Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 151

Posts Tagged ‘università’

“Che fiore è questo?” Corso di botanica applicata

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 Maggio 2022

Camerino. Nuova iniziativa del corso di laurea in “Ambiente e gestione sostenibile delle risorse naturali” di Unicam con la fondamentale collaborazione del personale dell’Erbario di Camerino, il dott. Federico Maria Tardella ed il dott. Riccardo Pennesi: parliamo di “Che fiore è questo?”, corso di botanica applicata di servizio per la cittadinanza e per il sempre più numeroso mondo degli amanti e fruitori della natura. Il tema del corso, infatti, articolato in tre incontri on line ed una uscita nella Riserva Naturale Montagna di Torricchio, guidata dal prof. Andrea Catorci, sarà l’utilizzo degli strumenti digitali open source, quindi disponibili per tutti, destinati al riconoscimento delle specie vegetali delle nostre montagne e che possono essere ammirate durante escursioni e passeggiate. Finalità sociale dell’attività è quella di contribuire ad un turismo consapevole dell’ambiente che ci circonda e che superi la semplice attività “outdoor” seguendo la filosofia del turismo lento, che costituisce una delle più importati possibilità di sviluppo economico della montagna appenninica.Questi sono d’altronde i temi che affronta il corso di laurea in “Ambiente e gestione sostenibile delle risorse naturali” di Unicam, che è strutturato in due curricula: il primo, “Gestione e Valorizzazione delle Risorse Naturali”, è maggiormente incentrato sulle classiche scienze naturali ed ha come obiettivo quello di fornire allo studente le conoscenze di base sui temi della botanica, zoologia ed ecologia abbinati ad una forte acquisizione di capacità pratiche (rilevamento in campo ed analisi dati) finalizzate alla gestione sostenibile degli ecosistemi e alla conservazione della biodiversità; il secondo, “Sostenibilità Ambientale delle Produzioni e Green Economy”, ha invece l’obiettivo di formare una figura professionale in grado di affrontare le nuove sfide ambientali e cogliere le opportunità di lavoro della “svolta green” dettata dalle principali economie mondiali e basata sui principi dell’economia circolare, sulla sostenibilità delle produzioni. http://www.unicam.info

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università Perugia: nuovi corsi di Alta cultura

Posted by fidest press agency su martedì, 24 Maggio 2022

Giovedì 26 maggio, alle ore 17:00, è in programma nell’Aula Magna di Palazzo Gallenga un evento di presentazione dei nuovi corsi di Alta cultura, iniziativa formativa d’eccellenza con cui l’Università per Stranieri di Perugia ha preso vita cent’anni or sono.Il modulo che verrà presentato, in programma dall’11 al 15 luglio prossimo, ha per tema: “La tradizione culturale italiana e l’altro fra passato e presente”. Nel solco della tradizione culturale dell’Ateneo questo ciclo di lezioni si propone di analizzare da diverse prospettive disciplinari (storiografica, filosofica, letteraria e linguistica) come la tradizione culturale italiana, fra ‘900 e nuovo millennio, abbia risentito della crisi del paradigma umanistico occidentale, chiamato prima a guardarsi nello specchio delle tragedie legate al razzismo e all’Olocausto e poi a relativizzarsi con l’avvento della cultura della differenza, della postcolonialità e del postumano. L’intento, dunque, sarà quello di dare risposta al quesito sulla possibilità o meno di coltivare e trasmettere ancora una tradizione culturale italiana e al senso da dare oggi all’l’idea di italianità aperta, che ispirò Aldo Capitini negli anni difficilissimi del suo rettorato all’Università per Stranieri di Perugia. Il Corso sarà articolato in cinque giornate, ognuna delle quali si aprirà con una lectio magistralis mattutina, cui farà seguito un seminario pomeridiano, ogni giorno condotti da un diverso docente. Chiamati ad approfondire il tema saranno studiosi di alto profilo scientifico, quali: Roberto Esposito, Alessandro Portelli, Mario Alberto Banti, Donatella di Cesare e Giulio Ferroni. Nel pomeriggio del 26 maggio prossimo, all’introduzione del rettore De Cesaris e dell’assessore comunale alla cultura, Leonardo Varasano, faranno seguito gli interventi dei docenti responsabili dell’organizzazione del corso. L’evento sarà corredato lettura di alcuni documenti dell’archivio storico dell’istituzione, dalla proiezione di un documentario sulla Perugia degli anni sessanta a suo tempo prodotto dalla Stranieri e, in conclusione, da alcuni passaggi musicali della tradizione nazionale.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Sapienza apre le porte a studiosi provenienti dai paesi coinvolti nel conflitto ucraino

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 Maggio 2022

A giugno arriveranno i primi Visiting Professor provenienti dalle zone di guerra che saranno ospitati per quattro mesi nelle strutture dell’università e potranno così continuare a svolgere la loro attività accademica.La Sapienza accoglierà da giugno 25 visiting professor provenienti dai paesi coinvolti nel conflitto ucraino (21 docenti ucraini e 4 docenti dissidenti della Federazione russa). Si tratta di 17 donne e di 8 uomini che saranno ospitati, in base alle discipline di afferenza, presso le Facoltà di Lettere e filosofia, Scienze Matematiche fisiche e naturali, Medicina e odontoiatria, Farmacia e medicina, Medicina e psicologia, Ingegneria civile e industriale, Ingegneria dell’informazione, informatica e statistica e Giurisprudenza. Gli studiosi saranno ospitati grazie a uno stanziamento straordinario per un valore complessivo di € 300.000. L’iniziativa è stata avviata grazie a un bando deliberato dal Cda dell’Ateneo nel mese di marzo che prevedeva il finanziamento di visite per attività di ricerca e/o didattica da parte di docenti in condizione di rischio a causa di conflitti. Il fondo consentirà ai docenti di soggiornare nella capitale per un periodo di quattro mesi avvalendosi di una dotazione pro-capite pari a 12.000 euro. Con l’arrivo dei visiting professor si concretizza la politica di accoglienza e di sostegno della comunità universitaria nei confronti di studiosi provenienti dalle zone di guerra. “È un segnale importante di solidarietà e di impegno della Sapienza – afferma la rettrice Antonella Polimeni – abbiamo deliberato questa iniziativa all’indomani dello scoppio della guerra anche per rafforzare il nostro messaggio di pace, attraverso la ricerca e la conoscenza come strumento di crescita e di unione tra i popoli”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“L’Università per Stranieri di Perugia è l’ONU della cultura”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 Maggio 2022

Giunto presso l’Ambasciata britannica di Roma il giorno successivo allo scoppio del conflitto russo ucraino, Lord Edward Llewellyn (barone Llewellyn di Steep) ha incontrato giorni fa gli studenti dell’Università per Stranieri di Perugia. Studente del prestigioso college di Eton (da dove sono usciti ben venti primi ministri), Llewellyn è persona di grande spicco nel mondo diplomatico, con un precedente incarico di capo missione a Parigi e in passato ruoli quali quello di segretario privato di Margaret Thatcher e di capo gabinetto per David Cameron. Llewellyn ha portato ieri il suo saluto a tutti gli studenti dell’Ateneo ricordando Meredith Kercher, la studentessa britannica che trovò la morte a Perugia nel 2007, per poi centrare le sue riflessioni sull’attuale conflitto in Ucraina, sottolineando come esso stia rimodellando le dinamiche della sicurezza globale e i rapporti tra le nazioni; a questo riguardo l’ambasciatore si è soffermato in particolare sul ruolo del Regno Unito e sulla rete di alleanze internazionali che il governo di Londra può formare quale “membro agile e attivo” – ha sottolineato – di un network di relazioni che dovrebbe unire il mondo libero contro i regimi autoritari. Dopo essersi trattenuto a dialogare con i giovani presenti, Llewellyn si è congedato dai suoi ospiti dicendo che il suo a Perugia è solo un arrivederci, e che tornerà presto “in questa ONU della cultura”, come ha definito l’Università per Stranieri.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università, il numero chiuso a medicina ha i giorni contati

Posted by fidest press agency su domenica, 15 Maggio 2022

Il numero chiuso a Medicina e Odontoiatria potrebbe avere i mesi contati negli orientamenti del Governo Draghi. Quantomeno, l’università potrebbe aprirsi agli aspiranti camici per 2-3 anni, totalmente, per poi accettare una selezione. Per la ministra dell’Università Maria Cristina Messa servirebbe quantomeno un suo “allentamento”. Per il sottosegretario alla Sanità Andrea Costa che, operando nel Ministero deputato a dettare i fabbisogni del servizio sanitario nazionale, è preposto a sorvegliare eventuali carenze od eccessi di neo-laureati, è addirittura superato. Una svolta, dunque. Che arriva dopo la riforma del test di medicina: dal 2023, come detta una mozione approvata all’unanimità alle camere e propedeutica ad un decreto del Ministero di Università e Ricerca, non ci sarà più il “concorsone” nazionale da oltre 60 mila candidati per accedere a Medicina e Odontoiatria, ma gli studenti inizieranno a prepararsi dal 4° anno delle superiori affrontando un percorso individuale per sottoporsi poi al ToLc (TestOnLine CISIA) già usato per l’accesso ad ingegneria. La misura in questione non abolisce tuttavia il numero chiuso che, previsto dalla legge 264 del 1999, va abolito per legge. Sul punto sono comunque in corso riflessioni nei ministeri.Partiamo proprio dal sottosegretario alla Salute Costa: incontrando gli studenti a margine di un’iniziativa dell’Università di Pisa ha spiegato che piuttosto di sigillare l’ingresso alle Facoltà di Medicina sarebbe necessario garantire maggiore meritocrazia nell’accesso alla formazione universitaria. E ha spiegato di non pensare che il quiz sia indice di meritocrazia, evocando piuttosto una riflessione condivisa con il ministro dell’Università. Un’alternativa? Costa ha evocato qualcosa di simile al modello francese, gli studenti entrerebbero tutti e subito -si è provato a sperimentarlo anche all’Università di Ferrara – e successivamente, dopo un anno od un biennio, dovrebbero passare attraverso verifiche di obiettivi di rendimento. Ma vediamo che ne pensa il Ministero dell’Università.La ministra Messa prende atto che “il numero programmato è molto aumentato negli ultimi anni – ha detto la ministra a Cagliari a margine dell’inaugurazione dell’anno accademico 2021-2022- dai 9 mila posti di qualche anno fa adesso siamo arrivati a 14 mila, il numero è quindi quasi raddoppiato rispetto al passato». Ma i medici mancano adesso, e Messa per l’appunto parla di un problema “contingente”. «Per i prossimi due e tre anni c’è una carenza dovuta a programmazioni passate: per il futuro stiamo rimediando per avere un numero adeguato rispetto al fabbisogno». Un fabbisogno che d’ora in poi deve trovare a monte una formazione commisurata, aderente, ma che al momento non può prescindere da atenei che riaprono le porte a tutti gli aspiranti medici e dentisti. Frasi in parte inattese: una riapertura dell’ateneo totale temporanea non è la stessa cosa dell’atteso decreto che selezionerebbe i futuri camici in modo del tutto diverso dall’attuale. (fonte Doctor33)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università di Padova ha pubblicato 5 selezioni per l’assunzione di personale tecnico amministrativo

Posted by fidest press agency su sabato, 14 Maggio 2022

Si tratta di selezioni per contratti a tempo indeterminato per 46 laureati, nelle seguenti aree professionali: Amministrazione, finanza e controllo (9 posizioni); Gestione e sviluppo delle risorse umane (9 posizioni); Ricerca e terza missione (9 posizioni); Information Technology (10 posizioni); Real Estate & Facility management (9 posizioni).Tutte le selezioni prevedono anche due posizioni riservate al personale già dipendente dell’ateneo con un contratto a tempo determinato.Le cinque selezioni completano un precedente piano di reclutamento di posizioni dedicate al management della Didattica, i cui concorsi sono in corso di svolgimento.«Questa importante iniziativa conclude il piano di reclutamento del personale tecnico ed amministrativo del triennio 2019/2021 con una novità di metodo – spiega l’ing. Alberto Scuttari, Direttore Generale dell’Università di Padova -. Abbiamo deciso di aggregare questi concorsi in profili omogenei per aumentarne l’attrattività, per migliorare la qualità delle selezioni e per ridurre i tempi delle procedure. Rafforziamo così le risorse a supporto dei programmi di sviluppo dell’Ateneo e delle attività di didattica, ricerca e terza missione, con uno sguardo al futuro che è rivolto all’introduzione di nuove competenze mantenendo attenzione alla valorizzazione dell’esperienza maturata. Le selezioni valuteranno, oltre alle competenze tecniche previste da ciascun profilo, il possesso di adeguate capacità comunicative e relazionali, linguistiche, di analisi e problem solving e l’attitudine a lavorare in team; inoltre ogni selezione ha riservato due posizioni al personale dipendente dell’Ateneo a tempo determinato».Sempre guardando al futuro, il Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo ha da poco approvato la prima fase del nuovo piano di reclutamento per il triennio 2022-2024, che utilizzerà le risorse straordinarie rese disponibili dalla legge di bilancio del 2022 con l’assunzione in ruolo di circa 300 persone fra tecnici ed amministrativi, pari al doppio del turn-over previsto. È di questi giorni la notizia che l’Università ha completato il secondo ciclo di progressioni economiche orizzontali del proprio personale, che ha prodotto un avanzamento stipendiale per 1849 persone, con un incremento di spesa annua di circa 1.900.000 euro.Info: https://www.unipd.it/concorsi-personale-tecnico-amministrativo.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Università: Progetto Opinion Leader 4 Future

Posted by fidest press agency su sabato, 14 Maggio 2022

Da sempre infatti il progetto Opinion Leader 4 Future, accanto all’attività di ricerca, porta avanti un percorso di valorizzazione di una nuova coscienza e consapevolezza sul panorama informativo. In quest’ottica è nata l’idea di creare una piattaforma di dialogo e dibattito continuativo e costante, sotto forma di newsletter con cadenza mensile. Di mese in mese si indagherà l’attualità informativa ma anche tematiche che incidono nelle scelte di vita quotidiana come salute, ambiente, società, educazione e finanza.Nello specifico, la prima uscita del mese di maggio apre con un approfondimento dedicato alla copertura informativa, in questo periodo di grande disorientamento, tra crisi internazionale e protrarsi dell’emergenza sanitaria. Il tema sarà inquadrato a partire dall’analisi di alcuni dati relativi al percepito di un campione di 450 soggetti, tra i 25 e i 75 anni, e sarà approfondito attraverso le considerazioni della Professoressa e Direttrice dell’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo (ALMED)-Università Cattolica, Mariagrazia Fanchi, e di Marco Lombardi, Direttore del Dipartimento di Sociologia dell’Università Cattolica. Più in dettaglio dalla ricerca emergono le principali priorità informative del campione intervistato: salute e prevenzione sono oggetto di attenzione per l’83% del campione, seguiti dalla cronaca (77%). Di sempre maggiore rilevanza è anche il tema della sostenibilità da intendersi non soltanto da un punto di vista ambientale ma anche sociale ed economico. Insieme al bisogno informativo cresce anche la paura per i meccanismi di disinformazione: per il 90% degli intervistati le fake news rappresentano un problema concreto e saliente, da fronteggiare con una sempre maggiore attenzione alle fonti ed ai canali di diffusione. In queste settimane l’argomento più destabilizzante risulta essere la comprensione delle evoluzioni della crisi internazionale. Oltre la metà del campione denuncia infatti un’informazione ridondante e talvolta influenzata da posizioni ideologiche.Nelle uscite successive della newsletter saranno approfonditi i nuovi ruoli affidati agli opinion leader che diventano non solo veri e propri broker informativi, ma anche attivisti, sensibilizzatori, coach e mentori.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un ponte tra la scuola e l’università di Parma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 Maggio 2022

Parma. Con l’intento di approfondire e diversificare le iniziative di orientamento ai corsi di studio universitari, l’Università di Parma, anche alla luce delle esperienze positive riscontrate nelle attività in cui si è verificato un affiancamento degli studenti universitari agli studenti della scuola secondaria superiore, ha dato vita al progetto “UNiprTutorPerTe”, rivolto alle studentesse e agli studenti che provengono da percorsi di formazione tecnica e professionale della provincia di Parma. Con questa iniziativa, l’Università di Parma individuerà proprie studentesse e propri studenti a cui affidare compiti di tutorato a favore di studentesse e di studenti delle superiori, preferibilmente che frequentino la quarta, per migliorare e rafforzare il loro percorso di apprendimento di specifiche discipline, anche in vista dell’accesso al mondo universitario.Le esperienze già svolte di peer tutoring hanno dimostrato, infatti, una positiva influenza non solo sul rendimento scolastico e sulle aspirazioni educative, ma anche sulle capacità relazionali e sul benessere socio-emozionale.Le scuole che fossero interessate devono segnalare le proprie esigenze – sia in termini di potenziali destinatari (anche una prima stima) sia in ordine alle discipline – entro il 10 maggio alla UO Orientamento e Placement.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Graduatoria CWUR, dove Parma resta stabilmente al 14° posto tra le Università italiane in classifica

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2022

La graduatoria CWUR, guidata anche quest’anno da Harvard, prende in esame 20mila Università di tutto il mondo, utilizzando come parametri di valutazione principalmente la didattica, la ricerca, l’occupazione e i premi internazionali riferiti a ogni Ateneo. Quattro i parametri presi in esame dal Ranking CWUR: Education (punteggio calcolato sulla base del numero di ex-alunni che hanno vinto importanti riconoscimenti rispetto alla dimensione dell’università) Employability (punteggio calcolato sulla base del numero di ex studenti che hanno ricoperto posizioni apicali nelle più grandi aziende del mondo rispetto alle dimensioni dell’università) Faculty (punteggio calcolato sulla base del numero di accademici che hanno vinto importanti premi e medaglie internazionali) Research: a) Research output (punteggio calcolato sulla base del numero totale di articoli di ricerca) b) High-quality publications (punteggio calcolato sulla base del numero di articoli di ricerca pubblicati su riviste di alto livello) c) Influence (punteggio calcolato sulla base del numero di articoli di ricerca pubblicati su riviste altamente influenti) d) Citations (punteggio calcolato sulla base del numero di articoli di ricerca “higly-cited”) Nel ranking 2022-2023 l’Università di Parma riporta ottimi risultati in particolare alla voce Faculty, dove è al 93° posto nel mondo. Parma è nella top 300 anche alla voce Education, dove si piazza al 297° posto nel mondo.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Career Day dell’Università di Camerino torna in presenza!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 aprile 2022

Camerino. L’appuntamento è oggi e domani 28 aprile presso il Relais Borgo Lanciano e Lanciano Forum: due intere giornate per consentire a studentesse e studenti e laureate e laureati di poter seguire tutte le attività nella massima sicurezza. Anche per questa edizione l’evento è realizzato in collaborazione con Confindustria Macerata, ed al momento sono circa 70 le aziende che hanno aderito e che saranno presenti nello spazio appositamente allestito. Tutti i partecipanti avranno quindi come di consueto l’opportunità di incontrare le imprese, conoscere i responsabili delle Risorse Umane ed i recruiter, sostenere colloqui conoscitivi, lasciare il proprio curriculum vitae e scoprire nuove opportunità di lavoro. Il career day rappresenta una opportunità anche per le aziende partecipanti, che hanno la possibilità di presentarsi, far conoscere la propria realtà e le opportunità offerte ai giovani laureati, raccogliere candidature per le posizioni di lavoro aperte. “Il Career Day – ha dichiarato il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari – rappresenta senza dubbio uno dei momenti più importanti della vita universitaria dei nostri studenti e laureati. Ringrazio Confindustria Macerata per averci sempre sostenuto in grande sinergia, così come ringrazio tutte le aziende che hanno confermato la loro presenza e la soddisfazione e la fiducia nei nostri confronti”.“Siamo davvero soddisfatti – ha sottolineato la prof.ssa Elisabetta Torregiani, delegata del Rettore per i rapporti con le imprese – di poter ritornare in presenza, garantendo a tutti la massima sicurezza, pur avendo comunque avuto un bilancio estremamente positivo anche per le due edizioni on line. Ringrazio tutte le aziende che hanno voluto essere con noi e tutti i colleghi ed il personale tecnico-amministrativo che hanno lavorato affinché si potesse realizzare ed organizzare tutto al meglio”. Ognuna delle due giornate sarà strutturata con un evento di apertura, alle ore 10, che prevede i saluti del Rettore Claudio Pettinari, del Presidente Comitato Piccola Industria Confindustria Macerata Paolo Ceci, della Delegata del Rettore ai rapporti con le imprese Elisabetta Torregiani e del Delegato allo Stage e Placement Francesco Nobili Si proseguirà poi con un intervento su innovazione, terza missione e trasferimento tecnologico che per la prima giornata sarà tenuto dal prof. Riccardo Pietrabissa, Rettore IUSS Pavia. Si apriranno poi gli stand aziendali e le presentazioni delle aziende, che saranno a disposizione anche nel pomeriggio.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Orientarsi tra tante università, facoltà e corsi di laurea

Posted by fidest press agency su domenica, 24 aprile 2022

Sempre più innovativi e specifici. Scegliere con consapevolezza il proprio futuro di studenti e poi di professionisti non è affatto semplice, soprattutto se si è adolescenti e si esce da due anni terribili, con poche possibilità di confrontarsi e mettersi alla prova ma tantissimo tempo per arrovellarsi nei dubbi. Servono strumenti adeguati e informazioni ragionate, per non accrescere l’ansia e la confusione.Proprio per permettere ai ragazzi delle classi terze e quarte dei licei di cominciare a riflettere con serenità su chi sono e cosa vogliono davvero fare nella vita adulta, individuando talenti e aspirazioni senza perdere di vista i possibili sbocchi professionali, a Scuole FAES Milano torna l’UDay, un’intera giornata in presenza dedicata all’orientamento universitario. Mercoledì 27 aprile, infatti, sette tra i più prestigiosi atenei milanesi si presenteranno agli studenti dei Licei classico, scientifico e scienze umane: Bocconi, Cattolica, IED, Bicocca, Politecnico, San Raffaele e IULM illustreranno le loro eccellenze, che spaziano dalle facoltà umanistiche a quelle scientifiche, economiche, ingegneristiche, mediche, artistiche e della comunicazione. Oltre ai docenti, che racconteranno le caratteristiche e le opportunità più interessanti delle facoltà e dei corsi di laurea dei rispettivi atenei, nella giornata i liceali incontreranno professionisti ed esperti di orientamento messi a disposizione dalle stesse università, da cui ricevere ulteriore supporto nella scelta degli studi e acquisire elementi utili sulle prospettive del mercato del lavoro. Nelle scorse settimane i ragazzi hanno avuto modo di confrontarsi con studenti universitari e neolaureati, per farsi raccontare se sono soddisfatti o meno della loro scelta e del loro percorso, quali difficoltà hanno dovuto affrontare, se hanno già trovato un impiego.La giornata di mercoledì si inserisce in un progetto più ampio, un percorso sulle competenze trasversali e di orientamento PCTO in cui le Scuole FAES investono da tempo: oltre 200 ore all’anno di formazione su soft skills, simulazione di impresa, coaching e analisi individuale per scegliere con gli strumenti adeguati la propria carriera universitaria e lavorativa, oltre a incontri con professionisti e aziende e a stage estivi veramente formativi e arricchenti grazie a partnership di qualità con imprese e istituzioni. Tutto altamente personalizzato, come ogni aspetto del sistema didattico e pedagogico FAES che vede nella figura dei tutor uno dei pilastri portanti: prima di essere assegnato a un progetto di simulazione aziendale o di stage, ogni studente viene affiancato da specialisti che lo aiutano a porsi le domande giuste per fare emergere talenti, inclinazioni ma anche sogni e aspirazioni.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le migliori università italiane per diventare CEO

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2022

Sono l’Università di Roma “La Sapienza”, l’Università Bocconi di Milano e l’Università di Firenze, mentre a livello mondiale gli USA si posizionano primi in classifica: è quanto emerge dal report di Preply – la piattaforma globale di apprendimento delle lingue che mette in contatto oltre 20.000 insegnanti con decine di migliaia di studenti in tutto il mondo, che, a partire dalla lista Forbes Global delle più grandi aziende internazionali, ha analizzato le figure di 1000 CEO e li ha confrontati attraverso metriche come università frequentata, tipologia di laurea, materia studiata e settore al fine di determinare quali università hanno formato e formano i migliori CEO. Combinando la percentuale di CEO che hanno frequentato l’università con il World University Ranking, Preply ha stilato una classifica assegnando un punteggio delle migliori università per questa professione. Sul podio si posizionano l’Università di Harvard (Stati Uniti), l’Ecole Centrale de Paris (Francia) e l’Università della Pennsylvania (Stati Uniti), seguite dall’Università di Stanford (Stati Uniti) e l’Università della California (Stati Uniti). Anche estendendo la lista alle prime 30 università, 22 di queste si trovano negli USA – sottolinea Preply – sebbene anche altri paesi, come Francia e Giappone, offrano università tra i più alti livelli per aspiranti CEO. Tra le università italiane, al primo posto si posiziona l’Università di Roma “La Sapienza”, seguita dall’Università Bocconi di Milano e dall’Università di Firenze, mentre al quarto e quinto posto si collocano rispettivamente il Politecnico di Milano e il College des Ingénieurs di Torino. Alle migliori università da frequentare per diventare CEO, si affianca la scelta del percorso formativo da intraprendere. Secondo il report di Preply, in particolare, le materie più studiate sono economia (11,6%), gestione delle imprese (7,6%) e ingegneria (5,3%). Altri CEO, invece, hanno scelto strade alternative e materie meno popolari: il 4,1% dei CEO più famosi, ad esempio, è laureato in legge, mentre il 3,3% in finanza. Spiccano anche CEO laureati in materie meno popolari come teologia (0,2%) o zoologia (0,2%). Dei 1000 CEO nella lista di Forbes, il 34,6% ha scelto di proseguire il percorso di studi conseguendo un master o un dottorato – la maggior parte dei quali proviene dagli Stati Uniti (56,5%) e dalla Cina (6,8%) – mentre il 22,3% ha deciso di ottenere un MBA: ancora una volta, i paesi che possono vantare CEO in possesso di MBA sono gli Stati Uniti (68,7%) e, rispettivamente al secondo e terzo posto, Cina (5,3%) e Francia (5,3%). Nonostante la quantità di donne CEO sia in aumento, i numeri dimostrano che questo ruolo rimane ancora a prevalenza maschile: tra i 1000 CEO più importanti della lista di Forbes, infatti, solo il 4,7% è donna. Questo numero si allinea con le analisi della CNBC, secondo cui attualmente le donne gestiscono solo il 4,6% di tutte le imprese Global 500: la maggior parte di queste (60,9%) proviene dagli Stati Uniti, anche se, all’interno degli stessi USA, le donne rappresentano solo l’8,2% di tutte le posizioni di CEO della Fortune 500 americana. Al secondo posto, come paese più rappresentato da CEO donna, si posiziona il Regno Unito con l’11,6%, mentre la Cina scende al terzo con il 5,8%.Il Report di Preply, con ulteriori informazioni e dati, è disponibile al seguente link: https://preply.com/it/blog/migliori-universita-per-diventare-ceo/

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola e università: Nuove abilitazioni

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2022

“Avviare un confronto, anche preventivo, per dare nuove regole per la formazione iniziale degli insegnanti, affinché l’esperienza avuta con le scuole di specializzazione non si esaurisca in percorsi più lunghi e più inutili, che vanno a invecchiare i giovani che vogliono insegnare e che non portano al reclutamento di chi passa per questi percorsi per diventare docente”. Così si è espresso Marcello Pacifico, presidente del sindacato Anief e segretario confederale Cisal, nell’incontro tenuto con il ministro dell’Università e Ricerca, Maria Cristina Messa, per discutere della riforma dei titoli di abilitazione.Pacifico ha spiegato, durante una videointervista all’agenzia Teleborsa, che sulle abilitazioni “è importante semplificare le procedure, non complicarle. Sempre senza dimenticare i tanti precari, che hanno diritto anche loro al riconoscimento del servizio che hanno svolto e quindi alla stabilizzazione del rapporto di lavoro”.In generale, “Per quanto riguarda il tema della scuola, in particolare per il rapporto scuola-università, abbiamo sottolineato la necessità impellente di un confronto con entrambi i Ministri e ministeri, per le scelte che riguarderanno il tutoraggio attivo fin dal terzo anno delle scuole secondarie, per avvicinare gli studenti al mondo universitario”.Il leader Anief ha aggiunto che in ambito prettamente universitario, invece, come Cisal l’organizzazione sindacale ha “chiesto al Ministro Cristina Messa degli interventi, in primo luogo per realizzare la riforma che individua nel dottorato di ricerca un titolo valido per l’accesso alla Pubblica Amministrazione e soprattutto un titolo da valorizzare”. Il sindacalista ha poi detto che “non vanno poi dimenticate le ultime riforme approvate nella legge di bilancio, che hanno previsto dei salari aggiuntivi per i tecnologi degli enti vigilati dal Ministero dell’istruzione, ma non per i ricercatori tecnologi degli enti non vigilati”.

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università di Parma vola “nello spazio”

Posted by fidest press agency su martedì, 12 aprile 2022

Parma. L’Università di Parma vola nello spazio grazie al progetto “Topdess” finanziato da ESA, l’Agenzia Spaziale Europea. “Topdess” coinvolge il Gruppo di fisica tecnica dell’Ateneo, coordinato dal docente Fabio Bozzoli e composto anche dai docenti Luca Cattani, Sara Rainieri e Pamela Vocale, e l’azienda parmigiana Mbs, del gruppo Csf Inox.Nei giorni scorsi il prof. Bozzoli e il dottorando Luca Pagliarini hanno partecipato alla 78sima Campagna di volo parabolico organizzata da ESA a Bordeaux.Da anni ESA organizza questi voli aerei particolari, nel corso dei quali si può sperimentare l’assenza di peso. Sono i cosiddetti voli parabolici. Alcuni aerei Airbus 300 della compagnia Novospace sono stati leggermente modificati: sono stati rimossi tutti i sedili della parte centrale ed è stato ricavato un ampio spazio dove condurre esperimenti. Durante la fase di ascesa il pilota dirige l’aereo alla massima velocità, con una pendenza di circa 45 gradi. Poi, raggiunta una certa quota, rimuove la spinta dei motori. A questo punto l’aereo si trova a planare in caduta libera: in questa fase al suo interno si sperimenta l’assenza di peso.Nei 20 secondi di caduta libera l’attrazione verso la Terra, il peso cioè, viene annullata da una forza dovuta all’accelerazione dell’aereo. Se all’interno dell’aereo si lascia andare a mezz’aria una matita, ad esempio, la matita non si sposta, non cade sul pavimento. Durante un volo parabolico l’aereo percorre 31 parabole: il totale del tempo passato in assenza di peso è dunque di oltre 600 secondi, dieci minuti.Durante la campagna di volo parabolico il gruppo di Parma ha studiato il funzionamento, in assenza di gravità, dei “Pulsating Heat Pipes”, chiamati anche PHP, che sono dispostivi passivi per lo scambio termico. Un PHP consiste fondamentalmente in un tubo di piccolo diametro, curvato a formare più spire, parzialmente riempito con un fluido. I principali vantaggi di questi dispositivi sono la compattezza, la flessibilità, la capacità di funzionare senza apporto di energia elettrica e in assenza di gravità.Al progetto “Topdess”, del valore totale di 1,7 milioni di euro, partecipano anche prestigiosi partner internazionali quali l’Università di Brighton, l’Università di Liverpool, l’istituto ISAE-ENSMA e CEA. Vi sono coinvolti anche altri importanti partner industriali mondiali come Airbus France e Kayser Space UK.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Continua l’avanzamento dell’Università Ca’ Foscari tra le più influenti classifiche degli atenei mondiali

Posted by fidest press agency su domenica, 10 aprile 2022

VENEZIA – Continua l’avanzamento dell’Università Ca’ Foscari Venezia nel QS World University Rankings by Subject, tra le più influenti classifiche degli atenei mondiali: sono 13 le discipline che entrano nel prestigioso ranking internazionale. La disciplina di punta è “Studi Classici e Storia Antica”: 36° posto al mondo, grazie agli ottimi riscontri nella reputazione internazionale. Nella più ampia area disciplinare “Arti e Studi Umanistici”, Ca’ Foscari è al 118° posto al mondo, 4° in Italia, grazie agli eccellenti risultati anche per le discipline Lingue Moderne (61° posto al mondo e terzo in Italia), Storia (tra le migliori 150 a livello globale e quarta in Italia), Filosofia, (tra le migliori 200 e quinta in Italia), Linguistica (tra le migliori 200 e seconda in Italia), Studi Classici e Storia Antica (36° al mondo).Per la prima volta l’Ateneo supera la soglia in Archeologia che si posiziona tra le prime 150 al mondo ed è quinta in Italia.Nell’area disciplinare “Scienze sociali e Management” Ca’ Foscari rimane il primo ateneo in Italia per Hospitality & Leisure Management. Si classifica anche per Economia e Econometria (tra le migliori 200 università al mondo e quinta in Italia), Contabilità e Finanza (tra le migliori 300), Business e Management (tra le migliori 400). Entra per la prima volta nel ranking con Diritto (tra le migliori 200). Nelle aree scientifico-tecnologiche, è presente per Informatica e Chimica.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Incontri nelle scuole superiori promossi dall’Osservatorio Permanente della Legalità dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su sabato, 2 aprile 2022

Sono stati oltre trecento gli studenti dell’Istituto Giordani e del liceo Sanvitale che nei giorni scorsi, nell’ambito della “Settimana della Legalità 2022”, hanno partecipato agli incontri formativi organizzati dall’Osservatorio Permanente della Legalità dell’Università di Parma, co-promosso dalla Regione Emilia-Romagna. Sei gli incontri sui temi della criminalità organizzata al Nord e dell’anticorruzione durante i quali gli studenti delle scuole superiori hanno attivamente contribuito allo sviluppo di un dialogo costruttivo e ragionato.Gli studenti hanno appreso le dinamiche del maxi-processo “Aemilia” e, attraverso attività di brainstorming e roleplay, hanno avuto l’occasione di riflettere sulle ripercussioni delle azioni della criminalità organizzata nella vita delle persone.Gli incontri sono stati caratterizzati da un clima di reciproco ascolto e condivisione anche grazie alla fattiva collaborazione dei docenti.Ma l’Osservatorio Permanente Legalità non si ferma qui. Sotto la direzione scientifica di Monica Cocconi, delegata del Rettore ad Anticorruzione e trasparenza e il coordinamento Elia Minari, prosegue le proprie attività: i prossimi seminari si terranno al Liceo Marconi, nelle date del 2 e 6 aprile e 11 maggio.Le attività formative sono realizzate con la collaborazione di Alessia Depietri, rappresentante a Parma dell’associazione culturale antimafia Cortocircuito, di Anna Chiara Nicoli e Anna Pellegrini. Per programmare un incontro nelle scuole secondarie di secondo grado del territorio di Parma è possibile contattare lo staff dell’Osservatorio scrivendo una mail a osservatorio@unipr.it; per ulteriori informazioni: http://www.osservatorio.unipr.it

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università di Parma: rassegna “Libri di storia – Incontri con gli autori”

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2022

Parma riprende il 14 marzo ancora nella forma di seminari/webinar, sia in presenza che online. Coordinatore scientifico della rassegna è Piergiovanni Genovesi, docente di Storia contemporanea e Delegato del Rettore per le iniziative culturali di carattere storico. Al centro di ogni incontro c’è un libro, una novità editoriale d’argomento storico, intorno al quale si organizza la discussione alla presenza dell’autore e di altri esperti: una riflessione a più voci aperta a tutti gli interessati che si propone sia di far conoscere più da vicino alla città la ricerca svolta all’interno dell’Ateneo sia, più in generale, di favorire la diffusione della conoscenza storica e delle sue tante potenzialità. L’incontro del 14 marzo, organizzato anche in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Ateneo, sarà aperto dai saluti di Piergiovanni Genovesi, Diego Saglia, Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese culturali e Mario Menegatti, Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali. A seguire gli autori dialogheranno con i docenti dell’Università di Parma Carlo Alberto Gemignani e Alberto Grandi.

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola e università: la ricetta del premier Mario Draghi per uscire dal gender gap

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2022

Valorizzare gli scienziati, invece di delegittimarli. Investire un miliardo di euro nelle giovani donne. Promuovere la cultura del merito. Raddoppiare le borse di dottorato e mettere la ricerca al centro della crescita dell’Italia. Sulla cima del Gran Sasso, reduce dalla visita dei Laboratori dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn), con il premio Nobel Giorgio Parisi, Mario Draghi intende cambiare così il rapporto tra l’Italia e la scienza. Grazie anche ai 30 miliardi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per istruzione e ricerca. “Le donne sono state lasciate per troppo tempo ai margini di questo mondo”, ammette il premier. “Le posizioni di vertice sono sempre occupate dagli uomini, tranne poche e luminose eccezioni”. Per abbattere gli stereotipi Draghi sprona dunque a partire dalla scuola e dalle università, dove solo una ragazza su cinque sceglie le cosiddette materie STEM: scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. Sono ancora troppo poche, accelera il premier e annuncia che il governo investirà oltre un miliardo, così che le ragazze iscritte possano presto diventare almeno il 35 per cento del totale. Soddisfatta Rossana Berardi, Presidente di Women for Oncology Italy, che aggiunge: “In ambito sanitario, anche se le donne costituiscono la grande maggioranza degli operatori in Italia e in Europa – pari circa al 70%, che significa che 2 operatori su 3 sono donna – in realtà la possibilità al femminile, già non particolarmente elevata, di attrarre finanziamenti a livello europeo e di pubblicare un contributo scientificamente importante come primo autore si è ridotta ulteriormente nel periodo pandemico. Il fatto poi che ancora poche donne siano presenti nelle lauree STEM è da una parte frutto di un retaggio culturale – che via via nel tempo si sta sbloccando – e dall’altra dovuto al fatto che la possibilità di raggiungere quel tipo di studio e poi di inserirsi in un contesto lavorativo che probabilmente è stato complesso per il genere femminile, rappresenta un deterrente anche proprio per l’avvicinamento delle donne alle facoltà scientifiche. Cosa che adesso sta cambiando. La medicina non rientra propriamente nell’ambito delle STEM, tuttavia abbiamo visto il cambiamento anche nel nostro settore che era tipicamente maschile fino a qualche decennio fa, e che ora è prevalentemente femminile. Il problema è che qualunque settore andiamo a guardare, da quello dell’innovazione a quello della medicina, evidentemente poi la piramide si ribalta in ogni caso. Quindi sia che alla base ci siano tante donne, sia un po’ meno, le apicalità in termini di professionalità rimangono purtroppo ancora molto sbilanciate. I dati che sono stati raccolti a livello nazionale dalle varie Società scientifiche dimostrano come di fatto soltanto il 17-18% delle donne che fanno un percorso in ambito sanitario riescono a raggiungere un vertice che possa essere ospedaliero (direttore di struttura o direttore generale di ospedale) o accademico (professore ordinario) e questo fa riflettere. Se la base si sta ampliando, ciò non avviene in maniera proporzionale a tutti i livelli. La spiegazione non è soltanto nel fatto che ci sarà un meccanismo biologico di ricambio negli anni, perché è stato stimato che per superare il gender gap in maniera naturale occorreranno circa 200 anni. Risulta quindi fondamentale un aiuto istituzionale, laddove non si riesce a scalfire questa consuetudine di non arrivare a raggiungere una posizione apicale. I risultati di successo dimostrano come poi concretamente la donna, all’interno del meccanismo, possa raggiungere più rapidamente il processo di innovazione nella start up piuttosto che nell’azienda, o nella sanità. Da qui la nostra iniziativa. Con Women for Oncology Italy ci siamo fatte promotrici di una campagna che proponga l’inserimento di obiettivi specifici per le direzioni, al fine di rendere il lavoro più amico e di garantire un equo accesso alla crescita professionale. Abbiamo lanciato una survey, per aiutarci a comprendere le aree di miglioramento e le iniziative concrete per superare il gender gap e per la quale invitiamo tutti quelli che non lo avessero ancora fatto a darci un contributo”. Il sondaggio, realizzato in collaborazione con Mondosanità, è scaricabile con richiesta di pubblicazione e di condivisione al seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/JKKNB9F.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Deirdre Nansen McCloskey: Le università come istituzioni liberali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 febbraio 2022

Padova Oggi, mercoledì 9 febbraio dalle ore 17.00 in diretta streaming, Deirdre Nansen McCloskey, professoressa emerita di Economia e Storia e professoressa di Inglese e Comunicazione all’Università dell’Illinois a Chicago, tiene una conferenza per l’Università di Padova sugli 800 anni delle università come istituzioni liberali. A introdurre l’incontro è Telmo Pievani, filosofo della scienza dell’Ateneo patavino e delegato alla comunicazione e alla divulgazione scientifica, che dialoga con la studiosa americana. Secondo la professoressa, le istituzioni formali non bastano a garantire i valori liberali. Ma l’etica, la professionalità, l’amore per la conoscenza e la capacità di dibattito sono invece componenti fondanti delle università. La filosofia scolastica, la critica testuale rinascimentale, la rivoluzione scientifica, il fiorire del pensiero politico liberale, la storia scientifica e la fisica moderna dipendono tutte dalla libertà d’indagine. Le rigide ideologie, invece, la minacciano, com’è accaduto in Russia negli anni Trenta per la biologia e come succede ancor oggi nell’ambito delle scienze sociali e umane. L’incontro, rientra nel palinsesto delle celebrazioni per l’ottocentenario dell’Università di Padova, e anticipa la serie di incontri “Lezioni sulla libertà” che l’Ateneo proporrà prossimamente al Teatro Verdi, in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto. L’incontro viene trasmesso in diretta streaming sul canale Youtube dell’ottocentenario Unipd (https://www.youtube.com/watch?v=jeKOM4UmdNI) in lingua originale inglese e su piattaforma Zoom (con registrazione al link https://us06web.zoom.us/webinar/register/WN_lGrhiF0ETdCQwmPU-JQ5uQ) per chi voglia ascoltare la traduzione in italiano. Bio Deirdre Nansen McCloskey al link https://www.deirdremccloskey.com/

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università: eliminare il numero chiuso dai corsi di specializzazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 gennaio 2022

Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief, ha affermato che è necessario porre attenzione alla questione del sostegno. Infatti, “sono ancora tantissimi i docenti insegnano su posti di sostegno senza specializzazione. È insufficiente il numero di posti banditi nell’ultimo ciclo del Tfa. Eliminiamo il numero chiuso”. Il giovane sindacato ricorda che ha attivato la X edizione della campagna gratuita “nonunoradimeno”, l’iniziativa creata per garantire a ogni alunno con disabilità le ore settimanali di sostegno richieste dalle scuole come da consolidata giurisprudenza. La campagna ha garantito pure il diritto al risarcimento del danno a favore della famiglia dell’alunno disabile, il cui diritto all’istruzione e all’integrazione è stato violato dall’amministrazione.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »