Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Posts Tagged ‘università’

XVI Convegno Nazionale AlmaDiploma

Posted by fidest press agency su martedì, 11 dicembre 2018

Roma giovedì 13 dicembre 2018, alle 9.30 presso la Sala Aldo Moro del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca XVI Convegno Nazionale AlmaDiploma “Orientare e (È) Educare. Percorsi, strumenti e nuove strategie di continuità” promosso dall’Associazione di Scuole AlmaDiploma e dal Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea.
Il Convegno si aprirà con la presentazione dell’Indagine AlmaDiploma sul Profilo dei Diplomati 2018; a seguire saranno approfonditi argomenti di particolare attualità quali i percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro, “Cittadinanza e Costituzione” e Orientamento.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rassegna “Libri di Storia – Incontri con gli autori”

Posted by fidest press agency su domenica, 9 dicembre 2018

Parma Martedì 11 dicembre alle 17, a Palazzo del Governatore, ultimo appuntamento con la rassegna “Libri di Storia – Incontri con gli autori”, organizzata dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali (DUSIC) dell’Università di Parma con il Comune di Parma. Protagonista dell’appuntamento sarà il volume “La guerra è l’unico pensiero che ci domina tutti. Bambine, bambini, adolescenti nella Grande Guerra”, novità editoriale d’argomento storico di Patrizia Gabrielli, docente di storia contemporanea dell’Università di Siena. Dialoga con l’autore Piergiovanni Genovesi, Delegato del Rettore per le iniziative culturali di carattere storico e coordinatore della rassegna. In apertura sono previsti i saluti del Pro Rettore alla Terza Missione Fabrizio Storti e del Direttore del DUSIC Diego Saglia.L’incontro si tradurrà in una riflessione a più voci aperta a tutti gli interessati, per avvicinare la storia (e le pubblicazioni di carattere storiografico) al pubblico e per proseguire in quell’azione di “disseminazione culturale” che l’Ateneo, spesso di concerto con il Comune, sta offrendo alla città e al territorio.La partecipazione agli incontri è valida come aggiornamento per gli insegnanti che si iscriveranno attraverso la piattaforma S.O.F.I.A. L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.
Il libro ci parla di guerra e non solo: “Negli anni della Grande guerra, una raffinata macchina di propaganda coinvolse militari e civili, tra questi ultimi non furono risparmiati bambini e adolescenti che ebbero un ruolo centrale nelle rappresentazioni e nelle pratiche della mobilitazione. Essi sono i protagonisti di questo volume che, saldando il Genere alla categoria della guerra totale, analizza gli effetti della “cultura di guerra” nella sfera pubblica e privata, le ricadute sulla letteratura e sui giocattoli che, da strumento ludico educativo, si trasformano in simbolo dell’appartenenza alla nazione e dello sforzo bellico. Il conflitto si insinua nelle vite dei giovani testimoni e tra le pieghe della memoria, irrompe e spezza la quotidianità, genera conseguenze negative. Il grande evento è per molti portatore di separazioni, rottura di legami familiari e affettivi, ma le “scritture bambine” lasciano affiorare insieme alla materialità dell’esistenza, il loro coinvolgimento, la fascinazione provata. La soglia domestica è oltrepassata dalla forza degli eventi, dalla martellante propaganda capace di far vibrare le corde dell’emotività, di spronare la partecipazione, mentre rappresentazioni e realtà si intersecano restituendo una duplice versione del conflitto bellico: “alla guerra lontana”, di cui parlano le maestre e i tanti giornalini, fa da contraltare la “guerra vicina”, quella vissuta nel quotidiano, che è diverso a seconda dell’appartenenza sociale e di genere. Nella maggioranza dei casi, le due dimensioni, quella della rappresentazione e dell’autorappresentazione, si intrecciano e le prime entrano a far parte dell’esperienza individuale e collettiva, producono emozioni, condizionano giudizi, favoriscono scelte, stimolano l’impegno (Fonte: Rubbettino Editore)”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quali sono le università più richieste dagli aspiranti camici bianchi?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 dicembre 2018

Ogni anno decine di migliaia di ragazzi e ragazze si contendono un posto nelle Facoltà di Medicina e Odontoiatria italiane: nel 2018 erano 67.005 i candidati per 9.779 posti disponibili. Un plotone di aspiranti camici bianchi che inizia a prepararsi al temutissimo test d’ingresso quando si è ancora tra i banchi di scuola, al liceo. Ed è proprio in questo momento che l’orientamento diventa fondamentale, come testimonia Medicor Tutor, società che accompagna gli studenti preparandoli a una carriera universitaria in medicina con prospettive internazionali.Sono sempre di più, infatti, i ragazzi che, determinati a realizzare il proprio sogno, decidono di guardare all’estero, studiando medicina in atenei prestigiosi che garantiscono una brillante preparazione e assicurano allo studente un’esperienza di vita assolutamente unica con migliori prospettive occupazionali e retribuzioni più alte del 40% rispetto ai propri colleghi. Secondo la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, infatti, i medici laureatisi iscritti all’Albo e in possesso di laurea conseguita all’estero sono più di tremila. E la tendenza oltre che aumento, è trasversale a molte altre discipline. Nel 2013, i laureati emigranti erano 19 mila, mentre nel 2016 sono diventati 35 mila, tra i 25 e i 39 anni. C’è chi parte per proseguire il percorso formativo, chi per agganciare un’opportunità di carriera, chi perché allettato da un’alta retribuzione. Come certifica la società di ricerca Willis Towers Watson, infatti, un laureato magistrale in Italia guadagna circa 4.700 euro l’anno lordi in meno rispetto a un suo coetaneo con lo stesso titolo di studio in Germania, Francia, Olanda o Regno Unito. E anche l’Europa Centrale sta diventando sempre più attrattivo come dimostrano le centinaia di ragazzi e ragazzi che ogni anno si rivolgono a Medicor Tutor per affrontare il test di ingresso in atenei prestigiosi come la Charles University di Praga. considerata una delle 30 migliori d’Europa e tra le 200 migliori al mondo, è riconosciuta tra i top 1.5% istituti del mondo (fonte Ranking Web of Universities) con, tra i suoi docenti, anche Albert Einstein che qui ha tenuto lezioni sulla meccanica, sulla fisica molecolare e sulla termodinamica. Qui, 80 studenti italiani frequentano Medicina e 15 Odontoiatria e tanti stanno già studiando per prepararsi ai test di ingresso che si terranno il prossimo 27 aprile a Milano.Gli altri ragazzi di Medicor Tutor frequentano invece le Facoltà di Medicina e Odontoiatria presso la Masaryk University di Brno, l’Universidad Europea de Madrid, la European University Cyprus di Nicosia a Cipro e l’Università Pavol Jozef Safarik di Kosice. Gli iscritti alla Pleven Medical University sono invece tutti in Medicina e alla Universidad Europea de Valencia per la sola facoltà di Odontoiatria. Complessivamente, quindi, Medicor Tutor segue circa 700 studenti italiani all’estero e solo nel 2018 ben 128 studenti (su 139 candidati) ha superato il test di ingresso o processi di selezione per una di queste Università grazie all’affiancamento di Medicor Tutor.
Gli studenti esaminano i pazienti già dai primi anni di corso, come previsto da curriculum e il programma di studi comprende la formazione pratica presso gli ospedali universitari dove gli alunni realizzano pratiche cliniche con pazienti reali.Ma cosa significa affrontare un test di ingresso all’estero? «Ogni Università ha una selezione diversa, per questo prepariamo i ragazzi con percorsi specifici. I corsi prevedono una parte teorica di video lezioni in lingua inglese sottotitolati con del materiale a supporto, e una parte pratica composta da Problem Set e da prove di simulazione – spiega Janina Holesovska, cofounder di Medicor Tutor, precisando – All’estero i test di ingresso sono composti da domande a crocette a risposta multipla, ma non prevedono domande di logica, a differenza di quanto accade in Italia, e lo studente ha più tempo per poter rispondere. Alcune Università selezionano i ragazzi in base al voto di maturità o la media voti conseguita negli ultimi anni della scuola superiore. E come dimostrato dalle percentuali di successo, siamo in grado di preparare gli studenti anche a superare gli esami più difficili».
Non solo: la laurea conseguita negli Atenei stranieri seguiti da Medicor Tutor è un titolo accademico accettato in tutta Europa ed è possibile fare rientro in Italia anche prima del termine degli studi. La sentenza 1/2015 del Consiglio di Stato, infatti, ha stabilito che negli Atenei italiani in cui si creano posti vacanti per rinunce o abbandoni dopo il primo anno, possono essere assegnati anche agli studenti italiani che studiano all’estero.
In merito al rientro in Italia, però, i dati dimostrano come l’80% degli studenti di Medicor Tutor scelga di continuare i suoi studi all’estero, leggendo in questo percorso un’opportunità che potrà realmente fare la differenza per il loro futuro. Al rientro in Italia gli studenti italiani si configurano come «Medici con cittadinanza italiana che si sono laureati all’estero, in un Paese Europeo».

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A ottant’anni dalla legislazione razziale

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Parma Mercoledì 28 novembre, a partire dalle 10, la Sezione di Storia della Biblioteca Umanistica dei Paolotti dell’Università di Parma (Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e delle Imprese culturali – DUSIC, via d’Azeglio 85) ospiterà una giornata di studi sul tema: a ottant’anni dalla legislazione razziale, i Seminari di Europa propongono una riflessione sul significato di quella triste pagina della storia contemporanea per l’antichistica italiana.Al seminario, organizzato dall’Università di Parma con la collaborazione e il contributo dell’Istituto Italiano per la Storia antica e del Comune di Parma, parteciperanno numerosi studiosi dalle Università di Parma, Milano, Verona, Bari, Lecce, Münster, della Scuola Normale Superiore di Pisa e dell’Istituto Nazionale di Studi romani. Il comitato scientifico comprende Alessandro Pagliara (Università di Parma), Massimiliano Ghilardi (Istituto Nazionale di Studi romani, Roma) e Laura Mecella (Università di Milano).
L’appuntamento sarà aperto dai saluti del Direttore del Dipartimento DUSIC Diego Saglia e del Delegato del Rettore per le Iniziative di carattere storico Piergiovanni Genovesi, e dall’introduzione ai lavori di Alessandro Pagliara, docente di Storia romana all’Università di Parma, Vice Direttore del Centro Univer­sitario per la Cooperazione Internazionale – CUCI e responsabile organizzativo della rassegna.A seguire la sessione mattutina, presieduta da Giorgio Vecchio (Università di Parma), con gli interventi di Massimiliano Ghilardi dell’Istituto Nazionale di Studi romani (“La civiltà di Roma e i problemi della razza”: l’Istituto di Studi Romani e le leggi razziali), Luca Iori dell’Università di Parma (Numeri alla mano: l’impatto delle leggi razziali sull’antichistica italiana), Paola Salvatori della Scuola Normale Superiore di Pisa (Telesio Interlandi e la “Difesa della razza”: mondo antico e iconografia del razzismo italiano).
Dalle 15.30 la sessione pomeridiana, presieduta da Ugo Fantasia (Università di Parma), con interventi di Michele Bellomo e Laura Mecella dell’Università di Milano (Dalle leggi razziali alla liberazione: gli anni oscuri di Mario Attilio Levi), Edoardo Bianchi dell’Università di Verona (Mario Segre e le leggi razziali: tra l’Italia e l’Egeo), Pierangelo Buongiorno dell’Università di Lecce e della Wesfälische Wilhelms – Universität di Münster e Annarosa Gallo dell’Università di Bari (Edoardo Volterra, il fascismo e le lezzi razziali). Dopo la discussione, le conclusioni saranno affidate a Domenico Vera (Università di Parma).
I “Seminari di Europa” (www.seminari-di-europa.unipr.it) sono organizzati dall’Università di Parma (DUSIC – Unità di Storia e di Lingue, e Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale – CUCI) con il Comune di Parma (Assessorato alla Cultura), ed è frutto della collaborazione con la Giunta Centrale per gli Studi Storici di Roma, l’Ufficio Scolastico provinciale di Parma e Piacenza, la Fondazione Collegio Europeo, la Scuola per l’Europa, il Liceo scientifico “Marconi” e il Polo Scolastico Agro-Industriale di Parma.Questo primo ciclo, intitolato “Costruire ponti e abbattere muri”: migrazioni, accoglienza e spirito europeo, è stato compreso tra le iniziative patrocinate dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale (http://annoeuropeo2018.beniculturali.it/eventi/seminari-di-europa/).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza di Adolfo Guzzini

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Ascoli Piceno. La Scuola di Architettura e Design “E. Vittoria” dell’Università di Camerino e l’ADI (Associazione per il Disegno Industriale) Marche Abruzzo e Molise organizzano per il prossimo 27 novembre ad Ascoli Piceno la conferenza di Adolfo Guzzini, Presidente di iGuzzini, che ha ricevuto il premio alla carriera ADI Compasso d’Oro 2018, uno dei riconoscimenti più importanti nel campo del design. L’evento, che si terrà alle ore 17 presso la sede di Sant’Angelo Magno della Scuola di Architettura e Design, si aprirà con i saluti del Rettore Unicam Claudio Pettinari, del Direttore della Scuola di Architettura e Design Giuseppe Losco, del Presidente ADI Marche Abruzzo e Molise Michele Gasperini. L’introduzione sarà a cura dello scenografo Giancarlo Basili, cui seguirà la conferenza di Adolfo Guzzini.
La conferenza, infatti, fa parte di un ciclo che la Scuola di Architettura e Design di Unicam e ADI Marche Abruzzo e Molise hanno dedicato ai premi alla carriera ADI Compasso d’Oro di personalità marchigiane o che hanno lavorato molto nelle Marche. Prima di Adolfo Guzzini, sono stati ospiti in Ateneo Franco Moschini e Fabio Lenci, insigniti del premio alla carriera nel 2016.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università: Scatta la protesta dei ricercatori

Posted by fidest press agency su domenica, 18 novembre 2018

Sono passati due lustri da quando, con la Legge 1/09, il governo iniziava l’anno con l’impegno di assumere nei ruoli dello Stato 6 mila ricercatori, per poi giungere alla messa ad esaurimento degli stessi (Legge 240/09) per ragioni di bilancio. Il risultato di tali disposizioni legislative è che oggi i ricercatori precari superano per numero i colleghi di ruolo. Il 17 novembre prenderà il via la protesta: la misura è colma e già si parla di sciopero della categoria, che bloccherebbe le università visto che la maggior parte dei corsi sono tenuti proprio da questa figura professionale, tanto importante per i nostri atenei ma allo stesso tempo sempre più bistrattata e senza diritti. Ora, però, un emendamento proposto da Anief potrebbe riaprire i giochi e dare speranza a quei 20 mila ricercatori che dopo anni di ricerca, studio, formazione e insegnamento si aspettano di essere riconosciuti tali e assunti per rilanciare la cultura e la ricerca del Paese.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seminario di Bioetica “Gli animali nella ricerca”

Posted by fidest press agency su sabato, 17 novembre 2018

Parma lunedì 19 novembre, alle ore 9, nell’Aula Magna dell’Università di Parma seminario di Bioetica “Gli animali nella ricerca” organizzato dal Centro Universitario di Bioetica (UCB) dell’Università di Parma.Interverranno Simone Pollo dell’Università La Sapienza di Roma, che parlerà di “Etica e storia delle relazioni umani-animali: sperimentazioni e non solo”: per discutere delle molte questioni etiche che la sperimentazione solleva è necessario collocare questa pratica nel più ampio scenario della storia biologica e culturale con il mondo non umano; seguirà Luca Bonini dell’Università di Parma, con un intervento dal titolo “Gli animali in neuroscienze: il cervello umano allo specchio” – studiare e capire come funziona il cervello di altri animali permette di comprendere come funziona il nostro cervello; e infine Augusto Vitale dell’Istituto Superiore della Sanità di Roma che interverrà su “Sperimentazione animale: aspetti etici e legislativi”: la necessità di un corretto approccio scientifico all’uso degli animali nella ricerca, di provvedere al loro benessere e minimizzare qualunque tipo di sofferenza. Moderatore del seminario sarà Saverio Bettuzzi, Università di Parma. L’iniziativa è rivolta agli studenti dell’ultimo anno degli Istituti delle scuole superiori di Parma ma è aperta anche agli studenti e al personale docente e tecnico-amministrativo dell’Ateneo di Parma e alla cittadinanza.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alla Stranieri il “IX Leonardo Sciascia Colloquium”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Perugia Venerdì 23 novembre, ore 11.15 Sabato 24 novembre ore 9.30 l’Università per Stranieri di Perugia Piazza Fortebraccio, 4 nella sala Goldoni di palazzo, si trasforma in un crocevia di autorevoli studiosi internazionali dello scrittore siciliano Leonardo Sciascia. Si tratta del IX Colloquium di studio e di ricerca, su un tema mai affrontato in maniera approfondita: il rapporto tra lo scrittore di Racalmuto e il versante sud-orientale del bacino del Mediterraneo, tra mondo arabo, Turchia e Iran. L’evento, che apre il programma di iniziative per i 30 anni dalla scomparsa di Sciascia e si concluderanno con il Colloquium 2019 a Parigi, è diretto dal prof. Giovanni Capecchi dell’Università per Stranieri di Perugia e dalla prof.ssa Francesca Maria Corrao dell’Università Luiss-Guido Carli di Roma.
In questa nona edizione dal titolo “un lungo elogio della palma” il Colloquium cercherà prima di tutto di riflettere sull’importanza della cultura araba per Sciascia, partendo dai numerosi riferimenti che le pagine dello scrittore presentano e senza dimenticare i profondi legami tra Sicilia e mondo arabo, testimoniati anche dall’origine araba che Sciascia attribuisce al suo cognome e dal nome del suo paese natale (Rahl al-Mudd).
L’incontro intende anche far luce sulla diffusione dei libri di Sciascia nel mondo arabo, in Turchia e in Iran, occupandosi delle traduzioni che sono state effettuate (attraverso le testimonianze di Nacdet Adabağ e di Reza Gheisarieh, che hanno tradotto in turco e in persiano Il giorno della civetta) e di quelle in corso di realizzazione (a partire dalla versione in arabo de Il Consiglio d’Egitto che Zakariya Jumaah sta approntando).
L’incontro letterario ha inoltre lo scopo di ascoltare la voce di scrittori provenienti dalle diverse culture che costituiscono il centro della riflessione proposta: scrittori che si sono misurati con i libri di Sciascia, che hanno aperto un dialogo tra le loro pagine e quelle sciasciane e che condividono un’idea di scrittura come azione morale, come impegno civile.
Parteciperanno alla due giorni di Pal. Gallenga l’algerino Amara Lakhous, l’autrice italo-somala Igiaba Scego, il turco Suphi Varim, l’iraniano Mohammad Tolouei. L’immagine icona del Colloquium è la rielaborazione di un’opera di Bruno Caruso, artista amato da Sciascia. La manifestazione è dedicata alla memoria dell’amico Fabrizio Leonelli.
In un testo poetico del 1960, Sciascia citava il poeta Abu-Hâtem, che scrisse un lungo elogio della palma, «albero / foggiato dalle mani di Dio / a immagine dell’uomo: albero eccelso / che segue la marcia dell’Islam / (…) e in paradiso / darà ombra dolcissima a fanciulle / dagli occhi neri e casti». L’iniziativa è promossa dall’Associazione Amici di Leonardo Sciascia, dall’Università per Stranieri di Perugia e dall’Università Luis-Guido Carli di Roma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola e Università, tutte le disposizioni del testo “bollinato” dalla Ragioneria di Stato

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 novembre 2018

Per la scuola sono previsti 400 insegnanti in più nei licei musicali, come risposta al commissariamento del Miur ottenuto dall’Anief (art. 53), ma anche il finanziamento per l’assunzione dei co.co.co. Ata siciliani (art. 54), il distacco agli Uffici Scolastici Regionali di 150 specialisti su innovazione didattica e digitale (art. 52), la ridefinizione del fondo per gli istituti (art. 64). Sempre per la scuola è in arrivo la riforma del reclutamento con il ritorno al “concorsone” e la ferma quinquennale prima di chiedere il trasferimento, l’abolizione del concorso riservato ai precari non abilitati con 36 mesi, la cancellazione degli ambiti territoriali (art. 58), le risorse per coprire l’indennità di vacanza contrattuale e per rinnovare il contratto (art. 34). Nuova ripartizione dei fondi anche per il settore universitario (art. 78), per il quale è prevista anche la copertura per l’assunzione di mille ricercatori a chiamata diretta (art. 32).

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al via alla Stranieri il corso di aggiornamento dei Lincei

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 ottobre 2018

Perugia. Al via, a palazzo Gallenga dell’Università per Stranieri di Perugia, il corso di aggiornamento del progetto Lincei-Miur che ha coinvolto circa un centinaio di docenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, provenienti da tutta l’Umbria. A presentare il prestigioso corso, promosso in collaborazione con l’Accademia Nazionale dei Lincei, la prof.ssa Sandra Covino, linguista dell’Università per Stranieri di Perugia che ha ampiamente trattato della “comprensione del testo e sua valutazione nei diversi livelli d’istruzione tra indagini”. “I presupposti teorici alla base delle indagini nazionali e internazionali – ha dichiarato la prof. Sandra Covino – implicano una nozione di lettura che include la comprensione, la riflessione e l’impiego dell’informazione scritta per una varietà di scopi, nella scuola e nella vita, e in una pluralità di situazioni; sul piano didattico – ha precisato – ciò rende necessario proporre ai discenti un’ampia gamma di formati e tipologie testuali, esemplificativa degli usi plurimodali e polifunzionali della lingua nelle situazioni comunicative reali”.Dopo la presentazione generale del corso, la prof.ssa Sandra Covino ha illustrato nel suo intervento i traguardi e gli obiettivi relativi alla lettura, per il primo e per il secondo ciclo di istruzione, previsti nei test INVALSI sull’italiano. Ha poi evidenziato il rapporto della prima parte delle prove (a diversi livelli di scolarità) con i processi della literacy in lettura misurati nelle indagini internazionali (OCSE-PISA e IEA-PIRLS). Si tratta del progetto Lincei-Miur che pone l’attenzione sulla valorizzazione dell’educazione linguistica come chiave di accesso a tutti i saperi disciplinari, in una prospettiva che integri competenze di tipo umanistico e di tipo scientifico. Sono previsti cinque incontri (vedi il calendario al seguente indirizzo: https://goo.gl/iLa2kr ), che, a partire dalle abilità linguistiche e cognitive testate nelle prove INVALSI e dai processi della literacy in lettura misurati in indagini internazionali, proporranno metodi innovativi per l’insegnamento della “grammatica dal testo”, l’arricchimento lessicale e il graduale sviluppo delle capacità di interpretare e utilizzare le strutture linguistico-testuali, superficiali e profonde, che veicolano la trasmissione del significato. L’esemplificazione riguarderà varie tipologie testuali e vari registri stilistici, con particolare riferimento al testo scientifico e al testo letterario. La necessaria modulazione “in verticale” del curriculum sarà evidenziata anche attraverso un approfondimento dedicato all’argomentare, come agire comunicativo, con la presentazione di materiali didattici, distinti per livelli diversi del percorso scolastico e finalizzati alla comprensione e alla produzione di testi argomentativi. I docenti iscritti al corso potranno programmare e sperimentare attività didattiche nelle proprie classi, sulla base dei contenuti, dei metodi e dei materiali proposti e discussi durante gli incontri. Il sesto e ultimo appuntamento sarà infatti un momento di restituzione e verifica, dedicato cioè alla presentazione delle esperienze realizzate con i loro alunni dagli insegnati. I partecipanti ragioneranno con i colleghi e con i tutor del corso sui risultati conseguiti e sulle eventuali difficoltà incontrate, fornendo anche una valutazione sull’efficacia dell’esperienza di aggiornamento compiuta. Erano presenti, tra gli altri, i tutor del corso, Roberto Vetrugno e Daniela Busti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario “Youth Work”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 ottobre 2018

Parma Martedì 23 ottobre alle ore 10, nell’Aula Magna “Angelo Scivoletto” del plesso universitario di borgo Carissimi, si terrà il seminario “Youth Work – La professione educativa tra innovazione e luoghi collaborativi”. Il seminario è organizzato dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma. Nel pomeriggio sono previste visite ad alcuni servizi per i giovani del Comune di Parma: Officine On/off, Officina Arti audiovisive e Centro Giovani Montanara.La giornata si inserisce nelle attività di orientamento rivolte agli studenti dei corsi di laurea in Scienze dell’educazione e in Progettazione e coordinamento dei servizi educativi. Il seminario del mattino è aperto a tutti, fino ad esaurimento posti. Durante la mattinata, i partecipanti potranno iscriversi a una delle visite programmate per il pomeriggio.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Linux Day”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 ottobre 2018

Parma venerdì 26 e sabato 27 ottobre al Plesso di Matematica dell’Università (Campus Scienze e Tecnologie), organizzato nell’ambito della omonima iniziativa nazionale (https://www.linuxday.it/) dagli studenti del corso di laurea in Informatica dell’Ateneo sotto la supervisione del prof. Alessandro Dal Palù. Di seguito il programma delle due giornate:
Venerdì 26 ottobre Aula A – Plesso di Matematica 15:00 – 15:50 Quando il software libero incontra l’hardware libero (Bartolomeo Augello, Studente del CdL in Informatica, Università di Parma) 16:00 – 16:50 Introduzione a Python (Python User Group Reggio Emilia)
Aula B – Plesso di Matematica 15:00 – 18:00 Assistenza e supporto all’installazione
Sabato 27 ottobre Aula A – Plesso di Matematica 10:30 – 11:20 Il kernel per non addetti ai lavori (prof. Alessandro Dal Palù, Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche, Università di Parma)
11:30 – 12:20 Libre Software for Smart Internet People (prof. Renzo Davoli, Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria, Università di Bologna)
14:00 – 14:50 Software da quattro soldi (Roberto Guido, Presidente di Italian Linux Society)
15:00 – 15:50 Docker: Il futuro delle macchine virtuali (Raffaele Tufano, Studente del CdL in Informatica, Università di Parma)
Aula B – Plesso di Matematica 10:00 – 16:00 Assistenza e supporto all’installazione

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CSAC dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 ottobre 2018

Parma sabato 20 ottobre allo CSAC dell’Università di Parma inaugura la mostra 1968. Un Anno, un grande racconto che si concentra su un anno chiave della storia del Novecento, restituito attraverso un’indagine all’interno del gigantesco archivio dello CSAC, il cui primo nucleo nasce proprio nel 1968 e che oggi vanta una raccolta di oltre 12 milioni di materiali originali suddivisi nelle sezioni Arte, Fotografia, Media, Progetto e Spettacolo.
Nel suggestivo spazio della Chiesa abbaziale di Valserena, attraverso una lunga timeline composta da idee, utopie, opere, progetti e oggetti datati o correlati all’anno 1968, individuati all’interno dei diversi fondi conservati allo CSAC, la mostra fa emergere le trasformazioni nel sistema della comunicazione, i mutamenti socio-antropologici e una nuova riflessione sul corpo e sull’ambiente, che esplosero in quell’anno.Emilio Vedova, Mario Schifano, Giosetta Fioroni, Mario Ceroli, Concetto Pozzati, Claudio Verna, Aldo Borgonzoni, Fabrizio Plessi, Rafael Canogar e William Xerra sono alcuni dei protagonisti di quella ricerca artistica che nel 1968 costituisce un punto di riferimento fondamentale per altri progetti legati all’immagine; come i reportage e le sperimentazioni fotografiche di Uliano Lucas, Nino Migliori, Mario Cresci, Carla Cerati, Ugo Mulas, a confronto con la cronaca registrata dalla agenzia Publifoto Roma; oppure le differenti strade del progetto grafico, pubblicitario e editoriale, che vede proprio nel 1968 la nascita del nuovo font Forma per la fonderia Nebiolo da parte di Aldo Novarese affiancato da un team composto da Franco Grignani, Giancarlo Iliprandi, Bruno Munari, Ilio Negri, Till Neuburg, Luigi Oriani e Pino Tovaglia; o ancora l’esplosione della cultura beat e underground, con il progetto di Ettore Sottsass per la rivista “Pianeta Fresco”. Il linguaggio della satira sarà invece rappresentato da autori quali Renato Calligaro e Roberto Perini. I molteplici canali della comunicazione televisiva sono raccontati attraverso i progetti di Armando Testa per Carosello, ma anche dai padiglioni RAI di Achille e Pier Giacomo Castiglioni e di Archizoom, oppure con la trasformazione degli apparecchi radio e TV prodotti da Brionvega. La riflessione sul corpo va dall’immaginario cinematografico e teatrale dei costumi della Sartoria di Pietro Farani alle sfilate happening ideate per Mare Moda Capri (Walter Albini) all’affermazione dell’uomo moda (Carlo Palazzi) e della maglieria (Albertina, Krizia).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Alternanza Scuola Lavoro all’Università di Parma

Posted by fidest press agency su martedì, 16 ottobre 2018

Parma È stato pubblicato sul sito web di Ateneo l’elenco delle proposte di percorsi formativi nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro che l’Università di Parma attiverà in questo anno accademico 2018-19. Saranno attivati 43 percorsi formativi, per un totale previsto di oltre 700 studenti coinvolti in attività che investono tutti i Dipartimenti e numerosi Centri e strutture amministrative dell’Università di Parma.L’Università di Parma, infatti, fin dall’avvio delle attività di Alternanza Scuola Lavoro ha progettato percorsi specifici, dal taglio sia esperienziale che orientativo, rivolti agli studenti di tutte le tipologie di scuole del proprio bacino d’utenza. Il primo anno di attivazione, (a.a. 2015-16) ha visto la definizione di 48 percorsi formativi, per un totale di 400 studenti coinvolti; l’a.a. 2016-17 ha visto promuovere ben 123 percorsi formativi, per un totale di 790 studenti coinvolti, mentre nell’a.a. appena concluso, il 2017-18, sono stati promossi 62 percorsi formativi che hanno visto coinvolti complessivamente 680 studenti.Anche il numero di scuole coinvolte, mediante la sottoscrizione della specifica convenzione, è aumentato negli anni, passando dalle 18 dell’a.a. 2015-2016 alle 53 di oggi.L’interesse manifestato per i percorsi di Alternanza Scuola Lavoro attivati dall’Università di Parma e coordinati dalla UO Accoglienza e Orientamento travalica i confini del territorio della Provincia, estendendosi anche oltre le province limitrofe.Lo sforzo organizzativo attuato dall’Ateneo e dai numerosi docenti referenti e tutor dei percorsi, così come dei docenti e dal personale tecnico amministrativo a vario titolo coinvolto nelle attività di ASL, è stato negli anni ampiamente ripagato dalle numerose richieste di partecipazione ricevute, in costante crescita, che hanno portato gli studenti a frequentare le strutture didattiche e di ricerca dell’Università di Parma, ma anche le strutture gestionali e amministrative, le biblioteche dei vari plessi, le strutture museali e lo CSAC.Nel corso degli anni, i percorsi formativi progettati hanno affinato le proprie impostazioni per incontrare il più possibile le esigenze formative degli studenti dalle più diverse provenienze scolastiche, potenziando la valenza orientativa dei progetti proposti, al fine di costituire uno strumento veramente efficace nella trasmissione dei contenuti formativi peculiari dei vari ambiti interessati.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riccardo Muti all’università di Parma

Posted by fidest press agency su domenica, 14 ottobre 2018

Parma Venerdì 26 ottobre il Maestro Riccardo Muti, Direttore musicale della Chicago Symphony Orchestra, sarà all’Università di Parma. Il grande direttore d’orchestra sarà l’ospite d’onore di “Pietro Barilla e Ingegneria, una storia lunga 30 anni”, evento speciale organizzato dall’Ateneo e dal Gruppo Barilla in occasione del trentesimo anniversario dell’inaugurazione della Sede didattica di Ingegneria, che fu costruita tra 1987 e 1988 (appena istituita la facoltà di Ingegneria a Parma) proprio grazie a una generosa donazione di Pietro Barilla.
“Pietro Barilla e Ingegneria, una storia lunga 30 anni” si terrà a partire dalle 10.45 all’Auditorium del Plesso Polifunzionale del Campus Scienze e Tecnologie (Parco Area delle Scienze 59/A).L’appuntamento si aprirà con i saluti del Rettore dell’Università Paolo Andrei, che conferirà una speciale onorificenza ai primi sei laureati in Ingegneria a Parma dell’a.a. 1989/1990. Seguirà un intervento di Luca Barilla, Vicepresidente del Gruppo Barilla, che introdurrà il Maestro Riccardo Muti. Studenti e tutta la cittadinanza potranno godere di un momento di straordinaria intensità in cui il Maestro Muti sarà il grande protagonista.
L’evento è aperto a studenti, docenti e a tutti gli interessati. Per partecipare è necessario compilare un form online sul sito web dell’Università di Parma, all’indirizzo https://www.unipr.it/node/22442.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno internazionale ”Riabilita Starter”

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 ottobre 2018

Camerino 5 e 6 ottobre è in programma presso l’Auditorium Virgili di Amandola il convegno internazionale ”RIABITA | STARTER”. Amandola Training Centre è un progetto formativo pensato per rispondere ad uno degli obiettivi prioritari che la Fondazione ha individuato nel Masterplan Terremoto, documento strategico triennale curato da Unicam, di contrasto alle conseguenze del sisma: evitare in ogni modo lo spopolamento delle aree montane dei Sibillini.E’ in questo contesto che si inserisce anche il convegno “RIABITA | STARTER”, curato dalla prof.ssa di Federica Ottone, docente della Scuola di Architettura e Design di Unicam, che ha come obiettivo quello di mettere a confronto idee e ricerche che, con approcci diversi, hanno prefigurato ipotesi per lo sviluppo e la crescita delle aree interne.
Le questioni fanno riferimento al territorio nazionale e riguardano il lavoro (e il rischio già evidente di spopolamento), la valorizzazione delle risorse, la ricostruzione dopo gli eventi sismici e molto altro. L’obiettivo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, è quello di creare le condizioni per arginare il fenomeno dell’abbandono e il conseguente declino delle aree interne del Piceno, anche prendendo come riferimento territori che hanno problematiche analoghe in ambito nazionale.La prima parte vede la partecipazione dei protagonisti del progetto Amandola Training Centre e la presentazione dell’evento RIABITA 2018, appuntamento quest’anno dedicato al tema della ricostruzione, che si terrà presso il centro FERMO FORUM dal 9 all’11 novembre.
L’esperienza della Biennale di Venezia, coordinata da Mario Cucinella, viene qui riportata all’attenzione per riformulare un ruolo militante che la progettazione architettonica e urbana può riconquistare per raccogliere la sfida di una qualità diffusa e salvifica.
La seconda parte del convegno vuole proseguire il dibattito sul come e dove ricostruire; dibattito portato avanti ormai incessantemente da due anni, ovvero da quando il terremoto ha colpito le regioni confinanti Lazio-Marche e Umbria. In questa occasione le questioni saranno viste all’interno di una visione complessiva, nazionale ed europea.All’interno dell’evento saranno presentati i risultati del corso Archimastro 4.0, primo dei corsi che si avvicenderanno ad Amandola nel biennio 2018-2019, corso impostato su una figura di architetto e/o tecnico per la ricostruzione in ambiti storici e paesaggistici di pregio. Un discorso estremamente attuale e basato su un approccio concreto e innovativo allo stesso tempo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Secondo convegno internazionale di studi catulliani

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 settembre 2018

Parma Mercoledì 3 ottobre si svolgerà all’Università di Parma il secondo convegno internazionale di Studi catulliani Plus uno maneat perenne saeclo, promosso dal Centro Studi Catulliani – CSC dell’Ateneo e dedicato alla fortuna di Catullo dal mondo antico a quello contemporaneo. Come per l’edizione dello scorso anno, la giornata vede la presenza di prestigiosi latinisti, tra cui la Prof.ssa Emerita Julia Haig Gaisser del Bryn Mawr College (Pennsylvania), filologa di riferimento mondiale non solo per gli specialisti di Catullo, e la Prof.ssa Maxine Lewis della University of Auckland, NZ.La sessione del mattino è in programma nell’Auditorium della Casa della Musica (p.le S. Francesco 1) e sarà aperta alle ore 9.45 dai saluti del Rettore Prof. Paolo Andrei, del Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali Prof. Diego Saglia e del Direttore del Centro Studi Catulliani Prof. Giuseppe Gilberto Biondi.
La sessione pomeridiana si terrà nell’Aula Magna della Sede Centrale dell’Ateneo, in via Università 12, a partire dalle ore 14.45.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lezione di Mario Negri su “Dante e le lingue”

Posted by fidest press agency su domenica, 23 settembre 2018

Parma martedì 25 settembre, alle ore 16.30, in Biblioteca Palatina, nell’ambito del corso di Linguistica generale dell’Università di Parma lezione di Mario Negri su “Dante e le lingue”.
Mario Negri, fra i maggiori esperti europei di glottologia e di filologia egea e Rettore dell’Università IULM di Milano, parlerà nella sua lezione di storia della cultura, prima ancora che di linguistica.La lezione, promossa nell’ambito della “Terza missione” dell’Ateneo, che mira a un dialogo e una sinergia sempre più profondi dell’Università con il territorio locale, è parte integrante del corso di Linguistica generale (corso di laurea triennale in Comunicazione e media contemporanei per le industrie creative), tenuto dal prof. Davide Astori, ed è aperta a tutti gli interessati.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo di collaborazione istituzionale con l’Università del Cile

Posted by fidest press agency su domenica, 23 settembre 2018

Camerino Il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari ed il Rettore dell’Università del Cile prof. Ennio Vivaldi Véjar hanno firmato un accordo di collaborazione istituzionale con l’obiettivo di promuovere lo scambio e la cooperazione tra le due Università, di attuare azioni volte a sviluppare congiuntamente progetti di natura accademica, scientifica e culturale di reciproca utilità, nell’adempimento dei rispettivi scopi istituzionali, nella convinzione che l’istituzione di tali progetti permetterà di aumentare la qualità della ricerca e della didattica.L’accordo, coordinato dal prof. Emanuele Tondi per Unicam e dal prof. Eduardo Vera Sobrino per Uchile, prevede la possibilità per studenti Unicam di lavorare e sviluppare tematiche di ricerca insieme a docenti di fama mondiale, sia nel campo della geologia che dell’ingegneria e dell’architettura, come G. Rodolfo Saragoni Huerta e Daniela Andrea Diaz Fuentes. L’accordo sarà rivolto alla gestione sostenibile delle risorse naturali e alla riduzione dei rischi naturali, in collaborazione con il Programma per la riduzione dei rischi e dei disastri socio-naturali dell’Università del Cile (CITRID – https://citrid.uchile.cl), con sede a Santiago e diretto dal prof. Jaime Campos.La collaborazione tra i due Paesi, iniziata a Camerino con un incontro al quale ha partecipato il Secondo Segretario dell’Ambasciata del Cile con delega alle relazioni internazionali dott. Rodrigo Waghorn Gallegos, è proseguita con la visita del prof. Emanuele Tondi presso il Dipartimento di Geofisica dell’Università di Santiago del Cile, dove ha tenuto un corso relativo alla sequenza sismica in Italia centrale del 2016-2017, nel quadro della tettonica attiva e sismicità dell’Appennino centro-meridionale.La conoscenza diretta e approfondita delle due realtà geologiche così come il confronto degli strumenti che i due Paesi utilizzano per la riduzione dei rischi naturali rappresenterà sicuramente un passo in avanti per la loro mitigazione. Gli incontri scientifici che verranno organizzati nell’ambito dell’accordo saranno integrati con escursioni sul campo a cui sono invitati colleghi e studenti delle due Università in modo da stabilire una collaborazione attiva tra le due realtà scientifiche, anche mediante tesi di laurea e di dottorato da svolgere in collaborazione e nei due Paesi.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rome University of Fine Arts: Inaugurazione nuovi spazi didattico-culturale

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 settembre 2018

La Rome University of Fine Arts ha inteso programmare, per sabato 22 settembre via Benaco, 2, due diverse iniziative, allo scopo di coniugare il “classico” Open Day, riservato agli studenti che vogliono conoscere la realtà RUFA, con un originale Open Time, tra musica, incontri e parole in attesa del tramonto. Un duplice appuntamento per vivere la cosiddetta “RUFA – experience” in maniera avvolgente, con un pressing a tutto campo. L’Accademia di Belle Arti, legalmente riconosciuta dal Miur, si appresta così a raggiungere nuovi e interessanti traguardi, insieme ai giovani che cercano nella contemporaneità la chiave di volta del proprio futuro.
L’Open Day del 22 settembre è la giornata delle prime volte. Come da tradizione ci sarà la possibilità di incontrare staff, docenti e allievi, pronti a condividere l’energia positiva RUFA. Si potranno visitare gli spazi, le attrezzature e i laboratori delle varie sedi dell’Accademia. Saranno organizzate lezioni introduttive sui vari corsi di insegnamento e si potranno sperimentare le tecnologie che connotano le professioni creative, come il cinema, la fotografia, la pittura, la scultura, la scenografia ed il graphic design. Ma non è tutto. Per la prima volta, durante l’Open Time, sarà possibile visitare i nuovi spazi appena ristrutturati all’interno dell’ex Pastificio Cerere, nel cuore del quartiere San Lorenzo, luogo simbolo della cultura capitolina. Una superficie complessiva di 1500 metri quadrati: oltre ai locali che RUFA utilizza già da alcuni anni, l’Accademia ha infatti ristrutturato uno spazio situato al secondo piano, la Semoleria, che potrà essere usato anche per eventi e joint venture culturali. In aggiunta al già noto Rufa Space, che accoglie mostre e dibattiti, è stato riqualificato anche il quarto piano con aule polifunzionali, un design lab, macchine 3d, frese e stampanti a controllo numerico. L’inaugurazione, dalle 15.00 in poi, prevede la partecipazione di importanti personaggi del mondo dell’arte e della comunicazione, come Camilla Bellini designer e influencer, autrice del “The diary of a designer”, e ZeroCalcare noto fumettista italiano. I due talk saranno moderati, rispettivamente, dal giornalista Riccardo Corbo e dal docente Nicolas Martino.
A seguire un sunset party che andrà avanti fino alle 23.30 per festeggiare insieme la fine dell’estate. Le aree RUFA, nell’atmosfera artistica del Pastificio Cerere, sono spazi connessi alla conoscenza, ma anche all’innovazione. Tra queste mura sarà possibile sperimentare e mettersi alla prova: senza schemi e senza filtri. Un sito poliedrico a disposizione anche di quelle aziende più dinamiche che puntano sull’arte, l’innovazione e la cultura. Workshop, live performance, hackathon, produzioni televisive, conferenze, lanci di prodotto, set fotografici e cinematografici, mostre, temporary showroom, eventi di moda, team building, festival e media art: le esigenze di insegnamento si declinano con le potenzialità degli eventi, a pochissima distanza tra due nodi ferroviari di fondamentale importanza, come Termini e Tiburtina. E le novità non finiscono qui. All’ultimo piano òa nuova RUFA Arena, un campo da street soccer con vista sui tetti della città. il 22 settembre RUFA è pronta ad aprire le proprie porte.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »