Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘urbani’

Governo. Rifiuti urbani: per chiudere il ciclo ci vogliono i termovalorizzatori

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2021

Non sappiamo se, nel programma del prossimo governo Draghi, il tema della gestione dei rifiuti sarà affrontato. Quello che speriamo è che sia affrontato senza preclusioni ideologiche.Per chiudere il ciclo dei rifiuti sono necessari i termovalorizzatori.L’alternativa ai termovalorizzatori sono le discariche, cioè la scelta ambientalmente peggiore. Non basta la raccolta differenziata, né il trattamento meccanico-biologico che recupera solo parte dei rifiuti urbani, il rimanente, infatti, va in discarica che ha il maggior impatto ambientale negativo, tant’è che l’Ue, dopo anni di ricerca, ha stabilito i traguardi da raggiungere per la gestione dei rifiuti urbani: 65% riciclo, 25% recupero energetico (termovalorizzatori) e 10% discarica. Insomma, la discarica è l’ultima opzione.In Europa ci sono 500 impianti di termovalorizzazione, l’80% dei quali dista meno di 5 km dal centro della città.Purtroppo, anni di disinformazione hanno generato paura e una forte resistenza a una gestione dei rifiuti ambientalmente compatibile.La Regione Lazio e, in particolare, il comune di Roma, sono un esempio di come non si dovrebbe gestire il ciclo dei rifiuti. Il risultato è il “turismo dei rifiuti”, con autotreni che percorrono centinaia di km,in Italia e all’estero.Il tema della gestione dei rifiuti è stato affrontato nella bozza del Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnrr). Purtroppo con vecchie logiche, ambientalmente incompatibili.Urge ricondurre alla Ragione.Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Norme per la gestione del ciclo dei rifiuti urbani di Roma Capitale

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 aprile 2019

E’ stata presentata nella Sala del Carroccio in Campidoglio la delibera di iniziativa popolare “Norme per la gestione del ciclo dei rifiuti urbani di Roma Capitale, il conferimento di funzioni di controllo ai Municipi, il decentramento di AMA SpA su base municipale, linee guida del Piano industriale e attuazione del percorso di partecipazione popolare previsto dalla DAC n. 129/2014”.
L’iniziativa del Comitato promotore parte dalla constatazione del fallimento nella gestione del ciclo dei rifiuti urbani a Roma e si propone l’adozione di una innovativa strategia di sistema, che si basa su tre pilastri:
riorganizzare i servizi di AMA SpA su base municipale, per garantire un’azione più prossima ai cittadini;
attribuire ai Municipi funzioni di controllo sull’operato locale dell’AMA, anche per assicurare ai cittadini un livello istituzionale a loro più vicino con il quale interloquire sui temi della gestione dei rifiuti, ferma restando la competenza del Comune nella gestione del contratto di servizio con AMA;
attuare i principi di decentramento e partecipazione dei cittadini alle scelte sulle strategie per la gestione del ciclo dei rifiuti, già contenuti nella Delibera dell’Assemblea Capitolina n. 129 del 2014, anch’essa di iniziativa popolare e poi fatta propria da Roma Capitale, ma rimasta tuttora lettera morta.
Il Comitato promotore ha depositato il 19 aprile scorso la proposta di delibera in Campidoglio e con la presentazione odierna è partita la raccolta delle 5000 firme necessarie perché la proposta giunga in Assemblea Capitolina, una corsa che durerà fino al 19 luglio: tre mesi per provare a portare all’attenzione dei cittadini romani e degli amministratori la strategia di gestione dei rifiuti in linea con i principi dell’economia circolare, ovvero ridurre il volume dei rifiuti trattati, recuperare materie da reimmettere nel circuito produttivo, riciclare i prodotti o loro parti per risparmiare materie prime e risorse naturali.Perché ciò sia possibile, occorre spingere sulla raccolta differenziata porta a porta, che negli ultimi anni a Roma ha segnato il passo; è indispensabile una strategia di realizzazione di impianti di ridotte dimensioni e diffusi sul territorio, escludendo ogni ipotesi di inceneritori o termovalorizzatori, sistemi che sono destinati a rapida obsolescenza man mano che va a regime l’economia circolare. Solo una gestione efficiente ed economica del ciclo dei rifiuti permetterà di ricavarne risorse economiche da investire e ridurre così il peso della TARI su cittadini e imprese, una delle tariffe più alte d’Italia, ma a fronte di un servizio decisamente inadeguato.Il Comitato promotore, composto da cittadini di alcuni municipi romani, ha già registrato l’adesione di numerose Associazioni, di alcuni Municipi che hanno assunto delibere di sostegno alla raccolta delle firme, della UIL-AMA, di alcuni consiglieri capitolini come Stefano Fassina e il gruppo consiliare di Sinistra x Roma, Svetlana Celli del gruppo consiliare Roma torna Roma, Cristina Grancio del gruppo consiliare misto – demA. (fonte Pressenza International Press Agency)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Kenya: rifugiati urbani

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 agosto 2013

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) accoglie con soddisfazione la delibera dell’Alta Corte del Kenya a sostegno del diritto d’asilo dei rifugiati urbani. La decisione – raggiunta lo scorso 26 luglio – fa riferimento alla “Petizione numero 19 del 2013” nella quale rifugiati avevano fatto ricorso contro una direttiva emessa dal governo del Kenya lo scorso dicembre, che sanciva il trasferimento dei rifugiati presenti nelle aree urbane verso i campi di Dadaab e Kakuma.
L’Alta Corte si è pronunciata in senso contrario alla direttiva che ha comportato conseguenze particolarmente negative sulla protezione e sul benessere delle comunità di rifugiati che vivono nella capitale Nairobi e nelle altre città del paese.A seguito della direttiva, infatti, rifugiati e richiedenti asilo di nazionalità somala avevano cominciato a riferire con sempre maggiore frequenza di molestie, detenzione ed estorsioni da parte della polizia, soprattutto a Nairobi. Molti di loro non riuscivamo più a spostarsi liberamente e tali trattamenti hanno portato centinaia di rifugiati somali a far ritorno nel proprio paese o a spostarsi verso i paesi limitrofi.A dicembre dello scorso anno, nelle aree urbane del Kenya vivevano complessivamente 51mila rifugiati, principalmente di nazionalità somala.La maggior parte dei rifugiati che si è insediata nei centri urbani ha sviluppato meccanismi di reazione alle difficoltà e pertanto fa affidamento sull’assistenza umanitaria. Molti bambini rifugiati frequentano la scuola nelle città in cui vivono e – se il provvedimento di trasferimento fosse stato eseguito – la loro istruzione ne sarebbe risultata compromessa.In linea con il proprio mandato, l’UNHCR è stato citato nell’ambito della petizione in qualità di “amico della Corte” o “Amicus Curiae” e ha fornito consulenza sulle norme del diritto internazionale dei rifugiati e dei diritti umani internazionali applicabili al caso.L’Agenzia auspica che il governo darà seguito a tale importante decisione costituzionale e provvederà rapidamente a ripristinare i servizi legali che erano stati sospesi in attesa del procedimento della Corte. Tra questi, ad esempio, la registrazione e l’emissione di documenti ai rifugiati e ai richiedenti asilo, essenziali ai fini della loro libertà di movimento, per l’accesso ai servizi sociali oltre che per la protezione contro gli arresti arbitrari.
L’UNHCR inoltre considera questa decisione della Corte importante per la giurisprudenza sui diritti dei rifugiati non solo in Kenya ma in tutto il mondo. Il Kenya accoglie circa 600mila rifugiati.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recupero energetico da rifiuti urbani in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2012

Italiano: BREMACH con allestimento COMPATTATOR...

Italiano: BREMACH con allestimento COMPATTATORE RIFIUTI (Photo credit: Wikipedia)

ENEA e Federambiente hanno presentato oggi a Roma la terza edizione del Rapporto sul recupero energetico da rifiuti urbani in Italia che fornisce una fotografia aggiornata e dinamica del sistema industriale di valorizzazione energetica dei rifiuti urbani nel nostro Paese.
Il terzo Rapporto mostra una tendenza in continua evoluzione e crescita del sistema impiantistico di recupero energetico, il cui ruolo è ormai indispensabile per una piena attuazione di un sistema di gestione integrata dei rifiuti urbani e allo sviluppo del quale sono associati anche benefici ambientali. Il parco impiantistico nazionale è in linea, se non addirittura all’avanguardia, con le realtà più avanzate a livello europeo, in particolar modo per ciò che concerne le tecniche adottate e le prestazioni conseguite in campo ambientale. La ricerca effettua un’analisi dei dati tecnici di progetto ed esercizio caratteristici dell’impiantistica nazionale, fornendo informazioni puntuali in merito alla gestione dei rifiuti urbani e mettendo in luce l’evoluzione del settore nel breve periodo, sia in termini di dotazione e caratteristiche del parco impiantistico, sia di nuove tecnologie o tecniche via via adottate.
L’ing. Giovanni Lelli, Commissario ENEA, ha dichiarato: “Questa terza edizione del Rapporto, che è frutto di una consolidata collaborazione tra ENEA e Federambiente, permette di valorizzare le competenze di carattere ingegneristico e impiantistico e l’esperienza che l’ENEA ha maturato nella gestione dei rifiuti, con particolare riguardo ai trattamenti termici innovativi che consentono il recupero combinato di energia e di materia dai rifiuti, e che sono state messe a disposizione di Federambiente, che gestisce la maggior parte degli impianti di recupero energetico da rifiuti urbani presenti sul territorio nazionale. Questa collaborazione è stata recentemente formalizzata con un Protocollo d’Intesa e sono fiducioso che potranno essere conseguiti risultati di elevato interesse tecnico-scientifico, trasferibili al sistema Paese”.
“Questo Rapporto, il terzo, si configura – ha affermato il presidente di Federambiente, Daniele Fortini – come uno strumento di lavoro completo, aggiornato e d’alto valore tecnico grazie alla collaborazione tra i migliori esperti italiani dell’ENEA e i gestori degli impianti. Anche in questo settore, e nonostante le difficoltà economiche, sono state introdotte innovazioni, soprattutto nel campo dell’abbattimento dei fattori di rischio professionale e ambientale. Innovazione si è anche introdotta sul piano dell’efficienza, cosicché il recupero d’energia dai rifiuti si conferma essere una modalità, pienamente legittimata dall’Unione Europea, a supporto del recupero di tutti quei rifiuti non utilmente riciclabili. Restiamo convinti che la via maestra sia quella del massimo recupero di materia dai beni giunti a fine vita e ugualmente siamo convinti che il ricorso alle discariche debba essere necessario soltanto per i rifiuti non più recuperabili. Auspichiamo che le conoscenze scientifiche abbiano crescente divulgazione e che emergano i dati reali rispetto a timori e reticenze”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti urbani

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

 

Sapienza University of Rome

Image by javaczuk via Flickr

Roma 13 gennaio 2012 ore 9.30 aula magna del Rettorato piazzale Aldo Moro 5 si svolgerà l’incontro Gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti urbani. Gli scenari strategici per Roma e per la Regione Lazio, promosso dalla Sapienza con la finalità di riunire tutti gli attori coinvolti nella questione dello smaltimento dei rifiuti sul territorio regionale e di concertare una possibile via di uscita dalla attuale situazione. Al seminario parteciperanno esperti del settore e rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico, delle imprese e dei comitati dei cittadini. In apertura sono previsti i saluti del rettore Luigi Frati, della presidente della Regione Lazio Renata Polverini, del presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e del sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno e a seguire gli interventi di Teodoro Valente, direttore del dipartimento di Ingegneria chimica, materiali, ambiente della Sapienza e Luigi Toro, delegato del Rettore per il fund-raising. A seguire si terrà una tavola rotonda, coordinata dal prorettore alle Politiche per la ricerca Giancarlo Ruocco, alla quale prenderanno parte Urbano Barberini, coordinatore del movimento Salviamo Villa Adriana, Giorgio Coppola, del Coordinamento Riano no discarica, Roberto De Santis, presidente del Conai-Consorzio nazionale imballaggi, Livio De Santoli, delegato del Rettore per i Rapporti con gli enti locali, per l’energia e l’ambiente della Sapienza, Bruno Landi, presidente di Federlazio Ambiente, Nicolas Liuzzi, studente della Sapienza, Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio. Concluderà i lavori il giornalista Lorenzo Pinna, autore del programma televisivo SuperQuark.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spazi verdi urbani

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2011

Intervento della senatrice Donatella Poretti, parlamentare Radicale: “Con la collaborazione dell’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) e della Lipu (Lega Italiana Protezioni Uccelli), ho presentato assieme al collega Perduca alcuni emendamenti e un’ordine del giorno per rendere più incisivo il disegno di legge sugli spazi verdi urbani. Riteniamo che su alcuni punti come la salvaguardia delle biodiversità, a partire dall’attenzione alle potature e alle nidificazioni, alla tutela delle reti ecologiche e dei corridoi biologici, sia necessario fare delle doverose integrazioni. Abbiamo inoltre previsto che nella gamma delle attività sponsorizzabili, tra cui gli interventi di forestazione urbana e la manutenzione di aree verdi, vengano previste e attrezzate aree da destinare ad attività sportive, alle attività ricreative dei minori e a spazi liberi per gli animali domestici”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orti urbani a Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2010

Roma. “Sul modello degli orti urbani inaugurati qualche settimana fa proprio dal Sindaco al quartiere Bravetta e in linea con le dichiarazioni odierne di Alemanno sulla volontà di predisporre un orto in Campidoglio e orti all’interno di tutti i centri anziani e nelle scuole, dobbiamo sottolineare che la richiesta di poter adottare per scopi agro-ambientali porzioni di territorio di proprietà comunale rappresenta un’esigenza da tempo mostrata dal territorio”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV. “E’ il caso ad esempio di Magliana – insiste Santori – dove diversi cittadini sono organizzati in un apposito comitato che vuole adottare una parte di territorio che un domani è previsto farà parte della Valle del Tevere, oppure di altre porzioni di terreno vincolate dal punto di vista naturalistico e in buona parte di proprietà comunale o dell’ATER, giacenti tra Portuense e il Trullo che ad oggi si trovano in stato di abbandono e incuria e che potrebbero essere adottate per scopi di interesse collettivo, con particolare riferimento all’utilità sociale e pedagogica che il fenomeno degli orti urbani è in grado di garantire al capitale sociale della città”. “Per tale ragione – conclude Augusto Santori – la disponibilità di Petrini e dello Slow Food a sostegno delle iniziative del Comune di Roma rappresenta un partner mediatico e organizzativo di estrema importanza che potrà però anche servire ad una effettiva riqualificazione delle periferie e delle aree inurbanizzate di Roma, con la speranza che a tali intenzioni segua repentino lo snellimento delle procedure burocratiche necessarie all’attivazione di questa tipologia di proposta”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Meeting friulano dei giovani creativi urbani

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 Maggio 2010

Nova Gorica 15 maggio, alle 19.00, presso la galleria d’arte “Tir” del “Centro Culturale Mostovna”, di Nova Gorica sarà presentato “Do the Writing! L’Associazionismo per la Creatività Urbana in Friuli Venezia Giulia”, evento ideato da INWARD, a cura dell’Associazione per la Creatività Urbana Macross e prodotto nell’ambito del progetto “Tag – passaggi d’arte in contemporanea”, promosso dalla Provincia di Gorizia. Do the Writing!, espressione il cui senso è stato sostenuto dal Ministro della Gioventù Giorgia Meloni sin dalla presentazione del format mediante un caloroso saluto a tutte le ACU d’Italia, invita sì a fare writing ma, per via del rimando a “Do the right thing”, suggerisce di fare la cosa giusta, in maniera responsabile e rispettosa. Per diretta voce delle stesse ACU italiane, infatti, sensibilizza alla distinzione tra vandalismo in città e creatività urbana. La sala espositiva accoglierà una mostra fotografica e la proiezione del video del progetto “Attorés – vent’anni dalla caduta del muro di Berlino”: un viaggio di giovani goriziani che, risalendo l’antica cortina di ferro, arrivano a Berlino, città simbolo della divisione e dell’unione dell’Europa. Il pubblico avrà anche modo di apprezzare il risultato della rassegna di video arte “So Fresh!”, chiusa nel 2009 e proseguita nel 2010 con diverse proiezioni tra Italia, Slovenia e Croazia. Seguirà il dibattito sulla creatività urbana a cura di Luca Borriello, studioso e saggista sui temi della comunicazione visiva, delle forme alfabetiche, della creatività urbana, nonché direttore di INWARD, osservatorio sulla creatività urbana. Non è un caso che l’evento si svolga a Nova Gorica, ovvero in Slovenia; Macross, come diverse altre associazioni giovanili, guardano in modo nuovo e diverso ai confini che dividono gli stati, rispecchiando la rete di collaborazioni che oramai va sviluppandosi da anni tra i giovani dei due Paesi. In chiusura, l’ACU Macross firmerà la manifestazione di interesse per la futura partecipazione al Tavolo tecnico annunciato dal Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, per rappresentare al Governo nazionale, orientandovi correttamente l’opinione pubblica, l’esistenza di Associazioni per la Creatività Urbana in tutta Italia, in questo caso la scena friulana.
L’Associazione Macross progetta e realizza opere di arte pubblica, organizza e coordina eventi, cura attività a scopo sociale, formativo e propedeutico.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »