Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘usura bancaria’

Usura bancaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 novembre 2018

Importante vittoria di un utente contro la banca in Cassazione con la Suprema Corte che bacchetta anche giudici di merito e la Banca d’Italia che disattendono alcuni principi che dovrebbero essere cristallizzati da tempo in tema di usura bancaria e che spinge lo “Sportello dei Diritti” a continuare a tutela di tutti coloro che in sede di stipula di mutui, finanziamenti o conti correnti hanno pattuito interessi ultralegali. Per i Giudici di Piazza Cavour con l’ordinanza 27442/18, pubblicata il 30 ottobre dalla terza sezione civile, infatti, dev’essere dichiarato nullo il patto con cui si convengono interessi convenzionali moratori che alla data della stipula vanno oltre il tasso soglia indicato dalla normativa antiusura per il tipo di operazione cui si riferisce l’accordo. La ragione sta nel fatto che la legge 108/96 non distingue fra interessi corrispettivi e moratori nel comminare la nullità. Analogamente ciò per l’ampia formula degli articoli 644 Cp e 1 del decreto legge 394/00. D’altronde anche lo stesso organo amministrativo ammette in modo esplicito che gli interessi moratori sono soggetti alla normativa antiusura nella circolare del 3 luglio 2013. Accolto il ricorso di una società che aveva stipulato un leasing e del fideiussore, che si vedono riconosciute le proprie ragioni dopo una doppia sconfitta innanzi al Tribunale di Milano e alla Corte d’Appello lombarda. Non sono persuasive le argomentazioni dei giudici di primo e secondo grado che escludono la nullità sul rilievo della diversità «ontologica» fra interessi corrispettivi e moratori. La tesi sostenuta è che gli uni remunerano un capitale, gli altri costituiscono una sanzione convenzionale e una coazione indiretta per dissuadere il debitore dall’inadempimento e dunque assimilabili alla clausola penale. Ancora in quanto i primi sono necessari e con fine di lucro e i secondi eventuali e sono necessari al risarcimento. Ma la distinzione non vale comunque a giustificare una diversa disciplina sul piano dell’usura, che sarebbe sistematica e contrastante con la ratio della legge 108/96, oltre che «con una esperienza giuridica millenaria». A nulla vale, peraltro, che la normativa non comprenda l’obbligo di rilevare il saggio convenzionale di mora medio: la legge 108/96 risulta infatti fondata sulla rilevazione dei tassi medi per tipo di contratto e risulta incompatibile con la rilevazione dei tassi medi per tipo di titolo giuridico. Le parti, poi, possono avvalersi o meno della facoltà di derogare al tasso legale previsto dall’articolo 5 del decreto legislativo 312/02 per le transazioni commerciali: il sistema della legge, quindi, è in sé razionale. Infine, i giudici di legittimità aggiungono che l’applicazione dell’articolo 1815, comma secondo del codice civile agli interessi moratori usurari non sembra sostenibile, perché la norma si riferisce solo agli interessi corrispettivi e considerato che la causa degli uni e degli altri è pur sempre diversa. In definitiva, di fronte a interessi convenzionali moratori usurari e alla nullità della clausola, è ragionevole attribuire secondo le norme generali al danneggiato gli interessi al tasso legale. Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si tratta di una decisione molto importante non solo per la ricostruzione storico-giuridica della questione, ma anche perché pone un punto fermo su una questione dibattuta che spesso vede soccombenti nelle aule di giustizia di merito gli utenti che hanno lamentato tassi superiori a quelli legali a causa di un’interpretazione restrittiva che non avrà più senso di essere data quella odiernamente dalla Cassazione.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Usura bancaria e imprenditori

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 febbraio 2014

soldi-pubblici“Abbiamo intrapreso un cammino difficile e tortuoso contro l’anatocismo e i tassi definibili usurai degli istituti di credito ora stiamo raccogliendo i primi consistenti frutti. Stiamo seguendo la vicenda di un imprenditore di Carceri (pd) il sig.Roberto G. che dopo essersi ritrovato con alcune proprietà all’asta, lui e la sua famiglia, a causa della morsa usuraria delle banche dove aveva acceso alcuni prestiti assieme a noi denuncia gli istituti di Unicredit, Intesa San Paolo, Equitalia e Banca Atestina di credito cooperativo”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato. “A oggi, dopo le denunce presentate ci auguriamo che il Gip blocchi l’asta del prossimo 7 febbraio in quanto riteniamo che un imprenditore non può pagare per i vizi del debito pubblico generato dal perverso sistema del signoraggio che produce usura bancaria ed anatocismo. Questo lo possiamo dire in quanto abbiamo provveduto con il nostro ufficio commerciale al ricalcolo degli interessi trimestrali solo sul capitale depurato dagli addebiti a carico del correntisti ed effettuati a titolo di spese. Inoltre – precisa Maritato – sulla scorta dei conteggi si evince che le banche menzionate hanno applicato il sistema di capitalizzazione composta degli interessi violando l’articolo 1283 del codice civile. In virtù di questi fatti inoltre assieme all’imprenditore abbiamo diffidato i legali e i delegati degli istituti in questione a compiere qualsiasi atto sia lesivo oltremodo del patrimonio del nostro cliente. Riteniamo che su questi fatti la magistratura deve attivarsi e aprire un’inchiesta approfondita per evitare che – conclude Maritato – situazioni del genere si reiterano senza freno e ledano interessi imprenditoriali importanti del nostro tessuto produttivo”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fenomeno dell’usura bancaria

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2010

Praia a Mare (CS), 7 novembre 2010 alle ore 18,00, nella Sala Consiliare del¬¬ Comune avrà luogo la Conferenza Stampa sul tema: “Il fenomeno dell’usura bancaria in Calabria: le cifre fornite dalla Banca d’Italia. L’evoluzione giurisprudenziale e contabile in tema di lotta all’usura bancaria e rivendicazione degli indebiti bancari. La tutela delle vittime di usura bancaria nelle Prefetture: problematiche legate all’applicazione dell’art. 20 della l.n. 44/1999”.
Dopo il saluto del Sindaco Dott. Carlo Lomonaco, interverranno nell’ordine: il Presidente del Forum Nazionale Antiusura Bancaria, On. Dott. Domenico Scilipoti; il Presidente dello SNARP e Consigliere Giuridico del Forum, Prof. Francesco Petrino; il Coordinatore del Forum per l’Italia meridionale, Dott. Bruno De Ciccio; i commercialisti, Dott. Giuseppe Chiappetta  e   Dott.ssa Olga Navarra; il Delegato Regionale della CARITAS, Don. Ennio Stamile; l’ Avv. Luca Branchicella; il Giornalista ed editore Domenico Longo, responsabile del Forum per la Regione Campania.  Modererà i lavori Fausto Castiglia, Delegato Provinciale del Forum per la Provincia di Cosenza.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Usura bancaria

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

Si è tenuto a Roma, presso Palazzo Marini, nella sala della Mercede, l’incontro promosso dall’On.le Domenico Scilipoti, sulle problematiche del fenomeno dell’usura bancaria. Tra le varie Associazioni erano presenti la SOS Utenti (dott. Gennaro Baccile e Dott.ssa Angiuni), lo SNARP (Prof. Francesco Petrino), Associazione Attila (Luigi Di Stefano), Studiovinx di Savona (Dott. Giorgio Vincis). Erano presenti, tra gli altri, il Dott. Roberto Marcelli, l’Avv. Roberto Di Napoli, l’Avv. Prof. Paolo Grassi, l’Avv. Giovanni Giuffrida (dalla Sicilia); l’Avv. Giuseppe Baldassarre (dalla Puglia); Alfredo Belluco (dal Veneto); Raffaele Di Costanzo (da Napoli); Antonio La Rocca (dalla Liguria); Savino Frigiola (imprenditore, scrittore); Claudio Tedeschi (Direttore de “Il Borghese”); l’Avv. Daniele Cozza (dall’Abruzzo); l’Avv. Alessandro Peca (dalle Marche); la Dott.ssa Giuliana Veltri (dalla Calabria) ed Emidio Orsini (da Ascoli Piceno), imprenditore e vittima di usura bancaria. Gli interventi, dei tanti convenuti, hanno stigmatizzato il comportamento arrogante e coercitivo delle Banche, derivante dalla propria posizione dominante. Sono stati dibattuti i problemi che quotidianamente le famiglie e i piccoli imprenditori si trovano ad affrontare nel rapporto con le Banche, senza conoscere, spesso, le vie di uscita. Tali problemi vanno ricercati nella errata segnalazione alle Centrali dei Rischi, nei Decreti Ingiuntivi per somme non vere, resi esecutivi sulla base di semplici attestazioni dei Funzionari di Banca, nei tempi lunghi della Giustizia, nella irregolare Cartolarizzazione dei crediti, nella difficoltà di individuare i responsabili dei reati bancari, e nei comportamenti, molte volte compiacenti, della Banca d’Italia. Sintetizzando le problematiche emerse dagli interventi, l’On.le Scilipoti ha ricondotto tutti i mali del credito alla perdita dei valori dell’attuale società, proiettata esclusivamente al massimo profitto; società che ha dimenticato la qualità della vita, il senso della coesione, del sostegno, dell’umana solidarietà. Tutto s’infrange verso l’egoismo sfrenato e l’arrivismo ad ogni costo, anche calpestando la dignità umana.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »