Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘truffati’

Ue. de Bertoldi (FdI): per FdI rimborsi truffati banche è tema centrale. Basta dilazioni

Posted by fidest press agency su sabato, 9 marzo 2019

“Fratelli d’Italia ho ribadito alla commissaria Ue alla Concorrenza Margrethe Vestager la centralità del tema dei rimborsi dei risparmiatori truffati. A fronte di una certa disponibilità sul tema dobbiamo, purtroppo, continuare a registrare un atteggiamento di attesa che preoccupa. Per FdI è necessario intervenire in maniera tempestiva, evitando di abbandonare a se stessi i risparmiatori”. Così il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro. “Dall’altro sempre sul tema bancario e in particolare su quello delle crisi l’Ue deve evitare discriminazioni, laddove alla Germania permettono aiuti di Stato ed a noi no, ovvero gli Npl sono oggetto di particolare attenzione mentre i derivati delle banche tedesche di alcuna verifica. Infine, sul piano delle politiche fiscali, anche alla luce della realizzazione di un mercato unico, ho chiesto che si proceda verso un’armonizzazione effettiva, che faccia da argine all’aggressività fiscale di alcuni Paesi che di fatto rappresenta l’ostacolo principale ad un vero mercato unico”, conclude il senatore di FdI.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: risparmiatori truffati

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 novembre 2017

Banca d'Italia“A fronte di ben 11 banche fallite negli ultimi anni, migliaia di risparmiatori truffati, funzionari di Bankitalia che avrebbero dovuto vigilare ma che poi si sono fatti assumere dalle banche vigilate, prestiti milionari concessi agli amici degli amici con condizioni assolutamente negate ai cittadini comuni e gestioni a dir poco familistiche degli istituti di credito, oggi Bankitalia arriva in Commissione d’inchiesta sulle banche e dice, in sostanza, ‘abbiamo fatto bene il nostro lavoro’. Peccato che, dalla lettura delle stesse carte relative all’attività ispettiva di via Nazionale, ci si renda conto di quante cose non abbiano funzionato. La proposta di Fratelli d’Italia è: l’attività di vigilanza di Bankitalia sia resa pubblica e non più coperta da segreto d’ufficio. In questo modo, magari, i cittadini comuni si potranno rendere conto di quelle falle madornali di cui, a voler essere buoni, Bankitalia non si è accorta”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cittadini traditi e truffati dalle banche

Posted by fidest press agency su sabato, 23 luglio 2016

salva banche«Mi unisco alle parole di Raffaele Zanon a sostegno di tutti quei cittadini traditi e truffati dalle banche che sono scesi ieri in piazza a Treviso, per gridare la loro rabbia contro un governo sottomesso alla lobby bancaria, che nulla ha fatto per tutelare i loro risparmi. Alla manifestazione di Treviso organizzata con le Associazioni da Don Enrico Torta e Tiziana D’Andrea (TN), accanto a famiglie, giovani e meno giovani, hanno aderito numerose associazioni che costantemente si battono in difesa di contribuenti, risparmiatori e consumatori. E’ questa la strada giusta per fare buona politica unendo le forze per far valere i diritti dei cittadini che troppo spesso non ottengono giustizia a fronte di gravi soprusi. Fratelli d’Italia e Terra Nostra saranno sempre in prima linea affinché paghino i responsabili dei dissesti bancari e siano adottate tutte le iniziative necessarie a tutelare preventivamente il risparmio e risarcire coloro che sono stati traditi dalle banche a cui avevano dato fiducia in buona fede.»

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutele ai risparmiatori truffati

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

Rivoluzione nell’ambito del risparmio con un’importantissima sentenza della Cassazione che amplia notevolmente le tutele per i risparmiatori truffati o vittime di qualche crack finanziario. Secondo la Suprema Corte, infatti, la Consob, la Commissione nazionale per le Società e la Borsa,  in quanto ente di controllo e vigilanza ha l’obbligo istituzionale di “tutela del pubblico risparmio” che dev’essere esercitato in concreto e non limitarsi ad un attività solo formale e pertanto può essere dichiarata responsabile nel caso dovesse essere venuta meno ai propri obblighi di vigilanza e condannata a risarcire i cittadini frodati dalle società finanziarie. Nella fattispecie che riguardava la Sfa, una Sim (società di intermediazione mobiliare) che tra il ’90 e il ’92 fece perdere consistenti quote di risparmio che le erano state affidate, facendole letteralmente sparire, i clienti truffati avviarono un giudizio al termine del quale è stato dimostrato che la Consob intervenne in ritardo a sospendere l’attività della società in questione e quindi ebbe una precisa responsabilità extracontrattuale (ai sensi dell’art. 2043 del Codice Civile) nei confronti dei risparmiatori. Gli ermellini hanno infatti confermato quanto già statuito dai giudici di secondo grado che avevano ritenuto insufficiente la motivazione secondo cui all’ente di vigilanza spetterebbe solo un potere di controllo formale sui prospetti di informazione ai clienti e non sostanziale. Secondo la Cassazione, al contrario, la Consob deve svolgere una reale funzione di garanzia con azioni volte ad impedire danni concreti nei confronti dei risparmiatori seguendo un normale principio di buon senso. Sulla scorta di un orientamento generale in materia di responsabilità aquiliana e comportamento della P.A., i giudici di piazza Cavour hanno ritenuto che “L’attività della pubblica amministrazione e in particolare della Consob deve svolgersi nei limiti e con l’esercizio dei poteri previsti dalle leggi speciali che la istituiscono, ma anche dalla norma primaria del neminem laedere”. La novità rappresentata dai principi espressi nella rilevante sentenza, va ricercata sia negli effetti diretti, in quanto consentirà ai risparmiatori truffati di poter agire contro la Consob nel caso in cui possano dimostrarsi carenze o omissioni nell’attività di vigilanza sostanziale sugli atti delle società finanziarie, che nel nuovo atteggiamento che dovrà tenere l’ente nazionale di controllo che avrà l’obbligo di adottare comportamenti volti ad una tutela più concreta dei cittadini – risparmiatori. Così Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »