Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘vantaggi’

Vantaggi e opportunità del crowdfunding civico

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 giugno 2018

Bologna il 28 e 29 giugno (ore 9.30-18, Biblioteca del CNR, via Gobetti 101) 3° edizione del CrowdCamp, seminario sul crowdfunding civico organizzato dall’European Crowdfunding Network, rete europea di promozione del crowdfunding, in collaborazione con Aster, società della regione Emilia-Romagna per l’innovazione e la ricerca industriale.Durante la due giorni saranno presentati casi di successo di iniziative pubbliche e private finanziate col crowdfunding civico e si discuterà di come combinare al meglio questo strumento (promosso da istituzioni ed enti pubblici), con altre fonti di finanziamento (es° fondi strutturali europei).Ad approfondire queste tematiche saranno decisori pubblici, imprenditori ed esperti del settore, tra cui Christin Friedrich (presidente della sede belga dell’European Crowdfunding Network), Jader Canè (Senior Expert per la DG Occupazione, gli affari sociali e l’ inclusione) James Parkinson (Greater London Authority), Bruno Robino (Banca Europea degli Investimenti), Francesco Raphael Frieri, (direttore generale alle Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni della Regione Emilia-Romagna), Matteo Lepore, (vice sindaco di Bologna), Martina Lodi (Aster), Giulia Gallerani (ricercatrice presso IRST).Maggiori informazioni sul programma e sui costi di partecipazione al seminario sono disponibili sul sito dedicato (https://eurocrowd.org/3rd-ecn-crowdcamp-european-dimension-civic-crowdfunding/)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

European Bioplastics: la legislazione UE sui rifiuti riconosce i vantaggi delle bioplastiche

Posted by fidest press agency su domenica, 4 marzo 2018

BERLINO/PRNewswire/ Gli accordi provvisori stipulati dal Consiglio europeo e dal Parlamento europeo sul pacchetto legislativo UE in materia di rifiuti riconoscono i vantaggi delle bioplastiche. La nuova legislazione riconosce che le materie prime a base biologica utilizzate per gli imballaggi in plastica, oltre alle plastiche compostabili per la raccolta separata dei rifiuti organici, contribuiscono a una gestione più efficiente dei rifiuti e a una riduzione dell’impatto degli imballaggi in plastica sull’ambiente.”Le bioplastiche sono note per la loro natura circolare. Entrambe le direttive sottolineano il potenziale degli imballaggi in plastiche compostabili meccanicamente riciclabili e a base biologica per promuovere un’economia europea circolare”, dichiara François de Bie, Chairman di European Bioplastics (EUBP), l’associazione dell’industria delle bioplastiche in Europa, aggiungendo: “La sostituzione delle materie prime a base fossile con risorse rinnovabili è una transizione essenziale supportata da questa nuova legislazione.”La Direttiva quadro sui rifiuti riveduta consente di raccogliere gli imballaggi biodegradabili e compostabili insieme ai rifiuti organici e di riciclarli attraverso il compostaggio industriale e la digestione anaerobica. La raccolta separata dei rifiuti organici diventerà obbligatoria in tutta Europa entro il 2023. Come è comprovato, le plastiche biodegradabili contribuiscono alla raccolta di una maggiore quantità di rifiuti organici, e consentono quindi di raggiungere i nuovi obiettivi di riciclaggio. Gli standard europei in materia, come lo standard armonizzato EN 13432 per gli imballaggi in plastica compostabili a livello industriale, possono fungere da base per standard futuri relativi al compostaggio delineati nella revisione concordata.
La Direttiva sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio riconosce che le plastiche a base biologica contribuiscono a minimizzare l’impatto ambientale degli imballaggi in plastica e a ridurre la dipendenza dell’Europa dalle materie prime importate. Sia i materiali a base biologica che quelli riciclati rappresentano una possibile soluzione per migliorare la sostenibilità gli imballaggi. Se da un lato gli Stati membri vengono incoraggiati a promuovere l’uso di imballaggi riciclabili e compostabili a base biologica, dall’altro i legislatori europei perdono l’opportunità di introdurre misure legislative concrete che ne stimolino l’impiego e che migliorino le condizioni di mercato per tali prodotti.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vantaggi per le persone con diabete e per il Sistema Sanitario

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

glasgowGlasgow, Scozia. Passare ad una terapia con insulina degludec per il trattamento di diabete di tipo 1 e di tipo 2 è rispettivamente costo-efficace e più conveniente1: lo dimostra una nuova analisi di costo-efficacia effettuata utilizzando dati clinici di real-world presentata al 20mo congresso europeo annuale dell’International Society for Pharmacoeconomics and Outcomes Research (ISPOR 2017) a Glasgow, Scozia.
Dall’analisi si dimostra che l’insulina degludec rimane costo-efficace anche dopo aver escluso i benefici primari associati al cambio di terapia (come la riduzione delle ipoglicemie) e l’utilizzo delle risorse del sistema sanitario, in un calcolo basato su un periodo di trattamento di un anno. Se si stimano i costi sul più lungo periodo del diabete quale malattia cronica, il risparmio si dimostra ancora più rilevante.Questi dati si basano su studi in real-world precedenti, che hanno mostrato come il passaggio ad insulina degludec da un’altra insulina basale (principalmente insulina glargine 100 U o insulina detemir) permetta una significativa diminuzione dei livelli di glucosio nel sangue e, al tempo stesso, abbassi i tassi di episodi di ipoglicemia gravi potenzialmente pericolosi del 92% in persone con diabete tipo 2 e dell’85% in persone con diabete tipo 1.2,3“In aggiunta alle numerose prove a supporto dei suoi benefici nella pratica clinica, l’insulina degludec dimostra anche di essere una scelta di trattamento costo-efficace per i vari sistemi sanitari in Europa”, afferma Mads Krosgaard Thomsen, executive vice president e chief science officer di Novo Nordisk. “Ci auguriamo che queste incoraggianti scoperte derivate dalla pratica clinica possano aiutare a rendere insulina degludec disponibile a sempre più persone con diabete di tipo 1 e di tipo 2 in tutto il mondo”. Questa nuova analisi si basa su un sottogruppo italiano dello studio EU-TREAT (EUropean TREsiba AudiT). EU-TREAT è uno studio europeo, multicentrico, in real-world condotto su 2.550 pazienti che analizza gli effetti del passaggio ad insulina degludec da un’altra insulina basale, in persone con diabete di tipo 1 e di tipo 2.1-3. La costo-efficacia è stata valutata sulla base del cambiamento nei tassi di ipoglicemia, della dose di insulina basale e rapida in corrispondenza dei pasti e del peso corporeo, a sei mesi dopo il passaggio ad insulina degludec in 397 persone con diabete di tipo 1 e 153 persone con diabete di tipo 2 in Italia. I modelli di costo-efficacia hanno valutato il rapporto incrementale di costo-efficacia (ICER-Incremental Cost Effectiveness Ratio) per il costo degli anni di vita aggiustati per la sua qualità. (QALY-Quality Adjusted Life Years)1 e permettono di fare paragoni tra trattamento e aree terapeutiche.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fusione Wind-H3G. Quali vantaggi per gli utenti?

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 settembre 2016

antitrustL’Antitrust europeo ha dato il via libera alla fusione Wind H3g. Si preannuncia un colosso con un giro d’affari di 7 miliardi di euro e clienti per oltre 30 milioni, che dovrebbe sostituire l’attuale prima posto di Tim ed il secondo di Vodafone. L’ok dell’Antitrust nasce dalla disponibiita’ del nuovo gestore a far usare la propria rete anche ad altri incalzanti per entrare nel mercato italiano. Per gli utenti si preannuncia una migliore copertura di rete ed una piu’ veloce diffusione dell’ultra broadband mobile (4G/LTE). Vedremo, soprattutto per gli attuali clienti di H3G che, di frequente, lamentano problemi di copertura.
Quello che più ci interessa e’ la ricaduta del via libera europeo a questo colosso nel rapporto con l’utenza, il cosiddetto customer care che, per entrambi i gestori e’ stato fino ad oggi molto deficitario. Certamente ci sono le regole che sono quelle che sono e che consentono un’ampia discrezione dei gestori nei rapporti con l’utenza, ma siccome non sono regole totalmente deficitarie (come per esempio nel settore energetico), la buona volonta’ di chi si appresta a diventare il principale operatore del mercato italiano, crediamo si debba confrontare anche con questo aspetto. Per quanto ci riguarda, non facendo -per scelta- l’Aduc parte di consorzi e agglomerazioni di associazioni piu’ o meno finanziate dallo Stato e dagli stessi gestori telefonici (tramite le commissioni di conciliazione), stiamo parlando di metodi e sistemi che stabiliscano e mettano in opera diritti, trasparenza e facilitazioni di rapporti direttamente tra utente e gestore. Noi concepiamo la mediazione di
un’associazione -li’ dove le norme lo consentono- solo come un aiuto e una consulenza all’utente e non la sostituzione nella trattativa per far valer i propri diritti.
Il customer care delle tlc riguarda un mercato gigantesco ed in continua espansione. Nonche’ una realta’ normativa in continua evoluzione -dalla parte dell’utente- grazie alle decisioni e agli stimoli che ci arrivano da parte comunitaria. La convinzione -per un qualunque gestore tlc- che il business debba crescere e migliorare in concomitanza con una maggiore e migliore adeguatezza alla normativa, anche andando oltre, crediamo sia la chiave del business del futuro e delle telecomunicazioni. Fino ad oggi, lo e’ stato solo in parte: se un utente non legge il contratto fin nelle virgole piu’ nascoste (quando il contratto viene reso disponibile) e si affida solo ai call center, quasi sempre accade che ci si ritrova con servizi diversi e/o in aggiunta e/o piu’ costosi di quelli per cui ha fatta la propria scelta di un operatore piuttosto che un altro. Sono quasi sempre importi minimali che l’utente o non se ne accorge o, vista la scarsa entita’ specifica, si disarma -viste le difficolta’
e i costi per farlo- nel darsi da fare per farsi riconoscere le ragioni. Importi minimali per i singoli ma che, moltiplicati per i milioni di clienti, rappresentano un notevole business per gli operatori, che -consapevoli di questo loro vantaggio- ci marciano sopra e fanno uso costante di violazioni contrattuali. Per questo, a chi si appresta a diventare il primo operatore italiano, ci teniamo a ricordare che la soddisfazione, la trasparenza, la disponibilita’, l’onesta’, il rispetto dei diritti possono e sono una chiave in piu’ per il business di un futuro che e’ gia’ tale. Per capire di cosa stiamo parlando -pur nel nostro piccolo- basta scorrere il nostro specifico canale web dedicato alle tlc (1), con le continue denunce (e relativo riconoscimento di ragione) che facciamo all’Antitrust e all’Agcom. Ma i siti delle due Autorita’ e i loro bollettini periodici sono lo specchio piu’ ampio di questo andazzo.Aspettiamo quindi al varco chi dice di esser nuovo, perche’ lo sia non solo nella tecnologia e nella sua diffusione, ma anche nel customer care. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavorare da casa: vantaggi e svantaggi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2015

lavorare da casaMilano. Secondo un’indagine internazionale Regus, oltre il 50% (50,9% dato Italia e 52% media globale) dei professionisti intervistati dichiara di lavorare fuori ufficio, molto spesso da casa, per almeno metà dei giorni lavorativi della settimana. Queste modalità di lavoro agile comportano indubbiamente dei vantaggi, come la maggior flessibilità degli orari, l’ottimizzazione dei tempi evitando trasferimenti casa-ufficio nelle ore di punta e un miglior equilibrio tra vita lavorativa e tempo libero. Quindi tutto bene? Non proprio. Come in ogni cambiamento nelle abitudini consolidate sorgono delle criticità. Regus, il principale fornitore di spazi di lavoro flessibili, nella sua inchiesta condotta a livello globale su un campione di 44.000 manager e professionisti ha riscontrato negli intervistati che lavorano per molto tempo da casa un profondo senso di solitudine (38% media globale), leggermente inferiore nel nostro paese (28% il dato relativo all’Italia). Molto avvertito è anche il disagio dovuto a una minor interazione e possibilità di confronto con altri colleghi e professionisti (67% Italia e 64% media globale). Inoltre il 40% degli italiani (62% media globale) avverte la necessità di programmare frequenti meeting, viaggi e incontri di lavoro fuori casa per compensare il senso di solitudine e isolamento. Rispetto alla tradizionale organizzazione di routine “casa-ufficio”, queste modalità innovative di smart working o di lavoro agile a volte non sono perfettamente comprese dalle famiglie, causando il timore in chi lavora da casa che la propria attività professionale venga sminuita e considerata meno importante. Questa situazione è particolarmente avvertita in Italia per il 45% degli intervistati, mentre il dato globale registra una media del 39%.Un’altra considerazione degli intervistati, meno professionale e più collegata al benessere personale, riguarda il timore di ingrassare poiché, trascorrendo molto tempo in casa lavorando alla scrivania si è tentati dagli snack fuori dall’orario dei pasti (il dato Italia e la media globale coincidono al 32%).
Ecco in sintesi il confronto fra il dato italiano e la media mondiale delle principali conclusioni del rapporto Regus:
· il 50,9 % (52% media globale) dei professionisti segnala che lavorano fuori ufficio oltre la metà della settimana e molto spesso da casa
· Il 28% (38% media globale) dichiara di sentirsi solo e il 67% (64% media globale) avverte la mancanza di confronto con altri colleghi e professionisti
· Il 40% (62% media globale) ha la necessità di organizzare meeting e viaggi di lavoro per sfuggire al senso di isolamento lavorando da casa
· Il 45% (39% media globale) teme che la sua famiglia percepisca che il lavoro svolto lontano dall’ufficio tradizionale sia meno importante
· Il 32% (media globale 32%) teme di ingrassare poiché a casa dispone di molti snack fuori pasto
Mauro Mordini country manager di Regus in Italia ha così commentato: “Chi lavora in modalità organizzative di smart working o lavoro agile necessita di ambienti professionali e completamente attrezzati per essere efficace e produttivo. Gestire il proprio lavoro lontano dall’ufficio, ma quasi sempre da casa chiaramente non è la soluzione più efficace. Chi ha la possibilità di lavorare in un ambiente completamente funzionale, invece che da uno spazio improvvisato all’interno della propria casa, ha l’opportunità di confrontarsi con altri professionisti e superare così il senso di isolamento. Le aziende che forniscono ai propri dipendenti l’accesso a un business center vicino a casa, sfruttano appieno i vantaggi di modalità di lavoro agile offrendo ai propri collaboratori ambienti professionali e funzionali, riducono i costi fissi degli uffici tradizionali, incrementano la produttività ed eliminano il tempo perso in lunghi viaggi casa-ufficio”. (foto: lavorare da casa)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brain Force lancia in Italia “AGILEintheCORE” brand di Cegeka dedicato alle best practices dello sviluppo software “Agile”

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 gennaio 2015

Cologno Monzese. RAIN FORCE Italia, società di consulenza IT focalizzata sull’ottimizzazione dei processi del Sistema Informativo e dell’Infrastruttura, annuncia l’ampliamento della sua offerta e delle sue competenze nell’area dello sviluppo Agile, dando luogo ad un piano di investimenti per il potenziamento di know-how e professionalità che operino in sinergia con Cegeka, la società capogruppo, portando in Italia il brand “AGILE in the CORE”.
Grazie alla sua software factory che attualmente impiega più di 500 dipendenti tra coach, analisti e sviluppatori, Cegeka è tra le aziende leader a livello europeo e uno dei pionieri della metodologia di sviluppo Agile, operando da oltre un decennio nella realizzazione di progetti di successo per grandi imprese e portando un approccio pragmatico all’applicazione della metodologia.
Forte di questa esperienza, Cegeka ha costituito un brand e una organizzazione specifica “Agile in the core” che eroga consulenza tecnica, organizzativa e formazione ai clienti, avvalendosi della stretta collaborazione di un team di esperti internazionali guidati da Arie van Bennekum, uno dei diciassette firmatari del Manifesto Agile nel 2001, che sarà a Milano il 25 febbraio per presentare i vantaggi e i benefici di questa metodologia. Per ulteriori informazioni: http://www.brainforce.it/it/societa/2015/eventi.asp?page=2015_02_25.htm”Nell’ambito della nostra missione di offrire soluzioni che portino valore tangibile ai nostri clienti – ha dichiarato Stefania Donnabella, Amministratore Delegato di BRAIN FORCE spa – storicamente sappiamo che, seguendo i metodi tradizionali, lo sviluppo di applicativi software per le grandi aziende comporta elevate criticità, ritardi sui tempi di sviluppo, costi imprevisti e scarsa flessibilità e capacità di adattamento alle mutevoli condizioni dei mercati. Essendo recentemente entrati a far parte del gruppo Cegeka abbiamo l’opportunità di estendere le nostre competenze e di avvalerci di un know-how di esperti di livello internazionale per offrire ai nostri clienti un software di qualità in grado di rispondere alle loro esigenze creando reale valore aggiunto. Il nostro centro Education ha già a catalogo sessioni sulla metodologia Agile, offrendo consulenza per imparare a sentirsi Agili, ad essere Agili. Erogheremo da subito corsi in Italia, all’interno di percorsi formativi che potranno essere completati anche in altre nostre sedi internazionali.
L’entusiasmo verso questa offerta nasce non solo dal desiderio di innovare il mercato dello sviluppo, che è tra i più sacrificati in Italia con la cancellazione di progetti e drastici tagli alle tariffe, ma anche dalla consapevolezza che chi è sensibile all’Agile opera il più delle volte in lean organization ed è quindi predisposto al nuovo paradigma. Noi stessi, nel corso del 2015, avremo sessioni di formazione per i nostri collaboratori, quindi non solo per gli specialisti ma anche per il personale di staff che opera nei reparti di F&A e/o di marketing”.
La metodologia Agile è un insieme di metodi di sviluppo del software che fu introdotto dal Manifesto Agile, un documento sottoscritto nel febbraio 2001 da diciassette progettisti e sviluppatori di software i quali, riuniti nell’Agile Alliance http://www.agilealliance.org/, hanno individuato alcuni principi e valori comuni che ispirano un approccio meno strutturato e focalizzato per la produzione di applicativi software, con l’obiettivo di ridurre i tempi per la realizzazione, assicurare la massima flessibilità e contenere i costi di sviluppo.
Questi principi, in sintesi, prevedono di mettere al centro il team di progetto, tutti gli stackholder e soprattutto di semplificare, rendendole dirette, le relazioni tra loro: questo approccio garantisce l’evidenza delle scelte da fare di volta in volta nel progetto e ne indica le priorità, allineando l’IT con il Business. Rispetto ai metodi tradizionali (modelli waterfall o a cascata) anche la collaborazione e la comunicazione con i clienti permette di rispondere in modo rapido e flessibile ai cambiamenti: questi sono punti fondamentali dell’Agile e di questo approccio innovativo e dinamico.
BRAIN FORCE S.P.A. opera in Italia dal 1986 come società di consulenza IT focalizzata sull’Ottimizzazione dei Processi del Sistema Informativo e dell’Infrastruttura. Completa l’offerta la struttura Education certificata per fornire la Formazione IT sulle principali soluzioni e tecnologie di riferimento del mercato.
Ha chiuso a settembre l’anno fiscale 2014 con un fatturato di 28 Milioni di euro ed uno staff di circa 250 persone. Ha sede legale e operativa a Milano (Cologno Monzese) ed è presente sul territorio con filiali a Roma e Padova (Sarmeola di Rubano). Annovera tra i propri Clienti le principali aziende italiane.
BRAIN FORCE S.P.A. fa parte del gruppo Cegeka un service provider ICT privato fondato nel 1992 che ha sede in Belgio con filiali in Austria, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Romania e Slovacchia. L’azienda fornisce servizi a clienti in tutta Europa: servizi cloud enterprise, sviluppo agile di applicazioni, coaching agile e outsourcing ICT. Cegeka impiega 3200 persone e prevede di realizzare un fatturato complessivo di 350 milioni di euro nel 2015.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vescica iperattiva, riflettori su capostipite beta-3-agonisti

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 marzo 2013

Una nuova classe di farmaci per il trattamento della sindrome della vescica iperattiva, con un profilo di efficacia e sicurezza più favorevole rispetto agli antimuscarinici: sono i beta-3-agonisti, il cui capostipite, mirabegron, è stato presentato a Milano, nel corso del 28° Congresso annuale dell’European association of urology (Eau). «L’effetto è mediato dai recettori beta-3, distribuiti nella parete vescicale, i quali consentono il rilasciamento della vescica stessa durante la fase di riempimento senza influire sulla fase di svuotamento» spiega Stefano Salvatore, res ponsabile dell’Unità funzionale di Uroginecologia, presso l’Ospedale San Raffaele di Milano. «In altri termini, la vescica riesce ad accomodare volumi via via crescenti e ciò determina una ridotta numerosità di episodi minzionali durante il giorno, una minore urgenza minzionale in termini quantitativi, e un diminuito numero di episodi di incontinenza da urgenza». Altri vantaggi dei beta-3-agonisti? «Non svolgono azioni in fase di svuotamento: pur rilasciando la vescica non determinano un aumento del residuo post-minzionale. Inoltre, il miglioramento della qualità di vita è assolutamente significativo e, al di là dell’efficacia, la sicurezza del farmaco è sicuramente buona. Basti pensare che l’effetto collaterale più rilevante degli antimuscarinici è la secchezza della bocca (il motivo più importante per l’abbandono del trattamento) mentre nel caso dei beta-3-agonisti è paragonabile a un pla cebo. Inoltre, si è visto che mirabegron è efficace anche in pazienti che non rispondono agli antimuscarinici». Come si colloca nell’armamentario terapeutico questo farmaco (già approvato dall’Ema, ma non ancora disponibile in Italia)? «È una molecola di ottima efficacia, anche nei non responders agli antimuscarinici, rispetto ai quali si pone come valida alternativa quale prima linea di trattamento, mostrando un profilo di sicurezza superiore». Un processo, afferma Salvatore, che verrà influenzato dalla revisione in corso dei criteri di rimborsabilità degli antimuscarinici e da eventuali future decisioni in tal senso sui beta-3-agonisti.(fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

È partita la corsa all’ebook

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2011

La diffusione del formato elettronico sta rivoluzionando il mercato editoriale, ed è talmente rapida da risultare incontenibile. Sarebbe un grossolano errore non capire la portata del cambiamento, che porterà enormi vantaggi agli autori che cavalcheranno la tigre tempestivamente. Basta frontiere, basta passaggi commerciali, nei quali si perdono guadagni e si arrestano percorsi altrimenti destinati a ben altri sviluppi. Con l’e-book è finalmente il momento di una linea diretta autore/lettore, una verifica immediata della propria potenzialità. Per questo ormai sempre più autori stanno pubblicando il loro e-book con Magazzino51, consci di poter finalmente decidere in perfetta autonomia del proprio percorso commerciale. Il catalogo on line aumenta quotidianamente. Con soli 48 Euro puoi cominciare subito a misurarti nel mondo editoriale e a vendere il tuo libro in ogni angolo del mondo: <<http://www.magazzino51.com/index.php/page/section/autori_ebook2>&gt;

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banche: Tassa contante

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

Il Comitato Esecutivo ABI ha iniziato a recepire le richieste delle Associazioni Consumatori in tema di commissione sul prelievo del contante e sui mutui. Adiconsum e Assoutenti apprezzano le dichiarazioni del presidente Mussari, che vedono come un primo passo. In particolare Adiconsum e Assoutenti ritengono fondamentale l’abolizione da parte di tutti gli istituti della commissione di prelievo del contante e una informazione corretta ai potenziali mutuatari in termini di vantaggi e di rischi nella scelta del tasso di interesse dei mutui. Per tale motivo Adiconsum e Assoutenti parteciperanno costruttivamente al tavolo di lavoro dove porteranno anche altri argomenti tra cui, come già concordato con la stessa ABI, la ricerca di soluzioni a regime per il “piano casa”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rilancio del turismo

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2011

Silvi 28 febbraio alle ore 16.30 presso le sale parrocchiali della Chiesa Maria SS. Assunta di Silvi la Marina (lungo Nazionale, nei pressi del passaggio a livello) si terrà un incontro organizzato dalcircolo di Legambiente Terre del Cerrano di Silvi insieme alla struttura nazionale di Legambiente Turismo per illustrare nel dettaglio modalità e vantaggi dell’etichetta. “Consigliato per l’impegno in difesa dell’ambiente”. Sono invitati a partecipare tutti gli operatori turistici titolari di alberghi, B&B, agriturismi, ristoranti, camping e stabilimenti balneari. L’incontro è gratuito.Il progetto è in grado di realizzare un sodalizio importante e proficuo con le amministrazioni, ma soprattutto con tutte le strutture ricettive e turistiche del territorio (alberghi, B&B, agriturismi, ristoranti, camping e stabilimenti balneari).  Legambiente Turismo, settore di Legambiente attivo dal 1997 nel campo del turismo sostenibile e partner con la regione Toscana di NECSTouR, il network delle regioni europee per la promozione del turismo sostenibile, ha raggiunto nel 2010 i 17 associati in Abruzzo per un totale di 4200 posti letto tra alberghi e strutture extralberghiere. Si tratta di una realtà importante che presenta anche suggerimenti e sollecitazioni per il potenziamento dell’iniziativa di Legambiente sul territorio e incrocia temi quali la tutela dell’ambiente e il miglioramento della vivibilità delle località, percepiti come fattore essenziale di attrazione turistica e quindi con riflessi economici positivi di grande importanza.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I vegetali: proprietà nutrizionali

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 febbraio 2011

Parma Venerdì e sabato 18-19 febbraio 2011 Stars Hotel Du Parc Viale Piacenza, 12/C  Un’alimentazione corretta fin dall’infanzia per la prevenzione di malattie cardiovascolari e di alcuni tumori, i vantaggi e i rischi dell’alimentazione vegetariana, le capacità terapeutiche e rischi allergenici dei più comuni vegetali: sono alcuni dei temi che verranno discussi durante il Convegno a Parma. L’incontro è stato organizzato dal Prof. Sergio Bernasconi, Direttore della Clinica Pediatrica dell’Università degli Studi di Parma, dal Prof. Gian Vincenzo Zuccotti, Direttore della Clinica Pediatrica dell’Università di Milano – Ospedale Sacco e dal Dottor Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPS e Delegato delle Società affiliate SIP allo scopo di sensibilizzare i pediatri e alle famiglie su una sana alimentazione neonatale. Il Convegno verte attorno a tre principali aree tematiche:Nutrizione vegetariana nei bambini: vantaggi e rischi Con la presentazione degli ultimi dati di ricerca, verranno discusse le modalità di inserimento dei vegetali nell’alimentazione del lattante, sottolineandone le proprietà nutrizionali e quali possano essere i vantaggi e gli eventuali rischi di un’alimentazione puramente vegetariana. Capacità terapeutiche dei vegetali Una parte dell’incontro verrà dedicata alla discussione dell’impiego di sostanze del mondo vegetale nella cura di alcuni dei più frequenti disturbi che colpiscono il bambino (per esempio la tosse nell’ambito di una forma infiammatoria delle alte vie Alla scoperta della cucina tradizionale Si porrà attenzione alle modalità di preparazione casalinga dei piatti vegetali con l’aiuto di un grande chef quale Massimo Spigaroli del Cavallino Bianco di Polesine Parmense e verranno riscoperte anche le ricette tradizionali che uno storico della pediatria come Italo Farnetani è andato a ripescare nelle varie regioni italiane.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caffè Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 febbraio 2011

Milano 18 Febbraio 2011 ore 10 Sala Conferenze del Parlamento europeo Corso Magenta, 59 incontro mensile di
approfondimento delle decisioni più rilevanti per il territorio e i media, adottate dal Parlamento Europeo nel corso della settimana di Sessione a Strasburgo (14 – 17 febbraio). Sarà presente l’Onorevole Pier Antonio Panzeri. Con lui discuteremo di:

1.    Crisi in Egitto: la posizione del Parlamento europeo

2.    Emergenza immigrazione dal Nord Africa: aiuti all’Italia e altri Paesi Ue

3. Immigrazione: permesso unico per lavorare e vivere nell’Unione europea

4. Croazia: prossimo paese membro dell’UE? Verranno distribuiti comunicati stampa e dossiers su: Via libera all’accordo di libero scambio tra l’Unione europea e la Repubblica di Corea

. Cibi: le soglie di radioattività

6. Un accordo per proteggere i pazienti europei dai medicinali contraffatti

7. Trasporti, più diritti per chi viaggia in autobus e in pullman

8.  Commercio su gomma: furgoni più verdi sulle strade europee

9. Direttiva servizi: le aziende UE devono ancora sfruttarne a pieno i vantaggi

10.  Pensioni, crisi economica e costo della vita: un nuovo sistema di sostenibilità

11. Brevetto UE: via alla cooperazione rafforzata

12. Strategia Ue per l’inclusione dei Rom

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scontri a Roma: quali rimedi?

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 dicembre 2010

“Altro che infiltrati o Black block, chi ha messo a ferro e fuoco Roma e pianifica incidenti per i prossimi giorni sono i soliti noti che guidano i centri sociali e i collettivi di estrema sinistra della Sapienza. Tutti sanno i nomi e i cognomi. Basterebbe arrestarli per le centinaia di azioni violente commesse negli ultimi anni per evitare incidenti nei prossimi giorni. Gasparri ha detto una cosa di buon senso e democraticissima, chi lo accusa rispolverando il fascismo in realtà soffia sul fuoco pronto a sciacallare su eventuali drammi durante gli incidenti dei prossimi giorni per ottenere vantaggi nella propria carriera politica sulla pelle di ragazzi che si finge di difendere. La sinistra non vuole arrestare i violenti perchè li vuole usare per provare a far cadere il Governo su gli scontri. Sono irresponsabili.” Dichiara con una nota Giovanni Donzelli, portavoce della Giovane Italia e dirigente nazionale del PDL “Tra l’altro da giorni su internet gira un dubbio inquietante. Mi auguro che sia solo una somiglianza, ma è impressionante vedere come il giovane con i riccioli neri fotografato su tutti i giornali nella aggressione al finanziere, assomigli al giovane intervenuto ad Annozero contro il Ministro La Russa. Mi auguro che si faccia presto chiarezza, perchè sarebbe paradossale se la televisione pubblica ospitasse in studio come un eroe chi poche ore prima ha aggredito le forze dell’ordine” Conclude Donzelli

Posted in Diritti/Human rights, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano casa

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 novembre 2010

Martellago (VE)  27 novembre, a partire dalle ore 9.30 nella sala della chiesetta San Salvatore (a destar di Ca’ della Nave). convegno organizzato Confartigianato Provinciale Venezia in collaborazione con l’Associazione Artigiani e Piccole Imprese Mandamento di Mirano e il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Venezia e con il patrocinio della Provincia di Venezia. Nonostante flebili segnali di ripresa, il settore dell’edilizia in provincia di Venezia sta ancora scontando in modo pesante la crisi economica in atto. Una situazione che ha di fatto bloccato anche l’opportunità di sfruttare al meglio i vantaggi del Piano Casa, lanciato dal Governo lo scorso anno proprio per ridare linfa a un comparto chiave dell’economia quale quello edile.
L’incontro sarà un’occasione preziosa di confronto e dibattito con il vicepresidente della Provincia di Venezia Mario Dalla Tor e con il presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Venezia Massimiliano De Martin. Interverrà anche Federico Della Puppa, ricercatore CRESME, mentre introdurrà i lavori il presidente regionale della Confartigianato Edilizia Paolo Fagherazzi.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Beltratti e Passera in Fondazione Carisbo

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2010

Si è svolto nella sede di Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna l’incontro tra il Consiglio di Amministrazione, il Collegio di Indirizzo e gli amministratori con Andrea Beltratti, Presidente del Consiglio di Gestione di Intesa Sanpaolo e il Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera.  Si è trattato di un incontro di grande interesse nel corso del quale i vertici di Intesa Sanpaolo hanno presentato i risultati del primo semestre 2010 del Gruppo, che si è rivelato  in linea con le attese ed in crescita nei confronti del primo semestre 2009. Vantaggi competitivi continuano ad essere l’elevata liquidità e il basso leverage; anche la patrimonializzazione è solida ed è stata ulteriormente rafforzata, senza che sia stato fatto ricorso né a fondi pubblici, né a fondi di azionisti.
Nel corso dell’incontro sono stati anche esaminati i progetti di collaborazione tra la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e Carisbo, la banca del Gruppo attiva a Bologna e in Emilia Romagna, a sostegno della realtà sociale ed economica del territorio bolognese ed emiliano.   “Anche su questo fronte – ha aggiunto Fabio Roversi-Monaco – ci auguriamo di continuare sulla strada intrapresa e di rafforzare la nostra presenza sul territorio in collaborazione con la banca. Apprezziamo il forte impegno che il Gruppo sta sviluppando nella nostra Regione, sia in termini di sostegno al sistema produttivo emiliano, in particolare per il tessuto di piccole e medie imprese, sia per il rafforzamento del presidio sul mercato del credito locale, obiettivi importanti e rafforzati anche dal recente positivo accordo per l’acquisizione della Banca del Monte di Parma”. (Ufficio Stampa Annalisa Bellocchi)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi tra fiscalità e vantaggi alle imprese

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2010

Il rapporto realizzato da Isae, Obi e Srm conferma ciò che da tempo Adiconsum denuncia. L’onda lunga della crisi – dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – continua a falcidiare il reddito delle famiglie e lo stato di fiducia degli italiani diminuisce sensibilmente non solo nelle regioni del sud, ma anche nel nord-ovest, area non certo tradizionalmente debole del Paese. Solo nel nord-est, dove si è reagito meglio alla crisi economica operando con investimenti e ammortizzando gli effetti della crisi con ammortizzatori sociali diffusi, la fiducia risale. Solo una seria politica – continua Giordano – di fiscalità di vantaggio per le imprese che vogliono investire in attività produttive unitamente alla defiscalizzazione diffusa del salario di produttività, riuscirà a far uscire dalle sacche della crisi l’Italia. Adiconsum è convinta che altro pezzo importante di una strategia di sviluppo economico è lo sblocco delle risorse pubbliche per gli investimenti ed una seria e concreta evasione fiscale. Basta andare nei porti, negli aeroporti o verificare il parco macchine di tanti liberi professionisti, imprenditori o gioiellieri per scoprire un mondo di evasione fiscale a tutti noto, ma da pochi contrastato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salone Internazionale Tecnologie Fotovoltaiche

Posted by fidest press agency su martedì, 7 settembre 2010

Roma, 8-10 Settembre 2010)fiera PV Rome 2010 Salone Internazionale delle Tecnologie Fotovoltaiche per il Mediterraneo, (Fiera di Roma, Padiglione 5 – Stand D8). La fiera fa parte della più ampia manifestazione *Zeroemission Rome 2010, il grande evento dedicato alle energie rinnovabili che permette di accedere alle diverse declinazioni della domanda e dell’offerta nel mercato del Sud Europa e del bacino Mediterraneo. NWG sarà presente con il partner Tenesol, con il quale ha siglato a maggio 2010 un accordo di *partnership esclusiva* per l’Italia per gli impianti fino a 50 kWp, per presentare ai visitatori i vantaggi offerti dalla nuova partnership con l’azienda francese e i suoi servizi TOP LEVEL NWG, tra i quali l’innovativo *Energy Care* grazie al quale NWG garantisce il monitoraggio degli impianti installati per ben 20 anni. La partecipazione a PV Rome segna un punto d’arrivo in un 2010 caratterizzato per NWG da *performance straordinarie*: 1.000 impianti installati già nel primo semestre 2010, che seguono i 1.124 impianti messi in opera nel 2009, risultato che fa sì che l’azienda sia la prima del settore in Italia per numero di impianti installati. Questi successi sono resi possibili dall’ottimizzazione della filiera dei servizi offerti, dall’apporto del network commerciale di Energy Broker e di Studi Tecnici attivi su tutto il territorio nazionale. Oggi NWG pone le basi per raggiungere nuovi livelli di crescita anche grazie all’ulteriore perfezionamento dell’organizzazione interna. Il Dottor Massimo Casullo, già Direttore Generale, ricopre ora la carica di Amministratore Delegato. Al suo fianco, il Dottor Enrico Bandecchi, in qualità di Direttore Generale, che porta in NWG il proprio know-how di AD in importanti multinazionali. Queste novità al vertice si uniscono al processo di crescita interna che ha portato l’organico NWG da 25 a 60 dipendenti in 6 mesi.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XVI Conferenza euromediterranea sul cinema

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 settembre 2010

Venezia 10 settembre 2010, ore 9.30 – Ca’ Giustinian,  Molto rimane ancora da fare per considerare l’area di libero scambio del Mediterraneo un dato di fatto, sopratutto se pensiamo alle ampie ed innovative prospettive che le nuove tecnologie aprono creando di fatto un vasto spazio di scambi elettronici. Come operano in tale contesto le Istituzioni europee ed Internazionali per avvalersi dei vantaggi che le nuove tecnologie offrono ed evitare al tempo stesso i problemi che possono creare? Quali azioni promuove il Parlamento Europeo e quali suggerimenti potrebbero venire dagli addetti al settore per valorizzare al meglio questa grande opportunità? Qual è il valore aggiunto scaturito dai programmi MEDIA dell’UE?  Il Premio Lux, istituito nel 2007 dal Parlamento Europeo, con l’obiettivo di superare le barriere linguistiche finanziando le sottotitolature dei film vincitori nelle 23 lingue ufficiali dell’UE non é già un concreto esempio di valorizzazione del patrimonio culturale europeo?
Nella I sessione: Juana LAHOUSSE-JUAREZ, Direttrice generale Comunicazione del Parlamento europeo; Gianni PITTELLA e Stavros LAMBRINIDIS, Vice Presidenti;  Doris PACK, Presidente della commissione cultura; Pier Antonio PANZERI, Presidente della delegazione per le relazioni con il Magreb; Giancarlo SCOTTA´,Vicepresidente Delegazione Assemblea parlamentare ACP-UE; e gli europarlamentari Antonio CANCIAN, Silvia COSTA, Elisabetta GARDINI, Marco SCURRIA e Debora SERRACCHIANI discuteranno di queste ed altre concrete realizzazioni con Dal Bosco, Presidente, Filmwork Communication Company; Francesco Pamphili, Produttore, Kairós Film; Laura Pettini, Produttrice, Felix Film ed Elena Vera Tomasin, Produttrice, Videomante Onlus, tutte case di produzione beneficiarie di programmi MEDIA.  Modera Maria Grazia Cavenaghi-Smith, Direttrice dell’Ufficio a Milano del Parlamento Europeo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mediazione civile

Posted by fidest press agency su martedì, 31 agosto 2010

Si prepara un autunno  denso di prospettive di lavoro per chi è già conciliatore,  grazie alla politica dell’O.U.A. che è contro la mediazione civile e commerciale diventata legge dal 20 marzo 2010. E’ stato chiesto al presidente Pecoraro – dell’Associazione Nazionale per la Conciliazione  e l’Arbitrato (ANPAR), una delle prime associazioni (anno di costituzione 1995), a credere nei sistemi alternativi alla giustizia ordinaria –  del perchè l’O.U.A. è contraria alla mediazione e quali sono i vantaggi o svantaggi degli organismi di conciliazione già costituiti. “Gli organismi di conciliazione sotto sorveglianza  del ministero di giustizia hanno superato il numero di cento, fra questi spicca l’assenza della maggior parte degli Ordine degli avvocati. Infatti, l’Organismo Unitario  dell’Avvocatura, non opera bene nella mediazione civile,  perchè vuol mantenere a tutti i costi posizioni di privilegio  a discapito dei cittadini e della giustizia. Non si capisce perchè l’Italia dovrebbe discostarsi da quelle che sono le direttive Europee e dalla volontà del popolo, che ha chiesto al Governo il rispetto della delega  parlamentare, in materia di mediazione civile. Bene fa il ministro, Angelino Alfano, nel dire di mettere da parte le “lobby” o di non legiferare secondo la loro volontà su tematiche prive di ogni fondamento. I dati ci dicono, che più l’O.U.A. esprime contrarietà alla mediazione, più i cittadini ed avvocati o commercialisti prendono le distanze dai rispettivi vertici che presiedono gli ordini professionali. La verità è una sola, afferma Pecoraro – i consigli degli ordini degli avvocati, possono a “semplice richiesta”, cosi come dettato dall’art. 18 del D. Leg. 28/2010, istituire  organismi presso ciascun tribunale, avvalendosi di proprio personale e utilizzando i locali loro, messi loro a disposizione del tribunale. Perchè non l’hanno fatto?  La risposta è molto semplice e  senza equivoci: i rappresentanti legali degli ordini professionali hanno  gli stessi obblighi e responsabilità di altri organismi pubblici e privati  iscritti  nel registro tenuto presso il Ministero, per tali motivi  il  rappresentante legale dell’ordine  deve  assumere  carichi di responsabilità senza oneri per conto di terzi  e a favore di terzi, questi sono i veri motivi per cui si chiede l’abolizione dell’informativa, dell’obbligatorietà del tentativo di conciliazione prima della  domanda giudiziale e la presenza  necessaria  in qualità di assistenti nella mediazione da parte degli avvocati. Qui non c’è nessun principio di  “lesa maestà”, c’è solo buon senso di dare possibilità, agli stessi avvocati, ai giovani ed ai neolaureati –  attraverso gli Organismi costituiti e dopo un corso formativo “ad hoc”  – la possibilità di lavorare. Il grosso problema dell’O.U.A. è che per la prima volta nella storia dell’avvocatura e della giustizia, i presidenti degli Ordini,   sono responsabili delle designazioni  in materia di risoluzione di controversie  civili e commerciali, in particolare per quelle materie il cui tentativo  è obbligatorio a partire dal marzo 2011.
Infatti -. dice ancora Pecoraro –  se,  il mediatore al quale è affidata la risoluzione di una controversia  formula una proposta di conciliazione”  NON nel rispetto del limite dell’ordine pubblico e delle norme imperative,  il relativo verbale diventa non omologabile e la responsabilità ricade unicamente  in capo al rappresentante dell’ordine professionale, costituitosi Organismo.
Inoltre, c’è anche da dire, che la norma deontologica degli ordini professionali, non consente a chi è al vertice  e chi ne fa parte  di “autodesignarsi” conciliatore, al massimo il responsabile dell’organismo potrebbe comportarsi come succede oggi per altri incarichi, tesi unicamente a favorire “gli amici o gli amici degli amici” a prescindere dalle specifiche competenze. Tantissimi avvocati,  praticanti avvocati, giovani laureati in giurisprudenza e/o in materia economiche, laureati con titoli equipollenti, che hanno creduto e credono nella mediazione civile, quale sistema efficiente  in grado di deflazionare il carico delle controversia sia pendenti che  da venire, ringraziano l’O.U.A. , perchè mentre  questo organismo aspetta “riscontri”  dal Ministro alle loro insensate proteste, quelli che sono già conciliatori specializzati esercitano ed hanno esercitato,  alla gran! de questa nuova attività professionale, basta leggere i dati delle conciliazioni effettuate da altri organismi di conciliazione e dalle camere di commercio, che registrano un  incremento di risoluzione delle liti di circa il 60% da quando è andato in vigore il D. Leg.  n. 28 a marzo del 2010. Un dato per tutti: l’ANPAR che rappresento, ha avviato procedure conciliative su tutto il territorio nazionale ed estero, dall’entrata in vigore della legge,  sia per numero che per valore (oltre i 6 milioni di euro).   Ormai, quasi nessuno più crede,  in particolare i cittadini,  alle accuse  dell’O.U.A. contro il nuovo istituto giuridico della mediazione civile. Al contrario l’avvocato che fino ad oggi  “ha chiuso gli occhi  alla mediazione”  dovrebbe già cominciare a porsi il problema di cosa succederà quando il  proprio assistito, al quale non è stato detto che  la risoluzione della propria controversia poteva e può  risolversi a costo zero e nel tempo massimo di 4 mesi, verrà a conoscenza di questa carente “informazione”? L’aver da tempo invitato a disertare la formazione da parte dell’O.U.A. ai propri iscritti  ha significato semplicemente  “paralizzare quegli avvocati che hanno perso e stanno perdendo  quote di mercato professionale,  sono sempre di più  i conciliatori avvocati che  anche con giudizi pendenti stanno ricorrendo ad essa e più sciopera l’O.U.A., più  aumentano  gli avvii di procedure conciliative, più si disertano le udienze più i giudici “demandano” agli organismi le controversie in corso, più non si assistono i meno abbienti  più gli organismi di conciliazione si fanno avanti.  Egoisticamente – dice  Pecoraro – non sò proprio come avremmo fatto noi associazione se, non ci fosse stata l’O.U.A. (A. Bove)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trovare casa via internet

Posted by fidest press agency su martedì, 13 luglio 2010

Il 70% degli italiani usa Internet per comprare, vendere e affittare casa. Questi i risultati relativi all’utilizzo della rete di un’articolata ricerca sui trend del mercato immobiliare italiano realizzata da Format* per Subito.it, (www.subito.it), il sito di annunci per comprare e vendere di tutto in Italia che ha recentemente raggiunto i 2 milioni di annunci pubblicati. Il profilo di acquirenti e venditori evolve anche nel settore immobiliare e assieme ai canali tradizionali per comprare e vendere casa come il passaparola, le affissioni di privati e agenzie o le riviste specializzate, sfrutta i vantaggi messi a disposizione dalla rete. Due italiani su tre si rivolgono alla rete per cercare o vendere casa e in particolare le donne, maggiormente impegnate a districarsi tra lavoro, casa e figli, scelgono di approfittare di internet in percentuale maggiore rispetto agli uomini (72% contro 67%). Quali sono quindi i vantaggi della rete rispetto ai canali tradizionali per comprare e vendere casa? Ciò che spinge gli italiani a scegliere Internet è soprattutto la comodità di poter effettuare la ricerca in qualsiasi momento della giornata, magari anche la sera o nel weekend, sfruttando al massimo ogni ritaglio di tempo disponibile (50%). Un ulteriore vantaggio importante per il 34% degli italiani, è la possibilità di risparmiare denaro grazie alla minore incidenza dei costi di intermediazione, motivazione segnalata in particolare dalle fasce più giovani e da chi abita in Centro Italia. Ma i vantaggi della rete non sono solo questi, nella classifica dei benefici dell’online evidenziata dalla ricerca seguono: – la possibilità di poter vedere in anteprima l’appartamento grazie a foto e informazioni più dettagliate, caratteristica apprezzata in particolare dagli ultra 55enni che hanno compreso il potenziale della rete e ne approfittano per effettuare una prima scrematura degli immobili sfogliando le foto comodamente da casa propria.  – Il “real time”, ovvero la possibilità di avere informazioni sempre aggiornate sugli immobili in vendita, che permette di ottimizzare i tempi ed eventualmente di cogliere un’occasione al volo. Oltre il 60% di coloro che hanno dichiarato di preferire internet come canale per la compravendita immobiliare utilizzerebbe Subito.it per comprare o vendere la propria casa. Del sito, che presenta oltre 450.000 annunci pubblicati nella sezione immobili con un aumento dell’82%** rispetto allo scorso anno, vengono apprezzate soprattutto la semplicità e la velocità nell’inserimento e nella consultazione degli annunci (36%) e la praticità data dal poter concludere la compravendita direttamente con il venditore, senza agenzie o intermediari (32%). I risultati della ricerca sul mercato immobiliare posizionano Subito.it come prima scelta degli internauti italiani tra i siti generalisti di annunci classificati, segno che la fiducia che le persone ripongono in Subito.it lo ha reso un punto di riferimento, sia che si tratti di un acquisto economicamente importante come quello della casa o di occasioni da poche decine di euro.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »