Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Posts Tagged ‘turismo’

Turismo: Unc, bonus vacanze deludente

Posted by fidest press agency su martedì, 11 agosto 2020

“La stagione turistica è compromessa e per risollevarla non può certo bastare un maggior numero di prenotazioni per Ferragosto, né è servito il bonus vacanze” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, intervenendo sulla polemica relativa ai dati Enit.”Dopo una buona partenza, quasi 150 mila richieste il primo giorno utile, il bonus vacanze si è arenato, deludendo le aspettative, arrivando a superare il milione di erogazioni solo dopo un mese dalla sua introduzione, quando al ritmo del primo giorno si sarebbe dovuti arrivare a 4,5 milioni” prosegue Dona.”Per contenere le perdite del settore servono ora misure shock. Fin dal mese di marzo abbiamo chiesto di azzerare l’Iva per viaggi, alberghi e pacchetti turistici, così da scontare i costi dei servizi pagati dai consumatori. Chiediamo che il provvedimento duri fino alla fine dell’anno” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo residenziale: riecco i turisti in Lombardia

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 agosto 2020

Raggiungono le località di vacanza in auto, si fermano più giorni, cercano luoghi per rilassarsi e prima di mettersi in viaggio si informano sulle misure anti Covid: dopo mesi neri, con prenotazioni azzerate, i turisti tornano in Lombardia. Per aiutare il turismo residenziale a ripartire e le famiglie provate dal lockdown e dalla crisi economica causata dalla emergenza sanitaria, l’associazione nazionale di categoria del turismo residenziale Property Managers Italia ha lanciato l’iniziativa “Una casa per gli italiani”: soggiorni in appartamenti e ville con sconti dal 20% in su e con l’omaggio di una polizza assicurativa sanitaria ( grazie ad un accordo raggiunto da Pmi con Europ Assistance Italia, la Care Company del Gruppo Generali). In Lombardia sono oltre 560 le strutture che hanno aderito al progetto: le offerte sono raccolte sul nuovo sito http://www.rentinitaly.it, un progetto pilota creato da PMI, risposta tutta italiana a Booking.com, Airbnb, Expedia. “Questo progetto è un incentivo per rilanciare il turismo lombardo, duramente colpito dalla pandemia” afferma Daniela Maviglia, referente per la Lombardia di PMI. Secondo i dati dell’agenzia Full Price, la Lombardia si attesta come la regione con il più forte calo delle presenze: -60% a giugno, -40% a luglio, -50% la previsione per agosto nelle città lombarde.“Dallo zero dei primi di giugno stiamo lentamente risalendo, abbiamo invertito la tendenza. Le città fanno più fatica, le zone dei laghi invece vanno meglio. Per esempio sul lago di Como, siamo oltre il 50% dell’occupazione delle strutture, con picchi anche del 66%. L’anno scorso a luglio avevamo il 75% delle strutture occupate. Le persone cercano ville con giardino e con piscina, hanno voglia di spensieratezza. Arrivano in auto, quindi oltre agli italiani ci sono tedeschi, belgi, svizzeri austriaci, francesi. All’inizio si fermavano solo una notte di passaggio per altre destinazioni, ora hanno allungato la permanenza media, e noi cerchiamo di incentivarli offrendo esperienze di viaggio e sconti per soggiorni lunghi. Per quanto riguarda la pandemia, c’è chi è spavaldo, chi non viaggia più; tanti prima di prenotare chiedono informazioni sul numero dei contagi, le misure, l’uso delle mascherine, le precauzioni adottate. Rispetto a prima si è creato un rapporto più personale con i clienti” conclude Maviglia.“Il progetto rentinitaly.it è l’iniziativa dei property managers per aiutare un settore, quello del turismo residenziale, che è stato tagliato fuori da tutte le misure prese a livello nazionale e locale” aggiunge Stefano Bettanin, presidente di PMI. “E’ la risposta tutta italiana ai grossi gruppi internazionali quali Booking.com, Airbnb, Expedia”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Imprese del turismo_Faita, Federalberghi, Fiavet e Fipe: prolungamento ammortizzatori Covid-19

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 agosto 2020

Faita (campeggi e villaggi turistici), Federalberghi (imprese turistico ricettive), Fiavet (agenzie di viaggio) e Fipe (pubblici esercizi) esprimono apprezzamento per le proposte emerse al tavolo di confronto che si è tenuto in videoconferenza questo pomeriggio con i Ministri del Lavoro e delle Politiche Sociali Catalfo e per i Beni e Attività Culturali e Turismo Franceschini per aver accolto gran parte delle proposte che le parti avevano condiviso in un avviso comune sottoscritto con Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-Uil il 14 luglio scorso: è quanto si legge in una nota congiunta delle quattro Associazioni che fanno parte di Confturismo e aderiscono a Confcommercio-Imprese per l’Italia.
Nel sottolineare le perduranti difficoltà del settore turismo con cali di fatturato e conseguenti riduzioni dell’occupazione – prosegue la nota – hanno condiviso la proposta di prolungamento degli ammortizzatori Covid 19 per ulteriori 18 settimane con la richiesta di poter fruire dello strumento in continuità con i precedenti periodi e con una maggiore flessibilità sui tempi del suo utilizzo.Faita, Federalberghi, Fiavet e Fipe hanno espresso inoltre parere favorevole anche sulle misure alternative di decontribuzione per chi richiama o ha già richiamato in servizio i propri lavoratori sospesi, con la precisazione che l’incentivo riguardi non solo le imprese che hanno completamente sospeso l’attività ma anche quelle che l’hanno ridotta parzialmente e che interessi anche i lavoratori a tempo determinato e stagionali.L’occasione dell’incontro – conclude la nota – è stata utile per precisare la necessità di modificare le previsioni del decreto “Rilancio” sulla proroga “forzosa” dei contratti a termine, riducendone gli oneri contributivi a carico delle imprese nonché per sollecitare il Governo a considerare, sia pure legata alla straordinarietà dell’emergenza, la reintroduzione dell’istituto dei voucher.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abu Dhabi vede promettenti segni di progresso nel turismo con la riduzione delle restrizioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2020

Abu Dhabi, EAU. Il Dipartimento della Cultura e del Turismo – Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi) ha rivelato oggi segni di progresso nel settore turistico mentre l’emirato si prepara ad aprirsi gradualmente ai viaggi internazionali. I tassi di occupazione degli hotel ad Abu Dhabi sono aumentati del 3% su base annua dal 1° luglio e dovrebbero aumentare ulteriormente con il lancio di una serie di iniziative all’interno dell’emirato volte a rafforzare il settore.Il governo degli Emirati Arabi Uniti ha ricevuto elogi globali per la sua risposta nell’affrontare la pandemia, nonché per come ha gestito in modo proattivo il suo impatto sociale ed economico. A sua volta, il governo locale di Abu Dhabi ha aumentato incessantemente i test per il COVID-19 e ha implementato misure rigorose, che si sono riflesse nella diminuzione dei casi, scesi a meno dell’1% nella città di Abu Dhabi. DCT Abu Dhabi ha anche lavorato a stretto contatto nell’ultimo periodo con partner del settore e parti interessate per introdurre una serie di iniziative per aiutare gli hotel e le attrazioni culturali a riaprire.
Il programma di certificazione ‘Go Safe’ è tra le iniziative lanciate per aumentare contemporaneamente la fiducia dei consumatori e il settore turistico all’interno di Abu Dhabi. Il programma mira a regolare gli standard di igiene in tutti gli hotel di Abu Dhabi attraverso l’implementazione di una serie rigorosa di linee guida in tutte le destinazioni turistiche tra cui centri commerciali, ristoranti, musei, spiagge pubbliche, parchi a tema e altre attrazioni. Ad oggi, oltre l’80% degli hotel di Abu Dhabi ha avviato il processo per ottenere la certificazione ‘Go Safe’, con il W hotel e il Louvre Abu Dhabi tra i primi a ottenere la certificazione.UFC Fight Island, che si svolge sull’isola di Yas ad Abu Dhabi dall’11 al 25 luglio, è un altro importante passo verso il riavvio del turismo nella capitale degli Emirati Arabi Uniti. Abu Dhabi ospita oltre 1.632 membri dello staff locale, oltre a 609 delegati internazionali che raggiungono la capitale con 63 voli commerciali. Tutti i partecipanti alloggeranno in una zona sicura di 11 chilometri quadrati sull’isola di Yas, che comprende sette hotel e diverse strutture dedicate.
“Abu Dhabi è nota da tempo per la sua ospitalità senza pari e la vasta gamma di proposte. I progressi che abbiamo visto dall’inizio di questo mese sono stati raggiunti semplicemente sfruttando le offerte e gli elevati standard di ospitalità esistenti, per aiutarci ad accelerare i risultati nel nostro settore e crescere ulteriormente”, ha affermato SE Ali Hassan Al Shaiba, Direttore esecutivo del turismo e del marketing presso DCT Abu Dhabi. “Il supporto che abbiamo ricevuto dalle autorità governative è stato anche un fattore chiave nello sviluppo del settore turistico. La gestione della situazione attuale è andata oltre l’eccezionale, dandoci un senso di ottimismo per il futuro per la nostra destinazione e il nostro settore”.Il governo ha anche offerto la sua quota di sostegno all’industria del turismo attraverso una serie di programmi, tra cui sconti fino al 20% per l’affitto di ristoranti, strutture turistiche e di intrattenimento e una sospensione delle tasse turistiche e comunali per gli attori del settore per il 2020.Gli hotel di Abu Dhabi hanno iniziato ad aprirsi dopo aver aderito alle linee guida stabilite all’inizio di questo mese a seguito di un lungo periodo di sterilizzazione.Mentre Abu Dhabi si sposta cautamente verso l’apertura dei suoi confini, il turismo sta assistendo a forti collaborazioni in entrambi i settori pubblico e privato per prepararsi alla riapertura di attrazioni e musei importanti, come il Louvre Abu Dhabi, e piani per ospitare grandi eventi nel prossimo futuro.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tariffe residenti per tutti per rilanciare il turismo delle isole minori siciliane

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 luglio 2020

Da Ustica arriva la proposta al Governo della Regione Siciliana per rendere più accessibile e disponibile il turismo delle Isole a tutti gli italiani. Gli operatori turistici di Visit Ustica supportati dalla uno@uno e da Taste&win chiedono al Governo regionale di ragionare e valutare sull’opportunità di applicare per la stagione estiva 2020 , quella post Covid, al fine di incentivare le presenze turistiche sulle isole minori siciliane, un’unica tariffa ridotta come quella applicata ai residenti per tutti coloro che decidono di trascorrere una vacanza ad Ustica o su un’altra isola siciliana.Questa iniziativa, secondo i promotori, certamente favorirebbe la voglia di visitare e scoprire sia Ustica, che altre isole come l’Eolie, l’Egadi o le Pelagie.La tariffa residente è molto conveniente e invoglierebbe sia i siciliani che gli italiani a scegliere le isole siciliane per le loro vacanze estive o autunnali, un ottima strategia per aumentare i flussi turistici e allungare la stagione 2020 sino a dicembre considerate le condizioni climatiche che caratterizza il nostro territorio. “Si applichino i prezzi dei residenti locali a tutti i Siciliani – chiede Girolamo Gigi Tranchina presidente di Visit Ustica – il Governo Regionale è chiamato ad intervenire con urgenza per aiutarci a superare le grandi difficoltà del settore Turistico-Alberghiero derivanti da Covid 19. Viste le difficoltà di spostamento che l’epidemia ha causato, ed il conseguente annullamento di tantissime prenotazioni estive, vogliamo puntare sul turismo Siciliano. Per far questo chiediamo al Governo Regionale che si possano applicare a tutti i Siciliani le tariffe di noi residenti delle isole minori, facilitando in questo modo il turismo dell’Isola, riempiendo i Traghetti e invitando tutti i Siciliani a venire a visitare le nostre meraviglie. Sono tantissime le iniziative possibili, da scontistiche per chi soggiorna per più notti ad altre agevolazioni. Crediamo però che la soluzione più efficace sia proprio l’agevolazione della tariffa; diminuendo il prezzo dei traghetti sarà possibile migliorare la continuità territoriale. Restituiamo tutta la Sicilia ai Siciliani”.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo: Indagine Federconsumatori sul bonus vacanze

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 luglio 2020

Stiamo ricevendo in questi giorni molte segnalazioni di cittadini che si lamentano del fatto che molte strutture alberghiere non accettano i bonus vacanza istituiti dal Governo per agevolare le famiglie, permettendo loro di usufruire delle ferie estive e per sostenere il settore del turismo in grande difficoltà nel nostro Paese a causa della pandemia.
Al di là delle polemiche degli albergatori sulle modalità con cui è stato strutturato il bonus, lo riteniamo un importante strumento di sostegno per le famiglie… se solo venisse accettato! L’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha infatti monitorato 370 strutture in tutto il territorio nazionale, ubicate nelle principali località turistiche al mare, in montagna, nonché nelle città d’arte, chiedendo se accettassero o meno il bonus. I risultati sono stati alquanto deludenti: solo il 46% delle strutture interpellate accetta il bonus vacanze, il 35% non lo accetta, il 19% sta ancora decidendo se accettarlo o meno.
Delle strutture monitorate 210 sono alberghi, 110 sono B&B e 50 sono agriturismi. Gli agriturismi sono le strutture che accettano di più i bonus: di quelli monitorati ben il 60% si è dichiarato disponibile ad accettare tale agevolazione per i soggiorni. Tale percentuale scende al 53% negli hotel e al 36% nei B&B. Sempre presso gli agriturismi risulta elevata (24%) la percentuale delle strutture che stanno ancora decidendo se accettare o meno il bonus. “Un dato allarmante: se da un lato, infatti, è a discrezione dell’esercente la scelta se accettare o meno tale bonus, dall’altra la mancata applicazione dell’agevolazione presso un numero così elevato di strutture rischia di rendere vani gli sforzi che il Governo ha messo in campo per sostenere le famiglie che, a causa della crisi post-covid, saranno costrette in molti casi a rinunciare alle vacanze.” – afferma Emilio Viafora, Presidente Federconsumatori.
Tutto ciò creerà enormi danni all’intero comparto del turismo, settore chiave nell’economia del nostro Paese: basti pensare che, da solo, genera direttamente oltre il 5% del PIL nazionale, che aumenta al 13% se si considera l’indotto.
Per questo è necessario uno sforzo congiunto di Governo e Associazioni di categoria che raggruppano gli esercenti delle strutture ricettive affinché il bonus vacanze diventi uno strumento strategico per rilanciare una stagione turistica avviata al declino.
Nel dettaglio, da un lato è necessario estenderne la fruizione anche attraverso i portali di prenotazione online (OTP): è dato noto che molte famiglie, per cercare le offerte migliori e per risparmiare, prenotano autonomamente le vacanze approfittando di sconti ed offerte online. Le maggiori criticità sollevate dagli albergatori sono i tempi molto ristretti per valutare l’adesione all’iniziativa e la necessità di risorse immediate dopo la chiusura per la pandemia: in tal senso è necessario effettuare degli accordi per far sì che gli albergatori che accettano il bonus possano disporre immediatamente della liquidità, anche attraverso un coinvolgimento delle banche.Ricordiamo infine ai cittadini che Il bonus è fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore, il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene fatturato il soggiorno (con fattura elettronica o documento commerciale).Il contributo arriva a un massimo di 500 euro per nuclei familiari composti da almeno tre persone, 300 euro per due persone e 150 euro per single. In tutti i casi, i beneficiari devono avere un ISEE inferiore a 40mila euro.Il bonus può essere richiesto e viene erogato esclusivamente in forma digitale. Per ottenerlo è necessario che un componente del nucleo familiare sia in possesso di un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE 3.0 (Carta d’Identità Elettonica). Potrà essere richiesto dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 tramite l’app IO, l’applicazione dei servizi pubblici.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo: l’UE avvia una procedura di infrazione verso l’Italia per i rimborsi dei viaggi

Posted by fidest press agency su martedì, 7 luglio 2020

La Commissione Europea ha avviato una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per aver promulgato una normativa nazionale che lascia a compagnie aeree, tour operator e agenzie la facoltà di decidere, in caso di viaggi non fruiti a causa dell’emergenza sanitaria, se restituire ai clienti l’importo versato o se erogare il rimborso tramite voucher. L’avvio del procedimento da parte dell’UE arriva dopo gli interventi già avviati da Enac e Antitrust e dimostra (come se ce ne fosse ancora bisogno!) la necessità di un’immediata modifica della legge che appunto regolamenta questi stessi rimborsi.Lo abbiamo evidenziato più volte nelle scorse settimane e non ci stanchiamo di ribadirlo: non possono essere gli utenti a pagare le conseguenze momento di difficoltà che l’intero comparto turistico sta attraversando. È necessario individuare altri meccanismi a sostegno del settore, garantendo però la tutela dei diritti dei cittadini. Ci chiediamo a questo punto cosa aspetti il Governo ad intervenire e a modificare la normativa, lasciando quindi agli utenti la facoltà di scegliere tra la restituzione della somma pagata e l’emissione del voucher.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ammortizzatori sociali per il sistema turistico

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2020

«Condividiamo fermamente le dichiarazioni del ministro Franceschini sulla necessità di rivedere il sistema degli ammortizzatori sociali in un settore dove la caratteristica della stagionalità richiede uno strumento di sostegno al reddito specifico, come anche sull’urgenza di definire strategie di lungo termine per il post pandemia sostenute da adeguate politiche legislative orientate a riqualificare le strutture ricettive, le infrastrutture e a valorizzare la promozione dell’offerta turistica italiana nel mondo». Così il segretario generale della Fisascat Cisl Davide Guarini ha commentato le dichiarazioni del ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini in audizione oggi alla X Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati sulle iniziative del Governo per sostenere il settore del turismo gravemente danneggiato dall’emergenza epidemiologica.
Il sindacalista, pur valutando positivamente le misure varate fin qui dal Governo, ha dichiarato che «l’assistenzialismo non è sufficiente» e ha sollecitato il «rafforzamento della struttura degli ammortizzatori sociali in un settore labour intensive anche prevedendo uno strumento che salvaguardi la stagionalità e le professionalità che vi operano, caratteristica strutturale del comparto ma oggi nodo scoperto» puntando anche alla definizione di «politiche attive di formazione e riqualificazione ad hoc per il settore». «Il nostro auspicio – ha concluso il sindacalista – è che si dia seguito al confronto avviato con le Parti Sociali firmatarie della contrattazione nazionale di settore per sostenere un comparto strategico dell’economia italiana che vale il 13% del Pil e il 14% dell’occupazione in Italia con oltre 3,5 milioni di addetti compreso l’indotto da esso generato».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Heritage e Territorio: Turismo e coesione economica e sociale

Posted by fidest press agency su domenica, 21 giugno 2020

Roma Lunedì 22 giugno 2020, dalle 15.30 alle 19.00, si terrà il webinar “Heritage e Territorio: Turismo e coesione economica e sociale”, organizzato dall’Università Europea di Roma (UER) e Editoriale Scientifica, con il supporto dell’Ufficio Formazione Integrale dello stesso ateneo.“L’incontro affronterà il tema del turismo quale fattore di sviluppo dei territori e di coesione economica e sociale”, spiega la Prof.ssa Loredana Giani, Coordinatore del Corso di Laurea in Turismo e valorizzazione del Territorio all’UER. “In questa prospettiva si propone di offrire sia un quadro di carattere generale sulle politiche pubbliche di sviluppo dei territori (con un focus sulle aree interne), sia l’approfondimento di alcuni temi particolari, quali il rapporto tra turismo e cultura e quello tra turismo e innovazione. Si alterneranno interventi a carattere teorico-scientifico e interventi di professionisti di settore. Il seminario avrà un respiro internazionale, con la partecipazione del Prof. Yosef Garfinkel della Hebrew University di Gerusalemme”.Il webinar è organizzato nell’ambito delle attività della ricerca PRIN 2017 “Garanzie dei diritti e qualità dei servizi”.
Il webinar sarà aperto dai saluti del Rettore Padre Pedro Barrajon LC e della Prof.ssa Matilde Bini, Direttore del Dipartimento di Scienze umane UER.Seguirà un’introduzione della Prof.ssa Loredana Giani, Coordinatore del Corso di Laurea in Turismo e valorizzazione del Territorio all’UER, sul tema “Turismo e sostenibilità. Quali chiavi di lettura?”La prima sessione, moderata dalla Prof.ssa Loredana Giani, è su “Turismo e sostenibilità: quali chiavi di lettura?”
Ne discutono: Giampaolo D’Andrea, Consigliere del Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Assessore alla Cultura e all’Innovazione del Comune di Matera, Ruggiero Dipace, Professore ordinario di Diritto Amministrativo Università del Molise.La seconda sessione è su “Turismo, patrimonio culturale e programmazione”. Introduce e modera Annarita Iacopino Professore associato di Diritto Amministrativo – UER.
Ne discutono: Giuliano Tallone Dirigente Studi, Innovazione e Statistica – Agenzia Regionale del Turismo, Regione Lazio, Romina Surace, Ricercatore Fondazione Symbola, Antonella Sau Ricercatore T.D. di Diritto Amministrativo – IULM, Luigi Russo, Professore associato di Storia medievale – UER, Margherita Pedrana, Ricercatore di Economia Applicata – UER, Alessandro Geri Responsabile nazionale Sentiero Italia CAI.La terza sessione è su “Turismo e innovazione”. Introduce e modera: Domenico D’Orsogna Professore ordinario di Diritto Amministrativo – Università di Sassari. Ne discutono: Gianluca Casagrande, Professore associato di Geografia – UER, Remo Tagliacozzo Amministratore Unico Zetema.La quarta sessione è su “Turismo e cultura”. Introduce e modera Renata Salvarani, Professore ordinario di Storia del Cristianesimo – UER. Ne discutono: Giovanna Mastrodonato, Ricercatore di Diritto amministrativo – Università di Bari “Aldo Moro”, Guido Traversa Professore associato di Filosofia Morale – UER, Yosef Garfinkel, Professor of Preistoric Archaeology and of Archaeology of the Biblical Period – Hebrew University of Jerusalem, Patrizia Arena Ricercatore T.D. di Storia romana – UER, Gianfranco Gazzetti, Presidente Gruppo Archeologico Romano.Conclude la Prof.ssa Loredana Giani.
Ai lavori si potrà assistere gratuitamente tramite la piattaforma Zoom. A tal fine, è necessaria la previa iscrizione via email a: webinar.turismo.sostenibilita.uer@unier.it

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il turismo tedesco continua a scegliere Albarella

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2020

Il 3 giugno le frontiere italiane si sono aperte agli stranieri. E due famiglie di Monaco di Baviera, proprio il 3 giugno, non hanno perso l’occasione e sono volute tornare nell’Isola di Albarella per la decima volta, scegliendo l’Isola per sportivi e famiglie come meta delle loro vacanza già da subito, non vedendo l’ora di tornare in Italia. E’ la storia delle famiglie Hauc e Korber, che non appena a fine maggio hanno saputo che finiva il lockdown in Italia e si riaprivano le frontiere hanno chiamato il centralino del servizio booking dell’Isola di Albarella per prenotare due case dove alloggiare per otto giorni, ritrovando un po’ di spensieratezza.
“I nostri connazionali ci hanno chiesto se non avevamo paura di venire in Italia a causa del virus, ma noi abbiamo risposto che la diffusione del virus è uguale in tutta Europa. Anzi, solo ad Albarella si trovano spazi così ampi, poca confusione e tanta natura: siamo tranquilli e sereni e stiamo vivendo una bellissima vacanza è più sicuro qui che in città. E’ la nostra decima volta qui e siamo innamorati di questo clima e della spiaggia così ampia, è tutto rimasto bello come sempre”.
Le loro sono due famiglie molto numerose: è composta da 5 persone la prima, da 7 la seconda, e hanno optato per due case singole scegliendole tra la vasta offerta di Albarella Srl. E vogliono lanciare un messaggio ai tanti tedeschi che scelgono Albarella come meta per le loro vacanza: “Non abbiate paura, l’Italia è sempre amichevole, gioviale, bella. E anche molto sicura”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno al turismo e alle scuole paritarie

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 giugno 2020

“Fratelli d’Italia conferma il suo ruolo di opposizione responsabile. Oggi nel corso della discussione sul decreto Liquidità imprese sono stati approvati una serie di ordini del giorno, riformulati da altrettanti emendamenti, che intervengono su temi delicati come quello dei crediti delle imprese verso le P.A., il sostegno al settore turistico e a quello delle piccole imprese e delle professioni”. A dirlo è il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze, a margine dei lavori della Commissione.”Un primo ordine del giorno prevede che per sostenere le imprese sia possibile utilizzare i crediti certificati, vantati dalle stesse verso la Pubblica Amministrazione, per il rimborso dei prestiti bancari – covid. Sempre in tema di crediti delle imprese verso la Pubblica Amministrazione, abbiamo chiesto che sia Cassa Depositi e Prestiti ad anticipare quelle somme derivanti dai crediti certificati. Sul fronte del settore turistico, dimenticato da questo governo, abbiamo presentato ordini del giorno che dispongano la costituzione di un Fondo per contributi a fondo perduto a sostegno del Turismo, e che amplino le misure di sostegno sui canoni di locazione relativi ai mesi di sospensione dell’attività. Inoltre, attraverso un altro ordine del giorno abbiamo ottenuto la condivisione del governo su misure che prevedano lo spostamento del termine per il versamento delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale, che sono ora fissate al prossimo 30 giugno. Infine, per le scuole paritarie, completamente abbandonate da questa maggioranza, abbiamo conseguito la disponibilità del governo a prevedere misure agevolative di sostegno. Ora ci auguriamo che il governo vorrà davvero porre la giusta attenzione su questi ordini del giorno fin dalla valutazione parlamentare del Decreto Rilancio, proprio perché affrontano temi reali ed esigenze pressanti di categorie sociali ed economiche che meritano le giuste risposte” conclude il senatore de Bertoldi.

Posted in scuola/school, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rilancio dell’ospitalità nelle città turistiche italiane

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 giugno 2020

L’emergenza COVID-19 ha colpito il settore turistico globale e diversi addetti ai lavori concordano che il rilancio dell’ospitalità nelle città italiane passerà attraverso fasi graduali e intermedie, all’inizio caratterizzate dall’afflusso di visitatori domestici, per poi assistere a un progressivo ritorno di quelli internazionali. Con la riapertura delle frontiere e la ripresa dei voli aerei dal 3 giugno, gli operatori del settore potranno come sempre fare leva sulla bellezza, l’attrattività e l’accoglienza tipiche delle città italiane. Per farsi notare in un contesto simile sarà necessario andare oltre: si distinguerà chi offrirà ospitalità in appartamenti e case vacanze, che consentono un servizio professionale e di qualità, distanziamenti e spazi per coppie, gruppi e famiglie, e protocolli igienico-sanitari all’avanguardia.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo: Alfieri-Rojc (Pd), Governo sia fermo contro corridoi bilaterali

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 maggio 2020

“Il Governo italiano assuma una posizione fermissima verso i Paesi che stanno progettando corridoi turistici bilaterali o che comunque mirano a escludere l’Italia dalle rotte del turismo estivo. Occorre un’azione molto incisiva sulla Commissione europea e a livello di Consiglio europeo, perché non ci può essere chi approfitta del virus per fare affari e al tempo stesso favorisce lo sfaldamento del mercato unico e dello spazio Schengen”. Lo affermano il capogruppo Pd nella commissione Affari esteri al Senato, Alessandro Alfieri, assieme alla collega dem Tatjana Rojc, dopo che il Ministro del Turismo croato ha annunciato che i turisti provenienti da un gruppo di Paesi dell’Europa nordorientale potranno circolare in Croazia dal 29 maggio, mentre dal 15 giugno si aprirà anche a Germania e Polonia. Per i senatori dem “quanto sta accadendo deve essere riportato nel tracciato degli accordi Ue, per evitare danni alla nostra economia e ripercussioni più ampie sulla stabilità dell’aquis europeo”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo: l’UE interviene sulla questione dei rimborsi di viaggi e vacanze tramite voucher

Posted by fidest press agency su martedì, 19 maggio 2020

La Commissione UE ha inviato a 12 Paesi, Italia compresa, una comunicazione relativa alla possibilità di emissione di voucher a titolo di rimborso per viaggi, biglietti, soggiorni e vacanze inutilizzabili a causa dell’emergenza sanitaria. Una sorta di “lettera di raccomandazione” dunque, in cui la Commissione esorta i Governi degli Stati coinvolti a garantire agli utenti la possibilità di scegliere tra il buono-viaggio e la restituzione dell’importo pagato. Ricordiamo che in base alla normativa vigente, in Italia è invece l’operatore a poter scegliere se rimborsare il cliente o emettere un voucher o ancora proporre un soggiorno/pacchetto di viaggio di valore pari o superiore rispetto a quello acquistato.Si tratta di una notizia importante per un elevato numero di consumatori, anche perché, come abbiamo già detto più volte, numerose famiglie hanno subìto gravi ripercussioni economiche a causa della pandemia ancora in corso e il rimborso degli importi versati risulterebbe prezioso. Inoltre in questo contesto non è possibile e non sarà possibile per qualche tempo stabilire quando e come viaggiare di nuovo e l’utilizzo di un voucher può riservare non pochi problemi soprattutto se, come spesso accade, vengono imposti vincoli troppo rigidi per l’utilizzo del buono stesso. A tale proposito come Federconsumatori abbiamo chiesto alle Associazioni che riuniscono le aziende del settore di assicurare maggiore elasticità nella fruizione dei buoni – sia in termini di validità sei voucher che di possibilità di frazionamento e cessione – senza tuttavia ricevere alcun riscontro. È quindi urgente che il Governo, pur nella salvaguardia di un comparto economico fondamentale come quello del turismo, intervenga in tempi rapidi muovendosi in base alle indicazioni dell’Unione Europea per garantire una reale possibilità di scelta ai cittadini coinvolti.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Commissione europea: Turismo e trasporti

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 maggio 2020

La Commissione presenta oggi un pacchetto di orientamenti e raccomandazioni per aiutare gli Stati membri a eliminare gradualmente le restrizioni di viaggio e consentire, dopo mesi di lockdown, la riapertura delle imprese turistiche nel rispetto delle necessarie precauzioni sanitarie. Gli orientamenti della Commissione mirano a offrire ai cittadini la possibilità di concedersi il necessario riposo, rilassarsi e stare all’aria aperta per qualche tempo. Non appena la situazione sanitaria lo consentirà, i cittadini dovrebbero avere la possibilità di incontrare parenti e amici, nel proprio paese o in un altro paese dell’UE, con tutte le necessarie misure di precauzione e di sicurezza in essere.Il pacchetto mira inoltre ad aiutare la ripresa del settore turistico dell’UE dalla pandemia sostenendo le imprese e garantendo che l’Europa continui a essere la prima destinazione dei visitatori.
L’Europa vanta un ecosistema turistico dinamico. Attività quali viaggi, trasporti, strutture ricettive, ristorazione, attività ricreative e cultura contribuiscono a quasi il 10% del PIL dell’UE e rappresentano una fonte di occupazione e reddito fondamentale in molte regioni europee. 267 milioni di europei (il 62% della popolazione) effettuano almeno un viaggio privato di piacere ogni anno e il 78% dei cittadini europei trascorre le vacanze nel paese di origine o in un altro paese dell’UE.L’ecosistema turistico è stato anche uno dei più duramente colpiti dalle rigorose misure di confinamento e di restrizione dei viaggi imposte a seguito della pandemia da coronavirus. L’Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO) prevede una riduzione degli arrivi internazionali compresa tra il 20% e il 30%, con perdite che oscilleranno tra i 280 e i 420 miliardi di € per l’industria dei viaggi a livello mondiale. L’estate è una stagione fondamentale per il settore turistico europeo, che con 360 milioni di arrivi registra in media ricavi per 150 miliardi di €.
Il pacchetto odierno segue il percorso tracciato dalla tabella di marcia comune europea pubblicata dalla Commissione in cooperazione con il Consiglio europeo il 14 aprile. La tabella di marcia ha definito un approccio graduale alla revoca delle misure di contenimento introdotte a seguito della pandemia da coronavirus.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il turismo è uno dei settori più colpiti dalla pandemia

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 maggio 2020

«Il turismo, settore ad alta intensità occupazionale con 3,5 milioni di addetti compreso l’indotto che rappresentano il 15% degli occupati in Italia, è uno dei settori più colpiti dalla pandemia e sarà anche uno degli ultimi a ripartire. Nel comparto turistico è necessario ragionare su nuovi modelli di aggregazione ma anche sull’impatto sul piano economico e sui riflessi sui posti di lavoro. Il dilemma oggi è come coniugare salute e sicurezza e l’economia anche in questo settore». Lo ha dichiarato il segretario generale della Fisascat Cisl Davide Guarini intervenendo al free webinar promosso dalla Fondazione Adapt dedicato all’impatto del Covid-19 sul settore alberghiero, comparto che ha registrato il crollo vertiginoso del 70% del fatturato e dove le prospettive sulla ripresa non sono certo rosee con previsioni al ribasso e un calo di presenze annunciato anche nei prossimi mesi. «Abbiamo la responsabilità di salvaguardare la salute e la sicurezza e al contempo dare seguito all’economia anche quella del turismo» ha aggiunto il sindacalista sottolineando che «i lavoratori sono prevalentemente sotto ammortizzatore sociale, senza dimenticare il notevole impatto della pandemia sui lavoratori stagionali che difficilmente quest’anno vedranno riattivarsi il rapporto di lavoro». Il sindacalista, pur valutando positivamente le misure varate dal Governo, ha dichiarato che «l’assistenzialismo non è sufficiente» e ha sollecitato il «rafforzamento della struttura degli ammortizzatori sociali anche prevedendo uno strumento che salvaguardi la stagionalità, caratteristica strutturale del comparto ma oggi nodo scoperto, e le professionalità che vi operano» puntando anche alla definizione di «politiche attive di formazione e riqualificazione ad hoc per il settore». «Anche le Parti Sociali dovranno essere pronte a ragionare, ad esempio, sulla costituzione dei Fondi di Solidarietà Bilaterali» ha poi evidenziato Guarini sottolineando il ruolo della contrattazione e della bilateralità di settore per sostenere occupazione e imprese. «Abbiamo sicuramente la necessità come Parti Sociali di valutare quello che avviene e cogliere spunti e le opportunità della crisi» ha dichiarato il sindacalista evidenziando che «la buona contrattazione esistente può essere certo migliorata attraverso la bilateralità». Per Guarini occorre «focalizzarsi sulla formazione professionale e puntare ad una professionalità che sia all’altezza della vocazione turistica dell’Italia» ma anche «sulla salute e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro perché nel turismo c’è contatto diretto e il sistema della sicurezza va dunque rivisto nel suo insieme perchè la sicurezza riguarda il lavoratore ma anche l’utente dell’offerta turistica». «Dovremmo agire con la bilateralità, i fondi interprofessionali e i fondi sanitari integrativi e serve centrare nuovamente la contrattazione come anche serve una discussione sulle nuove condizioni di lavoro che sono mutate, a partire dai temi dell’organizzazione e dell’orario di lavoro fino alla declinazione operativa del lavoro agile da proporre laddove si può» ha poi evidenziato sottolineando che «è fondamentale agire, appena i tempi lo consentiranno, senza pregiudizi rispetto ai temi che verranno sottoposti dai sindacati». Infine un monito rivolto ai furbetti che operano nel settore dell’ospitalità. «Nel turismo si gioca molto sul rapporto fiduciario e sui flussi di clientela. Le regole sono importanti e il tema della salute e della sicurezza rimarrà in auge per molto tempo. Gli imprenditori che tenteranno di recuperare la produttività attraverso l’elusione delle regole non avranno lunga vita» ha chiosato il sindacalista sottolineando che «i lavoratori hanno alzato le antenne e sono molto attenti a quanto accade». «Dobbiamo evitare che i furbetti alberghino facilmente in un settore già fortemente provato. Sistemi di concorrenza tra imprese basati sul non rispetto delle regole – ha concluso – non li potremo tollerare».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Misure insufficienti per il mondo della cultura e del turismo

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 maggio 2020

“Le misure del governo per fronteggiare le restrizioni e le chiusure che hanno colpito la cultura e il turismo sono insufficienti. Parliamo di un mondo che riguarda i settori balneare, museale, ricettivo, editoriale, ludico e sportivo. Fratelli d’Italia è sempre stata collaborativa e ma dobbiamo registrare che su quanto si sta facendo su queste materie di alto impatto pubblico non ci siamo. La crisi provocata dall’epidemia del coronavirus fa sì che questo mondo sarà uno degli ultimi a ripartire e non basta prendere atto di alcuni interventi come quello della proroga ai balneari fino al 2033. E’ necessario ad esempio rimodulare per il 2020 i criteri di accesso alle risorse del Fondo unico per lo spettacolo e del tax credit, prevedere risorse aggiuntive per la filiera del libro e dell’editoria, gli archivi, le biblioteche, i musei, compresi quelli statali o comunali, istituire un fondo con funzione di investimento sia con la Cassa depositi e prestiti sia con l’Istituto per il credito sportivo. Non vogliamo restare sordi alla voce di una Nazione che chiede di più e quindi non mancheremo di essere presenti mantenendo vivo il nostro contributo”. E’ quanto ha dichiarato il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanna Petrenga, nel suo intervento in aula sull’informativa del ministro Franceschini.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

COVID-19 e turismo: deputati chiedono piano d’azione per aiutare il settore

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 aprile 2020

La commissione per i trasporti e il turismo del Parlamento europeo esorta la Commissione a presentare un piano d’azione europeo per aiutare il settore del turismo a superare la crisi.I deputati hanno affermato, in un dibattito con il Commissario per il mercato interno Thierry Breton, che il settore del turismo ha bisogno di maggiore sostegno attraverso misure specifiche, finanziamenti, un maggiore coordinamento a livello europeo e una tabella di marcia mirata. La richiesta di un piano e di una strategia di ripresa, specifica per il settore, ha trovato sostegno fra i deputati di tutti gli schieramenti.Il Commissario Breton ha riconosciuto che il turismo è stato il primo settore colpito dal coronavirus e che sarà probabilmente il più lento a riprendersi dalla crisi. “Dobbiamo trovare una risposta forte”, ha spiegato Breton. “Il turismo è la nostra priorità e cerchiamo di fare il più possibile con i fondi esistenti”.Oltre a fornire sicurezza attraverso finanziamenti a breve termine, il Commissario ha affermato che il turismo dovrebbe beneficiare ampiamente anche dei piani di ripresa dalla crisi che saranno finanziati attraverso il prossimo bilancio UE a lungo termine (2021-2027). Breton sostiene l’idea di una linea di bilancio dedicata “con la profondità e la potenza di fuoco di cui abbiamo bisogno per aiutare il settore a superare questa crisi”.Il Commissario ha anche aggiunto che l’obiettivo finale è quello di riformare e reinventare il settore del turismo e ha proposto di tenere un Vertice europeo per il turismo sostenibile questo autunno.
Diversi deputati hanno chiesto maggiori certezze riguardo alle possibili restrizioni di viaggio e di movimento che potrebbero continuare nei prossimi mesi, compresi divieti di andare in spiaggia, a causa delle regole sul distanziamento sociale. Il Commissario ha spiegato che sono necessarie garanzie sufficienti per la sicurezza e la protezione, prima di poter rimettere tutto in moto. Ha aggiunto che si sta lavorando per facilitare gli spostamenti e che ci sarà più chiarezza prima dell’estate.Per quanto riguarda le questioni relative ai diritti dei passeggeri e ai voucher offerti dalle compagnie a seguito di prenotazioni cancellate, il Commissario ha assicurato che i diritti dei passeggeri rimangono protetti e che gli Stati membri hanno già la possibilità di offrire sostegno alle loro imprese turistiche.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo. Chi deve pagare la crisi… e come risollevarsi?

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2020

Per le fasi 2, 3, 4, etc, oltre al Comitato di esperti guidati da Vittorio Colao, c’è un intenso confronto. Ognuno con le proprie priorità. E il “comparto” turismo è decisamente importante visto che è una delle economie trainanti del nostro Paese.
In virtù di questo, oltre gli incentivi, contributi ed esenzioni previste per tutte le aziende e lavoratori, inclusi quelli del turismo, i decreti del governo hanno previsto che coloro che hanno avuto la sfortuna di avere pagato un viaggio nel periodo di contenimento e per quelli successivi, debbano finanziare un surplus ai vari organizzatori e fornitori di servizi turistici. La norma che stabilisce la discrezionalità dell’azienda turistica di rimborsare in soldi o con voucher di futuro utilizzo, “grida vendetta” poiché straccia qualunque normativa italiana ed europea in materia, cioè il diritto dei viaggiatori a pagare i servizi che si usano e che gli stessi non disdicono per loro “capriccio”. Per questo, aggiungendo anche le violazioni che gli stessi operatori fanno della norma (ovviamente a loro vantaggio) e gli incoscienti inviti di esponenti di governo e associazioni del settore a prenotare (al contrario di come suggerisce l’Unione Europea), abbiamo lanciato l’invito a NON PRENOTARE niente per le prossime vacanze.
In questo contesto è vivo il confronto, stimolato anche da una apertura da parte del ministro del settore Dario Franceschini, per l’istituzione di un “buono vacanze” (300 euro o giù di lì) che dovrebbe invogliare ad andar in vacanza.
Ipotesi sulla quale si legge di tutto: defiscalizzazione per gli acquirenti, valore superiore al prezzo di acquisto, quelli che rispetto al trend dominante già li chiamano “holiday bond” (pur consapevoli che nelle prossime vacanze, se qualche turista ci sarà… sarà solo italiano), fino all’associazione degli agenti di viaggio che chiede la spendibilità di questo buono solo nelle loro botteghe (incredibile ma vero!) Quindi col “buono vacanze” lo Stato dovrebbe indebitarsi per dare soldi alle famiglie perché vadano a infettarsi in luoghi turistici? Tanto varrebbe che lo Stato dia i soldi direttamente agli operatori turistici per tenerli chiusi: dal punto di vista della salute pubblica, non c’è partita.Inoltre… e il bonus per mangiare al ristorante? Anche i ristoranti sono in crisi o no? E quello per i bar, le discoteche… perché no! Auspichiamo che le chiacchiere rimangano tali, anche quelle di ministri, sottosegretari e parlamentari vari. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fiavet: il decreto “Salva Turismo” viene incontro alle agenzie di viaggi

Posted by fidest press agency su martedì, 3 marzo 2020

“Pur in una situazione grave per i riflessi economici conseguenti al Covid-19 le agenzie di viaggi Fiavet si vedono per il momento aiutate nell’emergenza. La sospensione dei viaggi di istruzione sarà infatti solo fino al 15 marzo. Inoltre, per tutti i viaggi di istruzione è prevista la possibilità per le agenzie di viaggio di corrispondere alle scuole un voucher della validità di un anno. “Un congelamento del credito che consente alle agenzie di viaggio prorogare le prenotazioni e non mandare in fumo il lavoro svolto per la programmazione in questo modo le piccole aziende non perderanno liquidità, un fattore basilare per uscire dalla fase di crisi contingente, e allo stesso tempo si potrà permettere agli studenti e alle scuole di recuperare ciò che hanno versato”. Lo ha affermato a caldo, Ivana Jelinic Presidente nazionale della Federazione Italiana Agenzie di Viaggio ed Imprese Turistiche (Fiavet)“Il secondo punto che riprende la proposta Fiavet è la normativa relativa ai rimborsi corrisposti dai vettori aerei, marittimi e ferroviari, fornitori di agenzie di viaggio e tour operator, che rappresentano quasi sempre il costo più importante all’interno di un pacchetto di viaggio. Qui abbiamo il pieno accoglimento delle nostre richieste – ha continuato la presidente Jelinic – in caso di annullamento del pacchetto di viaggio per cause straordinarie, e obbligo di rimborso da parte delle agenzie di viaggio, queste hanno successivamente diritto di rivalsa sui vettori in base a una normativa di diritto internazionale privato applicabile in questi casi, come messo in evidenza da Fiavet, nella sua proposta di emendamento. I pacchetti turistici acquistati nella zona rossa che vedono le persone impedite a partire ovviamente sono annullati, possono essere rimborsati o rimandati. Fuori dalla zona rossa restano validi tutti i pacchetti acquistati tranne quelli verso Paesi che non accolgono gli italiani. Si può scegliere una nuova destinazione, slittare il proprio viaggio, comunque, nei casi in cui sono compatibili i rimborsi, da adesso in poi le agenzie hanno diritto di rivalersi sulle compagnie aeree” fa osservare la presidente. Sospeso anche il versamento delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria fino al 30 aprile. Per Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna riconosciuto il trattamento di cassa integrazione salariale in deroga, per la durata della sospensione del rapporto di lavoro e comunque per un periodo massimo di tre mesi”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »