Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Posts Tagged ‘treni’

Treni: Ue, accordo su diritti passeggeri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 ottobre 2020

Secondo il Consiglio e il Parlamento Ue vi è oggi un accordo per nuove tutele sui ritardi dei treni.”Bene, sembra una buona notizia. Esamineremo, comunque, il testo per verificare se ci sono davvero significativi miglioramenti” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Purtroppo i viaggiatori dei treni sono poco tutelati. Servono anche maggiori poteri sanzionatori da parte delle Authority di riferimento. Inoltre, è ora che i pendolari non siano considerati dei viaggiatori di serie B rispetto a chi viaggia con l’alta velocità. Basti pensare al fatto che viaggiano sempre in piedi come sardine, senza avere un indennizzo nel caso non trovino un posto a sedere” conclude Dona.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

23 nuovi Frecciarossa 1000 per i servizi alta velocità in Spagna

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 agosto 2020

I nuovi treni sono parte di un più ampio piano per rinnovare e ampliare la flotta di Trenitalia che – in qualità di socio del consorzio ILSA, composto anche dalla compagnia aerea Air Nostrum – ha vinto la gara promossa dal gestore dell’infrastruttura spagnola (ADIF) per l’assegnazione delle tracce per i collegamenti alta velocità in Spagna. I 23 Frecciarossa 1000 offriranno una nuova esperienza di viaggio sulle rotte Madrid – Barcellona, Madrid – Valencia/Alicante e Madrid – Malaga/Siviglia con un numero di collegamenti giornalieri fino a 84 corse complessive.I treni, realizzati negli stabilimenti italiani delle due società, garantiranno un forte indotto economico e occupazionale per il settore industriale del Paese. Dopo essere stati costruiti in Italia, a partire dal 2022 i treni saranno trasferiti in Spagna per iniziare le prove di omologazione e ottenere tutte le certificazioni per essere utilizzati anche fra le principali città iberiche.I nuovi Frecciarossa 1000, progettati e costruiti per velocità commerciale massima di 360 km/h, avranno le stesse caratteristiche tecniche e prestazionali dei convogli che già circolano, da giugno 2015, sui binari italiani. I treni sono conformi a tutte le Specifiche Tecniche di Interoperabilità (STI) a livello internazionale. Inoltre, il Frecciarossa 1000 è il primo treno alta velocità ad aver ottenuto la certificazione di impatto ambientale (EPD) ed è costruito con materiali riciclabili e riutilizzabili per quasi il 100%, oltre ad avere ridotti consumi idrici ed elettrici.L’ingresso nel mercato spagnolo rientra fra i progetti di internazionalizzazione del Gruppo FS Italiane che negli ultimi anni ha posizionato le principali società operative ai primi posti per livelli qualitativi ed efficienza anche all’estero e soprattutto in Europa. Fermo l’impegno prioritario sul mercato nazionale e al servizio dei pendolari, anche con i nuovi treni Pop e Rock già in esercizio in alcune regioni, per Trenitalia il nuovo mercato dell’alta velocità ferroviaria si estende all’Europa a seguito della liberalizzazione.Trenitalia è presente con società controllate in Gran Bretagna con Trenitalia c2c e Avanti West Coast che gestisce i servizi da Londra a Glasgow/Edimburgo; in Germania con Netinera; in Francia con Thello e in Grecia con TrainOSE.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I nuovi treni regionali ibridi a ridotto impatto ambientale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2020

La banca dell’Unione europea sostiene il piano di investimenti del Gruppo FS Italiane per i nuovi convogli ferroviari destinati al settore del trasporto regionale di Trenitalia. Treni meno inquinanti, più efficienti e per circa la metà destinati al Sud Italia. È questo l’obbiettivo del finanziamento della Banca europea per gli investimenti (BEI) di 450 milioni di euro a FS Italiane (controllante della società di trasporto Trenitalia) annunciato oggi dal Vicepresidente della BEI Dario Scannapieco e dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane Gianfranco Battisti.Sul totale, la prima tranche di150 milioni di euro è stata già perfezionata attraverso la sottoscrizione di un corporate bond a valere sul Programma EMTN di FS, finalizzato su base private placement, che conferma l’impegno del Gruppo nell’ambito della finanza sostenibile.L’operazione appena sottoscritta finanzierà l’acquisto dei primi 43 convogli ordinati sui 135 totali dell’intero piano di investimenti di Trenitalia.I nuovi treni copriranno le tratte interne in numerose regioni italiane (tra cui Calabria, Lazio, Molise, Sardegna, Sicilia, Toscana e Valle d’Aosta); 135 convogli ibridi, appunto, con tre o quattro carrozze passeggeri. L’investimento complessivo di Trenitalia per tali tipologie di treni è di circa 960 milioni per il rinnovo della flotta regionale in quelle tratte in cui l’elettrificazione delle linee non è ancora stata completata. I treni saranno equipaggiati con motori di ultima generazione per linee non elettrificate, con pantografo per linee elettrificate e con batterie per percorrere l’ultimo miglio su linee non elettrificate evitando così l’uso del carburante e le relative emissioni in prossimità dei centri abitati.Per la BEI, l’operazione risponde completamente alla nuova missione di “banca del Clima”, il cui obbiettivo è quello di mobilizzare 1.000 miliardi di nuovi investimenti di contrasto al cambiamento climatico in tutti i settori economici nel decennio 2020-2030.Per FS Italiane il deal amplia la gamma di strumenti di finanza sostenibile cui il Gruppo fa ricorso dal 2017 e che contempla da quest’anno non solo green bond pubblici ma anche loan e operazioni di private placement ispirate ai principi ESG e volte a finanziare progetti a ridotto impatto ambientale e che incentiveranno il trasporto su rotaia.“Abbiamo una lunga tradizione di lavoro con il Gruppo Ferrovie dello Stato: ricordo ad esempio che la BEI è stata negli scorsi decenni il principale finanziatore dell’Alta velocità ferroviaria Napoli-Milano. Negli ultimi anni questa tradizione è continuata e si rinnova ora con un’operazione che permetterà a milioni di passeggeri di viaggiare su treni nuovi e assai meno inquinanti rispetto al passato, nel rispetto della missione che la BEI si è data di banca del Clima”, ha commentato Dario Scannapieco, Vicepresidente della BEI.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: “Le biciclette devono tornare presto a viaggiare sui treni”

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2020

“Per questo accogliamo favorevolmente l’ipotesi di predisporre carrozze speciali per il trasporto delle due ruote, un servizio che si rivolge a tutti i cittadini, sia a chi lavora con la bicicletta, sia a chi la usa per gli spostamenti o per motivi ludici, come sport o turismo”, così Nicola Di Marco, consigliere regionale del M5S Lombardia commenta gli esiti dell’incontro tra Trenord e rappresentanza dei Rider.“Inoltre, sui parcheggi per le due ruote dei rider, le piattaforme di consegna a domicilio forse potrebbero iniziare a valutare l’idea di dotarsi, in autonomia, di locali in cui depositare gli strumenti di lavoro, risolvendo le criticità scaricate oggi sui dipendenti. Ad esempio, potrebbero adoperarsi per prendere in affitto spazi o locali, spesso inutilizzati, presenti in molte stazioni lombarde.In ogni caso il divieto delle bici in treno mostra ancora una volta la grande incapacità di Trenord di rispondere alle necessità di trasporto pubblico dei lombardi. Da un servizio che si rivolge al pubblico ci si aspetta che prevenga i disagi ai cittadini e non li crei per poi sedersi a un tavolo per risolverli”, conclude Di Marco.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Treni Freccia Rossa

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 maggio 2020

Ora sono disponibili nei sistemi di vendita di Trenitalia i biglietti del Frecciarossa che dal 3 giugno, per la prima volta, collegherà senza cambi intermedi Torino con Reggio Calabria.Inoltre, per collegare anche la Sicilia alle città servite dall’Alta velocità, insieme al biglietto delle Frecce sarà possibile acquistare anche quello della nave veloce BluJet (Gruppo FS Italiane) fra Villa San Giovanni e Messina. Gli orari delle navi e dei treni sono integrati per garantire un facile interscambio fra i due mezzi di trasporto.Il collegamento giornaliero in Frecciarossa da e per Reggio Calabria è la principale novità dell’offerta di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) che da inizio giugno prevede 74 Frecce e 48 InterCity sulle principali direttrici del Paese, raddoppiando il numero di treni a disposizione dal secondo step della Fase 2 dell’emergenza sanitaria COVID-19, iniziato il 18 maggio.L’offerta di Trenitalia cresce con un numero di collegamenti congruo alla richiesta di mobilità di questo periodo, tenendo conto della disponibilità di posti al 50% per il sistema di prenotazione “a scacchiera” che garantisce il rispetto del distanziamento sociale.Dal 3 giugno, a disposizione dei viaggiatori da e per la Calabria, anche i due Frecciargento fra Bolzano e Sibari. Hanno invece viaggiato già durante la Fase 1 dell’emergenza sanitaria, i Frecciabianca che collegano Roma alla Calabria.L’impegno di Trenitalia è continuare ad avere la massima attenzione alle esigenze delle persone, salute e igiene prima di tutto. A bordo di Frecciarossa e Frecciargento è distribuito un safety kit gratuito (mascherina, gel igienizzante per mani, guanti in lattice e poggiatesta monouso), insieme a una lattina d’acqua per tutti i passeggeri. Inquadrando con lo smartphone il QR code posizionato sui tavolini, i passeggeri possono visualizzare le informazioni sulle attività e i processi di pulizia e sanificazione dei treni.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dl rilancio: rimborso abbonamenti bus-metro-treni

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 maggio 2020

Nel Decreto Rilancio sarebbe previsto il rimborso dell’abbonamento per i trasporti pubblici non usufruito per i pendolari che non hanno potuto usare i mezzi per l’emergenza Covid.”Bene, ottima notizia. Finalmente un provvedimento che sta dalla parte dei consumatori, mettendo per iscritto quello che le norme in realtà già prevedono, evitando, però, in tal modo, inutili contenziosi legali” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”E’ evidente, infatti, che valeva già la disciplina del Codice civile che, in materia di obbligazioni, prevede all’art. 1463 la fattispecie dell’impossibilità sopravvenuta della prestazione. Insomma, anche se il servizio di trasporti è rimasto attivo, il consumatore che non ha potuto usufruire del servizio per via del lockdown, ha diritto al rimborso della quota parte di abbonamento non usufruita” prosegue Dona.”Metterlo nero su bianco, però, eviterà, visto che le controparti sono restie a riconoscere i diritti degli utenti, azioni legali che andrebbero ad intasare la nostra giustizia già troppo oberata” conclude Dona. (Mauro Antonelli)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mascherine obbligatorie e distanziamento in stazione e sui treni

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 maggio 2020

L’avvio della Fase 2 porta alcune novità a tutela della salute di chi viaggerà in treno. Oltre a mascherine obbligatorie, la raccomandazione di guanti monouso, dispenser per frequenti igienizzazioni delle mani e distanziamento, una tra le principali riguarda l’introduzione del biglietto elettronico nominativo sia per le Frecce sia per gli Intercity, per i quali la prenotazione diventa obbligatoria.L’iniziativa, nel pieno rispetto degli obblighi di protezione dei dati personali, garantirà un maggior livello di sicurezza sanitaria consentendo, ad esempio, di essere avvisati nel caso in cui si sia condiviso il viaggio con un passeggero risultato successivamente positivo al virus.A bordo di Frecce e Intercity è confermato il sistema di prenotazione dei posti “a scacchiera”, con una riduzione del 50% della capienza massima, così da poter consentire il distanziamento sociale richiesto dalle norme di profilassi. Con la graduale riapertura delle attività produttive e commerciali, dal 4 maggio l’offerta dei servizi di trasporto regionale e, progressivamente, anche nazionale, conoscerà un aumento in una misura coerente a soddisfare la domanda di mobilità stimata dalla commissione governativa.Nel trasporto regionale l’aumento delle corse punta a far sì che le presenze a bordo siano tali da consentire il distanziamento interpersonale, che verrà agevolato dall’indicazione delle sedute da lasciare libere e dalle indicazioni sui comportamenti individuali da tenere durante e alla fine del viaggio, fornite con tutti gli strumenti a disposizione (monitor, diffusori audio, locandine). Il personale segnalerà i comportamenti difformi dalle norme alle Forze dell’Ordine affinché queste condizioni vengano rispettate, fermo restando che sarà indispensabile la collaborazione e il senso di responsabilità di tutti i viaggiatori perché le misure adottate abbiano successo.
Il Gruppo FS, con Trenitalia e le sue altre società, fin dalle prime fasi dell’emergenza coronavirus aveva messo in atto incisive misure di prevenzione e controllo che si sono sempre più affinate, dai kit protettivi per il personale all’installazione dei dispenser con gel igienizzante sui treni e nelle stazioni, dalla dotazione di termoscanner alle iniziative da adottare in presenza di casi sospetti, dagli incentivi a usare i canali commerciali per l’acquisto dei biglietti e per le informazioni a una campagna di comunicazione e sensibilizzazione sulle norme di prevenzione, fino a cicli sempre più intensi di pulizia e sanificazione di tutte le aree di lavoro, sosta e viaggio.Un capitolo a parte riguarda le stazioni dove saranno approntati percorsi a senso unico per separare i flussi in entrata e uscita, distribuendo le persone in modo tale da evitare assembramenti e proseguendo con i controlli scrupolosi ai gate di accesso e uscita.Il modo migliore per tutelare la propria e altrui salute, nelle varie fasi del viaggio, consiste nel rispetto delle norme e prescrizioni di sicurezza impartite anche se, inevitabilmente, porteranno a modificare le consuete abitudini, così com’è successo per la spesa al supermercato e per tante altre attività quotidiane. È un piccolo sacrificio, ma necessario per il bene di tutti.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lega: “Treni entro le elezioni”. M5S Lombardia

Posted by fidest press agency su martedì, 26 novembre 2019

Chi comanda FNM? “Lega senza vergogna: usa il trasporto pubblico solo per fare spot elettorali. Ora dimissioni Gibelli e Fontana riferisca in aula”.“Ciò che ha scoperto e pubblicato ‘Il Fatto Quotidiano’ è gravissimo. La Lega mostra solo una lezione di disonestà politica, uno schiaffo e un insulto ai lombardi. Una società privata che risponde alla Lega, non dà più garanzie che lavori per tutta la comunità. Spartirsi i treni con quei toni arroganti è come sputare sui pendolari sfigati e sui loro disagi. Bravi i giornalisti de Il Fatto Quotidiano per non stancarsi mai di cercare la verità.Per la Lega di Salvini i treni sono solo uno spot elettorale, i treni vanno messi dove c’è riscontro tangibile per fare poi i fuochi d’artificio nel post elezioni. Al di là di ogni logica, del buonsenso e del corretto uso dei soldi pubblici, il centro-destra sacrifica i pendolari, i viaggiatori e smantella il trasporto pubblico solo per garantirsi un po’ di propaganda a spese dei lombardi.
I treni nuovi li hanno pagati gli italiani e devono essere messi sulle linee al collasso e non in vetrina. Per i primi 15 treni che arriveranno dobbiamo ringraziare l’Ex Ministro Toninelli e il M5S, non sono quelli ordinati dalla Lega, ma la Regione è subentrata a un contratto di Trenitalia. Questa Giunta e questa Maggioranza non meritano di stare alla guida della Lombardia un minuto di più”, così Marco Degli Angeli, consigliere regionale del M5S Lombardia, sull’articolo pubblicato oggi da “Il Fatto Quotidiano”: “Eravamo tre leghisti in aula: “I treni? Entro le elezioni”.“FNM e il suo presidente Andrea Gibelli non sono a libro paga di Salvini, ma dei cittadini. Deve dimettersi: quel ruolo deve essere ricoperto da una persona super partes.Invitiamo l’Assessore Claudia Terzi a un passo indietro, il suo Assessorato ai Trasporti è ormai un Ministero di Propaganda e nel ruolo non ha più nessuna credibilità. Il Presidente Fontana venga a riferire in aula cosa intende fare del trasporto su treno: la Lombardia ha bisogno di una maggioranza che amministri nell’interesse dei cittadini, non di un ufficio di marketing e comunicazione a spese dei lombardi”, conclude Degli Angeli.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, al via gara acquisto treni metro A-B

Posted by fidest press agency su sabato, 2 novembre 2019

Il dipartimento Mobilità e trasporti ha pubblicato la procedura di gara per la fornitura di 20 treni delle metropolitane A-B e B1 di Roma. Il primo contratto applicativo prevede l’acquisto dei primi 14 convogli di cui 12 andranno a servizio della linea B e 2 a potenziamento della linea A, per una cifra pari a 134,4 milioni.A gennaio 2019 è stata sottoscritta la Convenzione tra il ministero delle Infrastrutture e Roma Capitale per il finanziamento degli interventi e lo sviluppo infrastrutturale per un totale di 425,52 mln.“Nuovi treni per un servizio più puntuale ed efficiente a beneficio della nostra città. Investimenti importanti che consentiranno di aumentare la qualità del servizio, la sua frequenza e il comfort degli utenti. Risorse che si aggiungono a quanto già destinato per la manutenzione delle infrastrutture”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.“Abbiamo definito – spiega l’assessore alla Città in Movimento Pietro Calabrese – un programma puntuale e realizzato interventi sugli armamenti e scambi dei binari. Ora queste risorse vanno a rinnovare una flotta di treni che sconta un gap infrastrutturale decennale”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Siglato protocollo per la sicurezza nelle stazioni e sui treni

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 agosto 2019

Torino Un protocollo per la sicurezza a bordo dei treni e nelle stazioni è stato sottoscritto oggi a Torino da ANCI Piemonte, Regione, Ferrovie dello Stato e Direzione centrale per la polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i Reparti speciali della Polizia di Stato. L’iniziativa giunge dopo gli atti vandalici e le aggressioni fisiche e verbali subite nei mesi scorsi da viaggiatori e personale ferroviario. “L’obiettivo – spiega il presidente di ANCI Piemonte, Alberto Avetta – è quello di riqualificare e rendere più sicure le stazioni piemontesi. Il compito dell’ANCI sarà quello di coordinare le azioni dei sindaci sul territorio regionale”. Il protocollo siglato in Prefettura prevede l’installazione di telecamere e tornelli nelle principali stazioni e l’intensificazione delle attività di vigilanza e di controllo svolta all’esterno delle strutture dalle polizie locali. Tra i progetti anche la realizzazione di un’applicazione che consentirà al personale dei treni di comunicare in modo veloce e diretto con le Forze dell’ordine. Infine, verranno organizzati eventi formativi e iniziative didattiche per i più giovani. “Il documento sottoscritto oggi – ha spiegato Claudio Palomba, prefetto di Torino – valorizzerà l’attività educativa rivolta ai ragazzi”. “A questo proposito – ha ricordato il presidente dell’ANCI Piemonte, Alberto Avetta – la nostra associazione si è già attivata da tempo per l’introduzione dell’ora di educazione alla cittadinanza nelle scuole. Il progetto va dunque nella direzione da noi auspicata, ma i Sindaci avranno bisogno di risorse e lo abbiamo ribadito in modo chiaro al presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio”Proprio il presidente Cirio ha parlato di: “Un’opportunità concreta per i cittadini e per i Comuni. Se si vuole incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico – ha detto, garantendo da parte sua la massima collaborazione da parte della Giunta regionale – bisogna renderlo sicuro”. Alla firma hanno partecipato anche la vicensindaca di Torino Sonia Schellino, il questore Giuseppe De Matteis e il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, colonnello Francesco Rizzo.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cronaca Lombardia a Nazionale: Treni o carri bestiame?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 luglio 2019

Il Regionale veloce di Trenitalia 1692 da Imperia Centrale a Milano Centrale, già a Genova si presentava pieno oltre ogni limite e capacità.Caldo, assenza di aria condizionata, passeggeri stipati come bestiame per terra e tra le carrozze, nessuna assistenza ai viaggiatori.Codacons: “Vergognoso trattamento dei passeggeri da parte di Trenitalia, neanche nel terzo mondo sarebbe considerato ammissibile. Presenteremo una diffida contra Trenitalia chiedendo i rimborsi dei biglietti e presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica. Con il treno in quelle condizioni il pericolo di cadute e sinistri potenziali è enorme, messa in pericolo la salute pubblica.” (n.r. Possibile che non ci rendiamo conto del disastro che stiamo provocando con la nostra idea di diventare famosi con le nostre opere faraoniche mentre permettiamo a migliaia di persone di ritornare agli anni postbellici. Non dimentichiamo i pendolari che devono raggiungere, per lavoro, le metropoli o gli avventurosi viaggi in treno per raggiungere la Sicilia e via di questo passo.)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lombardia: anticipare la consegna di nuovi treni

Posted by fidest press agency su sabato, 2 febbraio 2019

“La linea di governo a favore del trasporto pubblico è in continuità con gli investimenti già fatti da Trenitalia che con la gara per 500 nuovi treni effettivamente sta cambiando la situazione in molte Regioni.Secondo il rapporto Pendolaria di Legambiente, Il numero dei passeggeri aumenta, toccando quota 5,59 milioni, con un nuovo record rispetto al 2012 (+8% in 4 anni). Sono 2 milioni e 874 mila coloro che ogni giorno usufruiscono del servizio ferroviario regionale e 2 milioni e 716 mila quelli che prendono ogni giorno le metropolitane, presenti in 7 città italiane. Cresce il numero di persone che prende il treno in Lombardia (750mila), Analoghi i successi della metropolitana a Milano (con più passeggeri delle altre 6 città italiane dotate di metro).Il Ministro Toninelli sta cercando di colmare qualche vuoto lasciato dove la Politica negli anni scorsi ha fallito, pensando che non fosse necessario procedere con le assunzioni, con gli investimenti e con la programmazione d’acquisto di nuovi convogli, oggi ad esempio è stato consegnato un nuovo Vivalto a Trenord, che servirà a trasportare i cittadini Lombardi e che fa parte di una flotta di quattordici treni che il Ministro ha deciso di consegnare ai cittadini Lombardi. Finalmente un Governo che da una linea chiara a Gruppo Fs: il nostro paese deve muoversi sul ferro. Ovviamente questo intervento va ampliato e c’è bisogno di un maggior impegno di Regione Lombardia che stiamo sollecitando perché anticipi le consegne di nuovi treni”, così Gregorio Mammì, consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta la consegna di un treno Vivalto di Trenitalia a Trenord.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: Treni cancellati: il nulla assoluto su Trenord

Posted by fidest press agency su domenica, 24 giugno 2018

“Trenord è gestita con i piedi, dieci treni cancellati in un giorno solo a Bergamo sono una vergogna infinita. Prima si viaggiava su carri bestiame, ora non si viaggia nemmeno. E i pendolari pagano. Che Fontana e l’Assessore Terzi ci vengano a dire che Trenord è inadeguata fa ridere per non piangere: gestiscono loro la società e ammettono di non essere in grado di far andare i treni. Si assumano le loro responsabilità una buona volta, nel rilancio di Trenord sono il nulla assoluto e dovrebbero togliersi di mezzo. La pazienza dei pendolari, e la nostra, è finita da tempo: sono mesi che ci dicono che la governance va cambiata, che propongono un accordo con FS un giorno, per smentito il giorno dopo e che l’AD Farisè va mandata a casa, ma non combinano nulla. Al massimo si lamentano che treni sono fermi. Mi risulta che sono al governo della Lombardia, si diano una mossa”, così Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza treni Lombardia

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 maggio 2018

Milano. L’Assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato ha risposto all’interrogazione a firma del portavoce del M5S Lombardia Simone Verni sul tema della sicurezza sui treni e nelle stazioni di viaggiatori e personale. L’atto chiedeva, oltre al coinvolgimento dei Prefetti per elaborare un piano sicurezza, di spiegare che cosa ha fatto fin qui la Giunta regionale anche sulla base di impegni assunti nella scorsa Legislatura per prevenire il problema. De Corato ha elencato una serie di iniziative di Regione Lombardia per incrementare la sicurezza sui convogli. Tra queste l’incontro con il Prefetto di Lecco del 15 maggio scorso, la dotazione di una app per il personale per la segnalazione di aggressioni o gli impianti di videosorveglianza sui nuovi treni.Parzialmente soddisfatto della risposta il consigliere Verni: “Prendiamo atto che sono stati fatti dei piccoli interventi, ma sono del tutto insufficienti. La situazione è fuori controllo, il trasporto pubblico lombardo è un far west.Va bene incontrare i Prefetti, dotarsi di app e installare telecamere, ma, considerati i risultati, l’impressione è che Regione Lombardia si limiti solo ad inseguire la cronaca delle aggressioni.Occorre un intervento coordinato, capillare e strutturato, con la sicurezza sui treni non possiamo permetterci di vivere alla giornata. Ci auguriamo che questa Giunta adotti un piano sicurezza in tempi rapidi”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia – Verni e Di Marco: situazione violenza sui treni fuori controllo

Posted by fidest press agency su martedì, 15 maggio 2018

Si susseguono episodi dolosi sui treni e nelle stazioni della Lombardia. Gli ultimi due di cui siamo venuti a conoscenza trattano ancora di aggressioni al personale ferroviario. Ieri il capotreno del convoglio 1670 di ferrovie Nord, linea Milano-Canzo Asso, è stato preso a pugni per essere intervenuto mentre un gruppo di ragazzi stranieri teneva aperta e bloccata una porta del treno, forse per poter fumare. Per fortuna le sue condizioni non sono gravi.
Stamattina ci sono arrivate delle foto in cui si documentano numerosi atti vandalici sul treno 25033, linea Como SG – Milano, tra cui numerosi vetri rotti, e ci è stata data la notizia di un’aggressione ai danni di una capotreno.“E’ chiaro ormai che la situazione è fuori controllo e che pendolari e lavoratori delle ferrovie non sono tutelati in nessun modo dalle istituzioni. Mentre i viaggiatori che scendono dal treno vengono sanzionati, gli episodi di violenza a danni di persone e carrozze si moltiplicano.
Abbiamo chiesto l’intervento del Prefetto, perché è compito dello stato intervenire. Abbiamo chiesto un incontro urgente all’assessore ai trasporti Claudia Terzi, che ora non è più rimandabile.” Così Simone Verni, consigliere M5S Lombardia. “Fontana aveva dichiarato che qualcosa bisognava fare, ma non ci è dato sapere cosa. Intanto la situazione peggiora di giorno in giorno. Si sbrighi a decidere cosa intende fare oppure ammetta la propria incompetenza e si rivolga alla Prefettura.” è il commento del consigliere Nicola Di Marco, M5S Lombardia.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I livelli di sicurezza sui treni si potenziano migliorando la comunicazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 maggio 2018

Porta la firma dell’azienda goriziana Ermetris la nuova cornetta smart all in one sviluppata per assicurare una connessione costante sui convogli ferroviari; una soluzione che apre una nuova frontiera nella gestione della comunicazione sui treni. Un dispositivo che, per resilienza e facilità di utilizzo, promette di essere applicabile anche sui tram e persino sugli autobus.
«Il problema maggiore della comunicazione sui treni è dovuto al guasto del server del computer di bordo in cui solitamente risiede il SIP server», premette Claudio Borrello amministratore e fondatore di Ermetris, società specializzata nelle soluzioni innovative di comunicazione per il settore ferroviario. «È un imprevisto che può capitare ma che, se in un ufficio può essere sopportabile, su un treno per i livelli di sicurezza che richiede rappresenta un vero problema. La comunicazione su un convoglio è infatti importantissima: in caso di guasti, emergenze o imprevisti i macchinisti devono poter comunicare prontamente sia tra loro sia con la centrale operativa e, nel caso, dover comunicare anche con i passeggeri». I passaggi di informazioni sono oggi affidati a delle particolari cornette (normalmente una ogni vagone) collegate al computer di bordo. Ermetris ha superato il nodo centrale rendendo autonome le singole cornette. «Le abbiamo fatte diventare smart», semplifica Borrello. «Ogni apparecchio è stato dotato di un SIP client e server automatico ed autoapprendente che lo rende così autonomo e indipendente. È come se ogni cornetta sia un server a sé stante: collegato in rete con gli altri dispositivi, ma pronto a intervenire in caso di guasto di una delle altre cornette. Il segreto è flessibilità della tecnologia applicata: un software che permette di autoconfigurasi e adattarsi alla situazione e di garantire la connessione e la comunicazione sempre». Non solo. «Le cornette smart sono collegate con il sistema di alert del treno. Ogni treno è infatti dotato di un pedale che il macchinista può schiacciare quanto registra un’emergenza. E attraverso quel pedale avvia una comunicazione diretta con la centrale. La cornetta smart, a sua volta collegata a questo strumento, in caso di problemi attiva automaticamente un microfono che consente alla centrale di sentire direttamente cosa sta avvenendo in cabina di comando».Il vantaggi non sono solamente in termine di efficacia ed efficienza, ma anche di costi. «Con l’eliminazione del computer di bordo, sostituito dalle singole cornette smart, si dimezza la spesa. Questo anche grazie al fatto che abbiamo superato l’annosa questione legata alla customizzaizone delle tastiere introducendo uno schermo da 2,4 pollici che funge da tastiera touch», osserva Borrello. «La tecnologia touch, che ormai è entrata nella nostra vita di tutti i giorni attraverso gli smartphone, è anche una tecnologia più intuitiva e semplice da utilizzare». L’interesse che si sta sviluppando attorno a questi dispositivo è notevole. Infatti la sua flessibilità e facilità utilizzo permettono un impiego non solamente sui treni a breve e lunga percorrenza, ma anche sui tram. «Una novità di applicazione potrebbe essere rappresentata dagli autobus – aggiunge Borrello – . Qui la comunicazione tra centrale operativa e l’autista solitamente viene affidata ad un cellulare. Per ovviare dimenticanze o guasti, avere su ogni autobus un dispositivo rappresenta di sicuro un collegamento continuo tra la centrale e l’autobus e garantisce la possibili di raggiungere l’autista in ogni momento».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza treni: Stato deve garantire sicurezza

Posted by fidest press agency su martedì, 8 maggio 2018

“E’ lo Stato che ha il compito di garantire la sicurezza, anche sui treni e nelle stazioni ferroviarie; non è più accettabile assistere attoniti a quotidiani atti di violenza perpetrati ai danni di viaggiatori e del personale, nel disinteresse generale. Un silenzio assordante. Esercito o vigilantes messi in campo per azioni spot sono palliativi e hanno dimostrato, in anni di sperimentazioni inutili, che non risolvono un problema ormai strutturale. Il Prefetto convochi immediatamente un tavolo, con forze dell’Ordine, aziende di trasporto e Istituzioni interessate e si ragioni su un piano serio di sicurezza sui treni e nelle stazioni. Le dichiarazioni di De Corato, Santanchè, Grimoldi sono la solita “propaganda vuota”, parole a cui non seguono i fatti: se si vuole veramente risolvere questo problema e garantire sicurezza, occorre strutturare un piano debitamente programmato. Fino ad oggi abbiamo assistito ad attività isolate dal sapore propagandistico che invece di affrontare seriamente la questione l’hanno solo spostato, o posticipato. Così Simone Verni, consigliere regionale del M5S Lombardia.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Treni: i macchinisti USA parleranno italiano

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 febbraio 2018

claudio_borrelloLa tecnologia friulana conquista gli Stati Uniti. Ermetris, azienda di Gorizia specializzata nelle soluzioni innovative per il settore ferroviario, ha ricevuto da Amtrak, leader del trasporto ferroviario oltreoceano, una commessa per la fornitura di speciali “cornette intelligenti” con pulsantiera esterna per 150 treni. Gli strumenti, appositamente sviluppati per rispondere a specifiche richieste di manutenzione, garantiranno la comunicazione tra il macchinista e i passeggeri e tra il macchinista e il personale ferroviario.«Parliamo di un particolare telefono ferroviario che viene connesso all’architettura di bordo e che funziona senza l’ausilio di altri dispositivi», spiega Claudio Borrello amministratore e fondatore di Ermetris. «È uno strumento che viene integrato nel banco del macchinista per fare le comunicazioni con i passeggeri – comunicazioni di servizio, ma anche di sicurezza – e che permette anche di comunicare con i capitreno e con l’altro macchinista che si trova sul fronte opposto del convoglio. Una dotazione che abbiamo sviluppato custom, sia per quanto riguarda la pulsantiera sia per la cornetta, e che sarà montata su 30 treni della linea ad alta velocità Boston – New York e su 120 treni in sevizio in California. Il valore complessivo è di oltre 500mila euro».
Non è la prima volta che Ermetris arriva al mercato americano. «Abbiamo in passato fatto delle forniture per un general contractor destinate agli Stati Uniti», ricorda l’ingegnere. «È la prima volta però che arriviamo al mercato statunitense in modo diretto. E lo abbiamo fatto con un prodotto definito come “standard” che, in quanto destinato ai macchinisti, viene sottoposto anche alla valutazione e approvazione da parte dei sindacati». Alla prima pre-serie di apparecchi che sono già stati consegnati, nei prossimi due anni seguirà la completa fornitura al colosso ferroviario americano. Amtrak opera infatti su 33.800 km di ferrovie connettendo 500 località di 46 Stati. Conclude Borrello: «Per un’azienda che è partita come start-up solamente cinque anni fa questo è un grande risultato che conferma il trend di crescita di Ermetris e la bontà delle soluzioni a forte tasso di innovazione proposte».
Ermetris – Fondata nel 2011, Ermetris è una giovane e dinamica azienda che opera nel settore ferroviario per la fornitura di prodotti ad elevata tecnologia al fine di migliorare il confort di bordo, la sicurezza e la comunicazione. Avviata da Claudio Borrello come start up nel settore del “passenger information system”, ha iniziato come distributore di prodotti di terzi, per arrivare a progettare, assemblare e commercializzare prodotti innovativi per il settore ferroviario. Questo permette ad Ermetris di essere “main contracting”. La sede di Ermetris è a Gorizia. http://www.ermetris.com (foto: claudio borrello)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, destinati oltre 425 milioni di euro per Metro A e B

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 gennaio 2018

metro-romaRoma. Oltre 425 milioni destinati all’ammodernamento delle linee Metro A e B, la creazione di una nuova flotta con l’acquisto di 14 nuovi treni e la manutenzione del parco rotabile. Roma Capitale ha ottenuto dal Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti 425,52 milioni per interventi diretti sulle linee metropolitane A e B.“Un vero e proprio restyling delle metropolitane di Roma. Con queste risorse avremo nuovi treni a servizio dei cittadini, diminuendo quindi i tempi di attesa alle banchine e dando nuova linfa al trasporto pubblico locale. Un’iniezione di liquidità destinata a rendere Roma al pari delle altre capitali europee, un risultato ottenuto da questa Amministrazione dopo mesi di incontri e tavoli di lavoro. Grazie alla programmazione e al piano che abbiamo messo in atto rinnoviamo le linee metropolitane della Capitale che scontano un gap manutentivo decennale, migliorando la circolazione dei treni”. Lo dichiara in una nota la Sindaca di Roma, Virginia Raggi.“Da mesi questo Assessorato ha intrapreso un serio lavoro basato su un’attenta programmazione, una stretta collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, pensata unicamente a favore della città. Un’attività che ha messo assieme una squadra di tecnici che ha lavorato e stilato una lista dei progetti più urgenti. Negli ultimi 20 anni le metro hanno accumulato un enorme debito manutentivo, con questo pacchetto abbiamo messo nero su bianco una vera operazione di rinnovamento. Nel piano sono previste anche le manutenzioni straordinarie rotabili, il rinnovo dell’armamento nella tratta Anagnina-Ottaviano e per il rinnovo del sistema di controllo traffico, comprensivo di un nuovo impianto per informazioni al pubblico”, spiega l’Assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Francia è sempre più nel segno dell’alta velocità

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 luglio 2017

alta velocitàL’azienda SNCF – Società nazionale delle ferrovie francesi – punta fortemente ad avvicinare le regioni della Costa Atlantica. E lo fa con un forte progetto che prevede investimenti pari a 12,4 miliardi di euro, così suddivisi:
· 2,8 mld € per la nuova linea ad alta velocità Le Mans-Rennes (stazione appaltante: Eiffage Rail Express), finanziati dallo Stato (AFITF), dagli enti locali della regione, da SNCF Réseau e dall’Europa.
· 0,6 mld € per le opere complementari (opere presso le stazioni, segnalamento, binari, risoluzione del congestionamento ferroviario di Bordeaux, ecc.) finanziate da SNCF Réseau.
· 7,8 mld € per la nuova linea ad alta velocità Bordeaux-Tours (stazione appaltante: Lisea), finanziati da LISEA, dallo Stato, dagli enti locali della regione, dall’Europa e da SNCF Réseau.
· 1,2 mld € per le opere complementari (opere presso le stazioni, segnalamento, binari, risoluzione del congestionamento ferroviario di Bordeaux, ecc.) finanziati da SNCF Réseau.
A partire dallo scorso 2 luglio, SNCF per raggiungere il suo obiettivo ha inaugurato contemporaneamente due nuovi collegamenti TGV: L’Océane e Bretagne Pays-de-la-Loire, dalle cui introduzioni ci si attende 4 milioni di viaggiatori in più all’anno entro il 2019.
Per l’occasione, le animazioni organizzate a bordo di circa 50 treni TGV hanno avuto il compito di intrattenere più di 20.000 clienti, che hanno partecipato a una “prima” assoluta in Europa. SNCF infatti ha lanciato due nuove linee ad alta velocità che permetteranno di raggiungere Bordeaux e Rennes da Parigi, rispettivamente in 2 ore e 4 minuti e 1 ora e 25 minuti. Con l’entrata in servizio di TGV L’Océane e TGV Bretagne-Pays-de-la-Loire, i viaggiatori italiani potranno acquistare come sempre i propri biglietti con un semplice clic, sul sito Voyages-sncf.com.
Con il prolungamento della linea ad alta velocità tra Le Mans e Rennes (182 km), l’accesso più rapido e più facile alla Bretagna e ai Paesi della Loira è ormai una realtà.
alta velocità1Tra Parigi e Rennes, ogni anno sono attesi 1,6 milioni di viaggiatori in più a bordo del TGV Bretagne-Pays-de-la-Loire. Per trasformare il tempo trascorso a bordo in una vera occasione di relax o di lavoro, sarà disponibile il wi-fi – attraverso il portale TGV Connect- su alcuni treni diretti in Bretagna, a fine 2017.
A partire dal 2 luglio 2017, SNCF propone 30.000 posti al giorno tra Parigi e Rennes in TGV 1a o 2a classe, PREM’S o OUIgo. Per quanto riguarda i tempi di percorrenza e le tariffe, il prezzo di riferimento è di 35€*, ma sono disponibili biglietti a partire da 20€. (foto: alta velocità)
PARIGI – RENNES 1 ora 25 minuti
PARIGI – BREST 3 ore 25 minuti
10 CORSE/GIORNO
PARIGI – QUIMPER – 3 ore 31 minuti
PARIGI – SAINT-MALO 2 ore 14 minuti
PARIGI – SAINT-BRIEUC 2 ore 13 minuti
PARIGI – LORIENT – 2 ore 56 minuti
PARIGI-BORDEAUX in 2 ore e 04 minuti

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »