Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘unifil’

Il Comando italiano del Settore Ovest di UNIFIL a sostegno dell’Associazione “Martire Tenente Colonnello Sobhi Akoury”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 dicembre 2017

associazione_Martire_Tenente_Colonnello_Sobhi_AkouryI militari italiani in Libano del Comando del Settore Ovest di UNIFIL hanno organizzato nei giorni scorsi una iniziativa dedicata all’Associazione “Martire Tenente Colonnello Sobhi Akoury”. L’evento, che ha voluto rappresentare un’occasione per far sentire ancora una volta la vicinanza e l’affetto dei militari di UNIFIL per la popolazione libanese, spiegano dal Ministero della Difesa, ha visto la partecipazione di circa 50 mogli di caduti delle forze armate libanesi che, assieme ad una folta rappresentanza di personale femminile di UNIFIL dei diversi contingenti internazionali schierati in Libano, hanno avuto la possibilità di cimentarsi in attività pratiche tra cui lezioni di Metodo di Combattimento Militare, Primo Soccorso e di cucina italiana. Tutto sotto la guida di istruttrici del Contingente Nazionale.
associazione_Martire_Tenente_Colonnello_Sobhi_Akoury2L’associazione “Martire Tenente Colonnello Sobhi Akoury” è una organizzazione no-profit sostenuta dalle Forze armate libanesi (Laf), intitolata all’ufficiale superiore delle forze speciali libanesi caduto nel 2007 nella battaglia di Nahr El Bahred e fondata dalla vedova Lea nel 2008 con lo scopo di accogliere gli orfani dei militari libanesi ed organizzare eventi di beneficenza e attività ricreative rivolte all’infanzia.
Dal 18 Ottobre 2017 il Comando del Settore Ovest di UNIFIL, composto da oltre 4.000 peacekeepers di 12 diverse Nazioni, è affidato al Generale di Brigata dell’Esercito Rodolfo Sganga.
Le Forze Armate partecipano alla missione di UNIFIL con circa 1100 militari al momento principalmente su base Paracadutisti della Brigata “Folgore”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ripristinata l’area archeologica di Qana dopo lavori di ristrutturazione

Posted by fidest press agency su sabato, 2 aprile 2016

QanaQANA. Il Contingente italiano di UNIFIL, composto attualmente dal personale della Brigata Alpina Taurinse, con il contributo dell’Associazione Nazionale Alpini (A.N.A.), ha riconsegnato l’area del sito archeologico di Qana alla propria municipalità dopo aver completato i lavori di ristrutturazione. Una squadra lavori composta da motivati volontari dell’A.N.A., ha operato per circa 2 settimane fianco a fianco, con gli alpini della Taurinese realizzando in pochissimo tempo il recupero dell’intera area archeologica di Qana.Il sito ha un altissimo valore simbolico per la comunità cristiano maronita libanese ma è altrettanto caro agli sciiti, che costituiscono la quasi totalità la popolazione residente a Qana. Era stato il sindaco del villaggio a richiedere al Contingente italiano di cooperare per il miglioramento dell’area archeologica.
L’intervento di recupero è stato l’ennesima occasione con cui l’A.N.A. ha fatto sentire la sua vicinanza ai militari italiani e in particolare ai giovani alpini in armi. Un opportunità per poter vivere e maturare esperienze comuni, rinsaldando quei naturali vincoli di fratellanza alpina che da quasi un secolo i “veci” continuano a preservare nell’abito dell’Associazione Nazionale.
L’attenzione rivolta dal Contingente italiano alla tutela e protezione del patrimonio culturale del sud del Libano, è stata immediatamente condivisa dai vertici dell’Associazione Nazionale Alpini e il lavoro promosso sul territorio libanese è stato così tanto apprezzato dalle autorità e dalla popolazione locale che durante la riapertura del sito hanno voluto tributare all’A.N.A. la cittadinanza onoraria di Qana. (@OnuItalia) (foto: Qana)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libano: italiani Unifil a esercitazione di soccorso medico

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2016

unifilNAQOURA, I caschi blu italiani del Sector West di UNIFIL, hanno preso parte all’esercitazione di evacuazione medica d’urgenza ‘Angel Rescue 2016’ in collaborazione con i contingenti finlandese e irlandesi operanti nel medesimo settore.
L’esercitazione è proposta ciclicamente al fine di mantenere alto il livello di preparazione dei singoli contingenti in caso di reale evacuazione di caschi blu e il personale civile di UNIFIL; sono stati impegnati nelle varie fasi della Angel Rescue numerosi assetti di UNIFIL che in tali occasioni implementano e sincronizzano la coordinazione degli interventi nel rispetto della procedura da attuare in caso di situazioni di grave emergenza medica operativa.L’ipotesi da cui si è sviluppata l’azione infatti, è stata quella dell’esplosione di un ordigno artigianale nella zona di operazioni, cui è seguita tutta la catena di allarme, intervento, messa in sicurezza dell’area, evacuazione del personale colpito.
I caschi blu italiani hanno preso parte all’esercitazione con assetti dell’unità in Riserva di Settore (Sector Mobile Reserve – SMR) su base Nizza cavalleria, con un team per la ricerca ed individuazione degli esplosivi (IEDD) supportato da unità cinofile specializzate inserite nel Combat Support Battalion su base Reparto comando e supporti tattici Taurinense.
L’esercitazione si è conclusa con l’atterraggio dell’elicottero italiano AB-212 della Task Force Italair presso la base di Naqoura, dove il ferito più grave è stato immediatamente trasportato dopo il suo recupero presso l’area di atterraggio del contingente coreano, la più prossima alla zona dell’esplosione. (foto: unifil)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libano: italiani Unifil donano un campo di calcetto alla popolazione del Sud

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2015

libano unifilTIRO. Una struttura sportiva nuova di zecca per la popolazione del Libano Sud: il Contingente italiano del Sector West di UNIFIL, su base Brigata alpina Taurinense, ha completato infatti la realizzazione di un campo da calcetto presso Jinnata, villaggio situato a nord-est della città di Tiro, consegnandolo ufficialmente alla popolazione con una cerimonia inaugurale.20151107 Inaugurazione campo da calcio a Jinnata-280-ModificaDavanti a numerose autorità Libanesi, tra cui il ‘Quaemaquan’ di Tiro Mohammed Alì Jaffal, il presidente delle municipalità di Tiro Abed Al Mohsen al Houssayini e al sindaco, il Comandante del Sector West ha sottolineato l’importanza del percorso di costruzione di fiducia e trasparenza reciproca basato sulla cooperazione tra tutti i soggetti operanti nel sud del Libano.
ll progetto inaugurato a Jinnata è stato realizzato grazie alla supervisione di specialisti del Multinational Cimic Group (cooperazione civile e militare) con i fondi italiani dedicati allo sviluppo della cooperazione civile e militare e concorre al conseguimento degli obiettivi fissati dalla Risoluzione 1701, per il supporto e il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione nel sud del Libano. (foto: libano)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donati dall’Italia a ospedale militare 216 kit di pronto soccorso medico

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2015

unifilBEIRUT.– In occasione della giornata conclusiva del primo corso svolto ”a domicilio” dalla MIBIL, presso l’Ospedale militare in Beirut, denominato “TCCCP” (Tactical Combat Casualty Care Provider), l’ambasciatore d’Italia in Libano, Massimo Marotti, ha donato all’esercito libanese 216 kit spalleggiabili di pronto soccorso medico, acquisiti con fondi del Ministero degli Esteri e della Cooperazione. Alla cerimonia hanno partecipato l’Addetto per la Difesa, generale Pietro Luigi Monteduro, il comandante della MIBIL, colonello Andrea Monti e, per la parte libanese, il generale Kiriejan, il direttore dell’Addestramento, generale. Dureid Zahreddine e altri alti ufficiali dello Stato Maggiore.
Marotti ha evidenziato come questa donazione, così come la missione MIBIL, confermi la vicinanza dell’Italia al Libano, al servizio della crescita e della stabilità di uno dei paesi più importanti per il controllo delle crisi ai confini dell’Italia e dell’Unione Europea, mettendo a sistema i tradizionali strumenti diplomatici e della Cooperazione Internazionale, con le eccellenze della Difesa e delle Forze Armate italiane, rappresentando un successo del sistema Italia. Il corso TCCCP, specificatamente sollecitato dalle Forze Armate libanesi, è stato indirizzato all’aggiornamento delle conoscenze mediche di pronto soccorso sul campo di battaglia del personale sanitario della controparte libanese, ed è stato il primo ad essere stato condotto ‘a domicilio’ nell’ambito delle attività della MIBIL. Sviluppato in linea con gli attuali standard formativi internazionali, il corso è stato condotto da istruttori appartenenti alla Scuola di Sanità dell’esercito Italiano.
La missione MIBIL, missione nazionale bilaterale, opera nel contesto generale delle iniziative connesse all’”International Support Group for Lebanon”, facente capo alle Nazioni Unite, operando nello specifico settore della formazione del personale delle forze di sicurezza, attraverso lo sviluppo di programmi di insegnamento e di formazione di livello avanzato, sia in Libano che in Italia. (foto unifil)

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

UN70: festeggia anche UNIFIL, Generale Portolano, grande traguardo

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

UN70NAQOURA (LIBANO) Anche UNIFIL festeggia UN70: “Il 70° anniversario è un grande traguardo per le Nazioni Unite e per tutti noi”, ha detto il Generale Luciano Portolano in apertura della cerimonia, tenutasi questa mattina presso il quartier generale della missione UNIFIL, per celebrare la Giornata delle Nazioni Unite. Rivolgendosi ai peacekeepers e alle locali autorità militari, civili e religiose, intervenute per l’occasione, il GENERALE PORTOLANO, Head of Mission e Force Commander di UNIFIL, ha richiamato gli ideali contenuti nel preambolo della Carta della Nazioni Unite. Quegli stessi valori che gettarono le basi per un futuro in cui le giovani generazioni fossero salvate dal flagello della guerra, riaffermando la fede nei diritti fondamentali dell’uomo, la giustizia ed il progresso sociale, nel contesto di una più ampia libertà.
“Il mondo si trova a fronteggiare numerose crisi e i limiti dell’azione internazionale collettiva sono evidenti. Nessun Paese o organizzazione può affrontare le sfide odierne da solo” ha detto il Generale, ricordando le parole del Segretario Generale Ban Ki-moon. “Il successo della missione ONU in Libano è il risultato di un costante processo che vede UNIFIL, il Governo libanese, le Forze Armate e di Sicurezza del Paese, le autorità religiose e la popolazione locale lavorare insieme per il raggiungimento del medesimo fine: la pace e la stabilità del Libano, per il bene di tutti ma soprattutto a favore delle generazioni future”.
Istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la Risoluzione 168 del 31 ottobre 1947, la Giornata delle Nazioni Unite si celebra in tutto il mondo il 24 ottobre. La data scelta segna l’anniversario dell’entrata in vigore, nel 1945, della Carta delle Nazioni Unite. (foto: UN70)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Peacekeeping: un approccio tutto italiano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 dicembre 2009

La Joint Task Force Lebanon, costituita su base Brigata aeromobile “Friuli” dal 6 novembre di quest’anno, a Tibnin, comanda il Settore Ovest di UNIFIL, competente per il sud del Libano, dal fiume Litani alla Blu Line. Ne abbiamo seguito le attività, nel corso di una settimana in cui vento e pioggia, alternandosi a rari momenti di sole e cielo azzurro, hanno caratterizzato il tipico clima instabile autunnale del Libano. Stabile e funzionante è invece l’organizzazione e lo svolgersi delle operazioni diurne e notturne del contingente italiano, che, sotto l’egida di Unifil, collabora con la LAF (Forza Armata Libanese) cooperando allo scopo di mantenere la pace nel Paese e con le istituzioni civili, nelle attività Cimic (Civilian Military Cooperation). La missione di peacekeeping italiana, Leonte 7, vede impegnate numerose task force, indispensabili per il funzionamento stesso dell’organizzazione. Continua la lettura: http://www.cybernaua.it/news/reportage.php?idnews=1937

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »