Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘vettura’

Una vettura “regale” all’asta

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 settembre 2017

Juan_Carlos_I_di_SpagnaSi tratta della prima vettura utilizzata da Re Juan Carlos di Spagna dopo l’incoronazione avvenuta il 22 novembre 1975. Rimasta in possesso del primo sovrano post-franchista sino alla fine degli anni 70, la Mercedes-Benz 450 SEL blindata si presenta in ottimo stato e sarà all’asta su Catawiki sino al 10 settembre alle ore 20 (link). Quest’asta va ad affiancarsi a quella che ospitata lo scorso marzo, per aggiudicare una ZIL 41052 del 1991 appartenuta ai Presidenti russi Gorbaciov e Yeltsin (link), e a quella più recente relativa ad una Rolls Royce del 1933 (link) che fu una produzione unica per conto del Maharaja di Jammu e del Kashmir. L’auto accompagnò il sovrano e la sua consorte, la Regina Sofia, durante tutte le visite ufficiali effettuate nella seconda metà degli anni 70 e, nonostante abbia 39 anni di vita, si presenta in ottime condizioni, con tappezzeria rinnovata, perfettamente funzionante e con soli 160.000 chilometri percorsi. Sul cofano conserva ancora le bandierine spagnole tipiche di tutte le auto di rappresentanza, mentre il suo motore è un otto cilindri di 6.900 centimetri cubici con una potenza di 225 cavalli, che permettono alla vettura di raggiungere i 210 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in soli 9,3 secondi. “Questa vettura fu acquisita negli anni 80 da un collezionista privato direttamente dalla Casa Reale quando questa decise di vendere più veicoli usati dalla famiglia del re e fino ad oggi non si sa se esistono ancora altri simili. A rendere ancor più particolare questo modello è il fatto che presenta il motore più grande in dotazione ad una vettura di produzione non americana dopo la Seconda Guerra Mondiale, ha dichiarato Franco Vigorito, esperto di auto classiche per Catawiki”. Progettata per proteggere e garantire la sicurezza dei sovrani, la vettura di circa cinque metri di lunghezza è completamente blindata – per questo motivo pesa 2.230 chilogrammi – ma è dotata di sospensione idraulica che consente di sostenere tutto il peso. Nella parte superiore ha come dotazione speciale un tetto scorrevole in corrispondenza dei sedili posteriori, attraverso cui i monarchi salutavano le folle. Si stima che la vettura potrebbe superare i 39.500 euro. La parola ai collezionisti.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incognita Donington per un ottimista Alberto Cerqui

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2011

La Superstars Series si appresta ad approdare nel Regno Unito per il quinto round della stagione in programma il prossimo fine settimana a Donington Park e valevole esclusivamente per la classifica internazionale. Il giovane Alberto Cerqui è ormai una delle stelle indiscusse di un campionato che lo sta vedendo costantemente tra i protagonisti, nonostante questa sia per lui la stagione di esordio al volante di una vettura a ruote coperte spesso su circuiti dove, come in questo caso, non ha mai corso.
Venerdì 17 Giugno 2011 15.45 – 16.45: Test Il programma del weekend (ora italiana, GMT+2) Sabato 18 Giugno 2011 10.10 – 10.40: Prove libere 1 13.05 – 13.35: Prove libere 2 17.45 – 18.15: Prove ufficiali Domenica 18 Giugno 2011 11.40: Gara 1 16.40: Gara 2 (cerqui)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ubriaco al volante: sequestro vettura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 maggio 2011

Scatta il sequestro della macchina in sosta se al volante c’è un automobilista in stato di ebbrezza alcolica. È il principio stabilito nella sentenza del 4 maggio 2011, emessa dalla quarta sezione penale della Suprema Corte che riporta Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” Con la decisione in commento gli ermellini hanno, infatti, confermato il sequestro preventivo di una Porsche Cayman ferma su ciglio della strada e con al posto di guida il proprietario che aveva indossato la cintura di sicurezza e acceso i fari. L’uomo era stato colto all’improvviso in evidente stato di alterazione alcolica sostenendo che il sequestro era illegittimo perché al momento dell’accertamento non era ancora partito dalla posizione di sosta. Tale giustificazione è stata ritenuta insufficiente dal Riesame e anche secondo la Cassazione. Nella motivazione è possibile, infatti, leggere che “il giudice del merito ha legittimamente ritenuto che la condotta dell’indagato fosse idonea ad integrare la fattispecie contravvenzionale ipotizzata posto che, il porsi alla guida di un’auto, in evidenti condizioni di alterazione dovuta all’assunzione di sostanze alcoliche, nell’atto di muovere il veicolo, già con il motore avviato ed i fari accesi, avendo anche provveduto ad allacciare la cintura di sicurezza, valeva già a rappresentare una condotta idonea ad integrare la fattispecie ipotizzata.
E poi, la circostanza secondo cui, al momento del controllo, l’auto non si era ancora mossa, non si presenta, allo stato, significativa nei termini ritenuti dal ricorrente, posto che il concetto di circolazione di un veicolo non può esaurirsi alla fase dinamica del mezzo ma deve intendersi riferibile anche alle fasi della sosta che egualmente ineriscono alla circolazione. Tanto più che la sosta di un’auto su area di pubblico transito, che presuppone un arrivo sul posto ed una ripartenza del veicolo, non è circostanza irrilevante nella sede cautelare, “posto che ad essa possono certamente inerire condotte riconducibili alla fattispecie allo stato ipotizzata, specie se, come nel caso che oggi interessa, l’atteggiamento dell’automobilista, come sopra descritto, non lascia dubbi non solo circa il sopraggiungere dello stesso a bordo della sua auto sul luogo della sosta, ma anche in ordine all’intenzione, una volta avviato il motore e postosi ai comandi del veicolo in assetto di guida, di ripartire. Intento non portato a compimento solo per l’intervento dei carabinieri, pronti a bloccare l’auto perché consapevoli delle alterate condizioni dell’indagato e dei rischi che potevano conseguire dalla circolazione del veicolo”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Guidare all’estero

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 agosto 2010

Secondo l’Organizzazione Mondiale del Turismo (UN-WTO), l’agenzia ONU con sede a Madrid, gli arrivi internazionali che si sono verificati nel 2008 sono stati 922 milioni. Di questi, il 39%, quindi più di 35 milioni ( esattamente 35.758.000) si sono spostati da un paese all’altro in auto. Non stupisce che la maggior parte della mortalità tra i viaggiatori internazionali sia dovuta a incidenti stradali. Lo spostamento con la propria vettura all’estero e soprattutto il noleggio di autovetture in paesi stranieri, specie se in via di sviluppo rappresenta un fattore di rischio. In numerosi paesi in via di sviluppo la regolamentazione del traffico è insufficiente e male applicata. La situazione è più complessa rispetto ai paesi industrialiazzati a causa dei pedoni e differenti veicoli che circolano simultaneamente:mezzi a 2 e 4 ruote, mezzi di trasporto a trazione animale. La costruzione ed il mantenimento delle strade, la segnaletica stradale, l’illuminazione e la condotta degli automobilisti possono lasciar molto a desiderare. Quando si viaggia all’estero occorre dotarsi di una patente di guida internazionale, della carta verde e della propria tessera sanitaria se si viaggia in Europa e di una buona copertura assicurativa se si viaggia in paesi extra-europei. I viaggiatori devono:
1 informarsi preventivamente sulle norme stradali e sullo stato delle strade del paese dove ci si intende recare
2. prima di affittare una vettura, verificare lo stato dei pneumatici, delle cinture di sicurezza, della ruota di scorta, dei fanali e dei freni.
3. informarsi delle regole non scritte della circolazione ( ad es in certi paesi ci si serve abitualmente del clacson)
4. essere particolarmente attenti nei paesi dove la guida è a sinistra
5. non affittare motociclette e altri motoveicoli specie se non se ne ha familiarità
6. evitare qualsiasi tipo di bevande alcoliche prima di mettersi alla guida (in alcuni paesi le pene sono severissime se trovati ebbri)
7.usare sempre cinture di sicurezza
8. rispettare accuratamente i limiti di velocità
9 possibilmente non guidare di notte ed  evitare stradee poco o male illuminate
10. attenzione agli animali che possono invadere le strade.
( Walter Pasini Presidente Società Italiana di Medicina del Turismo)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Motor village Ferrara”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Ferrara 12 Marzo 2010, Via Zandonai 8/10 Uno spazio su misura per chi ama l’auto. La struttura di Ferrara è il primo dealer di proprietà del Gruppo Fiat in Italia ad aderire al modello Motor Village: un progetto grazie al quale l’azienda sposa un approccio innovativo e moderno abbandonando la formula tradizionale del concessionario. L’inaugurazione del centro infatti non rappresenta soltanto la nascita di uno spazio di vendita, ma la manifestazione tangibile dello spirito del Gruppo Fiat, che si apre all’esterno e accoglie i visitatori in un ambiente confortevole e unico nel suo genere.  Un percorso coinvolgente in cui il cliente è al centro dell’attenzione per tutto il processo di vendita: dalla fase di accoglienza al momento dell’acquisto fino alla consegna della vettura.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concours d’Elégance

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 marzo 2010

Maranello (Modena) 11 marzo 2010 alle ore 11  Conferenza Stampa di presentazione  del Concours d’Elégance “Trofeo Salvarola Terme” alla Galleria Ferrari di Maranello  nell’ambito degli eventi di Motor Valley – è organizzato in collaborazione con il Comitato di Promozione Turistica, la Galleria Ferrari, i Comuni di Modena e di Sassuolo, Terme della Salvarola e La Terra delle Rosse.  Per l’occasione sarà esposta in Galleria l’Alfa Romeo 6C 2003 B Millemiglia dei 1939 dei Fratelli Sandri, vincitrice, lo scorso anno, del Trofeo “Best of the Best”, 10th Anniversary assegnato per celebrare i primi dieci anni del concorso. La splendida vettura rimarrà in mostra fino al 25 marzo.
Il 20 e 21 marzo 2010 sarà la volta dell’undicesimo Concours d’Elégance Trofeo Salvarola Terme, la prestigiosa manifestazione dedicata alle auto d’epoca. Le auto di tutti i marchi, sia italiani che stranieri, sfileranno a Salvarola Terme, a Sassuolo e a Modena, suddivise nelle diverse categorie. Il concorso nel 2010 presenta una novità importante, che conferisce all’evento un rilievo internazionale: per la prima volta la categoria “Special Guest” sarà dedicata ad un marchio straniero – anche se amatissimo in Italia per la sua raffinatezza – Jaguar, che parteciperà con alcune tra le sue auto più affascinanti, come la Jaguar SS 100 2,5 Cabrio del 1936, la SS Two del 1934, e la XK 120-OTS-C (alluminio) del 1953. All’edizione 2010 del Trofeo Salvarola Terme saranno presenti anche tutti gli altri marchi tra cui Ferrari, Alfa Romeo (a cui sarà riservato un premio speciale per il centenario che cade nel 2010), Maserati, Lamborghini, Lancia. Tutte le vetture partecipanti si contenderanno il prestigioso Trofeo. Nel pomeriggio di sabato 20 marzo, in Piazza Garibaldi a Sassuolo, avranno luogo la presentazione delle auto provenienti da fuori regione. Domenica 21 marzo la competizione entra nel vivo: dalle ore 10.30 la Giuria esaminerà le vetture che una dopo l’altra si mostreranno in tutto il loro splendore di fronte al Comitato d’Onore a Salvarola Terme. In occasione dell’evento, verrà emesso l’annullo postale dedicato al Concorso. Nel primo pomeriggio, tutte le vetture in sfilata raggiungeranno Piazza Grande a Modena, dove avverrà la premiazione e dove sarà proclamata la “Best of Show 2010” con consegna del Trofeo Salvarola Terme e la targa “Città di Modena” e saranno consegnati altri premi per le varie categorie. (auto d’epoca)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla Chiesa/Carraro: Noi vogliamo ricordarli così…

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 agosto 2009

Palermo, Venerdì 3 settembre 1982, ore 21.00 il nuovo prefetto di Palermo, il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, sta andando a cena con la giovane moglie Emanuela Setti Carraro, di scorta li segue un’Alfetta guidata dall’agente della polizia di Stato Domenico Russo. Giunti in Via Isidoro Carini sopraggiungono due motociclette e un’auto che affiancandosi all’A112 del generale aprono il fuoco a colpi di kalashnikov uccidendoli sul colpo.  Sul luogo dell’eccidio, un anonimo cittadino lascia un cartello affisso al muro. Poche parole, una frase che in breve fa il giro del mondo: “Qui è morta la speranza dei siciliani onesti”. L’Agente Scelto Domenico RUSSO nasce a S.Maria Capua Vetere (CE) il 27/12/1950. Quella sera Domenico seguiva con l’auto di servizio, un’Alfetta non blindata, come scorta alla vettura A-112 del Generale e della sua compagna, che vennero trucidati in maniera vile da un commando della Mafia a colpi di Kalashinkov, in quella circostanza, l’auto con a bordo l’autista e l’Agente Russo, venne affiancata da una motocicletta guidata da Pino Greco detto “Scarpuzzedda”, che uccise l’autista e ferì in maniera gravissima il Russo, il quale morì dopo 13 giorni di agonia all’ospedale di Palermo. Domenico lasciava la moglie ed un figlio piccolo. L’Agente Russo per il suo atto di eroismo venne insignito della Medaglia d’oro al valor civile con la seguente motivazione:    “Di scorta automontata per il servizio di sicurezza ad eminente personalítà, assolveva al proprio compito con sprezzo del pericolo e profonda abnegazione. Proditoriamente fatto segno a numerosi colpi d’arma da fuoco esplosi a distanza ravvicinata da parte di alcuni appartenenti a cosche mafiose, tentava di reagire al fuoco degli aggressori nell’estremo eroico tentativo di fronteggiare i criminali, immolando così la vita nell’adempimento del dovere. Palermo, 3 settembre 1982.”   Carlo Alberto Dalla Chiesa nasce a Saluzzo (Cuneo) il 27 settembre 1920. Subito dopo la guerra sposa Dora Fabbo (morta per un improvviso infarto nel 1978) da cui avrà tre figli: Nando, sociologo e saggista, senatore dell’Ulivo, Rita, conduttrice televisiva e Simona. In seconde nozze sposa (l’11 luglio 1982) la giovane Emanuela Setti Carraro. E’ Figlio di un generale dei carabinieri e con un fratello, Romano, anch’egli nell’Arma. Dalla Chiesa arriva a Palermo il 30 aprile, con procedura d’urgenza e anzitempo, poche ore dopo l’uccisione del segretario siciliano del Pci, Pio La Torre, terzo uomo politico assassinato tra il ’79 e l’82 dopo Piersanti Mattarella (6 gennaio 1980), democristiano, presidente della Regione siciliana, e Michele Reina (9 marzo 1979), segretario della Dc palermitana. Dalla Chiesa è l’uomo a cui lo Stato si era rivolto per sconfiggere la nuova emergenza del paese: la mafia. In Sicilia è una vera e propria strage: 10 morti nell’80, 50 nell’81, quasi 20 nei primi mesi dell’82. Dalla Chiesa resterà per tutti il “prefetto dei cento giorni”.  La nomina era stata decisa il 2 aprile 1982 da un comitato interministeriale costituito dal presidente del Consiglio Spadolini e dai ministri Rognoni, Formica, Di Giesi e Altissimo. Il 10 agosto, in un’intervista a Giorgio Bocca, Dalla Chiesa denuncia il suo isolamento e la mancata attribuzione dei poteri: “Credo di aver capito la nuova regola del gioco: si uccide il potente quando avviene questa combinazione fatale, è diventato troppo pericoloso ma si può uccidere perché è isolato”, dichiara al giornalista milanese. “Mi mandano in una realtà come Palermo, con gli stessi poteri del prefetto di Forlì”  C.A.Dalla Chiesa”  (Fonte: http://www.lastoriasiamonoi.rai.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »