Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘ucciso’

Siria: ucciso un chirurgo di Medici Senza Frontiere

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 settembre 2013

An MSF health worker examines a malnourished child

An MSF health worker examines a malnourished child (Photo credit: DFID – UK Department for International Development)

Bruxelles/Roma. Un chirurgo siriano che lavorava per l’organizzazione medico umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF), il dottor Muhammad Abyad, è stato ucciso nel nord della Siria. Il suo corpo è stato ritrovato il 3 settembre nella provincia di Aleppo. Aveva 28 anni.MSF desidera esprimere le sue più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici del dottor Abyad, che lavorava in un ospedale gestito da MSF nella provincia Aleppo che si occupa delle vittime del conflitto.Mentre le circostanze esatte della morte del dottor Abyad rimangono poco chiare, MSF condanna l’attacco contro un chirurgo che stava lavorando senza sosta per alleviare una situazione umanitaria disperata nella regione, mentre il suo paese era in guerra.In un momento così tragico, MSF desidera porre l’accento sull’obbligo di assicurare la protezione degli operatori umanitari. MSF è preoccupata che tali attacchi abbiano un impatto diretto sulla capacità delle organizzazioni umanitarie di fornire assistenza medica.
Le équipe di MSF, composte da personale internazionale e siriano, operano in sei ospedali e quattro centri sanitari nel nord della Siria. Tra giugno 2012 e luglio 2013, le équipe di MSF in Siria hanno effettuato oltre 66.000 visite mediche, 3.400 interventi chirurgici e assistito a 1.400 nascite.
Medici Senza Frontiere, nata nel 1971, è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo. Nel 1999 è stata insignita del Premio Nobel per la Pace. Opera in oltre 60 paesi portando assistenza alle vittime di guerre, catastrofi ed epidemie.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Militare italiano ucciso in Afghanistan

Posted by fidest press agency su sabato, 2 luglio 2011

Bazaar Helps Increase Security in Bakwa Province

Image by isafmedia via Flickr

“Esprimo il più profondo cordoglio ai familiari del militare deceduto questa mattina in Afghanistan a causa dell’esplosione di uno ordigno nei pressi del villaggio di Caghaz, 16 chilometri ad Ovest di Bakwa, in Afghanistan. Al militare ferito gli auguri per una pronta guarigione.” – Lo dichiara Luca Marco Comellini, Segretario del Pdm- “Questo ennesimo tragico episodio -prosegue Comellini- allunga a dismisura l’elenco dei nostri militari deceduti o feriti nel corso della missione in Afghanistan e deve far riflettere seriamente coloro che sostengono ancora la necessità di prosecuzione dell’impegno italiano in quel Paese, perché è chiaro che “il gioco non vale la candela” e gli Italiani sono stanchi di piangere difronte alle bare avvolte nel tricolore. Solo ieri -aggiunge – avevo lanciato l’allarme, peraltro rimasto inascoltato, per la mancanza delle ulteriori disposizioni per il personale e in materia penale analoghe a quelle che si applicavano fino al 30 giugno scorso perché dettate dal decreto legge 228/2010 convertito con la legge 9/2011. Questa mancanza realizza di fatto una situazione di vuoto normativo -conclude Comellini- che non garantisce le dovute tutele ai militari che si trovano in missione all’estero.”Lo dichiara Luca Marco Comellini – Segretario del Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia (Pdm) La Fidest si associa.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: un altro militare ucciso

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2011

Un altro militare italiano è stato ucciso nella mattinata a Balamurghab, all’ora locale, dopo essere stato ricoverato in “condizioni disperate” mentre un altro commilitone è rimasto ferito alla spalla. Il Ministro Ignazio La Russa ha così spiegato i fatti: “Uno dei due feriti è stato colpito alla spalla, mentre l’altro alla testa: il primo non è in pericolo di vita”. Per quanto riguarda la dinamica dell’attacco, le notizie non sono ancora chiare: “Il ferimento è avvenuto all’interno dell’avamposto” E ha precisato: “Questo non vuol dire che il conflitto si sia verificato all’interno della struttura militare.” Al momento non si conoscono i nomi dei soldati coinvolti nel conflitto a fuoco. Segue la notizia: qui

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il sacrificio di Beppe Alfano

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 gennaio 2010

‘U Cumitatu Missinisi du Frunti Nazziunali Sicilianu – “Sicilia Indipinnenti” ricorda ai Missinisi, ai Siciliani e a tutti i sinceri democratici il sacrificio di Giuseppe Alfano,  che venne barbaramente ucciso dalla mafia a  Barcellona Pozzo di Gotto la notte dell’8 gennaio 1993.  Alfano un’insegnante con la passione del giornalismo, vicino alle posizioni della destra, è , anche per Noi che daI suoi  ideali politici eravamo e restiamo antiteticamente lontani, un esempio di Coerenza etica e virtuosità giornalistica. Egli inoltre dimostra con l’esempio della sua vita come la gran parte  dei Siciliani siano ben altra cosa rispetto alla mafia.  ‘U Cumitatu Missinisi du FNS dunque non ha dimenticato il sacrificio di Alfano e intende inverarlo nell’unico modo possibile: costruendo una Sicilia nel futuro, libera dall’ipoteca mafiosa.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »