Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘turismo’

Turismo: Tracollo devastante per l’economia italiana

Posted by fidest press agency su sabato, 18 settembre 2021

“Trentacinque miliardi di euro in meno a causa del tracollo del turismo straniero in Italia dimostrano che quella turistica non è una risorsa settoriale erroneamente definita come economia turistica. Ma è l’asse portante del sistema Italia sul quale da decenni i governi che si sono susseguiti hanno investito poco, hanno legiferato peggio. Nessun settore produttivo italiano è in grado di generare così tanto flusso in così tanti segmenti produttivi e di servizi. L’Italia è cultura, enogastronomia, moda, paesaggio. La pandemia, causa del tracollo, dev’essere anche l’occasione di ripensare le politiche turistiche e consentire all’Italia di recuperare le posizioni perdute nella graduatoria delle rotte internazionali. La parola d’ordine dev’essere: infrastrutture materiali e immateriali- quanto peserà la mancanza di una compagnia di bandiera come Alitalia le cui rotte saranno cannibalizzati dalle low cost); difesa del nostro patrimonio ricettivo contro lo strapotere delle Ota (Booking.com per esempio) , destagionalizzare, rinnovare attraverso incentivi fiscali il sistema ricettivo italiano che dev’essere difeso contro gli appetiti di fondi stranieri che cercano di scalarlo, estensione il bonus 110 anche alle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, tutela delle preziose professionalità”. E’ quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia commentando i dati della Banca d’Italia sul turismo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo e ripresa

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 luglio 2021

“Le ultime prospettive di restrizione e i crescenti allarmismi per i contagi ci lasciano forte preoccupazione. Limitare oggi, seppur parzialmente, il settore turistico e il comparto delle attività connesse sarebbe drammatico per migliaia di imprenditori. Se diffondiamo un nuovo sentimento di paura, rischiamo di innescare catene di disdette. Non si può però demolire, dopo un anno e mezzo di profonda crisi, la ripresa del settore. La salute delle persone resta naturalmente la priorità e per questo è giusto continuare il più rapidamente possibile nelle vaccinazioni. Tuttavia, non ci possiamo permettere di creare sfiducia. Dobbiamo entrare nella fase di convivenza con il virus e realizzare situazioni di equilibrio che consentano alle imprese di lavorare, senza il rischio di nuovi fallimenti e disoccupazione. Mettiamo al centro il parametro dei ricoveri e dei decessi e, considerando che la maggior parte della popolazione è immunizzata e protetta, solo in secondo piano il dato dei contagi”. Così Stefano Bettanin, presidente Property Managers Italia, associazione nazionale di categoria del turismo residenziale. “All’interno della nostra categoria sono state adottate da tempo importanti misure di sanificazione e sono state ridotte al minimo le occasioni di contatto con i clienti. Pur tra ovvi timori – aggiunge Bettanin – il settore sta provando a ripartire grazie al turismo nazionale, soprattutto nelle località di mare. Tuttavia siamo distanti dagli standard del passato data l’assenza dei viaggiatori stranieri. Le perdite rimangono marcate. Anche il Green Pass è uno strumento prezioso che certifica la limitazione del contagio e dobbiamo riuscire a sfruttarlo con raziocinio, a vantaggio della salute e al tempo stesso dell’economia”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Turismo, parte la promozione della Capitale in Italia e all’estero

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 Maggio 2021

Promuovere l’immagine di Roma in Italia e all’Estero per rilanciare il turismo. Con questo obiettivo l’Amministrazione capitolina ha pianificato una serie di iniziative di comunicazione e marketing finalizzate a far ripartire i flussi sia a livello domestico che internazionale in vista della stagione estiva.Nell’ultimo anno, l’emergenza Covid ha fortemente limitato gli spostamenti e svuotato le Città d’Arte, cambiando anche le abitudini e le scelte di chi si appresta a prenotare una destinazione di viaggio, con un’attenzione crescente all’elemento sicurezza sanitaria. Proprio per affrontare la ripartenza e dare ossigeno a uno dei comparti che più ha sofferto per le restrizioni dovute alla pandemia, sono state messe in campo due strategie che mirano ad attrarre, nel breve periodo, visitatori provenienti dall’Italia e, nel medio, turisti dagli Stati Uniti.“Prossima fermata Roma” è il nome della campagna pubblicitaria che viene lanciata per promuovere i viaggi di prossimità nella Capitale in 15 città italiane – Milano, Torino, Firenze, Bologna, Genova, Bergamo, Brescia, Como, Venezia, Bari, Salerno, Napoli, Perugia, Ancona, Parma – raggiungendo, in base alle stime dei fruitori di mezzi pubblici, circa 53mila persone. L’iniziativa mira a catturare l’attenzione dei potenziali visitatori proponendo il nome di luoghi suggestivi di Roma mentre aspettano i mezzi pubblici o mentre sono in giro per invitarli a scoprire le bellezze della Capitale dal vivo. Attraverso il circuito IGPDecaux, che possiede l’esclusiva per affissione sulla maggior parte degli impianti dinamici e fissi afferenti al trasporto pubblico urbano nelle maggiori città italiane, saranno veicolate immagini accattivanti e inedite con l’obiettivo di stimolare la voglia di venire o tornare a Roma. La campagna, studiata analizzando su Google Analytics le nuove abitudini degli Italiani, è indirizzata a chi non ha mai visto la Capitale, a chi l’ha già visitata ma ha nostalgia di andarci di nuovo, a chi non aveva ancora pensato di prenotare un viaggio, agli italiani abituati a fare weekend in capitali europee ancora difficilmente raggiungibili, a coloro che amano l’arte, la storia e l’outdoor. Sempre rivolta al mercato domestico, recuperando i fondi non spesi per la promozione nel corso del 2020, Roma Capitale ha previsto inoltre una seconda azione di comunicazione, a partire dal 31 maggio, che vedrà la veicolazione di video promozionali della Capitale attraverso impianti digital vision nelle metropolitane delle città di Milano (83 schermi), Torino (26 schermi) e Napoli (26 schermi). In linea di continuità con “Prossima fermata Roma”, la campagna durerà fino al 20 giugno, con passaggi dal lunedì alla domenica, dall’orario di apertura della metro fino a mezz’ora prima della chiusura. Protagonista della promozione, una Roma che, oltre a presentarsi come destinazione con un patrimonio storico artistico unico al mondo, è diventata una meta capace di rinnovarsi e proporre itinerari alternativi e inediti.La promozione della destinazione Roma travalica anche i confini nazionali e arriva oltreoceano, per valorizzare il segmento lusso ed enogastronomico della città attraverso la collaborazione con INK Global, Società proprietaria del network televisivo Reach Tv presente nei principali 75 aeroporti del Nord America. Un’opportunità imperdibile per raggiungere un ampio target di americani che rappresentano per Roma il 70% del turismo estero. La selezione degli hub si è focalizzata verso quelli che hanno voli diretti, alcuni già operativi su Roma, anche con protocolli Covid tested. Un video che illustra le eccellenze della tradizione culinaria romana e le nuove tendenze gastronomiche e due filmati che raccontano il lato più cool e più luxury dell’accoglienza e dei servizi a Roma, esaltandone la qualità e l’unicità, saranno trasmessi ogni 60 minuti, per 18 ore al giorno, per tutta la durata della programmazione, negli scali di Newark, New York LaGuardia, Los Angeles, Miami, Boston e Dallas dal 14 maggio al 14 giugno.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo e piano di ripresa U.E.

Posted by fidest press agency su sabato, 13 marzo 2021

Il turismo è senza dubbio uno dei settori più colpiti dalla pandemia, con danni per decine di miliardi e la perdita di migliaia di posti di lavoro. Pertanto non potrà esserci una vera ripartenza europea e italiana senza un sostegno efficace a questo comparto che vale oltre il 10% del PIL e dell’occupazione nell’UE e ha importanti ricadute su settori chiave, quali trasporti, commercio, agroalimentare, industrie culturali e creative, moda, edilizia o cantieristica navale. Questo è particolarmente vero per l’Italia, tra le prime “potenze” turistiche al mondo, dove questa industria, con il suo indotto, incide per oltre il 13% del PIL.Come ha sottolineato il Presidente Mario Draghi nel suo discorso al Senato, imprese e lavoratori del turismo vanno aiutati ad uscire dal disastro creato dalla pandemia. Anche il Commissario europeo responsabile, Thierry Breton, ha affermato che “il turismo è stato di gran lunga il comparto economico più colpito dagli effetti della pandemia, per questo la sua ricostruzione deve essere in cima alla lista delle nostre priorità”. È dunque fondamentale che il Piano per la ripartenza italiano utilizzi al meglio le risorse di Next Generation EU e del nuovo bilancio europeo per aiutare il settore a risollevarsi e sostenere la competitività e trasformazione verso maggiore sostenibilità e digitalizzazione.Per promuovere il confronto su questi temi tra gli operatori e le istituzioni comunitarie, nazionali e locali, l’Ufficio del Parlamento europeo e la Rappresentanza della Commissione in Italia organizzano un evento on line con la partecipazione del ministro Massimo Garavaglia, del vice presidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo (M5S), degli eurodeputati Antonio Tajani (PPE-FI), Brando Benifei (S&D-PD), Marco Campomenosi (ID-Lega) e Carlo Fidanza (ECR-FdI), di Kerstin Jorna, Direttore Generale per il Mercato Interno, Industria, Imprenditorialità e PMI della Commissione europea e di Elly Schlein, vice presidente della Regione Emilia Romagna.All’evento, aperto dai saluti di Carlo Corazza, direttore dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, e di Antonio Parenti, Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, interverranno anche, il presidente di Confturismo Luca Patanè, Marina Lalli, presidente di Federturismo, Bernabò Bocca, presidente Federalberghi, Giorgio Palmucci, presidente ENIT, Fabrizio Licordari, presidente Assobalneari e Saverio Cecchi, presidente Confindustria nauticaModera Alberto Magnani, giornalista de Il Sole24Ore.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo e piano di ripresa UE

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 marzo 2021

Oggi alle ore 10:00. Per promuovere il confronto su questi temi tra gli operatori e le istituzioni comunitarie, nazionali e locali, l’Ufficio del Parlamento europeo e la Rappresentanza della Commissione in Italia organizzano un evento on line con la partecipazione del ministro Massimo Garavaglia, del vice presidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo (M5S), degli eurodeputati Antonio Tajani (PPE-FI), Brando Benifei (S&D-PD), Marco Campomenosi (ID-Lega) e Carlo Fidanza (ECR-FdI), di Kerstin Jorna, Direttore Generale per il Mercato Interno, Industria, Imprenditorialità e PMI della Commissione europea e di Elly Schlein, vice presidente della Regione Emilia Romagna. All’evento, aperto dai saluti di Carlo Corazza, direttore dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, e di Antonio Parenti, Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, interverranno anche, il presidente di Confturismo Luca Patanè, Marina Lalli, presidente di Federturismo, Bernabò Bocca, presidente Federalberghi, Giorgio Palmucci, presidente ENIT, Fabrizio Licordari, presidente Assobalneari e Saverio Cecchi, presidente Confindustria nautica Modera Alberto Magnani, giornalista de Il Sole24Ore. Il turismo è senza dubbio uno dei settori più colpiti dalla pandemia, con danni per decine di miliardi e la perdita di migliaia di posti di lavoro. Pertanto non potrà esserci una vera ripartenza europea e italiana senza un sostegno efficace a questo comparto che vale oltre il 10% del PIL e dell’occupazione nell’UE e ha importanti ricadute su settori chiave, quali trasporti, commercio, agroalimentare, industrie culturali e creative, moda, edilizia o cantieristica navale. Questo è particolarmente vero per l’Italia, tra le prime “potenze” turistiche al mondo, dove questa industria, con il suo indotto, incide per oltre il 13% del PIL. Come ha sottolineato il Presidente Mario Draghi nel suo discorso al Senato, imprese e lavoratori del turismo vanno aiutati ad uscire dal disastro creato dalla pandemia. Anche il Commissario europeo responsabile, Thierry Breton, ha affermato che “il turismo è stato di gran lunga il comparto economico più colpito dagli effetti della pandemia, per questo la sua ricostruzione deve essere in cima alla lista delle nostre priorità”. È dunque fondamentale che il Piano per la ripartenza italiano utilizzi al meglio le risorse di Next Generation EU e del nuovo bilancio europeo per aiutare il settore a risollevarsi e sostenere la competitività e trasformazione verso maggiore sostenibilità e digitalizzazione.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ministero del Turismo. Un inutile baraccone

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2021

Col nuovo governo abbiamo la ricomparsa del ministero del Turismo. Lo guida il leghista Massimo Garavaglia. Nel 1993, l’82,28% degli italiani lo abolì con un referendum. E fu istituzionalizzato un dato di fatto che da tempo era un doppione: ogni Regione si gestisce il proprio. Di conseguenza le Regioni si sono organizzate, anche rappresentanze all’estero. Le infrastrutture si sono adeguate. Gli aeroporti, per esempio. Prima ce n’erano due grossi e alcuni piccoli, ogni Regione oggi ne ha più d’uno. C’è bisogno di un ministero per gestire anche tutti questi aeroporti? Il fatto che il Turismo sia fondamentale per l’economia nazionale giustifica il passaggio dalle Regioni al Governo? Ma non sarà un passaggio… ogni Regione continuerà le proprie politiche, e lo Stato si aggiungerà. Per cosa? Distribuire meglio i fondi Ue?… e c’era bisogno di un ministero per questo? Non bastava il ministero dello Sviluppo Economico?
Abbiamo un presentimento. Come è accaduto per il ministero delle Politiche Agricole (abolito nel 1993 con referendum: 70,23% a favore) e reistituito da tempo, una nuova burocrazia rispetto a politiche che sono solo comunitarie e regionali.Ci sono diversi elogi per la ricomparsa del ministero del Turismo. I disperati di una delle economie più colpite dalla pandemia, talvolta vi si aggrappano come a quelli che portano le sigarette e le arance in prigione. Era questo l’effetto desiderato? Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il nuovo esecutivo lavori al rilancio del turismo residenziale”

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

“Dal nuovo governo ci aspettiamo un cambio di passo nei confronti del mondo del turismo residenziale, riconoscendo il suo ruolo e favorendo la sua ripresa: lo chiedono i gestori di oltre 500mila alloggi, e lo chiedono i 70mila lavoratori che operano in questo campo”. E’ quanto afferma Stefano Bettanin, presidente di Property Managers Italia, associazione nazionale di categoria del turismo residenziale.
“I governi precedenti – sostiene Bettanin – non hanno recepito appieno le sollecitazioni che venivano dal nostro settore, che alla vigilia della crisi determinata da pandemia e lockdown era arrivato a pesare due punti e mezzo di Pil, e che superata la fase più acuta dell’emergenza ha dimostrato di sapersi adattare meglio al nuovo scenario.” “Ci auguriamo – conclude Bettanin – che un nuovo governo di alto profilo, come quello che Mario Draghi sta formando, comprenda come il mercato del turismo sia profondamente cambiato, e come questo debba essere aiutato: da un lato con un sostegno economico per superare questa fase di crisi, e dall’altro con un riordino del quadro normativo che possa liberare le potenzialità del turismo residenziale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

UNC: auguri al Governo Draghi, bene Turismo da solo

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2021

“Auguriamo buon lavoro al Governo Draghi. Come abbiamo fatto sempre, giudicheremo il Governo dai fatti e dai provvedimenti che concretamente prenderà” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la lista dei ministri del Governo Draghi”. In ogni caso, condividiamo la scelta di avere un mistero per il solo turismo, un settore particolarmente in crisi che speriamo sia al più presto rilanciato, così come condividiamo la scelta di un mistero dedicato per le politiche energetiche che meritano un’attenzione ad hoc” conclude Dona.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo, i dati Otex su Venezia

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 gennaio 2021

Il fatturato generato sul territorio di Venezia dal turismo residenziale, nei primi undici mesi del 2020, è stato di 70,2 milioni di euro, con una perdita del 63,74% rispetto allo stesso periodo del 2019: è quanto emerge dall’analisi di Otex, primo osservatorio sul turismo residenziale extralberghiero in Italia, che ha avviato una serie di studi per avere una visione più completa e corretta del fenomeno in un momento molto delicato per il settore del turismo, colpito duramente dalle conseguenze della pandemia Covid-19 e dalle conseguenti politiche di lockdown. Dopo i numeri positivi del primo bimestre (+5,15% a gennaio, +27,5% a febbraio anno su anno), il trend del fatturato 2020 in Laguna è stato negativo da marzo in poi, con la flessione più cospicua nel mese di maggio (-80,53%). Il mercato analizzato da Otex, all’ultimo aggiornamento, presenta una riduzione dell’offerta di annunci di oltre 1.620 unità. “In percentuale quindi stimiamo una riduzione delle unità attive nel mercato del 22,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”, spiega Marco Nicosia, data analyst di Otex, evidenziando come “sempre più operatori, in maniera progressiva da marzo, stiano perdendo fiducia nel turistico e siano sempre più usciti dal mercato, con un rallentamento di questo fenomeno in settembre 2020”. La variazione percentuale mese su mese dell’offerta, infatti, è stata del -22% circa a novembre, contro il -19% rilevato ad agosto e il -10% di maggio. “Venezia è stata colpita prima dall’acqua alta e poi dal Covid, e oggi ci troviamo con una città completamente vuota”, afferma Stefano Bettanin, presidente di Property Managers Italia, secondo cui “oggi c’è la necessità di aiuti concreti, di un sistema di semplificazione che consenta di rilanciare il turismo extralberghiero. Il primo settore che ripartirà una volta esaurita l’emergenza sarà questo, e rimetterà in moto altre attività che oggi sono ferme. Non è né giusto né utile puntare il dito, come è stato fatto anche a Venezia, contro un settore che ha permesso alle città di vivere, e che le altre città europee, pensiamo per esempio a quanto accade in Francia, si stanno muovendo per incentivare”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abu Dhabi riapre al turismo internazionale

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 dicembre 2020

Abu Dhabi. Lo ha annunciato il Department of Culture and Tourism – Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi), dopo che l’Abu Dhabi Emergency Crisis and Disasters Committee for Covid-19 ha riesaminato e aggiornato le misure attuate dal Paese, comprese le procedure relative all’ingresso di visitatori internazionali.Abu Dhabi continuerà ad implementare misure rigorose in materia di salute e sicurezza per contenere la diffusione del virus e garantire il benessere di residenti e visitatori. I viaggiatori di tutto il mondo potranno volare nella capitale dopo aver presentato un risultato negativo del test PCR Covid-19 valido ricevuto entro 96 ore prima della partenza programmata.All’arrivo ad Abu Dhabi, i viaggiatori dovranno fare un secondo test PCR. I viaggiatori degli stati citati nella ‘green list’ non saranno più obbligati a sottoporsi alla quarantena dopo aver ricevuto un risultato negativo. I viaggiatori provenienti da altri Paesi dovranno invece sottoporsi ad un isolamento fiduciario di dieci giorni. Tutti i viaggiatori dovranno eseguire un test PCR il sesto giorno di permanenza, se soggiorneranno nella capitale per sei o più giorni, e il dodicesimo giorno, se si tratterranno per 12 o più giorni.Ulteriori informazioni sui requisiti e le procedure di viaggio, nonché l’elenco dei Paesi “green”, che verrà aggiornato ogni due settimane, sono disponibili su https://visitabudhabi.ae/en/plan-your-trip/covid-safe-travel/permitted-countries. L’impegno, le iniziative e i regolamenti messi in atto da Abu Dhabi per contenere la diffusione del Covid-19, garantendo nel contempo la continuità dell’attività economica, hanno avuto un grande successo. Le misure adottate hanno consentito all’emirato di mantenere una percentuale eccezionalmente bassa (0,39%) di casi confermati sul totale dei test effettuati.S.E. Saood Abdulaziz Al Hosani, Undersecretary di DCT Abu Dhabi, ha dichiarato: “Accogliere il mondo nel nostro Paese è al centro della visione di DCT Abu Dhabi e siamo lieti che i turisti internazionali possano tornare ad esplorare l’offerta variegata del nostro splendido e vibrante emirato, con la garanzia di viaggiare in una delle mete più sicure al mondo. Sono orgoglioso dell’efficienza e dell’innovazione dimostrate da DCT Abu Dhabi quest’anno, poiché abbiamo saputo reinventare il nostro approccio alla cultura e al turismo, per tornare accogliere i viaggiatori internazionali, proteggendo al contempo il benessere della nostra comunità e dei turisti, che rimane la nostra massima priorità”.S.E Ali Al Shaiba, Executive Director of Tourism and Marketing di DCT Abu Dhabi ha aggiunto: “Il governo e le autorità sanitarie di Abu Dhabi hanno implementato i più elevati standard di sicurezza possibili, insieme a linee guida che continuano ad essere rigorose ed efficaci, permettendoci di accogliere i viaggiatori internazionali senza compromettere la salute pubblica. Abbiamo riscontrato una straordinaria capacità del nostro settore nel garantire la conformità dei livelli igienico-sanitari previsti dalla pionieristica certificazione Go Safe promossa da DCT Abu Dhabi, che fornisce sicurezza e garanzia assoluta a residenti, turisti locali e visitatori internazionali”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia del turismo dell’olio si mette in gioco

Posted by fidest press agency su martedì, 1 dicembre 2020

Oltre 100 esperienze in gara, 13 Regioni coinvolte, frantoi e aziende olivicole protagonisti assoluti dell’offerta turistica dedicata al mondo dell’olio extravergine in Italia, con più del con 50% delle proposte prevenute. Tra le categorie in gara, spiccano tour operator/agenzie di viaggio e altri enti come Pro Loco e Associazioni (il 25% delle esperienze in gara) seguono dimore storiche/hotel/B&B/agriturismi, ristoranti ed osterie e solo in fondo musei dedicati all’olio/frantoi ipogei/uliveti storici e oleoteche. I numeri del Primo Concorso nazionale dedicato al Turismo dell’Olio promosso dall’Associazione Città dell’Olio con la direzione scientifica della prof. Roberta Garibaldi, parlano chiaro: il turismo dell’olio è un settore in forte espansione che ha nei produttori ma anche negli operatori turistici e negli organizzatori di eventi, il suo motore principale. La distribuzione dell’offerta turistica legata all’olio ha un andamento omogeneo da nord a sud. Sono le Regioni con la maggiore presenza di Città dell’Olio ad aver strutturato percorsi ed eventi dedicati alla scoperta dell’oro verde e del paesaggio olivicolo: Toscana e Liguria in testa, Puglia e Lazio a seguire. Nelle esperienze in aziende e frantoi la partecipazione alla raccolta delle olive, in totale sicurezza e passeggiata nell’oliveta con degustazioni del prodotto vanno per la maggiore. Ma sono suggeriti anche e pic-nic tra gli olivi, visite guidate al frantoio con spiegazione delle varie fasi di produzione dell’olio extravergine di oliva. Tra gli eventi speciale molti laboratori con le scuole, per bambini ed adulti e alcuni tour culinari. Dimore storiche, hotel, B&B e agriturismi si sono organizzate con possibilità di assistere alla raccolta delle olive ma anche con alcune idee innovative: la possibilità di adottare un olivo e riceverne, ogni anno, l’olio prodotto; pacchetti benessere a tema olio: massaggi in spa con prodotti a base di olio extravergine di oliva, esperienze emozionali a piedi nudi nell’erba, meditazione, corsi di cucina con degustazione. Gli organizzatori di viaggi ed eventi puntano tutto sulle su attività esperienziali negli oliveti e negli oliveti monumentali. Qui il visitatore viene accolto da bevande a base di foglie di olivo e può degustare l’olio evo abbinato a prodotti del territorio. Ma ci sono alcuni elementi molto curiosi oltre la tradizionale visita ai frantoi che non manca mai, come la possibilità di fare lezioni di yoga, di assistere a performance teatrali e letture di poesie sull’olio, fare pranzo sotto gli olivi accompagnati da musiche e canti della tradizione, partecipare a corsi di ceramica decorando le oliere. La presenza e l’utilizzo della Carta degli Oli delle aziende del territorio è il punto di forza delle proposte dei ristoranti e delle osterie. Ma accanto alle più tradizionali proposte di abbinamento olio – cibo, olio e pizza gourmet e olio nell’elaborazione dei dessert come il gelato, ci sono interessanti soluzioni come la presenza di punti vendita e oil bar all’interno del ristorante. “Siamo molto felici della risposta entusiastica delle 115 strutture che hanno scelto di partecipare al nostro Concorso Turismo dell’Olio. È un segnale di forte interesse che nella fase iniziale di un progetto ambizioso come questo ci conferma che siamo sulla buona strada, che abbiamo avuto una grande intuizione, che c’è voglia in questo settore di investire e fare la differenza con proposte turistiche e buone pratiche in grado di coniugare qualità, sostenibilità, innovazione. Noi sappiamo che è da uno sforzo sinergico di messa a sistema di tutte le esperienze e dei tanti expertise specifici su questo tema che può nascere un grande movimento per l’oleoturismo in Italia.” Nei prossimi giorni la giuria di esperti presieduta dalla prof.ssa Roberta Garibaldi, tra i massimi esperti italiani del settore, autrice del Rapporto annuale sul Turismo Enogastronomico Italiano, Giorgio Palmucci Presidente di ENIT, Roberto Di Vincenzo Presidente di ISNART–Unioncamere, Michele Sonnessa Presidente dell’Associazione nazionale Città dell’Olio, Nicola D’Auria Presidente del Movimento Turismo del Vino e dell’Olio, Paolo Morbidoni Presidente Federazione italiana Strade del Vino e dei Sapori, Colombe McCarthy Director Europe div.- Destinations & Adventures (Usa), Fabiola Pulieri giornalista enogastronomica e sommelier dell’olio, Alberto Grimelli direttore di Teatro Naturale, la foodblogger Alice del Re (Pane Libri e Nuvole) e la travelblogger Elisa Orlando (In giro con Piccinaccia) decreteranno la rosa dei 3 finalisti per ogni categoria. La proclamazione dei vincitori finali, con evento dedicato, è prevista nei primi mesi del 2021. Intanto il pubblico sta votando la sua preferita attraverso il sito http://www.turismodellolio.com, dove tutte le esperienze in gara sono visibili per la votazione fino al 6 dicembre.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi celebra l’arte promuovendo lo scambio culturale

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2020

Abu Dhabi. In linea con il proposito di Abu Dhabi di migliorare e affermare la propria posizione come crocevia culturale, il Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi ha organizzato un appuntamento artistico virtuale intitolato “Fine Art and Cultural Exchange”, in collaborazione con l’Ambasciata spagnola negli Emirati Arabi Uniti e l’Istituto Italiano di Cultura ad Abu Dhabi. Questo evento speciale, lo scorso ottobre, ha riunito diversi artisti emiratini, italiani e spagnoli specializzati nell’illustrazione di libri per bambini. Al programma hanno partecipato l’artista italiana Maria Sole Macchia, lo spagnolo Adolfo Serra e gli artisti degli Emirati, Wafa Ibrahim e Asma Ibrahim. Commentando l’iniziativa SE Abdullah Majed Al Ali, Executive Director Dar Al Kutub Sector presso il Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi ha dichiarato: “Le circostanze eccezionali che il mondo intero sta attraversando in questo momento rendono ancor più indispensabile un sostegno agli artisti locali, rafforzando la cooperazione tra le varie istituzioni ed enti governativi e culturali. Questa prima iniziativa è il risultato di un’ampia collaborazione tra il settore Dar Al Kutub, l’Ambasciata spagnola e l’Istituto Italiano di Cultura. In futuro incrementeremo la nostra partnership per organizzare un maggior numero di eventi, garantendo agli artisti una piattaforma che consenta di mostrare al pubblico il loro talento e la straordinaria creatività”.Jaime Iglesias Sánchez-Cervera, Deputy Head of Mission presso l’Ambasciata di Spagna negli Emirati Arabi Uniti, ha affermato: “Siamo onorati di aver preso parte a questo illustre evento artistico realizzato grazie ad una stimolante collaborazione triangolare. È solo attraverso lo scambio di conoscenze ed esperienze, in questo caso relative all’arte illustrativa, che possiamo imparare gli uni dagli altri e contribuire al progresso dei vari paesi”.Ida Zilio-Grandi, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Abu Dhabi presso l’Ambasciata italiana negli Emirati Arabi Uniti, ha dichiarato: “L’Istituto Italiano di Cultura è lieto di aver contribuito a questo evento nato dalla cooperazione tra artisti italiani, emiratini e spagnoli per incoraggiare lo scambio culturale nei vari continenti. Desideriamo ringraziare il Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi e l’Ambasciata spagnola per questa opportunità di collaborazione a stretto contatto e non vediamo l’ora di rinnovare il nostro impegno nelle occasioni future”.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo dell’olio

Posted by fidest press agency su domenica, 8 novembre 2020

E’ on-line il sito http://www.turismodellolio.com dedicato alle migliori esperienze turistiche legate all’extravergine nelle Città dell’Olio. Un’iniziativa mai realizzata prima, nata di pari passo con la prima edizione del Concorso nazionale Turismo dell’Olio che celebra questo settore del turismo made in Italy in forte espansione, mettendo in competizione tra loro, le più interessanti proposte turistiche legate all’oro verde. Un progetto ambizioso, promosso dall’Associazione nazionale Città dell’Olio e affidato alla direzione scientifica della prof.ssa Roberta Garibaldi, tra i massimi esperti italiani del settore, autrice del Rapporto annuale sul Turismo Enogastronomico Italiano. Il sito che descrive tutte le fasi del Concorso (obiettivi, regolamento, criteri di valutazione, giuria, premi) ha il suo cuore pulsante nella sezione dedicata ai partecipanti al Concorso. Qui entro il 15 novembre saranno pubblicate tutte le esperienze in gara divise per regioni e per categorie: Frantoi/Aziende olivicole; Oleoteche; Musei dedicati all’olio/Frantoi Ipogei/Uliveti Storici; Ristoranti/Osterie; Dimore Storiche/Hotel/B&B/Agriturismi; Tour operator/Agenzie di viaggio/Altri organizzatori di esperienze (ProLoco/Associazioni). La novità è che il sito resterà a disposizione degli utenti ben oltre il Concorso e la votazione effettuata dalla giuria e dal pubblico con votazione online. Anche dopo la proclamazione dei vincitori del Concorso, gli internauti curiosi potranno continuare ad accedere a questa area dove resteranno visibili e navigabili tutte le esperienze turistiche che hanno preso parte alla competizione. Il sito è stato pensato, infatti, come una vera e propria guida online per il visitatore curioso ed appassionato di olio, una vetrina permanente che ospiterà sempre nuove e originali proposte di oleoturismo: dalla partecipazione alla raccolta delle olive alle visite guidate in frantoio per conoscere le fasi del ciclo produttivo dell’olio, passando per le degustazioni, i corsi di assaggio e di cucina, i laboratori per famiglie e bambini, le cene a tema, le camminate e i pic-nic e ogni genere di evento che ha come protagonista l’extravergine di oliva, alimento principe della Dieta Mediterranea. Ogni esperienza pubblicata sul sito http://www.turismodellolio.com sarà corredata di una scheda con tutte le informazioni utili: una descrizione dell’esperienza, la storia che c’è dietro l’esperienza, una gallery fotografica, le info di contatto su come prenotare o raggiungere il luogo dove si può vivere l’esperienza. Dunque, poi, non resta che scegliere quella che fa al caso vostro!

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sostegno al turismo sostenibile? Tante parole pochi fatti

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Non solo le città d’arte fanno del nostro territorio una delle principali mete turistiche a livello mondiale: un nuovo tipo di turismo, ambientale e sostenibile, di riscoperta del territorio e delle tradizioni locali, è nato in questi anni e cresce rapidamente, in risposta ai bisogni e ai desideri dei viaggiatori. Sono le Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) le figure professionali con il compito di accompagnare in natura in sicurezza, divulgando ed educando alla sostenibilità ambientale, oggi duramente colpite dalla paralisi economica che ha investito il Paese.La stagione turistica conclusa dimostra che la filiera turistica verde e l’economia sostenibile a basso impatto, costituiranno una delle forze principali del paese nella fase di rilancio post covid ma a fronte di grandi dichiarazioni di aiuto al settore tramiti incentivi, la figura delle GAE rimane tuttora esclusa dalle misure attuali di ristoro. Chiediamo con questa lettera aperta un atto di lungimiranza e innovazione, che accosti la nostra figura professionale a quelle del turismo tradizionale: un segnale concreto verso la ripresa delle attività e a favore dello sviluppo di un’economia sempre più sostenibile.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il bilancio del turismo in Italia nel 2020

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2020

Il DPCM del 24 ottobre scorso, l’ultimo in ordine di tempo che ha introdotto ulteriori restrizioni per cercare di contenere i contagi da coronavirus, inciderà di nuovo pesantemente sul settore turistico, già fortemente colpito dalla pandemia. Il Centro Studi del Touring Club Italiano ha analizzato flussi e dati per ipotizzare come chiuderà questo annus horribilis e per elaborare una strategia che guardi al futuro.“È chiaramente essenziale dare ristoro a tutti quei settori che sono stati chiusi per garantire a professionisti e aziende la sopravvivenza nelle prossime settimane – afferma Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano – ma occorre parallelamente guardare oltre e costruire già oggi la nuova normalità che ci attenderà nel medio periodo. Gli sforzi e le energie che si stanno impiegando nell’affrontare il quotidiano non possono distoglierci dall’attenzione che dobbiamo porre a ricostruire il nostro Paese. Pensare al futuro vuol dire prima di tutto avere chiara la visione da assegnare al Piano Nazionale Ripresa e Resilienza, occupandosi non soltanto delle singole tessere del mosaico, ovvero dei progetti, ma dell’immagine complessiva che da quel mosaico potrà uscire. Dal nostro punto di vista, anche sulla base delle rilevazioni condotte dal nostro Centro Studi su quanto accaduto nell’estate da poco conclusa, crediamo che la strategia di rilancio del settore debba far leva su alcuni aspetti principali. In primo luogo, una più spinta digitalizzazione dell’offerta perché sia più attrattiva e nota a livello internazionale, un approccio sempre più sostenibile e responsabile per rispondere in modo contemporaneo alle sfide dello sviluppo puntando sui valori dell’accoglienza, che connota ancora il viaggio in Italia, e una maggiore centralità delle aree interne che possono diventare attrattori fondamentali per il nuovo corso del turismo”.Provando a ipotizzare una stima di chiusura del turismo incoming a fine anno, se le misure di contenimento non dovessero essere sufficienti a rallentare il contagio e fosse necessario un nuovo lockdown generalizzato, è probabile che si possa arrivare per fine anno a una riduzione di circa il 70%, pari a una perdita di oltre 40 milioni di viaggiatori e di 30 miliardi di euro per la spesa turistica nel 2020.Per quanto riguarda, infine, i flussi domestici – quelli su cui si è basata la timida ripresa estiva –, è probabile che, se dovesse bloccarsi la macchina del turismo invernale, l’andamento di fine anno sarebbe ugualmente drammatico. I dati provvisori gennaio-giugno segnalano già -58% e la chiusura 2020 potrebbe segnare una perdita complessiva di 125 milioni di presenze cui parallelamente potrebbe corrispondere un calo della spesa domestica stimata in circa 40 miliardi di euro rispetto al 2019.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo: Bocca,urgenti aiuti per sopravvivenza imprese

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Per il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, è necessario e urgente aiutare le imprese, ricordando come ai primi di settembre più di 6 mila alberghi non abbiano riaperto.”Anche secondo i consumatori, dopo il fallimento del bonus vacanze, urgono interventi sostitutivi” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Il ministro Franceschini aveva assicurato il 22 settembre che le risorse non utilizzate del bonus turismo non sarebbero andate perdute e sarebbero rimaste al settore. Il problema è che non si può attendere fino alla fine dell’anno per capire quanto avanzerà di quello stanziamento e a quel punto decidere che fare. Sarebbe troppo tardi! Inoltre quelle risorse non basta che restino al settore, devono andare ai consumatori, così da far ripartire la domanda” prosegue Dona.”Bisogna ammettere ora che il bonus turismo è stato un flop e decidere subito che fare. Noi riteniamo che il Governo debba scontare l’Iva fino alla fine di gennaio 2021, così da incentivare settimane bianche e vacanze invernali” conclude Dona.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo: è stato tra i più colpiti dalla pandemia

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 ottobre 2020

Le conseguenze più preoccupanti sono quelle sull’occupazione: solo ad agosto e solo per alberghi e ristoranti sono state autorizzate 44 milioni di ore di cassa integrazione, corrispondenti a 254mila mensilità a tempo pieno. Ancora più allarmante è quanto riportato nella relazione di accompagnamento al decreto agosto: da gennaio a maggio 2020 le assunzioni nei settori turismo e terme si sono ridotte dell’80% per i contratti di lavoro stagionale e del 60% per quelli a tempo determinato. Per i prossimi mesi, le previsioni non migliorano, infatti, da agosto a fine anno, il Governo stima una riduzione delle assunzioni nell’ordine del 70%. Durante il lockdown pressoché tutte le aziende del settore hanno dovuto sospendere l’attività per quasi tre mesi per legge o sono state costrette a reinventarsi l’attività. Solo gli alberghi avevano la possibilità di rimanere aperti ma, non avendo ospiti, molti hanno dovuto chiudere. Da marzo a maggio 2019 la media mensile dei lavoratori dipendenti nel turismo è stata di 1.262.921 unità. Di queste il 59,8% aveva contratti a tempo indeterminato, e quindi tutelata dal blocco dei licenziamenti, ma il restante 40,2% erano lavoratori con contratto a termine o stagionali. Chi ha visto scadere il proprio contratto difficilmente ha trovato altre occasioni d’impiego, specialmente all’interno del settore. Da qui un ulteriore elemento di preoccupazione: la dispersione di competenze e professionalità che rischia di impoverire il settore e compromettere le capacità di ripresa. Sebbene gli italiani non abbiano rinunciato del tutto alla vacanza ed abbiano avuto modo di scoprire meglio i propri territori, preoccupa l’approssimarsi dell’autunno. Con la riapertura delle scuole, la stagione estiva è ufficialmente conclusa e il settore non può sostenere i costi di un intero anno con i proventi di appena tre mesi di lavoro. Senza contare poi che mancano all’appello i turisti stranieri, cioè il segmento di mercato a maggior valore aggiunto in termini di spesa. Dall’esame dettagliato della situazione occupazionale del 2019, fotografata dal XII rapporto “Osservatorio sul mercato del lavoro nel turismo” redatto da Federalberghi e FIPE per conto dell’Ente Bilaterale Nazionale Turismo, si possono comprendere le enormi ricadute che l’emergenza Covid ha avuto e avrà. Nel 2019 gli occupati dipendenti nel settore turistico sono stati nella media dell’anno 1.300.512, con un aumento rispetto al 2018 del 4,7%. In particolare, si trattava di donne 2 (52,6% sul totale) e i giovani (il 60,1% ha meno di 40 anni). Il turismo, infatti, riesce in quello che nessun Governo riesce mai a fare: far entrare nel mondo del lavoro due delle categorie che storicamente hanno più difficoltà a trovare un’occupazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Turismo congressuale: con RGH Hotels il futuro è Phygital

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2020

Il futuro del turismo congressuale è “phygital”. Due parole (physical e digital), un solo obiettivo: integrare il fisico e il virtuale in un contesto che ha visto rimodulare spazi, connessioni, relazioni e confini. Essere consapevoli della nuova normalità trasformando le distanze in un nuovo riavvicinamento phygital.Una sfida lanciata da Russotti Gestioni Hotels, il Gruppo dall’anima siciliana e dalla vision internazionale che in Italia gestisce cinque strutture (Milan Marriot Hotel, Rome Marriott Park Hotel, Russott Venezia Hotel, RG Naxos Hotel e Ortea Palace Luxury Hotel Siracusa) con 1473 camere e oltre 20mila mq di spazi congressuali.Per ripartire in sicurezza e dare nuovo slancio a un settore che, più di altri, è stato colpito dalla crisi dettata dal lockdown, la governance del Gruppo ha deciso di offrire al pubblico una risposta innovativa, lanciando modelli combinati di business e sperimentando una convergenza tra esperienza reale e digitale che la pandemia ha costretto inevitabilmente ad accelerare.Il phygital consentirà infatti di suddividere gli Ospiti per area geografica e accoglierli contemporaneamente in più sedi; e ancora collegare uno o più relatori da qualsiasi parte del mondo e avere sempre la sensazione di essere tutti insieme grazie a sofisticate tecnologie ibride, chromakey e ologramma. Le modalità di interazione cambiano dunque pelle con la digital transformation, annullando ogni distanza e consentendo di organizzare eventi e congressi “diffusi” su più sedi territoriali, con l’integrazione della connessione da remoto e la presenza virtuale che potrà comunque interagire “live” in sala.Tecnologia e funzionalità si fonderanno così riscrivendo i paradigmi esperienziali, grazie al partner “DHS event solutions”, che seguirà l’organizzazione tecnica pre, durante e post evento, armonizzando tempi e servizi in ogni sede.Ledwall di ultima generazione fino a 77mq, sistema audio Line Array, impianto luci con più di 50 corpi illuminanti motorizzati in sospensione, piattaforma streaming e studio virtuale, chromakey e schermo olografico, banda Internet simmetrica garantita fino a 1 GB – in up e download – realtà aumentata e virtuale: ci sono tutti gli ingredienti per lanciare un nuovo modello di consumo e spingere verso la ripresa (tanto attesa) del comparto. Phygital è anche questo, rendere la nuova normalità una realtà su misura!

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’impatto del Covid-19 sul turismo è stato devastante

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2020

Solo in Italia, nel 2020, il totale dei visitatori subirà una contrazione media del 44% rispetto all’anno precedente (-51 milioni di presenze): il calo più notevole è rappresentato dai turisti stranieri (-35 milioni, ovvero -55%) contro il -31% (-16 milioni) degli italiani (fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo). Questo scenario desolante si scontra drammaticamente contro le previsioni pre-Covid che preannunciavano 1 miliardo e 500 milioni di arrivi a fine 2020 e oltre 76 milioni di turisti internazionali solo sul territorio italiano. L’ENIT prevede che solo entro il 2023 verranno recuperati i volumi del 2019, grazie anche allo sviluppo del turismo interno. Federalberghi, tuttavia, stima che il 10% delle strutture ricettive italiane chiuderanno per sempre. In uno scenario del genere l’unica opzione possibile sembra la capacità di adattamento e di riposizionamento (in tempi ristretti) degli operatori del mondo turistico. Nel campo degli affitti brevi, ad esempio, Hostmate (https://www.hostmate.it/), rappresenta un caso davvero emblematico. Hostmate è nata 3 anni fa come realtà in grado di offrire ai proprietari di appartamenti un servizio professionale che permetta loro di conciliare il carico della gestione operativa con le opportunità offerte dagli affitti short term.La crisi generata dall’emergenza pandemica ha colpito duramente l’azienda, che – a giugno – lamentava una perdita di circa il 90% del fatturato. Hostmate ha velocemente ripensato il proprio modello di business, proponendosi quindi come punto di riferimento non solo per gli affitti brevi, ma anche per quelli a medio e lungo termine. Attraverso il cosiddetto “Acceleratore Immobiliare”, il team individua i migliori metodi per massimizzare le performance economiche di qualsiasi immobile curandone l’implementazione e la gestione. Un approccio a 360 gradi basato sull’analisi e lo studio dell’immobile a cui segue la messa in opera della soluzione di affitto scelta e l’avvio della fase di messa a reddito in tempi rapidi. Senza dimenticare il monitoraggio continuo delle performance.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo: Unc, bonus vacanze deludente

Posted by fidest press agency su martedì, 11 agosto 2020

“La stagione turistica è compromessa e per risollevarla non può certo bastare un maggior numero di prenotazioni per Ferragosto, né è servito il bonus vacanze” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, intervenendo sulla polemica relativa ai dati Enit.”Dopo una buona partenza, quasi 150 mila richieste il primo giorno utile, il bonus vacanze si è arenato, deludendo le aspettative, arrivando a superare il milione di erogazioni solo dopo un mese dalla sua introduzione, quando al ritmo del primo giorno si sarebbe dovuti arrivare a 4,5 milioni” prosegue Dona.”Per contenere le perdite del settore servono ora misure shock. Fin dal mese di marzo abbiamo chiesto di azzerare l’Iva per viaggi, alberghi e pacchetti turistici, così da scontare i costi dei servizi pagati dai consumatori. Chiediamo che il provvedimento duri fino alla fine dell’anno” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »