Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘urbanizzazione’

Urbanizzazione e salute

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 aprile 2017

clima nel mondo1Provate a immaginare. Nel 10.000 a.C. la Terra ospita circa 1 milione di individui che diventano, ai tempi dell’Impero Romano, tra il 300 ed il 400 d.C., più o meno 150 milioni. Tra guerre, catastrofi naturali e pestilenze, si deve arrivare alle soglie del secondo millennio per raddoppiare la popolazione mondiale. Dicono gli studiosi che, intorno all’anno Mille, siamo circa 310 milioni sul pianeta. Durante la rivoluzione industriale, a partire dal XVIII secolo, i progressi della medicina e l’aumento della qualità della vita nei paesi sviluppati portano alla cosiddetta rivoluzione demografica; il tasso di mortalità scende vertiginosamente e cresce il tasso di natalità, portando al raddoppio della popolazione mondiale in solo due secoli: dagli 800 milioni del 1750 al miliardo e 650 milioni del 1900. Poi, in solo 75 anni, la popolazione mondiale triplica, raggiungendo i 4 miliardi di individui nel 1975 e anche l’apice del tasso di crescita che da allora rallenta. Ma non così tanto, visto che gli attuali 7,3 miliardi di cittadini del mondo saranno 8,5 miliardi entro il 2030, 9,7 miliardi nel 2050 e 11,2 miliardi nel 2100, come stima la revisione 2015 del rapporto World Population Prospects delle Nazioni Unite.Fenomeno parallelo alla tumultuosa crescita demografica degli ultimi decenni è il sempre più spinto inurbamento, ossia la fuga dalle campagne verso le città, e la conseguente urbanizzazione dei territori, che ha portato i ricercatori delle Università di Yale, dell’Arizona State, della Texas A&M e di Stanford, a calcolare che entro il 2030 le aree urbane si espanderanno di circa 1,5 milioni di chilometri quadrati, pari all’incirca alla superficie della Mongolia, o se si preferisce di Francia, Germania e Spagna messe assieme, per accogliere 1,47 miliardi di persone neo-inurbate.
Non solo. Se oggi vivono nel mondo 415 milioni di persone con diabete – due terzi delle quali risiedono nelle città – e l’International Diabetes Federation (IDF) stima un aumento del 50%, sino a 642 milioni tra 25 anni, e se negli ultimi 40 anni l’obesità è cresciuta del 600 per cento, dai 105 milioni di obesi nel 1975 ai 640 milioni di oggi, non va dimenticato il progressivo invecchiamento della popolazione. Le stime indicano, infatti, come la percentuale di persone sopra i 65 anni potrebbe raddoppiare da qui al 2050, dall’8 al 16 per cento della popolazione mondiale. “Sono semplici dati che sottolineano come uno dei fattori che gli amministratori di una città, oggi, devono affrontare sia il tema dei determinati della salute”, dice ancora Lenzi.
All’argomento, di estrema attualità, è dedicato il nuovo numero della rivista Health Policy in Non Communicable Diseases, edita da Italian Barometer Diabetes Observatory Foundation, presentato oggi a Roma, dal titolo “Healthy Cities – I determinanti della salute in città”. Ospita analisi di studiosi e ricercatori come Arpana Verma, Direttore della Division of Population Health, Health Services Research and Primary Care della University of Manchester, Ketty Vaccaro, Responsabile area salute e welfare del CENSIS, Roberta Crialesi, Direttore Sevizio Sanità e Assistenza presso la Direzione Centrale delle statistiche sulle Istituzione Sociali dell’ISTAT, Alessandro Solipaca, Direttore scientifico Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: riduzioni degli oneri di urbanizzazione

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2009

In proposito Elisabetta Zamparutti, deputata radicale ha dichiarato: “La Giunta Comunale di Roma ha approvato  uno schema di delibera con la quale concede riduzioni degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione per gli interventi di demolizione e ricostruzione ammessi dalla legge regionale. All’interno di una manovra, quella del cosiddetto Piano Casa, rispetto alla quale come Radicali avevamo chiesto di escludere detrazioni degli oneri concessori per gli interventi in deroga, riterrei giusta la scelta di far pagare meno gli interventi di sostituzione del patrimonio edilizio esistente ammessi dalla legge regionale se non fosse prevista la possibilità di ricostruire gli edifici demoliti con ampliamenti del 30% e se dunque non venissero già concessi margini di convenienza molto significativi a interventi di questo tipo Per questa ragione trovo discutibile non solo lo schema di delibera approvato ieri ma contraddittorio vedere il primo cittadino della Capitale  mobilitarsi oggi contro la Finanziaria quando ha scelto di rinunciare a una quota delle sue entrate. La strada della modulazione degli oneri concessori è quella giusta, ma un’amministrazione del rango e della dimensione della Capitale non può continuare a esternalizzare i costi delle sue scelte urbanistiche, edilizie e non solo.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Ulrich Egger Spuren

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2009

eggerBologna Domenica 25 ottobre dalle 10,30 alle 13 e dalle 16,00 alle 20,00 Via D’Azeglio n. 50 Spazio Gianni Testoni La 2000+45 a cura di Alberto Mattia MartiniCome si chiede il curatore Alberto Mattia Martini, “Siamo noi che abitiamo il mondo o è il mondo che abita dentro di noi?” e prosegue sottolineando:“…l’invito che Egger ci offre è una riflessione sull’urbanizzazione, sulla cementificazione, lasciandoci piena libertà di considerazione. Troppo spesso, a mio avviso, quando si pronuncia la parola architettura, il pensiero scorre prevalentemente sulla materia costitutiva, sull’estetica, dimenticandoci, che essa nasce per ospitare l’uomo.  Una presenza umana che Egger coglie nella sua assenza, una vestigia (spuren) che è traccia, segno profuso dall’elemento architettonico, prima durante l’arco della sua esistenza e poi dalla sua dissolvenza. Queste opere pur non presentando mai materialmente e fisicamente la presenza umana, tracimano di vita, di ricordi, di attimi vissuti, di emozioni, che persistono e aleggiano ancora tra gli spazi attualmente abbandonati, ma grazie a Egger non obliati. L’affermazione dell’identità umano-architettonica può concretizzarsi per mezzo del vincolo euritmico tra fotografia ed elementi strutturali, che Ulrich Egger mette in atto, donando alla costruzione un tema identitario, un’aura culturale e sociale di estrema attualità. La fotografia entra in simbiosi con materiali edili tra i più svariati, che vengono inseriti e sovrapposti nella loro molteplicità materica sulla base fotografica. L’artista, oltre a voler sottolineare un intenso dialogo tra differenti entità, pare volere spingersi nell’ambito e nella sfera del reale-irreale riguardo all’esistente, un’interazione dialogante con il fruitore, che viene destabilizzato, attratto e quindi coinvolto in un ‘gioco illusorio’, trovandosi contemporaneamente al cospetto sia dell’elemento fotografico, che dell’oggetto materico…” (egger)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il dissesto idrogeologico italiano

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2009

Emma Bonino, Vice Presidente del Senato ed Elisabetta Zamparutti, deputata radicale in Commissione Ambiente hanno dichiarato: “18 morti solo a Messina. Quante tragedie saranno ancora necessarie per portare alla luce i danni di un’urbanizzazione selvaggia che ha reso fragile questo territorio e causato il grave dissesto idrogeologico del quale oggi vediamo le conseguenze? Ha ragione il capo dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso, quando dice che ‘o si fa una grande opera di messa in sicurezza di tutto il territorio nazionale o queste tragedie sono destinate a ripetersi’. Non vanno nel senso della messa in sicurezza né il Piano casa, che legittima ulteriori cementificazioni, né i progetti di new towns all’italiana. Come Radicali chiediamo e proponiamo una svolta nelle politiche di gestione del territorio, a partire da un grande piano di rottamazione dell’edilizia priva di qualità e una politica urbanistica improntata alla sostenibilità ambientale. Un’occasione per dimostrare un’inversione di rotta rispetto a quanto finora proposto e fatto dal Governo, è offerta a partire dall’adozione del decreto – legge promesso sul piano casa”. Le parlamentari radicali hanno già preannunciato interrogazioni volte a conoscere, a partire dai fatti accaduti a Messina, quali provvedimenti intenda adottare il Governo per assicurare una grande opera di messa in sicurezza di tutto il territorio nazionale e quali provvedimenti intendaadottare perché siano rivalutati gli strumenti di pianificazione urbanistica e siano improntati a criteri di equilibrio e sostenibilità.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Periferie, Ghera: “dalla giunta Alemanno impegni concreti”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 Mag 2009

“L’Amministrazione comunale sta affrontando con decisione il rilancio e la riqualificazione delle periferie romane. Ricordiamo che la Giunta Alemmano ha sbloccato progetti e fondi fermi da anni, tra i quali la delibera per le opere a scomputo che permette di destinare alle periferie 40milioni di euro per la realizzazione delle opere di urbanizzazione,  fogne, strade e illuminazione pubblica. Inoltre, in bilancio 2009 sono stati stanziati 5milioni di euro per l’illuminazione pubblica, abbiamo lanciato un bando di 3milioni e 800mila euro per agevolare le piccole e medie imprese sul territorio e sono stati stanziati oltre 3milioni di euro per l’installazione di nuovi punti luce in 19 località della capitale. Tanto c’è ancora da fare, l’Amministrazione capitolina è sulla buona strada per poter colmare il ritardo prodotto in questi anni, gap frutto di un’evidente disattenzione nei confronti delle periferie, danneggiate anche da sproporzionati interventi edificatori sul territorio cittadino”. E’ quanto dichiara in una nota l’assessore ai Lavori Pubblici e Periferie Fabrizio Ghera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Beat Presser

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 aprile 2009

beatChiasso (Svizzera) dal 9/4/09 al 30/5/09 Galleria Cons Arc via F. Borromini 2. Per l’esposizione -Sacred places- di Beat Presser, si e’ voluto sviluppare un tema difficile tentando di riunire alcuni gruppi di fotografie scattate in luoghi diversi del pianeta e in viaggi lontani tra loro, anche nel tempo.  L’autore cerca di raccontarci l’emozione provata al momento, quel -qualcosa- che si smuove dentro davanti ad un panorama o ad un rituale magico. Spesso i luoghi ripresi nelle foto di Presser sono posti riconoscibili, ora soffocati dal turismo di massa e dall’urbanizzazione eccessiva, come le piramidi in Egitto o in Messico. Ma anche nelle situazioni piu’ anonime, dove il soggetto non e’ noto ed e’ solo accennato in un particolare, il meccanismo e’ sempre quello della ricerca un po’ mistica, apparentemente casuale, che lo hanno portato ad un suo personale rapporto con il sacro. Come dice l’autore -sono luoghi sacri perche’ crediamo che lo siano o perche’ effettivamente lo sono e quando ci si arriva lo sentiamo?-.  Nella fotografia, ancora una volta, la rappresentazione che l’autore ci consegna non racconta esattamente la realtà, ma lo spessore dei suoi sentimenti, utilizzando, in questo caso, la tecnica di un bianco e nero molto contrastato e forzato durante la stampa in camera oscura, forse per accentuare la drammaticità e la teatralità dei momenti da lui vissuti. La mostra e’ allestita con circa quaranta fotografie -vintage- stampate dall’autore in due formati diversi: 30×40 e 50×60. (foto beat)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »