Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘trento’

Il tribunale di Trento decide la causa della docente Motter e dà ragione ai legali Anief

Posted by fidest press agency su sabato, 22 giugno 2019

Sulla ormai famosa “causa Motter” di cui si è occupata anche la Corte di Giustizia dell’Unione Europea riguardo il diritto all’immediata e integrale ricostruzione di carriera computando tutto il servizio preruolo, ha ragione l’Anief. Questo quanto emerge dalla sentenza n. 101/2019 del Tribunale del Lavoro di Trento che rileva come non esistono nel caso concreto le ragioni oggettive invocate dallo Stato italiano e giustificate soltanto in linea di principio dalla CGUE nel medesimo caso deciso a Lussemburgo. Le mansioni svolte dal docente precario sono le medesime rispetto al docente assunto di ruolo e la circostanza che anteriormente allo svolgimento delle prestazioni a tempo determinato un precario non abbia superato un concorso “non comporta di per sé sola che tali prestazioni avessero una qualità inferiore rispetto a quelle dei docenti a tempo indeterminato assunti mediante concorso”. Marcello Pacifico (Anief): dopo questa vittoria, ci aspettiamo tante altre sentenze favorevoli. Anief ricorda ai propri iscritti che è ancora possibile aderire allo specifico ricorso promosso per ottenere l’immediata e integrale ricostruzione di carriera.Il Tribunale del Lavoro di Trento, dunque, ha accolto il ricorso Anief e ordinato al Miur di corrispondere alla docente 10mila Euro di arretrati mai riconosciuti a causa del computo discriminatorio effettuato nel decreto di ricostruzione di carriera condannando, inoltre, il Ministero dell’Istruzione al pagamento di ulteriori 3mila di spese di soccombenza. “Lo avevo dichiarato a caldo – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – ci abbiamo sempre creduto e abbiamo avuto ragione. I precari svolgono lo stesso servizio dei colleghi di ruolo impegnando le stesse competenze e professionalità; la normativa italiana “raffredda” per diversi anni la progressione di carriera di entrambi, ma non esiste nel concreto alcuna ragione oggettiva che consenta di prediligere l’accesso ai ruoli per concorso rispetto ad altre procedure di reclutamento e non si possono discriminare i precari solo perché il loro servizio è stato svolto con contratti a termine, neanche dopo la loro immissione in ruolo”.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival dell’economia di Trento

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 maggio 2019

Trento. E’ in programma venerdì 31 maggio, alle ore 11, in via Santa Croce a Trento, (FBK) l’incontro organizzato dalla Fondazione Edmund Mach nell’ambito del Festival dell’Economia di Trento, intitolato “Alieni senza confini”. Facendo tesoro delle competenze acquisite soprattutto negli ultimi anni in tema di specie aliene, la Fondazione Mach, primo centro One-Health in Italia, vuole proporre una sessione in cui si affronteranno le ricadute nella società della presenza di queste specie invasive.
Moderato dal presidente FEM, Andrea Segrè, l’incontro vedrà intervenire Piero Genovesi, responsabile del Servizio Coordinamento Fauna Selvatica di ISPRA e Chair dell’IUCN Invasive Species Specialist Group, Nikolaos Stilianakis, ricercatore presso il Joint Research Centre della Commissione Europea e professore alla Erlangen-Nurnberg Medical School (Germania) e Annapaola Rizzoli, dirigente Centro Ricerca e Innovazione FEM.
Queste specie non autoctone, grazie alle attuali dinamiche globali, si muovono liberamente oltre i confini nazionali, alterando le componenti ecologiche dei sistemi agro-ambientali, causando una serie di problematiche sia nei settori produttivi (agricoltura e turismo in particolare) sia in ottica paesaggistica.
Alcune di esse sono inoltre portatrici di una serie di malattie che possono avere conseguenze anche sulla salute umana. Nel corso dell’evento si vuole spaziare da una visione globale ad una più contestualizzata (come quella dei territori alpini e delle produzioni agricole) che possa presentare anche esempi concreti di successo, dove le stesse specie aliene vengono utilizzate per contrastare gli impatti delle dinamiche globali. Evento con traduzione simultanea.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manifesto della Comunicazione Erethica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 novembre 2018

Trento 29 novembre 2018, presso la sala vetrata della sede Cisl di via De Gasperi, 61 a partire dalle ore 11:30 ci sarà la presentazione ufficiale del Manifesto della Comunicazione Erethica. All’evento parteciperanno Pierangelo Giovanetti (Direttore quotidiano L’Adige), Ugo Morelli (saggista, psicologo, studioso di scienze cognitive e professore di psicologia del lavoro e delle organizzazioni presso l’Università degli Studi di Bergamo) e Tommaso Baldo (operatore didattico Fondazione Museo Storico Trentino).
Subito dopo l’evento partirà un campagna di sensibilizzazione su scala nazionale che coinvolgerà intellettuali, giornalisti, uomini media, associazioni e in generale la società civile che ha voglia di #comunicareBene. Verrà predisposto anche un Kit del Comunicatore Erethico, perfetto per questa nuova figura di “hacker delle parole”, in grado di sovvertire il sistema ideologico cui appartiene, rompendo gli equilibri precostituiti per esplorare punti di vista diversi e conflittuali, dando vita a principi ibridi e nuove possibili sintesi.
Per Eutòpia, (dal greco eu: “buon”, tòpia: “luogo” quindi buon luogo), il lavoro non è soltanto uno strumento per raggiungere un fine di utilità, ma un luogo in cui realizzare esperienze e generare relazioni. Lavoro quindi come esperienza umana e sociale, luogo e momento privilegiato di crescita individuale e collettiva, della persona e della comunità.
Per questo la mission di Eutopia è quella di educare e orientare al lavoro, accompagnando in percorsi il più possibile autonomi di inserimento, transizione e partecipazione consapevole e non ideologica all’esperienza lavorativa, promuovendo relazioni cooperative, partecipative e generative tra le persone, l’impresa e la comunità. Premesse per una cittadinanza piena, realizzativa e consapevole.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Apre la “Roccaforte dell’Arte”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 maggio 2018

Trento martedì 22 maggio 2018 alle ore 18:00 Piazza G.B. Garzetti, 20 Visitabile tutti i giorni dalle 11:00 alle 15:00 e dalle 17:00 alle 22:00 apre la “Roccaforte dell’Arte”, uno spazio offerto alle associazioni artistiche per una contaminazione tra arte e gusto, con una prima mostra collettiva. Gli artisti chiamati ad esporre sono: Gianni Anderle, Marco Berlanda, Matteo Boato, Barbara Cappello, Sergio Dangelo, Giuseppe Debiasi, Paolo Facchinelli, Annalisa Filippi, Mauro Larcher, Lorenzo Lome Menguzzato, Aldo Pancheri, Cassia Raaad, Riccardo Schweizer, Fabio Venturini.
Una roccaforte è per definizione un luogo protetto da difese naturali e artificiali, e al contempo il simbolo di tenuta, durata, di ciò che nel suo interno vi è custodito. Vedere l’arte come tesoro inestimabile, come espressione primaria del Genius loci, come baluardo da trasmettere per la progressione, nonché mantenimento della cultura, è un inestimabile pensiero e azione: ciò significa fare in modo che venga non solo custodita, ma esposta per renderla presente fisicamente in tutte le sue discipline. Dunque la Roccaforte Trentina diviene lo spazio delle arti che vedrà nelle sue sale esposte opere di artisti, momenti dedicati alla poesia, alla musica e alle performance, contornati da scintillanti calici di vino e raffinate pietanze; un luogo in cui l’arte si amalgama alla cucina, un posto dove poter realmente incontrare gli artisti ed avere uno scambio, sia di chiacchiera, come di brindisi, sarà reale, non virtuale; uno spazio aperto dedicato a ciò che l’arte e bellezza meglio sanno fare: apporre benessere. Una roccaforte in cui le relazioni possano articolarsi, costruirsi, confrontarsi per un divenire di dialogo aperto tra pubblico e artisti. E, si propone alla costruzione di una libreria d’artista, cosicché tutti possano contribuire con lasciti di cataloghi, riviste e libri dedicati, per costituirne un archivio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Snow Rugby 2018: Trento e Monaco femminile conquistano Tarvisio

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 gennaio 2018

Snow Rugby2Snow RugbyDue finali, due partite al cardiopalma. Termina così la sesta edizione dello Snow Rugby di Tarvisio, con due partite spettacolari e incerte fino all’ultimo a coronare due giornate di rugby, neve e divertimento. A spuntarla sono i ragazzi di Trento e le ragazze del Munich, ma solamente dopo i tempi supplementari e dopo due tornei che hanno sorprese, colpi di scena e brividi non solo dovuti alle basse temperature. Due tornei sviluppatisi diversamente, con quello femminile che aveva già promesso sin dalle prime battute una finale tutta tedesca. A spuntarla sono le campionesse in carica del Munich grazie a una meta nei Snow Rugby1tempi supplementari di quella che poi sarà eletta la miglior giocatrice del torneo. Sul terzo gradino del podio salgono le croate del Mladost, brave a sconfiggere nella finalina la selezione austriaca. Molto meno scontato il torneo maschile. L’Olimpija Lubiana, la squadra che aveva incantato di più nella prima giornata di gare, si vede costretta alla resa in semifinale contro coloro che poi si laureeranno campioni. Il match è bellissimo, intenso, ma alla fine la spuntano di misura i gialloblu del Trento. La finale tra quest’ultimi e il Frozen League, squadra imbattuta nei gironi, è un altro match dall’esito imprevedibile, deciso solamente ai tempi supplementari da una meta in bandierina. La consolazione per i secondi classificati arriva dal trofeo per il miglior giocatore del torneo consegnato a Matt Sands. Terzi arrivano gli sloveni campioni in carica dopo aver superato gli Snow Ducks di Gemona. <>. (foto: Snow Rugby)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE (Gruppo CDP) e Unicredit per le PMI e l’innovazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

universita_degli_studi_di_trentoTrento. Unicredit e SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, hanno perfezionato un’operazione di finanziamento da 250mila euro per sostenere le attività di Ricerca e Sviluppo di LeMur Srl.
La linea di credito, erogata da Unicredit e garantita da SACE, è finalizzata a supportare l’innovazione della PMI trentina che utilizzerà le nuove risorse per analizzare le possibili applicazioni industriali dei filati siliconici con partner esteri. “Come risultato siamo stati i primi al mondo, e al momento anche gli unici, in grado di filare il silicone creando un prodotto straordinario – ha dichiarato Mario Dorighelli, Amministratore delegato di LeMur -. Le applicazioni escono dal solo campo tessile per aprirsi a quello medico, automobilistico, sensoristico, dei sistemi di monitoraggio, dei teli di copertura, dell’abbigliamento tecnico e protettivo, e molto altro”. Con questa operazione SACE e Unicredit confermano il proprio impegno in favore delle aziende italiane del settore tessile, un comparto dove il Made in Italy gioca, a livello globale, un ruolo di primaria importanza. Già cliente di SACE in altre occasioni, la LeMur è stata supportata anche da SIMEST attraverso finanziamenti per la patrimonializzazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stella alpina-Trofeo Azimut

Posted by fidest press agency su martedì, 28 giugno 2016

stella alpina

stella alpina3.jpgTrento venerdì 8 luglio in piazza Cesare Battisti, nel cuore di Trento, alle 16, dopo le tradizionali operazioni di verifica di equipaggi e vetture in programma a Ferrari Incontri a Ravina di Trento, verrà dato il via alla prima delle tre tappe in programma.
Sabato 9 luglio gli equipaggi si cimenteranno su di un percorso affascinante ed unico di 250 chilometri che, dopo lo start da Corvara, porterà i partecipanti sul passo Falzarego, a Caprile, colle Santa lucia, passo Giau, Cortina d’Ampezzo, Pieve di Cadore, Forcella Cibiana, Zoldo, passo Duran, Agordo, Alleghe, passo Fedaia, Canazei, passo Pordoi, Arabba, passo Campolongo con arrivo verso le 18 nel centro di Corvara al quale seguirà la cena di gala all’hotel Kolfuschgerhof a Colfosco.
Domenica 10 luglio ultimo atto dell’edizione 2016 della Stella alpina-Trofeo Azimut. Da Corvara si salirà sul passo Gardena, sul passo Sella, per arrivare in val di Fassa e poi in val di Fiemme, Cembra, Sover, con arrivo finale all’anello olimpico dell’Ice Rink a Baselga di Pinè da dove successivamente si raggiungerà nuovamente Ferrari Incontri per il pranzo e la cerimonia di premiazione.
Piero Taruffi, indimenticato vincitore con la sua Lancia Aprilia nella prima edizione disputatasi nel 1947, è entrato nella leggenda dell’automobilismo. Chi saprà emularlo aggiungendo il proprio nome nell’albo d’oro della Stella alpina-Trofeo Azimut, giunta alla 31a rievocazione storica, in programma l’8, 9 e 10 luglio sulle strade del Trentino Alto Adige?

stella alpina2

Alla chiusura delle iscrizioni all’edizione 2016 la rosa dei favoriti per il successo finale è ampia e davvero di prim’ordine come si addice ad una manifestazione del livello della rievocazione storica organizzata, sotto l’egida di Acisport, dalla Scuderia Trentina Storica del presidente Enrico Zobele, con la preziosa collaborazione di Azimut Wealth Management, Banca Galileo e Cantine Ferrari.
Dalla lontana Compobello di Mazara del Vallo, provincia di Trapani, Giovanni Moceri, vincitore della passata edizione e già primo quest’anno anche alla targa Florio, risalirà la penisola per cercare di bissare l’impresa del 2015 con la sua Fiat 508 C del 1939.
A rendergli ardua l’impresa un folto lotto di pretendenti che vede in prima fila il bolognese Giuliano Canè, recordman di vittorie in terra trentina che punta dritto al settimo successo con la Chrysler 72 Sport del 1927, o il piacentino Gianmario Fontanella, Siata Motto Sprint del 1952, già primo assoluto nel 2003, e Sergio Sisti, Lancia Aprilia del 1937, Giancarlo Giacomello, Riley Nine Sport del 1936, Giulio Massara, Lancia Fulvia HF del 1971, Antonio D’Antinone, Porsche 911 T del 1969, Riccardo Cristina, Porsche 356 del 1959, e Massimo “Mimmo” Raimondi.Menzione speciale spetta di diritto al

stella alpina4

vicentino Enzo Scapin che per la trentunesima volta consecutiva sarà al via della Stella alpina-Trofeo azimut con la sua Fiat 103/1100 TV Trasformabile del 1955. Un record.
Scorrendo l’elenco dei partecipanti da segnalare al via vetture davvero uniche come la Fiat Bmw “Furia” del 1948 del genovese Giovanni Repetto, telaio Fiat e motore tedesco, costruita in un unico esemplare. O la splendida Ferrari 250 SLWB, costruita a Maranello nel 1958, del trentino Giorgio Montagni.Se le vetture ed i piloti appartengo all’élite della regolarità nazionale non da meno sarà la qualità degli ospiti dell’evento. A fianco di Lorenzo Delladio, CEO de la “Sportiva” di Ziano di Fiemme, leader mondiale nella produzione di scarpette d’arrampicata e di scarponi per l’alta montagna, in gara con la sua Porsche 356 cabrio del 1960, ci sarà, infatti, Luca Lechthaler, trentenne giocatore trentino di basket della Dolomiti Energia di Trento, che con i suoi 206 centimetri di altezza di sicuro non passerà inosservato nella carovana delle auto d’epoca. Old cars che anche quest’anno avranno come preziosa ed affascinante “compagna di viaggio” una ventina di Ferrari moderne, provenienti anche da Francia e Svizzera, che si sfideranno anche loro sulle 99 prove di abilità al centesimo di secondo, previste nei tre giorni di gara, per la conquista del Trofeo Cantine Ferrari.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studio epigenetico del sonno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 maggio 2012

Una ricerca condotta dai ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) apre allo studio epigenetico del sonno, dimostrando per la prima volta il ruolo determinante di un gene “imprinted” di origine materna nella regolazione delle fasi REM e N-REM. La ricerca, pubblicata su PLoS Genetics in un articolo dal titolo “Loss of Gnas imprinting Differentially Affects REM/NREM Sleep and Cognition in Mice”, è stata coordinata dal dott. Valter Tucci del Dipartimento Neuroscience and Brain Technologies (NBT) di IIT e ha visto la collaborazione di ricercatori di Harwell Oxford (UK) e dell’University of Minnesota (USA). Negli ultimi anni la ricerca scientifica si è concentrata sull’individuazione dei geni che regolano il sonno, con l’obiettivo di risalire alle cause profonde delle patologie neurologiche che possono insorgere a causa di un’alterazione delle sue fasi e del ciclo veglia-sonno. Lo studio condotto dai ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia si è concentrato su una particolare famiglia di geni, i geni “imprinted”, cioè quei geni che, pur presentandosi nel genoma in doppia copia (allele materno e allele paterno), vengono espressi solo una volta e con una dipendenza dalla loro origine parentale. Questo studio ha dimostrato che questa particolare categoria di geni potrebbe avere un ruolo fondamentale nella regolazione delle fasi REM (Rapid Eye Movement) e N-REM (Non-Rapid Eye Movement) del sonno.
Intervenendo sui meccanismi di espressione dell’allele paterno, i ricercatori hanno indotto una doppia espressione del gene GNAS in topi e osservato il conseguente effetto sullo stato del sonno e sulle funzioni cognitive: la fase NREM è potenziata a discapito di quella REM, l’apprendimento delle situazioni pericolose è ridotto e la percezione del tempo è alterata. Uno scorretto bilanciamento delle fasi del sonno è, infatti, responsabile dell’alterazione del comportamento, come ad esempio la perdita di memoria, la riduzione della soglia dell’attenzione, depressione e irritabilità, fino all’insorgenza di stati patologici. “Avere individuato l’espressione dell’allele materno dello GNAS come responsabile di tale bilanciamento, ci permette di iniziare a studiare l’epigenetica del sonno con particolare attenzione verso le cause e le possibili soluzioni di determinati disturbi” commenta il dott. Tucci.
Il Dipartimento di Neuroscience and Brain Technologies (NBT) dell’Istituto Italiano di Tecnologia si dedica allo studio delle neuroscienze di base e applicate, inclusa la comprensione dei meccanismi cerebrali della plasticità e della codifica, e la comprensione delle basi fondamentali delle patologie psichiatriche e neurologiche. In linea con gli obiettivi del Piano Strategico 2012-2014, gli scienziati di NBT sviluppano forti collaborazioni interdisciplinari con gli altri Dipartimenti e Centri dell’IIT, per favorire l’innovazione nelle neuroscienze a molti livelli. L’attività di ricerca del Dipartimento NBT è diretta dal Prof. John Assad e dal Prof. Fabio Benfenati.
L’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) è una Fondazione di diritto privato istituita congiuntamente dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, con l’obiettivo di promuovere l’eccellenza nella ricerca di base e in quella applicata e di favorire lo sviluppo del sistema economico nazionale. Lo staff complessivo di IIT conta 1041 unità. L’area scientifica è rappresentata dall’86% del personale; il 37% proviene dall’estero: il 22% sono ricercatori che giungono da 38 Paesi e il 15% sono ricercatori italiani rientrati.
La produzione di IIT vanta più di 2000 pubblicazioni e ha depositato 121 brevetti, di cui 67 italiani e 54 internazionali. Nella sede di Genova collaborano dipartimenti di Robotica (“Robotica, Cervello e Scienze Cognitive” e “Robotica Avanzata”), dipartimenti orientati alle scienze della vita (“Neuroscienze e Tecnologie del Cervello”, e “Scoperta e Sviluppo Farmaci”) e facility di “Nanochimica”, “Nanofisica”, “Nanostrutture”, “Pattern Analysis & Computer Vision” e “iCub Facility”. A partire dal 2009 l’attività scientifica è stata ulteriormente supportata da dieci centri di ricerca presenti sul territorio nazionale (Torino, Milano, Trento, Parma, Roma, Pisa, Napoli, Lecce) che sviluppano le nuove piattaforme del piano scientifico 2012-2014.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Trentofilmfestival festeggia la 60° edizione

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Trento, Italy, seen from northwest, with Monte...

Image via Wikipedia

Dal 26 aprile al 6 maggio 2012 Trento ospiterà nuovamente la rassegna cinematografica internazionale dedicata alla montagna. Dopo i grandi numeri della scorsa edizione, quella del sessantesimo già si prospetta maestosa, sia per gli appuntamenti sia per gli ospiti che parteciperanno. Protagonista indiscussa: la montagna, in tutte le sue forme. Una grande festa dunque, che partirà ufficialmente il 26 aprile, per concludersi domenica 6 maggio 2012. Dai cortometraggi ai documentari, ai lungometraggi, passando per l’antico piacere di leggere un libro: l’anima dell’edizione 2012 del Trentofilmfestival mescolerà adrenalina e meraviglia, riproponendo quel mix di emozioni che da ormai sessant’anni sono di casa a Trento. I film-maker di tutto il mondo, (quasi 360 quelli che hanno partecipato nel 2011), sono quindi chiamati nuovamente a impugnare la propria telecamera, per raccontare e documentare il meraviglioso mondo della natura d’alta quota, cercando di catturarne silenzi e segreti nei quali immergersi durante i giorni della rassegna. Tutte le pellicole che saranno prodotte, verranno giudicate da una giuria di livello internazionale, che avrà l’arduo compito di assegnare i prestigiosi premi che compongono il palmarés del festival.
Per iscrivere le proprie opere al 60° TrentoFilmfestival (docufilm, corti, lungo e mediometraggi, fiction), il termine ultimo è il 31 gennaio 2012 per le opere prodotte nel 2010 e nel 2011. Per quelle prodotte nel 2012 è invece il 29 febbraio 2012. Per conoscere il regolamento dell’edizione 2012, sarà sufficiente accedere al sito internet della manifestazione www.trentofestival.it.
Non solo video al TrentoFilmfestival: il 26 aprile 2012 scatterà anche la 26a edizione di “MontagnaLibri”, la rassegna internazionale dell’editoria di montagna, da più di un quarto di secolo interamente dedicata a chi mette nero su bianco l’emozione unica scaturita dalle grandi “cattedrali della terra” e dai “giorni grandi” (l’espressione  è  dell’indimenticabile Walter Bonatti da poco scomparso) vissuti sulle più difficili pareti.  Anche il regolamento dell’edizione 2012 di MontagnaLibri è scaricabile all’indirizzo www.trentofestival.it.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »