Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘tumore fegato’

Italia: tumore del fegato

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 maggio 2017

tumore fegatoRoma, 9 maggio 2017, ore 11 Centro Congressi Roma Eventi (Via Alibert 5A, Sala Raffaello) si terrà un media tutorial a cui parteciperanno il prof. Bruno Daniele, Direttore Oncologia Medica dell’Ospedale Rummo di Benevento, e il prof. Giovanni Raimondo, Direttore della Unità Operativa Complessa di Epatologia Clinica e Biomelecolare all’Università di Messina. Nel 2016 in Italia sono stati diagnosticati quasi 13.000 nuovi casi di tumore del fegato. Oltre il 70% è riconducibile a fattori di rischio noti, in particolare all’infezione cronica del fegato provocata dai virus dell’epatite B o C. Queste malattie epatiche spesso non mostrano segni o sintomi e le complicanze possono non essere diagnosticate per molti anni. Finora vi erano scarse possibilità di cura per il tumore del fegato se individuato in fase avanzata. Ma oggi si stanno aprendo nuove opportunità per questi pazienti, grazie all’immuno-oncologia che rinforza il sistema immunitario contro il tumore. Questo approccio innovativo infatti si è già rivelato efficace nel melanoma, nel tumore del polmone e del rene.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore del fegato: la terapia si fa “su misura”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 ottobre 2009

La possibilità di individuare i pazienti in fase precoce e di selezionarli in base al trattamento più efficace ha cambiato la storia clinica dei malati di tumore al fegato. Questo secondo quanto emerso a Milano, in occasione della presentazione del volume “Il carcinoma epatocellulare”  (edizioni Elsevier) che ha visto riuniti alcuni tra i più illustri oncologi ed epatologi italiani. “Applicando criteri di stadiazione che hanno valore prognostico, possiamo indirizzare il paziente al trattamento migliore” afferma Massimo Colombo, direttore della divisione di Gastroenterologia 1, Fondazione Irccs Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena di Milano. “Esiste, inoltre, un consistente numero di casi in cui l’evoluzione del tumore impone scelte terapeutiche aggiornate di volta in volta: si inizia con un trattamento ablativo loco regionale o di contenimento, per procedere ad approcci chirurgici, e infine, se la risposta non è soddisfacente, al trattamento medico”. Proprio sul fronte del trattamento medico, le terapie biologiche danno oggi maggiori speranze a chi sinora non aveva alcuna possibilità di cura. “I dati ottenuti con sorafenib, hanno aperto un nuovo filone di ricerca e di interesse clinico nel trattamento del carcinoma epatocellulare in fase avanzata” afferma Armando Santoro, direttore del dipartimento di Oncologia ed Ematologia  dell’Istituto clinico Humanitas di Rozzano (Mi). “Il farmaco, infatti, ha dimostrato di migliorare in modo significativo la sopravvivenza di pazienti che fino a pochi anni fa erano trattati esclusivamente con terapie palliative” (N.M.).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »