Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘tunnel’

Unc: Italia nel tunnel della recessione

Posted by fidest press agency su martedì, 12 febbraio 2019

Secondo i dati Istat resi noti oggi, a dicembre le vendite in valore scendono dello 0,7% su base mensile e dello 0,6% su base annua. In media il 2018 si chiude con una crescita delle vendite dello 0,2 per cento.”L’Italia è tornata nel tunnel della recessione! E’ incredibile che in questo contesto desolante, con i consumi in caduta libera, il Governo si preoccupi di come chiudere i negozi per 26 domeniche e 8 giorni festivi, invece di come farli tenere aperti, salvandoli dal fallimento. Non è certo chiudendo i negozi per legge che aumenteranno le vendite, bensì facendo il contrario” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Se si confrontano i dati di oggi con quelli del dicembre 2007, le vendite totali sono inferiori del 18,8%, quelle non alimentari segnano un calo del 21,4 per cento, più di un quinto. Per le imprese operanti su piccole superfici, poi, si registra un crollo del 25,3%, ossia un quarto delle vendite, -28,1% per le vendite alimentari. Insomma, rispetto ad 11 anni fa, c’è una voragine da colmare. Ma la crisi dei piccoli negozi non dipende certo dalle aperture domenicali della grande distribuzione, visto che anche questa forma distributiva registra una caduta delle vendite del 12,8%, -19,4% per il settore non alimentare” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Viaggio nel Tunnel dell’Innovazione

Posted by fidest press agency su sabato, 9 febbraio 2019

Parma. Come un’impresa può rendersi più competitiva e innovativa in Italia, e di conseguenza in Europa e sullo scenario globale? Anche il Summit del World Economic Forum svoltosi di recente in Svizzera, a Davos, ha tracciato in collaborazione con McKinsey, le strategie per la migliore competitività aziendale, indicando tra gli asset principali la collaborazione tra imprese già consolidate e startup, il finanziamento all’innovazione e lo sviluppo delle infrastrutture digitali, il sostegno e la valorizzazione dei talenti imprenditoriali, la formazione, riqualificazione e aggiornamento professionale nel settore digitale.
Linee guida da sempre al centro di MECSPE, luogo d’innovazione e riferimento della manifattura 4.0 italiana e internazionale promossa da Senaf, che nella prossima edizione in programma a Fiere di Parma, dal 28 al 30 marzo, offrirà la panoramica più completa e aggiornata sui più importanti trend del mercato. In particolare, all’interno del “Tunnel dell’Innovazione”, nuovo cuore mostra della fiera (padiglione 4, Ingresso Sud), si terrà un’iniziativa senza precedenti realizzata grazie alla collaborazione con il Cluster Fabbrica Intelligente (CFI), che riunisce oltre 300 soci, tra imprese, università, centri di ricerca e altri stakeholder. In questo spazio innovativo verranno infatti presentati i quattro lighthouse plant (LHP), progetti appartenenti ad Ansaldo Energia, ABB Italia, Tenova/ORI Martin e Hitachi Rail Italy, che il Cluster ha selezionato per conto del Ministero dello Sviluppo Economico come fiore all’occhiello del made in Italy ed esempio concreto del “saper fare” nazionale da mostrare in Italia e all’estero. Dei veri e propri impianti produttivi da esplorare, basati sullo sviluppo e applicazione delle tecnologie digitali previste nel Piano Industria 4.0, che oltre agli aspetti organizzativi e tecnologici mettono in evidenza altri principi: la centralità dell’uomo nel suo ruolo, nel rispetto di dignità e sicurezza; la necessità della collaborazione come unica via percorribile per rafforzare la competitività e il valore aziendale e la compatibilità ambientale. Nella fattispecie, i Lighthouse Plant sono pensati come impianti in evoluzione che, a valle di una prima fase di installazione, saranno oggetto di un progetto di ricerca industriale e innovazione che coinvolgerà fornitori di tecnologie, system integrator, enti di ricerca e università, e punterà alla realizzazione di ulteriori innovazioni da testare proprio nell’impianto lighthouse.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La luce in fondo al tunnel

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 febbraio 2018

andrea-riccardiE’ uscito per le Edizioni San Paolo il volume “La luce in fondo al tunnel. Dialoghi sulla vita e la modernità” di Zygmunt Bauman, filosofo e sociologo polacco famoso per la teoria della “società liquida”, venuto a mancare il 9 gennaio 2017 a Leeds. Un testo inedito, ricco di spunti di riflessione sul presente, curato da Mario Marazziti e Luca Riccardi, con un saggio conclusivo di Andrea Riccardi. La globalizzazione produce anche ingiustizie e disuguaglianza sociale. I fenomeni migratori hanno assunto ormai una dimensione globale e, in alcuni casi, epocale. Il XXI secolo, fino a oggi, è stato caratterizzato da conflitti che hanno accresciuto la povertà in diverse aree del mondo. Nelle opulente società dell’Occidente cresce il divario tra benestanti impauriti e poveri disperati. Per vincere le sfide di questa fase storica è determinante riconquistare la capacità di dialogo e la comprensione del valore dell’uomo. Su questo terreno si è costruito il felice incontro, sia personale che di pensiero, tra Zygmunt Bauman e Papa Francesco.Il volume raccoglie la trascrizione di alcuni fra gli interventi pronunciati dal celebre sociologo polacco, teorico della società liquida, nel corso degli incontri internazionali per la pace “Uomini e Religioni”, promossi dalla Comunità di Sant’Egidio. Zygmunt Bauman, anche negli ultimi anni di vita, non ha mai rinunciato a una lucida analisi dei mutamenti sociali ed economici a livello globale, offrendo a tutti, attraverso il suo sguardo acuto, la possibilità di intravedere una strada per il futuro.Completa il volume una sua definitiva e articolata intervista, finora inedita, rilasciata a Mario Marazziti nel 2014: una summa del pensiero dello studioso, un dialogo profondo e vivace, ricco di spunti di riflessione, una “bussola” per orientarsi nel mondo della post globalizzazione.
ZYGMUNT BAUMAN Filosofo e sociologo polacco di origini ebraiche, è passato alla storia per la teoria della “società liquida”, termine da lui coniato come metafora per descrivere la società postmoderna caratterizzata dal consumismo e dalla globalizzazione. Nato nel 1925 a PoznaÅ„, ha frequentato a Varsavia la Facoltà di Sociologia dove avrebbe poi insegnato per molti anni. Nel 1968 si è trasferito in Israele, per ricoprire una cattedra all’Università di Tel Aviv, infine a Leeds, in Gran Bretagna, presso la cui Università ha insegnato Sociologia fino al 1990. Il 9 gennaio 2017 è morto a Leeds, dove aveva continuato a vivere, dedicandosi alla scrittura, allo studio e alla meticolosa osservazione della realtà.
LUCA RICCARDI è professore ordinario di Storia delle relazioni internazionali presso l’Università di Cassino e del Lazio meridionale. È specializzato nello studio della politica estera italiana del XIX e XX secolo.
MARIO MARAZZITI dirigente Rai, giornalista, editorialista del Corriere della Sera e già portavoce della Comunità di Sant’Egidio, è deputato al Parlamento Italiano. Attualmente è Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera.
ANDREA RICCARDI ha fondato, nel 1968, la Comunità di Sant’Egidio, conosciuta per il suo impegno nel campo della pace, del dialogo interreligioso e dell’evangelizzazione in oltre settanta Paesi. Storico, professore emerito di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi Roma Tre, è noto anche per i suoi studi sulla Chiesa in età moderna e contemporanea.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Egitto: distrutti 20 tunnel al confine con la Striscia di Gaza

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2015

tunnelLa forze armate egiziane hanno distrutto a novembre 20 tunnel ai confini con la Striscia di Gaza. Lo ha riferito il portavoce militare egiziano, il generale Mohamed Samir, tramite un comunicato pubblicato sulla pagina Facebook delle forze armate.
Ai confini tra l’Egitto e la Striscia di Gaza sono presenti numerose gallerie sotterrane che vengono utilizzate per trasportare materiali, tra cui armi e medicinali, per aggirare i controlli delle autorità egiziane. I tunnel vengono anche utilizzati per far entrare in Egitto terroristi e miliziani jihadisti provenienti dalla Striscia.
Nel corso delle operazioni condotte lo scorso mese, le forze armate egiziane hanno anche sequestrato enormi quantità di munizioni e materiali esplosivi, oltre a 15 tonnellate di sostanze stupefacenti. Nel corso dei controlli inoltre sono stati fermati 610 clandestini che tentavano di arrivare nel paese tramite queste gallerie. (Fonte: Agenzia Nova, 7 Dicembre 2015) Nell’immagine: le foto dei tunnel tra l’Egitto e la Striscia di Gaza distrutti dall’esercito del Cairo nel Novembre scorso (Emanuel Baroz)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Underground

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 giugno 2011

Roma, 15 giugno – 6 luglio 2011 Officine Fotografiche Via Libetta 1 Vernissage mercoledì 15 giugno ore 19.00 Fotografie di Riccardo Scibetta – A cura di VisiOnAir
C’è una sola luce in fondo al tunnel. La luce della macchina fotografica. L’unica capace di trafiggere il buio, ridare vita a forme, oggetti e colori. “Underground”, proprio come quando si cammina dentro il tunnel di una metropolitana, è una mostra ambientata nella notte. Dove ogni fotogramma appare all’improvviso, squarciando il nero che ci avvolge. E mostrando l’ambiguità del mondo che ci circonda, un mondo di visioni reali e immaginare, che si alternano, si invertono quando meno ce l’aspettiamo. E’ così che Riccardo Scibetta ci porta a scoprire piani inesplorati. A riflettere su ciò che a prima vista, sfugge all’occhio. A interrogarsi sulla dolorosa dualità del reale. Un’immagine non riflette mai soltanto ciò che mostra, ma lascia scorgere dell’altro dietro di sé e dentro di noi. Scibetta lo fa da dietro un obbiettivo: sovrappone pensieri, non chiude staticamente in una scatola predefinita l’esistente, ma in ogni opera, il singolo dettaglio interpreta se stesso e, al contempo, l’insieme dona anima ad una nuova spettacolare visione del presente. La sua tridimensionalità coinvolge e stimola visioni a chiunque si soffermi ad osservare i suoi lampi non distrattamente. L’interpretazione è libera perché è libero il lavoro. Offre suggestioni, chiavi di lettura, illusioni che latenti, si agitano in ogni essere umano. Ma non pretende di fornire gli strumenti per decrittare il mistero. Non è il suo compito. Se lo diventasse, dovrebbe lasciare la macchina fotografica nell’angolo. Scibetta cammina nel dubbio e noi ci lasciamo accompagnare.
Riccardo Scibetta nato a Besana Brianza vive in Sicilia e dopo varie esperienze fotografiche anche con grandi agenzie tra le quali Grazia Neri continua la sua ricerca personale. Ha esposto in Francia, Italia e Germania.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tunnel tra il Mar Rosso e Mar Morto

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 marzo 2010

L’ambizioso progetto della Banca Mondiale, che porterà acqua dal Golfo di Aqaba/Eilat (Mar Rosso) al Mar Morto attraverso un tunnel sotterraneo che si snoderà per 180 chilometri nel deserto, si caratterizza per un’alta valenza ingegneristica ed ambientale.  “Siamo impegnati in un importante progetto di rilievo internazionale, che interessa una zona “calda” del medioriente, compresa fra Giordania, Israele e l’Autorità Palestinese. – dichiara l’Ing. Antonio Paruzzolo, AD di Thetis – Un programma che non solo ha importanti peculiarità sul versante tecnico ed ingegneristico, ma per il quale si prevedono rilevanti ricadute geopolitiche, sociali ed economiche sull’intera area. Attraverso la nostra esperienza, maturata in circa vent’anni di attività, anche l’Italia potrà mettere in campo il proprio know-how e dare un contributo per la realizzazione di un intervento di urgente priorità”. L’obiettivo del programma degli interventi è colmare il deficit idrico del Mar Morto, che si prevede in accentuazione entro il 2040, e generare un maggior apporto di acqua dolce – ottenuta tramite un impianto di desalinizzazione – a beneficio delle popolazioni giordane, israeliane e palestinesi. Il programma, tra la fase di studio e quella attuativa, prevede lo stanziamento di circa 20 miliardi di dollari da parte della Banca Mondiale. Nella squadra incaricata di studiare i possibili scenari sul preziosissimo e delicato ecosistema del Mar Rosso conseguenti la realizzazione del progetto, Thetis svolge un ruolo di primo piano. La società veneziana ha vinto fra diciotto competitor internazionali in gara ed opererà come team leader nei prossimi diciotto mesi in collaborazione con istituti ed esperti che da anni sono impegnati nello studio del Golfo di Aqaba: Interuniversity Institute for Marine Science in Eilat e Israel Oceanographic and Limnological Research (Israele), la Marine Science Station in Aqaba (Giordania) ed il Prof. S. Monismith della Stanford University (USA). I primi passi dello studio si muoveranno già nelle prossime settimane. Dopo la prima fase di raccolta dati, lo staff procederà all’avvio di una serie di misurazioni sul campo e all’elaborazione dei modelli per la valutazione degli effetti dell’opera sul Mar Rosso, ed in particolare sul Golfo di Aqaba/Eilat e trasmetterà una perizia alla Banca Mondiale. In questa delicata fase, Thetis metterà a frutto le sue consolidate competenze, maturate in anni di esperienza nell’ambito di progetti internazionali: l’azienda italiana è stata infatti protagonista anche dell’analisi per la valutazione delle sostenibilità delle isole nella Contea di Chongming (Cina), ha realizzato uno studio per la gestione della mobilità sostenibile a New Delhi (India) ed ha partecipato a numerosi progetti in paesi quali Croazia, Romania, Libia e Thailandia. (foto area)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Galleria Giovanni XXIII: una tragedia annunciata

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2009

“La Galleria Giovanni XXIII è diventato il regno di nessuno: quante altre tragedie dovranno accadere prima che Alemanno si decida a mettere in sicurezza il tunnel?” quanto dichiara Claudio Bucci, Presidente della Commissione Ambiente e Cooperazione tra i Popoli alla Regione Lazio, dopo aver appreso la triste notizia della morte di un giovane a causa di un grosso pneumatico abbandonato nella Galleria in questione. “Lo stato di degrado della Capitale ha raggiunto livelli inammissibili” continua Bucci “La Giunta di centro destra, troppo impegnata a soddisfare gli interessi particolari di qualcuno, dimentica i soli dei quali debba realmente occuparsi: quelli di tutti i cittadini romani”. “A quante altre morti dovremo assistere impotenti prima che il Sindaco si decida a prendere seri provvedimenti sulla Galleria Giovanni XXIII? E, in generale, di questo passo, con questa totale non curanza e mancanza di rispetto nei confronti di ambiente e cittadini, cosa dovremo aspettarci nei prossimi anni? La situazione è realmente critica e occorre affrontare le urgenze in modo serio, responsabile e con la dovuta competenza, cosa che la Giunta capitolina non sa o non vuole fare” conclude il Presidente della Commissione Ambiente.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recognition of qualifications: light at the end of the tunnel

Posted by fidest press agency su sabato, 29 agosto 2009

Would you like to work in an EU Member State other than your own? Nothing could be simpler in theory. After all, this is one of the rights enshrined in the European treaties. But in reality things are not so straightforward because to practise a profession you must show you have the right qualifications. For forty years the EU has been trying to set up a system for the mutual recognition of qualifications.  If an Italian is to practise his profession in Poland on the same terms as a Pole without encountering any obstacles because of his nationality, the professional qualifications he gained in Italy must be recognised in Poland. The draft directive currently going through the European Parliament at second reading covers all kinds of cases: salaried and liberal professions, the provision of temporary services and “regulated” professions such as doctors, nurses and architects. Qualifications will in future be recognised on the basis of coordinated minimum training standards. The Internal Market Committee wants to increase the number of reference levels to five, as it did at first reading, (the Council is proposing only four). The committee has redefined some reference levels to reflect better the education and training levels in different Member States. The professions affected by these measures are listed, by level, in the annexes. The annexes also contain the titles of professions in EU official languages, as it is not always easy to know whether Kinderkrankenschwester, zdravotnický asistent, odontotecnico, zobārstniecības māsa, enestyrmand and dyżurny ruchu really belong to the same professional category.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cosa accade al settore alberghiero?

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 luglio 2009

Resistenti alla crisi! Gli alberghi italiani superano lo stress della recessione e perdono solo punti marginali di occupazione camere. Negli ultimi 12 mesi (periodo luglio 2008-giugno 2009) l’occupazione camere media degli alberghi nelle città italiane subisce una lieve flessione, dai 3 punti in meno di Verona ai 7 punti in meno di Milano e Roma. Questo significa che, nonostante la fortissima diminuzione del movimento congressuale che penalizza l’Europa, le città turistiche e commerciali italiane saranno le prime ad uscire dal tunnel. I dati dell’Italian Hotel Monitor, sondaggio mensile di Trademark Italia che dal settembre 2000 studia il movimento alberghiero in 47 città italiane, dimostrano che la media dei prezzi e di occupazione camere negli ultimi 12 mesi flettono, ma resistono. A Napoli, ad esempio, nel 2007 l’occupazione media delle camere sfiorava il 77%, nel gennaio 2008 era scesa al 38%, oggi la ripresa è evidente (l’occupazione media dell’ultimo anno è al 55%, il prezzo medio è tornato a 106 euro) e la situazione è addirittura migliore di quella che gli albergatori prevedevano.Unico segnale di allarme è quello del livello medio di occupazione camere. Quando si colloca al di sotto del 60% diminuisce o si azzera la redditività. Un caso negativo straordinario è quello di Bologna, vittima di un’ondata di overbuilding, che passa da un invidiabile occupazione camere nell’ottobre 2000 pari al 79,2%, ad una media annua attuale del 49% nelle strutture alberghiere di categoria upscale.  In generale i prezzi espressi dal Monitor (che comprendono piccola colazione e IVA) sono scesi. La variazione negativa vede gli operatori costretti a ridurli per inseguire il mercato, anziché aumentarli per seguire l’inflazione. Sintesi dei prezzi: a giugno 2009 la soglia di resistenza media dei 4 stelle si fissa a 118 euro, mentre negli alberghi a 3 stelle raggiunge i 63 euro.L’Italia alberghiera spesso criticata, in un anno terribile, di altissima difficoltà per la finanza, l’economia e il commercio mondiali, mostra una sorprendente resistenza. Ad andare meglio sono le grandi città turistiche: Venezia, Roma e Firenze. Anche Milano resta sul 63% di occupazione. La contrazione del turismo internazionale, il crollo delle attività congressuali, un minore movimento commerciale facevano presumere una sostanziosa flessione dell’occupazione camere media di queste 10 città, con perdite stimate del 12-15%. Questa ipotesi è stata smentita dai fatti. Considerando il calo a due cifre maturato nello stesso periodo da finanza, mercati e industria, gli alberghi – senza dubbio alcuno – hanno avuto una performance soddisfacente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »