Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘ufficio’

Smart Working, una rivoluzione. Lavorare fuori dall’ufficio aiuta a vivere meglio

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 maggio 2019

Il modo migliore per conoscere più da vicino lo smart working è imparare dagli altri, osservare chi ha già adottato con successo questa filosofia e ne ha implementato i vantaggi ed i benefici. Se n’è parlato ieri al settimo appuntamento di “Conosciamoci Meglio”, dal titolo “Smart Working, una rivoluzione. Lavorare fuori dall’ufficio aiuta a vivere meglio”, insieme a numerosi ospiti ed esperti del settore: Giuseppina Corvino, Responsabile Unità Mercato del Lavoro del Comune di Milano, Alessandra Mazzei, Director at Centre for Employee Relations & Communication dell’Università IULM, Katia Foglia, Head of HR Operations – Bayer Italia e Giuseppe Sabella, Direttore Think Industry 4.0.
“La Settimana del Lavoro Agile è l’occasione, per il comune di Milano di promuovere la cultura che sottende questa nuova ed innovativa forma di lavoro che conquista sempre più spazi ed è una formula win – win-win, per le persone per il aziende e per l’ambiente. – esordisce Giuseppina Corvino, Responsabile Unità Mercato del Lavoro del Comune di Milano. Lo smart working consente alle persone di equilibrare i tempi di vita e di lavoro individuali, agisce nella direzione di una più equa divisione dei compiti genitoriali, aumenta la produttività nelle aziende e salvaguarda l’ambiente. I risultati ottenuti in questi anni confermano che la strada intrapresa è quella giusta e ci auguriamo di poter incrementare e perfezionare ulteriormente quanto finora fatto.”
L’appuntamento di ieri è stato l’occasione per offrire un quadro aggiornato di come cambia il lavoro in una società in continua evoluzione e di come lo smart working rappresenta un’incredibile opportunità anche per i lavoratori o per chi vuole approcciarsi a questo mondo in modo smart e attuale. Ad oggi sono sempre più numerose le aziende e le istituzioni che adottano il Lavoro Agile e, più in generale, politiche di flessibilità oraria e di welfare, favorendo sempre di più la conciliazione vita lavoro per donne e uomini che lavorano in realtà professionali sempre più articolate e in contesti urbani ad alta complessità. Come dimostra l’esperienza di Bayer:
“Oggi lo smart working è utilizzato da oltre 620 dipendenti con una media di 3 gg al mese – dichiara Katia Foglia, Head of HR Operations – Bayer Italia. Da una Survey interna risulta che per la quasi totalità aumenta l’engagement (99%), oltre il 70% dichiara che l’organizzazione e la pianificazione del lavoro sono migliorate e che c’è un notevole beneficio nell’equilibrio tra vita personale e lavorativa. Significativi anche i risultati relativi al risparmio di tempo e ai kpi in termini di impatto ambientale”
L’introduzione dello smart working è stata frutto di un percorso costruito lentamente affinché l’impatto per l’organizzazione fosse positivo. A questo proposito è intervenuta Alessandra Mazzei, Director at Centre for Employee Relations & Communication dell’Università IULM:
Ma lo smart working è davvero una rivoluzione? Lo spiega, per concludere, Giuseppe Sabella, Direttore Think Industry 4.0: “Lo smart working può davvero esserlo perché – come ci dice l’esperienza di Bayer Italia – lavorare fuori dall’ufficio aiuta a vivere meglio. E una delle grandi sfide del nostro tempo è il welfare inteso soprattutto come work-life balance. È vero che registriamo anche casi di applicazione non felice dello smart working; del resto, ciò richiede un nuovo modo di concepire il rapporto con il lavoro e con l’impresa e un nuovo modello di governance i cui assi fondamentali sono fiducia, responsabilità e autonomia. È tutto ciò che chiamiamo “centralità della persona” ma rendere centrale la persona nel lavoro è, appunto, un grande lavoro. Ad ogni modo, questo è il futuro. E indietro non si torna”. Il ciclo di incontri “Conosciamoci meglio” sono realizzati da Bayer, con il patrocinio del Comune di Milano e in collaborazione con UNAMSI (Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione).

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

AIM Group International festeggia 10 anni a Madrid e apre un nuovo ufficio a Barcellona

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Madrid AIM Group International, agenzia leader nell’organizzazione di congressi, meeting ed eventi, celebra il decimo anniversario della sua presenza in Spagna con l’ufficio di Madrid e annuncia l’apertura di un nuovo ufficio a Barcellona. L’annuncio è stato dato ieri durante il party tenuto a Madrid, che ha coinvolto clienti, partner, fornitori, giornalisti e rappresentanti del settore.L’ufficio AIM Group di Madrid in 10 anni ha realizzato più di 1.000 eventi per 230 clienti con quasi 100.000 partecipanti coinvolti, in 35 diverse destinazioni. Questi pochi dati descrivono il dinamismo dell’agenzia sul mercato spagnolo.“10 anni fa abbiamo aperto un piccolo ufficio a Madrid con l’obiettivo di offrire l’esperienza del nostro gruppo ai clienti anche in Spagna, – spiega Gianluca Buongiorno, presidente AIM Group International -. Da allora, abbiamo ottenuto importanti risultati tanto da posizionarci tra le aziende leader del mercato, con un solido business a livello regionale, nazionale e internazionale e clienti di piccole, medie e grandi dimensioni, sia del segmento corporate che associativo”.La crescita del business in Spagna e la determinazione a rafforzare la presenza del gruppo a livello internazionale sono tra le motivazioni dell’apertura del nuovo ufficio a Barcellona, che consentirà ad AIM Group di collaborare in modo più efficace con i clienti operando nel capoluogo catalano come organizzatore di congressi ed eventi e Destination Management Company specializzata. “Barcellona è la prima destinazione in Europa per il mercato dei congressi secondo le statistiche internazionali, perciò poter essere attivi in una città così dinamica ed entrare a far parte della meeting industry locale ci motiva fortemente – sottolinea Marco Quagliarella, Director International Operations di AIM Group International -. Siamo sicuri di poter così offrire più soluzioni ai clienti e sviluppare nuovo business”.L’ufficio di Barcellona riporta alla Country Manager di AIM Spain, Natalie Alagna, che dichiara: “Siamo davvero soddisfatti dei risultati raggiunti ed entusiasti per la prospettiva di operare a Barcellona con un nuovo ufficio, che sarà gestito da Felipe Gonzales Del Moral, figura senior del nostro team di Madrid. Il nostro obiettivo è posizionarci tra i migliori professionisti sul mercato, mantenendo il nostro approccio tailor-made, la stessa qualità di esecuzione e pensiero innovativo, e con il nostro entusiasmo tipicamente spagnolo”.L’entusiasmo è stato tangibile ieri sera al 10 Years Celebration Party, svolto nell’originale atmosfera di The Haciendas Club a Madrid, cui hanno partecipato circa cento ospiti, insieme al top management di AIM Group e tutto il team AIM Madrid.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Arab Fashion Council annuncia l’apertura del suo ufficio a Riyadh

Posted by fidest press agency su martedì, 19 dicembre 2017

nouraLayla Issa AbuzaidLONDRA/PRNewswire/ L’Arab Fashion Council, il più grande consiglio di moda non a fini di lucro del mondo, rappresentante i 22 Paesi arabi membri della Lega Araba, ha annunciato l’apertura del suo ufficio regionale a Riyadh e le nomine di S. A. la Principessa Noura Bint Faisal Al Saud a Presidentessa Onoraria e della Sig.ra Layla Issa Abuzaid a Direttore Nazionale per l’Arabia Saudita.Questa mossa strategica costituisce una pietra miliare storica per il Regno. Rappresenta l’avvio di una strategia a lungo termine che andrà di pari passo con la realizzazione dell’ambiziosa visione del Regno per il 2030 e dell’Arab Fashion Council; creare un’infrastruttura sostenibile nel campo della moda nel mondo arabo che sfrutti il design per la produzione, il commercio al dettaglio e l’istruzione, promuovendo il consolidamento della regione come mercato importante per l’industria della moda internazionale e cementando ulteriormente l’industria della moda come pilastro chiave per le economie creative della regione.”L’Arab Fashion Council è orgoglioso di istituire un ufficio regionale a Riyadh. Il Regno Jacob Abriandell’Arabia Saudita è da sempre stato riconosciuto tra le potenze mondiali di investimento nel talento. Con una ricchezza di risorse che va ben al di là del petrolio, la ricchezza del Regno risiede nella sua gente e nelle sue ambizioni per il futuro. La nomina di S. A. la Principessa Noura Bint Faisal Al Saud a Presidentessa Onoraria e di Layla Issa Abuzaid a Direttore Nazionale per l’Arabia Saudita riconosce la leadership delle donne arabe nella regione e segna l’inizio di un viaggio emozionante per la moda in Arabia Saudita”. JACOB ABRIAN, Fondatore e Amministratore Delegato, Arab Fashion Council. L’Arab Fashion Council, con l’ufficio di Riyadh, si pone l’obiettivo non solo di sostenere i designer locali di talento, ma anche di agire come partner strategico per i designer internazionali che si recano nella regione. In qualità di nazione che detiene sostanziali capacità d’investimento, la posizione strategica unica del Regno di centro globale di collegamento tra tre continenti (Asia, Europa e Africa) lo rende un epicentro per l’industria della moda sia tramite investimenti regionali, commercio e promozione, sia in virtù del suo ruolo di punto d’accesso internazionale.”Sono estremamente lieta di accettare la nomina a Presidentessa Onoraria dell’Arab Fashion Council. Il nostro obiettivo è posizionare sia il Regno che la regione sulla mappa internazionale della moda. Incubare la ricchezza dei talenti regionali nel campo della moda nei settori del design, delle vendite al dettaglio e del commercio. Promuovere questi talenti a livello internazionale tramite la creazione di un’infrastruttura sostenibile, responsabile e in grado di far fronte al futuro per il mondo arabo”. S. A. LA PRINCIPESSA NOURA BINT FAISAL AL SAUD, Presidentessa Onoraria, Arab Fashion Council. (foto: Noura, jacob, layla)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bimbi in ufficio con mamma e papà

Posted by fidest press agency su martedì, 16 maggio 2017

Roma Venerdì 19 Maggio 2017, ore 9:00 Via G. Veratti. Roma Tre aderisce all’iniziativa nazionale Bimbi in ufficio con mamma e papà. L’iniziativa è organizzata dal Comitato Unico di Garanzia in collaborazione con Uffici, Dipartimenti e il personale dell’ateneo. E’ rivolta ai figli di tutti i dipendenti che frequentano le scuole materne, elementari e medie inferiori.Il programma dell’evento è su http://cug.uniroma3.it/attivita-cug/bimbi-ufficio-2017.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE apre un nuovo ufficio a Dubai

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 febbraio 2016

dubaiSACE, la società guidata dall’Amministratore Delegato Alessandro Castellano, annuncia oggi l’apertura del suo nuovo ufficio di Dubai, che farà da punto di riferimento per le attività sui mercati del Medio Oriente e del Nord Africa.
Con l’apertura di questo nuovo ufficio, SACE conferma la propria strategia di crescita e presidio dei mercati esteri a maggior potenziale per venire incontro alle esigenze delle imprese italiane e delle loro controparti locali, con l’obiettivo di rafforzare la capacità di raggiungerle, assisterle in loco e monitorare efficacemente il loro business.
Forte del ruolo di polo finanziario, commerciale e logistico di Dubai a livello regionale, al nuovo ufficio di SACE corrisponderà un portafoglio di transazioni assicurate e investimenti garantiti superiore ai 5 miliardi di euro, oltre il 70% dei quali concentrati nei Paesi del Golfo, e una pipeline di nuovi progetti allo studio del valore complessivo ben oltre i 5 miliardi di euro.
“Presidiare quest’area da vicino è una scelta indispensabile oggi e strategica per il futuro – ha dichiarato Marco Ferioli, Responsabile Medio Oriente e Nord Africa di SACE, a capo dell’ufficio di Dubai -. Solo nel 2015 l’export italiano verso gli Emirati è stato superiore ai 5,5 miliardi di euro e la spinta verso un’economia diversificata, con infrastrutture all’altezza, anima tutta la regione, con progetti di investimento che vanno dalle infrastrutture ai settori dei beni di consumo. Un cambiamento di rotta che potrebbe portare a un incremento dell’export italiano di oltre 2 miliardi di euro entro il 2018. Stiamo valutando nuove operazioni in una gamma di settori sempre più differenziata: non solo l’oil&gas, il chimico e il petrolchimico, ma anche comparti come quelle legate al turismo, alla moda, all’agroalimentare, all’arredo e alle diverse tecnologie industriali, dove le imprese italiane, anche Pmi, vantano un know-how riconosciuto e hanno tutte le carte in regola per posizionarsi con successo”.
SACE guarda con particolare attenzione alle potenzialità connesse a EXPO Dubai 2020 e agli investimenti infrastrutturali nell’area. SACE ha infatti messo a disposizione della Dubai Aviation Corporation (Dacc) una linea di credito da 1 miliardo di euro destinata a sostenere export e investimenti di imprese italiane coinvolte nel progetto Dubai South, area di 145 km2 che ospiterà il nuovo aeroporto internazionale Al Maktoum ed Expo Dubai 2020. Sempre negli Emirati, SACE ha recentemente firmato un Memorandum of Understanding con Abu Dhabi Ports, che prevede la valutazione di importanti progetti per le aziende italiane, in particolare rispetto allo sviluppo del Khalifa Port, il porto di Abu Dhabi e della free zone di Kizad.
Grazie a questa nuova apertura salgono a 9 gli uffici del network internazionale di SACE nei principali mercati emergenti di rilevanza strategica per l’export italiano (Brasile, Russia, India, Cina, Emirati Arabi Uniti, Messico, Romania, Sudafrica e Turchia).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Timor est: chiude l’ufficio Unhcr

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2012

Church of Motael, Dili, East Timor

Image via Wikipedia

La cerimonia che si è svolta ieri nel palazzo presidenziale di Dili, capitale di Timor Est, ha sancito la chiusura dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) dopo 12 anni di attività di assistenza a rifugiati e sfollati.L’Agenzia aveva aperto l’ufficio nel maggio 1999. La violenza innescata dal referendum sull’indipendenza dall’Indonesia – nell’agosto dello stesso anno – provocò poi la fuga di quasi 250.000 persone verso la parte occidentale dell’isola. L’UNHCR aiutò 220.000 a far ritorno a casa e contribuì all’impegno per la riconciliazione. Migliaia di rifugiati di ritorno furono assistiti attraverso la costruzione di nuovi alloggi, con materiali trasportati in elicottero verso le regioni più remote.Nel 2006, a seguito di un’altra emergenza, l’UNHCR avviò operazioni d’emergenza per assistere 150.000 persone sfollate all’interno del paese a causa di violenze, saccheggi e incendi.Nel corso della cerimonia di ieri è stato reso omaggio ai 3 operatori dell’UNHCR – Samson Aregahegn, Carlos Luis Caceres-Collazo e Pero Simundza – uccisi durante le violenze di Atambua, Timor Ovest, nel settembre 2000.Le attività di protezione di rifugiati e richiedenti asilo a Timor Est – da svolgere in collaborazione con il governo e la società civile del paese – sono adesso affidate all’ufficio regionale dell’UNHCR a Bangkok.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mal di schiena da ufficio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 marzo 2010

Oltre l’80% delle persone l’ha provato almeno una volta nella vita ed è la prima causa per assenza dal lavoro. Il mal di schiena, secondo i dati dell’European Agency for Safety and Health at Work, è la vera piaga del 21esimo secolo. E la causa principale è la postura, come rivela una ricerca condotta tra 15milla persone in 7 paesi Europei dall’Osservatorio europeo del mal di schiena dell’Unione dei chiropratici europei. «A soffrirne sono soprattutto le persone che passano molte ore sedute a una scrivania o davanti a un computer – afferma Alberto Bergamin, amministratore delegato di Tempur, specialista mondiale del riposo -. Una postura scorretta protratta per lunghi periodi, può portare a dolori molto fastidiosi alla schiena. È una condizione debilitante che si può prevenire assumendo una posizione corretta durante il giorno e dormendo nel modo corretto durante la notte, utilizzando un supporto adatto». Tempur, azienda leader nel settore del riposo, non ha pensato solo a materassi e cuscini pera garantire notti serene grazie allo speciale materiale brevettato dalla Nasa, ma ha anche voluto fornire un aiuto per il giorno. «È importante concentrarsi sulla propria postura più volte durante il giorno, senza mantenere troppo a lungo la stessa posizione e ricordandosi di fare pause frequenti quando si lavora alla scrivani e al computer – aggiunge Bergamin -. Riuscirci non è semplice, per questo Tempur ha creato dei supporti che aiutano le persone a trovare la corretta posizione».  Contro il cosidetto mal d’ufficio, Tempur propone una doppia arma: il supporto lombare, che si appoggia sullo schienale, in combinazione con il cuscino per seduta o con il cuscino a cuneo. Il supporto lombare si adatta perfettamente alla curvatura della colonna vertebrale grazie alle regolazioni in altezza, al profilo anatomico e alle proprietà allevia pressione dell’esclusivo materiale Tempur. Per ottenere i maggiori benefici è possibile abbinarlo con dei cuscini da appoggiare sulla sedia. Ne esistono di due tipi: il cuscino per seduto, che distribuisce il peso uniformemente sull’intera superficie del corpo permettendo di restare seduti a lungo, e il cuscino a cuneo, che dà sollievo alla schiena in modo naturale. Grazie alla sua configurazione, spinge in avanti il bacino, consentendo di assumere una postura verticale. È consigliato soprattutto agli utenti di personal computer. (cuscino)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Europa: le sfide di Copenhagen

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2009

Chiari (Brescia)14 novembre 2009 – ore 10,30 Sala dello Zodiaco, Villa Mazzotti Viale Giuseppe Mazzini, 39  L’Ufficio a Milano del Parlamento Europeo invita al Foro dei cittadini “Territorio chiama Europa: le sfide di Copenhagen”, sabato 14 novembre 2009 a Chiari (Brescia). Sarà presente l’eurodeputato Vittorio Prodi, membro della Commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare, che dialogherà con studenti e  cittadini. In vista del vertice sul clima, che si terrà a Copenhagen dal 7 al 18 dicembre 2009, questa sarà l’occasione per riflettere su come combattere insieme inquinamento e cambiamento climatico. All’incontro, organizzato dall’Ufficio a Milano del Parlamento Europeo e dalla Fondazione Cogeme Onlus, interverranno, oltre all’Onorevole Vittorio Prodi, Gianluca Delbarba, presidente Cogeme e  Stefano Dotti l’Assessore provinciale all’ambiente. Coordina Maria Grazia Cavenaghi Smith, direttrice dell’ufficio a Milano del Parlamento europeo. L’iniziativa è inserita nel ricco calendario di appuntamenti della Rassegna della microeditoria italiana, in programma dal 13 al 15 novembre 2009 a Chiari (Brescia) e dedicata quest’anno alla grande poetessa Alda Merini, recentemente scomparsa. I protagonisti dell’evento saranno soprattutto i libri, pubblicati da piccole case editrici. Inoltre sono in programma tre giorni in cui si susseguiranno: presentazioni, interviste, readings e iniziative culturali.  La Rassegna, che raggiunge la settima edizione, è organizzata dall’associazione culturale “L’Impronta” e dal Comune di Chiari, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia, della Provincia di Brescia e dell’Universita’ Cattolica di Milano, in collaborazione con il Parlamento Europeo, il Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano, la Fondazione Cogeme Onlus e il Centro Giovanile 2000 per valorizzare la produzione della piccola editoria italiana e per dare al pubblico l’opportunità di conoscere questa realtà attraverso i volti dei suoi protagonisti. http://www.rassegnamicroeditoria.it

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »