Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘università’

Mythos: persistenza e attualità dell’antico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2022

Parma giovedì 29 settembre all’Università di Parma, organizzata dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Ateneo con il Patrocino della Delegazione di Parma dell’Associazione Italiana di Cultura Classica giornata di studio su: Mythos: persistenza e attualità dell’antico. La giornata prenderà il via in mattinata nell’Aula Magna della Sede centrale, dove a partire dalle 9 è previsto un seminario di studio. Interverranno Camillo Neri dell’Università di Bologna (Vegliare e sorreggere: un mito… non ancora finito), Donatella Puliga dell’Università di Siena (Miti di ieri, emozioni di oggi: percorsi possibili), Roberto Mario Danese dell’Università di Urbino (Cinemitografie: il mito classico e le sue riscritture filmiche), Giuseppe Martini dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani (Cantatemi, o Divi: il mito nel melodramma). Il seminario sarà moderato da Anika Nicolosi, docente di Lingua e letteratura greca all’Università di Parma e referente scientifica della giornata di studi, che proseguirà nel pomeriggio (ore 15-17) nell’Aula B del Plesso D’Azeglio con un workshop tenuto da laureati dell’Università di Parma.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università: crescono i posti a bando per le lauree in infermieristica

Posted by fidest press agency su sabato, 24 settembre 2022

Ci sono 1.383 posti a bando in più per infermieristica nel decreto definitivo per i posti a bando per la laurea in infermieristica 2022-2023 rispetto alla definizione provvisoria del 1° luglio e dopo il decreto di agosto di deroga del ministero dell’Università alla definizione del fabbisogno. Con l’aumento (+7,7% sui posti di luglio, il +11,4% rispetto al 2021) per la prima volta si supera il muro dei 19mila posti: 19.375. Non è, tuttavia, con la quantità delle lauree che si risolve la carenza, ma con la qualità dei professionisti, che si può raggiungere solo con un cambio di passo nella formazione universitaria, con l’introduzione delle specializzazioni (universitarie) che consentiranno di avere infermieri specialisti in grado di gestire una filiera di operatori intermedi che gli infermieri possano coordinare e che a loro riferiscano e facciano capo e con un reale investimento sulla qualità formativa. Per la FNOPI, i problemi da affrontare sono tre: rispetto alla demografia, il calo di giovani che porterà inevitabilmente a una riduzione dei possibili candidati futuri; la necessità che l’attrattività della professione non sia legata a fattori socio-economici ma a sbocchi di carriera e professionali costanti; l’aumento del costo della vita, che rende le scelte dei giovani più “stanziali” nel senso che la volontà è di iscriversi alla facoltà, ma che sia nella Regione di residenza e possibilmente più vicina possibile al proprio domicilio per limitare le spese rispetto ai costi di studi fuori Regione, penalizzando le Regioni più ‘anziane’. La ricetta della FNOPI, che rappresenta gli oltre 460.000 infermieri iscritti agli ordini in Italia, il 60% della forza lavoro sanitaria del Ssn e i professionisti con il maggior rapporto assistenziale con i cittadini, prevede tre ingredienti prioritari, che la FNOPI ha già messo sul tavolo delle forze politiche in corsa per le elezioni: incremento della base contrattuale e riconoscimento economico dell’esclusività delle professioni infermieristiche; riconoscimento delle competenze specialistiche; evoluzione del percorso formativo universitario, appunto, con le specializzazioni. Senza qualità dell’assistenza, la quantità di operatori non risolve i problemi dei cittadini e del Ssn, conclude la FNOPI. Gli infermieri sono i garanti dell’assistenza: senza infermieri – qualificati – non c’è salute.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Importante riconoscimento europeo per l’Università di Camerino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 settembre 2022

Camerino Il Rettore Claudio Pettinari è stato nominato membro del “Research and Innovation Strategy Group (RISG)” dell’EUA – European University Association. Il Consiglio dell’EUA, dopo aver esaminato tutti i profili dei candidati, ha nominato il prof. Pettinari, unico membro italiano, nella convinzione che le sue capacità e la sua esperienza potranno senz’altro rappresentare una importante risorsa per il RISG. Il “Research and Innovation Strategy Group” è il comitato consultivo dell’EUA in materia di politica di ricerca e innovazione a livello europeo ed agisce come organo consultivo.“Si tratta di una nomina – sottolinea il Rettore Pettinari – che riempie d’orgoglio sia il sottoscritto che l’intera comunità universitaria perché conferma ancora una volta la stima nei confronti dell’Università di Camerino a livello internazionale. Avrò l’occasione di confrontarmi e di condividere esperienze sui temi della ricerca e dell’innovazione con gli altri membri che ricoprono ruoli di responsabilità su queste tematiche presso i loro Atenei, e potrò portare come esempio anche le best practices della nostra Università e del sistema universitario italiano”.Dal 2021 il Rettore Pettinari è infatti anche componente della Giunta CRUI, la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, e gli è stato conferito l’incarico di coordinare la Commissione Ricerca, composta dai Delegati per la Ricerca delle Università italiane.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I dipendenti di Istruzione, Università e Ricerca senza contratto da 4 anni

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2022

Domani riprenderà anche la trattativa all’ARAN per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro dei comparti Istruzione, Università e Ricerca. Anief ricorda che i suoi dipendenti, assieme a pochi altri del pubblico impiego, sono gli unici a non avere rinnovato il contratto collettivo nazionale. E questo è gravissimo se si pensa che tra il 1990 e oggi nel nostro Paese l’aumento medio delle buste paga è stato di appena lo 0,3%, come riferito oggi da Il Fatto Quotidiano. “Quello di non avere voluto accettare la richiesta dell’Anief di rinnovare il Ccnl 2019/21 è stato un grave errore – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – perché si è detto no ad un’operazione necessaria: stiamo vivendo un periodo particolarmente difficile per l’economia italiana e internazionale, tanto che l’inflazione accertata nell’ultimo periodo è stata di oltre il 6 per cento, e quella sul lungo periodo sicuramente a due cifre. Questo significa che gli insegnanti, gli Ata e i dipendenti di Università e Ricerca, devono sempre più stringere la cinghia per arrivare a fine mese”. “Per non parlare – continua Pacifico – di quei lavoratori pubblici che devono affrontare spese ulteriori perché collocati professionalmente a centinaia di chilometri da casa, a volte pure da algoritmi ‘impazziti’, con non pochi casi di dipendenti costretti a rinunciare e a rimanere precari, proprio perché non in grado di potere sostenere le spese da affrontare. La verità è che nel comparto Istruzione occorre firmare il prima possibile il CONTRATTO PONTE che abbiamo proposto ad inizio estate: non è possibile che i suoi lavoratori siano rimasti gli unici del pubblico impiego senza aumenti: diamo ai docenti tra i 103 lordi fino a 123 euro e da 88 euro fino a 97 agli Ata, più 2mila e i 3mila euro di arretrati. Subito dopo – conclude il presidente Anief – ci siederemo al tavolo col nuovo Governo e verificare come produrre aumenti ulteriori e più consistenti”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proseguono a pieno ritmo le immatricolazioni all’Università di Parma

Posted by fidest press agency su martedì, 30 agosto 2022

Parma. È ancora possibile iscriversi a molti dei corsi proposti dall’Ateneo: da quelli a libero accesso a quelli a numero programmato. Per i corsi a numero programmato locale si stanno scorrendo le graduatorie dei prenotati di luglio, ma ci sono ancora posti disponibili: è dunque ancora possibile entrare attraverso la seconda tornata di prenotazioni, aperta fino al 23 settembre. Per accedere alla procedura di immatricolazione, da effettuare esclusivamente on line, è sufficiente andare sul sito web di Ateneo alla pagina https://www.unipr.it/registrazione e seguire le istruzioni. Fino al 31 ottobre è disponibile, nel Sottopasso del Ponte Romano, il Welcome Point Matricole, il punto estivo di informazione e accoglienza per i futuri studenti realizzato in collaborazione con Comune di Parma – Informagiovani ed ER.GO Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori: un supporto indispensabile per le future matricole e anche per tutti coloro (studenti già iscritti, familiari, ecc.) che desiderano informazioni sui servizi, gli alloggi, le tasse e tutto quanto fa riferimento al sistema organizzativo dell’Ateneo. Anche quest’anno il personale è presente per fornire le indicazioni e il materiale cartaceo illustrativo necessari a soddisfare le esigenze informative di tutti i visitatori.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master di I livello in Comunicazione scientifica

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Parma Dopo il successo della prima edizione, anche per l’anno accademico 2022-2023 l’Università di Parma propone il Master di I livello in Comunicazione scientifica – http://www.mastercose.unipr.it corso di studi annuale svolto interamente in modalità e-learning, rivolto sia a coloro che intendono intraprendere una professione nell’ambito della comunicazione scientifica, sia a professionisti già inseriti nel mondo della comunicazione o della scienza, che desiderano approfondire le proprie conoscenze e acquisire nuove competenze per valorizzare il proprio curriculum.Il bando recentemente pubblicato e la scheda del Master prevedono che le iscrizioni siano aperte dal 6 settembre al 27 ottobre 2022 e i posti disponibili siano 70: le domande saranno accettate in ordine cronologico di presentazione.Può iscriversi al Master, che rilascia 60 crediti formativi universitari, chiunque sia in possesso di una laurea triennale, magistrale o del vecchio ordinamento, in qualunque ambito.Competenze trasversali per gestire la comunicazione scientifica a 360°Programma didattico: L’obiettivo del Master, nato all’interno del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, è di fornire ai partecipanti, provenienti da percorsi di studio sia scientifici che umanistici, le conoscenze e gli strumenti necessari a formare figure professionali capaci di guidare le strategie e i processi comunicativi legati a tematiche scientifiche e della salute, in grado di gestire la complessità del mondo della comunicazione sfruttando conoscenze interdisciplinari.Gli iscritti saranno preparati a entrare nei campi della comunicazione e del giornalismo scientifico con i vari mezzi di comunicazione, da quelli più tradizionali ai mezzi digitali e social, a predisporre e gestire piani di comunicazione per enti di ricerca, istituzioni pubbliche e private, con particolare attenzione a strutture sanitarie, università, musei scientifici e Centri di ricerca, per il mondo della scuola, nonché per la comunicazione dell’innovazione tecnologica nelle imprese avanzate.Le lezioni saranno guidate da 100 figure tra docenti universitari, giornalisti, comunicatori e divulgatori, esperti e professionisti d’eccellenza nel settore della comunicazione scientifica. Diretto da Susanna Esposito, docente di Pediatria e Primaria all’Ospedale dei Bambini dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, il Master propone un percorso formativo di 1500 ore che comprendono lezioni on line, in modalità sincrona e asincrona, studio individuale, tirocinio o progetto di ricerca ed elaborato finale. In modalità interamente e-learning. Il Master ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e dell’Azienda USL di Parma. http://www.mastercose.unipr.it

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università di Siena: Incentivata la sinergia tra istruzione, ricerca e industria

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 agosto 2022

Attivazione di tirocini all’interno delle imprese aderenti a Confindustria, partecipazione di imprenditori e manager alla didattica in codocenza dei corsi di Laurea, definizione e realizzazione di Master universitari con il coinvolgimento di Confindustria Toscana Sud, collaborazione alla formazione continua nell’ambito del POR FSE, alla formazione tecnica superiore per IFTS e ITS e nell’ambito dei Fondi Interprofessionali. Sono alcune delle azioni specifiche previste dalla nuova convenzione fra Confindustria Toscana Sud e Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche dell’Università di Siena che dà inizio a nuove sinergie e forme di collaborazione. L’accordo, appena firmato da Fabrizio Bernini (Presidente di Confindustria Toscana Sud) e Valerio Vignoli (Direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche dell’Università degli Studi di Siena), prevede anche attività di orientamento e di mentoring rivolte agli studenti della scuola secondaria, sensibilizzazione delle aziende per l’attivazione di contratti di apprendistato di alta formazione, collaborazione per lo svolgimento di attività seminariali e di conferenze e realizzazione di partnership su ricerche e tesi di laurea. Soddisfatto il Presidente Bernini che commenta: “La formazione è un tema di fondamentale importanza sia per i giovani, perché la scelta del percorso di studi influenzerà necessariamente quella che sarà la loro vita, sia per le aziende, in quanto il capitale umano è il cuore delle imprese e lo è ancora di più oggi che l’automazione sta crescendo. Il cambiamento all’interno delle aziende è continuo e più la tecnologia avanza più c’è bisogno di persone competenti che sappiano utilizzarla al meglio. Con questa nuova iniziativa puntiamo a favorire la crescita di un ecosistema attrattivo che offra alta formazione, soddisfi i bisogni delle aziende e trattenga i giovani sul territorio”. Il Prof. Vignoli esprime a sua volta soddisfazione: “Gli accordi di collaborazione come quello stipulato con Confindustria Toscana Sud costituiscono da un lato una delle vie con cui tenere aggiornata l’offerta formativa del dipartimento affinché sia in grado di rispondere in maniera efficace alle richieste del mondo del lavoro e dall’altro vanno nella direzione di instaurare un rapporto sempre più stretto tra Università e realtà produttive, fatto essenziale in particolare nell’ambito delle discipline STEM.”

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università di Parma nella top 26 italiana nell’Academic Ranking of World Universities

Posted by fidest press agency su domenica, 21 agosto 2022

lo afferma l’Academic Ranking of World Universities (Arwu) di Shanghai, la prestigiosa classifica che mette in fila più di 2.500 università in tutto il mondo e pubblica i risultati delle migliori mille, guidata anche quest’anno da Harvard. L’Ateneo di Parma si conferma nella fascia dal 501° al 600° posto: un risultato significativo, che lo posiziona appunto nella top 26 italiana. Dal punto di vista degli ambiti tematico-disciplinari (Subjects), l’Università di Parma fa registrare i migliori piazzamenti in Food Science & Technology (50° posto al mondo), Veterinary Sciences (101-150), Mechanical Engineering (151-200), Mathematics (201-300), Pharmacy & Pharmaceutical Sciences (201-300), Physics (301-400), Human Biological Sciences (301-400). Per Medical Technology l’Ateneo scala significativamente una fascia rispetto all’anno scorso: da 201-300 a 151-200. Il ranking di Shanghai prende in esame diversi indicatori, con particolare attenzione a premi, pubblicazioni, “Highly cited researchers” (cioè gli studiosi più citati), articoli indicizzati in Science Citation Index e così via. Recentemente l’Ateneo di Parma ha collezionato diversi piazzamenti di rilievo in ranking nazionali e internazionali: è settimo a livello nazionale tra i grandi Atenei nella classifica Censis; è quarto tra gli statali in Italia per la retribuzione media dei laureati nel primo decennio dal conseguimento del titolo secondo l’University Report 2022 dell’Osservatorio JobPricing; è quattordicesimo tra le Università italiane nella classifica del Center for World University Rankings – CWUR, che ogni anno prende in esame 20mila Università di tutto il mondo e dove si piazza al 373° posto; è ottavo tra gli Atenei italiani classificati nel THE Impact Rankings, che misura il successo delle università negli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDG) delle Nazioni Unite.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’Università di Parma quarto ateneo statale per retribuzione dei laureati

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 agosto 2022

L’Università di Parma si colloca al quarto posto tra gli Atenei statali italiani per la retribuzione media dei laureati nel primo decennio dal conseguimento del titolo. È il responso dell’University Report 2022 realizzato dall’Osservatorio JobPricing in collaborazione con Spring Professional, che prende in considerazione 40 atenei italiani: per i laureati dell’Università di Parma la retribuzione media è di 30.955 euro, il 2,6% in più della media nazionale.La classifica è guidata da un’Università privata, la Bocconi, seguita dal Politecnico di Milano, primo Ateneo statale nel ranking, e dalla LUISS. L’Università di Parma è al settimo posto assoluto, tra Atenei pubblici e privati. Per l’Università di Parma sesto posto assoluto (e quinto tra gli statali) nel ranking relativo agli anni che servono ai laureati per ripagare il proprio corso di studi. Sulla base dell’University Payback Index, che esprime il numero di anni necessari per “recuperare”, in media, l’investimento in istruzione sostenuto nel corso della carriera universitaria, Parma fa registrare 14,8 anni per gli studenti e le studentesse in sede e 17,1 anni per i fuori sede, in una classifica il cui podio è composto dal Politecnico di Milano, dal Politecnico di Torino e dalla Bocconi.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ANVUR e MIUR affiancano le Università per ricerca e didattica sempre più di livello europeo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 agosto 2022

Internazionalizzazione della ricerca e della didattica e della loro valutazione, alleanze accademiche europee, corsi realizzati congiuntamente da diversi Atenei, titoli accademici europei, un’offerta formativa sempre più proiettata verso una prospettiva globale. Questi alcuni dei punti toccati oggi nella mattinata di confronto online, organizzata dall’ANVUR e dal MUR, dal titolo “Le università italiane verso uno spazio europeo dell’alta formazione – Sfide, prospettive, strategie condivise”, cui hanno partecipato anche la Conferenza dei rettori (CRUI), e i rappresentanti di Atenei coinvolti in Alleanze europee o presenti in ambito internazionale (nello specifico Bologna, Milano, Pavia, Torino, Politecnico di Torino e Uninettuno). Dopo i saluti introduttivi del Segretario generale del MUR, dott.ssa Maria Letizia Melina, del Presidente dell’ANVUR, prof. Antonio Felice Uricchio, e del Delegato all’internazionalizzazione della CRUI, prof. Maurizio Tira, sono intervenuti i Direttori generali del MUR, dott. Gianluigi Consoli, Marcella Gargano e Gianluca Cerracchio, sul tema Le università italiane nel panorama dell’alta formazione europea e la strategia nazionale, la prof.ssa Marilena Maniaci, consigliere ANVUR con delega all’internazionalizzazione, che ha parlato di ANVUR e assicurazione della qualità nello spazio europeo della formazione superiore e il dott. Daniele Livon, Direttore dell’ANVUR, che si è soffermato su L’importanza della collaborazione interistituzionale: ambiti e opportunità. Ha fatto seguito una tavola rotonda coordinata dal prof. Massimo Tronci, consigliere ANVUR con delega all’Università, alla quale hanno partecipato rappresentanti di alcuni degli Atenei coinvolti nelle Alleanze, illustrando le loro esperienze nella creazione di reti internazionali di collaborazione accademica. I rappresentanti della Alleanze intervenuti nella tavola rotonda hanno offerto una testimonianza diretta della prima fase della sperimentazione, evidenziandone punti di forza e e criticità e sottolineando l’importanza della collaborazione con il Ministero e l‘ANVUR nelle fasi ulteriori del processo. Una sollecitazione raccolta nelle conclusioni dal Ministero e dall’ANVUR, che hanno ribadito la disponibilità, già emersa negli indirizzi introduttivi di saluto, ad accompagnare le Università già impegnate nelle Alleanze esistenti e quelle interessate a candidarsi alle prossime call, fornendo loro consulenza e supporto nelle fasi di predisposizione e realizzazione dei progetti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anche l’Università di Parma nel nuovo Centro Nazionale di Supercalcolo

Posted by fidest press agency su domenica, 24 luglio 2022

Nasce così il Centro Nazionale di Ricerca in High Performance Computing, Big Data e Quantum Computing che, proposto dall’INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, conta 51 membri fondatori distribuiti su tutto il territorio nazionale, provenienti dai settori pubblico e privato, dal mondo della ricerca scientifica e dell’industria. Il nuovo Centro Nazionale farà base al Tecnopolo di Bologna, una cittadella dell’innovazione promossa dalla Regione Emilia-Romagna, anche grazie a investimenti del Governo Italiano e della Comunità Europea, che già ospita il Data Center del Centro Meteo Europeo (ECMWF) e a breve accoglierà il supercalcolatore Leonardo gestito da CINECA e il Centro di Calcolo dell’INFN, e metterà in rete e a sistema le specifiche conoscenze, competenze e risorse di realtà che operano in tutta Italia in molteplici ambiti, con l’obiettivo di costruire un’infrastruttura distribuita e trasversale che supporti la ricerca scientifica e il mondo produttivo nell’innovazione e digitalizzazione del Paese.ICSC, coerentemente con gli obiettivi strategici del PNRR, realizzerà i suoi obiettivi specifici promuovendo le carriere dei giovani e iniziative per il superamento del divario di genere nelle carriere professionali e tra il Nord e il Sud del Paese.Per portare a compimento la sua missione, ICSC conterà su un finanziamento, su fondi Next Generation EU nell’ambito della Missione Istruzione e Ricerca del PNRR coordinata dal MUR Ministero dell’Università e della Ricerca, pari a euro 319.938.979,26, di cui il 41% sarà investito al Sud. In particolare, del finanziamento complessivo, oltre 100 milioni di euro saranno dedicati al personale, un investimento che viene considerato prioritario, con una partecipazione femminile di almeno il 40%, e con quasi 16 milioni di euro riservati a borse di dottorato e quindi all’alta formazione e alla carriera dei giovani. Il Centro Nazionale aggregherà le comunità scientifiche italiane di eccellenza in 10 diversi ambiti, sarà strutturato su due colonne portanti di eguale rilevanza, le infrastrutture e le aree tematiche, e sarà organizzato secondo il modello Hub e Spoke. Il Centro prevede anche il coinvolgimento delle aziende italiane per costruire una sinergia tra le comunità scientifiche e il mondo industriale, a beneficio sia del sistema della ricerca sia del sistema produttivo.Nel corso della prima assemblea plenaria, che è stata ospitata nella sede della Regione Emilia-Romagna alla presenza anche del Presidente Stefano Bonaccini, i membri fondatori di ICSC hanno eletto Antonio Zoccoli, Presidente dell’INFN, alla presidenza della Fondazione, e i dieci membri del Consiglio di Amministrazione: Emilio Fortunato Campana del CNR, Paolo Maria Mancarella dell’Università di Pisa, Francesco Scarcello dell’Università della Calabria, Donatella Sciuto del Politecnico di Milano, Simona Tondelli dell’Università di Bologna, Francesco Ubertini del CINECA, Matteo Laterza di UnipolSai, Elisabetta Oliveri di Autostrade per l’Italia, Andrea Quacivi di SOGEI, Francesca Zarri di ENI. A seguire si è svolta la prima riunione del CdA.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È stata divulgata la Classifica Censis 2022/2023 sulle Università italiane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 luglio 2022

Colloca l’Università Europea di Roma, per il terzo anno consecutivo, seconda in classifica tra i ‘Piccoli Atenei non statali’ e quarta assoluta tra tutte le università di ogni dimensione non statali.Un risultato che attesta la crescita costante negli anni dell’Ateneo romano di Via degli Aldobrandeschi che – con un punteggio di 86,8 – si conferma primo sul territorio romano e quarta Università non statale in Italia indipendentemente dalla dimensione (dietro a Bolzano, Luiss e Bocconi). Non solo, UER figura nella classifica come una tra le università più performanti nella sua categoria in termini di Punteggio Generale, Borse di Studio, Comunicazione e Strutture. In particolare, per quanto riguarda la voce ‘Strutture’, UER conquista un punteggio di 100 su 110 piazzandosi al terzo posto tra i piccoli Atenei non statali, mentre per la categoria ‘Borse di Studio’ si attesta seconda in classifica con un punteggio di 74.Ma il più importante riconoscimento di quest’anno per UER è il risultato ottenuto nella categoria ‘Comunicazione e servizi digitali’ che la colloca come la prima Università in Italia nella comunicazione tra tutti gli atenei, statali e non statali, con il massimo punteggio ottenibile di 110: una crescita esponenziale che negli ultimi anni ha visto un incremento di 11 punti rispetto al 2020 e di 3 punti rispetto al 2021. In merito ai corsi di Laurea le principali variazioni avvenute nella classifica rispetto al 2021 riguardano Giurisprudenza: il punteggio di 98,5 registra un incremento di 13,5 punti rispetto l’anno scorso collocandosi terza nella categoria dei Piccoli Atenei non statali dopo Bocconi e Luiss, e seconda a Roma. La Laurea Triennale in Economia, con 88,5 punti, a Roma è seconda solo alla Luiss e conferma il settimo posto nazionale. La Magistrale di Economia vede crescere il punteggio a 88, si posiziona seconda a Roma dopo la Luiss e conferma il quinto posto in classifica nazionale. Per quanto riguarda Psicologia triennale UER si piazza al terzo posto nella categoria dei Piccoli Atenei non statali, con 93 punti, e seconda a Roma dopo la Lumsa; mentre Psicologia Magistrale si attesta seconda in classifica a Roma dietro Lumsa.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immatricolazioni all’Università di Parma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2022

Parma. I dati delle ore 18.10 di oggi parlano di 1.780 persone che hanno effettuato la prenotazione, a fronte di 1.745 posti complessivi a disposizione per i corsi a numero programmato locale tra lauree triennali (LT) e lauree magistrali a ciclo unico (LMCU).I posti disponibili (dati comprensivi degli studenti extracomunitari) sono così ripartiti: · Biologia (LT) 199 posti · Biotecnologie (LT) 110 posti · Chimica (LT) 144 posti · Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (LMCU) 133 posti · Costruzioni Infrastrutture e Territorio (LT a orientamento professionale) 47 posti · Farmacia (LMCU) 179 posti · Qualità e Approvvigionamento di Materie prime per l’Agro-alimentare (LT a orientamento professionale) 28 posti · Scienze dell’Educazione e dei Processi Formativi (LT) 333 posti · Scienze Motorie, Sport e Salute (LT) 251 posti · Scienze e Tecnologie Alimentari (LT) 133 posti · Scienze Zootecniche e Tecnologie delle Produzioni Animali (LT) 188 posti Per questi corsi la procedura di iscrizione on line resta comunque aperta fino alle 12 del 14 luglio. L’Ateneo ricorda che il codice identificativo numerico (assegnato agli studenti con la procedura di prenotazione del posto) non corrisponde alla posizione in graduatoria. La posizione in graduatoria sarà infatti calcolata sulla base sia dell’ordine cronologico di iscrizione sia del voto di maturità (che potrà essere inserito fino alle 12 del 17 luglio). La pubblicazione della graduatoria avverrà il 20 luglio 2022 (ore 12) sul sito http://www.unipr.it.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università di Padova compie 800 anni

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 giugno 2022

Per festeggiare questo grande traguardo ha colorato dei luoghi in città, creando degli spazi di condivisione dove incontrarsi e scambiare idee, perché solo attraverso il dialogo si costruisce un futuro di giustizia, uguaglianza e opportunità.Via del Portello, largo Debussy, piazzale Firenze e piazzale Cuoco sono stati decorati con elementi simbolici legati all’identità dell’Ateneo, grazie a dei graffiti ecosostenibili con impatto ambientale pari a zero.Con questa iniziativa di comunicazione sostenibile e coinvolgente l’Università di Padova esce dalle aule e si avvicina ai quartieri, portando nuovi significati in quegli spazi cittadini deputati all’interazione e al dialogo, in linea con il concetto di libertà di cui è promotrice da 800 anni.I quattro quartieri (Arcella, Guizza, Portello, Sacra Famiglia) riprendono le quattro aree tematiche in cui è suddiviso il calendario degli eventi per l’ottocentenario e riportano ai valori e alla storia dell’Università: Libera la scienza con il riferimento alla Sfera armillare, Libera le idee che viene richiamato dalle Stelle nel Sigillo universitario, Libera la natura che omaggia la Pianta dell’Orto botanico, infine Libera le arti che si innerva nelle invenzioni stilistiche di Gio Ponti a Palazzo del Bo. Questi binomi vengono a loro volta reinventati graficamente e inseriti nel tessuto urbano attraverso il singolo simbolo iconico o la sua moltiplicazione caleidoscopica. In via del Portello le decorazioni sono ispirate alle lampade di Gio Ponti presenti a Palazzo del Bo, a piazzale Firenze è la sfera armillare a rappresentare la scienza e le scoperte scientifiche che hanno fatto la storia dell’Università. La natura è invece la protagonista di piazzale Cuoco dove i disegni geometrici dei quarti che suddividono l’Orto botanico sono diventati la base delle illustrazioni della piazza. Ma tutto ciò non sarebbe stato possibile senza le idee e la libertà di esprimerle, che sono rappresentate in largo Debussy dagli elementi simbolici del sigillo di Ateneo. By Marco Milan

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Università europea di Roma e il mondo del lavoro

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 giugno 2022

È stato divulgato lo scorso 16 giugno il Rapporto annuale realizzato dal Consorzio AlmaLaurea sulla ‘Condizione occupazionale dei Laureati’; l’indagine si focalizza sull’analisi delle performance formative di circa 660.000 laureati – di primo e secondo livello – in Italia. I risultati avvalorano per il terzo anno consecutivo la qualità del Job Placement, l’efficacia dei servizi allo studente e l’esperienza di studio offerta dall’Università Europea di Roma. Si attesta, infatti, un tasso occupazionale del 96,4% – a tre anni dal conseguimento del titolo – per i laureati magistrali in Psicologia registrando 19 punti in più rispetto al dato nazionale che, attualmente, è del 77%. Non solo, il Corso di Laurea in Giurisprudenzariporta un tasso di occupazione degli studenti pari all’85%, a tre anni dal conseguimento della Laurea, con ben 22 punti in più rispetto al dato nazionale pari al 63%; ottimi risultati anche per il Corso di Laurea in Economia che conferma un tasso occupazionale post-lauream del 100% dei propri studenti (AlmaLaurea – Laureati in Economia a 5 anni dalla laurea). Esiti che testimoniano la costante crescita dell’Ateneo romano in termini di attività di orientamento e opportunità di Placement. Anche il tasso di occupazione dei laureati in Giurisprudenza UER è in forte crescita: con un 85% di studenti occupati, a 3 anni dalla Laurea, registra un aumento occupazionale di 14 punti percentuali rispetto allo scorso anno e di 22 punti rispetto al dato nazionale del 63%. Ragguardevole posizionamento anche per il numero di Tirocini erogati dai Corsi di Laurea con una percentuale del 85 rispetto al dato nazionale del 57,1 Ulteriore riconoscimento per UER emerso dall’indagine del Consorzio risiede nel grado di soddisfazione complessiva dei laureati per l’esperienza universitaria che rileva un consenso pari al 96%. A rafforzare questo dato, AlmaLaurea certifica che l’86% dei laureati UER sceglierebbe ancora lo stesso corso di Laurea e lo stesso Ateneo.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sette studenti e studentesse dell’Università di Parma selezionati per il programma Generation4Universities

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 giugno 2022

Parma Ottimi riscontri per l’Università di Parma dal programma Generation4Universities: tra gli studenti e le studentesse italiani selezionati, sette sono infatti di Parma: Chiara Bacchilega, Arianna Di Bella, Fabiana Firriolo, Elena La Barbera e Andrea Narcisi del Corso di Laurea magistrale in Trade e Consumer Marketing, Claudia Faraco del Corso di laurea magistrale in Filosofia e Alexandru Buruiana del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica.Il programma Generation4Universities è un’iniziativa promossa dalla Fondazione Generation Italy e McKinsey & Company, e sostenuta in qualità di main partner da Intesa Sanpaolo, di partner tecnici da Mentors4U e SHL, con il patrocinio della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) e il supporto di un gruppo di aziende partner di primario livello. Il programma è volto a valorizzare il talento di 100 studentesse e studenti universitari ad alto potenziale all’ultimo anno del percorso di laurea magistrale negli ambiti di Economia, Ingegneria, Lettere, Lingue e Filosofia di tutti gli Atenei italiani.L’iniziativa ha una durata di 6 mesi ed è caratterizzata da tre moduli formativi: bootcamp online focalizzato su competenze trasversali, comportamentali e attitudinali e sessioni professionalizzanti (ad esempio public speaking, comunicazione scritta e orale efficace, gestione del tempo); mentorship individuale con manager ed esperti di Generation, McKinsey & Company e delle aziende partner e professionisti del network di Mentors4You, che accompagnano i ragazzi e le ragazze attraverso un percorso personalizzato di sviluppo professionale; seminari professionalizzanti durante i quali i ragazzi e le ragazze avranno l’occasione di interagire con Senior Manager delle aziende partner del progetto sui principali trend del settore e sull’esperienza professionale e personale dagli speaker. Al termine del programma i partecipanti avranno l’opportunità di sostenere colloqui individuali con le aziende partner del progetto per candidarsi alle posizioni aperte.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università di Camerino tra i primi 10 Atenei italiani per il miglior tasso di occupazione dei proprio laureati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 giugno 2022

Il 93,3% dei laureati magistrali biennali di Unicam, infatti, a cinque anni dal conseguimento del titolo di studio è occupato. I risultati relativi all’inserimento nel mondo del lavoro dei laureati dell’Università di Camerino sono ancora una volta molto positivi, così come lo sono quelli loro soddisfazione, dati che emergono dal XXIV Rapporto sul Profilo e sulla Condizione occupazionale dei laureati presentati nei giorni scorsi dal Consorzio AlmaLaurea.Molto positivi sono anche i dati relativi all’occupabilità dei laureati Unicam. Il tasso di occupazione dei laureati di primo livello che, dopo la conquista del titolo, hanno scelto di non proseguire gli studi universitari e di immettersi direttamente nel mercato del lavoro, è pari al 68,5%. Ad un anno dal conseguimento del titolo, il 77,2% dei laureati magistrali biennali Unicam è occupato e le performance occupazionali migliorano con il trascorrere del tempo dal conseguimento del titolo: il 93,3% dei laureati magistrali biennali intervistati a cinque anni dal titolo è occupato. Particolarmente positivo è inoltre il dato relativo alla efficacia della laurea, che mette a fuoco l’effettiva utilità e spendibilità del titolo nell’ambiente di lavoro, con una media di risposte positive pari all’87,7%, che supera ampiamente quella nazionale pari al 66,3%. Dai dati riportati nel rapporto, Unicam viene premiata anche per i risultati sulla valutazione dell’esperienza universitaria e sulla soddisfazione espressa dai laureati. Il 94% dei laureati è soddisfatto del rapporto con il corpo docente, il 90,3% ritiene il carico di studio adeguato alla durata del corso ed il 92% dei laureati che le ha utilizzate ritiene le aule adeguate. Più in generale, il 95,6% dei laureati si dichiara soddisfatto dell’esperienza universitaria nel suo complesso. E quanti si iscriverebbero di nuovo all’Università? L’80,5% dei laureati sceglierebbe nuovamente lo stesso corso e lo stesso Ateneo. “L’indagine AlmaLaurea – ha dichiarato il Rettore Unicam Claudio Pettinari – conferma la qualità dell’offerta formativa di Unicam, premiando gli sforzi e l’impegno dell’Ateneo. Da tempo infatti stiamo lavorando affinché la formazione dei nostri laureati sia incentrata sulle esigenze del mercato del lavoro, con confronti a tutto campo con il mondo imprenditoriale, sia nel nostro territorio che in ambito nazionale, nella progettazione e definizione dell’offerta formativa, che dal prossimo anno accademico vedrà l’attivazione del corso di laurea triennale in “Scienze Giuridiche per l’Innovazione organizzativa e la Coesione sociale” e del curriculum in “Nutrizione per il Benessere e lo Sport”, nell’ambito del corso di laurea magistrale in Biological Sciences, così come si avrà una rimodulazione dei corsi di laurea magistrale in Physics e Mathematics and Application. I dati testimoniano ancora una volta che la laurea rappresenta un grande investimento per il proprio futuro, specialmente in questo particolare e difficile momento che tutti noi e la nostra società stiamo attraversando”.Per quanto riguarda la provenienza degli stranieri, la percentuale di laureati stranieri di Unicam (11,3%) si mantiene su un livello molto superiore alla media sia regionale (4,3) che nazionale (4,2). La percentuale di laureati stranieri nelle lauree Magistrali è pari al 24%.La percentuale di laureati che non risiedono nella Regione Marche è del 31,9% mentre le provenienze scolastiche dei laureati evidenziano la capacità di UNICAM di accogliere e supportare al meglio sia gli studenti che provengono da istituti con orientamento tecnico, che con orientamento liceale. UNICAM si distingue per un’alta percentuale di laureati, il 73,8%, che hanno svolto tirocini/stage riconosciuti durante il proprio percorso di studio. Anche la media di studio all’estero (18,3%) è più alta di quella complessiva degli atenei italiani, particolarmente accentuata è la percentuale di chi studia all’estero durante la laurea magistrale.Il 71,5% dei laureati di primo livello, dopo il conseguimento del titolo, decide di proseguire il percorso formativo con un corso di secondo livello

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per l’Università di Padova due riconoscimenti e due segnalazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 giugno 2022

L’Università di Padova conquista due premi e due segnalazioni, quest’anno, nell’ambito del “Premio PA sostenibile e resiliente 2022”, promosso da FPA e ASviS, Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, il cui obiettivo è scoprire e valorizzare le migliori iniziative di amministrazioni, associazioni e start up sui temi dello sviluppo sostenibile e degli obiettivi dell’Agenda 2030. Ad aggiudicarsi i premi sono stati l’Area Comunicazione e Marketing dell’Università di Padova con il progetto “Il clima che vogliamo” e il Dipartimento di Psicologia Generale con il progetto “BE-GREEN”. L’Area Comunicazione e Marketing del nostro Ateneo ha vinto il premio nella categoria “Comunicare la sostenibilità” grazie a “Il clima che vogliamo”, la serie de “Il Bo Live” che offre una prospettiva a 360 gradi riportando i principali problemi riguardanti il cambiamento climatico. Aspetto particolarmente rilevante del progetto, secondo il parere della giuria, è la sua crossmedialità: i contenuti sono stati veicolati anche attraverso podcast, infografiche e video. L’obiettivo principale è la disseminazione di dati scientifici verificati sulle problematiche del cambiamento climatico nei confronti sia di un pubblico di esperti sia di un pubblico generalista. La serie intende dare uno sguardo a 360° sui diversi aspetti legati al climate change, non solo da un punto di vista di analisi scientifica dei dati ma anche da un punto di vista sociale e culturale che permetta ai lettori di comprendere come il cc abbia ricadute anche molto concrete sulla vita di tutti i giorni. Il Bo Live si rivolge a un pubblico eterogeneo, con una prevalenza nella fascia d’età 21/35 anni. I principali beneficiari sono i giovani, coloro sulle cui spalle pesano gli effetti dell’inquinamento di origine antropica, causa indiscussa del cambiamento climatico. La serie è comunque pensata per raggiungere un pubblico più ampio possibile, compresi enti di ricerca scientifica che lavorano sul cambiamento climatico per fare massa critica rispetto ai cosiddetti policy maker. Il Dipartimento di Psicologia Generale dell’Università di Padova ha ricevuto il premio nella categoria “Formare sui temi della sostenibilità” per “BEE-GREEN”, programma di ricerca realizzato in collaborazione con Eni, per mappare i fattori alla base di comportamenti pro-ambientali nei lavoratori e sviluppare percorsi di formazione dei dipendenti efficaci nel promuovere una cultura green-oriented in ambito lavorativo. Tra i finalisti dell’edizione 2022 del Premio sono stati segnalati, sempre per l’Università di Padova, il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale, finalista nella categoria “Formare sui temi della sostenibilità” con il “Corso di Laurea Magistrale Internazionale in Climate Change and Diversity: Sustainable Territorial Development (CCD-STeDe)”, e il CISR, Centro Interdipartimentale di Studi Regionali “Giorgio Lago”, sul podio per la categoria “Fare rete per raggiungere obiettivi di sostenibilità” con il laboratorio “UnicityLab – Laboratorio UNICITY sulle relazioni tra Università e Città di Padova”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università Iuav di Venezia per la ricostruzione urbana in Ucraina

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2022

Firmato un accordo tra l’Ateneo veneziano e il comune di Irpin, una delle città più devastate dell’Ucraina. Si chiamano “urbicidi”: le distruzioni sistematiche di città e territori, la cancellazione intenzionale dalla memoria collettiva di monumenti e patrimoni urbani sono le inevitabili conseguenze di ogni guerra. Ancora una volta, uno degli argomenti di stringente attualità nel campo dell’impegno civile e in quello operativo dell’architettura è come affrontare le conseguenze degli urbicidi. “Ricostruire l’Ucraina è un dovere morale, nel segno della sostenibilità ambientale”, ha detto di recente Ursula Von Der Leyen a Roma, nel corso di conferenza dedicata al tema “Reconstructing the Future for People and Planet”. L’Università Iuav di Venezia ha fatto delle pratiche progettuali di ricostruzione nei territori e nelle città ferite da eventi bellici e calamità naturali un punto cardine della propria missione. Nell’ambito di questo impegno si colloca il protocollo d’intesa tra Iuav e il comune ucraino di Irpin, alla periferia nord-occidentale di Kiev, firmato oggi pomeriggio nel corso di una cerimonia telematica che ha coinvolto, oltre all’ateneo veneziano, anche Confindustria Ucraina. Presenti all’evento e collegati a distanza il rettore Iuav Benno Albrecht, il sindaco di Irpin Oleksandr Markushin, il presidente di Confindustria Ucraina e console onorario d’Italia in Ucraina Marco Toson, l’ambasciatore italiano in Ucraina Pier Francesco Zazo, che ha di recente riaperto l’ambasciata italiana a Kiev, l’ambasciatore Umberto Vattani, presidente di VIU e Olena Motuzenko, dell’Università Nazionale di Kyiv “Taras Shevchenko”, coordinatrice del Corridoio accademico umanitario Ucraina – Italia, che ha promosso l’accordo di cooperazione con Iuav. La cooperazione tra Iuav e Irpin ha l’obiettivo di realizzare strategie e azioni per ripristinare le aree urbane e rurali della comunità territoriale di Irpin, superare rapidamente le conseguenze della distruzione delle infrastrutture urbane e ricostruire il territorio su basi sostenibili, anche attraverso il sostegno allo sviluppo delle piccole e medie imprese del territorio, del turismo solidale e del volontariato. Iuav fornirà una consulenza multidisciplinare sui diversi aspetti che caratterizzano i complessi processi di ricostruzione a seguito di conflitti e selezionerà le figure professionali più idonee all’interno della propria organizzazione e nell’intera rete accademica italiana, per fornire a Irpin le conoscenze più avanzate nei diversi ambiti legati alla ricostruzione.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università Cattolica e E4Impact per un dottorato per l’Africa

Posted by fidest press agency su sabato, 11 giugno 2022

Oltre cento imprenditori diplomati, un network di atenei partner in crescita e un nuovo programma di dottorato internazionale per l’Africa. A inizio giugno si è svolta la Pan-African Graduation Ceremony 2022 per il Global MBA in Impact Entrepreneurship di Fondazione E4Impact, l’iniziativa di ALTIS, l’Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore che favorisce lo sviluppo sostenibile delle economie emergenti supportando la formazione di imprenditori ad alto impatto sociale e ambientale.I diplomati del corso sono 108, residenti in Etiopia (19), Mozambico (11), Sierra Leone (28), Tunisia (7), Uganda (10) e Zimbawe (33) e si aggiungono agli oltre 1400 che studenti che hanno frequentato il Global MBA erogato da Fondazione E4Impact dal 2010 a oggi. La cerimonia di consegna dei titoli è avvenuta in collegamento online con tutti gli atenei coinvolti: per l’Etiopia la St. Mary University, dalla Sierra Leone l’Università di Makeni, lo Zimbawe era rappresentato dalla Catholic University of Zimbawe, la Tunisia dalla Université Centrale Honoris United, il Mozambico dalla Universidade Sao Tomàs de Moçambique e l’Uganda dalla Ugandan Martyrs University. Assieme ai rappresentanti dei sei atenei coinvolti sono intervenuti l’Ambasciatore Fabrizio Lobasso, direttore per l’Africa sub-sahariana del Ministero degli Affari Esteri della Cooperazione Internazionale italiano, Thierry Vodounou, Managing director della senegalese Sarenga Group Llc e il professor Mario Molteni, ordinario di Economia Aziendale presso la facoltà di Economia dell’Università Cattolica, CEO di Fondazione E4Impact e delegato del Rettore ai rapporti con le imprese. «Siamo felici di aver supportato anche quest’anno la formazione di numerosi imprenditori e di aver sviluppato ulteriormente la nostra alleanza con gli atenei africani – ha dichiarato il professor Molteni – La E4Impact Alliance è un network destinato a diventare un punto di riferimento per ogni tipo di impresa che sia attenta all’impatto sulla società e sull’ambiente, anche grazie al nuovo programma di dottorato internazionale per l’Africa». E4Impact Foundation. Presente in 18 paesi africani con programmi di formazione imprenditoriale, acceleratori di impresa e molteplici progetti, da anni la Fondazione E4Impact favorisce e rende operative partnership win-win tra aziende italiane e africane. Grazie al nesso con oltre 6000 imprenditori africani formati, un’ampia rete di rapporti istituzionali e contatti con business network locali, E4Impact è in grado di garantire alle imprese italiane un approccio professionale e sicuro ai nuovi mercati.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »