Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘unima’

Contoterzismo europeo

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2011

Le attività della CEETTAR (il sindacato di categoria degli agromeccanici europei) per i prossimi due anni sono stati definiti e integrati nel corso dell’Assemblea Generale recentemente conclusasi a Malmö, in Svezia, e alla quale ha partecipato una delegazione di UNIMA, unica organizzazione di rappresentanza del contoterzismo italiano accreditato presso le istituzioni comunitarie. Oltre a confermare gli obiettivi già individuati nel 2010 e riguardanti prevalentemente le modalità di rappresentanza della categoria presso le istituzioni comunitarie e la promozione di una libero scambio di mezzi e professionalità tra gli stati membri, l’assemblea ha voluto ribadire la decisione di definire, nell’ambito del programma di sostegno a una norma comune che qualifichi la categoria, parametri univoci per la qualificazione della figura dell’agromeccanico europeo attraverso l’identificazione di servizi e percorsi formativi specifici e ineludibili. L’assemblea ha infine deliberato una immediata intensificazione della campagna di promozione presso il Parlamento Europeo, ComAgri e Commissione Europea, delle proprie proposte legislative sulla riforma della PAC, che già hanno riscosso consensi da parte dei principali rappresentanti della politica europea e italiana, grazie all’azione di UNIMA; proposte volte a ottenere una Politica Agricola Comune che riconosca il ruolo del comparto agromeccanico, in particolare nella sua veste di principale fornitore di servizi all’avanguardia, essenziali per la salvaguardia e l’incremento dei livelli di competitività di tutto il settore primario europeo.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bieticoltura: uso macchine rottamate

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

U.N.I.M.A. (Unione Nazionale Imprese di Meccanizzazione Agricola) comunica che le macchine specializzate per la bieticoltura che a seguito della ristrutturazione del settore bieticolo-saccarifero avevano ricevuto gli aiuti compensativi previsti dai Reg. CE n. 320/2006 e n. 968/2006, possono essere utilizzate purché la coltura sia destinata a fini energetici. La conferma direttamente dalla  risposta che AGEA ha dato a un quesito sull’argomento posto da UNIMA il 14 marzo u.s., nella quale si precisa che “…l’aiuto liquidato ai possessori di macchinari è diretto a compensare gli stessi per il minor valore del macchinario posseduto a causa dei limiti produttivi posti dalla nuova regolamentazione comunitaria per la riforma del settore zucchero e pertanto i macchinari stessi possono essere utilizzati per le coltivazioni di barbabietole prodotte a fini energetici”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agriventure e Unima insieme

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

Il presidente di U.N.I.M.A. Aproniano Tassinari, il presidente di Agriventure, Federico Vecchioni ed il Responsabile della Direzione Marketing Small Business di Intesa Sanpaolo, Bruno Bossina, hanno siglato ieri  un accordo tra le rispettive strutture, avviando così una stretta collaborazione finalizzata all’individuazione di prodotti finanziari e assicurativi innovativi, calibrati per rispondere alle reali esigenze del comparto agromeccanico e accessibili in qualsiasi filiale del Gruppo Intesa Sanpaolo.  Le imprese agromeccaniche ricorrono al sistema creditizio prevalentemente per investire in quelle tecnologie d’avanguardia che hanno reso il comparto un elemento fondamentale e di eccellenza nell’agricoltura moderna. Tra i problemi maggiormente segnalati ai quali UNIMA e Agriventure puntano a trovare una soluzione, quelli legati all’accesso al credito di natura capitalistica e gestionale, quali il prestito di conduzione o per l’acquisto di beni strumentali, e l’accesso al credito di natura amministrativa, quale la creazione di un adeguato castelletto per anticipo fatture.  «Un intervento di UNIMA nel settore del credito bancario era richiesto da larga parte della base sociale. – spiega il presidente di UNIMA, Aproniano Tassinari – Abbiamo voluto rispondere siglando questa intesa con una società specializzata che fa parte di uno dei più grandi istituti bancari d’Europa. L’obiettivo che condividiamo con Agriventure è quello di sviluppare un sistema di prodotti che superino i vincoli sinora incontrati dai nostri associati e siano “tagliati” sulle reali necessità delle nostre aziende. Il progetto a cui stiamo mettendo mano si avvierà con un attento rilevamento delle richieste degli agromeccanici e una loro valutazione che, nelle nostre comuni intenzioni,  porterà in tempi ragionevolmente brevi a disegnare per le aziende del comparto una nuova realtà per quanto riguarda i loro rapporti con il mondo delle banche». Il Responsabile della Direzione Marketing Small Business di Intesa Sanpaolo, Bruno Bossina, ha sottolineato come “l’accordo firmato oggi rientra in un contesto di forte attenzione prestata da Intesa Sanpaolo alle peculiarità e alle esigenze dei diversi settori economici sui territori. In questa logica stiamo approfondendo il dialogo e il confronto con il mondo consortile e con le Associazioni di categoria più rappresentative, siglando accordi di collaborazione che consentono di offrire alle imprese associate esattamente quello che cercano: servizi, facilitazioni e agevolazioni nell’accesso al credito, consulenza e continuità nella relazione con la propria banca.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inquadramento imprese agromeccaniche

Posted by fidest press agency su sabato, 5 febbraio 2011

Rispondendo al cortese invito del presidente della Commissione Agricoltura della Camera, on, Paolo Russo, una delegazione di UNIMA (Unione Nazionale Imprese di Meccanizzazione Agricola) guidata da Aproniano Tassinari ha incontrato i deputati membri della Commissione per discutere e approfondire i principali aspetti della bozza del Disegno di Legge presentato alla stessa Commissione lo scorso giugno.  Di fronte alla Commissione, i delegati UNIMA hanno esordito ricordando come la situazione italiana sia ferma alla sommaria definizione dell’attività agromeccanica data dal D. Lgs. 99 del 2004, mentre negli altri paesi membri dell’Unione Europea, con le eccezioni di Slovacchia e Polonia, il problema è già superato.  L’approfondimento tematico ha riguardato tanto i presupposti della proposta, che prevedono per la qualificazione delle aziende agromeccaniche requisiti minimi di professionalità dimostrabili attraverso una certificazione su base volontaria delle aziende, nonché gli effetti che una sua eventuale approvazione avrebbe sul panorama agricolo futuro, a partire dalla presenza di un nuovo soggetto in grado di garantire nell’ambito delle lavorazioni agricole tracciabilità e certificabilità dei prodotti richiesti dal mercato e l’elevata compatibilità ambientale indicata dall’Europa come la via maestra da seguire nel prossimo futuro.
Dalla sua formulazione e dalla sua prima presentazione alla Commissione Agricoltura, la proposta di UNIMA ha già trovato ampi riscontri in Europa, divenendo la base di una proposta di inquadramento normativo europeo portata avanti dalla CEETTAR (la confederazione delle associazioni che rappresentano il comparto agromeccanico nei diversi stati membri UE) presso le istituzioni comunitarie e che sarà tema di discussione e confronto tra i principali esponenti delle associazioni nazionali e diversi membri della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo il prossimo 21 febbraio al SIMA di Parigi, in occasione dell’annuale Giornata Europea del Contoterzismo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura italiana

Posted by fidest press agency su martedì, 21 dicembre 2010

«La nascita di una sinergia tra tutti gli attori del palcoscenico dell’agricoltura italiana ha finalmente trovato la sua piena realizzazione». Questo il primo commento di Aproniano Tassinari, presidente di U.N.I.M.A. (Unione Nazionale Imprese di Meccanizzazione Agricola), alla conclusione del convegno “L’Europa e le prospettive dell’agricoltura Italiana” organizzato dalla Commissione Agricoltura della Camera nella sala mappamondo di Montecitorio.  Un ulteriore incremento delle difficoltà degli agricoltori rappresenterebbe una spinta aggiuntiva al fenomeno dell’abbandono dei campi e, ove anche questo non accada, si rifletterebbe sul comparto agromeccanico le cui aziende, già oggi, incontrano enormi difficoltà nella riscossione dei crediti, trovandosi di fatto spesso a svolgere coattamente il difficile ruolo di finanziatori a breve termine degli agricoltori.  Nella sala mappamondo si è registrata la presenza dei rappresentanti del comparto produttivo, con agricoltori, contoterzisti e industria, ma anche del mondo accademico e dei vertici politici e tecnici delle istituzioni a tutti i livelli, dalle regioni ai massimi esponenti della nostra nazione presso la comunità europea.  «Abbiamo più volte chiesto che, in ogni occasione legata alle decisioni sulle politiche agricole, si desse vita a un sistema di consultazione che desse ascolto a tutte le voci che compongono il complesso mondo della produzione. – spiega Tassinari – Siamo stati felici di constatare che i nostri appelli non sono caduti nel vuoto».  «Sebbene si sia trattato “solo” di un convegno, conclude Tassinari, si sono finalmente viste realizzare quelle sinergie indispensabili alla salvezza dell’agricoltura italiana. Nel clima economico generale votato alla ristrettezza, la difesa del budget per l’agricoltura non è un compito facile da realizzare, sono tuttavia convinto che l’Italia, intraprendendo la strada della cooperazione interna, abbia finalmente iniziato a porre in essere le condizioni indispensabili per far valere con tutta la forza necessaria le proprie richieste in tutte le sedi di discussione e decisione dell’Unione Europea»

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura: bonus rottamazione

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2010

UNIMA (Unione Nazionale Imprese di Meccanizzazione Agricola) intende rassicurare le imprese agromeccaniche sulla possibilità per loro di accedere ai benefici del fondo unico per gli incentivi.
«I 110 milioni di Euro tornati disponibili dopo il ristorno delle cifre non utilizzate da altri settori produttivi sono utilizzabili dagli agromeccanici al pari di tutte le altre categorie incluse nel novero dei potenziali beneficiari», sostiene il presidente di UNIMA, Aproniano Tassinari.  Per chiarire i dubbi sollevati da alcuni imprenditori del comparto, UNIMA sottolinea come i criteri di accesso agli incentivi non siano stati modificati dal Ministero dello Sviluppo rispetto al recente passato e come, quindi, non esiste per gli agromeccanici alcuna forma di esclusione a priori.   All’origine del dubbio il vincolo di almeno dieci anni di età della macchina, introdotto a suo tempo per focalizzare gli incentivi in un’ottica di svecchiamento del parco circolante, che in effetti esclude di fatto la maggior parte delle aziende agromeccaniche; aziende nelle quali è assai difficile trovare mezzi che superino l’età di sei o sette anni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »