Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Posts Tagged ‘università’

Corsi di mediazione culturale

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 luglio 2017

ministero-pubblica-istruzione“La prevenzione e il contrasto alla radicalizzazione e all’estremismo violento passa anche attraverso la formazione universitaria e post-universitaria di figure professionali specializzate nelle relazioni interculturali. Questa legge lo riconosce in maniera esplicita, destinando risorse immediate alle nostre scuole e università”. Così Luigi Dallai, deputato del Pd e membro della Commissione cultura, scienza e istruzione, commenta l’approvazione della proposta di legge “Misure per la prevenzione della radicalizzazione e dell’estremismo jihadista”, che assegna stanziamenti a favore del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per specifici progetti di formazione. Il testo, che era approdata in Aula per la discussione all’inizio di aprile, si propone di potenziare le misure repressive e di intelligence con una serie di norme finalizzate alla prevenzione.Tra i cardini della legge, l’istituzione di un Centro nazionale sulla radicalizzazione, con una funzione di monitoraggio e di audizione, la previsione di un nuovo organo parlamentare, una serie di interventi in ambito scolastico, sul piano della formazione universitaria, della comunicazione istituzionale e della rieducazione dei detenuti. “Le azioni di repressione e di intelligence – sottolinea Dallai – sono fondamentali ma da sole non sufficienti per maturare un’integrazione culturale duratura e per indagare in profondità i canali in cui si sedimenta il radicalismo islamista. La scuola e l’università, sia nel suo ruolo di promotore del dialogo interculturale e interreligioso, che attraverso gli obiettivi primari di formazione e ricerca scientifica, hanno un ruolo importante in questa partita: ad esempio creando figure adeguatamente formate per contrastare la radicalizzazione e favorire il dialogo, le relazione interculturali ed economiche e lo sviluppo dei paesi di emigrazione, previsti ed organizzati da accordi di cooperazione fra università italiane e università dei paesi aderenti all’Organizzazione della cooperazione islamica, con i quali l’Italia ha stipulato accordi di cooperazione culturale, scientifica e tecnologica”. “Le nostre due università – l’Ateneo senese presso la sede di Arezzo e l’Università per Stranieri – da tempo si sono dotate di corsi di mediazione culturale per rispondere con la formazione e la cultura alle grandi sfide sociali che viviamo quotidianamente e a quelle che ci attendono. Questa legge, destinando specifiche risorse alla formazione di figure professionali altamente specializzate, è un’opportunità concreta per i nostri atenei per intercettare risorse e potenziare l’offerta formativa in questo ambito”.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studenti coreani della Chonbuk National University ospiti alla Stranieri di Perugia

Posted by fidest press agency su martedì, 11 luglio 2017

studenti coreaniPerugia. Studenti coreani, provenienti da otto diversi dipartimenti della Chonbuk National University di Seoul, sono ospiti dell’Università per Stranieri di Perugia per un corso di alta formazione che comprenderà, insieme alla lingua, la storia dell’arte e laboratori di ceramica e di cucina.
All’Ateneo di provenienza degli studenti è stato affidato dal Governo Coreano l’importante compito di promuovere in Europa la cultura coreana; negli anni scorsi docenti e studenti della Chonbuk University hanno fatto tappa, nel loro itinerario di missione, a Londra e a Parigi; quest’anno hanno scelto Perugia e l’Università per Stranieri che con la Chonbuk University e il sistema delle Università coreane ha uno storico rapporto.
La permanenza degli studenti coreani a Palazzo Gallenga si concluderà, alla fine di luglio, con l’organizzazione del New Corean Wave Festival al quale parteciperanno vari artisti coreani. (foto: studenti coreani)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conferimento del Dottorato di ricerca honoris causa in a Detlev Ganten

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 giugno 2017

ganten.pngRoma Venerdì 23 giugno, nella Sala del Senato accademico, si terrà la cerimonia di conferimento del Dottorato di ricerca honoris causa in a Detlev Ganten, per la sua attività a livello mondiale nel campo dell’ipertensione. La cerimonia sarà aperta da una performance musicale di MuSa Classica, diretta dal maestro Francesco Vizioli, a seguire i saluti del rettore Eugenio Gaudio e gli interventi di Vincenzo Vullo, preside della Facoltà di Farmacia e medicina, di Bruno Botta, direttore del Dipartimento di Chimica e tecnologie del farmaco e di Luciano Saso, prorettore alle Reti universitarie europee. L’elogio del dottorato sarà di Antonello Mai, coordinatore del Dottorato in Pharmacological sciences. Detlev Ganten ha ricoperto numerosi e importanti incarichi nel mondo universitario e della ricerca scientifica: nel 2009 ha fondato il Whs-World health summit, uno dei piu’ importanti forum mondiali di sanità pubblica organizzato ogni anno a Berlino dalla prestigiosa M8 Alliance of Academic Health Centers, Universities and National Academies di cui la Sapienza fa parte da due anni. Attualmente Ganten è componente dell’Accademia delle Scienze di Heidelberg, dell’Accademia polacca delle Scienze, dell’Accademia delle Scienze Berlin-Brandenburg, dell’Accademia tedesca delle Scienze e dell’Accademia europea. Ganten si è distinto in particolare per aver chiarito nei suoi studi i meccanismi fondamentali di fisioterapia e biologia molecolare per l’ipertensione arteriosa, con particolare riferimento al sistema renina-angiotensina e alla genetica molecolare delle malattie cardiovascolari; i suoi studi mirano a sviluppare il concetto di medicina evolutiva.
Al termine della cerimonia nella Sala Organi collegiali si terrà la giornata di apertura del convegno “M8 Alliance Expert Meeting on Migrants’ and Refugees’ Health” che si concluderà il 24 di giugno. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Federale della Germania in Italia e M8 Alliance of Academic Health Centers, Universities and National Academies.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

For Women in Science 2017, premio L’Oréal-Unesco a Elena Calciolari

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 giugno 2017

Parma ateneoParma. Elena Calciolari, ex studentessa ed ex assegnista di ricerca dell’Università di Parma, ora ricercatrice al Center for Oral Clinical Research della Queen Mary University of London, è una delle sei vincitrici italiane delle borse di studio L’Oréal-Unesco For Women in Science, consegnate nella Sala di rappresentanza dell’Università di Milano.Il suo progetto di ricerca, con gli altri cinque vincitori, è stato premiato con una borsa di studio di 20mila euro, ed è stato selezionato tra quelli di 450 laureate under 35 da una giuria presieduta dalla fisica Lucia Votano, prima donna a ricoprire il ruolo di direttore del Laboratorio nazionale del Gran Sasso dell’Infn (Istituto nazionale di fisica nucleare).Con le borsiste 2017, il numero totale delle premiate nei 15 anni del programma “L’Oréal Italia per le donne e la scienza” arriva a quota 76: l’obiettivo è dare un riconoscimento a scienziate particolarmente brillanti favorendo le opportunità di carriera per le donne nella scienza, ambito nel quale la disparità tra uomo e donna è ancora marcata.Il progetto di ricerca di Elena Calciolari punta a utilizzare le panoramiche dentali per intercettare tempestivamente l’osteoporosi nelle donne in post menopausa, valutando la fattibilità di questo metodo di screening su 124 volontarie. Il potenziale è, almeno sulla carta, notevole, se si pensa che il numero delle sole italiane colpite da osteoporosi dopo la menopausa salirà a quota 3,7 milioni entro il 2020, con un aumento delle fratture dovute alla malattia del 17,8%.Al di là della valenza scientifica, il progetto premiato va segnalato anche perché permette ad Elena Calciolari di rientrare a fare ricerca in Italia, e nello specifico all’Università di Parma: sarà infatti ospitato al Dipartimento di Medicina e Chirurgia e al Centro di Odontoiatria dell’Ateneo.

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Presidente del Senato Pietro Grasso sarà a Pavia

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 giugno 2017

grassofalconeborsellinoPavia lunedì 19 giugno, un incontro in Università dedicato alla figura di Giovanni Falcone, in occasione del venticinquesimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio. L’incontro, dal titolo La lezione di Giovanni Falcone, si terrà alle ore 11, presso l’Aula Foscolo dell’Università. Accanto al Presidente del Senato, interverranno il rettore Fabio Rugge, il Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Ettore Dezza, il prof. Paolo Renon, che ha promosso l’iniziativa.“Rievocare a Pavia i tragici eventi del maggio-luglio 1992, che hanno profondamente segnato la storia recente del nostro Paese, assume un significato particolare” – anticipa il prof. Paolo Renon.
L’Università di Pavia, infatti, ebbe l’onore di ospitare Giovanni Falcone il 13 maggio 1992, in quella che probabilmente rappresentò la sua ultima apparizione pubblica. Invitato dal Professor Vittorio Grevi, titolare allora della cattedra di procedura penale presso l’Ateneo pavese, Falcone tenne proprio in Aula Foscolo, una lezione sul tema del coordinamento delle indagini nei procedimenti per delitti di criminalità organizzata, a pochi mesi dal varo della riforma con la quale era stata istituita la Procura Nazionale Antimafia.“Ricordare oggi l’opera di Giovanni Falcone – continua il prof. Renon – vuole dunque essere un omaggio che l’Università di Pavia sente di dover rendere a un uomo e a un magistrato che seppe anticipare i tempi, con il proprio pensiero e la propria azione, e pagò il suo impegno a favore dello Stato con la propria vita”.
Ospite d’onore dell’incontro – organizzato dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Pavia, in collaborazione con il Collegio Ghislieri. – è il Presidente del Senato della Repubblica, sen. Pietro Grasso, le cui vicende professionali e umane si sono in più occasioni intrecciate con quelle di Falcone, dapprima presso gli uffici giudiziari palermitani, poi, seppur per pochi mesi, presso il Ministero di Grazia e Giustizia. Alla loro amicizia e collaborazione il Presidente Grasso ha dedicato il volume, edito da Feltrinelli, Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia, con prefazione di Sergio Mattarella.
Pietro Grasso è entrato in magistratura nel 1969. È stato giudice a latere nel primo maxiprocesso a Cosa Nostra e procuratore capo a Palermo. Dall’ottobre 2005 al dicembre 2012 è stato Procuratore Nazionale Antimafia. Nel 2013, lasciato l’incarico, si è candidato con successo alle elezioni politiche nazionali per il Senato della Repubblica. Il 16 marzo 2013 è stato eletto Presidente del Senato della Repubblica. In questi anni ha scritto diverse opere sul tema della criminalità organizzata.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

63° Convegno del Gruppo Embriologico Italiano

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 giugno 2017

Roma Lunedì 12 Giugno 2017, ore 14:00 / 15 Giugno 2017 “Sapienza” Università di Roma, Aula Magna del Rettorato Via Ulisse Aldrovandi, 18 si terrà il 63° Convegno del Gruppo Embriologico Italiano. Il Convegno è organizzato dal Dipartimento di Scienze dell’Università Roma Tre, dal Dipartimento di Biologia e Biotecnologie Charles Darwin di “Sapienza” Università di Roma e dal Dipartimento di Biologia dell’Università di Roma Tor Vergata. L’apertura del Convegno si terrà presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università di Roma “Sapienza” (p.le Aldo Moro, 5), e continuerà nei giorni successivi presso il Museo Civico di Zoologia (Via Ulisse Aldrovandi, 18).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo bando del Roma Web Fest dedicato alle puntate pilota di web serie realizzate da studenti di scuole e università

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 giugno 2017

webRoma Gruppi di studenti o singoli che abbiano realizzato la puntata pilota di una web serie hanno tempo fino al 30 Ottobre 2017 per iscriverla al concorso e farla votare dagli utenti della rete.Il bando è promosso dall’associazione ANCEF (Associazione Nazionale Creativi e Filmmaker), promotore del Roma Web Fest, in collaborazione con La Sapienza Università di Roma (Dipartimento di Lettere e Filosofia DASS). Il concorso, gratuito, ha come obiettivo principale quello di dare un’occasione agli studenti più motivati e talentuosi di farsi conoscere ed entrare in contatto con le più importanti case di produzione televisive e cinematografiche, italiane ed estere; incentivando in questo modo l’incontro tra tradizione e nuovi linguaggi audiovisivi.Il vincitore del concorso infatti, oltre a ricevere i premi degli sponsor, avrà la possibilità di partecipare gratuitamente alla giornata dedicata ai pitch con le case di produzione, illustrando a quest’ultime il progetto. Tutte le puntate pilota saranno inoltre proiettate al MAXXI durante una delle giornate del festival in una sezione speciale dedicata alle opere in concorso.
La quinta edizione del Roma Web Fest si svolgerà dal 24 Novembre al 26 Novembre presso il MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo e riserva numerose sorprese e novità, tra cui la possibilità di partecipare al concorso anche con cortometraggi (web nativi) e viral video, dando spazio e valorizzando in questo modo altre modalità espressive.Il bando dedicato alle puntate pilota per le scuole e le università è consultabile e scaricabile sul sito http://www.romawebfest.it. Il Roma Web Fest è sostenuto dal Mibact, dalla Regione Lazio e dalla SIAE

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra libri antichi

Posted by fidest press agency su domenica, 4 giugno 2017

mostra libri antichiPerugia. Università per Stranieri di Perugia Sala lettura di Palazzo Gallenga (II piano) Da lunedì a venerdì ore 9:00-19.00 (chiuso sabato, domenica e festivi). Ritornano nel loro antico splendore 17 testi restaurati appartenenti al “Fondo Gallenga Stuart” della biblioteca di Ateneo. I tomi saranno esposti in una bacheca della Sala lettura di Palazzo Gallenga dell’Università per Stranieri di Perugia. Il Progetto “Restauro dei volumi del Fondo Gallenga Stuart”, realizzato col sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, è nato per tutelare, conservare e rendere fruibile il vasto patrimonio, costituito da circa 25.000 volumi.
Questo tesoro librario fu donato dal Senatore Conte Romeo Adriano Gallenga Stuart alla “Regia Università Italiana per Stranieri” di Perugia con un atto di donazione del 1931 per far sì che, “la raccolta di cui fa dono (…) potrà riuscire di utilità agli studiosi che da ogni parte del Mondo convengono nella Università perugina”. Fra i testi restaurati figurano 3 incunaboli, datati 1485 e 1486; un’edizione dei “Discorsi politici e militari”, risalente al 1630, che Niccolò Machiavelli pubblicò sotto il falso nome di Amadio Niecolucci, poiché la Chiesa ne aveva impedito la stampa; un’edizione, del 1614, della “Vita dell’anima”, di Bartolomeo da Saluzzo, e un’interessante edizione del vocabolario dell’Accademia della Crusca del 1731.Ad arricchire l’esposizione libraria un’accurata descrizione del restauro attraverso le foto e le schede descrittive dei libri restaurati. All’ambizioso progetto hanno collaborato Laura Morlupi, responsabile della Biblioteca di Ateneo, insieme a Paola Attanasio, Antonello Belli, Pietro Checconi, Riccardo Giubboni, Ventura Lucidi, Gustavo Roque Rella e Francesco Scolastra.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Università di Parma al “Gola Gola Festival”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 maggio 2017

parma universitàParma Dal 2 al 4 giugno, all’interno del “Gola Gola Festival”, è previsto un fitto programma di eventi a cura dell’Università di Parma. Piazzale S. Bartolomeo diventa per l’occasione la “Piazza delle Scienze” ovvero uno spazio interamente gestito dal Comitato per il progetto “Parma Città Creativa della Gastronomia UNESCO”, coordinato dal prof. Andrea Fabbri, del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco dell’Università di Parma.
Venerdì 2 giugno, alle ore 10.30, Furio Brighenti, Pro Rettore alla Ricerca dell’Ateneo, aprirà gli interventi parlando della Scuola Internazionale di Alta Formazione sugli Alimenti e la Nutrizione, hub di conoscenze multidisciplinari. A seguire (ore 11.30) verrà illustrata NUBI – NUtrizione BImbi: una app pensata per le famiglie per tenere sotto controllo l’alimentazione dei propri figli, a casa e a scuola. Alle ore 15 si parlerà del Sapore del gusto, e alle ore 16 de “L’importanza del suino pesante italiano nello sviluppo delle specialità salumiere italiane”. Alle ore 17 “Il gusto: semplice questione di chimica?”, seguito da un intervento su “Cibo è potere” alle ore 18.
Sabato 3 giugno si parte con “Regolazione del rischio: salute, ambiente e cibo” alle ore 10.30, e alle ore 11.30 si parlerà di “Guardare il piatto da un altro punto di vista: una visione artificiale della dieta”. Nel pomeriggio, alle ore 16, sono previsti gli interventi su “Comportamenti di consumo e di acquisto nell’alimentare: le nuove frontiere” e alle ore 17 si potrà discutere di “Cuochi sull’orlo di una crisi di nervi”. Alle ore 18 “Il progetto PASS121: presente e futuro della pasticceria da ristorazione”, seguito da “Confronti in aperitivo: un giro del mondo in mille sapori” (evento a pagamento).
Domenica 4 giugno sarà la giornata conclusiva del Festival. Alle ore 10.30 si parlerà di “Lievito Madre tra tradizione e modernità” e a seguire, alle ore 11.30, di “I grani antichi: alla scoperta di un patrimonio prezioso”. “La gastronomia tra arte e scienza per la valorizzazione dell’Italia agroalimentare” è previsto per le ore 16, mentre alle ore 17 i relatori illustreranno “Il doburoku e la cultura della fermentazione in Giappone”; per finire, alle ore 18, “Il peperoncino – Spezia universale dalla cucina di casa all’alta ristorazione”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spettacolo teatrale: Le colonne siamo noi

Posted by fidest press agency su martedì, 30 maggio 2017

locandina paxRoma Sabato 3 Giugno alle ore 16,30 al Teatro”Anfitrione” via San Saba 24, verrà messa in scena la prima dello spettacolo teatrale “LE COLONNE SIAMO NOI”. Lo spettacolo è organizzato dalla Compagnia 50&Più Università, con il patrocinio e la collaborazione di Unipax, Fondazione Etica ed Economia, Associazione Nazionale Bersaglieri, Civicrazia, Triskel, Effe2Edizioni, River. Si tratta di un lavoro teatrale di grande interesse sotto il profilo artistico-culturale, con riferimenti concreti all’importante ruolo che l’ONU ha e ancor più dovrà avere in futuro per la salvaguardia dei diritti fondamentali dell’uomo e dei popoli in tutto il pianeta. Oltre 40 attori di diverse etnie e religioni si esibiranno per affermare la necessità dell’impegno individuale per la costruzione di un mondo migliore, un Nuovo Umanesimo del quale appunto “LE COLONNE SIAMO NOI”, noi popoli delle Nazioni Unite……. L’allestimento è stato reso possibile grazie al grande impegno di volontariato profuso a livello organizzativo e di preparazione del testo, delle scenografie, dei ruoli e delle prove di tutti gli attori. Lo spettacolo è liberamente tratto dal saggio di Orazio Parisotto ” La rivoluzione globale per un nuovo umanesimo”, Effe2Edizioni ed è ad ingresso libero.E’ prevista una ripresa video che sarà diffusa in rete e proiettata nelle scuole e nelle varie sedi di associazioni nazionali.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tavola rotonda su Diversità linguistica ed equità nell’Università

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 maggio 2017

torinoTorino giovedì 25 maggio, dalle h. 18.00 alle h. 20.00, presso gli spazi del Centro Studi Sereno Regis, via Garibaldi, 13 una tavola rotonda con lo scopo di dibattere di tali aspetti, dal tema Diversità linguistica ed equità nell’Università. Interverranno esponenti di primo piano del mondo culturale e accademico torinese e non solo, che da tempo si occupano di problematiche linguistiche, come il Prof. Gianluigi Beccaria (Università di Torino), la Prof.ssa Maria Agostina Cabiddu (Politecnico di Milano), il Prof. Enrico Prenesti (Università di Torino) e il Dr. Michele Gazzola (Humboldt-Universität zu Berlin). In tale occasione sarà presentato in anteprima assoluta il libro “L’italiano alla prova dell’internazionalizzazione”. I lavori si concluderanno con una testimonianza di Gian Carlo Fighiera sulle idee di giustizia linguistica di L.L. Zamenhof, inventore della lingua esperanto, nell’anno in cui si celebra il centenario della sua scomparsa. La tavola rotonda sarà moderata dalla Dott.ssa Francesca GM Gastaldi.
L’affermazione e diffusione dell’inglese, da un punto di vista storico e linguistico, costituisce un fenomeno culturale sempre più in espansione. Di recente tale tendenza è recepita anche nel contesto accademico, esprimendosi anche con l’adozione di politiche linguistiche che incentivano l’uso esclusivo dell’inglese a livello didattico oltre che nella comunicazione scientifica. La sentenza della Corte Costituzionale (decisione del 21/02/2017; sentenza n. 42) rispetto all’uso dell’inglese nella didattica accademica invita invece a riflettere sulle effettive possibilità ed esiti di applicazione di tali politiche: quali potrebbero essere le conseguenze, da un punto di vista formativo e sociale, sulle future generazioni? Quali gli esiti per l’uso della lingua italiana a livello accademico? Quali effetti sulla qualità della trasmissione del sapere?

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurazione della mostra ‘Premio Scuola e Città

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 maggio 2017

Roma Martedì 23 Maggio 2017, ore 18:00 / 28 Luglio 2017 Dipartimento di Architettura, Aula Quadrio Pirani Ex Mattatoio di Testaccio. La Città e il Fiume. Mostra dei progetti didattici elaborati dalle scuole primarie di Roma http://www.croma.uniroma3.it

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

All’Università di Parma Massimo Cacciari parla di “Europa senza utopie”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 maggio 2017

1800-Cacciari&Giorello04Parma mercoledì 24 maggio alle ore 17 nell’Aula Magna dell’Università di Parma: Massimo Cacciari, Professore Emerito di Filosofia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, parlerà di “Europa senza utopie”, in un incontro (aperto a tutti gli interessati) moderato dalla Presidente del Centro Studi in Affari Europei e Internazionali – CSEIA dell’Ateneo Laura Pineschi e dal Direttore scientifico della Fondazione Collegio Europeo di Parma Marco Baldassari.
La conferenza del prof. Cacciari inaugura il ciclo d’incontri “Il senso dell’Europa: sessant’anni del processo di integrazione europea”, organizzato dal Centro Studi in Affari Europei e Internazionali per celebrare il sessantesimo anniversario della conclusione dei Trattati di Roma. Il ciclo prevede altri due incontri (a partire dal prossimo autunno), rispettivamente con Giuliano Amato, Giudice della Corte costituzionale, e con Lorenzo Bini Smaghi, Visiting Scholar al Weatherhead Center for International Affairs di Harvard.
Massimo Cacciari è filosofo, politico e accademico italiano. Dal 2012 è Professore Emerito di Filosofia all’Università Vita-Salute San Raffaele. Attualmente è docente di Pensare filosofico e metafisica alla Facoltà di Filosofia, da lui fondata nel 2002, nello stesso Ateneo.Nel 1980 diviene professore associato di Estetica all’Istituto di Architettura di Venezia, dove nel 1985 diventa professore ordinario.È tra i fondatori di alcune riviste di filosofia politica, che hanno segnato il dibattito dagli anni Sessanta agli anni Ottanta, tra cui “Angelus Novus”, “il Centauro”, “Laboratorio politico”. Sindaco di Venezia dal 1993 al 2000 e dal 2005 al 2010. Europarlamentare e consigliere regionale veneto. Nel 2002 fonda la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele a Cesano Maderno.
Al centro della sua riflessione filosofica si colloca la crisi della razionalità moderna. La sua visione muove dal concetto di “pensiero negativo”, ravvisato nelle filosofie di Friedrich Nietzsche, di Martin Heidegger e di Ludwig Wittgenstein. Ha pubblicato numerose opere e saggi, tra i quali meritano una particolare attenzione Krisis (1976), Pensiero negativo e razionalizzazione (1977), L’angelo necessario (1986), Dell’inizio (1990), Geofilosofia dell’Europa (1994), Della cosa ultima (2004). Tra i suoi ultimi libri Il Potere che frena (2013) e Labirinto filosofico (2014).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un convegno per ripensare la mobilità a partire dalle aziende e dalle università

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 maggio 2017

torino5gTorino Lunedì 15 maggio dalle 14 alle 17.30 in Città metropolitana di Torino, corso Inghilterra 7“Smart mobility, strong economy: il ridisegno della mobilità a partire dai poli aziendali e universitari” è il titolo del convegno. L’incontro, organizzato dalla Città metropolitana di Torino in collaborazione con Città di Torino e Regione Piemonte, è dedicato alle aziende del territorio. Sarà l’occasione per avviare per la prima volta un’indagine in merito agli spostamenti casa-lavoro su tutto il territorio provinciale.
Al termine del convegno saranno premiate 36 aziende vincitrici della “Bike Challenge 2016”, competizione rivolta alle aziende e ai loro dipendenti: una vera e propria gara tra luoghi di lavoro a chi avrebbe messo in sella più dipendenti, svoltasi tra il 16 settembre e il 31 ottobre 2016 (e proseguita fino al 31 marzo per l’assegnazione dei premi internazionali). La Bike Challenge ha rappresentato il momento centrale del progetto europeo“Bike2Work – Smart choice for commuters” – il cui partner italiano è la F.I.A.B. (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) – che è stato portato sul territorio dalla Città metropolitana di Torino con l’obiettivo di trasferire quote di mobilità dall’auto alla bicicletta, attraverso un programma di cambiamento della visione collettiva di lavoratori, pendolari e aziende.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Istituzioni e Università insieme per avviare nuova visione città

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 maggio 2017

la sapienzaRoma. Trovare soluzioni e allo stesso tempo avviare un nuovo metodo di visione della città attraverso il coordinamento di istituzioni ed eccellenze universitarie. Si è tenuto ieri in serata nella sede dell’Assessorato ai Lavori Pubblici l’incontro informale tra l’Assessore all’Urbanistica e Infrastrutture di Roma Capitale, Luca Montuori, il presidente di Acea, Luca Lanzalone, e una delegazione dell’Università di Roma Tre e de La Sapienza che si occupano di illuminotecnica. L’obiettivo è realizzare il piano di illuminazione della Capitale al meglio nell’interesse della città e dei suoi diversi spazi pubblici e rimettere mano ad un progetto antiestetico che non rendeva giustizia alla bellezza del centro di Roma.“Il piano led, come noto, è un piano ereditato dalle precedenti amministrazioni che vede delle criticità, in particolare nelle zone più centrali della città. Siamo consapevoli di quanto l’illuminazione della Capitale debba rispettare il contesto e i luoghi in cui si inserisce. Per questo – spiega l’assessore Montuori – si è deciso di realizzare una convenzione in stretta sinergia con Acea, che sarà sottoscritta a breve, con il Master in Lighting Design dell’Università La Sapienza e il Laboratorio di illuminotecnica e acustica dell’Università Roma Tre in modo da continuare il percorso già avviato attraverso il tavolo tecnico di cui fanno parte oltre all’Assessorato ai Lavori Pubblici e il suo Dipartimento (Simu), Acea, la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, la Soprintendenza Speciale archeologia, belle arti e paesaggio di Roma”. Acea ha sottolineato la massima disponibilità a lavorare al miglioramento del progetto e realizzare in città un piano di elevato livello.Il Campidoglio, tenendo conto della complessità del tema e del suo impatto sui luoghi della città, intende quindi unire il lavoro del tavolo tecnico con gli studi di eccellenza che il territorio mette a disposizione. Si tratterà quindi di attività di ricerca e supporto fatta sul territorio, partendo dalla documentazione e dal lavoro avviato al tavolo, che riguarderanno in particolare l’analisi dello stato attuale di illuminazione pubblica con relative verifiche, misurazioni degli impianti installati e successivamente indicazioni di eventuali correttivi da adottare nell’ambito del piano led in una visione strategica che unisca efficienza, bellezza e valorizzazione dei luoghi.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli studenti dell’Università di Pollenzo a La Casa del Vento

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 maggio 2017

università di pollenzoAnche quest’anno, come lo scorso anno, la gradita visita degli studenti dell’Università di scienze gastronomiche di Pollenzo, una frazione del Comune di Bra in provincia di Cuneo in Piemonte.Sedici giovani, in questi giorni, in giro per il Molise per scoprire le bontà e le bellezze dei suoi piccoli ma favolosi territori.Un incontro, quello di ieri pomeriggio, per parlare di olio e di vino, i due principali testimoni dei territori di una Regione che, certamente piccola in quanto a superficie, ma ricca di tutto. Per il maltempo è’ mancata la passeggiata lungo i filari inerbiti degli olivi “Gentile di Larino”, da poco potati e all’inizio della fioritura, coltivati biologicamente per dare “L’Olio di Flora” che, anche in un’annata non facile come quella della raccolta del 2016, è riuscito ad affermarsi in tanti importanti concorsi e, in alcuni di essi, il solo a rappresentare il Molise. Ed è proprio sull’olio che sono cadute le domande dei presenti. Davvero tante e tutte per scoprire i caratteri di questa pianta meravigliosa, non solo per il suo prezioso olio, ma anche per la bellezza dei paesaggi che rappresenta; l’ambiente che protegge con le sue diffuse radici e, non solo, per la quantità di anidride carbonica che cattura, e, tutto a vantaggio di un clima sempre più sofferente. Per il tempo che riesce a raccontare insieme ai valori della ruralità e quelli della storia e della cultura; i profumi e i sapori che dona ai piatti di una cucina tutta mediterranea; la salute che mette a disposizione di chi lo consuma.
Per conoscere e approfondire i processi riguardanti la sua coltivazione, la trasformazione delle sue olive, la buona conservazione. Per scoprire, anche e soprattutto, i caratteri della qualità dell’olio extravergine di oliva molisano, le sue diversità, soprattutto quelle dovute alla biodiversità olivicola che in Molise è rappresentata da 18 varietà autoctone, con la “Gentile di Larino”, che conta un terzo di tutti gli olivi coltivati in regione. 18 varietà autoctone sulle 530 che l’Italia mette a disposizione del consumatore del mondo. Un ricco patrimonio, unico, ineguagliabile che è il futuro dell’olio italiano a differenza dell’olivicoltura super intensiva che è la sua rovina. Un incontro bello come sempre quando ci sono giovani davvero interessati ai valori e alle risorse di un territorio, tanto più se questo territorio è il Molise, il mio Molise. (Pasquale Di Lena)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Haward, Di Maio e quanto si dice disinformare

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

di maio10di Luigi Di Maio In questi giorni per colpire me, si è deciso di far apparire Harvard come una Università di studenti e docenti spocchiosi che prima invitano un rappresentante delle istituzioni per discutere con lui e poi gli organizzano un processo per ”tartassarlo”. Nulla di più falso. Questo è stato il racconto tendenzioso e con gravi omissioni di alcuni giornalisti italiani che non erano lì, che sono accecati dall’odio nei nostri confronti e che per questo hanno già preso delle cantonate che resteranno nella storia del giornalismo italiano: do you remember Beatrice Di Maio, alias la moglie di Brunetta? Ecco, c’è anche il suo di racconto distorto.
Avete ascoltato o letto da qualche parte le opinioni dei docenti di Harvard sul mio speech? Eppure ce ne sono state.
Avrò risposto a oltre 10 domande quella sera, ma i media hanno riportato l’unica che domanda non era, fatta da una persona che non era né ricercatore, né studente, né docente di Harvard. Ma che grazie alla furia cieca della disinformazione, da oggi potrà fregiarsi di questi titoli.
E’ mio dovere prima di tutto dirvi che ad Harvard sono stato accolto con il massimo degli onori e della gentilezza. Appena arrivato mi hanno invitato a firmare il Guest Book di Harvard nel Marshal’s Office – dove hanno apposto la loro firma reali e capi di stato di tutto il mondo – subito dopo mi hanno illustrato la storia del loro Ateneo in un tour guidato dagli studenti.
Nel pomeriggio ho avuto il piacere di confrontarmi con studenti e docenti di Harvard in due riunioni distinte, abbiamo parlato dei nostri sistemi di democrazia diretta, di regole interne, del nostro programma e degli argomenti di attualità. C’era tanta ma davvero tanta curiosità.
Poi alle 18:00 – ora di Boston – ho tenuto il mio speech e il successivo dibattito.
Il dibattito si è concluso con le parole di ARCHON FUNG (Professor of Democracy and Citizenship ad Harvard), colui che ha moderato la serata accanto a me dall’inizio e che in apertura credeva fossi un populista di destra: <<Ciò che avete ascoltato è uno dei più interessanti e sensati tentativi di rinnovare la politica in questa contingenza storica (…) nuovi politici e nuovi candidati capaci di inventare nuovi metodi di azione politica per cercare di riprendere contatto con la gente e darle una voce>>. Ma queste parole nessuno le riporterà mai.
Come nessuno riporterà mai le parole del Prof. TONY SAICH, direttore del the Ash Center alla Kennedy School of Government: <>.
Non c’è neanche traccia degli interventi del Prof. Italiano ad Harvard FRANCESCO ERSPAMER: <>. Nessuno deve sapere che una delle Università più prestigiose al mondo, è interessata al Movimento 5 Stelle.E siccome in queste ore qualcuno sta addirittura insinuando che non sia stata Harvard ad invitarmi, faccio presente che è stato Tony Saich in persona – direttore del the Ash Center alla Kennedy School of Government – a rivolgermi l’invito ufficiale. fonte: blog 5 stelle)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corsi di studio all’istituto penitenziario di Rebibbia

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 maggio 2017

rebibbiaRoma Il prossimo 18 maggio con inizio alle ore 15,30 (ingresso ore 14,30) l’Università degli Studi Roma Tre presenterà i propri corsi di studio all’istituto penitenziario di Rebibbia. Alla giornata parteciperanno sia i detenuti che stanno terminando i corsi di scuola superiore sia gli studenti di alcuni licei romani.La promozione dello studio universitario negli istituti penitenziari del Lazio è un impegno assunto dall’ateneo Roma Tre, che a tale fine ha stipulato una convenzione con il Provveditorato regionale dell’Amministrazione Penitenziaria e con l’Ufficio del Garante regionale dei diritti dei detenuti. A questa si accompagna il nuovo Regolamento di Ateneo per gli studenti sottoposti a misure restrittive della libertà personale che prevede alcune importanti semplificazioni burocratiche, anche per l’iscrizione ai corsi universitari, per la prenotazione degli esami, per lo svolgimento delle prove, nonché per l’ingresso di docenti e tutor negli Istituti penitenziari del Lazio. L’obiettivo di favorire lo svolgimento del percorso di studi, agevolato dall’esonero dal pagamento dei contributi universitari, si accompagna alla richiesta di assunzione di responsabilità da parte dello studente, che, secondo quanto deliberato dal Comitato istituito in base alla convenzione, potrà mantenere l’agevolazione iniziale a condizione che consegua un numero minimo di crediti annui.
L’Open Day sarà anche l’occasione per illustrare le altre attività svolte da Roma Tre sui temi penitenziari, riassunte nel Progetto Diritti in carcere coordinato dal professore Marco Ruotolo, che mette a disposizione dei detenuti cliniche legali, corsi universitari e alta formazione (con il Master in Diritto penitenziario e Costituzione), tutoraggio degli studenti senior, attività sportive. Oltre al prof. Ruotolo, interverranno le dottoresse Valentina Cavalletti e Roberta Evangelista per presentare i corsi e illustrare le modalità d’iscrizione a Roma Tre.La presentazione sarà seguita dall’anteprima dello spettacolo Hamlet in Rebibbia, con la regia di Fabio Cavalli, le cui prove sono state seguite dagli studenti del Dams di Roma Tre nell’ambito del Laboratorio di Arti dello spettacolo I. Il tema del teatro in carcere è oggetto di studi e ricerche presso il Dipartimento Filosofia, Comunicazione e Spettacolo, in accordo con il Coordinamento nazionale teatro in carcere e con il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria. Di tali attività, che hanno portato anche alla realizzazione del Festival Made in Jail, riferirà la professoressa Valentina Venturini.L’introduzione e il coordinamento dell’incontro sono affidati al rettore Mario Panizza. Diverse le autorità coinvolte nei saluti iniziali: Rosella Santoro, Cosimo Ferri, Santi Consolo, Mauro Palma, Cinzia Calandrino, Stefano Anastasia.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Patti Smith: il 3 maggio la laurea ad honorem dall’Università di Parma

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

parma universitàParma 3 maggio 2017 Cerimonia alle ore 17 all’Auditorium Paganini. L’Università di Parma avrà una nuova dottoressa magistrale: un’artista a tutto tondo, icona del rock, cantante, compositrice, poetessa, fotografa e scrittrice. Patti Smith riceverà dall’Ateneo la laurea magistrale ad honorem in “Lettere Classiche e Moderne”.
La laurea ad honorem costituisce di fatto il primo atto della “tre giorni” parmigiana di Patti Smith, coordinata da Università e Comune di Parma: un tributo all’eccellenza di una delle più innovative e poliedriche artiste contemporanee, che ha lasciato un segno indelebile nel panorama culturale americano e internazionale in una carriera di oltre quarant’anni. Il 4 maggio alle ore 21 al Teatro Regio l’artista terrà infatti il concerto Patti Smith – Grateful, e il 5 maggio visiterà la mostra delle sue opere fotografiche Higher Learning, aperta al Palazzo del Governatore fino al 16 luglio insieme all’altra esposizione The NY Scene – arte, cultura e nuove avanguardie anni ’70-’80, con immagini legate al clima intellettuale che la stessa Patti Smith ha vissuto nella New York degli anni Settanta e Ottanta.Dopo una breve introduzione musicale del coro e dell’orchestra universitaria, la cerimonia del 3 maggio prenderà il via con la relazione del Rettore Loris Borghi. A seguire Massimo Magnani, Presidente del Corso di laurea magistrale in Lettere classiche e moderne, leggerà la motivazione del conferimento, e Diego Saglia, Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali, pronuncerà la laudatio.Dopo la tradizionale vestizione della toga accademica e la consegna della pergamena e del tocco da parte del Rettore Loris Borghi, Patti Smith terrà la sua lectio doctoralis, che sarà arricchita di alcune letture scelte dall’artista.
È importante sottolineare che quella che sarà conferita dall’Università di Parma (con proposta inoltrata al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel giugno 2016 e approvata nel settembre 2016) sarà la prima laurea ad honorem per l’artista in Europa: Patti Smith ha infatti ricevuto simili onorificenze solo negli Stati Uniti, e principalmente nelle discipline legate all’arte figurativa. In questo caso, invece, si sottolinea in modo specifico la sua matrice letteraria, nella medesima ottica che ha condotto l’Accademia di Svezia a conferire quest’anno il Nobel per la letteratura al suo grande amico Bob Dylan.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra Objets trouvés: Archivi per un grande magazzino

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

Duomo_e_Battistero_di_ParmaParma Domenica 7 maggio alle ore 11 (Orari dal martedì al venerdì dalle 10 alle 15 sabato e domenica dalle 10 alle 20 Ingresso 10 euro) l’Archivio-Museo CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma inaugura la mostra Objets trouvés – Archivi per un grande magazzino: un percorso espositivo tra fotografia, grafica, architettura, design e moda, che occuperà gli spazi di diverse sezioni della Chiesa e della Sala delle Colonne all’interno dell’Abbazia di Valserena, a pochi chilometri dal centro di Parma, nell’ambito di Fotografia Europea 2017 dal titolo Mappe del tempo. Memoria, archivi, futuro, in programma a Reggio Emilia dal 5 maggio al 9 luglio.
Il ‘grande magazzino’ – e in particolare un committente d’eccezione come la Rinascente – nella sua duplice dimensione di grande oggetto urbano e di labirinto di merci e di desideri, è stato assunto dallo CSAC come un campo di indagine particolarmente calzante per rappresentare un archivio di immagini e progetti del ‘900 come l’Archivio-Museo CSAC. La fotografia è assunta nella sua specificità, ma è anche analizzata e restituita come una delle tante componenti della ricostruzione della memoria, così come i bozzetti, i cataloghi di moda, le pubblicità, i disegni esecutivi, il packaging, i prodotti finali: sono tutti objets trouvés che ricompongono e suggeriscono per frammenti innumerevoli potenziali narrazioni e microstorie.Il punto di avvio dell’indagine sono state le campagne fotografiche commissionate a Publifoto Roma che hanno sistematicamente documentato la costruzione della nuova sede de la Rinascente progettata da Franco Albini, in piazza Fiume a Roma (1959/62), e gli allestimenti di vetrine del grande magazzino romano che cadenzano le stagioni della moda e della vita della famiglia italiana dal 1955 al 1957. Da queste campagne si irraggiano molteplici storie di progetto e rappresentazione di oggetti, abiti e architetture. Altri objets che emergono dagli archivi consentono un discorso sulla specificità della fotografia. Si tratta di quelle ricerche che indagano la dimensione del doppio, il tema del riflesso, del frammento, oppure della dimensione urbana della vetrina, dagli anni Venti e Trenta (Florence Henri, Man Ray, Stefani), agli anni Ottanta (Fabio Mauri, Paola Mattioli, Ugo la Pietra, Luigi Ghirri).Per la moda il percorso va dagli anni Venti agli anni Sessanta e mostra la presentazione dell’abito attraverso diversi media, dalla pubblicità su rivista alla fotografia delle sfilate e delle vetrine, al catalogo di moda; saranno presenti anche diversi bozzetti tra cui alcuni di Ballester, John Guida, degli Atelier Antonelli e Albertina, di Schubert, i disegni di Brunetta e il progetto grafico di Roberto Sambonet in dialogo con i manifesti anni Sessanta di Giancarlo Iliprandi.Verrà inoltre messa in scena l’interazione tra i diversi archivi, a partire dalla documentazione della storia del Compasso d’oro (Marcello Nizzoli, Roberto Sambonet, Roberto Menghi tra gli altri), premio istituito proprio da la Rinascente, per poi proseguire con il progetto della presentazione del prodotto all’esterno e all’interno del Grande Magazzino da parte di Gio Ponti, Sambonet e Pino Tovaglia (vetrine, allestimenti interni e segnaletica). Il progetto d’architettura sarà invece raccontato attraverso due casi dagli archivi CSAC: l’edificio la Rinascente a Milano di Ferdinando Reggiori e il progetto non realizzato di Ignazio Gardella per la Rinascente di Roma a Piazza Colonna.
Lo CSAC oggi è uno spazio multifunzionale, dove si integrano un Archivio, un Museo e un Centro di Ricerca e Didattica. Una formula unica in Italia, che mantiene e potenzia le attività sino ad ora condotte di consulenza e collaborazione all’istruzione universitaria con seminari, workshop e tirocini, di organizzazione di mostre e pubblicazione dei rispettivi cataloghi (oltre 120 dal 1969 ad oggi), e di prestito e supporto ad esposizioni in altri musei tra cui il MoMA di New York, il Centre Pompidou di Parigi, il Tokyo Design Center, Triennale di Milano e il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »