Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘vacanza’

Estate, tutti i farmaci utili in vacanza: Vademecum della Sif

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 agosto 2018

Un antidolorifico, un antinfiammatorio, un cortisonico, un antibiotico a largo spettro, un procinetico, un antidiarroico e un kit di pronto soccorso. Questi alcuni dei prodotti che non possono mancare nella”farmacia”da viaggio secondo le indicazioni della Società Italiana di Farmacologia (Sif) che ha curato un breve vademecum che tiene conto della meta vacanziera, delle temperature, di eventuali patologie croniche e della presenza o meno di bambini.
Prima di partire per le vacanze e mettere i farmaci in valigia, precisa la Sif, è bene innanzitutto porsi un paio di domande: andiamo in un luogo caldo? Viaggiamo con dei bambini? In estate, poi, dobbiamo prestare una maggiore attenzione alla scelta della preparazione farmaceutica (pomata, compressa, sciroppo, gocce etc.) da portare con noi e alle corrette modalità di conservazione.Consigli generali:
Un farmaco va sempre conservato in un luogo fresco ed asciutto, a temperature non superiori ai 24°C.
Preferire le formulazioni solide a quelle liquide, in quanto, in generale, meno sensibili alle temperature elevate
Se viaggiamo in auto, i farmaci vanno trasportati nell’abitacolo più fresco. Se viaggiamo in aereo è meglio nel bagaglio a mano: nelle stive degli aerei la temperatura scende anche di molti gradi sotto lo zero.
Se sei in terapia con farmaci salvavita, ricordarti di portare con sé la prescrizione medica.
Non sostituire mai la confezione originale del farmaco, è questa che rende riconoscibile il farmaco stesso, riporta la data di scadenza e contiene il foglietto illustrativo, utile se si ha qualche problema o se lo deve consultare per te un’altra persona che non ti conosce e non ha preparazione medica.
Controllare sempre il foglietto illustrativo del farmaco, alcuni farmaci possono causare reazioni da fotosensibilizzazione (Una volta assunti, se ci si espone al sole si può avere un effetto indesiderato), che possono presentarsi come dermatiti, eczemi e altre manifestazioni cutanee.
Non conservare i farmaci in ambiente umido: l’umidità può alterare compresse, capsule e cerotti medicati. Conservare in frigorifero gli sciroppi e i colliri e le preparazioni liquide.
Se si viaggia con bambini in una zona dove può essere difficile reperire medicinali, è opportuno prima di partire consultare il pediatra su cosa mettere in valigia, in base alle esigenze del bambino, altrimenti sono sufficienti due o tre farmaci base.I farmaci che possono servire sono:
Un antidolorifico/antipiretico come il paracetamolo (da utilizzare anche nei bambini).
Un antinfiammatorio come l’ibuprofen.
Un farmaco per il trattamento delle cinetosi (mal d’auto, mal di mare, etc.).
Un cortisonico per via iniettabile, utile in caso di reazione allergica.
Un antibiotico a largo spettro da assumere per via orale, se viaggiamo con bambini anche in formulazione pediatrica.
Pomate a base di cortisone e di antistaminici, che possono essere utili nelle punture di insetti, eritemi solari o contatti con meduse (da utilizzare anche nei bambini).
Un farmaco per l’iperacidità gastrica o un procinetico.
Un antidiarroico e un antiemetico. Se si viaggia con un bambino può essere utile anche una soluzione reidratante orale, che può aiutare il piccolo a recuperare i sali minerali persi con il vomito o la diarrea. Un piccolo kit di pronto soccorso: disinfettante, garze sterili e cerotti. (fonte: farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intenzioni di vacanza degli italiani

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 maggio 2018

Un punto percentuale di crescita nelle intenzioni di vacanza degli Europei rispetto al 2017. Il 64% dichiara che ci andrà, un dato cui si allineano i progetti vacanzieri degli italiani che, se nel 2018 perdono un punto rispetto alla scorsa edizione, vedono una crescita generale di 10 punti percentuali in 4 anni. Dal 52% di un pessimistico 2014 al 62% di oggi gli italiani che dichiarano che si, certamente andranno in vacanza d’estate, fanno registrare una crescita nel quadriennio unica in Europa.Se il budget che gli europei affermano in media di voler destinare alle vacanze si abbassa di 2 punti percentuali rispetto al 2017 (€ 1.957), dato che comprende anche Paesi fuori dalla zona Euro, l’Italia è tra le nazioni virtuose. Un rinnovato ottimismo economico porta a dichiarazioni di spesa pro capite per l’estate 2018 in crescita del 2% rispetto allo scorso anno: 1.776 euro da destinare alle vacanze estive per i nostri connazionali.In Europa, dove la durata delle vacanze rimane stabile rispetto al 2017 a 1.8 settimane (fatta eccezione per Francia e Svizzera che sono pari o oltre le due settimane), l’Italia, in linea con lo scorso anno, è leggermente sotto la media europea con 1.7 settimane di vacanza.
La tendenza dominante rimane quella di fare vacanze domestiche ma c’è un dato che sorprende riguardo agli italiani. Scende di ben quattro punti percentuali (dal 56 al 52%) il dato che indica la preferenza di vacanze domestiche per i nostri connazionali che si scoprono più desiderosi di mete estere per la prossima estate. Sul podio delle destinazioni straniere rimane in vetta la Spagna – come lo scorso anno – seguita da Francia e Grecia.A guadagnare nella classifica dei più “localisti” sono gli spagnoli che dichiarano di avere in programma per l’estate un viaggio nel proprio Paese per il 56% (+4 rispetto al 2017) mentre i francesi, anche loro tradizionalmente molto legati all’idea di vacanza domestica, scendono nelle intenzioni di rimanere dentro i confini di ben 6 punti percentuali. Dal 63 al 57% quelli che hanno intenzione di rimanere in Francia, seguiti solo dai britannici (-5% sul 2017) in quanto a decrescita nella preferenza di vacanza nazionale.Anche per entrambi questi paesi la meta straniera preferita è la Spagna seguita dall’Italia per i francesi (l’8% la indica come seconda meta) e dalla Francia per i britannici con l’11% delle preferenze. L’Italia sale comunque sul podio delle preferenze estere dei cittadini d’oltremanica con il 10%. Il mare rimane un grande amore per chi dichiara di avere progetti di in vacanza per la prossima estate.Gli italiani che preferiscono la vacanza sulle spiagge sono il 70% (la percentuale più alta dell’indagine) seguiti da svizzeri (67%), tedeschi (65%) e spagnoli (64%). Pur rimanendo questo il primo desiderio di vacanza, un’estate alla scoperta di nuovi posti sembra attirare sempre di più i cittadini della nostra penisola. La percentuale di italiani che indicano questa possibilità cresce di ben 5 punti. Tra le ragioni di scelta della destinazione solo il 29% degli italiani dichiara di orientarsi su una meta conosciuta, una percentuale tra le più basse dell’indagine insieme a francesi, spagnoli, polacchi e portoghesi. Altri criteri per la scelta della destinazione sono la possibilità di fare attività, le condizioni meteo, la possibilità di far visita ad amici e parenti.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Metti una sera in albergo a Parigi

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 dicembre 2017

Lautrec nel suo studio al lavoro sul quadro Addestramento delle nuove arrivate da parte di Valentin le Désossé (Ballo al Moulin Rouge), fotografia del 1890Un viaggio a Parigi è sempre un grande classico che non delude mai, ma per una vacanza con un tocco di originalità in più la Ville Lumière vanta una schiera di hotel assolutamente “unconventional”.
Le Five, per esempio, è perfetto per una vacanza all’insegna del romanticismo. L’hotel boutique – situato a due passi dal Jardin du Luxembourg, nel cuore del Quartiere Latino – ospita ventiquattro suite moderne allestite con un concept originale ispirato ai cinque sensi, in un’atmosfera raffinata e accogliente. La vera chicca è rappresentata dalla camera superior Cocon étoilé, con il soffitto tempestato di piccole luci scintillanti che danno la sensazione di dormire sotto un cielo stellato, e dalla camera deluxe Cocon Suspendu, resa ancor più particolare dalla presenza di un intrigante letto sospeso. Chi al romanticismo vuole aggiungere una dose di malizia in più apprezzerà la proposta del Love Hotel à Paris: per un’esperienza provocante ma discreta, questa location permette di usufruire di servizi ad alto tasso di seduzione come massaggio per coppie, Jacuzzi, bagno turco, fino a dotazioni “hot” come costumi erotici, sex-toys e X-movies… Ogni camera è dedicata a un tema particolare e propone allestimento e servizi personalizzati, solo per citarne alcune: Le Palais Oriental diventa subito un harem per due, Le Château des Glaces accende la passione con il suo stuzzicante gioco di specchi, Le Dojo Japonais – progettata secondo la pura tradizione giapponese – trasporta i suoi ospiti nel mondo delle geishe (con tanto di kimono disponibile presso il lovestore) o L’île aux Pirates dove fantasticare su una caccia al tesoro très particulier.
parigiChi vuole essere trasportato in un’ambientazione lontana senza rinunciare al lusso e alla modernità potrà invece scegliere 1K Paris, l’hotel quattro stelle ispirato all’antica civiltà inca e rinomato non solo per il design delle sue stanze ma anche per l’eccellente cucina etnica del suo ristorante. Nel cuore del Marais, l’hotel 1K accoglie i propri ospiti in un ambiente moderno ed elegante: per i più esigenti la Pool Suite offre terrazza privata con piscina riscaldata e vista sui tetti di Parigi. La vera chicca è l’esperienza gastronomica offerta dallo chef Julien Burbaud, con la sua reinterpretazione dei piatti peruviani tradizionali riadattati in ottica fusion per palati occidentali.
Puro design, altissima tecnologia e concept di Philippe Starck rendono invece sorprendenti le 272 camere de Le Mama Shelter, progettato dalla famiglia Trignano (fondatrice del Club Med) insieme al filosofo Cyril Aouizerate. Con l’obiettivo di rendere accessibile l’haut de gamme, Il Mama – situato proprio di fronte a “La Flèche d’Or”, il mitico tempio parigino della scena pop rock europea – è molto più di un hotel: vuole rappresentare un vero e proprio spazio di incontro di sinergie urbane, per gli animi pop che non rinunciano a un’ambientazione accattivante e di charme.
Per godere delle bellezze della città da un punto di vista onirico e privilegiato, si può prenotare un soggiorno presso l’Hôtel Design Secret de Paris, nel quartiere Trinité. Una scenografia da sogno rievoca i monumenti più prestigiosi della città e permette di rivivere scorci incredibili dall’intimità della propria stanza: si può scegliere, per esempio, se immergersi nel cuore del tempio dell’arte del XIX secolo con la camera Musée d’Orsay, rivivere gli anni Trenta nella Trocadéro (che celebra il Palais de Paris_TrocaderoChaillot con mosaici di vetro monumentali e moquette dai motivi Art Déco) o farsi ospitare nel Moulin Rouge con la camera che rievoca gli ambienti del mitico cabaret.
Per chi ama concept più futuristici, invece, c’è da segnalare lo Yooma Urban Lodge, al 51 di quai de Grenelle: un vero e proprio ecosistema innovativo, dall’animo digitale e creativo, sostenibile a livello ambientale ed economico. Progettato dal designer Ora-ïto in collaborazione con il pittore e scultore Daniel Buren, questo hotel offre ben centosei camere perfette per ospitare sia gruppi di amici, che coppie, famiglie o professionisti. Nella sua lounge è possibile visitare mostre temporanee e ammirare il video wall permanente su cui sono proiettati video e creazioni fotografiche contemporanee. Un ristorante con centotrenta posti a sedere, una scuola di cucina, una sala fitness con sauna, laboratori artistici e un giardino sul tetto dove si coltivano frutta, verdura ed erbe di stagione completano l’offerta di un luogo vocato all’inclusione e alla condivisione.
La fotografia è invece il tema centrale del Déclic Hotel, il primo hotel in Francia dedicato alle tecniche di questa forma d’arte. Precursore della nuova generazione di hotel a tema interattivi, con le sue diciotto camere e nove suite, offre una vera e propria immersione in un universo immaginato dall’atmosphériste Sandrine Alouf. Le tecniche fotografiche vengono qui sublimate da un sottile gioco di immagini, luci e materiali, con immagini proiettate sul pavimento e sulle pareti delle stanze.
Tutte le informazioni per raggiungere Parigi con le migliori tariffe in aereo, in treno e con pacchetti organizzati su http://it.france.fr/it/feelparisregion. (foto: parigi)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Furti: il 40% mentre il proprietario è in vacanza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 giugno 2017

furti-in-casaOgni giorno in Italia vengono compiuti oltre 640 furti in appartamento e il 40% di essi avviene mentre il proprietario è in vacanza; questo uno dei dati emersi dall’indagine di Facile.it che ha evidenziato anche come nel 38% dei casi i ladri entrino direttamente dalla porta e, il 13% delle volte, lo facciano non curandosi del fatto che i proprietari siano all’interno della proprietà.Chi ha subito un furto è più incline a tutelarsi con una polizza contro questa evenienza; se prima dell’evento solo il 28% del campione era coperto da un’assicurazione, una volta che i ladri entrano in casa la percentuale di chi pensa alla copertura sale al 41%. Fra le contromisure che i derubati mettono in campo una volta subita l’intrusione la più comune è l’installazione di un impianto d’allarme, ma c’è anche chi monta delle telecamere di video sorveglianza…finte.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bellezza: i 5 consigli per i trattamenti dopo vacanza

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 settembre 2016

bellezza femminile.jpgSole, mare, vento e aria aperta mettono a dura prova la pelle durante l’estate. Al ritorno è tempo di fare i conti con l’abbronzatura che inizia a sbiadire, lasciando il segno. «Pelle secca, disidrata e con macchie sono i segnali più evidenti dello stress a cui è stata sottoposta durante i mesi estivi – dicono Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove, chirurghi plastici di Chirurgia della Bellezza, surgery network che si occupa di medicina e chirurgia estetica in Lombardia, Lazio, Campania e Puglia –. A settembre, nella lista di buoni propositi che si fanno al rientro, è bene dedicare spazio alla cura di se stessi per rimediare ai danni provocati dal sole. E perché no, anche per pensare già alla prossima estate, e arrivarci meglio preparati». Ecco quindi le cose da sapere.
1) Bisogna ricordare sempre che il sole è la principale causa di invecchiamento della pelle. «Non solo è necessario proteggere sempre il viso, anche d’inverno, con la protezione solare, ma bisogna anche tenere presente che l’abbronzatura dura qualche mese, ma i segni che lascia sulla pelle sono permanenti. Per questo bisogna eseguire trattamenti specifici per reidratare l’epidermide e cercare di ridurre al minimo gli effetti collaterali dell’estate» dicono Bove e Rauso.
2) Il trattamento consigliato per il ritorno dal mare è la bioristrutturazione dermica con PRP (plasma ricco di piastrine). «È una tecnica innovativa non invasiva che consiste nell’infiltrazione di plasma ad alto contenuto piastrinico, che stimola e attiva i fibroblasti della cute (cellule che producono fibre di collagene). La bioristrutturazione con PRP è una valida alternativa alle classiche vitamine, che richiedono invece trattamenti piuttosto frequenti (una volta ogni una o due settimane). Il trattamento richiede infiltrazioni a tempi sempre più distanziati: dopo la prima seduta, che dura circa 20-30 minuti, si aspettano 40 giorni per la successiva, poi 3 mesi, fino ad arrivare a due sedute annuali che di solito si effettuano a settembre-ottobre e ad aprile-maggio, quindi per prepararsi all’estate e successivamente per rimediare all’estate» spiegano i chirurghi plastici di ChirurgiadellaBellezza.
3) Per ripristinare lo stato della cute, quando è già molto rovinata, molto utili sono le tecnologie come la radiofrequenza frazionata ad aghi ed il needling. «Si tratta di metodiche che hanno lo scopo di ripristinare lo stato della cute inducendo un trauma “calibrato” che indurrà la riparazione dei tessuti danneggiati. Non è necessaria la degenza ma servono più sedute della durata di 30 minuti, da effettuarsi a distanza variabile (da 2 a 6 settimane inizialmente) in base al tipo di cute, all’intensità del trattamento e di inestetismo da trattare. Dopo il trattamento si può notare un leggero arrossamento, e in alcuni casi possono comparire piccole crosticine camuffabili con il make up» affermano i chirurghi plastici.
4) La medicina estetica è un ottimo alleato per il ringiovanimento, ma non fa miracoli: «Il chirurgo plastico è la persona che può suggerire al paziente qual è la strada migliore da seguire. Oggi i pazienti preferiscono i trattamenti di medicina estetica, che sono meno invasivi, ma bisogna prima avere chiaro qual è il risultato che il paziente vuole raggiungere. Se una paziente di 60 anni vuole la pelle più morbida e compatta, le si spiega che un lifting le permetterebbe di ringiovanire, ma se quello che cerca è un trattamento per “sentirsi curata”, anche la medicina estetica può essere sufficiente. Importante è rivolgersi a un esperto serio, per evitare di illudersi con false promesse e spendere soldi inutilmente. Ai pazienti spieghiamo che la medicina estetica è come la palestra: per avere un fisico statuario non bastano 6 mesi di allenamenti, bisognerà cambiare le abitudini di vita e continuare gli esercizi, con uno sforzo progressivamente minore, per sempre. La medicina estetica è molto simile: prevenire nel tempo o ristrutturare col tempo» affermano i chirurghi.
5) Settembre è il mese giusto per pensare a rimettersi in forma in vista della prossima estate. «Spesso in spiaggia o con i vestiti più corti e scollati, molte donne non si sentono a proprio agio con il proprio corpo. Settembre è il mese ideale per programmare da subito la rimessa in forma: consigliamo ad esempio di programmare due cicli di carbossiterapia annuali, uno verso ottobre-novembre ed un secondo da concludersi a maggio dall’anno prossimo, così da non farsi trovare impreparati alla prova costume» concludono Bove e Rauso.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Danno da vacanza rovinata: Che fare?

Posted by fidest press agency su martedì, 21 luglio 2015

bluvacanzeIl danno da vacanza rovinata, inteso come disagio psicofisico da mancata realizzazione di una vacanza programmata, è quel pregiudizio al benessere psichico materiale che il turista soffre per non aver potuto godere in tutto o in parte della vacanza quale occasione di piacere, svago e riposo, essendo la stessa intesa come periodo di rigenerazione delle proprie energie psico-fisiche.Le aspettative del turista in molte occasioni vengono frustrate a causa di carenze o imprecisioni informative dovute al livello della qualità dell’alloggio, dei trasporti e dei servizi che non corrispondono allo standard promesso con l’acquisto del pacchetto turistico “tutto compreso”.E’ bene dunque fare chiarezza su tali aspetti della normativa che disciplina i c.d contratti di viaggio (limitando l’analisi ai c.d. pacchetti turistici, crociere/vacanze tutto compreso, vale a dire quelli che ricomprendono almeno due tra i seguenti elementi: trasporto, alloggio, servizi in corso di viaggio). Il Codice del Turismo, con l’art. 47 co. 1 D.lgs. n. 79/2011 prevede la possibilità di accordare al turista un risarcimento del danno da vacanza rovinata a causa dell’inadempimento dell’organizzatore, prevedendo “Nel caso in cui l’inadempimento o inesatta esecuzione delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico non sia di scarsa importanza ai sensi dell’articolo 1455 del codice civile, il turista può chiedere, oltre ed indipendentemente dalla risoluzione del contratto, un risarcimento del danno correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed all’irripetibilità dell’occasione perduta”.
Le prestazioni oggetto del contratto devono essere conformi alla proposta contrattuale visionata dal consumatore (opuscolo informativo) ed in base alla quale ha effettuato la scelta (artt. 36-38 Cod. Tur.). Dunque, a titolo meramente esemplificativo: la sistemazione presso una data struttura alberghiera con determinate caratteristiche, il volo di andata e ritorno con una determinata compagnia ed un piano voli predeterminato, guida turistica e/o autoveicoli o natanti per le escursioni in loco e così via.In linea generale, laddove uno dei servizi che contrattualmente il tour operator si era impegnato a prestare manca in tutto o in parte, se viene eseguito con modalità diverse rispetto a quanto previsto nell’offerta e/o nel contratto, l’organizzatore è tenuto a risponderne. In ogni caso, infatti, il tour operator è responsabile dei terzi prestatori dei servizi compresi nel programma di viaggio (art. 43 Cod. Tur.).Il medesimo principio vale nel caso in cui, in conseguenza dell’inadempimento, si verificano danni alla persona, come nel caso non infrequente di sinistro stradale durante uno spostamento in loco previsto nel programma di viaggio (art. 44 Cod. Tur). In tal modo il consumatore turista è agevolato per avere un unico referente contrattuale, l’organizzatore che ha predisposto il pacchetto di viaggio da lui acquistato (direttamente o tramite un’agenzia di viaggi, che svolge il ruolo dell’intermediario nella vendita). Il mancato godimento della vacanza si configura, dunque, come un danno strettamente legato all’inesatta ovvero alla mancata esecuzione delle obbligazioni derivanti dal contratto di vendita del pacchetto turistico, che legittima il turista a richiedere il risarcimento.Innanzitutto la Corte si è pronunciata in maniera positiva su una questione centrale: nell’ipotesi di inadempimento o inesatta esecuzione del contratto rientrante nella disciplina che regola i “pacchetti turistici”, il danno non patrimoniale da vacanza rovinata – inteso quale pregiudizio conseguente alla lesione dell’interesse del turista di godere pienamente del viaggio organizzato come occasione di piacere e di riposo, e quindi, quando non vengano in rilievo lesioni all’integrità psicofisica tutelate dall’art. 32 Cost. – è risarcibile ai sensi dell’art. 2059 cod. civ. (“il danno non patrimoniale deve essere risarcito solo nei casi determinati dalla legge”).Sono, infatti, due le voci di danno da prendere in considerazione: il pregiudizio economico (gli esborsi ulteriori sostenuti dal viaggiatore) ed il danno morale dovuto alla delusione ed allo stress subiti a causa del disservizio.La Corte ha ricordato che il fondamento è proprio nella c.d. vacanza rovinata (Cass. 4 marzo 2010, n. 5189) e che, la stessa Corte di Cassazione, con sentenza 20 marzo 2012, n. 4372, ha cassato una decisione che lo aveva negato, affermando che la risarcibilità di tale danno “è prevista dalla legge, oltre che costantemente predicata dalla giurisprudenza della Corte di Giustizia Europea“.Infatti, la Corte di Giustizia, già nel 2002 (sentenza 12 marzo 2002, n. 168), pronunciandosi in via pregiudiziale sull’interpretazione dell’art. 5 della direttiva sui pacchetti turistici (n. 90/314/CEE), aveva affermato che il suddetto articolo “deve essere interpretato nel senso che in linea di principio il consumatore ha diritto al risarcimento del danno morale derivante dall’inadempimento o dalla cattiva esecuzione delle prestazioni fornite in occasione di un viaggio tutto compreso”, mettendo in evidenza che nel settore dei viaggi turistici si segnalano spesso “danni diversi da quelli corporali”, “al di là dell’indennizzo delle sofferenze fisiche” e che “tutti gli ordinamenti giuridici moderni (riconoscono)..un’importanza sempre maggiore alle vacanze”.Ma con questa sentenza la Cassazione ha fatto un ulteriore passo in avanti, ritenendo sufficiente la prova fornita dai turisti circa l’inadempimento dell’operatore turistico e, in conseguenza di ciò, ha accolto anche la richiesta di risarcimento del danno morale (oltre a quello patrimoniale).Una questione pratica di non scarsa rilevanza attiene alla convenienza o meno di chiamare in giudizio solo il tour operator o anche l’agenzia di viaggi. Ci sono sentenze che hanno affermato che si instaura un rapporto trilaterale tra consumatore, agenzia di viaggi (intermediario) e tour operator (organizzatore).
Come scelta difensiva, si ritiene consigliabile chiamare entrambi i soggetti.Ai fini pratici, quindi, cosa può e deve fare il consumatore nel caso in cui uno dei servizi prenotati manchi in tutto o in parte o sia sensibilmente differente da quanto promesso?Il consumatore dovrà fare un reclamo immediatamente (mandando subito un fax o una PEC all’agenzia di viaggi o al tour operator) contestando la prestazione non conforme al contratto. Questo per consentire all’agenzia e all’operatore di porre rimedio tempestivamente. Successivamente, una volta rientrato, se non è stato posto rimedio, si dovrà procedere con reclamo formale per raccomandata a/r, chiedendo anche i danni.Infatti, un problema, ormai superato dalla giurisprudenza, ha riguardato l’art. 98 cod. cons. cioè il termine per il reclamo che il consumatore deve inoltrare al tour operator o all’agenzia. L’art. 98 cod. cons., ora art. 46 del cod.tur., infatti recita:
1. Ogni mancanza nell’esecuzione del contratto deve essere contestata dal turista, mediante tempestiva presentazione di reclamo affinché l’organizzatore, il suo rappresentante locale o l’accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio.
2. Il turista può altresì sporgere reclamo mediante l’invio di raccomandata o di altri mezzi che garantiscono la prova dell’avvenuto ricevimento, all’organizzatore o all’intermediario, entro dieci giorni lavorativi dalla data di rientro nel luogo di partenza.
Si era posto quindi un problema di interpretazione, perché nel primo comma è previsto che ogni contestazione debba essere effettuata senza ritardo mentre nel secondo comma c’è il termine di dieci giorni.
La giurisprudenza ha ritenuto che l’art. 98 comma 1 è applicabile nel momento in cui il consumatore debba contestare un singolo inadempimento del pacchetto turistico (ad es. suite con idromassaggio, la suite c’è ma manca la vasca idromassaggio), quindi si riferisce ad un singolo inadempimento e all’inesatta esecuzione del contratto. In tal caso, il consumatore deve tempestivamente contestare tale circostanza perché deve dare la possibilità al tour operator e all’agenzia di viaggi di poter adempiere e quindi offrire un’alternativa al consumatore insoddisfatto.
Diverso è il caso del consumatore che agisce per il risarcimento del danno da vacanza rovinata previsto dal secondo comma. Il termine di dieci giorni, secondo l’orientamento della Suprema Corte di Cassazione -che sul punto si è espressa in senso favorevole al consumatore (cfr. Cass. 297/2011)- non rappresenta un termine di decadenza dal diritto ad essere risarciti. Di conseguenza, la contestazione può essere successiva a condizione che avvenga entro il termine di tre anni per danni alla persona. Se però l’inadempimento attiene il servizio di trasporto, il termine di prescrizione è di 18 o 12 mesi a seconda se si tratta, rispettivamente, di danni alla persona o alle cose (trovando applicazione in tal caso la regola generale di cui all’art. 2951 c.c.).
Pertanto, l’omessa presentazione del reclamo non pregiudica la possibilità di esperire la domanda giudiziale di risarcimento, ma potrà al massimo essere posta a fondamento di un presunto concorso di colpa da parte del turista danneggiato, ai sensi dell’art. 1227 del Codice Civile. (Smeralda Cappetti, legale Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lampedusa: una vacanza da favola

Posted by fidest press agency su domenica, 10 luglio 2011

Lampedusa 2007 203

Image by ItaliaABC via Flickr

I Lampedusani scontano l’immagine della loro terra considerata come luogo di approdo degli Africani in fuga. La conseguenza è che l’economia dell’isola, che si regge quasi totalmente sul turismo estivo, ha subito un grave colpo. Si calcola che la contrazione delle presenze turistiche raggiunga il 70%! Eppure, tra i numerosi isolani incontrati, sono pochi quelli che manifestano risentimento nei confronti degli immigrati: “Sono persone, hanno una dignità, meritano aiuto”, dicono. Le responsabilità vengono individuate altrove: nei responsabili della cosa pubblica, in primo luogo; e poi nei mezzi di comunicazione di massa, che diffondono immagini selettive, senza preoccuparsi delle conseguenze. Lampedusa non merita di essere penalizzata per la sua solidarietà. Si è trovata, suo malgrado, al centro di un movimento provocato da cambiamenti epocali (la cosiddetta “primavera araba) con ripercussioni non ancora prevedibili; al centro del Mediterraneo, dove la storia di due continenti, Africa ed Europa, si intreccia da sempre, con alterne vicende. Lampedusa merita di essere visitata, ma non da un anonimo turismo di massa. Merita un turismo intelligente, che sappia sì apprezzare le ineguagliabili bellezze naturali (mare trasparente, fondali da sogno, piccole spiagge meravigliose), ma che soprattutto abbia desiderio di partecipare, perché ai crocicchi della storia è interessante esserci.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

XXVIII Campo Internazionale per giovani Disabili

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2011

Lignano Sabbiadoro 23-30 luglio Dal 23 Luglio 450 giovani provenienti da 23 differenti Paese Europei ed extra Europei, trascorreranno una settimana di vacanza al Villaggio Ge-Tur di Lignano Sabbiadoro (UD). La metà di questi è portatore di handicap e sarà assistita da altrettanti amici che si occuperanno di loro per tutto il periodo. L’organizzazione generale del Campo, di competenza dell’Associazione Cavalieri Italiano dell’Ordine di Malta, è curata da un centinaio di persone, provvederà a tutta la fase preparatoria e gestionale: Segreteria e amministrazione, accoglienza, sicurezza, assistenza sanitaria, coordinamento dei Gruppi, animazione, visite ed escursioni, attività sportive, serate, incontri di carattere culturale, e soprattutto, a cura dei Cappellani, la spiritualità che propone il percorso religioso a tema: “Voi siete la Luce del Mondo.” Molte Delegazioni partecipanti dispongono del loro Cappellano, tutti coordinati dal responsabile del Campo Rev. Padre Costantino Gilardi O.P. La località consente una magnifica attività balneare, che si alternerà alle escursioni proposte e guidate nelle città d’arte vicine, in particolare a Venezia e a Padova. A Padova sarà celebrata con solennità una cerimonia Religiosa nella Basilica di S.Antonio, a cui tutti parteciperanno, mercoledì 27 luglio alle ore 11,00. Sarà presieduta dal Cardinale Patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta. S.Em. Rev.ma Paolo Sardi.
Nella giornata di martedì 26 Luglio, al Campo verrà data memoria dell’Unità Nazionale con una giornata intitolata “Viva l’Italia”. Verranno proposti agli ospiti momenti esaltanti ed emozionanti con partecipazione di significative realtà del nostro Paese e giochi miranti a una maggior conoscenza storica dell’Italia e dell’Europa. E’ prevista la visita al Campo di S.A.Em.ma il Principe e Gran Maestro, del Prelato dell’Ordine Mons. Angelo Acerbi, di Dignitari e di Autorità locali. La prima Delegazione in arrivo, è attesa la sera del 22 Luglio, proveniente dall’Australia. Le altre Delegazioni, Italia, Stati Uniti, Canada, Francia,Belgio, Svizzera, Spagna, Germania, Belgio, Paesi Bassi, Regno Unito, Irlanda, Polonia, Austria, Ucraina, Bosnia Erzegovina, Croazia, Rep. Ceca, Ungheria, Romania, Svezia, Lituania

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo: perplessità sul nuovo codice

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2011

“Un minestrone di norme che forse complicherà la vita dei consumatori”. E’ questo il giudizio di Massimiliano Dona, Segretario generale dell’ Unione Nazionale Consumatori (UNC), in riferimento all’entrata in vigore, il 21 giugno, del decreto legislativo n. 79 del 23 maggio 2011, il così detto Codice del turismo. “Tra le novità più attese avrebbe dovuto esserci il riconoscimento per danno da vacanza rovinata -afferma il Segretario generale- ma si tratta di un bluff: per essere risarciti il tour operator dovrà averla fatta davvero grossa e non è tutto. Il risarcimento sarà correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso e all’irripetibilità dell’occasione perduta, tenendo conto della motivazione del viaggio: ciò significa che sarà più difficile rispetto al passato ottenere il risarcimento da disservizi turistici”. “Si è tentato di fare chiarezza in un settore che, nonostante la crisi, dovrebbe restare il motore del nostro Paese -conclude l’avvocato Dona- ma il Ministro Brambilla si è affidata a redattori troppo fantasiosi, invece di consultare le parti interessate. Adesso attendiamo con preoccupazione l’estate 2011 che sarà il banco di prova perfetto per il nuovo regolamento”. Ricordiamo che al Turismo è dedicata una sezione del progetto “Guarda che ti riguarda” finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova formula per viaggiare negli Stati Uniti

Posted by fidest press agency su martedì, 14 giugno 2011

Punta sull’originalità la programmazione Dreamland negli Stati Uniti: l’operatore romano arricchisce il prodotto USA lanciando una nuova formula di viaggio che cambia il concetto dei tour tradizionali proponendo itinerari con trasporto in aereo privato e pullman deluxe per dimezzare i tempi dei trasferimenti e godersi al massimo la vacanza.
Il tour “Western Wonder Experience”, ad esempio, comprende 7 giorni/6 notti tra Monterey e Carmel, tra avvistamenti di balene, i ristorantini di pesce del Old Fisherman’s Wharf e i paesaggi della 17-Mile Drive, San Francisco, i pescatori di Sausalito, le gigantesche Sequoie Redwood del parco di Muir Woods, la Wine Country per degustare i migliori vini californiani, le meraviglie naturali di Yosemite National Park, Grand Canyon e Bryce Canyon fino alla tappa finale di Las Vegas. Il tour “All American Eastern Experience”, invece, è dedicato alla costa est tra Canada e USA, con 6 giorni tra Niagara Falls, Toronto, Hershey, Hamish Country,Harrisburg, Alexandria, Washington DC, Mount Vernon, a cui si può aggiungere il soggiorno a New York. Le partenze dei tour sono ogni martedì a partire da metà giugno, con quote a partire da 1.000 euro per il tour All America Eastern Experience (escluso l’eventuale soggiorno a New York) e da 1.230 euro per il Western Wonder Experience: entrambe le quote comprendono trasferimenti con aereo privato, pullman deluxe, guida in italiano, pernottamenti e trattamento di mezza pensione, visite e ingressi ai parchi, consegna bagagli in camera, mance e spese di facchinaggio.
Dreamland Tour Operator, operativo dal 1999, vanta una programmazione tailor made raccolta nei prodotti Spagna, Portogallo, Terre d’Asia, Africa e Americhe. L’offerta spazia da tour con accompagnatore a Fly and Drive, da soggiorni mare nelle località più belle del mondo a circuiti avventurosi per gli amanti della natura, da vacanze di charme a itinerari culturali alla scoperta del folklore e delle tradizioni di antiche civiltà. I cataloghi e le offerte speciali firmate Dreamland sono on line sul sito http://www.dreamlandtour.com. (golden gate, Grand Canyon)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Pasqua: i diritti di chi va in vacanza

Posted by fidest press agency su martedì, 12 aprile 2011

“Le vacanze di Pasqua sono alle porte e seppur quest’anno il calendario non sia stato particolarmente benevolo ci auguriamo che gli italiani in partenza non rimarranno vittime dei soliti ‘viaggi…miraggi’”. E’ quanto afferma Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori riferendosi alle migliaia di segnalazioni di disservizi da “vacanza rovinata” che giungono, in tutti i periodi dell’anno, alla nostra associazione. Una recente sentenza di gennaio 2011 -spiega l’avvocato Dona- ha ribadito l’importanza della ‘finalità turistica’ rendendo il tour operator responsabile per ogni problema insorto durante la vacanza tutto compreso ed ammettendo, in capo al consumatore, oltre al diritto al rimborso dei servizi mancanti anche il risarcimento del danno morale da vacanza rovinata”. Qualche suggerimento per evitare che qualche giorno di relax si trasformi in un vero e proprio incubo può essere utile: “Intanto va detto che acquistando un pacchetto tutto-compreso, il turista è più protetto in caso di disservizi, anche perché l’operatore che ha organizzato il viaggio diventa l’unico interlocutore per i reclami e il pagamento degli eventuali danni”. “Prima della partenza -consiglia Massimiliano Dona- è bene verificare presso l’Assessorato al turismo della Regione che l’agenzia o il tour operator prescelti risultino iscritti negli elenchi regionali. Occhio inoltre a tutto ciò che si firma e all’eventuale previsione di costi supplementari: in ogni caso è buona regola conservare una copia del contratto, del catalogo e di tutti gli altri materiali forniti dall’agenzia. Se si compra on-line stampare le pagine del sito ed in particolare i vouchers. Se si acquista anche una assicurazione, verificare franchigie o spese non rimborsabili. Se poi si visita un paese straniero, è sempre buona norma informarsi sugli adempimenti burocratici e sanitari necessari e, a seconda della destinazione, è consigliabile consultare anche il sito della Farnesina viaggiaresicuri.it”. “In caso di difformità e disservizi -prosegue Dona- è importante documentare tutti i disagi tramite fotografie e filmati sul posto che saranno fondamentali per ottenere un risarcimento; il reclamo va formalizzato entro 10 giorni lavorativi dal rientro, con richiesta di rimborso a mezzo lettera raccomandata a.r. da indirizzare all’agenzia di viaggi, al tour operator e per conoscenza alla nostra Unione Consumatori”. Per ulteriori informazioni la consulenza dei nostri esperti consultare l’apposito sportello ‘vacanza rovinata’ presente sul sito http://www.consumatori.it.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una vacanza a due passi da casa

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 aprile 2011

Per 6 italiani su 10 il modo di trascorrere le vacanze e’ cambiato notevolmente negli ultimi anni. Infatti il 58% preferiva la classica capitale europea e quasi uno su due sognava i paradisi esotici extraeuropei. Adesso motivi strettamente economici (82%) e legati alla vicinanza (57%) spingono sei italiani su dieci a dichiarare di voler trascorrere i prossimi week end e ponti festivi in agriturismi e masserie immediatamente fuori città, per riscoprire il gusto della qualita’ enogastronomica (73%) e l’eccellenza dei prodotti e degli alimenti tipici locali (57%). Ma cosa rappresentano questi piccoli viaggi? Un modo per staccare la spina dalla quotidianita’ (63%) per scoprire l’Italia e territori vicini ma di fatto sconosciuti (46%). Questo e’ quanto emerge da uno studio promosso da “VdG Magazine”, la rivista diretta da Domenico Marasco e in edicola nei prossimi giorni, condotto da su 1700 italiani, donne e uomini dia 18 ai 65 anni, attraverso un monitoraggio su blog, forum, community a cui e’ stato chiesto come trascorrono i fine settimana liberi dal lavoro e i ponti in occasione delle festivita’. Quello che oggi gli italiani richiedono alla propria vacanza durante i ponti festivi e nel week end e’ soprattutto una maggiore ricercatezza della qualita’ enogastronomica (73%) e della tipicita’ e del gusto degli alimenti locali (57%). Uno su due vuole tornare a vivere un rapporto non artefatto con la natura e gli animali (49%) per tornare a vivere un po’ di relax, benessere e tranquillita’ (43%). La montagna resta la meta preferita di 1 italiano su 2 (51%), le grandi capitali europee riscuotono il gradimento di quasi 3 intervistati su 10 (37%), le localita’ marine del 26% mentre addirittura quattro su dieci dichiarano che resteranno a casa (43%). Le strutture che piu’ saranno prese d’assalto, secondo gli intervistati, sarannoagriturismi (38%) e bed&breakfast (33%), mentre gli hotel restano ai margini della classifica con solo il13% di gradimento. Questo perché sono riusciti a intercettare il bisogno degli italiani di staccare la spina dalla quotidianita’(63%) e la loro voglia di scoprire l’Italia e territori vicini ma sconosciuti (46%), capaci di regalare nuove e piu’ sane abitudini alimentari (37%). Uno su due (51%) dichiara infatti di fare “spesa” di prodotti enogastronomici tipici dei luoghi che visita, portando a casa tutto ciò che di buono possono offrire, come salumi e insaccati (53%), vini e liquori (49%), formaggi (45%), frutta e verdura (41%).

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Tutti in vacanza a Lampedusa

Posted by fidest press agency su martedì, 22 marzo 2011

Gli Indipendentisti du Frunti Nazziunali Sicilianu  – “Sicilia Indipinnenti” constatano, con partecipata e viva apprensione, che a Lampedusa, la punta avanzata della Sicilia e dell’Europa nel Mediterraneo  è venuta ad aggravarsi ulteriormente una situazione sociale, umanitaria, logistica complessa. Una comunità quella lampedusana che ha visto “raddoppiare” la sua  popolazione e che ha colto chiaramente l’intenzione, la volontà palesata dal  Governo e dai partiti italiani di trasformare l’isola in una tendopoli. Tant’è che i lampedusani ancor più degli altri Siciliani si sono visti costretti a  mobilitarsi compattamente per non fare passare sulle proprie teste scelte  illogiche fatte nei lontani palazzi romani.  I lampedusani non hanno rifiutato attenzione e accoglienza ai profughi, avendone data ampia, diffusa, concreta testimonianza  ma chiedono che siano l’intera Italia e l’intera Europa ad assumere in forma organica, sostenibile e rispettosa della dignità umana l’onore e l’onere derivanti dal dare  accoglienza. Gli Indipendentisti du FNS sono solidali con l’Amministrazione comunale e i cittadini di Lampedusa. E chiedono, ad alta voce, che siano l’intera Penisola e l’intera Europa a fornire assistenza e accoglienza ai migranti e ai profughi.  E inaccettabile che tutti i sacrifici debbano essere sopportati dall’Arcipelago Siciliano –  Lampedusa in prima linea.   Siamo stanchi di essere trattati come una colonia.    Ma non ci fermiamo qui. Non basta, non può bastare. A Lampedusa c’è, infatti oggi oltre all’emergenza logistico-umanitaria un’altrettanto grave urgenza economica che può e deve essere affrontata al più presto, prima che si inoltri la stagione turistica.  L’arrivo di migliaia di profughi in fuga ha causato, infatti, una valanga di  disdette da parte dei turisti. Fenomeno questo  oltremodo grave in una isola  che vive soprattutto dell’ attività turistica. Quindi, che fare?  ‘U Frunti Nazziunali Sicilianu – “Sicilia Indipinnenti” ha una proposta concreta  che è anche una sfida. Invitiamo i membri dei Governi centrale e regionale, i Parlamentari, tutte le   Alte Cariche Istituzionali, i Grand Commis, i Vip,  tutti e senza defezioni a  prenotare e fare le loro prossime vacanze a Lampedusa.  Vediamo se, almeno una volta, le cosiddette èlite sapranno fare seguire i fatti  alla loro solita propensione alla retorica delle parole.  Chissà se saranno all’altezza…  Invitiamo inoltre il Governo e il Parlamento Siciliano a dare forza alla protesta  di Lampedusa e ad adoperarsi con questa ed altre proposte a salvare la  imminente stagione turistica e quelle successive. Non possiamo permettere  che Lampedusa sprofondi nel caos e… nelle promesse non mantenute.

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Libro: Un’americana a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Un viaggio verso l’Italia che si trasforma in un viaggio dentro se stessi. Gail e Corinna, due turiste americane, lasciano gli Stati Uniti per qualche giorno di riposo a Roma, pensata come una vacanza all’insegna della cultura e del buon cibo si trasforma ben presto in qualcosa di inaspettato ed emozionante. Sulla loro strada incontreranno un pilota dell’Alitalia, Massimo, insieme al suo amico Emiliano scopriranno le meraviglie della città eterna nelle sere d’agosto, posti che dovrebbero risultare familiari ma che riescono a regalare emozioni sempre nuove. La storia si snoda tra Roma ed Amalfi durante il fine estate del 1992, viene raccontata a distanza di quasi vent’anni dal protagonista ad un giovane amico tra i tavolini di un bar; tra un giornale letto ed un caffè ancora da prendere emergeranno discussioni profonde tra i due, due generazioni a confronto sui temi dei sentimenti. Nel libro non viene mai esplicitata una domanda, che avrà sicuramente sfiorato in molti leggendolo, i sentimenti vengono descritti e vissuti senza freni, come meglio non si potrebbe, ciò che poi alla fine rimane permette di riflettere riguardo se ne sia valsa davvero la pena, se siano una cosa che “convenga” o magari invece non proprio un grande affare. L’opera è stata realizzata anche per fare da supporto all’insegnamento della lingua italiana, reso possibile dalla sintassi semplice e diretta e da un utilizzo variegato ma mirato di coniugazioni verbali. Scritto in italiano ma edito negli Stati Uniti, proprio per favorirne la diffusione tra i stranieri che si stanno avvicinando alla nostra lingua o che la praticano già da qualche anno, dedicato a tutti gli emigranti, come del resto anche l’autore è stato, affinchè sfogliando quelle pagine si riescano a riassaporare certi sapori, suoni e quelle emozioni che soltanto il nostro paese riesce a regalare. L’opera è rivolta anche a tutte quelle persone che si sono sempre domandate se i sentimenti ed i modi d’amare cambiano a seconda delle latitudini, chiedendosi magari se un amore “straniero” è da considerarsi un qualcosa di “diverso”, per poi rendersi conto che gli attori principali sono sempre gli esseri umani, non le culture o gli stili di vita. (Claudio Ruggeri “Un’Americana a Roma”, ISBN 9781446629635)
Claudio Ruggeri, 27 anni residente a Grottaferrata (Roma). Il suo mestiere è quello di impiegato presso un’azienda di assistenza informatica a Tor Vergata, scrivere è più che altro un hobby. Ha vissuto all’estero un paio d’anni, prima in Inghilterra e poi negli Stati Uniti dove ha anche studiato.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo zodiaco associato ad una vacanza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 dicembre 2010

Ariete. Pronti, partenza e… manca davvero poco al vostro via! Sembra che tutto entri nel giro giusto per ottenere finalmente quello per cui avete tanto lottato. Siete un segno di fuoco, impazienti e anche un pochino egoisti, ma siete riusciti a dominare i contrasti e a superare gli ostacoli. Non mettetevi proprio ora a scatenare discussioni e litigi, visto che ormai il periodo catartico è finito. Al Garberhof di Malles (BZ) (tel. 0473.831399, http://www.garberhof.com) scoprite il benessere orientale nel cuore delle Alpi con due giorni Hamam!. Prezzo a partire da 245 euro a persona.
Toro. Stop! E’ora di fermarsi un attimo, cancellare i brutti pensieri che vi arrovellano e cercare di stilare una lista di priorità. Le imperfezioni esistono, ma si possono anche evitare aggirando le difficoltà, l’importante è essere allenati e pronti ad affrontare le cose. Unico consiglio è quello di non fare tragedie quando non esistono, ma di essere obiettivi dandosi dei compiti. Al Romantik Hotel Post di Nova Levante (BZ) (tel. 0471.613113; http://www.romantikhotels.com/Welschnofen) un elisir di bellezza con  proprietà antiossidanti che offrono una soluzione all’avanguardia ai processi di logorio.
Gemelli. L’entusiasmo non vi manca, avete un’energia vitale che nemmeno sei ore consecutive di palestra potrebbero spegnere, il problema è che siete nel bel mezzo di un ciclone di eventi ed emozioni. Se nella vostra mente tutto questo vi stimola, nella realtà è ora di un “resetting”. Tempo di decisioni, di determinazione, volontà e pazienza per mettere ordine alla vostra vita. La soluzione ideale? Nel tratto tra il Golfo dei Poeti e il Golfo del Tigullio, in una delle rare spiagge della riviera di Levante si trova Deiva Marina (SP), al Liguria Apartments (tel. 0187.815934; http://www.liguriapartments.it). Dall’8 al 31 gennaio 2011 prezzi settimanali a partire da 380 euro ad appartamento da 2 a 4 persone.
Cancro. Siete come i bambini la mattina di Natale, quando spacchettano i regali che hanno tanto atteso. Avete voglia di un focolare caldo e famigliare e di ricreare un’atmosfera da Schiaccianoci di Čajkovskij, tra sogni, immaginazione, la magia della neve e le persone che più amate al vostro fianco. La Val di Fiemme è quello che fa al caso vostro, in un luogo unico tra un palazzo incantato e uno chalet di montagna: è Castelir Suite Hotel di Panchià (TN) (tel. 0462.810001; http://www.trentinocharme.it), uno dei dodici gioielli del Club di Prodotto Trentino Charme.
Leone. Avete presente la grafica di un elettrocardiogramma? Più o meno è il vostro andamento, ma non bisogna preoccuparsi perché è sintomo di grande vitalità. Magari avevate voglia di vivere con maggiore sicurezza, forse eravate alla ricerca di certezze, ma non preoccupatevi: superato questo momento elettrizzante, si risolverà tutto in modo positivo e con più linearità. Rallentare il battito cardiaco in modo del tutto ecologico? Si può, al theiner’s garten BIO Vitalhotel****s (tel. 0473.490880; http://www.theinersgarten.it). Per soggiorni di 7 notti, una notte è in omaggio e per il lungo weekend dal 2 al 7 gennaio 2011 l’offerta è di 5 notti al prezzo di 4.
Vergine. Vi siete dati da fare, ci avete messo tutto l’impegno possibile e immaginabile, avete dovuto tirare fuori la più dettagliata programmazione per riuscire a fare tutto e in maniera perfetta come piace a voi. Direi che un sano e meritato riposo per staccare la mente da qualsiasi stress e dedicarvi al vostro partner sia il giusto modo per andare davvero in vacanza, lasciandovi alle spalle lo stress e iniziando il nuovo anno con il fabbisogno energetico ottimale! Uno spunto originale? Le proposta incantata di Borgo Casale ad Albareto (PR) (tel. 0525.929033, http://www.borgocasale.com).
Bilancia. State andando alla grande, non credo abbiate nessun tipo di rimpianti sia sul lavoro sia in campo amoroso. Magari non sarete immediatamente ricambiati, ma voi davvero non potreste fare di meglio e lo sapete benissimo. Amanti del bello e del lusso è ora di farvi un regalo stravagante: a “New Exclusive Sicilian Hospitality”. Nel cuore del Mediterraneo, in un luogo dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, un palazzo barocco settecentesco dal grande fascino. Si chiama Palazzo Hedone (tel. 0932 841187; http://www.palazzohedone.it), nell’antica città di Scicli (RG).
Scorpione. Marte e Venere in un unico segno, cosa chiedere di più? L’audacia, la bellezza, l’eleganza e il successo si alternano per darvi ciò che aspettavate da tempo. Dotati inoltre di naturale intraprendenza vi aspetta un inizio anno davvero con i “fiocchi”. Il luogo ideale dove trascorrere un magico weekend? Nel cuore della Val Gardena, tra montagne stupende, in un pesino che sembra un gioiello: Ortisei (BZ) all’Alpin Garden Wellness Resort (tel. 0471.796021, http://www.alpingarden.com). Prezzi a partire da 168 euro a persona al giorno con trattamento di mezza pensione con merenda, accesso libero alla zona fitness e alla spa.
Sagittario. Scoppiettanti come il Capodanno siete pronti per fare fuochi d’artificio in mezzo ad un cielo stellato. Siete brillanti, compagnoni, soddisfatti in amore e pronti per un party lungo come tutto il 2011. Al Romantik Hotel Jolanda Sport (tel. 0125.366140; http://www.romantikhotels.com/Gressoney) nella Valle di Gressoney (AO) Dal 10 al 24 gennaio 2011 prezzi per la settimana bianca a partire da 580 euro per persona in camera doppia con trattamento di mezza pensione.
Capricorno. La transizione dal 2010 al 2011 non passerà certo inosservata, poiché arrivate con un fardello molto pesante di cui non vedete l’ora di liberarvi. Avete le spalle affaticate e molto bisogno di rilassarvi, distendere i muscoli, dedicarvi al vostro benessere. Ma non preoccupatevi perché il 2011 sarà il momento della vostra svolta, vedrete che quel sacco ingombrante lo potrete portare direttamente in soffitta e iniziare la vita che avete sempre sognato quando giocavate a bambole con la vostra migliore amica. Ma ora è il momento di combattere la sindrome del Burn Out  ovvero del “non ne posso più”, all’Hotel Mirabell di Valdaora (BZ) (tel. 0474.496191; http://www.mirabell.it).
Acquario. Baciati dal sole, anche se è inverno! Siete intraprendenti, anticonformisti, originali e pieni di iniziative. Avete voglia di vedere, scoprire nuovi orizzonti e dare sfogo alla fantasia. Non siete capaci di stare fermi nemmeno in vacanza, perché la vacanza per voi non esiste, amate e siete soddisfatti dal vostro lavoro che è anche un hobby e l’obiettivo principale. Quello che fa per voi è Bush Adventures (tel. +254 724 301095; http://www.bush-adventures.com) per vivere tra i monti sacri e la fauna brada, nelle riserve Maasai, imparare i rituali di questa tribù nota in tutto il mondo, conoscere gli animali e provare l’emozione di dormire sotto il cielo stellato dell’autentico Kenya. Training da 4 a 12 giorni a partire da 1300 euro a persona.
Pesci. Creativi e sognatori ma portati a usare troppa razionalità per paura che qualcuno possa approfittarsi di voi. Ultimamente siete stati un po’ troppo strateghi, ponderando ogni singola azione, passando ai raggi x chi vi sta vicino e frenando ogni vostro istinto in nome di ciò che è giusto e si deve fare. Ma in realtà quello di cui avete maggiormente bisogno è un grande sogno… in tedesco un “Traum”. Se dunque non avete ancora dimenticato le favole, ora c’è un modo per viverle. Il Traumhotel …liebes Rot-Flüh di Haldensee (Tirolo Austriaco) (tel: +43 567564310; http://www.rotflueh.com).

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italiani in vacanza

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 settembre 2010

Da un’indagine condotta dall’Adoc risulta che solo il 35 per cento degli italiani è andato in vacanza, anche a causa dei rincari per spostamenti e alloggio. Secondo l’associazione un biglietto aereo in media e’ costato il 18 per cento in più della scorsa estate, un viaggio in treno il 13 per cento in più e l’automobile ha comportato un esborso maggiore di oltre 20 euro per due pieni. I pacchetti vacanza tutto compreso hanno subito un rialzo del 4,3 per cento e l’alloggio in un albergo a mezza pensione per una settimana è costato l’1,2 per cento in più.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mete turistiche

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 settembre 2010

Secondo l’Hotel Price Index di Hotels.com, la maggior parte degli italiani in vacanza nel proprio Paese predilige le stesse città amate dai visitatori stranieri. In testa alla classifica troviamo la capitale, Roma, che rimane la meta più gettonata in assoluto da italiani e non, subito seguita da Milano, Firenze e Venezia, che con il fascino dei suoi calli e campielli dimostra di continuare a conquistare tutto il mondo. Mentre a completare la lista delle 5 città più amate degli italiani troviamo Palermo, l’unica città di mare e nel Sud nella lista delle top 5, gli stranieri dimostrano di preferire di gran lunga Sorrento, classificando Palermo solamente al 10° posto.  Secondo Hotels.com, i turisti esteri che vengono a visitare il nostro Paese non rinunciano alla visita alla famosa torre pendente di Pisa, che invece per gli italiani è solo al 9° posto in classifica. Tra le città che vantano un eguale interesse sia da parte degli stranieri che da parte degli italiani troviamo Bologna e Napoli, rispettivamente al 6° e 7° posto per gli italiani e all’8° e 7° per gli stranieri.  Torino e Genova, invece, – rispettivamente all’8° e 10° posto nella classifica delle città più visitate dagli italiani – non compaiono tra le favorite dagli stranieri, che preferiscono lasciarsi contagiare dal fascino della bellissima Taormina. Ma quando siamo noi a viaggiare oltreconfine, quali sono le città che visitiamo più di tutte? Gli Stati Uniti sono indubbiamente il Paese più gettonato, con New York, prima in classifica,  ma anche Miami, San Francisco e Las Vegas, che guadagnano rispettivamente l’8°, 9° e 10° posto. Al 2° posto troviamo Londra, seguita dalle vicine Parigi, Madrid e Barcellona. Berlino e Stoccolma sono rispettivamente in 6° e 7° posizione.
L’Hotel Price Index (HPI®) è un’analisi condotta regolarmente da Hotels.com sui prezzi degli hotel nelle principali destinazioni turistiche in tutto il mondo. L’HPI® si basa sulle prenotazioni effettuate in circa 91.500 strutture presenti su Hotels.com in oltre 15.750 destinazioni.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vacanza rovinata: rimborsi

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 settembre 2010

“Il mio aereo per il rientro in Italia ha subìto un ritardo di sei ore’; ‘L’albergo che ho prenotato era presentato sul catalogo come un quattro stelle e invece si è rivelato una struttura fatiscente’; ‘I miei bagagli sono stati smarriti e ho dovuto acquistare nuovi vestiti in vacanza’. Sono solo alcune delle numerose segnalazioni giunte alla nostra Unione da parte di malcapitati turisti le cui tanto attese vacanze non sono andate come il previsto”. E’ quanto rende noto Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC). “Ormai  -prosegue Dona- sembra essere diventata una triste consuetudine: a settembre, alla riapertura degli uffici, le nostre scrivanie sono sommerse dalle richieste di aiuto di villeggianti rimasti vittime di vacanze rovinate”. “Nel caso si siano prenotati pacchetti turistici -spiega il Segretario generale dell’UNC- ricordiamo che per ottenere il risarcimento dei danni subìti si hanno 10 giorni lavorativi dal rientro per inviare un reclamo con richiesta di rimborso a mezzo lettera raccomandata a.r. indirizzata all’agenzia di viaggi, al tour operator e per conoscenza alla nostra Unione Nazionale Consumatori. E’ bene poi conservare il catalogo, la documentazione di viaggio e la documentazione comprovante l’eventuale inadempimento del tour operator”. “Sul nostro sito internet http://www.consumatori.it sono disponibili altri utili consigli e delle lettere fac-simile per le richieste di rimborso. Sempre sul sito -conclude Dona- è possibile accedere all’apposito sportello ‘Vacanza rovinata’  per richiedere la consulenza dei nostri esperti”.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quella politica che non piace

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 agosto 2010

“Non è nostro costume e neanche nostro interesse entrare nelle beghe politiche però siamo esseri pensanti e come tali giudicati e ci pare che il livello della discussione politica abbia alzato i toni abbassando i contenuti”. – Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, commenta così il clima politico che si è respirato in questi giorni che sarebbero dovuti essere di vacanza. “Ci siamo lasciati – dice Franco Maccari – con l’approvazione di una manovra finanziaria capestro e ci ritroviamo alla ripresa senza veder tirar fuori una sola idea costruttiva sul potenziamento dei presidi che devono garantire sicurezza e legalità.      Di più – continua il leader del Sindacato Indipendente di Polizia – ci rendiamo conto che la sicurezza diventa un punto, l’ultimo ci pare di capire, di un pentagramma (perché i punti sono cinque) che il Presidente Berlusconi vuole “suonare” in Parlamento al solo scopo di ottenere una fiducia che gli consenta non di governare, ma di mantenere postazioni di potere. Abbiamo assistito in questa estate ad attacchi volgari – dice ancora il Segretario Generale del Coisp – nella forma e nella sostanza, ultimi in ordine di tempo quelli del Ministro Bossi, fatti di parolacce rivolti a un avversario politico. E siccome la forma è anche sostanza, riteniamo a questo punto che il Ministro Bossi sia nella realtà ciò che pronuncia”. “Siamo dunque d’accordo con quanto affermato da Famiglia Cristiana – conclude Franco Maccari -, questo Governo distrugge il dissenso. Però siamo anche consapevoli di una cosa: il dissenso si distrugge laddove non ci sia una sostanza di fatti a sostenerlo. Il dissenso del Coisp resisterà agli attacchi di un Governo incapace di costruire ed in grado solo di manifestare potenze distruttive. Noi non staremo a guardare mentre lo Stato si sgretola sotto i colpi eversivi di chi, con il vestito di “governante”, attenta alla tenuta democratica dello Stato anche con azioni che stanno pugnalando alle spalle le Forze di Polizia del Paese”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

6 italiani su dieci non vanno in vacanza

Posted by fidest press agency su martedì, 10 agosto 2010

Sei italiani su dieci non possono permettersi le vacanze. Lo dice l’ultimo rapporto del Censis. Circa il 58% dei cittadini ha deciso di rinunciare alla villeggiatura o è stato costretto a farlo.
La disoccupazione dilagante e gli ammortizzatori sociali che tengono a galla migliaia di italiani hanno prodotto nuovi effetti sull’economia reale. A pagarne il prezzo più alto, questa volta, è l’industria Turismo.  Le previsioni del Governo erano del tutto errate. E c’era da attenderselo: dopo 12 mesi difficili, fra fabbriche chiuse e imprenditori scappati all’estero, aspettarsi una stagione estiva rosea sotto il profilo delle presenze era da ingenui.  Il Ministro Brambilla, ultimamente impegnata fra vacanze francesi e nel trovare il modo per abolire il Palio di Siena, qualche mese fa aveva illuso gli italiani. «Ne partiranno 5 milioni in più rispetto allo scorso anno» aveva annunciato soddisfatta. Ora Federconsumatori le chiede spiegazioni e per la prima volta nella storia gli esercenti degli stabilimenti balneari scioperano. La promozione all’estero svolta dal Governo, tanto acclamata dalla Brambilla, non pare aver dato grossi risultati. La caduta libera del settore turistico è solo lo specchio di un Paese economicamente in ginocchio. “Magic Italy”, lo spot con la voce di Berlusconi promosso dal ministero della Brambilla, invitava gli italiani a conoscere meglio «la tua magica Italia». Uno spot beffardo e controproducente. Beffardo perché è proprio il Presidente del Consiglio, improvvisato keynesiano, a non conoscere il Paese, a non avvertirne i malesseri, probabilmente accecato dai conti economici delle sue aziende tutelate dallo Stato. Controproducente perché, come dicevo un mese fa, proveniente dal soggetto meno indicato a promuovere l’immagine del Paese. (Antonio Di Pietro)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »