Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Posts Tagged ‘trieste’

Libro: Trieste e la scienza

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Trieste. Gli autori sono: Davide Ludovisi e Fedtrieste e la scienzaerica Sgorbissa. Da oltre quindici anni si occupano di comunicazione scientifica. La prefazione è di Pietro Greco, giornalista scientifico e storico conduttore di Radio3 Scienza. Il libro “Trieste e la scienza. Storia e personaggi” racconta in modo divulgativo le storie di famosi personaggi come Sigmund Freud, che a Trieste ha passato un periodo fondamentale, Erwin Schrödinger, che sul Carso ha conosciuto le teorie di Einstein, la coppia Edoardo Weiss e Vanda Shrenger, che ha portato la psicoanalisi in Italia, i geniali matematici triestini Bruno de Finetti e Pierpaolo Luzzatto Fegiz, ma anche Massimiliano d’Asburgo, che da Trieste ha organizzato una delle più grandi spedizioni naturalistiche mondiali via mare o Humphry Davy, il chimico che ha ispirato il personaggio di Victor Frankenstein e che nel porto adriatico ha condotto i suoi ultimi esperimenti, ossessionato da un’apparente nuova forma di elettricità. Ovviamente ci sono pure Franco Basaglia, Franco Panizon, Margherita Hack, Dennis Sciama, Rita Levi Montalcini, tutti accomunati da un profondo legame con la città.Il libro esplora anche le storie ancora poco note di triestini di nascita o d’adozione come Carl Weyprecht, intrepido esploratore ottocentesco che ha concepito l’Anno polare internazionale, Giacomo Ciamician, pioniere della fotochimica e dei sistemi a energia solare, Michele Besso, il migliore amico di Albert Einstein che ha aiutato nella formulazione della teoria della Relatività ristretta, Pietro Valdoni, il caposcuola della chirurgia italiana, Gaetano Kanizsa, uno dei più grandi psicologi sperimentali italiani, Mario Tosi, il padre della fisica della materia condensata in Italia e molti, moltissimi altri.Immancabili ovviamente i protagonisti che tra gli anni Sessanta e Ottanta hanno trasformato Trieste nella città della scienza conosciuta nel mondo: in testa Paolo Budinich, il caparbio fisico che assieme al collega e premio Nobel Abdus Salam ha saputo sfruttare la situazione politica del dopoguerra. I due, beneficiando soprattutto del lavoro di scienziati del calibro di Francesco Vercelli, Carlo Morelli, Arturo Falaschi e Luciano Fonda (solo per citarne alcuni) sono riusciti a concepire un sistema integrato di ricerca di peso mondiale, proiettato nel futuro ma che ha solide radici in duecento anni di storia. È un libro che racconta anche l’evoluzione della scienza stessa, dagli scienziati eclettici e individualisti ai grandi team internazionali della Big Science dei giorni nostri. Oltre alle 70 biografie dei protagonisti principali, un excursus storico inquadra l’evoluzione degli istituti di ricerca nel contesto degli eventi storici internazionali e locali, raccontando come l’immigrazione, la multiculturalità e lo slancio economico abbiano influito positivamente anche sullo sviluppo della ricerca. Un lungo capitolo è dedicato alle ultime frontiere scientifiche e tecnologiche che si stanno esplorando ora a Trieste, per capire cosa ci potrà riservare il futuro di un sistema di ricerca integrato unico in Europa. Facebook: https://www.facebook.com/triesteelascienza/

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dal 25 al 27 ottobre la nona edizione di TriestEspresso Expo

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 luglio 2018

Trieste TriestEspresso Expo, organizzata dalla Camera di Commercio Venezia Giulia in collaborazione con l’Associazione Caffè Trieste, si svolgerà nei suggestivi magazzini del Porto Vecchio di Trieste, l’antico scalo portuale della città, e nella Centrale Idrodinamica, un’icona di archeologia industriale. Ambienti evocativi della lunga storia e competenza della città nel comparto caffeicolo, dal momento che quando il caffè iniziò a diffondersi davvero nella “Vecchia Europa” approdò anche a questi moli.Oggi TriestEspresso Expo è un appuntamento riservato al pubblico professionale internazionale, in cui il piatto forte è costituito dall’area espositiva in cui si susseguono circa 200 espositori, fra cui i principali brand di settore. Marchi di riferimento fra cui i crudisti, le torrefazioni, i produttori di macchine da caffè, di impianti per la torrefazione, di macinadosatori e macinacaffè, ma anche di accessori e servizi come porcellane, sistemi di imballaggio e spedizionieri. Una vetrina dei migliori prodotti made in Italy, ma non solo, che si completa con un programma di eventi collaterali focalizzato principalmente sull’alta formazione.Caratteristiche in grado di richiamare un pubblico di 12.500 visitatori professionali da 83 Paesi, questi i numeri dell’ultima edizione 2016, di cui il 38% proveniente dall’estero, con netta prevalenza dal Centro Est Europa. TriestEspresso Expo si conferma, infatti, piazza privilegiata per dialogare con i dinamici mercati di questi Paesi, da cui giunge una parte consistente del pubblico straniero (52% nel 2016).
Una fiera settoriale che ha solide basi in un comparto locale altamente specializzato, riconosciuto dal marchio registrato Trieste Capitale del Caffè. Quest’anno TriestEspresso Expo ha scelto di raccontarlo, grazie a 10 video. Con cadenza settimanale, sul sito http://www.triestespresso.it e sui relativi social, verrà pubblicata una pillola che punterà i riflettori su un micro-universo del caffè in cui si distingue la città.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il valore del tempo in oncologia, se ne parla a Trieste al congresso Cipomo

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

Young and old hand on walking frameTrieste. Organizzato da Cipomo, il Collegio italiano dei primari oncologi medici ospedalieri, il convegno che si svolge in questi giorni a Trieste affronta da punti di vista differenti, “il valore del tempo nella cura del cancro”. A presiedere la conferenza, oltre all’attuale presidente Cipomo Mario Clerico e alla coordinatrice regionale Alessandra Guglielmi, c’è Giampiero Fasola, past president e direttore del dipartimento di oncologia dell’Azienda ospedaliero universitaria di Udine, che ci spiega le diverse declinazioni con cui viene affrontato l’argomento. «La prima è quella classica clinico-professionale, – dice il professore – discuteremo del valore del tempo guadagnato negli ultimi anni con i nuovi trattamenti, anche in termini di qualità di vita; ci sono molti nuovi trattamenti oncologici, alcuni rappresentano un progresso indubitabile, altri forse meno e il tempo è l’unità di misura più solida della validità di queste innovazioni. Il secondo argomento è il tempo per la comunicazione con il paziente, che anche le linee guida appena uscite dell’Asco sulla comunicazione con il paziente enfatizzano». Si parlerà anche di aspetti organizzativi e, in particolare, di come negli ultimi anni è cambiata la quantità di tempo che serve a impostare correttamente il percorso di cura di un paziente con il cancro. «C’è una serie di attività lavorative dietro le quinte che non si vedono, non sono censite e vanno invece rese esplicite, trasparenti, e anche negoziate. Recentemente – ricorda Fasola – Aiom (Associazione italiana di oncologia medica) e Cipomo hanno presentato al ministero della Salute un documento che si chiama “I processi organizzativi in oncologia” del quale io sono coautore, che contiene indicazioni anche di dettaglio temporale: quanto tempo serve per svolgere le diverse attività». Il convegno serve anche a riflettere su alcune delle ragioni di confronto e qualche volta conflitto tra sistema sanitario e università, nella sessione “La diversa percezione del tempo tra Università e Servizio Sanitario”. Infine, nella mattina di sabato, si segnala un tema di grande interesse, il tempo per la ricerca: «le aziende attribuiscono i costi elevati dei farmaci alla ricerca e sviluppo, ma poi si vede che le spese di marketing per alcune delle principali aziende sono ancora maggiori e allora ci si fa qualche domanda». (foto: Assistenza domiciliare)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’eccellenza olearia si prepara per Olio Capitale 2017

Posted by fidest press agency su domenica, 29 gennaio 2017

fiera-olioTrieste dal 4 al 7 marzo 2017 all’interno della Stazione Marittima Salone degli Oli Extra Vergini Tipici e di Qualità. Come sempre la fiera, organizzata da Aries – Camera di commercio della Venezia Giulia, punterà i riflettori sulla massima qualità, un argomento che cattura l’attenzione nel settore olivicolo italiano che, dopo l’ottima produzione del raccolto 2015, quest’anno mira a raggiungere l’eccellenza, proponendo oli salutari e deliziosi per il palato. I più recenti dati Ismea parlano di una produzione d’olio d’oliva nazionale a 243 mila tonnellate, un dato che può essere rivisto al ribasso, rispetto alle 474 mila tonnellate del 2016. Bassa produzione significa anche listini all’ingrosso alle stesse, infatti il prezzo dell’extra vergine italiano oscilla tra i 5,5 e i 6 euro/kg, quasi il doppio rispetto ai 3,5 euro/kg dello scorso anno. Sotto il profilo qualitativo l’extra vergine nazionale è mediamente buono, con punte di eccellenza. Le condizioni meteo dell’estate e soprattutto dell’autunno, con temperature molto elevate tra settembre e l’inizio di ottobre e poi piogge diffuse da novembre, hanno portato ad avere oli più delicati, con note aromatiche meno pronunciate rispetto alle passate annate, sensazioni di amaro e piccante meno spiccate, ma comunque oli armonici e di sicuro effetto sui piatti della tradizione gastronomica nazionale. I cambiamenti climatici stanno influenzando sempre di più l’olivicoltura italiana, spingendo verso una raccolta sempre più anticipata che condiziona anche il profilo aromatico dell’olio. Olivicoltori e frantoiani, però, stanno già correndo ai ripari, attraverso moderne tecniche agronomiche, come la refrigerazione delle olive, oltre al trasporto celere al frantoio, e con nuove tecnologie durante la frangitura, come gli scambiatori di calore che permettono di raffreddare la pasta di olive, anziché scaldarla. L’obiettivo è sempre lo stesso: preservare i preziosi polifenoli, utilissimi antiossidanti per la nostra salute, e accentuare le note aromatiche, i profumi e i sapori varietali delle più di 500 cultivar italiane. (foto: fiera olio)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Creare a Trieste la Camera di commercio dei Balcani

Posted by fidest press agency su domenica, 10 luglio 2016

triesteCreare a Trieste la Camera di commercio dei Balcani. È questa la proposta lanciata dalle delegazioni delle Camere di commercio della Serbia e del Kosovo, guidate da Marko Čadež e Safet Gerxhaliu, durante l’incontro con il presidente della Camera di commercio di Trieste, Antonio Paoletti e il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Serbia, Giuseppe Manzo e del sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza.Una sfida che il presidente Paoletti ha accettato rimarcando l’importanza dei rapporti con i Balcani nell’attività della Camera di commercio di Trieste e sottolineando anche come primo passo l’impegno per ripristinare il collegamento aereo Trieste-Belgrado, estendendolo anche a Pristina.Centrale quindi il tema degli investimenti europei nei Balcani Occidentali e del rafforzamento della collaborazione economica tra Regione Friuli Venezia Giulia e le Camere di Commercio di Serbia e Kosovo, con particolare attenzione all’agricoltura e ai sistemi di organizzazione imprenditoriale di settore del Friuli Venezia Giulia, quali possibili modelli per imprenditori serbi e kosovari. Temi che si incardinano nel Processo di Berlino, ovvero l’iniziativa diplomatica per l’allargamento dell’Unione europea ai Paesi dei Balcani occidentali, che vede il Friuli Venezia Giulia e Trieste in prima fila, come ha sottolineato il presidente camerale Paoletti. .Opportunità che devono essere sfruttate, come ha rimarcato la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani. .Dello stesso tenore l’intervento dell’Ambasciatore d’Italia in Serbia, Giuseppe Manzo, che ha rimarcato la rilevanza economica dei rapporti tra Italia e Balcani. .
Anche il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, ha rimarcato il ruolo cruciale di Trieste nei rapporti con i Balcani. .Importante l’intervento di Marko Čadež, del Presidente della Camera di Commercio della Serbia. .Concorde il presidente della Camera di Commercio del Kosovo, Safet Gerxhaliu. .
Nel corso dell’incontro ci sono stati inoltre importanti approfondimenti economici sul Friuli Venezia Giulia curati da Paolo Stefanelli direttore generale dell’Ersa, Enzo Gasparutti presidente di Legacoop Friuli Venezia Giulia, Walter Bandelj presidente della SSO – Confederazione organizzazioni slovene, e Marino Marsič rappresentante SKGZ – Unione economica culturale slovena, che hanno riscosso notevole interesse da parte delle delegazioni serba e kosovara. (trieste)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TriestEspresso Expo amplia le aree espositive per l’edizione 2016

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 luglio 2016

triesteIl Magazzino 26 del Porto Vecchio di Trieste diventa la porta d’accesso della più importante fiera specialistica dedicata alla filiera del caffè espresso. TriestEspresso Expo si svilupperà su quattro magazzini del Porto Vecchio di Trieste, uno in più della scorsa edizione, con un aumento del 15% dell’area. La forte crescita della domanda di spazi espositivi, l’ampliamento dei servizi offerti e l’incremento degli eventi collaterali, che confermano la continua crescita della manifestazione, hanno spinto gli organizzatori a scegliere il Magazzino 26 quale punto d’accesso alla fiera.La più importante fiera specialistica biennale dedicata al caffè espresso, organizzata da Aries – Camera di Commercio di Trieste in collaborazione con l’Associazione Caffè Trieste, dal 20 al 22 ottobre 2016, si radica quindi in maniera sempre più marcata nel Porto Vecchio di Trieste, luogo storico per l’importazione del caffè già a partire dal 1.800. Negli ampi magazzini a ridosso del mare venivano infatti conservati i sacchi di caffè sbarcati dalle navi mercantili provenienti da tutto il mondo.L’ampliamento dell’area espositiva permetterà di presentare nuove aziende che per la prima volta potranno esporre all’ottava edizione di TriestEspresso Expo.La stupenda struttura del Magazzino 26, recentemente riportata alla propria bellezza originaria da un restauro completo, avrà quindi un ruolo fondamentale per TriestEspresso Expo 2016 e ospiterà sia spazi commerciali sia aree dedicate agli eventi collaterali e alle competizioni in programma, sia spazi dedicati all’accoglienza dei sempre più numerosi visitatori professionali con aree di registrazione, ristorazione e accoglienza stampa.Tra gli eventi collaterali che verranno ospitati nelle antiche sale ci saranno: le finali dell’Espresso Italiano Champion, il nuovo programma Barista Bonanza realizzato dalla Scae, gli eventi organizzati dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi, convegni e numerosi workshop dedicati ai professionisti del caffè.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trieste punta a diventare la capitale del settore biohightech dell’Alpe Adria

Posted by fidest press agency su sabato, 2 luglio 2016

triesteTrieste. Confermato il successo dell’Alpe Adria Biohightech brokerage: le aziende del settore chiedono diventi un appuntamento a Trieste con cadenza annuale Rafforzare i rapporti e le collaborazioni tra centri di ricerca e imprese altamente tecnologiche così da rendere Trieste la capitale del settore biohightech dell’Alpe Adria. È questo ciò che le aziende del comparto hanno chiesto durante l’Alpe Adria BioHighTech brokerage 2016, l’evento d’incontri bilaterali tra operatori di Friuli Venezia Giulia, Veneto, Austria, Stiria, Slovenia e Croazia, organizzato da Aries – Camera di commercio di Trieste oggi nel capoluogo giuliano.Protagonista dell’evento Diego Bravar, fondatore e presidente di Tbs Group, realtà d’eccellenza del settore biotecnologico, che ha annunciato per il 23 settembre, nell’ambito di Next, l’organizzazione del BioHighTech day, evento per confrontarsi proprio sui progetti appena conclusi e presentati sui bandi comunitari Italia-Slovenia. <È fondamentale che questo tipo di evento – ha dichiarato riferendosi all’Alpe Adria BioHighTech brokerage – venga ripetuto annualmente e che Trieste diventi la capitale dell’Alpe Adria nel settore biohightech. Ne abbiamo le possibilità dati gli enormi investimenti fatti a Trieste nella ricerca per quasi 300 milioni di euro all’anno e la presenza di importanti centri di eccellenza in Friuli Venezia Giulia. Abbiamo la grande potenzialità di trasferire le conoscenze degli enti di ricerca nell’innovazione di prodotti e servizi, soprattutto nel settore della salute. La regione Friuli Venezia Giulia, e Trieste in particolare, è infatti la prima nel settore del biohightech, perché solo qui operano aziende con 5.000 dipendenti e 700 milioni di fatturato. Risulta però evidente che è possibile fare massa solo favorendo l’interagire tra le aziende del settore con gli enti di ricerca e l’Alpe Adria>.Una linea condivisa dal presidente della Camera di commercio, Antonio Paoletti. .
Confermata quindi la rilevanza dell’Alpe Adria Biohightech brokerage 2016, finanziato nell’ambito dell’Enterprise Europe Network, al quale hanno partecipato oltre 50 realtà tra imprese, centri di eccellenza, laboratori universitari provenienti da Austria, Slovenia, Croazia , Friuli Venezia Giulia e Veneto con oltre 70 gli incontri programmati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TriestEspresso Expo: 80% spazi già opzionati

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 aprile 2016

TriestEspressoTrieste Risposta ampiamente positiva da parte degli operatori di settore in merito alle adesioni a TriestEspresso 2016, che si terrà all’interno del Porto Vecchio di Trieste dal 20 al 22 ottobre. Ben l’80% degli spazi espositivi sono già stati opzionati a conferma dell’importanza a livello internazionale dell’unico evento biennale che rappresenta l’intera filiera del caffè espresso, dal caffè verde, alle macchine, ai servizi per i torrefattori e i baristi. Alle partnership con le più prestigiose associazioni internazionali di settore, dall’International Coffee Organization (ICO) alla Speciality Coffee Association Europe (SCAE) si aggiunge per l’edizione 2016 un’importante novità. La fiera, organizzata da Aries – Camera di Commercio di Trieste, con la collaborazione dell’Associazione Caffè Trieste, ospiterà infatti le semifinali e la finale dell’Espresso Italiano Champion 2016, curato dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei).Confermata, inoltre, la presenza dei più importanti brand di settore, dai torrefattori ai produttori di macchine da caffè, macchinari e accessori, che stanno rapidamente spingendo oltre 200 il numero degli espositori, vero cuore dell’evento. Una presenza che attira un pubblico altrettanto qualificato il quale si stima supererà i numeri record dell’ultima edizione del 2014, quando a Trieste giunsero quasi 11mila visitatori professionali da 80 paesi. Tra questi, spicca l’alta percentuale di coloro che hanno un ruolo attivo nei processi d’acquisto (ben l’86%), ma anche la forte presenza della stampa specializzata straniera a riprova che Trieste è la piazza su cui vengono presentate le più interessanti novità di settore.www.triestespresso.it (foto: TriestEspresso)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si aprono nuove possibilità commerciali tra la Grecia e Trieste

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2016

triesteSi rafforzano le possibilità di collaborazione economica tra Trieste e la Grecia. Ieri una delegazione guidata da Marina Kedros Pappas, Console generale onorario di Grecia a Trieste e Marco Della Puppa, segretario generale della Camera di Commercio Italo-Ellenica di Salonicco e composta da 12 imprenditori ellenici è stata infatti ricevuta dal presidente della Camera di commercio di Trieste, Antonio Paoletti.Una visita importante data la presenza a Trieste da ben tre secoli di una ricca comunità greca, che oggi è composta da circa 600 persone, perfettamente integrate che sono una parte importante della città. La presenza della delegazione è avvenuta inoltre in un momento decisamente propizio dato che per la prima volta alcune aziende greche parteciperanno a Olio Capitale, il Salone degli oli extra vergini tipici e di qualità organizzato da Aries, che prende il via domani alla stazione Marittima. . Una notizia accolta con grande interesse dalla delegazione, che ha sottolineato la volontà di far partecipare un’imbarcazione greca alla prossima edizione della Barcolana, magari abbinando questa presenza d uno stand con prodotti tipici ellenici, organizzando nel contempo incontri B2B con le aziende locali.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cresce l’interesse del comparto nautico internazionale per Trieste

Posted by fidest press agency su sabato, 5 dicembre 2015

incontro triesteProsegue il lavoro di promozione di Trieste quale meta ideale per i super yacht avviato da Aries con la creazione delle reti d’impresa Trieste Refitting System e Trieste Yacht Berths e la partecipazione ai più importanti saloni nautici mondiali, come il Monaco Yacht Show a Montecarlo e il Fort Lauderdale International Boat Show.Una delegazione di Fraser Yacht, una tra le più importanti società di brokeraggio per la vendita e il noleggio di mega yacht, ospite proprio di TRS e TYB, è stata ricevuta dal presidente della Camera di Commercio di Trieste, Antonio Paoletti, il quale ha illustrato i numerosi punti di forza della città e del suo comparto nautico e navale.<L’Adriatico è un’area che interessa notevolmente gli operatori dei super yacht e Trieste storicamente ha sempre avuto un ruolo importante in questo mare – ha spiegato Paoletti -. Il suotessuto produttivo infatti offre anche notevoli competenze tecniche, grazie a grandi imprese internazionali e a piccole aziende altamente specializzate riconosciute sul mercato mondiale, e anche grazie a realtà scientifiche e di ricerca che stimolano la continua innovazione nel comparto nautico e marittimo. La Camera di Commercio sta quindi lavorando per far diventare Trieste e il Friuli Venezia Giulia destinazioni di riferimento nell’Alto Adriatico sia per quanto riguarda il refitting sia l’ospitalità di queste barche da sogno>.Un’azione promozionale che ha già avuto ottimi riscontri e la cui validità è confermata anche dell’interesse dimostrato dalla delegazione di Fraser Yacht, la quale sta già valutando le offerte delle realtà locali. (foto: incontro trieste)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

“Miriam ha gli occhi viola”

Posted by fidest press agency su domenica, 25 ottobre 2015

miriam ha gli occhi violaToronto Thursday, October 29, 2015 Istituto Italiano di Cultura 496 Huron St. Freee admission. The Istituto Italiano di Cultura will host an evening with Rosanna Giuricin, author of the Italian book “Miriam ha gli occhi viola”. The book will be presented by Prof. Konrad Eisenbichler.
Miriam ha gli occhi viola is the biography of a Holocaust survivor from Trieste (Italy). She survived Auschwitz and Dr. Mengele’s scrutiny, but the rest of her family did not. She is now a lovable grandmother living in Toronto. Rosanna Turcinovich Giuricin, an active journalist living in Trieste and a writer with several books to her credit (all published in Italy), has written her biography, basing herself on face-to-face interviews with Miriam here in Toronto and on research in the archives in Trieste (including the Jewish archives there). (Photo: miriam ha gli occhi viola)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ripopolamento ittico e innovazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2015

triesteTrieste. Una splendida giornata di sole sta facendo da magnifica cornice a Fish Very Good – Il Salone organizzato da GAC FVG, cui capofila è Aries – Camera di commercio di Trieste. Migliaia di triestini e turisti hanno animato il salone sul Molo Audace dedicato al mare e ai suoi tesori tra workshop, scuola di cucina e opportunità di degustare il pesce ‘povero’ in modo nuovo e gustoso.Sul fronte degli approfondimenti di questa mattina l’incontro a cura di OGS ha presentato i risultati del progetto Trecorala, finanziato dal programma Interreg Italia Slovenia. È stato evidenziato il ruolo degli affioramenti rocciosi per il mantenimento della biodiversità. Le trezze, infatti, rappresentano luoghi ideali sia per il ripopolamento sia per il mantenimento dei riproduttori. Sono siti scelti dagli organismi che cercano un riparo, una tana sia per proteggersi dai predatori sia per deporre le uova.
Il tema è stato introdotto da Paola Del Negro di OGS, responsabile del progetto Trecorala, mentre Saul Ciriaco della cooperativa Shoreline, ha fatto vedere la ricca biodiversità ittica che popola gli affioreamenti, e Diego Borme di OGS ha descritto i risultati relativi agli effetti delle trezze sul mercato ittico e sulla dispersione dei molluschi di interesse commerciale.Modernità e innovazione nel settore della pesca sono state le protagoniste dell’approfondimento coordinato da Walter Macovaz, costruttore navale e già docente di disegno e laboratorio di costruzioni navali e da Paolo Richiardi, esperto di programmi di innovazione per la cantieristica. Il tema, particolarmente affascinante, ha avuto come protagonista il modellino di uno scafo in legno lamellare da 12 m, che il professor Macovaz propone quale moderno peschereccio a basso impatto sull’ambiente. “Una visione nuova per questo settore – ha detto Macovaz – che andrebbe a sostituire barche ormai anche con 40-50 anni di servizio sulle spalle e quindi costruite con tecnologie e attrezzature ormai obsolete. Motori e dotazioni elettriche ed elettroniche in grado di ottimizzare costi e risultati dell’attività di pesca”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Fish Very Good – Il Salone”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2015

triesteDal 4 al 6 settembre sul Molo Audace di Trieste “Fish Very Good – Il Salone” Tre giorni per conoscere meglio il pesce del nostro mare, tra scuola di cucina, workshop, attività divulgative e navigazioni a bordo di pescherecci. Sapreste nominare una decina di specie ittiche del nostro mare? E la loro stagionalità? Che abbiate o meno la risposta, il momento giusto per scoprirlo sarà questo fine settimana, dal 4 al 6 settembre sul Molo Audace di Trieste, alla prima edizione di Fish Very Good – Il Salone, l’evento organizzato dal GAC FVG, Gruppo di Azione Costiera del Friuli Venezia Giulia“Fish Very Good – Il Salone è un esperimento di salone del pesce che nei nostri obiettivi vorremmo portare in regione e a Trieste nel contesto di una ampia e articolata fiera dedicata al mare e a tutte le eccellenze che il territorio può offrire in questo settore” spiega Antonio Paoletti, presidente del GAC FVG. Il suo obiettivo è quello di promuovere la cultura del mare e della pesca e un consumo di prodotto ittico più consapevole che tenga conto della provenienza e della stagionalità della materia prima.
“La cultura del mare è una parte centrale della cultura e delle tradizioni della nostra città. Ecco perché questo evento, che la valorizza, si adatta particolarmente bene a Trieste. Avevamo già pensato a una manifestazione di questo tipo: ora si inizia un percorso e siamo pronti a collaborare ancor più attivamente perché il tema del rapporto città-mare, della sua storia e delle sue tradizioni, diventeranno sempre più temi forti per lo sviluppo della città, prospettive di sviluppo economico e industriale per il futuro” nota Roberto Cosolini, sindaco di Trieste.Il Salone si articola in numerose attività informative e divulgative, completate dall’imprescindibile momento di degustazione. Spiega Patrizia Andolfatto, direttore di Aries, capofila di GAC FVG: ”Workshop, animazione per i bambini, brevi navigazioni a bordo di pescherecci e lezioni di cucina animeranno la tre-giorni dedicata al prodotto ittico. Particolare risalto avrà la Scuola di Cucina in cui i cuochi saranno affiancati da un biologo, che fornirà un inquadramento sulle specie ittiche protagoniste dei piatti, e da sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier che faranno degustare il piatto in abbinamento a un vino del Carso dell’Associazione Viticoltori del Carso-Kras”.A orario continuato sarà aperto anche il RistoFish per pranzi e cene circondati dal mare, sulla punta del Molo Audace, ma anche per rapidi stuzzichini e “Aperifish” d’asporto.
La parte divulgativa si completa con una di supporto ai protagonisti della pesca locale: incontri d’affari tra operatori della regione e buyer stranieri, austriaci e tedeschi, nell’ottica di eventuali future collaborazioni commerciali.“L’organizzazione di questo evento è un bel traguardo – nota Marina Bortotto, direttore del Servizio caccia e risorse ittiche della Regione Friuli Venezia Giulia – soprattutto tenendo conto della complessità amministrativa che viene imposta ai GAC”. “I Gruppi di Azione sono un punto di snodo su cui l’Unione Europea punta per ricostruire il tessuto locale, quindi delle realtà con un ruolo fondamentale che trova anche ampio e rilevante spazio nella prossima programmazione europea” chiarisce Igor Dolenc, vicepresidente della Provincia di Trieste. “L’auspicio è che il GAC FVG possa proseguire la sua azione e ampliarsi accogliendo sempre più realtà del territorio” aggiunge Vladimir Kukanja sindaco di Duino Aurisina.Il Salone è momento di punta della campagna di sensibilizzazione “Fish Very Good” rivolta ai consumatori del Friuli Venezia Giulia, che proseguirà anche nei mesi a venire in ristoranti, pescherie e centri commerciali, e che mira a promuovere i prodotti ittici locali secondo stagionalità, aumentando la dimestichezza del consumatore verso specie ittiche dimenticate, evidenziandone le proprietà nutritive, l’aspetto e il gusto. Per promuovere il prodotto “Fresco, Vicino, Genuino”.
“Sono stati sensibilizzati i ristoratori regionali e in molte realtà vengono proposte ricette e piatti con il pescato locale di stagione” conclude Antonio Paoletti, presidente GAC FVG”.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cultura dell’espresso

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 ottobre 2014

Caffè Fiume 2TriestEspresso Expo, la più importante fiera dedicata esclusivamente al caffè espresso organizzata da Aries, torna per la sua settima edizione dal 23 al 25 ottobre 2014 per celebrare in tutte le sue forme il caffè italiano per eccellenza.Conferenze, workshop, degustazioni oltre naturalmente alle miscele, alle macchine da caffè, agli impianti e a tutti gli accessori presentati dagli espositori saranno gli ingredienti della fiera professionale di Trieste. “Mi fa molto piacere partecipare a TriestEspresso Expo in qualità di Executive Director dell’International Coffee Organization – rileva Robeiro Oliveira Silva -. L’Italia è un paese che ha contribuito moltissimo alla storia del caffè, è un membro assai attivo dell’ICO e il prossimo anno, a settembre 2015, ospiterà il Global Coffee Forum. Ringrazio gli organizzatori per l’invito e non vedo l’ora di unirmi ai professionisti che arriveranno da tutto il mondo per celebrare la cultura dell’espresso”.Per tre giorni l’espresso sarà infatti protagonista assoluto di questa fiera fortemente focalizzata sul business: se ne parlerà innanzitutto nel convegno d’apertura in programma alle ore 10.00 di giovedì 23 ottobre durante il quale interverrà lo stesso Robeiro Oliveira Silva con un outlook sulla produzione del prossimo anno. Il giorno seguente, venerdì 24 ottobre alle ore 16.30 nella Conference Hall, si discuterà della candidatura dell’espresso a bene immateriale dell’Unesco, un obiettivo a cui ha iniziato a lavorare il “Consorzio per la tutela del caffè espresso italiano tradizionale” costituito da importanti brand italiani di settore.Chi vorrà acquisire maggiori competenze e conoscenze su questo prodotto potrà seguire i workshop e le educational sessions della Speciality Coffee Association Europe – SCAE che ha messo in calendario, fra gli altri, i moduli su “Come degustare il caffè” base e avanzato, “Come gestire la curva di tostatura”, “Come torrefare il caffè per l’espresso”.Per mettere alla prova le proprietà abilità di degustazione, si potrà tentare di riconoscere i vari aromi in tazza al banco di degustazione della FIPE, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, dove compilando un apposito modulo si potrà contribuire a un’indagine realizzata in collaborazione con il Centro Studi Assaggiatori volta a mettere in luce l’effettiva conoscenza dei consumatori dell’espresso. Il cup tasting sarà anche al centro di uno degli approfondimenti messi a punto per TriestEspresso da illycaffè. L’azienda leader sinonimo di caffè italiano di qualità nel mondo, con sede proprio a Trieste, ha curato con la propria Università del Caffè un programma di incontri che si susseguiranno nei tre giorni di fiera sia allo stand che nel padiglione della Centrale Idrodinamica.
L’espresso sarà celebrato anche al di fuori dei padiglioni del Porto Vecchio di Trieste: percorsi guidati nei caffè storici della città, una speciale degustazione nella Grotta Gigante (la più grande grotta turistica al mondo), l’iniziativa dell’Associazione Caffè Trieste e del Trieste Coffee Cluster nella tensostruttura in Piazza Sant’Antonio e “Io bevo caffè di qualità” al Caffè San Marco sono pensate per coinvolgere il grande pubblico e per far continuare a gustare l’aroma di caffè ai visitatori professionali anche al di fuori degli spazi espositivi.Tre giornate per celebrare la cultura dell’espresso in tutte le sue forme: programma completo e pre-registrazioni su http://www.triestespresso.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La carica degli Instagramers pronta a invadere Trieste

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

triesteTrieste. Sono già oltre 200 gli Instagramers attesi a Trieste dal 3 al 5 ottobre prossimi per il quarto Instameet nazionale, il meeting dedicato agli appassionati della fotografia mobile di tutta Italia. L’incontro si svolgerà in contemporanea con gli altri raduni nazionali organizzati dalle community di instagramers in tutto il mondo per quello che si annuncia un week end mondiale all’insegna della mobile photography.Dopo gli instameet di Milano, Torino e Bari, tocca ora al capoluogo giuliano ospitare il nuovo raduno degli Instagramers italiani che dal 2013 si sono costituiti in una vera e propria associazione culturale, Instagramers Italia (http://instagramersitalia.it) con oltre 60 community e alcune centinaia di iscritti in ogni angolo del Paese.
Organizzato dal gruppo Instagramers del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con TurismoFVG, l’Agenzia del Turismo della regione Friuli Venezia Giulia, Instameet 4 proporrà un intero weekend di attività e incontri all’ormai foltissima schiera di appassionati di fotografia mobile che racconteranno a colpi di foto, condivise in tempo reale su Instagram, Trieste ela sua splendida atmosfera.Un’atmosfera che sarà resa ancora più spettacolare e suggestiva grazie alla Barcolana, la regata più affollata del Mediterraneo che ogni anno ingaggia nel golfo di Trieste migliaia di equipaggi e imbarcazioni a vela provenienti da tutto il mondo e si volgerà con un denso programma di eventi dal 3 al 12 ottobre.“Trieste è ricca di scorci splendidi e gode di una posizione geografica unica nel suo genere – ha detto Gianpiero Riva, uno degli organizzatori di Instameet 4 – in più la città sarà immersa nella magica atmosfera della Barcolana, una regata velica che non ha uguali al mondo. Gli ingredienti per rendere il nostro meeting speciale dunque ci sono tutti, ma speriamo anche che questa iniziativa serva a far conoscere meglio questa magnifica città fra un pubblico sempre più vasto”.Il tam tam digitale dell’Instameet 4 è partito ufficialmente la scorsa settimana intorno agli hastagh #4 ottobre e #trieste che si sono subito collocati fra i trend topic di Twitter. L’attesa per l’evento è dunque già altissima tanto che gli organizzatori prevedono di superare ampiamente i numeri raggiunti lo scorso anno quando, in occasione del meeting di Bari, sono state pubblicate 1870 foto e 40 video, che hanno generatocomplessivamente 604.950 likes e 12.504 commenti solo su Instagram.Particolarmente ricco e interessante il programma, che si inaugurerà ufficialmente venerdì 3 ottobre con l’assemblea annuale aperta a tutti i soci dell’Associazione Culturale Igersitalia. I giorni successivi saranno invece dedicati agli eventi gratuiti e aperti a tutti gli appassionati di mobile photography.
Sabato 4 ottobre alle 10 sarà la volta della “caccia al tesoro fotografica”, un’originale sfida a squadre che coinvolgerà gli Instagramers con percorsi tematici dedicati alla scoperta di Trieste, città del caffè, della letteratura, della cultura mitteleuropea e naturalmente della Barcolana, mix di competizione agonistica e festa della vela con il maggior numero di barche iscritte nel Mediterraneo che gareggiano in contemporanea.La tre giorni si concluderà domenica mattina con la Instagramers Academy, un momento di formazione che ha lo scopo di approfondire e diffondere conoscenze specifiche in merito ad instagram e alla mobile photography, sotto numerosi punti di vista.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Margherita Hack

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

margherita hackFulvio Mamone Capria, presidente della Lipu-Birdlife Italia, ha ricevuto ieri a Venezia, nello storico palazzo Falier, il Premio Margherita Hack per la categoria “impegno animalista”. Il premio, istituito di recente e ideato dal manager Salvo Nugnes in ricordo della straordinaria amica scienziata e astrofisica, che ha lasciato un segno indelebile nella storia italiana, è diviso in più categorie ed è stato assegnato a chi si è particolarmente distinto nel campo della scienza, dei diritti civili, della cultura, del sociale, dell’impegno animalista e dell’arte.
L’iniziativa, patrocinata dall’Inaf (Istituto Nazionale di Astrofisica), vanta un comitato di esperti e intellettuali italiani, presieduto dal sociologo Francesco Alberoni, e composto da personalità autorevoli come il fisico e divulgatore Antonino Zichichi, il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi, il direttore del quotidiano La Repubblica Ezio Mauro e il fondatore della Comunità Exodus Don Antonio Mazzi. Per la categoria “Impegno animalista” Don Antonio Mazzi ha voluto premiare Fulvio Mamone Capria (Presidente della Lipu) “per il costante impegno nella tutela e difesa degli animali”. Un modo per sottolineare l’attenzione e l’amore che Margherita Hack – convinta vegetariana – aveva anche per gli animali.«Sono particolarmente onorato di ricevere questo riconoscimento – ha commentato il presidente Lipu – che simbolicamente condividerò con tutti gli attivisti dell’associazione che da 50 anni difendono la natura in Italia.«È un premio che va all’associazione per le centinaia di migliaia di animali salvati in questi anni, per le oasi e riserve gestite con attenzione alla biodiversità, per le migliaia di famiglie e di bambini coinvolti nei programmi di cultura ambientale e di formazione, per le ore trascorse a vigilare sulla fauna selvatica da parte delle guardie venatorie, per le migliaia di trappole rimosse durante i campi antibracconaggio, per le politiche di sostenibilità ambientale che cerchiamo di far conoscere alla politica e a chi governa il Paese. E’ un riconoscimento per andare avanti – conclude Mamone Capria – essere fiduciosi che la propria azione sia di conforto a una natura e ai suoi animali troppo spesso offesa, maltrattata, violata».
Nella Categoria “Cultura” Francesco Alberoni (Presidente di giuria) ha premiato Alessandro Bertante (scrittore), con la motivazione “Per il suo impegno nella comprensione di una società multietnica e multilingue”. Nella categoria “Arte”, Vittorio Sgarbi ha premiato Filippo Dobrilla (scultore) con la motivazione “Per l’innato estro e talento creativo”. Per quanto riguarda la categoria “Scienze”, Antonino Zichichi ha premiato Augusto Sagnotti (professore e scienziato) con la motivazione: “Per il contributo alla divulgazione scientifica”. Infine, per la categoria “Sociale”, Ezio Mauro ha premiato Barbara De Rossi (attrice e conduttrice televisiva). Motivazione: “Per la fervida battaglia contro la violenza sulle donne” (Premio Margherita Hack)

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Comet Named Margherita

Posted by fidest press agency su domenica, 30 giugno 2013

The Italian scientist Margherita Hack holding ...

The Italian scientist Margherita Hack holding a lecture in Rome, 30 March 2007 (Photo credit: Wikipedia)

MargheritaHack was born in Florence, Italy, on June 12, 1922. We go to print two days before her 88th birthday after meeting her in Trieste, her adopted city where she lives with her husband (Aldo De Rose, married in February 1944), a dog and six cats. Margherita is in splendid physical shape and expresses herself with an innate rebellious attitude. Her passion was unleashed by her first research on ‘Cepheid variable stars’, which led her to a degree in astrophysics in 1945, and inspired her to follow her accademic path. Cepheid variable stars is the name of the variable stars studied and then presented in 1912 by Henrietta S. Leavitt, an astronomer at Harvard. Margherita is direct on the theme of women’s liberation: “what counts in life is grit and competitiveness”.At one time, physical endurance played a key role: “think what it means to spend nights watching the stars in a cold place like a dome”. In the ‘60s, with the development of IT, research had a significant boost in terms of data collection and also in the practical sense of the activity. “Size does not matter like in the past” when the prestige of a laboratory was based on the diameter of the telescope. Today’s telescopes are owned by international consortia. They are located in Chile and other places where there is a clear visibility of the universe.After the war, Trieste became a ‘science city’ at an international level. Empty of its industry, because of the fear of the Soviet bloc that was about ten kilometers away the vocation of the city became attracting men of science who leaned towards the rich and well-organized Physics faculty. Margherita, who was not a part of that faculty, found a way to enter the field, and took the opportunity to launch her observatory, thanks to the connections with her international academic colleagues. “Changing the world of research was part of my job.” When Margherita started her journey, the Italian Universities were ‘in the hands’ of the so called ‘Barons’, who were controlling the power. The movements of ‘68, from which a new Era for the sector began, saw Margherita as amongst the most A Comet Named Margherita. Exceptional lives Interview with Margherita Hack (2010) by Mirko Nesurini. Academic activities, research and teaching, are inextricably linked to social commitment. Spreading knowledge is a scientist’s duty, who ‘returns’ the fruits of their labor to society. In astrophysics, this also means giving answers to people’s fears and curiosity. determined scientists. In this period the ‘College of Teachers of Astrophysics’ was created, which directed research at the international level towards more exchange of experience and with an equal treatment between national observatories. Margherita is a very practical person who has never engaged in active politics “because people in parliament speak too much. What I love about politics is the possibility for people to compare their opinions, in other words the ‘public discussions’ is what I really like!”. “It’s plausible to think of other life in the universe”, however, to reach them it would be necessary to travel a distance of at least 20 light years. We should build a spaceship where “several generations can live and reproduce themselves while traveling” and then return with some information for their descendants. “The distance is thus the reason why we postpone meeting extra-terrestrial life”. Indeed, the speed of light is a limit that we cannot cross. “We atheists believe we should act according to our conscience to a moral principle, not because we expect a reward in heaven.” She doesn’t get excited when talking about religion, but if someone involves Margherita, she says that “religion has given people many answers that were not there and that are still not there”.
“I have a right to be indignant.” The research base has undergone strong cuts and she argues that “there is no innovation without research”. A Country that does not invest in this area is destined to an inevitable decline.Margherita Hack is an extraordinary person. She talked with us for an hour sitting in her kitchen, with absolute clarity and simplicity. Without any notes, she opened the starry wonders of the universe in front of her. Margherita is a direct person, cheerful, ironic, dressed with absolute simplicity in colorful pants and a shirt like a teenager.We felt like she has always been our friend. (Font Publisher: The Work Style Company Exceptional lives Interview with Margherita Hack (2010) by Mirko Nesurini)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Stefano De Gironcoli membro dell’American Physical Society

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 febbraio 2012

Stefano de Gironcoli, fisico della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, è stato nominato membro della prestigiosa Società americana di fisica (American Physical Society – APS) che gli riconosce il merito di aver contribuito, con la sua attività di ricerca, allo sviluppo e alla condivisione delle conoscenze nel campo della fisica. In particolare l’impegno nella formazione di giovani ricercatori provenienti da paesi in via di sviluppo e il contributo dato allo sviluppo delsoftware di simulazione per la scienza dei materiali, Quantum ESPRESSO. «Si tratta di un codice numerico per il calcolo delle proprietà dei materiali utilizzato nella simulazione dei processi di fisica della materia, nel campo della Density-functional Theory» precisa de Gironcoli, classe 1964, triestino, dal 2001 professore alla Sissa.
Quantum ESPRESSO è un potentissimo strumento per la simulazione della materia alla scala atomica. Il progetto, che si è sviluppato nel corso di oltre venti anni e con il contributo di diverse istituzioni nazionali e mondiali (tra cui la Sissa e l’Ictp di Trieste e il centro Democritos dell’Istituto Officina dei Materiali del Cnr), si basa su un principio di condivisione gratuita delle conoscenze, subordinata alla regola che ogni passo successivo fatto da chi ne fruisce venga anch’esso condiviso. «Oggi la modellazione numerica di problemi complessi e la simulazione al computer sono strumenti sempre più importanti e utili in diversi ambiti di ricerca: dalla biomedicina al settore energetico» spiega il fisico triestino. La descrizione alla scala atomica dei processi chimico-fisici elementari è infatti il punto di partenza per lo sviluppo di nuovi materiali e per l’ingegnerizzazione delle loro proprietà. Per esempio, alla Sissa, de Gironcoli e colleghi con questo metodo di calcolo studiano l’allumina, l’ossido di alluminio usato come supporto catalitico nell’industria petrolchimica, al fine di capire le reazioni chimiche che avvengono su questo substrato e studiarne le proprietà di assorbimento delle molecole. Quantum Espresso può essere inoltre utile per studiare la configurazione più stabile di un solido. «Noi abbiamo usato questo codice per studiare i cristalli di colesterolo e le sue diverse fasi cristalline. A seconda infatti della patologia cui sono collegati, i calcoli biliari hanno uno spettro NMR diverso: è diversa cioè la struttura cristallina. E ancora abbiamo indagato i meccanismi di certe reazioni chimiche, come per esempio l’epossidazione dell’etilene: tutte le materie plastichesono realizzate a partire da un composto di epossido di etilene».
De Gironcoli, nato a Trieste, si è laureato in fisica all’ateneo triestino, ha conseguito il dottorato di ricerca al Politecnico di Losanna, per un anno ha proseguito la sua attività alla Scuola Normale di Pisa. Ricercatore alla Sissa dal 1994, nel settore di Teoria della materia condensata, dal 2001 è professore associato. Da anni è impegnato nell’elaborazione di un codice numerico per il calcolo delle proprietà dei materiali. Utilizza la simulazione numerica, come un microscopio virtuale, per osservare i dettagli atomici dei fenomeni e condurre esperimenti concettuali per comprenderne i meccanismi. Come per esempio il controllo della morfologia di nano-particelle metalliche su substrati di ossidi per migliorarne le proprietà catalitiche.
La American Physical Society (APS) è un’organizzazione no profit che riunisce 48000 membri, tra professori, ricercatori universitari e fisici impegnati in laboratori e industrie negli Stati Uniti e in tutto il resto del mondo. È stata fondata nel 1899, con l’intento di contribuire allo sviluppo e alla diffusione delle conoscenze nel campo della fisica
(s.d.gironcolli)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Autostrade: traffico intensissimo

Posted by fidest press agency su sabato, 20 agosto 2011

bus bkk traffico

Image by LucaZ FeliXONE via Flickr

(fidest) A23 nel tratto Udine-Nord Palmanova e barriera di Trieste Lisert, in entrata, i punti della rete autostradale di Autovie Venete che hanno fatto registrare le maggiori congestioni nella giornata di sabato 20 agosto. Code costanti anche se a tratti, sulla A23, hanno caratterizzato tutta la mattinata e la prima parte del pomeriggio, con un picco di 18 chilometri fra le  11,00 e mezzogiorno.  Alle 17 e 30 l’incolonnamento era sceso a 3 chilometri, esaurendosi per le 18,00.  E’ cresciuto costantemente,  invece,  a partire dal primo pomeriggio il flusso di traffico in arrivo da oltre confine che ha interessato la barriera di Trieste Lisert dove, alle 17 e 30, la coda in entrata si sviluppava su 18 chilometri, intervallati da tratti a lento scorrimento. Pannelli mobili per la segnalazione di code (aggiornati man mano con la lunghezza) attivati a Duino, sulla costiera triestina e sul raccordo che dalla Slovenia raggiunge la barriera di Trieste Lisert. Traffico intensissimo sull’intera rete durante tutta la giornata di sabato e aree di servizio sempre affollate, con record di presenze a Zugliano Sud e Gonars Nord. Rallentamenti e code a tratti fra Villesse e Latisana si sono verificati in momenti diversi sia durante il mattino sia durante il pomeriggio. Il picco di traffico, fra San Giorgio e Latisana in direzione Venezia si è registrato fra le 8 e le 10 del mattino con quasi 3 mila transiti all’ora.  Nei momenti di maggior congestione, sui pannelli a messaggio variabile presenti sulla rete autostradale, venivano pubblicati i messaggi di “uscita consigliata” prima dei tratti a maggior intensità di traffico. Conseguenza immediata: l’incremento delle uscite ai caselli che precedevano la congestione e questo è frutto del diffondersi dell’uso dei navigatori. In questi casi, infatti, basta impostare un nuovo percorso selezionando l’opzione “escludi autostrada” per venir dirottati sulla viabilità ordinaria, per rientrare poi in autostrada in un tratto meno trafficato. Pochi, per fortuna, gli incidenti con lievi conseguenze per le persone, ma con inevitabili ulteriori rallentamenti della circolazione. Molto efficace si è confermata l’adozione di una misura già sperimentata con successo l’estate scorsa e riproposta, potenziata, quest’anno:  oltre alle 38 sedi di officine per il soccorso meccanico normalmente operative, grazie a un apposito accordo, sono  stati creati una serie di nuovi  “presidi” in corrispondenza dei caselli di Venezia Est, San Donà di Piave, Portogruaro, Latisana,  Palmanova, Villesse, Redipuglia e Udine Sud. In questo modo,  il tempo di intervento si è ridotto notevolmente e, di conseguenza, lo sgombero dei veicoli incidentati o guasti è avvenuto con maggior rapidità. Le temperature elevate registrate durante la giornata hanno fatto scattare anche la distribuzione di acqua,  alla barriera di Trieste Lisert, dove sono state distribuite oltre 10 mila bottiglie.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Difendere il superporto di Trieste

Posted by fidest press agency su domenica, 17 aprile 2011

“Dire che Trieste è crocevia dell’Europa non può ridursi ad una mera notazione di ordine geografico. Ma così è e tanto più sarà se, oltre ai ritardi e agli stop sul corridoio 5 (est ovest Lisbona Kiev via Torino Trieste), dovrebbe confermarsi l’intenzione della Commissione Europea di deviare l’asse sud nord Baltico Adriatico da Trieste a Capodistria. Da quando e’ stato presentato il progetto del superporto Trieste Monfalcone, non abbiamo visto procedere alcunché nel rapporto stato regione (salvo la rinomina di una ex presidente dell’autorità portuale), sono passati i mesi in un’inutile bega di campanile tra Trieste e Monfalcone, e gli investitori hanno cominciato a sondare altre piste, fino a Capodistria. Non vorremmo che, per l’ennesima volta, finissimo col gettare alle ortiche una grande opportunità per assicurare a Trieste il colpo d’ala di cui ha bisogno e piangere poi perché altri l’hanno sfruttata. Non e’ solo Trieste ma tutta l’area nordestina che e’ strategica agli interessi dell’Italia. Ne prenda atto il governo, la regione, le istituzioni locali e facciano, ognuno per la propria parte, il loro dovere”. Lo dichiarano in una nota congiunta il coordinatore nazionale di Fli, on. Roberto Menia ed i candidati a sindaco e presidente della provincia di Trieste, Michele Lobianco ed Enrico Sbriglia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »