Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 341

Posts Tagged ‘uguali’

Sentirsi uguali ed esserlo

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 agosto 2019

Allorchè parliamo di democrazia dobbiamo anche chiederci quali sono i suoi contenuti distintivi e come misura i suoi successi e le sue sconfitte. A mio avviso è l’uguaglianza delle condizioni, in quanto sono alla base della libertà e della dignità della persona. E ancora per assicurarne il benessere, la crescita economica, la capacità di dare senso alla propria vita e la pienezza delle loro cittadinanza contro i rischi sempre in agguato di nuove sudditanze. E’ un cammino della società che non è solo insito nella vita politica ma si connatura nella società civile facendo nascere sentimenti ed usanze virtuose. E’ una virtù che identifico in un rapporto tra le persone più franco, solidale, partecipato al cospetto degli eventi della vita e in tutte le sue sfaccettature.
Esserlo modificando il proverbio pessimistico, derivato dall’Asinaria di Plauto “homo homini lupus” in “homo homini amicus” e creandone, ovviamente, l’identikit nella fattispecie pratica, nella vita quotidiana.
Il primo passo, a mio avviso, è quello di ridurre la diseguaglianza sociale accrescendo il sistema della tutela attraverso l’assicurazione dei diritti sociali oltre che di quelli politici ed individuali. Segue il rapporto tra utilitarismo e giustizia. Come dice John Rawls, lo stesso senso comune ci spinge a credere che “ogni membro della società possieda una inviolabilità fondata sulla giustizia o, come asseriscono alcuni, sul diritto naturale nel quale il benessere di qualsiasi altro individuo non può prevalere.” E’ un agire che deve assicurare la capacità di dare espressività concreta della dignità della persona altrimenti l’idea viene lasciata necessariamente astratta.
In tutto questo si connatura la società civile che non è semplicemente un qualcosa di residuale rispetto alla politica ma rappresenta, di per sé, una realtà ricca, articolata, differenziata che comprenda, tra l’altro, mondi vitali come la famiglia, insieme a organizzazioni legate a interessi come l’impresa. Il fine ultimo è nella sua logica conclusione: “Contribuire a rafforzare istituzioni indebolite dagli imponenti cambiamenti in atto, assicurare al lavoro, nelle sue nuove forme, una nuova legittimazione, la capacità di essere criterio di cittadinanza contro i rischi di precarietà se non di povertà di fasce crescenti di popolazione, reintrodurre tensione morale nella vita politica così come in quella economica.” (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il referendum dei diversi e non degli uguali

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2016

costituzione-de-nicola-de-gasperi_650x447“Le Costituzioni, o le modifiche delle Costituzioni, definiscono regole condivise, le regole delle regole, e la condivisione deve essere una condivisione che tiene insieme dei diversi. Mi preoccupo quando una Costituzione tiene insieme solo quelli uguali, quelli che la pensano alla stessa maniera, perché vuol dire che lascia fuori tutti gli altri”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo a “Radio Anch’io”, su Radio Uno.“Nel secondo dopoguerra, dopo una guerra civile, De Gasperi e Togliatti furono insieme a scrivere la Costituzione e la votarono con l’84% dei voti dei costituenti: una grande unità. Quello fu chiamato l’arco costituzionale, era un arco costituzionale di diversi. Con quella Costituzione mi sono sentito sicuro, così come mi sentirei sicuro con modifiche costituzionali fatte da altrettanti diversi. Se invece le modifiche vengono fatte da Renzi e Verdini, cioè da entità che non hanno storia politico, culturale, ideologica, ma che sono semplicemente un’accozzaglia di potere o di poteri, allora vedo con grande simpatia l’armata di ieri radunata da D’Alema e da Quagliariello, perché quella è la stessa armata dei costituenti.
Diversi, diversissimi, certamente. E non capisco l’ironia se non dal punto di vista delle opinioni dei giornaloni e dei poteri forti che la fanno a bella posta”, ha sottolineato.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti

Posted by fidest press agency su martedì, 27 marzo 2012

Padova 28, Giovedì 29 e Venerdì 30 marzo presso gli Istituti primari Volta e Arcobaleno di Padova, si svolge la restituzione di Tatàn, il nuovo progetto della Regione del Veneto – Assessorato alle Politiche Sociali promosso e sostenuto dall’Assessore Remo Sernagiotto, realizzato in partnership con Arteven Circuito Teatrale Regionale e in collaborazione con il Provveditorato agli studi di Padova, volto all’integrazione sociale e comportamentale degli alunni nelle scuole dell’obbligo attraverso lo svolgimento di “Laboratori espressivi integrati rivolti a studenti abili e disabili”, il cui obiettivo è favorire l’incontro e la conoscenza tra bambini/ragazzi abili, disabili e con difficoltà di integrazione sociale o comportamentale.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Tiepolo di Silea (TV) 11 gennaio presso l’Istituto Primario Tiepolo di Silea (TV), si svolge la seconda restituzione di Tatàn, il nuovo progetto della Regione del Veneto – Assessorato alle Politiche Sociali promosso e sostenuto dall’Assessore Remo Sernagiotto, realizzato in partnership con Arteven Circuito Teatrale Regionale e in collaborazione con il Provveditorato agli studi di Treviso, volto all’integrazione sociale e comportamentale degli alunni nelle scuole dell’obbligo attraverso delle attività laboratoriali. Grazie a questo progetto dedicato ai ragazzi della scuola primaria e secondaria vengono via via attivati dei “Laboratori espressivi integrati rivolti a studenti abili e disabili”, il cui obiettivo è favorire l’incontro e la conoscenza tra bambini/ragazzi abili, disabili e con difficoltà di integrazione sociale o comportamentale. Il comune denominatore delle attività è l’utilizzo dell’espressività del corpo come veicolo di comunicazione tra i soggetti coinvolti, nel convincimento che attraverso l’utilizzo di linguaggi espressivi non convenzionali ogni persona può scoprire il “proprio” modo di esprimersi e di comunicare con gli altri. Proprio a conclusione di uno specifico laboratorio creativo ed espressivo-motorio – basato su diverse tecniche di teatro e danza e tenuto da Domenico Santonicola (coreografo e danzatore) in collaborazione con Silvia Busato (attrice) – i 37 alunni delle classi 2^ A e 5^ B dell’Istituto Tiepolo di Silea mercoledì 11 gennaio a partire dalle ore 9.30 con la 2^, e dalle ore 11.30 con la 5^, condivideranno i risultati del loro lavoro svolto insieme nell’ambito laboratoriale mostrandolo agli altri ragazzi dell’istituto e al pubblico di insegnanti e familiari. L’innovativo progetto pilota Tatàn avviato nelle province di Padova, Treviso e Vicenza e realizzato con l’organizzazione di Arteven, nel corso dell’anno scolastico 2011/2012 vedrà l’attivazione di laboratori che termineranno a maggio 2012. Lo scopo principale è favorire la relazione e la comunicazione tra tutti gli alunni presenti all’interno di un gruppo/classe, attivando dei percorsi creativi che aiutino i ragazzi a conoscersi meglio, ad esprimersi e a comunicare tra loro, senza finalità competitive né modelli estetici “preconfezionati” da raggiungere, valorizzando le potenzialità espressive di ognuno. Questi specifici percorsi didattici rispondono alla crescente esigenza di insegnanti e genitori, impegnati nel trovare strumenti innovativi per favorire l’integrazione, per superare differenze culturali e sociali, per promuovere la conoscenza reciproca, mettendo in gioco abilità che facilitano questo tipo di dialogo “oltre le parole” e creando delle occasioni di relazione diverse da quelle consuete. Al termine di tutti i percorsi formativi dei singoli laboratori, come momento di “restituzione” alla Cittadinanza, il 19 maggio 2012 alle ore 17.30 al Teatro Comunale “Mario del Monaco” di Treviso verrà organizzata una serata aperta al pubblico in cui saranno presentati i risultati dei laboratori sotto forma di spettacolo per ognuna delle tre province coinvolte.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Davanti alla legge siamo ancora tutti uguali?

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 dicembre 2010

Firenze 20 dicembre 2010 ore 17.30 sala delle Miniature palazzo Vecchio – interverranno: LEOLUCA ORLANDO, parlamentare, portavoce IdV ETTORE SQUILLACE GRECO, sostituto procuratore, Procura Antimafia Firenze BRUNO TINTI, giornalista, ex magistrato NICOLA ROTONDARO, avvocato, coordinatore cittadino IdV Firenze MARTA GAZZARRI, capogruppo IdV Consiglio Regione Toscana introduce: ALESSANDRO CRESCI, coordinatore provinciale IdV Firenze CINZIA NICCOLAI, coordinatrice cittadina IdV Firenze coordina: CHIARA BRILLI, giornalista. I cittadini sono ancora tutti uguali di fronte alla legge? E’ questo il tema del dibattito pubblico, organizzato da Italia dei Valori Firenze in collaborazione con il gruppo consiliare IdV comunale, provinciale e regionale, che si terrà  lunedì 20 dicembre, alle  ore 17,30 nella sala delle Miniature di Palazzo Vecchio. Interverranno Leoluca Orlando, Ettore Squillace Greco, Bruno Tinti, Nicola Rotondaro e  Marta Gazzarri. Con l’introduzione di  Alessandro Cresci e Cinzia Niccolai e il coordinamento di Chiara Brilli. Italia dei Valori ha dato vita a tre raccolte firme per richiedere altrettanti referendum abrogativi di leggi che disattendono l’art. 3 della Costituzione: il lodo Schifani del 2003, il lodo Alfano del 2008 e alla legge sul legittimo impedimento del 2010. Nell’attesa del pronunciamento della Consulta sulla legittimità di quest’ultima legge (fatto slittare a gennaio 2011), IdV si interroga sul fatto se cittadini siano ancora tutti uguali davanti alla legge: “E’ un tema di primaria importanza – spiega l’iniziative Alessandro Cresci, coordinatore provinciale IdV Firenze – per uno stato di diritto. Il legittimo impedimento non esiste in nessun altro paese europeo se non in Francia e solo per il Presidente della Repubblica, un sistema costituzionale diversissimo dal nostro e per nulla portabile a termine di paragone. Con la forza dei numeri, chi governa definisce e impone regole a proprio beneficio. Una giustizia del sovrano, per il sovrano. Questa e’ democrazia? E’ questa la risposta alla richiesta di una giustizia più efficiente? Sottraendosi ad essa?”

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutti i figli sono uguali

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2010

Intervento della senatrice Radicale, Donatella Poretti Le scelte dei genitori non possono e non devono avere delle ricadute sui figli che si traducono in minori diritti e tutele. Bene quindi il ddl del Governo per porre termine alle discriminazioni tra i figli nati dentro e fuori dal matrimonio, discriminazioni lessicali -figli naturali, legittimi e incestuosi- ma anche di tipo ereditario e di trattamento nei tribunali -ordinario per i legittimi e dei minori per gli altri. Un tema su cui abbiamo depositato disegni di legge, ordini del giorno recentemente fatti propri dal Governo sia sui figli naturali che sulla possibilita’ che i figli incestuosi siano riconoscibili, ad oggi gli unici cui e’ negato lo status filiationis. Ora vigileremo perche’ il disegno di legge delega contenga tutte le norme di cui c’e’ bisogno, e poi confidiamo che questo provvedimento apra la strada ad una riforma del diritto di famiglia nella direzione di adeguarsi alla societa’: dal divorzio breve, al riconoscimento delle coppie di fatto, dalle adozioni per i single al doppio cognome.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non tutti i figli sono uguali

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 ottobre 2010

Intervento della senatrice Radicale, Donatella Poretti: “La legge italiana fa scontare a loro le colpe e i peccati dei genitori. E’ questo il senso del nostro codice civile quando distingue i figli naturali e quelli legittimi, quando permette discriminazioni ereditarie o quando arriva perfino a negare lo status filiationis ai figli nati da relazioni incestuose. Tra le differenze non più sostenibili c’e’ quella dei tribunali diversi che trattano le questioni dei figli. Cosi’ accade che quando due genitori si separano le loro responsabilita’ reciproche e nei confronti dei figli vengono trattate dal tribunale ordinario se i genitori erano sposati, se non lo erano il tribunale di riferimento e’ quello dei minorenni, perfino con riti diversi non esistendo alcuna norma sulle coppie di fatto e le unioni civili.
Esistono anche problemi pratici che forse e’ utile ricordare. Basti solo pensare che i Tribunali ordinari sono 165, ben più delle province, i Tribunali per i minorenni sono 29, sedi distaccate incluse, ossia hanno una distribuzione sostanzialmente regionale. Questo significa che molto spesso la coppia che si separa: – presumibilmente avrà tempi di attesa più lunghi; – deve spostarsi per accedere al tribunale; – deve scegliere l’avvocato a caso, in una città che non è la propria; – oppure deve pagare la trasferta al proprio avvocato locale; – oppure deve pagare il proprio avvocato e in più l’avvocato domiciliatario. Portare ogni problema attinente ai figli minori, legittimi o naturali, davanti allo stesso tribunale e’ un atto dovuto da parte del legislatore per cancellare le discriminazioni esistenti, per cui sosterremo l’approvazione del ddl sulla potesta’ genitoriale oggi all’esame dell’aula.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »