Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Posts Tagged ‘vademecum’

Ambulatori, il vademecum per la gestione in sicurezza degli studi medici alla riapertura

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 maggio 2020

Spazio di 2 metri quadri per persona nelle sale d’attesa, il personale di segreteria dovrà indossare mascherine chirurgiche e i bagni dovranno essere attrezzati solo con materiale monouso. Queste solo alcune delle indicazioni contro il rischio di contagio stilate in un vademecum dall’Ordine dei medici (Omceo) di Roma rivolto agli operatori sanitari. Il documento, «in attesa di provvedimenti del Governo sulle regole da seguire per la gestione in sicurezza di studi, ambulatori e poliambulatori», contiene linee precise e dettagliate per l’organizzazione delle sale d’attesa, delle aree cliniche dove il paziente viene trattato, l’ingresso delle persone che hanno bisogno di essere accompagnate e le aree dove possono lasciare gli oggetti personali, l’utilizzo dei bagni. In particolare, sulle prestazioni medico-odontoiatriche viene indicato di fornire al paziente tutte le informazioni utili, invitandolo a contattare il professionista per qualsiasi nuova sintomatologia non evidenziabile al momento della visita, imputabile ad una possibile infezione da Sars-CoV2.
Il vademecum prevede l’eliminazione di riviste e giocattoli per bambini, schermi protettivi alla reception, penne non riutilizzabili per le firme. Il paziente deve riporre gli oggetti personali come borse e cellulari in un apposito contenitore personale monouso che va consegnato prima di entrare nell’area clinica. I bagni dovranno essere attrezzati solo con materiale monouso. Il personale di segreteria dovrà indossare mascherine chirurgiche e provvedere alla disinfezione delle mani o indossare guanti monouso. Per quanto riguarda le aree cliniche, se il paziente può mantenere la mascherina durante la visita, allora l’operatore indosserà una mascherina Ffp2, se invece il paziente non può indossare la mascherina (come dal dentista o dall’otorino, per esempio) l’operatore indosserà visiere/schermi, occhiali protettivi e mascherine con capacità filtrante Ffp2 o superiore. Il vademecum specifica che tutte le attività che vengono svolte per il singolo paziente devono essere precedute da una opportuna preparazione dello strumentario su piani di lavoro disinfettati; gli strumenti che generano aerosol devono essere sostituiti, devono essere utilizzati sistemi di aspirazione che riducano la dispersione di aerosol nell’ambiente circostante.L’Omceo, inoltre, precisa che, dove possibile, va l’ingresso ad accompagnatori, che in ogni caso devono essere anch’essi sottoposti a triage, come i pazienti. Mascherine adeguate verranno fornite dall’ambulatorio a chi ne è sprovvisto. Per ridurre il consumo improprio ed eccessivo di Dpi – scrive l’Ordine dei medici – è opportuno che gli operatori evitino di uscire dalle aree cliniche durante visite e trattamento dei pazienti. Nelle aree che sono ad esclusivo uso degli operatori sanitari, bisognerà portare sempre la mascherina se ci sono più persone e non si può rispettare la distanza di sicurezza, le divise da lavoro non devono essere portate a casa ma lavate all’interno del presidio sanitario o consegnate a una ditta specializzata. La consegna di materiale e dispositivi medici deve avvenire ad orari concordati, su appuntamento e in prossimità dell’ingresso. (by Anna Capasso fonte: Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il vademecum di Fortinet per chi lavora da casa

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 aprile 2020

Il telelavoro è indubbiamente un’opportunità per aziende e dipendenti. Può, però, nascondere anche dei rischi, legati soprattutto all’utilizzo che viene fatto dei dispositivi, che è bene mantenere in sicurezza. Ogni volta che un device personale viene compromesso, infatti, questo può rappresentare di riflesso un rischio anche per l’azienda in cui la persona lavora. Si tratta di un fattore di rischio che, ad oggi, non è ancora adeguatamente percepito. Quando ci si collega da remoto alla rete aziendale, è fortemente raccomandato l’utilizzo l’uso di un punto di accesso sicuro.Un modo per ridurre al minimo i rischi di connessione alla rete aziendale tramite la connessione Wi-Fi dei dipendenti consiste nell’utilizzare una rete privata virtuale (VPN). Le VPN, acronimo di Virtual Private Networking, sono indispensabili per tutti coloro che lavorano in smart working in quanto consentono di connettere risorse remote tramite un canale crittografato che permette lo scambio sicuro di informazioni. Per un criminale informatico è infatti sufficiente una connessione malevola per intercettare tutti i dati di navigazione mentre ci si sposta su siti e account.
É importante evitare di replicare la stessa password per diversi account, in particolare su dispositivi e applicazioni utilizzati per accedere a informazioni aziendali sensibili. Le password dovrebbero essere complesse, includendo numeri e caratteri speciali. Le password complesse potenziate con l’autenticazione a due fattori poi sono ancora migliori, garantendo che solo le persone autorizzate possano accedere a sistemi aziendali e dati sensibili. I recenti progressi nella biometria, come scanner di impronte digitali e software di riconoscimento facciale, forniscono un’autenticazione a più fattori simile. E poiché il numero di password da ricordare aumenta, è bene prendere in considerazione l’utilizzo di software di gestione che aiutino a tenerne traccia.
Il vettore di attacco più popolare ancora sfruttato dai cybercriminali oggi in maniera esponenziale è la posta elettronica, che rimane il modo più semplice per distribuire il malware a utenti ignari. È importante essere vigili quando si risponde alle email, in particolare quelle contenenti link e allegati. I più sanno già che non si deve mai cliccare su un collegamento o allegato da un mittente sconosciuto. E anche se un’e-mail sembra provenire da una fonte attendibile, è bene assicurarsi di guardare attentamente l’indirizzo del mittente o l’URL del sito web a cui si riferiscono. Sebbene ci siano molti modi in cui i criminali informatici sfruttano l’e-mail per attività dannose, in ultima analisi, si affidano in gran parte al trucco di far cliccare ai destinatari link e allegati malevoli, spesso impersonando un altro dipendente o qualcuno di loro conoscenza.
L’installazione di software anti-malware/anti-virus su tutti i propri dispositivi e reti fornisce protezione in caso di phishing o tentativo di sfruttare una vulnerabilità nota. Inoltre, è bene cercare strumenti che forniscano funzionalità di sandboxing, sia come parte di un pacchetto di sicurezza installato o come servizio basato su cloud, per rilevare anche Zero-Day e altre minacce sconosciute.
In Italia molte PMI e grandi imprese stanno introducendo politiche di smart working, incentivate anche da fattori contingenti. Questa modalità di lavoro, oltre a comportare dei benefici, porterà a un cambiamento radicale dei tradizionali luoghi di lavoro. Mettere in pratica alcune semplici regole può essere un buon punto di partenza per implementare il lavoro da remoto in sicurezza. (by Elisa Pantaleo)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vademecum per il lettore della Bibbia

Posted by fidest press agency su domenica, 19 marzo 2017

bibbiaSeconda edizione riveduta e ampliata a cura di Piero Capelli e Giovanni Menestrina pp. 416, € 25,00 novità di Morcelliana – Els La scuola. Nella Premessa alla prima edizione del 1996, Paolo De Benedetti scriveva: «Procurarsi un maestro per studiare la Scrittura, per conoscerla e capirla, è un’esigenza di tutti i tempi, e in ogni tempo è però difficile per tante ragioni. Questo libro non ha la pretesa di rappresentare un maestro, ma di offrire tante risposte alle domande che un lettore non accademico farebbe a un maestro. Le domande, però, molto raramente seguono un ordine sistematico, e non si può chiedere a un normale lettore della Bibbia (cioè proprio a colui per il quale la Bibbia è stata scritta) di rintracciarle in un corso di studi. La facilità di domandare e di avere risposta è quindi un’esigenza fondamentale per l’accostamento alla Bibbia da parte di un non specialista. Questa esigenza ha cercato di tenere presente, sia nella sua struttura sia nella disponibilità a ripetersi, il presente Vademecum, che non avrà nulla di nuovo da dire ai biblisti, e che ha soltanto l’ambizione, o la speranza, di condurre il lettore comune ad ascoltarli. In tal senso può forse occupare un posto vuoto tra la produzione scientifica da un lato, e quella confessionale dall’altro, ponendosi in un certo senso a servizio di entrambe. Il lettore noterà che, proprio per le finalità indicate sopra, questo Vademecum può essere aperto a qualsiasi capitolo, secondo le sue necessità». Parole che hanno ispirato il lavoro di revisione e ampliamento di quest’opera dopo più di vent’anni, a cura di Piero Capelli e Giovanni Menestrina.Contributi di: Camilla Adang – Piero Capelli – Agnese Cini – Paolo De Benedetti – Claudio Gianotto – Paolo Lucca – Corrado Martone – Luca Mazzinghi – Giovanni Menestrina – Lorenzo Perrone – Maiera Polliack – Paolo Sacchi – Sabine Schmidtke – Jan Alberto Soggin – Piero Stefani – Ronny Vollandt. (foto copertina: bibbia)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggi tutto compreso: Vademecum dell’Aduc

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2016

viaggiatoriViaggi e vacanze in vista delle ferie. I viaggi organizzati sono comodi, basta una firma e tutto e’ a posto o quasi. Abbiamo predisposto un elenco di consigli per i turisti.
* Leggere attentamente il depliant: oltre alla pubblicita’ ci devono essere scritte le condizioni generali del contratto. Se non ci sono, eliminate quel tour operator o agenzia di viaggi.
* Farsi rilasciare copia del contratto con timbro e firma. Se l’agenzia vuole rilasciare solo la ricevuta della caparra, non firmate il contratto.
L’anticipo o caparra non puo’ superare il 25% del prezzo totale. Se vi chiedono di piu’ lasciate stare. Nei casi invece in cui sia inadempiente il tour operator, il consumatore puo’ recedere e pretendere il doppio della cifra.
* Controllare le ipotesi di aumenti previste dal contratto o dal depliant (variazioni del costo di trasporto, delle tasse aeroportuali e del cambio). Se non sono scritte, diffidate. In ogni caso gli aumenti non possono superare il 10% del valore del viaggio.
* Se improvvisamente non si puo’ partire e’ possibile essere sostituiti, almeno quattro giorni prima del viaggio, o si puo’ pagare la penalita’. La penalita’ per i voli di linea e’ diversa dai voli speciali.
* L’agenzia o il tour operator devono avere un’assicurazione per la responsabilita’ civile verso l’utente, che deve essere indicata nel contratto.
* Se, prima del viaggio, ci sono delle variazioni significative della vacanza (es:cambio della categoria dell’albergo, slittamento di piu’ giorni della partenza, ecc.), il contratto puo’ essere annullato dal turista o si puo’ scegliere una altra vacanza senza aumento dei costi.Se le variazioni avvengono durante il viaggio il tour operator deve rifondere la differenza di costo.
* In caso di contestazione documentare tutto e, al ritorno, inviare all’agenzia e al tour operator, entro 10 giorni, una lettera di protesta (raccomandata con ricevuta di ritorno), chiedendo il rimborso o il risarcimento dei danni. In caso di risposta insoddisfacente si puo’ ricorrere al giudice di pace. (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Parlare di cinema

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 novembre 2011

Schede tecniche e percorsi interpretativi dei migliori film dell’anno Parlare di cinema intende fornire, grazie all’esperienza di un anno di cineforum, uno strumento a quegli operatori culturali, insegnanti ed educatori che decidono di utilizzare il cinema in contesti didattici ed educativi. Si tratta, dunque, di un vademecum per creare percorsi cinematografici tematici e interattivi, finalizzato all’interazione tra spettatori, alla condivisione e alla formazione, che vede il cinema come luogo privilegiato di un cammino personale e collettivo, dove possa riaffiorare l’esperienza umana di ciascuno. di Andrea Lavagnini e Giuseppe Zito S.I. a cura di Cineforum San Fedele Edizioni San Paolo pagine 208 € 13,50

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Saldi estivi

Posted by fidest press agency su sabato, 2 luglio 2011

Che il sistema dei saldi sia un colabrodo – afferma Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – è un dato incontestabile. I c.d. saldi di “fine stagione” sono una “bufala” per coloro che non sono affezionati clienti e che non ricevono il messaggino o la mail sulla vendita anticipata sui veri capi di stagione” Oggigiorno il mercato dell’abbigliamento è caratterizzato dalle seguenti realtà:
1) commercio on-line, con sconti anche del 70-80%;
2) outlet, con offerta di prodotti anche griffati e di qualità a costi fortemente contenuti tutto l’anno;
3) promozioni, liquidazioni, e sconti vari da parte dei commercianti in difficoltà per la minore disponibilità economica delle famiglie.
Adiconsum – continua Giordano – chiede a Confcommercio e Confesercenti l’apertura di un Tavolo concertativo che affronti il tema di una reale liberalizzazione fondata sulla qualità dei prodotti e dei servizi, sull’assistenza alla clientela, su un codice etico capace di tutelare i consumatori e le aziende sane del settore. Adiconsum ricorda ai consumatori il Vademecum sui saldi:
1) Sull’oggetto in saldo deve essere sempre riportato il prezzo d’origine non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale;
2) È meglio diffidare di quei negozi che espongono cartelli con sconti esagerati e fare riferimento a negozi già conosciuti per acquistare la merce in saldo: sconti superiori al 50-60 per cento nascondono spesso merce non proprio nuova;
3) Fate attenzione all’eventuale presenza di merce venduta a prezzo pieno insieme alla merce in sconto;
4) Confrontare i prezzi con quelli di altri negozi, magari annotando il prezzo di un capo o della merce a cui si è interessati;
5) È bene verificare che il prodotto offerto in vetrina sia lo stesso che verrà presentato in negozio;
6) Nel periodo dei saldi i negozianti che normalmente accettano pagamenti con bancomat o carte di credito ed espongono il relativo logo sono tenuti ad accettare i pagamenti elettronici;
7) Diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati e non provati, anche se è a discrezione del commerciante consentire o meno di fare provare la merce;
8) Chi vuol fare regali faccia attenzione perché si può cambiare solo ed esclusivamente la merce difettosa che deve essere riconsegnata al commerciante entro 2 mesi dalla scoperta del difetto (non si può sostituire la merce se avete cambiato idea sul colore o sul modello);
9) È bene conservare sempre lo scontrino per potere eventualmente cambiare la merce difettosa;
10) Qualora il commerciante si rifiuti di cambiare un articolo difettoso in saldo o non voglia restituirvi i soldi rivolgetevi alla Polizia Municipale e segnalate il caso allo sportello Adiconsum.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Privacy: le regole per la farmacia

Posted by fidest press agency su martedì, 31 maggio 2011

Segnalare la distanza di cortesia, rendere nota a tutti i pazienti l’informativa sul trattamento dei dati e rispettare la riservatezza dell’assistito anche nella consegna di risultati di analisi. Questi i principali obblighi a cui è chiamato il farmacista nella gestione dei dati sensibili sullo stato di salute. A ricordarli è il Garante della Privacy Francesco Pizzetti (foto), che recentemente ha raccolto le indicazioni emesse nel corso del tempo sul tema, in un vademecum dal titolo “Dalla parte del paziente. Privacy: le domande più frequenti”. Destinato a pazienti e operatori sanitari, il documento è disponibile sul sito del Garante, ma può anche essere richiesto in formato cartaceo all’Ufficio relazioni con il pubblico dell’Autorità. «Per garantire la riservatezza dei colloqui» si legge nel vademecum «nelle farmacie o presso gli sportelli di ospedali e aziende sanitarie devono essere previsti appositi spazi» spesso segnalati con una riga gialla «oltre i quali gli utenti attendano il proprio turno». Anche i farmacisti sono tenuti a consegnare ai pazienti l’informativa sul trattamento dei dati. La buona notizia è che «può essere data una tantum e oralmente». In forma scritta è prevista comunque la possibilità di affiggere il testo in un punto visibile a tutti. «L’informativa» specifica il Garante «deve indicare chi è il soggetto che raccoglie i dati e il loro ambito di circolazione, quali sono gli scopi e le modalità del trattamento. Deve contenere anche indicazioni sulle modalità con cui l’interessato può esercitare i diritti di integrazione, aggiornamento o cancellazione». Un capitolo è dedicato alla consegna di referti e risultati di analisi: anche in questo caso va rispettata la distanza di cortesia. Tali documenti possono essere dati a terzi, ma solo in busta chiusa e con delega scritta. Un ultimo ammonimento riguarda i social network: «Attenzione» ricorda il Garante «a non pubblicare dati personali, per esempio nomi o fotografie, di pazienti sulle proprie pagine, anche se si pensa di condividerli solo con colleghi sanitari»

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Università.it: sul mondo universitario a 360°

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 novembre 2010

Una guida, un vademecum, un manuale sul mondo universitario a 360 gradi. E’ Universita.it, il quotidiano on line fatto su misura per lo studente che vuole vivere a pieno la propria esperienza universitaria. Nato nel dicembre del 2008, Universita.it ha sempre avuto come obiettivo primario e fondamentale quello di aiutare gli studenti a risolvere le tante problematiche che incontrano nel proprio percorso, e mostrare le mille opportunità che ruotano intorno alla realtà universitaria. Un punto di riferimento capace di rispondere a tutte le domande, in cui ogni sezione è pensata per creare un nuovo servizio che agevoli e accompagni gli studenti in tutto il percorso universitario: dalla scelta della facoltà alle opportunità di studio all’estero, dai bandi per le borse di studio fino al riscatto della laurea. Orientamento, esperienza, scambio, opportunità, servizi, sono alcuni dei concetti chiave chè possibile trovare all’interno del sito, tra le altre cose, informazioni sulle facoltà a numero chiuso, l’offerta formativa delle università, ma anche consigli pratici sui corsi, su come svolgere la tesi e come preparare il proprio curriculum.
All’interno del sito si parlerà di orientamento, dove le università italiane presenteranno la loro offerta formativa, con l’elenco  e la descrizione, nella sezione Atenei di tutte le facoltà presenti nel territorio, si parlerà anche di ammissione, dove verranno spieghate le normative dei test d’ingresso, ma anche i consigli e le simulazioni delle prove per aiutare lo studente al superamento dell’esame. Al centro del sito anche  Bandi, con l’elenco di tutte le offerte messe a disposizione dalle università e dal mondo del lavoro, e ancora Contenuti Utili e News su tutta la realtà universitaria con sezioni specifiche.  Tante anche le iniziiative a livello nazionale  a cui Universita. It partecipa e parteciperà, come la presenza al Job & Oriente di Verona (25 – 27 novembre), una delle maggiori manifestazioni in Italia che si occupa di  scuola, formazione, orientamento e lavoro, all’inetro del quele verrà presentato e lanciato il nuovo sito, ma anche tante le collaborazioni commerciale con le più importanti aziende ed università italiane (Bocconi, Luiss) e patnership strategiche con società come Nokia e Mun (Model United Nations). Un fenomeno on line Universita.it che dal 2008 spopola nel web e che ha registrato fino a 5000 visitatori al giorno, una popolarità destinata ad aumentare nei prossimi mesi.

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggi tutto compreso. Vademecum dell’Aduc

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2010

Viaggi e vacanze in vista per il periodo estivo. I viaggi organizzati sono comodi, basta una firma e tutto e’ a posto o quasi. Abbiamo predisposto un elenco di consigli per i turisti che si affidano alle agenzie: *  Leggere attentamente il depliant: oltre alla pubblicita’ ci devono essere scritte le condizioni generali del contratto. Se non ci sono, eliminate quel tour operator o agenzia di viaggi.
*  Farsi rilasciare copia del contratto con timbro e firma. Se l’agenzia vuole  rilasciare solo la ricevuta della caparra, non firmate il contratto. *  L’anticipo o caparra non puo’ superare il 25% del prezzo totale. Se vi chiedono di piu’ lasciate stare. Il saldo va effettuato 30 giorni prima della partenza, non prima. Nei casi invece in cui sia inadempiente il tour operator, il consumatore puo’ recedere e pretendere il doppio della cifra. *  Controllare le ipotesi di aumenti previste dal contratto o dal depliant (variazioni del costo di trasporto, delle tasse aeroportuali e del cambio). Se non sono scritte, diffidate. In ogni caso gli aumenti non possono superare il 10% del valore del viaggio.
*  Se improvvisamente non si puo’ partire e’ possibile essere sostituiti, almeno quattro giorni prima del viaggio, o si puo’ pagare la penalita’. La penalita’ per i voli di linea e’ diversa dai voli speciali.
* L’agenzia o il tour operator devono avere un’assicurazione per la responsabilita’ civile verso l’utente, che deve essere indicata nel contratto. *  Se, prima del viaggio, ci sono delle variazioni significative della vacanza (es: cambio della categoria dell’albergo, slittamento di piu’ giorni della partenza, ecc.), il contratto puo’ essere annullato dal turista o si puo’ scegliere una altra vacanza, anche piu’ costosa, senza che questo comporti un aumento di prezzo. Se le variazioni avvengono durante il viaggio il tour operator deve rifondere la differenza di costo. *  In caso di contestazione documentare tutto e, al ritorno, inviare all’agenzia e al tour operator, entro 10 giorni, una lettera di protesta (raccomandata con ricevuta di ritorno), chiedendo il rimborso o il risarcimento dei danni. In caso di risposta insoddisfacente si puo’ ricorrere al giudice di pace. (fonte Aduc)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Truffe on line per mondiali di calcio?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 maggio 2010

Sale l’adrenalina da Mondiali di Calcio e con essa anche l’astuzia di chi vuole approfittare della buona fede di tifosi. E’ ecco allora proliferare in rete offerte last minute per biglietti delle partite, voli aerei e alberghi economici, arricchite da finte lotterie e phishing pronti in ogni momento a colpire il PC dell’ignaro tifoso. A cosa stare attenti? Dove risiedono i principali pericoli? Come ci si può proteggere senza dover rinunciare ad essere sempre aggiornati sulle ultime offerte o gli ultimi risultati? Cyberoam, vendor leader nelle soluzioni Unified Threat Management Identity-based, ha stilato vademecum tutto dedicato a chi non ha nessuna intenzione di farsi rovinare la festa dei prossimi Mondiali di Calcio.  Via via che si avvicina la data di inizio cresce il numero di coloro che cercano in ogni modo di raggiungere il Sudafrica per tifare la squadra del cuore! Più si va avanti e più alberghi, voli e strutture si riempono, per non parlare poi dei biglietti per le partite che diventano quasi introvabili! Chiaramente questa corsa sfrenata dell’ultimo minuto diventa terreno fertile per i truffatori che vedono crescere le opportunità e mettono in pratica tattiche diverse per raggirare acquirenti online poco avveduti. Alcuni di questi metodi includono:  1. Rivendita di biglietti inesistenti mediante falsi siti di aste, con tanto di loghi ufficiali FIFA e del governo del Sudafrica. Attenzione! I biglietti destinati alla rivendita dalla FIFA possono essere venduti unicamente attraverso le piattaforme ufficiali! 2. Utilizzo di soluzioni pubblicitarie appartenenti a terze parti come ad esempio eBay o siti di annunci classificati 3. False offerte di alloggio. Attenzione! E’ meglio effettuare tutte le prenotazioni alberghiere attraverso siti web ben noti e già testati come ad esempio Tripadvisor.it o Lastminute.it Sulla scia della truffa Nigerian 419 anche i prossimi Mondiali di Calcio stanno vedendo proliferare la loro quota di falsi messaggi della lotteria che annunciano vincite milionarie ai destinatari. Ancora una volta attenzione! Queste email arrivano con loghi e altri dettagli relativi a organizzazioni fittizie che però presentano molte somiglianze con la FIFA e altre strutture invece autorizzate.  In sintesi, è meglio evitare i messaggi correlati ai Mondiali di Calcio che promettono enormi fortune!  Le truffe più serie riguardano però gli episodi di phishing che utilizzano URL di notizie ed eventi sui Mondiali di Calcio al fine di incoraggiare gli utenti a visitare un sito fasullo di una banca dove inserire le proprie informazioni personali. I truffatori potrebbero inoltre sfruttare strumenti di social networking come ad esempio Facebook, Twitter o FriendFinder.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’agriturismo regionale in 118 pagine

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2009

Udine Presentata alla Cciaa la 2a edizione della guida “Agriturismo Vino e Sapori”, realizzata da Agriturist Fvg con la collaborazione di Confagricoltura Udine Centodiciotto pagine, ricche di notizie e fotografie su una sessantina di aziende agricole e agrituristiche dislocate in tutto il territorio regionale. È un vero e proprio viaggio alla scoperta del turismo rurale la seconda edizione di “Agriturismo Vino e Sapori”, la guida tascabile realizzata da Agriturist Fvg grazie al partenariato e al sostegno della Camera di Commercio di Udine e della Provincia e presentata stamattina (giovedì 26 novembre) nella sede dell’ente camerale. Tradotto anche in inglese e tedesco, il pratico e accattivante vademecum accompagna il lettore lungo un percorso attraverso gli agriturismi e le aziende agricole che vendono vino e prodotti tipici in provincia di Udine (45 realtà recensite), Gorizia (8) e Pordenone (6). Le aziende raccolte nella guida sono «strutture dalla lunga e affermata storia – ha spiegato Alessandra da Porto, presidente di Agriturist Fvg, evidenziando i contenuti del volume e alcuni dati sull’andamento dei flussi turistici negli agriturismi regionali (oltre 31mila arrivi, corrispondenti a 90mila presenze al 31 agosto 2009, secondo i dati di Turismo Fvg) –, ma anche piccole aziende familiari nate da poco, accomunate dallo stesso denominatore, la qualità dell’accoglienza e la passione dei gestori. Grazie alle schede dettagliate, inoltre, è possibile avere informazioni sui tanti servizi offerti: il tutto, corredato da una mappa del Friuli Venezia Giulia, che rende più immediata l’individuazione delle strutture». Nel 2009, la prima edizione di “Agriturismo Vino e Sapori” (ristampata due volte per complessive 25mila copie) è stata distribuita in oltre 20 eventi fieristici nazionali ed esteri, grazie alla collaborazione con l’Agenzia Turismo Fvg.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raee, pile e accumulatori

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2009

Ecolight ha presentato a Rimini il nuovo libro di Paolo Pipere: “Le Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, le Pile e gli Accumulatori”, vademecum per comprendere le norme e migliorare la gestione dei rifiuti Una guida aggiornata con le ultime evoluzioni, indicazioni operative e di gestione in tema di apparecchiature elettriche ed elettroniche, Raee, pile e accumulatori. È questo il libro “Le Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, le Pile e gli Accumulatori” (Hyper Edizioni) che Paolo Pipere, coordinatore del Master in Diritto e Gestione dell’Ambiente de “Il Sole 24 Ore”, ha dato alle stampe. Un vademecum che il consorzio Ecolight, sistema collettivo leader nella gestione di raee e pile e punto di riferimento per la grande distribuzione organizzata, ha deciso di presentare e sponsorizzare. «Nell’ottica di dare un contributo significativo alla tutela dell’ambiente, Ecolight ha voluto promuovere questo testo quale strumento per affrontare e comprendere le normative che regolano l’attività dei sistemi collettivi e le responsabilità attribuite ai produttori e ai rivenditori -ha detto il presidente di Ecolight, Walter Camarda, introducendo la serata al National Hotel di Rimini- Prescrizioni complesse che Ecolight si è prefisso di semplificare attraverso il proprio servizio di gestione di raee e pile esauste, per andare incontro alle esigenze delle aziende».  Le sfide all’orizzonte non mancano. Innanzitutto sul fronte dei raee: nei soli primi otto mesi del 2009 la raccolta è stata di oltre 116mila tonnellate, contro le 65mila del 2008.
Sulla raccolta delle pile e degli accumulatori esausti, dove sono già stati previsti, per le pile portatili, dei paletti da raggiungere (il 25% dell’immesso entro il 2012), il decreto entrato in vigore il 26 settembre scorso, non è ancora operativo. «Nel decreto 188/2008 sui rifiuti di pile e accumulatori -ha continuato Pipere- si è affrontato con decisione il problema dell’impossibilità di rilasciare ai commercianti l’autorizzazione ad esercitare l’attività di “messa in riserva” o di “deposito preliminare” di rifiuti. Non si sono previste però, anche in questo caso, quelle semplificazioni degli adempimenti legati al trasporto e alla detenzione di rifiuti pericolosi, indispensabili per conseguire gli obiettivi di raccolta differenziata, recupero e smaltimento sicuro previsti dalle Direttive europee».
Ecolight – Costituito nel 2004, è uno dei maggiori sistemi collettivi per la gestione dei Raee, delle Pile e degli Accumulatori. Il consorzio Ecolight, che raccoglie oltre 1.100 aziende, è il terzo a livello nazionale per quantità di immesso e il primo per numero di consorziati. È stato inoltre il primo sistema collettivo in Italia ad avere le certificazioni di qualità ISO 9001 e ISO 14001. Rappresentando più del 90 per cento del settore, è punto di riferimento per la grande distribuzione (Gdo) e per i produttori di apparecchi di illuminazione. Tratta tutte le tipologie di Raee. http://www.ecolight.it.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vademecum contro la crisi economica

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 luglio 2009

E’ stato messo a punto dalla Provincia di Torino. E’ già consultabile on line, all’indirizzo  e tra pochi giorni sarà distribuito nella versione cartacea in tutti i Centri per l’impiego della provincia, il vademecum “Come orientarsi nella crisi”, redatto dalla Provincia di Torino. Si tratta di un utile manualetto, con le istruzioni per l’uso degli strumenti di sostegno al reddito disponibili a livello nazionale, rivolto a tutti i cittadini colpiti dalla crisi economica. E’ spesso difficile, infatti, per chi non si è mai trovato in una situazione di precarietà lavorativa, conoscere le procedure per ottenere i benefici e orientarsi tra i servizi offerti per intraprendere un nuovo percorso di inserimento lavorativo. Il vademecum è costituito da una parte generale, uguale per tutti, e di una parte locale, diversa per ognuna delle dodici zone coperte dai Centri per l’impiego, ricca di informazioni e riferimenti territoriali, numeri utili e indirizzi. Per la città di Torino è già disponibile, nei due Centri per l’impiego di via Bologna 153 e di via Castelgomberto 75, anche la versione cartacea, sotto forma di un quaderno speciale di Informalavoro, preparato in collaborazione tra Comune e Provincia di Torino. Grazie alle opportunità offerte da Internet, i vademecum sono costantemente aggiornati. http://www.provincia.torino.it/ sportello-lavoro/centri_impiego/pubblicazioni/ vademecum_cpi,

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli italiani e le carte di pagamento

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 giugno 2009

Palermo 23 giugno dalle 17.00 alle 18.30 viale Strasburgo 562 Banco di Sicilia (UniCredit Group), filiale “Palermo Strasburgo C”.  L’iniziativa  – destinata a cittadini interessati a saperne di più su queste forme di pagamento, e su come amministrare al meglio le proprie risorse – rientra nell’ambito dell’Accodo Quadro sottoscritto nel luglio 2008 da Unicredit Group e da 12 Associazioni dei Consumatori e ispirato a perseguire i tre medesimi obiettivi che la Commissione Europea ha individuato nella sua politica dei consumatori 2007-2013: emancipare i consumatori dando loro informazioni accurate; accrescere la fiducia dei consumatori in termini di prezzi, scelte, qualità e sicurezza, tutelare efficacemente i consumatori da rischi. Ai partecipanti, verrà illustrata la “piccola guida per un uso corretto della moneta elettronica”, un utile vademecum capace di descrivere le diverse carte (bancomat, di credito e prepagate) spiegando come funzionano, per cosa possono essere utilizzate, che vantaggi presentano rispetto al denaro contante, dove possono essere utilizzate e quanto costano. La guida è anche consultabile on line sul sito: http://www.cittadinanzattiva.it/progetti-consumatori/moneta-elettronica.html.
Gli italiani e le carte di pagamento: il 70% degli italiani possiede un bancomat, il 38% una carta di credito e il 12% una carta di credito prepagata. Inoltre, 8 esercizi commerciali su 10 accettano senza difficoltà il pagamento con bancomat o carte di credito, ed il numero dei Pos è in linea con gli altri Paesi occidentali. Tuttavia nel nostro Paese l’utilizzo effettivo delle carte di pagamento è ancora frenato da ritardi, ostacoli e timori: i pagamenti delle famiglie italiane, infatti, 9 volte su 10 avvengono ancora con denaro contante. Come si relazionano i consumatori italiani nei confronti di bancomat, carte di credito e prepagate? Quali remore ne frenano un maggiore utilizzo? Come tutelarsi?  All’incontro parteciperanno il coordinatore di Cittadinanzattiva-Palermo Salvatore Orlando, il direttore della filiale del Banco di Sicilia, Angelo Di Vincenzo e l’esperto in filiale” presso il desk consumatori di Cittadinanzattiva, Francesca Neglia. Quest’ultima svolgerà una relazione sul tema: carte di credito e carte bancomat per un utilizzo sicuro e corretto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Guida ai Vini 2010, adesioni entro il 22 maggio

Posted by fidest press agency su martedì, 5 maggio 2009

È stato prorogato al 22 maggio il termine per presentare le domande di adesione alla Guida ai Vini 2010. Il regolamento completo e il modulo di partecipazione, che va fatto pervenire all’Ufficio Agricoltura della Cciaa di Udine (tel. 0432.273283; fax 0432.509469; sono disponibili sul sito web camerale (www.ud.camcom.it). Il via ufficiale alla nuova edizione, la nona nella storia del vademecum edito di concerto dai quattro enti camerali della regione e sostenuto fin dall’inizio dalla Banca Friuladria-Crèdit Agricole, è stato dato durante l’annuale festa dedicata alle eccellenze vitivinicole (vini tre stelle e due stelle con menzione speciale) dell’edizione 2009. Un appuntamento che ha richiamato molti operatori del settore (aziende, enologi, sommelier, giornalisti) e che tradizionalmente celebra il ruolo di promotore del territorio regionale e delle sue bellezze paesaggistiche-culturali assunto negli anni dalla Guida anche nell’ambito dei progetti d’internazionalizzazione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Truffe agli anziani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2009

“Ritengo fondamentale il lavoro che Poste Italiane sta svolgendo su tutto il territorio nazionale dal punto di vista della sicurezza e della prevenzione dei rischi, soprattutto in favore degli anziani. In particolare la diffusione in numerosi uffici di un vademecum con indicazioni utili su come mettersi al riparo da truffe telematiche, furti e rapine, soprattutto dopo il ritiro della pensione, si è rivelata un ottimo strumento di informazione”.Lo ha dichiarato, nel corso di una apposita riunione della Commissione Sicurezza Urbana del Comune di Roma, il consigliere capitolino Fabrizio Santori (PdL), Presidente della Commissione stessa. All’incontro hanno preso parte anche i responsabili della Direzione Centrale Tutela Aziendale di Poste Italiane Spa. “E’ importante quindi continuare su questo percorso, intraprendendo forme di collaborazione con Poste Italiane volte a ridurre eventuali rischi e pericoli di furti, truffe, rapine, soprattutto ai danni di persone anziane. A questo proposito Poste Italiane ha anche attivato un servizio di assicurazione gratuita destinato ai pensionati, correntisti postali, rapinati entro le due ore dal ritiro della pensione. Tale iniziativa rappresenta uno strumento di enorme impatto sociale perché spesso per gli anziani la pensione rappresenta l’unica forma di sostentamento a disposizione”. “Il buon livello di sicurezza garantito negli uffici postali da Poste Italiane, che opera in stretto coordinamento con le forze dell’ordine – conclude Santori – ha evidentemente prodotto risultati positivi. A Roma infatti nel 2008 è stato registrato un calo di rapine, in totale 82, contro le 86 del 2007 e le 94 del 2006. Impianti di videosorveglianza e buon addestramento del personale hanno fatto il resto”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »