un’iniziativa trasversale per migliorare la libertà di movimento di tutti gli utenti della strada. La campagna internazionale Cities for Fit Cycling è stata lanciata dal Times di Londra in seguito a un grave incidente stradale che ha coinvolto una giornalista del quotidiano britannico mentre stava andando in redazione in bicicletta. In Italia è stata ripresa da 34 cicloblogger che hanno trasformato #salvaiciclisti (via social media) in un’iniziativa virale, a cui hanno aderito finora migliaia di cittadini, tanti personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo (da Jovanotti a Margherita Hack) e anche diversi sindaci di grandi città (come Milano, Torino, Bologna, Firenze e Roma) e piccoli centri. I contenuti della campagna, le caratteristiche della manifestazione, le richieste del movimento #salvaiciclisti saranno illustrate nel corso di una conferenza stampa che si terrà il prossimo 18 aprile al Teatro Valle occupato di Roma, che peraltro dedica tutta la giornata a iniziative #salvaiciclisti.
Alla conferenza stampa interverranno Fiab e Legambiente, le associazioni che per prime hanno aderito alla manifestazione ai Fori e supportano l’iniziativa. Alla conferenza stampa sono invitate tutte le associazioni nazionali e locali.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasporto ferroviario: Calabria mortificata

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

E’ la quarta interrogazione in un anno dell’on. Franco Laratta che da tanto tempo richiama l’attenzione dei governi verso la politica antimeridionale di Trenitalia.
Ma dai ministri dei Trasporti solo risposte evasive e inconcludenti. Intanto nel sud sono continuati i tagli delle risorse, la soppressione dei convogli a lunga percorrenza, la drastica riduzione dei treni per i pendolari. E in circolazione si vedono ancora convogli con 50 anni di vita, vecchi e sporchi.
Abbiamo notato che anche il presidente della regione Calabria, dopo un lungo torpore, ora invoca gesti eclatanti contro il governo-Monti in merito ai tagli nei trasporti ferroviari. Ma dovrebbe ammettere, per onestà intellettuale, che l’attuale condizione dei trasporti nel Sud è il risultato dei violenti tagli operati dal Governo Berlusconi negli ultimi anni. Noi abbiamo sempre contestato le scelte di Trenitalia che ha tagliato i treni del sud che stanno isolando la Calabria. E siamo pronti a continuare la protesta contro i tagli di Trenitalia.
Ma il presidente Scopelliti ha anche la memoria corta. Lo scorso 14 dicembre aveva avuto splendide parole di elogio per il sistema trasporti calabrese anche in virtù di “nuovi 8 finanziamenti in arrivo”. Oggi invece fa l’indignato e minaccia di salire sulle barricate. Ma le barricate andavano fatte quando Tremonti ha scippato i Fondi per le Aree Sotto-utilizzate (30 miliardi di euro trasferiti al Nord); quando venivano tagliate le risorse finanziarie che il Governo Prodi aveva destinato alla ss.106, alle strade provinciali e all’ A3. Nella totale indifferenza del nostro Governatore. Ora possiamo anche insieme lottare contro i tagli, ma dobbiamo dire la verità!

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: aumenti tariffari trasporto pubblico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 dicembre 2011

ATAC Socimi Class 9000 tram no. 9022, Porta Ma...

Image by bindonlane via Flickr

“Le scelte del Comune di Milano e di Torino sugli aumenti tariffari riguardanti il trasporto pubblico locale sono inaccettabili quanto quelle preannunciate dal Sindaco Alemanno, con la differenza non irrilevante che i sindaci dei due suddetti capoluoghi di Regione non sono stati coinvolti in scandali come quello di “parentopoli” che ha visto alcune importanti aziende comunali, quali l’Atac, ad esempio, assumere un numero sproporzionato di persone senza il rispetto di quel Codice di regolamentazione, voluto a suo tempo da Rifondazione Comunista e approvato nel 2006 dalla Giunta Veltroni con la delibera n. 632. Assunzioni sulle quali sta ancora indagando la Procura e che hanno contribuito, in maniera rilevante, al dissesto finanziario di alcune di queste aziende comunali, come, appunto, l’Atac. Pertanto i consiglieri del Pdl farebbero meglio a concentrarsi sui problemi dei cittadini romani, piuttosto che gioire sui problemi finanziari di altri comuni italiani determinati sicuramente da ben altri fattori”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.“Una buona amministrazione – continua Barbera – non solo non sarebbe stata coinvolta in scandali come quello di “parentopoli”, ma avrebbe operato in maniera tale da evitare di colpire le classi popolari, soprattutto in questo periodo di crisi, con provvedimenti fortemente iniqui come quello riguardante l’aumento delle tariffe del trasporto pubblico locale. Provvedimento, questo, che scoraggerà l’uso del mezzo pubblico, alimentando il traffico veicolare e l’inquinamento atmosferico e acustico in città, senza risolvere i problemi finanziari dell’Atac, né ovviamente quelli già pesanti della città e dei romani . Per questi motivi, non mi meraviglia il fatto che alcune realtà sociali siano pronte, contro misure tanto inique e dannose per la città, ad organizzare campagne di disobbedienza civile da parte dell’utenza che è ormai stanca degli spot propagandistici del Sindaco di Roma, come quello odierno riguardante le cabine antiaggressione”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il trasporto intermodale in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 27 dicembre 2011

English: A19 Motorway, Catania-Palermo, Enna e...

Image via Wikipedia

Mi interessai per la prima volta del trasporto intermodale in Italia ben 30 anni fa allorchè fu avviata una indagine conoscitiva su iniziativa di alcuni parlamentari della commissione trasporti della Camera. Da allora il dibattito è aperto ma con scarsi risultati pratici.
Come si sa il trasporto intermodale è costituito da una combinazione di mezzi diversi che in Italia, per la sua conformazione geografica, risultano particolarmente idonei in specie per il trasporto veloce di beni deperibili. Un esempio pratico si fece con gli agrumi siciliani trasportati da Catania a Palermo con camion porta container per poi essere imbarcati su nave con destinazione Genova e da lì su treno destinazione nord Europa. Il tempo complessivo richiesto non superava i 4 giorni riducendo lo scarto del prodotto del 10% contro il 30-35% delle altre soluzioni che prevedevano il viaggio su treno lungo tutta la Penisola.
Lo stesso discorso vale per il trasporto dei passeggeri nei percorsi che implicano il viaggio Aereo –treno – nave o autobus. Ma il criterio vale anche per il trasporto urbano (auto –metro – bus) per non parlare di altre soluzioni come il car-sharing (auto condivisa, ovvero un servizio che permette di utilizzare un’automobile prelevandola ad un punto convenuto su prenotazione) o il car pooling (che consente a più persone di viaggiare insieme nella stessa auto per poi dividersi le spese di viaggio e di manutenzione). E’ ovvio che per la mobilità urbano possono entrare nel trasporto anche le biciclette e i ciclomotori elettrici.
Questo tema per il caro carburanti e per i costi afferenti la tenuta di un’auto (assicurazione, tasse di circolazione, manutenzioni ordinarie e straordinarie) è oggi di grande attualità anche perché le amministrazioni comunali, in specie dei grandi comuni italiani, hanno fatto sulle politiche della mobilità un loro cavallo di battaglia.
Il problema sta ora nel rendere fattibile e interagibile l’intero sistema che tuttora resta “congelato” in determinate aree per svariate ragioni (mancato sviluppo della rete viaria, ferroviaria, marittima, fluviale e lacuale. Ecco perché nel contesto di una politica del trasporto nazionale occorre rimettere in moto la progettualità già da tempo avviata e inspiegabilmente interrotta e non tanto e non solo per motivi economici. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Traporto e mobilità sostenibile

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 novembre 2011

Assalto al treno

Image by Luigi Rosa via Flickr

Milano – Sodexo Motivation Solutions, leader mondiale nelle Soluzioni per la Qualità della Vita Quotidiana punta alla valorizzazione e al sostegno delle pratiche di responsabilità ambientale, e per farlo sceglie di coinvolgere le aziende milanesi, “responsabili” dei tanti pendolari che dalle aree urbane ed extraurbane si spostano al mattino per raggiungere il luogo di lavoro. Il progetto, realizzato in collaborazione con ATM si chiama Pass Mobility e ha rappresentato uno dei punti chiave della tavola rotonda tenutasi oggi al “Mobility & Business Travel Day” organizzato da Acquisiti & Sostenibilità presso la prestigiosa location dell’ Hotel Nhow. Un evento ideato per esplorare e condividere le iniziative di sostenibilità in corso nel settore della mobilità e del business travel, analizzando tecnologie, idee e nuovi progetti.
Attualmente sono già 100 le aziende coinvolte per oltre 2.500 dipendenti che utilizzano il servizio. Pass Mobility è una soluzione pensata con l’obiettivo primario di garantire il benessere e la motivazione dei lavoratori e che permette inoltre una gestione dei trasporti casa-lavoro in un’ottica eco-sostenibile e a basso impatto ambientale. Il servizio Pass Mobility si sostanzia quindi in abbonamenti annuali a tariffa dedicata da utilizzare sull’intera rete ATM per tragitti andata e ritorno tra casa e luogo di lavoro; esiste inoltre la possibilità di sottoscrivere un’Integrazione Full ai suddetti abbonamenti, per poter usufruire del servizio anche durante il tempo libero. Grazie a Pass Mobility le imprese potranno motivare i propri dipendenti contribuendo ai loro costi di trasporto da casa al luogo di lavoro e viceversa: il dipendente è sollecitato a rinunciare al trasporto con mezzo proprio, optando per il servizio pubblico offerto dall’azienda (totalmente o in quota parte), con evidenti vantaggi ambientali derivanti dalla diminuzione del traffico e dell’inquinamento atmosferico. “La motivazione e il rispetto per l’ambiente sono il punto di partenza di Pass Mobility” spiega Paolo Corno, Sales&Marketing Director di Sodexo Motivation Solutions. “Questo progetto dimostra l’impegno di Sodexo e ATM a favore dei lavoratori, che devono sentirsi parte attiva della propria azienda. Offrire il trasporto casa-lavoro equivale a migliorare la vita del dipendente, ma anche l’ambiente cittadino grazie alla diminuzione del traffico in favore dei mezzi pubblici con un considerevole calo delle emissioni di CO2”. Anche le aziende possono impegnarsi attivamente contro l’inquinamento” afferma Paolo Corno “e il primo passo è sicuramente incentivare i propri dipendenti all’uso dei mezzi pubblici. Oltre a sottolineare gli aspetti di sostenibilità ambientale Sodexo Motivation Solutions Italia, è da sempre convinta che la motivazione sia la chiave per aumentare e migliorare le performance all’interno di un’organizzazione. Quality of Daily Life Solutions, non solo come dichiarazione e pay off aziendale ma vera e propria filosofia e valore che ispira tutte le attività e dà vita ai servizi. Le soluzioni Sodexo hanno come obiettivo primario il benessere e l’impegno degli individui per ottimizzare lo sviluppo e le performance dei clienti. Un’offerta completa e integrata, dalla costruzione alla gestione di strategie e programmi di motivazione personalizzati fino alla fornitura di vantaggi e premi sviluppati per incrementare l’incentivazione e il benessere. Il ventaglio di servizi proposti contribuisce inoltre ottimizzare e migliorare il rendimento e i vari processi produttivi perché opera sulle persone assegnate a questi processi. Partendo dall’ascolto e dall’analisi delle necessità del cliente, per rispondere ai reali bisogni dei beneficiari, Sodexo propone idee e strumenti sempre nuovi per gestire al meglio la relazione fra azienda e personale.
In Italia, Sodexo, che conta oggi oltre 12.000 dipendenti, dal 1974 fornisce soluzioni globali di servizio On-Site a differenti tipologie di clienti: Aziende, Scuole, Sanità e Senior e soluzioni di Motivazione tramite la gestione di benefit per le risorse umane, programmi di incentive e gratificazione e servizi di assistenza sociale (fra i quali, il buono pasto Pass Lunch, Pass Mobility, Pass Gift, Pass Promotion e Pass Assistance)
Sodexo, leader mondiale nelle Soluzioni per la Qualità della Vita Quotidiana La Qualità della Vita gioca un ruolo importante nel progresso degli individui e nella performance delle aziende. Basandosi su questa convinzione, Sodexo è il partner strategico per aziende e istituzioni che pongono al primo posto performance e benessere, così come ha fatto Pierre Bellon quando fondò l’azienda nel 1966. Condividendo la stessa passione per il servizio, i 380.000 collaboratori in 80 paesi, progettano, gestiscono e forniscono un ventaglio di Soluzioni di Servizio On-site e di Soluzioni di Motivazione senza pari. Sodexo ha creato una nuova forma di business di servizio che contribuisce alla realizzazione dei dipendenti e allo sviluppo economico, sociale e ambientale delle comunità, delle regioni e dei paesi in cui opera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »