Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘uscire’

Uscire dall’ombra della depressione

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 aprile 2019

Roma, 10 aprile 2019 h. 11.30-13.00Camera dei Deputati – Sala Conferenze Stampa – Via della Missione 4 La depressione è riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come la prima causa di disabilità a livello mondiale, superando le malattie cardiovascolari. Le donne sono particolarmente esposte alla depressione, sia direttamente che come caregiver: si stima infatti che in Italia siano oltre 2.000.000 le donne depresse, più del doppio degli uomini. La presentazione del Manifesto “Uscire dall’ombra della depressione” offrirà il punto di partenza per un confronto tra mondo scientifico, istituzionale e società civile e un coinvolgimento attivo delle Istituzioni nella lotta a questa malattia.Intervengono:
Parlamentari della Commissione Igiene e Sanità, Senato della Repubblica e Commissione Affari Sociali, Camera dei Deputati
Claudio Mencacci, Direttore DSMD – Neuroscienze, Asst Fatebenefratelli-Sacco, Milano e Presidente SINPF, Società Italiana di Neuropsicofarmacologia
Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere
Sabrina Nardi, Vice Coordinatore Nazionale TDM, Tribunale per i Diritti del Malato, Cittadinanzattiva
Giorgio Racagni, Presidente SIF, Società Italiana di Farmacologia
Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria
Alberto Siracusano, Direttore UOC Psichiatria e Psicologia Clinica, Policlinico Tor Vergata, Roma
Guido Alberto Valentini, Direttore Club Itaca Roma

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Napoli: il sindaco getta la spugna

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 marzo 2011

“Non credo che Rosetta Iervolino avrebbe giocato chissà quale jolly, negli ultimi due mesi da sindaco, anche perché di jolly nel mazzo di carte napoletane non ne esistono. Credo però che avrebbe servito volentieri la città fino all’ultimo momento disponibile e, soprattutto, sono convinto che una donna come lei – per il passato che ha nelle istituzioni, per la storia che rappresenta, per l’onestà e la rettitudine che le viene riconosciuta anche da chi critica il suo operato da sindaco – non meritasse di uscire dalla politica in questo modo.  Con una congiura da retrobottega, grazie a 31 firme raccattate dall’opposizione che, guarda caso, a due mesi e mezzo dalle elezioni si fa maggioranza raccogliticcia con l’unico scopo di sistemarsi al meglio nella rincorsa per la campagna elettorale”. È quanto dichiara in una nota Andrea Sarubbi, deputato del Pd eletto in Campania.”La migliore risposta che ora il centrosinistra può dare è quella di trovare subito un candidato unitario che sappia parlare alle forze sane di cui la città è ricca, ridestare la società civile napoletana offrendole quella sponda politica indispensabile per far valere le proprie ragioni”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ucsi: Uscire dalla melma

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 gennaio 2011

Nel momento in cui la cronaca politica è costretta a confrontarsi con temi triviali della cronaca nera, i giornalisti cattolici italiani sono chiamati a un supplemento di servizio e discernimento, anche per fare fronte ad alcune vistose carenze di autonomia del servizio pubblico radiotelevisivo e di alcune testate a stampa. Al rigoroso rispetto della verità e della completezza dell’informazione devono naturalmente accompagnarsi attenzioni particolari alla salvaguardia delle istituzioni, a cominciare dalla magistratura, e al rispetto delle persone. Non dobbiamo lasciare che nell’opinione pubblica continui a radicarsi l’idea che la politica sia luogo dedito prioritariamente all’inciviltà e alla prevaricazione. Ma questo non si ottiene certo nascondendo o minimizzando i fatti. Invece aiutiamo i lettori a distinguere, a maturare scelte consapevoli. La politica e i suoi uomini siano raccontati senza infingimenti, con attenzione incisiva alle contraddizioni tra i ruoli istituzionali e i comportamenti opportunisti. E’ necessario che l’etica dell’informazione aiuti a ricostruire l’etica della politica.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Più professione per uscire dalla crisi

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 giugno 2010

Un incontro particolarmente atteso, anche in ragione della delicata situazione economica e dei sacrifici che questa impone in tutta Europa. Nella sua relazione, il Presidente Andrea Mandelli ha compiuto una ricognizione approfondita dello scenario, individuando con precisione le origini delle difficoltà attuali, ma anche gli elementi che possono offrire una via d’uscita dalla congiuntura sfavorevole. Mandelli ha ricordato come le tendenze in atto nel mercato del farmaco fossero già individuate da tempo, e come gli eventi congiunturali, ieri il Decreto Abruzzo, oggi la manovra da 24 miliardi, abbiano accentuato ma non creato le difficoltà del servizio sanitario e, in particolare, del servizio farmaceutico. Servizio farmaceutico oggi come in passato soggetto a tagli ben difficilmente sopportabili senza conseguenze sul piano dell’occupazione e della capillarità del servizio. Mandelli ha però indicato anche gli elementi positivi che si possono rintracciare nello scenario attuale, a cominciare dall’innegabile ritorno della professione. Dalle sentenze della Corte di Giustizia europea all’istituzione della farmacia dei servizi, passando per la legge sulle cure palliative, si è assistito a una serie di conferme dell’importanza della figura del farmacista nel processo di tutela della salute.  Per il presidente della Federazione, le giuste preoccupazioni per i posti di lavoro messi a repentaglio, per la sopravvivenza delle farmacie nelle sedi disagiate, per la possibilità di restare sul territorio con risorse adeguate, per esempio, alle nuove funzioni attribuite con la Legge 69/2009, non devono indurre a contrapposizioni frontali, ma devono spingere ad agire con la massima razionalità, perseguendo il dialogo e il confronto a tutti i livelli, perché va trovata una soluzione che tenga presente tutti gli attori del comparto del farmaco. «Se sono riuscito a trasmettere adeguatamente la mia visione di questo momento non facile, non vi sorprenderò dicendo che non vedrete una Federazione in difesa, ma all’attacco» ha concluso Mandelli «Da questa crisi si esce facendo un passo avanti, non mezzo passo indietro sperando di conservare almeno un po’ di terreno. Dobbiamo spostare in avanti il confine che delimita la nostra attività. Saremo sempre farmacisti, ma lo saremo in molti modi diversi: saremo più specializzati che in passato, lavoreremo nelle farmacie di comunità con strumenti diversi, saremo negli Ospedali con responsabilità dirette verso il paziente, opereremo nell’industria magari in ruoli inediti come il rapporto con la comunità scientifica. Ma ci riconosceremo sempre in una sola professione, in un Ordine e in una Federazione che saranno sempre accanto a tutti i colleghi, per comprendere le loro aspirazioni e i loro bisogni e per difenderli, sempre». (fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »