Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Posts Tagged ‘unità nazionale’

Coronavirus e unità nazionale. Osservazioni e contestazioni… servono?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2020

Da più parti si sente ripetere che l’unità nazionale è fondamentale in un periodo come questo. E’ giusto… anche se io aggiungerei l’unita europea e quella mondiale… ma, visto che al momento non si può avere tutto, accontentiamoci…. Ma cosa significa nazione? Evitiamo trattati e contrapposizioni e cerchiamo di fotografare la nostra realtà, facendo attenzione a non ritrovarci in mano una fotografia di una nazione che vorremmo o di una nazione che odiamo (errori non facili, da parte di chi li commette, a riconoscere tali). La nazione Italia è parlamentare costituzionale. La formazione delle leggi e il modo per il rispetto delle stesse avviene attraverso il meccanismo che tutti (grossomodo… ah, l’educazione civica…) conosciamo. Meccanismo che presuppone dialettica e confronti, anche duri. Spesso, purtroppo, questi confronti vertono sulla legittimità ad esprimersi. Ma succede. Ed è bene che ognuno ascolti tutto, anche se talvolta l’opportunità viene confusa con la legittimità. Ma tant’è…
Facciamo alcuni esempi, grandi e piccoli.
– Nell’attuale contesto emergenziale ha fatto molta notizia il fatto che il capo del governo, Giuseppe Conte, in una conferenza stampa se la sia presa, con nome e cognome, con due leader dell’opposizione che, a suo avviso, dicevano falsità sulle iniziative dell’Esecutivo in materia di rapporti e decisioni con l’Unione europea. In tanti, anche della stessa maggioranza del presidente Conte, hanno manifestato la propria perplessità in merito.
– Qualche giorno fa Aduc ha criticato le condizioni igieniche che il Comune di Firenze (incaricato alla bisogna dalla Regione Toscana) metteva in opera per la distribuzione delle mascherine, distribuzione che ultimata farà scattare l’obbligo d’uso delle stesse in qualunque luogo pubblico al chiuso. La vice-Sindaca di Firenze aveva così commentato: “Un allarme ingiustificato e tardivo che spaventa inutilmente le persone, io farei attenzione a non procurare allarmi”. Ben si intende questa minaccia di denuncia per “procurato allarme” come una valutazione di illegittimità dello specifico operato di Aduc.
– Nella miriade di multe che le autorità stanno comminando per violazione del contenimento, talvolta gli accertatori apostrofano i trasgressori con frasi tipo. “Non si vergogna ché facendo così mette in pericolo la salute di tutti?”.
Ci sono quindi tre metodi di contestazione che vengono tirati in gioco da parte di chi ha un’autorità: opportunità, legittimità e vergogna. A proposito o sproposito… non è quello che ora ci interessa, anche se la “vergogna” fa parte della stessa famiglia di quando si dice di non fare qualcosa di illegittimo perché è “peccato”…
A cosa servono queste nostre osservazioni?
A comunicare che, anche se veniamo redarguiti ché stiamo facendo qualcosa valutato dalle autorità come inopportuno, illegittimo o vergognoso, è bene non astenersi dal farlo.Invito a “procurare allarmi” come direbbe la vice-Sindaca di Firenze?
No, invito ad essere noi stessi, civicamente noi stessi!Il nostro Paese non ha conferito poteri assoluti al premier, al Sindaco o alle forze dell’ordine. Non siamo l’Ungheria di Viktor Orban. Siamo una nazione che discute, parla (talvolta anche straparla…) e che ha deciso di continuare ad affidare anche le emergenze alla dialettica tipica di un regime di democrazia liberale.
Democrazia liberale che si alimenta, si rinvigorisce, cresce e dà i suoi benéfici effetti anche in virtù delle contrapposizioni e per il fatto che tutto possa e debba essere rimesso in discussione. “Virtù” – sia chiaro – che non giustifica la burocrazia ma che consente di evirare le arroganze di ogni tipo. Qualcuno potrebbe valutare questo metodo più faticoso e più lento che non quello, per esempio, del citato premier ungherese. Per capire l’errore di questa valutazione è sufficiente andarsi a leggere la storia, anche quella della nazione Italia (fascismo) o della nazione Germania (nazismo) e di tante altre anche oggi in auge (Filippine, per esempio).Noi crediamo che il coronavirus si superi essenzialmente e soprattutto facendo fede ai nostri principi istituzionali. Per il presente e per il futuro.Noi che siamo governati ed amministrati è bene che ascoltiamo, supportiamo e sopportiamo anche ciò che riteniamo più disdicevole (col potere di cambiare canale o girare la testa dall’altra parte, fare ricorso o esprimere un voto diverso alle dovute scadenze). Ma chi ci governa e ci amministra, proprio perché siamo la nazione Italia (Ue, Onu) non si può arrogare il diritto di fare come noi. Se “gli fa fatica”, sono liberi di tornare ad essere come noi! (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In bicicletta Bari-Torino per i 150 anni di Unità d’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2011

Bari 4 giugno alle 8,30 nella sala Giunta sarà l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Bari, Elio Sannicandro, su delega del Sindaco Michele Emiliano, a ricevere, un gruppo di ciclisti della FIAB che percorrerà l’intero tragitto di 1.200 Km fino a Torino in bicicletta nell’ambito del progetto “La strada giusta” (www.stradagiusta.it), ideato per celebrare i 150 anni di Unità d’Italia dal Comune di Chiaravalle (An) in collaborazione con la Federazione Italiana Amici della Bicicletta. Nel corso della cerimonia l’Assessore Sannicandro apporrà firma e sigillo del Comune di Bari su una pergamena, una sorta di lasciapassare dell’iniziativa, che riporta un estratto dell’art. 5 della Costituzione: “l’Unità d’Italia è un vincolo fondamentale della nostra carta costituzione”. Alla manifestazione, che non ha carattere agonistico e che verrà svolta senza mezzi motorizzati al seguito, parteciperanno Lello Sforza, Elio Cassano, Salvatore Scarasciulli, Giovanna Papeo di Bari; i fratelli Francesco e Angelo Venezia di Matera; Massimo Cerioni di Chiaravalle (consigliere nazionale FIAB e co-promotore dell’iniziativa insieme alla sua Amministrazione comunale); Patrizia Marani di Correggio (Re). Lungo il percorso si aggregheranno decine di partecipanti in bicicletta che pedaleranno per una o più tappe. Lungo il percorso annullo della pergamena riportante un estratto dell’art. 5 della Costituzione nei Comuni di Bari, Foggia, Vasto, Alba Ariatica, San Benedetto del Tronto, Numana, Sirolo, Ancona, Chiaravalle, Senigallia, Cesena, Imola, Bologna, Reggio Emilia.
L’arrivo a S. Mauro Torinese, alle porte di Torino, è previsto il 15 giugno per fare ingresso il giorno successivo insieme ad altri ciclisti arrivati pure in bici da altre città italiane fino in Piazza Carlo Alberto. La destinazione finale non è casuale. Torino, prima capitale del Regno d’Italia, sarà anche la città che ospiterà dal 16 al 19 giugno prossimi il 24° Cicloraduno nazionale della Federazione Italiana Amici della Bicicletta http://www.cicloraduno.it/, pure organizzato per rendere omaggio ai 150 anni di Unità d’Italia. Lo slogan del Cicloraduno è: “Bici 150. La Bicicletta Unisce l’Italia”.
Il progetto “La strada giusta”, che oltre al Bari-Torino prevede i seguenti itinerari:
1) Marsala-Firenze,
2) Trieste-Milano,
3) Olbia-Cagliari-Genova,
4) Aosta-Torino,
5) Faletto-Torino,
Ma che strada faranno i ciclisti in partenza da Bari? Tutta la via Adriatica fino a Rimini (corrispondente all’itinerario n. 6 della Rete CicItaliawww.bicitalia.org ), quindi la via Emilia passando per Bologna e per Reggio, sede del tricolore. Quindi, una volta arrivati sul Po la pattuglia ciclistica proseguirà lungo l’argine destro, tutto ciclabile, fino a Torino.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

!7 marzo: chiusura università?

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 febbraio 2011

“Non solo scuole e uffici ma anche le università vengano chiuse per consentire agli studenti di festeggiare correttamente la festa dell’unità nazionale” è quanto dichiara Andrea Volpi Coordinatore Nazionale di Azione Universitaria in merito al dibattito sulla giornata di festa nazionale istituita per il 17 marzo in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia. “Chiediamo al ministro Gelmini di esprimersi in tal senso e non di spalleggiare proteste strumentali su un tema che dovrebbe, questo più di altri, unire tutti gli italiani. Se questo non dovesse accadere – continua Volpi – saremo pronti anche a fare i picchetti e chiuderle noi, un gesto che è contrario al nostro modo di fare politica ma la Patria è un valore fondamentale per noi e dovrebbe esserlo per ogni Italiano, e per la difenderlo siamo disposti ad andare contro a quelli che sono da sempre stati i nostri metodi”. “Conosciamo la sensibilità del ministro e ci meravigliamo della sua proposta di tenere aperte le scuole in un giorno di festa nazionale. Noi preferiamo la Gelmini che inserisce il discorso sulle Foibe nelle prove della maturità e non la Gelmini che rinuncia a festeggiare come si deve l’Unità d’Italia. Vorremmo ricordare a tutti questi “neo-stacanovisti” – conclude la nota – che la Patria deve venire prima delle esigenze economiche di CONFINDUSTRIA e del folklore della Lega”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

4 novembre a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 novembre 2010

Roma 3 novembre alle ore 15.00, Il Ministro della Difesa Ignazio La Russa, alla vigilia delle celebrazioni del 4 novembre “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Giornata delle Forze Armate”, si recherà presso il Comando Operativo di vertice Interforze per collegarsi in videoconferenza con i militari impegnati nei vari Teatri operativi.  Con l’occasione il Ministro della Difesa, il Sindaco di Roma Gianni Alemanno e il Comandante Militare della Capitale Gen. C.A. Mario Marioli presenteranno il programma delle manifestazioni previste a Roma e nel Lazio per la ricorrenza del 4 novembre.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festa dell’Unità Nazionale

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 novembre 2009

Napolitano festa ff.aa.8 novembre 2009, dalle 15.45 alle 19.30 in diretta web sul sito http://www.difesa.it manifestazione conclusiva della e ‘Giornata delle Forze Armate’.  L’evento, presentato da Fabrizio Frizzi e Rita Dalla Chiesa, prevede l’esibizione della fanfara dei bersaglieri, il passaggio delle Frecce Tricolori, il concerto delle bande militari, l’esibizione del coro dell’Associazione Nazionale Alpini, la partecipazione di Enrico Brignano ed il concerto finale del Maestro Renzo Arbore Orchestra Italiana.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“I giovani raccolgano il testimone”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 novembre 2009

<<La festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, rappresenta un momento importante per ogni cittadino , ed è compito di ognuno, tramandare quegli alti valori che rappresentano il filo conduttore del popolo italiano nei diversi momenti storici>>. Ad affermarlo è Carmelo Lentino, segretario nazionale di Giovani Insieme e componente del Consiglio Direttivo del Forum Nazionale dei Giovani, in occasione dell’anniversario della festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate che si celebra oggi. <<La storia non può essere dimenticata – continua Lentino – ed assieme agli eventi che hanno costruito il nostro Paese, non possiamo dimenticare i valori che hanno costruito l’identità nella quale ognuno di noi oggi si riconosce. Ritengo che le nuove generazioni debbano raccogliere questo testimone, affinché tutto questo non cada in una semplice ricorrenza di poco valore>>. <<Oggi – conclude il segretario di Giovani Insieme – festeggiamo l’Unità d’Italia e le nostre Forze Armate e non possiamo non richiamare da un lato l’identità europea, con la sua ricchezza e opportunità, e dall’altra il lavoro e la solidarietà delle nostre Forze Armate impegnate in ogni momento in territori pericolosi. Oggi l’Italia si riconosce in tutto questo>>.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »