Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘vendita domicilio’

Vendita a domicilio: fatturato

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 settembre 2019

La Lombardia guida la classifica delle regioni italiane nella vendita a domicilio: nel 2018 le aziende associate Univendita hanno realizzato nella regione un fatturato di 249 milioni 318mila euro, in crescita del 5,1% rispetto al 2017. La rilevazione del Centro Studi Univendita certifica che la Lombardia vale a livello nazionale il 15% delle vendite, che nel 2018 hanno raggiunto la cifra di 1 miliardo 662 milioni di euro.Il Nord Ovest vale complessivamente il 25,2% del fatturato nazionale. In quest’area, dopo la Lombardia, seguono il Piemonte/Valle d’Aosta, con il 7,9% del fatturato, e la Liguria (2,3%). Nella classifica nazionale, sul secondo gradino del podio, dopo la Lombardia, c’è la Campania (176 milioni di euro di fatturato); al terzo posto il Veneto (161 milioni di euro) e al quarto il Lazio (131 milioni di euro). Nel complesso, Sud e Isole realizzano il 35,1% del fatturato (583 milioni di euro); seguono Nord Ovest (419 milioni di euro), Nord Est (370 milioni di euro) e Centro (289 milioni).La classifica cambia se guardiamo al numero degli addetti alla vendita: nel 2018 in Lombardia hanno operato quasi 18mila venditori a domicilio,pari all’11,2% degli oltre 159mila addetti complessivi. La Lombardia si piazza dunque al terzo posto per numero di venditori, dopo la Campania (24.800 addetti) e la Sicilia (con 22.700 addetti). L’area del Sud e Isole è infatti quella dove nel 2018 si è concentrato il 50,7% dei venditori, pari a 80.700 addetti. Seguono il Nord Ovest con 30.100 addetti (il 18,9% del totale), il Nord Est e il Centro, entrambe aree che contano circa 24.200 addetti (il 15,2% del totale).«Anche quest’anno si conferma il primato della Lombardia per quanto riguarda il fatturato realizzato dalle aziende della vendita a domicilio – dichiara Ciro Sinatra, presidente Univendita –. Le regioni meridionali sono invece quelle che guidano la classifica per quanto riguarda il numero di venditori: oltre la metà degli addetti delle aziende di Univendita opera nel Sud e Isole. In quest’area la vendita a domicilio rappresenta un’opportunità soprattutto per le donne, che rappresentano il 92,5% degli incaricati delle aziende Univendita a livello nazionale. Nelle regioni del Sud Italia, dove l’indice di occupazione femminile è più basso, le donne trovano nella vendita a domicilio una possibilità interessante per realizzarsi professionalmente, conciliando al contempo il lavoro con gli impegni familiari».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bofrost: 238 milioni di fatturato nel 2018-19

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Bofrost Italia S.p.A., la più importante realtà italiana della vendita a domicilio di alimenti surgelati, ha chiuso a fine febbraio il bilancio 2018-19 con 238 milioni di euro di fatturato e una crescita del +0,2% rispetto all’esercizio precedente. L’azienda di San Vito al Tagliamento (PN), che detiene una quota di mercato del 10% (fonte GFK-Eurisko, AT ago ’18, Totale Italia) nel settore surgelati, ha comunicato questi risultati in occasione del meeting annuale che si è tenuto alla fine dell’anno commerciale.«Bofrost è un’azienda in salute che ha visto il proprio fatturato crescere di 77 milioni di euro negli ultimi dieci anni – ha commentato l’amministratore delegato Gianluca Tesolin –. In questo momento ci troviamo a dover rispondere alle sfide della trasformazione digitale, che non hanno portato alla “retail apocalypse” che si temeva qualche tempo fa, ma hanno certamente cambiato volto al settore. Il consumatore oggi richiede una customer experience di assoluta eccellenza, con prodotti e servizi incentrati sulle proprie esigenze. Il nostro obiettivo è offrire una proposta personalizzata per oltre un milione di clienti Bofrost, e la nostra strategia è puntare su tecnologia e innovazione ma sempre basati sul rapporto umano al fine esaltare la relazione che si crea tra i clienti e i nostri venditori, una relazione diretta e fidelizzante che rappresenta uno dei maggiori punti di forza di Bofrost».Negli ultimi mesi Bofrost ha dunque messo in campo un progetto di maggiore comprensione dei clienti allo scopo, spiega Tesolin, «di proporre il prodotto giusto, al cliente giusto, con la giusta modalità di comunicazione». Grande attenzione è stata dedicata a migliorare gli strumenti con cui tutti i venditori Bofrost in tutta Italia interagiscono quotidianamente e in modo diretto con i clienti offrendo la comodità del servizio a domicilio: nel corso dell’anno in tutte le 52 filiali Bofrost saranno operative le novità che renderanno più semplice ed efficace la gestione degli ordini.Altro progetto importante legato al digitale è b*Plus, l’app per i clienti che si è arricchita di nuove funzionalità che permettono di trovare più facilmente le informazioni sui prodotti (ingredienti, allergeni), creare cataloghi personalizzati, sperimentare video ricette e idee di menu e contattare il proprio venditore di fiducia.Nel corso del meeting inoltre è stato presentato il nuovo catalogo primavera-estate, con 520 referenze e 46 nuovi prodotti, studiati dal reparto Ricerca e Sviluppo per intercettare i trend alimentari emergenti: Bofrost infatti presenta un’offerta unica nel settore anche per quanto riguarda prodotti vegetariani e vegani, senza glutine, etnici e con ingredienti selezionati, DOP e IGP.Bofrost Italia rappresenta il 19% del fatturato del gruppo Bofrost International, presente in 12 paesi europei con un fatturato annuo di 1.242 milioni di euro. L’Italia è la seconda realtà più importante del gruppo dopo la Germania, paese di origine di Bofrost.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

All’Università Cattolica di Brescia la vendita a domicilio diventa oggetto di studio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 dicembre 2018

La vendita a domicilio continua a essere protagonista in ambito accademico. Per il secondo anno consecutivo l’Università Cattolica di Brescia ha proposto agli studenti della laurea triennale in Scienze Linguistiche con indirizzo “Operatori internazionali d’impresa” una lezione incentrata sul caso di Vorwerk Italia, l’azienda che commercializza il sistema di pulizia Folletto: un prodotto che da ottant’anni entra nelle case degli italiani tramite la vendita porta a porta. A portare in aula questa esperienza è stato il Prof. Alberto Albertini, docente del corso di Economia e Gestione delle imprese: «Da sempre – spiega Albertini – insegno attraverso la testimonianza diretta di manager, professionisti e imprenditori, dunque sono molto contento di ospitare per il secondo anno Univendita e Vorwerk Italia, raccontando l’importanza dell’associazione di categoria, oltre che un modello di business vincente e alternativo ai canali tradizionali».Ciro Sinatra, Direttore Relazioni Istituzionali e Affari Legali di Vorwerk Italia, ha illustrato agli studenti storia, approccio al mercato e caratteristiche di un’azienda che fa parte di un gruppo internazionale con 2,9miliardi di euro di fatturato all’anno realizzati attraverso la vendita diretta, e quasi 645 mila persone occupate, di cui il 98% venditori. «La ragione del successo della vendita a domicilio – ha spiegato Sinatra – sta nel rapporto diretto che si crea fra azienda e cliente, rapporto dove la figura chiave è quella del venditore: un professionista qualificato e competente in grado di cogliere le esigenze della clientela, di offrire consulenza e di proporre soluzioni personalizzate. Aggiungiamo a questo l’alta qualità dei prodotti e comprenderemo il motivo per cui le aziende della vendita a domicilio possono contare su una clientela coinvolta e fidelizzata, cosa che ha consentito al settore di continuare a crescere anche durante la crisi».
All’Università di Brescia è intervenuto anche Daniele Pirola, direttore di Univendita, l’associazione che riunisce le aziende di eccellenza della vendita a domicilio, con un intervento che ha inquadrato numeri e dinamiche del settore. Le imprese di Univendita hanno fatturato, nel 2017, 1,66 miliardi di euro (+1,8% rispetto all’anno precedente) occupando 158mila venditori (+1,3%). Nella provincia di Brescia il fatturato è stato di oltre 30 milioni di euro con oltre 3.000 venditori. «Con le sue 18 imprese associate – ha ricordato Pirola – Univendita rappresenta il 46% dell’intero settore della vendita diretta in Italia, che nel complesso conta 265 imprese e 520mila addetti, di cui il 77% donne, per un fatturato annuale pari a 3,6 miliardi di euro», come evidenziato nello studio “La vendita diretta a domicilio in Italia” realizzato da Format Research nel 2017 per Univendita-Confcommercio.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vendita a domicilio: un premio alla carriera

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 novembre 2009

Avedisco, l’unica associazione di categoria in Italia che rappresenta le aziende nazionali e multinazionali che operano in regime di vendita diretta, durante i festeggiamenti per i 40 anni di vita (è nata a Milano nel 1969) ha voluto ringraziare i benemeriti di tutte le aziende associate consegnando loro uno speciale premio alla carriera. A Bologna, nell’oratorio di San Filippo di via Manzoni, 25 venditori di tutta Italia hanno ricevuto dal direttore di Avedisco, Giorgio Giuliani, un riconoscimento per “l’attaccamento dimostrato al proprio lavoro che ha contribuito a far crescere il prestigio delle proprie aziende e la reputazione di Avedisco”.  Dopo il forum di settembre che si è svolto a Roma nella sala capitolare del Senato, per l’associazione di categoria è stato il momento di fare il bilancio dell’anno. “Siamo l’unico comparto economico in Italia che cresce nonostante la crisi -ha detto il presidente di Avedisco, Luca Pozzoli-. Dal 2004 a oggi abbiamo avuto una crescita del fatturato del 26,6%. Un risultato che ci permette di guardare al futuro con grande serenità. E questo lo dobbiamo ai nostri incaricati alla vendita che, oggi, hanno superato quota 250mila e che, a voi, che avete dedicato tutta la vita alla vendita diretta a domicilio, devono ispirarsi per i valori che tramandate”. “Sono veramente orgoglioso di consegnare questo premio -ha poi continuato Giuliani- dedicato agli incaricati che, con continuità, dedizione e impegno personale hanno contribuito nel corso degli anni a portare al successo le aziende con cui collaborano. Sono persone speciali che rappresentano esempi non solo all’interno delle proprie aziende, ma per tutta l’Avedisco». Hanno ricevuto lo speciale premio Avedisco Pietro Rizzi (AMC Italia), Priska Ferrari, Kosmas Mader, Bettina Riebold e Othmar Goldner (Amway Italia), Elena Colombi (Avon), Gianni Cocetta (Domovip), Michele Mezzacapa (Eismann), Adelino Bolzonello (Forever Living), Natalia Ruocco (FMR ART’È), Stefano e Marisa De Lorenzi (GNLD International), Elena Tassi (Herbalife), Linda Spiccalunto (Jafra), Mariella Bacci e Mario Marini (LR Health & Beauty), Gina Perinti (Nahrin Italia), Ross e Ulla Furnari (NSA Italia), Franca Pirini (Stanhome), Marlene Pfitscher (Tupperware), Angela Fioravanti e Celestino Cantarini (Star Dust), Carla Capitò (Vorwerk Contempora) e Paolo Dallari (Vorwerk Folletto).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Vendita a domicilio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2009

Da sei anni, il fatturato delle aziende associate Avedisco (Associazione vendite dirette servizio consumatori) registra una decisa crescita: +4,6% nel 2008, assestandosi a 1 miliardo e 390 milioni di euro. Ma il dato che maggiormente colpisce è l’aumento degli incaricati alla vendita: +9,9% rispetto al 2007. Gli operatori del settore vendita a domicilio hanno superato le 240mila unità. «La vendita diretta -è il commento di Luca Pozzoli, presidente di Avedisco- si dimostra un’interessante alternativa professionale. I dati dell’ultimo anno lo dimostrano. Un settore dove contano la voglia di fare, la serietà, la professionalità e, soprattutto, dove la meritocrazia viene riconosciuta e non solamente sbandierata: è un sistema che dà possibilità a chiunque, anche in questo momento di particolari difficoltà per il mondo del lavoro». Nel dettaglio, il comparto che ha registrato i risultati migliori è quello della “cosmesi e accessori moda” che ha fatto registrare un aumento di fatturato del 12,9%, seguito da “alimentare/nutrizionale” (+7%). Positivo anche il risultato dei “beni durevoli casa” (+3,2%) che si conferma il comparto trainante della vendita a domicilio con una quota di mercato del 47% per cento. Invariati rispetto al 2007, i “beni di consumo casa” e il “tessile”; a chiudere i “servizi” in calo del 32,6%. «I numeri parlano da soli -continua Pozzoli-: al di là del fatturato che, da sei anni ci dimostra il buono stato di salute del nostro settore, sono i numeri degli incaricati che dimostrano ancora una volta che la vendita diretta offre opportunità di lavoro. Nel 2008, i nostri incaricati sono aumentati del 10%, l’anno prima del 9, l’anno prima ancora di oltre il 16. Le nostre aziende sono capaci di offrire lavoro in ambiti differenti a fianco di serietà e formazione costante». Secondo i dati Istat, nel 2008 il valore delle “vendite del commercio in sede fissa” ha segnato, rispetto al 2007, una variazione negativa dello 0,6%. In calo anche le spese della famiglia (- 0,9%) un dato che, sommato al perdurare della crisi, preoccupa anche il settore della vendita diretta.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »