Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘urgenza’

L’urgenza come criterio metodologico del contemporaneo

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 maggio 2019

Roma venerdì 10 maggio, alle 9.00 Università Europea di Roma in via degli Aldobrandeschi 190 prosegue il ciclo seminariale interdisciplinare “L’urgenza come criterio metodologico del contemporaneo”, organizzato dall’Ufficio di Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma. Questo progetto prende avvio da un’attenta lettura del contemporaneo che lascia emergere chiaramente come l’urgenza sembra imporsi, in tutti campi del sapere e dell’agire, quale unico e totalizzante criterio metodologico, rispondente alle necessità derivanti tanto dal fisiologico stato di crisi connaturato agli attuali modelli economici quanto dalla trasformazione tecnologica.
Gli incontri all’Università Europea di Roma (UER) rappresentano pertanto un momento di confronto e approfondimento rivolto a studenti e professionisti accomunati dalla condivisione di valori e visione antropologica, al fine di interrogarli in merito a problemi contemporanei indagati con un approccio interdisciplinare tra saperi teleologicamente orientati al bene e ben-essere di tutto l’uomo, di ogni uomo. Dopo un primo incontro introduttivo del ciclo tenuto lo scorso venerdì 8 marzo e i seminari degli ambiti di Storia e Filosofia, Psicologia e Scienze della Formazione Primaria, Venerdì 10 maggio 2019 sarà il momento di approfondire il tema dell’urgenza in rapporto alla regolazione giuridica per indagare la selezione e il bilanciamento tra scelte politiche e legislative. L’incontro sarà aperto alle 9.00 dai saluti del Prof. Emanuele Bilotti, Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza UER, e del Prof. Guido Traversa, Delegato del Rettore per la Formazione Integrale UER, seguiranno le relazioni del Prof. Felice Testa in materia di Diritto del Lavoro e della Previdenza sociale, del Prof. Filippo Vari in materia di Diritto Costituzionale e del Prof. Aniello Merone in materia di Diritto Processuale Civile. Introdurranno il dibattito gli interventi programmati dei dottorandi: Dott. Nico Marra, Dott.ssa Chiara Palmisciano e Dott. Francesco Giacchi.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’urgenza come criterio metodologico del contemporaneo”

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 aprile 2019

E’ il tema del ciclo seminariale organizzato dall’Ufficio Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma (UER) in via degli Aldobrandeschi 190. Dopo un primo incontro interdisciplinare tenuto lo scorso venerdì 8 marzo, dal 9 all’11 Aprile 2019 prosegue la lettura del contemporaneo che lascia emergere come l’urgenza sembra imporsi, in tutti campi del sapere e dell’agire, quale unico e totalizzante criterio metodologico, rispondente alle necessità derivanti tanto dal fisiologico stato di crisi connaturato agli attuali modelli economici quanto dalla trasformazione tecnologica. Si apre così il secondo momento di riflessione che vedrà impegnati i singoli ambiti disciplinari nell’analisi di alcuni aspetti patologici che l’urgenza determina in ciascuno di essi.
Martedì 9 aprile (Ore 9.00 -13.30) sarà la volta dell’ambito di Storia e Filosofia con “L’innovazione sfida l’etica. Tempo noetico e tempo spazializzato”. Interverranno: il Prof. Guido Traversa (UER – Ateneo Pontificio Regina Apostolorum), il Prof. Mario Pollo (già LUMSA), il Prof. Luigi Russo (UER) e il Prof. Gianluca Casagrande (UER).
Mercoledì 10 aprile (Ore 9.00 -13.30) si ritroverà l’ambito di Psicologia con “La Tecnologizzazione della cura. Nuovi strumenti terapeutici e di riabilitazione”. Interverranno” il Prof. Tonino Cantelmi (UER), il Dott. Roberto Malinconico (Psicologo e Psicoterapeuta) e la Prof.ssa Stella Tamburello (Psicologa, Psicoterapeuta – Istituto Skinner Roma).
Giovedì 11 aprile (Ore 9.00 -13.30) conclude la settimana di studio la riflessione affrontata dall’ambito di Scienze della Formazione Primaria con “Alfabetizzazione e inclusione tecnologica. Armonizzazione della conoscenza e trasformazione delle coscienze”. Interverranno: la Prof.ssa Susy Zanardo (UER), il Prof. Mario Pollo (già LUMSA) la Prof.ssa Rebecca Honorati (UER) e la Dott.ssa Fiorella D’Ambrosio (UER).
Saranno momenti di confronto e approfondimento rivolti a studenti e professionisti accomunati dalla condivisione di valori e visione antropologica, al fine di interrogarli in merito a problemi contemporanei indagati con un approccio interdisciplinare tra saperi teleologicamente orientati al bene e ben-essere di tutto l’uomo, di ogni uomo.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’urgenza come criterio metodologico del contemporaneo

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 marzo 2019

Roma venerdì 8 marzo 2019, alle 9:00, presso l’ateneo in via degli Aldobrandeschi 190 organizzato dall’Ufficio Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma, si terrà un incontro su: “L’urgenza come criterio metodologico del contemporaneo.” Questo progetto prende avvio da un’attenta lettura del contemporaneo che lascia emergere chiaramente come l’urgenza sembra imporsi, in tutti campi del sapere e dell’agire, quale unico e totalizzante criterio metodologico, rispondente alle necessità derivanti tanto dal fisiologico stato di crisi connaturato agli attuali modelli economici quanto dalla trasformazione tecnologica.
Emergono così gli aspetti patologici quali ad esempio le fake news, la trasformazione delle coscienze e la creazione di falsi bisogni nonché l’utilizzo di modelli organizzativi e normativi che danno risposte definitive a problemi contingenti, rispondendo solo con piani di breve se non brevissimo periodo.
Sarà un momento di confronto e approfondimento rivolto a studenti e professionisti accomunati dalla condivisione di valori e visione antropologica, al fine di interrogarli in merito a problemi contemporanei indagati con un approccio interdisciplinare tra saperi teleologicamente orientati al bene e ben-essere di tutto l’uomo, di ogni uomo.
L’incontro all’Università Europea di Roma (UER) sarà aperto alle 9:00 da un saluto del Rettore Padre Pedro Barrajón LC, del Pro-Rettore Alberto Gambino e di Padre Gonzalo Monzón LC, Direttore dell’Ufficio Formazione Integrale.Introduce e modera Guido Traversa, Delegato del Rettore per la Formazione Integrale UER.
Dalle 10.00 alle 15.30 interverranno Felice Testa (UER), Luigi Russo (UER), Claudio Bonito (UER e Ateneo Pontificio Regina Apostolorum), Gianfranco Buffardi (Psichiatra), Mariantonietta Fabbricatore (UER), Guido Traficante (UER), Domenico Melidoro (LUISS) e Gabriele Guzzi (Rethinking Economics). Seguirà, alle 15.30, un dibattito; conclusioni alle 16.30. Ingresso libero.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Limitare con urgenza il riscaldamento globale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

È quanto propone lo “Special Report on 1.5 degrees Celsius” presentato in Korea nelle scorse ore dal Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (Intergovernmental Panel on Climate Change – IPCC).Il report mostra come le emissioni globali debbano essere dimezzate entro il 2030, per poi essere totalmente azzerate al massimo entro il 2050. Se infatti si dovesse continuare ad emettere CO2 ai ritmi odierni, ci si attende che la temperatura del Pianeta superi il grado e mezzo di aumento già tra il 2030 e il 2052.
Per riuscire a contenere l’innalzamento delle temperature entro 1,5 gradi Celsius, il consumo globale di carbone dovrebbe essere ridotto di almeno due terzi entro il 2030 e arrivare quasi a quota zero, nella produzione elettrica, entro il 2050. Le rinnovabili dovrebbero invece salire a quota 70-85% della produzione elettrica entro il 2050, con scenari che mostrano che queste percentuali potrebbero essere addirittura più alte. Il rapporto dell’IPCC mostra inoltre come la maturazione tecnologica delle tecnologie solari, eoliche e di stoccaggio potrebbe essere un segnale di come un cambiamento sistemico, nel settore dell’energia, sia già in corso.Anche il ricorso a petrolio e gas dovrebbe diminuire rapidamente. Una roadmap non basata su tecnologie di rimozione della CO2 richiede un calo di circa il 37 per cento dell’uso di petrolio entro il 2030, rispetto ai livelli del 2010.Soluzioni naturali di contrasto ai cambiamenti climatici, come la protezione delle foreste e la riforestazione, potrebbero fornire oltre un terzo della riduzione a costi competitivi delle emissioni di CO2 fino al 2030, per mantenere l’aumento globale delle temperature entro i 2 gradi, con un potenziale elevato anche per un obiettivo a 1,5 gradi.«Questo dell’IPCC è il rapporto più importante che abbiamo mai avuto in fatto di scienza climatica. I governi e le grandi aziende ora non possono più nascondersi, devono dimostrare di comprendere la scienza, agendo con l’urgenza che questa richiede», continua Morgan. «Ma abbiamo tutti un ruolo, ogni persona deve fare tutto ciò che è in suo potere per cambiare rotta e seguire il piano dell’IPCC», conclude.Il lancio del rapporto dell’IPCC ha coinciso con una azione degli attivisti di Greenpeace, che sull’edificio dove si è tenuta la conferenza stampa hanno aperto uno striscione con il messaggio “Abbiamo ancora speranza, azione per il clima ora!”Il rapporto dell’IPCC contribuirà direttamente alla Conferenza del Clima dell’ONU il prossimo dicembre (COP24) e sarà il riferimento per I governi nel rilanciare i propri piani di azione sul clima.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Congresso Associazione di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 marzo 2018

Bologna. Si svolge dall’8 al 10 marzo il 3° Congresso Nazionale della Associazione di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza (ANEU), società scientifica che aderisce alla Società Italiana di Neurologia (SIN), con l’obiettivo di definire ruoli e sottolineare l’importanza strategica delle figure neurologiche nell’approccio alle condizioni di Emergenza-Urgenza Neurologica in Pronto Soccorso, che spesso mette a dura prova gli aspetti organizzativi, gestionali e clinici delle risposte ai pazienti.
Basti pensare a come il neurologo sia tra le figure più richieste nell’attività quotidiana di un pronto soccorso: in Italia più del 30% delle chiamate in Pronto Soccorso interessa il neurologo e circa il 10% degli accessi ha come causa principale una patologia neurologica. Questo significa che la neurologia è una delle specialità mediche più richieste nei cosiddetti DEA (dipartimenti di emergenza e accettazione), e rende necessaria quindi una formazione continua di tutti gli operatori medico-sanitari coinvolti nel percorso diagnostico-terapeutico.
Nel corso del Congresso verranno trattate tematiche come le manifestazioni e lo stato epilettico, le urgenze neurologiche in gravidanza, le acuzie nella sclerosi multipla, le cefalee nell’emergenza-urgenza, e, infine, le vertigini. Si tratta di patologie che, in urgenza, possono presentare quadri particolari e diversi da caso a caso, così da mettere in difficoltà anche lo specialista più esperto.E a questo proposito ANEU lancerà, in occasione del Congresso di Bologna, il NEUday, la giornata di rilevazione su tutto il territorio nazionale delle prestazioni erogate dallo specialista neurologo in pronto soccorso. Questa iniziativa, che si svolgerà nella giornata del 21 Novembre, mira a rilevare la frequenza con cui il neurologo viene consultato in PS, confrontare le diagnosi di dimissione dal PS dei pazienti per cui è stato richiesto o non richiesto l’intervento del neurologo e confrontare gli outcome a breve termine dei pazienti per cui è stato richiesto o non richiesto l’intervento del neurologo.I risultati di questa iniziativa potranno fornire anche al grande pubblico informazioni utili su come evolve l’ambito neurologico in Italia.Durante l’evento sarà presentato la nuova edizione del volume sulla Neurologia dell’Emergenza-Urgenza: algoritmi decisionali (ed. G Micieli, D Consoli, A Cavallini e R Sterzi), interamente curato da neurologi aderenti all’ANEU, destinato a supportare lo specialista nel percorso diagnostico in situazioni di urgenze neurologiche, nonché a fornire un imprescindibile strumento di formazione e aggiornamento su tematiche assolutamente nuove e di estremo interesse, come le para e tetraplegie acute, urgenze in gravidanza, acuzie nei disturbi del movimento, attacchi ischemici transitori, disturbi funzionali acuti in neurologia ed altri.
Sarà possibile consultare la pubblicazione in formato elettronico grazie alla realizzazione di una app destinata a quanti operano nell’ambito dell’urgenza, non solo neurologica. Nella sua prima versione, l’app è stata scaricata ed usata da oltre 400 professionisti in prevalenza, ma non esclusivamente neurologi, comprendendo anche internisti e soprattutto medici d’urgenza.
Dal punto di vista della formazione, inoltre, l’ANEU sta contribuendo in maniera determinante alla programmazione di un Master sulle Emergenze nelle Malattie Neurologiche, promosso dalla SIN e realizzato in collaborazione con ISO (Italian Stroke Organization), la cui principale finalità è quella di dotare i neurologi che svolgeranno un’attività nell’ambito dell’urgenza (vascolare e altra) delle conoscenze e delle abilità pratiche per il trattamento tempestivo delle condizioni di emergenza in attesa e in preparazione dell’intervento dello specialista di settore (rianimatore, cardiologo, internista ect). Il progetto prevede, accanto alle classiche lezioni frontali, prove pratiche in ambito di simulazione in medicina.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giudici di pace negano accesso alla giustizia per cause di modesta entità. Appello al ministro della Giustizia

Posted by fidest press agency su martedì, 8 ottobre 2013

In molte città, gli uffici del Giudice di pace hanno negato l’accesso alla giustizia ai cittadini che scelgono di fare a meno di un avvocato. Stiamo parlando delle cause per importi inferiori a 1.100 Euro, come accade molto spesso nelle controversie tra consumatori e professionisti.
Il codice di procedura civile permette al cittadino di fare a meno di un legale quando l’importo oggetto della controversia è modesto. A questo fine, è possibile effettuare una cosiddetta citazione orale, che il Giudice (invece di un proprio legale) dovrebbe raccogliere e mettere per iscritto.Purtroppo, ci giungono numerose segnalazioni di utenti che vengono respinti dai Giudici con le più svariate “giustificazioni”: alcuni Giudici che la carenza di personale impedisce loro di accoglierla, altri affermano che è un istituto ormai in disuso e quindi di fatto abrogato (sic!), altri ancora -ammettendone l’esistenza- scoraggiano pesantemente l’utente facendogli capire che senza avvocato perderebbe sicuramente la causa.E’ del tutto evidente che, se per riavere 300 Euro da un negozio online che non mi ha mai spedito il bene acquistato, ne devo spendere 500 di avvocato, finirò per rinunciare ai miei diritti.
A questo, si aggiunga ciò che abbiamo già denunciato nei giorni scorsi e che sarà oggetto di una nostra denuncia alla Commissione Europea: il rifiuto di molti giudici di pace di applicare il procedimento europeo per le cause transfrontaliere fino a 2.000 Euro.(1) Anche in questo caso, un regolamento europeo prevede una procedura semplicissima (basta compilare alcuni moduli) senza bisogno di avvalersi di un legale.
Chiediamo quindi al ministro della Giustizia di emanare con urgenza i necessari provvedimenti affinché cessi questa sistematica violazione del diritto ad ottenere giustizia per coloro che non si avvalgono di un legale per cause di piccola entità.Ai cittadini che si vedono respinti dal Giudice di pace perché non assistiti da un legale, chiediamo di segnalarci e documentarci l’accaduto per poter istruire le relative denunce.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proposte centro-sinistra per il Piemonte

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 maggio 2012

Torino, Anche il Gruppo regionale di Sinistra Ecologia Libertà ha firmato l’esposto che chiede l’intervento della Corte dei Conti volto a valutare la regolarità dell’approvazione del Bilancio Preventivo 2012. Noi non siamo il partito dei ricorsi, crediamo che debba essere l’azione politica lo strumento principe da mettere in atto, volto anche a ridare autorevolezza a una politica sempre meno credibile. In questo caso però siamo convinti dell’irregolarità formale dell’atto. Dal punto di vista politico ribadiamo che il bilancio risulta un documento che mette in secondo piano i reali bisogni dei piemontesi, scritto senza una vera regia politica sulle priorità della Regione. Non basterà dunque ricorrere al parere della Corte dei Conti, ma l’opposizione intera dovrà trovare la strada dell’alternativa politica.Il centrosinistra deve dimostrare ai cittadini che è una forza di governo e lo può fare dicendo quali sono le sue priorità da affrontare con urgenza, a partire da politiche sociali, trasporto pubblico locale e diritto allo studio. La nostra battaglia deve essere dunque duplice: da una parte garanzia che le regole vengano rispettate, dall’altra intenti chiari da mettere in pratica quando i piemontesi ci accorderanno la loro fiducia.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il prezzo sociale di una crisi

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 agosto 2011

In questi giorni si sta maturando un’operazione di una gravità eccezionale eppure gli italiani sembrano volerla accettare con rassegnazione come se si trattasse di un male minore. Con la scusa, pur reale, di una crisi planetaria dell’economia e della finanza mondiale, si vuole smantellare nel nostro paese quanto rimane dello stato sociale e della stessa coesione nazionale. I rimedi possibili sono altri se non si intaccassero gli interessi lobbistici di talune categorie di privilegiati. Abbiamo parlato dei costi della politica e se anche questo aspetto è solo trascurabile, una sorta di fumus, si sta facendo ben poco. Perché ad esempio invece di blaterare sull’abolizione delle province, sull’accorpamento dei piccoli comuni, sulla riduzione dei parlamentari e degli amministratori locali il governo non presenta alle camere un disegno di legge urgente per la sua approvazione inducendo i parlamentari a far rientro a Roma per discuterne? Questi sarebbero fatti e non parole o surrettizi rinvii. Poi vi è l’ampia questione degli sprechi che la Corte dei conti ha già quantificato intorno ai 70 miliardi di euro. Cosa intende fare il governo, da subito, per invertire tale tendenza? Poi abbiamo il lavoro e le imprese in nero che sottraggono contributi e tributi allo Stato. Poi abbiamo l’ampia gamma delle evasioni fiscali dovute anche al fatto che evadere conviene data l’esosità delle imposte. Una riforma in questo senso è possibile e fattibile in breve se è vero che il ministro Tremonti, come più volte ha dichiarato di avere la riforma in tasca. Non vorremmo che anche in questo caso, come per i supposti pedinamenti e spionaggio dichiarati e subito dopo smentiti e passati come una “montatura giornalistica” allorchè la questione ha spinto la procura di Roma ad aprire un fascicolo, si tratti solo di una invenzione di altri.
Qui la situazione è grave non tanto e non solo per gli andamenti della borsa, per le difficoltà delle imprese ad andare avanti e a rendersi competitive sui mercati internazionali, sulla disoccupazione che incalza in specie quella giovanile, sulla irrisolta questione dei precari, sull’aumento della povertà, sui disagi dei pensionati e via di questo passo, ma per il semplice motivo che noi dobbiamo riportare il nostro debito primario al 75% e ciò significa che dobbiamo trovare in pochi anni ben 800 miliardi di euro. E’ tempo che la politica sia presa sul serio dagli elettori. Tanto per cominciare non va screditata e vanno fatte delle scelte sulla consapevolezza che non si possono spremere 45 milioni di italiani per continuare ad assicurare il benessere ai restanti 15 milioni. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo e immigrazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2011

Anche questo provvedimento sul modello dualistico immigrazione-sicurezza “sulla libera circolazione dei cittadini comunitari e sul rimpatrio di quelli irregolari” conferma una strategia di marketing politico, non certo finalizzata a ripristinare l’ordine, quanto piuttosto a lucrare sul disordine. Il tema dell’immigrazione, del contrasto alla clandestinità, dell’integrazione non possono essere affrontati con la decretazione d’urgenza, come si trattasse esclusivamente di un problema di ordine pubblico; si tratta di argomenti complessi che meritano la dignità di una legge nuova che tenga conto dell’integrazione anche con una nuova politica della cittadinanza per aprire alle nuove generazioni di europei e italiani. Stiamo perdendo, ancora una volta, il treno delle opportunità che la storia offre alle Nazioni, ma che le loro classi dirigenti miopi ed egoiste spesso non sanno cogliere. Questo spero sia l’ultimo provvedimento sbagliato in materia d’immigrazione, tema che il Governo, come al solito, ha scelto di affrontare in modo irresponsabile ed opportunistico, con un occhio rivolto alle urne, ma non alla ragione e tantomeno al cuore. Lo afferma l’on. Giorgio Conte, vicepresidente dei Deputati di FLI, nel corso della dichiarazione di voto finale sul decreto sulla libera circolazione dei cittadini comunitari e sul rimpatrio di quelli irregolari.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: aumento assessori per decreto

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

“Vedo che il sindaco Alemanno polemizza con i ‘parlamentari’ del Pd che sollevano obiezioni sul decreto legge che aumenta a 15 il numero degli assessori e a 60 il numero dei consiglieri comunali di Roma e Milano.  Forse al sindaco Alemanno è sfuggito che quella parte del decreto legge è chiaramente incostituzionale”. Lo afferma il vicepresidente dei senatori del Pd Luigi Zanda.  “Qual è la necessità e quale l’urgenza di inserire in un decreto una norma simile? Il bisogno e la premura di Alemanno non sono certo motivazioni sufficienti. Tanto più che, poche settimane fa, era stata bocciata un’identica misura contenuta nel ddl di conversione del decreto milleproroghe”.  Conclude Zanda: “Ancora una volta siamo davanti a norme che il governo impone al Parlamento con decreto e che servono solo a interessi politici di parte. In questo caso servono all’interesse di Alemanno”.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No all’Ici sul fotovoltaico

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 febbraio 2011

Sarà un gruppo di lavoro istituito dall’Agenzia del Territorio e dall’Agenzia delle Entrate a stabilire se gli impianti fotovoltaici a terra siano o meno assoggettabili al pagamento dell’imposta comunale sugli immobili (Ici). Lo ha detto il sottosegretario all’economia e alle finanze, Sonia Viale, rispondendo a un’interrogazione dei deputati del Pd Franco Ceccuzzi e Carlo Emanuele Trappolino in commissione Finanze. Il ministero non solo ha riconosciuto la pertinenza del quesito, ma ha anche ravvisato l’urgenza di giungere ad un atto di indirizzo privo di ambiguità, su una materia nella quale ci sono ad oggi orientamenti contraddittori fra le due agenzie. Secondo l’Agenzia del Territorio gli impianti fotovoltaici a terra sono assimilabili ad opifici e quindi assoggettabili alla tassazione sugli immobili; è di parere diverso l’Agenzia delle Entrate.  “Fatto è che l’incertezza regna sovrana – affermano i deputati del PD Ceccuzzi e Trappolino – rendendo quanto mai malfermi i notevoli investimenti che si stanno effettuando oggi in Italia, che hanno contribuito alla creazione di 15mila nuovi posti di lavoro. Sul settore delle energie rinnovabili non possiamo permetterci incertezze. Un’eventuale applicazione dell’Ici sugli impianti potrebbe vanificare l’attrattività oggi rappresentata dagli incentivi. E non si può nemmeno demandare la soluzione ad eventuali pronunciamenti di sedi territoriali o di altri soggetti. È bene risolvere la questione con urgenza. La notizia di un lavoro congiunto tra le Agenzie del Territorio e delle Entrate per affrontare e risolvere la questione in tempi rapidi va nelle giusta direzione, così come le dichiarazioni del sottosegretario rispetto alla disponibilità di preparare una norma ‘ad hoc’. Speriamo che si giunga in tempi stretti ad un orientamento chiaro – concludono i deputati democratici – e che sia finalmente consentito all’industria italiana legata alle energie rinnovabili di procedere spedita nella direzione di uno sviluppo crescente”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mercato settimanale dell’abusivismo

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 febbraio 2011

Ramacca. E’ stata effettuata una visita a sorpresa dell’Assessore alle Attività Produttive, Commercio ed Artigianato Antonino Calì presso i luoghi del mercato settimanale di Ramacca. La prima impressione, subito dopo aver effettuato i primi passi, è stata quella di scorgere un panorama assolutamente confusionario, degradato e senza nessuna logica. << Nel mercato settimanale ramacchese – afferma l’Assessore Calì – non viene rispettata alcuna norma di sicurezza ed igienica, non viene applicato il regolamento, non esistono controlli e regna l’abusivismo assoluto. In caso di necessità o di urgenza, nessun operatore del medesimo mercato, nessun cittadino e nessuna unità di intervento potrebbe mai percorre le vie in cui vi sono ubicate le bancarelle ed i mezzi dei commercianti. Non è possibile che la merce esposta invada le strade e non lasci alcuno spazio sufficiente ai passanti o alle vetture di soccorso. Non vengono assolutamente rispettati nè i lotti assegnati nè le unità commerciali. In un posto assegnato ad un venditore posteggiano anche altri due suoi colleghi. Non esiste assolutamente alcuna ripartizione in settori merceologici e non viene rispettata alcuna disposizione igienica. Parlando con gli operatori del settore, nostro malgrado, si evidenzia anche l’assoluta assenza delle forze di Polizia Municipale nei luoghi di loro competenza. In riferimento a quanto constatato – continua l’Assessore – vi è la necessità di ridisegnare le aree destinate al mercato settimanale e sensibilizzare le forze di controllo a favorire la corretta e dovuta applicazione della legge >>.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vasto: nuovo direttore medicina urgenza

Posted by fidest press agency su martedì, 1 febbraio 2011

Lorenzo Russo è il nuovo primario del Pronto Soccorso dell’ospedale di Vasto. E’ stato nominato questa mattina con delibera del Direttore Generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Francesco Zavattaro, che lo pone alla guida dell’unità operativa “Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza” a partire da domani, 1° febbraio. Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia, Russo, 58 anni, professionalmente è cresciuto nel nosocomio vastese, dov’è entrato da giovanissimo,  sviluppando una qualificata professionalità nel proprio campo e una profonda conoscenza dei limiti e delle potenzialità della struttura.
Impegno ed entusiasmo, dunque, per il nuovo primario, la cui nomina rappresenta per il Direttore Generale della Asl una prima testimonianza dell’interesse dell’Azienda per l’ospedale di Vasto: «Per il ruolo esercitato da questa struttura nel territorio di riferimento, che necessariamente guarda anche alla regione confinante, il San Pio sarà posto in condizione di erogare un’assistenza di qualità e di potenziare la propria offerta – rassicura Francesco Zavattaro –. Nonostante il clima di diffidenza e preoccupazione diffusa, generato da voci allarmanti sulle sorti future degli ospedali, mi auguro di poter ufficializzare al più presto l’attivazione di nuovi servizi che vedranno quest’ospedale protagonista di una nuova stagione per la sanità abruzzese. Mi auguro, intanto, che la nomina del nuovo primario di Pronto Soccorso sia utile a fugare dubbi e timori sui progetti di quest’Azienda e sul ruolo attribuito all’ospedale di Vasto”.(Lorenzo Russo)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Misure d’urgenza per Pompei

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sandro Bondi, ha incontrato oggi al Collegio Romano il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, e il Presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro. Erano presenti all’incontro il Capo di Gabinetto, Salvatore Nastasi, il Segretario Generale del MiBAC, Roberto Cecchi, il Direttore Generale per le Antichità, Luigi Malnati, e il Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, Mario Resca. Nel corso della riunione è stata unanimemente condivisa la necessità di affrontare immediatamente le criticità connesse al sito archeologico di Pompei, adottando quanto prima, anche con provvedimenti d’urgenza, misure per il recupero del patrimonio archeologico, che il Ministro presenterà in uno dei prossimi Consigli dei Ministri. In particolare, verrà ricostituita la soprintendenza autonoma di Pompei ed il soprintendente dovrà essere dotato di poteri più incisivi per la tutela del sito. Inoltre, saranno individuati gli strumenti necessari per l’adozione di un piano straordinario di manutenzione con l’aumento del personale tecnico addetto e con l’invio immediato di una task force composta da archeologi, architetti e operai specializzati per realizzare tutti gli interventi necessari. Inoltre, il Ministro ed i rappresentanti della Regione Campania e della Provincia di Napoli hanno concordato una linea comune per il miglior utilizzo dei fondi europei sulle aree archeologiche interessate e l’esigenza di destinazione dei fondi FAS anche per l’area di Pompei. Infine, è stato deciso di proseguire gli studi per la costituzione di un’eventuale Fondazione, strumento essenziale per l’apporto di capitali privati.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiat: rapporti Marchionne governo

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 settembre 2010

“Le dichiarazioni fatte oggi dall’ad di Fiat Sergio Marchionne non mi stupiscono” commenta il Presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta “non le giustifico, ma ne comprendo la crudezza. Esprimono in sostanza le stesse richieste emerse al tavolo con la Regione e gli enti locali sul futuro della Fiat convocato in luglio: necessità di un cambiamento nelle relazioni sindacali e di una politica industriale nazionale sull’auto. Quelle richieste ad oggi sono ancora inevase, il Ministero dello sviluppo economico è senza ministro da oltre cento giorni e invece c’è una grande urgenza di mettere a punto politiche industriali di governo. Fino a quando questi temi non saranno affrontati continueremo a  non avere certezze sul futuro di Torino. Vorrei comunque invitare a evitare i toni drammatici e a lavorare alacremente per la concertazione di soluzioni che salvaguardino gli interessi di tutti”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dal Sindacato federalista delle autonomie territoriali

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 luglio 2010

Riceviamo e pubblichiamo: “Perchè abbiamo deciso di esserci.  Ci siamo perché:
•    La complessità  che caratterizza gli attuali rapporti politici, Istituzionali, sociali ed economici richiedono una attenta riflessione sulla nuova fisionomia assunta dall’attuale sistema politico;
•    Oggi si assiste a una verticalizzazione del sistema politico e delle sue dinamiche interne, processo favorito dalla crisi delle strutture intermedie e dell’intero assetto istituzionale che ha modificato il processo decisionale ridimensionando il ruolo del Parlamento, causa le direttive d’imperio comunitarie e al ricorso diffuso alla decretazione d’urgenza;
•    Lo spostamento del potere effettivo dalla sede legislativa ad altri luoghi alimenta l’influenza degli interessi settoriali che pur non investiti formalmente del potere politico, sono in grado di esercitare un potere di condizionamento legislativo sostanziale incidendo concretamente sull’azione dei pubblici poteri producendone quindi effetti reali che si riversano negativamente sull’intera collettività.
In questo quadro, ritenendo sia necessario operare un riordino dei rapporti tra Stato e società civile, il CO.DI.R.E.S  si proietta nel panorama delle OO.SS., consapevole che attualmente le Associazioni di categoria  sono in grado di negoziare ed orientare le decisioni politiche intraprese dal Governo in particolar modo quelle sociali e del lavoro.
Spesso però, la realtà è assai meno ideale in quanto questo paritetico rapporto negoziale è spesso degenerato in un estenuante braccio di ferro capace di paralizzare il sistema, per meri interessi di parte o individuali, ove spesso non si intravedono le singole responsabilità: anche per questa assurda  anomalia del sistema  abbiamo deciso di esserci.
Ci siamo perché in Italia c’è una grave emergenza che riguarda tutta la società, in particolar modo le categorie medio – basse, Lavoratori dipendenti, precari, braccianti agricoli, cassintegrati, pensionati , disoccupati, casalinghe, giovani,  tutti i piccoli imprenditori. Categorie che sicuramente ad oggi pagano le tasse. Per questo grande disagio, il Sindacato CODIRES, lotterà nella consapevolezza che i Lavoratori del paese, con particolare attenzione alla comunità meridionale in atto più debole, debbano essere tutelati nella rivendicazione dei loro diritti e la conservazione del posto di lavoro, senza trascurare la ricerca di strategie condivise che determinino lo sviluppo economico occupazionale, con la ricerca di nuove strategie e politiche aziendali.
Manifesteremo con tutti i mezzi legittimi al fine di sensibilizzare le Istituzioni affinchè si superino i problemi che attanagliano il Paese ed in particolar modo le classi sociali più deboli; a tal fine chiederemo la nostra presenza ai tavoli di concertazione al fine di offrire un nostro contributo.
Il CODIRES, oltre ai principi programmatici e agli scopi sociali di pertinenza si propone di:
•    Realizzare nel rispetto della persona umana e delle sue libertà, l’unione e la solidarietà di tutte le categorie sociali, migliorandone le condizioni economiche e culturali;
•    Svolgere la propria azione su tutto il territorio nazionale nel rispetto delle regole di rappresentanza diretta e delle categorie;
•    Battersi per una applicazione della riforma federale in atto, in modo solidale e compensativo al fine di agevolare i territori che soffrono il maggior sottosviluppo economico ed infrastrutturale, causa di errate strategie di politiche economiche storicamente non compatibili con le reali vocazioni e tradizioni culturali;
•    Creare una nuova cultura del lavoro e della società interclassista e solidale”.
(Il segretario nazionale confederale codires Sante Pisani)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio: Le opposizioni della Pisana si autoconvocano

Posted by fidest press agency su domenica, 4 luglio 2010

Ad oltre novanta giorni dalle elezioni il Consiglio regionale del Lazio si trova in una situazione di grave stallo politico. Anche se i neoeletti consiglieri percepiscono l’indennità dal 16 maggio, l’assise della Pisana è stata convocata solo due volte e le commissioni sono ferme. In reazione a questo stato di cose, lo scorso 23 giugno, i gruppi di opposizione si sono autoconvocati per provare a delineare una via d’uscita da questa inspiegabile empasse politica. “Abbiamo la sensazione – commenta Oscar Tortosa, vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori – che la Polverini , passando da Segretario dell’Ugl a Governatore di una regione problematica come la nostra, non si sia resa conto delle urgenze che questa carica porta con sé. L’esponente regionale del partito presieduto da Antonio Di Pietro si sofferma sugli attuali rapporti politici che chiamano in ballo il Governatore, ma che di fatto mostrano che la Regione rischia di vedersi espropriata delle sue spettanze statutarie e democratiche: “Non convocando il Consiglio, la Presidente Polverini rinnega la sua esperienza sindacale, durante la quale ha fatto della concertazione tra le parti sociali, il vessillo della propria azione – continua Tortosa – ed ora, l’unico suo referente politico è Silvio Berlusconi, che, con il Governo che presiede, continua ad aumentare le tasse esistenti e ad inventare nuovi balzelli che finiscono nelle tasche di Enti pubblici di competenza nazionale”. Immobilismo consiliare e perdita di competenze tributarie importanti, sono gli elementi che i cittadini del Lazio vedono stagliarsi all’orizzonte, all’inizio di un’estate politica che si preannuncia rovente.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medici d’urgenza

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2010

Se il blocco del turnover contenuto nella manovra economica non verrà eliminato, già da quest’anno verrebbero a mancare circa 500 medici per pre-pensionamento e oltre 2 mila giovani medici precari. E’ la stima sull’uscita dei medici dell’emergenza dal Servizio sanitario nazionale, calcolata da Fernando Schiraldi, presidente della Società italiana medicina d’emergenza e urgenza (Simeu). Un settore, quello dell’emergenza, particolarmente delicato e in cui la richiesta di prestazioni è in costante aumento. «Nel settore (118, pronto soccorso, osservazione breve intensiva, medicina d’urgenza) si è verificato – spiega Schiraldi – un progressivo aumento di prestazioni sanitarie extra e intra-ospedaliera. Solo nei pronto soccorso, nel 2009, si sono registrati circa 30 milioni di accessi». Numeri che spingono Schiraldi a rivolgere un appello al Governo. «E’ necessario riconsiderare con urgenza i tagli previsti per l’assistenza sanitaria pubblica nel suo complesso e nel settore dell’emergenza in particolare, che – a giudizio unanime dei medici del settore – sono incompatibili a garantire, se non modificati, il diritto primario alla salute».(fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un altro suicidio in carcere

Posted by fidest press agency su domenica, 25 aprile 2010

“E’ il 21° caso dall’inizio dell’anno: un detenuto italiano si è impiccato a Firenze Sollicciano. Anche Sollicciano, come le altre 200 prigioni italiane, è un carcere sovraffollato all’inverosimile, con oltre 960 detenuti presenti al 31 marzo scorso rispetto ai circa 500 posti letto regolamentari, in cui mancano in organico oltre 220 agenti di Polizia penitenziaria ed in cui le unità attualmente in servizio fanno davvero grandi sacrifici quotidiani per garantire sicurezza e umanità in carcere. E’ tempo di intervenire con urgenza per deflazionare il sistema, che altrimenti rischia ogni giorno di più di implodere. Il personale di Polizia Penitenziaria è stato ed è spesso lasciato da solo a gestire all’interno delle nostre carceri moltissime situazioni di disagio sociale, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. Non si può e non si deve chiedere al Personale del Corpo di “accollarsi” la responsabilità di tracciare profili psicologici che possano eventualmente permettere di intuire l’eventuale rischio di autolesionismo da parte dei detenuti. Torniamo a sollecitare l’urgente attuazione delle previsioni contenute nel Piano carceri del Governo, potenziando maggiormente il ricorso all’area penale esterna e limitando la restrizione in carcere solo nei casi indispensabili e necessari. Una cosa è certa: se non fosse per la professionalità, l’attenzione, il senso del dovere dei poliziotti penitenziari le morti per suicidio in carcere sarebbero molte di più di quelle attuali.” E’ quanto dichiara Donato CAPECE, Segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE – il primo e più rappresentativo della Categoria -, a commento della morte per suicidio di un detenuto nel carcere di Firenze Sollicciano.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Situazione carceraria in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 18 aprile 2010

Dichiarazione di Rita Bernardini, deputata Radicale eletta nel PD, membro della Commissione Giustizia. “Stavolta Silvio Berlusconi ha ragione da vendere: se c’è una materia in cui la misura della decretazione d’urgenza si giustifica è proprio quella della drammatica situazione delle carceri. Necessità e urgenza per rendere meno illegali e più rispondenti all’art.27 della Costituzione i 205 istituti penitenziari. Mi auguro che i gruppi parlamentari che in Commissione Giustizia hanno irresponsabilmente negato la sede legislativa al DDL Alfano, ci ripensino in modo che da subito e rapidamente si abbia la possibilità di migliorare un disegno di legge che, comunque, va nella direzione giusta. Da parte mia, cioè da parte “radicale”, proseguirò il mio sciopero della fame affinché le forze politiche presenti in parlamento – tutte – possano riflettere sull’urgenza del provvedimento. A meno che non si voglia assistere inerti allo stillicidio della conta dei morti per suicidio o malasanità carceraria fino ad arrivare all’estate quanto tutto esploderà con un sovraffollamento che si avvicinerà alle 70.000 unità mentre ci sono posti-letto solo per 43.000 detenuti”.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »