Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘valzer’

A San Valentino: Un valzer tra gli scaffali

Posted by fidest press agency su martedì, 29 gennaio 2019

Un film di Thomas Stuber al cinema dal 14 febbraio 2019.Per San Valentino, arriva al cinema una storia delicata e indimenticabile, che rivela momenti di grande poesia nel raccontare la banalità della vita quotidiana, perché la vita può essere incredibile anche nelle piccole cose. In Un valzer fra gli scaffali di Thomas Stuber, protagonisti sono un amore nato tra gli scaffali di un supermercato e il microcosmo pieno di umanità rappresentato dalle persone che vi lavorano, che fra quegli stessi scaffali trovano amicizia, amore, orgoglio e dignità. Tratto da un racconto di Clemens Meyer e interpretato da Franz Rogowski (Premio Lola Miglior Attore del Cinema Tedesco) e Sandra Hüller (l’intensa protagonista di Toni Erdmann) il film è stato presentato con successo all’ultima edizione del Festival di Berlino, dove ha ricevuto il Premio della Giuria Ecumenica e Premio Guild delle Giurie indipendenti, e ha incantato la giuria dei giovani del Napoli Film Festival vincendo il Vesuvio Award come miglior film. Un valzer tra gli scaffali sarà distribuito in Italia dal 14 febbraio da Satine film che, ancora una volta, dopo i recenti successi di Wajib – Invito al matrimonio e A Quiet Passion, porta nel nostro paese una pellicola che ha colpito il cuore del pubblico e della critica internazionale.
Le luci di un grande supermercato alla periferia di una cittadina della Germania Est si accendono e, sulle note di Sul Bel Danubio Blu, i carrelli per la movimentazioni delle merci volteggiano come abili danzatori in un valzer tra i corridoi. Un’ immagine onirica ed evocativa che sembra contrastare con la monotona quotidianità di questo luogo, popolato di gente, lavoratori o clienti, unicamente impegnata a riempire o a svuotare interi bancali di merci. Eppure, in questo microcosmo di vite scandite da una banale e impassibile regolarità, si cela una profonda umanità: storie di solitudini e malinconie, ma anche di emozioni e di complicità, anima- no la vita tra i corridoi creando l’illusione, tra i lavoratori, di essere parte di un’ unica, grande famiglia.Il nuovo arrivato Christian, timido e riservato scaffalista notturno, non resta insensibile a questa atmosfera e presto finisce per considerare il supermercato come fosse la sua vera casa. Ma, soprattutto, Christian non resta insensibile a lei, la Marion ai dolciumi che lo ha folgorato al primo sguardo e che, tra un incontro e l’altro alla macchinetta del caffè, cerca teneramente di conquistare.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gianluca Cascioli in concerto

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 aprile 2011

Bologna 19 aprile 2011, alle ore 20.30 presso la Chiesa di Santa Cristina della Fondazza (Piazzetta Morandi) Gianluca Cascioli pianoforte Musiche di Fryderyk Chopin Il poeta dei suoni: si conclude sulle note di Fryderyk Chopin, il più nazionale e insieme il più universale (e universalmente amato) dei compositori la rassegna da Capo a Coda – Autori e generi dalla prima all’ultima nota: martedì 19 aprile, nella Chiesa di Santa Cristina (alle 20.30) ad interpretare il primo e l’ultimo lavoro di Chopin nei generi della Polacca, del Valzer e dello Scherzo sarà uno dei maggiori solisti italiani, Gianluca Cascioli, al quale sarà affidata anche, nell’intervallo, la conversazione illustrativa sulla vita e l’evoluzione artistica del grande autore polacco.
Nato a Torino nel 1979, Gianluca Cascioli si perfeziona con Franco Scala all’Accademia Pianistica di Imola. Nel 1994 il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Umberto Micheli” gli apre le porte di una carriera che lo ha portato a suonare nelle più importanti città d’Europa, America e Giappone, invitato da orchestre quali la Mahler Chamber Orchestra, i Berliner Philharmoniker, la Royal Philharmonic, la Filarmonica della Scala. Si è esibito come solista con direttori come Abbado, Chung, Gergiev, Harding, Muti, Maazel, Mehta. Nel 2001 ha partecipato all’integrale dei Concerti di Beethoven che i Berliner e Claudio Abbado hanno presentato a Roma e Vienna, al fianco di solisti del calibro di Pollini, Argerich, Brendel, Kissin. Oltre ad essere interprete di un vasto repertorio, la sua attività si estende anche alla direzione d’orchestra e alla composizione. La musica di Chopin ha il dono unico di fondere lo spirito polacco dei canti popolari uditi sin dall’infanzia e la libertà del compositore romantico, capace di creare nuove forme, o rivitalizzare quelle antiche. La prima Polacca di Chopin, in sol minore, è anche la sua prima composizione nota, completata a otto anni. Fra le sue ultime opere sono invece la Polacca-Fantasia op. 61, lavoro fra i più complessi di Chopin, e l’ultimo Scherzo op. 54, sereno e lievemente sentimentale, entrambi nati negli anni del suo amore per George Sand. Il primo Scherzo op. 20 – un fascio di furia pianistica unito all’eco nostalgica dei canti della madrepatria – Chopin l’aveva composto già nel 1830, all’inizio dell’esilio di una vita. Una vita trascorsa peraltro anche nella mondanità dei salotti, dove il primo come l’ultimo dei suoi Valzer, brillanti e spensierati, ne sancivano l’universale popolarità. L’ingresso al concerto, che non prevede intervallo, è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il Valzer di un giorno”

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 novembre 2010

Agrigento “Attraverso lo sguardo di Carlisi, tutto diventa carnale, vissuto forte, reale, senza mezze tinte”. Così Andrea Camilleri presenta l’indagine fotografica sul matrimonio in Sicilia curata da Franco Carlisi nella prefazione al volume che accompagna la mostra “Il valzer di un giorno”  (dal 20 novembre fino al 9 gennaio 2011) da venerdì 19 novembre alle Fabbriche Chiaramontane di Agrigento, lo spazio espositivo curato dall’Associazione Amici della Pittura Siciliana dell’Ottocento che quest’anno ha celebrato con sei eventi il decennale dell’attività. S’inaugura alle ore 18.30. Al centro del racconto per immagini, un po’ ricerca antropologica e un po’ riflessione sulle identità residuali della società attuale, sono infatti le nozze religiose e i loro innumerevoli attori e comparse, in una collezione di scatti raccolti da Carlisi in anni di ricerca nell’entroterra siciliano e da poco riuniti nel volume “Il valzer di un giorno” la cui prefazione, oltre a quella di Camilleri, porta le firme del critico Vito Bianco e del cantautore piemontese Gianmaria Testa (Polyorama Edizioni, 2010).  “Il valzer di un giorno”, prima ancora che il titolo della mostra e del libro fotografico di Franco Carlisi, è quello del disco che nel 2000 ha fatto conoscere al grande pubblico italiano il cantautore piemontese Gianmaria Testa, fino a quel momento celebre solo all’estero, in particolare in Francia, e che ha dato il via a una straordinaria tournèe (voce e due chitarre) nei maggiori teatri italiani.
Sabato 20 e domenica 21 orario continuato dalle 10 del mattino fino alle 22 in occasione della Settimana della Cultura promossa dal direttivo nazionale di Confindustria e sostenuta ad Agrigento e Naro dai dirigenti territoriali dell’associazione industriali. (il valzer.., franco carlisi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »