Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘Viaggi’

Gli straordinari viaggi di Paolo Gotti intorno al mondo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 maggio 2019

Bologna Prosegue alla Temporary Gallery di via Santo Stefano 91/a la mostra 45 YEARS TRAVELLING. Gli straordinari viaggi di Paolo Gotti intorno al mondo che propone un excursus attraverso alcune delle immagini più significative che il fotografo bolognese ha registrato in 45 anni di esplorazioni in oltre 70 paesi nei cinque continenti.
Dal primo grande viaggio in Africa, nel 1974, quando attraversò il Sahara con la sua land rover per poi fare ritorno in Italia a bordo di una nave cargo, agli ultimi viaggi a Cuba alla scoperta delle piantagioni di tabacco e della coloratissima cittadina di Baracoa, in mostra sono rappresentati non solo i paesaggi e i visi delle persone che Gotti ha incrociato nel corso di questi 45 anni, ma soprattutto emerge evidentissimo lo sguardo del fotografo, mai disincantato ma sempre curioso ed entusiasta, convinto che la destinazione non esista senza il percorso e che il viaggio più bello sia quello che bisogna ancora compiere.Nella sala cinema, al piano inferiore della Temporary Gallery, sarà possibile assistere alla proiezione dei suoi progetti fotografici più significativi degli ultimi anni: Cina 1978. Appunti di viaggio (2019), Ruggine (2018), Stories. Viaggio tra fotografia e letteratura (2016) e Alle origini della terra (2014).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Airfrance: Nuove destinazioni per la stagione estiva

Posted by fidest press agency su martedì, 22 gennaio 2019

Air France annuncia due nuovi collegamenti per Parigi CDG, da Palermo e da Olbia, e aumenta le frequenze da Bari e Cagliari. KLM: Napoli diventa la decima destinazione italiana della compagnia olandese.I nuovi collegamenti dall`Italia saranno offerti a € 49 per la sola andata e € 99 per andata e ritorno.Viaggiare Air France e KLM, che sia per turismo o per motivi di lavoro, significa affidarsi a professionisti che garantiscono esperienze uniche e personalizzate, realizzate con professionalità e competenza per viaggi cuciti come un abito di alta moda su misura sui passeggeri.

Posted in Uncategorized, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Milano il viaggio tra i sapori e le tradizioni di Sicilia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 novembre 2018

Milano fino al 1° dicembre la cucina degli chef Pino Cuttaia, Damiano Ferraro, Gioacchino Gaglio e Angelo Treno de Le Soste di Ulisse presenterà agli ospiti le eccellenze gastronomiche del territorio siciliano. Si tratta di uno tra i numerosi eventi e attività dell’associazione in calendario fino al 2020 in Italia e all’estero.
si potrà degustare il menu degli chef Pino Cuttaia, Damiano Ferraro, Gioacchino Gaglio e Angelo Treno con l’obiettivo di presentare le diverse specificità della Sicilia. Quattro cene a “otto mani” con piatti a base di ingredienti che mettono in risalto il territorio siciliano e le sue eccellenze gastronomiche. Promotore dell’iniziativa Paolo Marchi e Claudio Ceroni che assieme a Pino Cuttaia, presidente de Le Soste di Ulisse per il triennio 2018-2020, si è deciso di organizzare più appuntamenti a Identità Golose Milano per presentare le eccellenze di un’intera regione. A partire, in questo caso, dalle province di Agrigento, Enna e Palermo ovvero Pino Cuttaia, La Madia a Licata (Agrigento), Damiano Ferraro di Capitolo Primo a Montallegro (Agrigento), Gioacchino Gaglio di Gagini Social Restaurant a Palermo e Angelo Treno del ristorante Al Fogher a Piazza Armerina (Enna).
Quali i piatti del menu? Si parte dall’antipasto Filetto di alalunga rosato al battuto di pepe nero, vinaigrette solida di caviale povero, riccioli di calamari alla cannella e croccante alle mandorle di Damiano Ferraro, chef che dopo essersi formato tra i meccanismi perfetti della Svizzera, passando per Londra, è tornato nella sua terra e ha inaugurato il suo ristorante Capitolo Primo.
L’iniziativa a Identità Golose Milano è solo una tra le tante in programma fino al 2020 in Italia e all’estero con l’obiettivo di narrare e valorizzare l’Isola promuovendo al mondo il suo immenso patrimonio turistico, enogastronomico, artistico, paesaggistico, culturale e monumentale. L’associazione è nata nel 2002 alla quale fanno parte 41 soci attivi in campo enogastronomico e dell’hôtellerie ossia ristoranti gourmet, tra cui 13 stellati dei 16 per la Guida Michelin 2019 presenti nell’Isola, charming hotel e pasticcerie storiche, localizzati nei territori più suggestivi di tutte le province della Sicilia. Partner dell’associazione, anche aziende vitivinicole e imprese leader nel territorio.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

AIM Group International pubblica l’Annual Report 2017

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 settembre 2018

AIM Group International, agenzia leader nell’organizzazione di congressi, meeting ed eventi, pubblica l’Annual Report 2017 e annuncia risultati economici positivi.
I risultati più significativi raggiunti riguardano il rafforzamento del business, l’aumento della competitività in tutti i mercati di riferimento e un robusto sviluppo economico, così come previsto nel Business Plan 2015-2017 del Gruppo. Inoltre, nel 2017 AIM Group ha ampliato la base di clienti, con aziende del settore farmaceutico e non solo, e ha ulteriormente diversificato il business sia nei servizi offerti sia nelle aree geografiche raggiunte.Un altro successo ottenuto è la capacità di offrire servizi qualificati per i clienti in molti Paesi: grazie a ottimizzazioni organizzative e al new business, il network di uffici internazionali del Gruppo si è rafforzato, garantendo maggiore redditività.Per quanto riguarda, in dettaglio, i risultati economici, grazie all’ottimizzazione dei costi, all’efficienza organizzativa e allo sviluppo del business, il Bilancio Consolidato 2017 è positivo, con un EBIDTA di 2 milioni di euro e un fatturato complessivo di 87,5 milioni di euro, che superano i 100 milioni di euro includendo le società non interamente possedute dal Gruppo. «Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati dell’EBITDA, che sono sempre stati positivi nella nostra storia e confermano la solidità della nostra strategia manageriale» sottolinea Gianluca Buongiorno, presidente AIM Group International.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CWT lancia Price Tracking, che può portare risparmi fino al 2% sulla spesa di viaggi

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 luglio 2018

Carlson Wagonlit Travel, società globale di gestione dei viaggi d’affari, sta lanciando Price Tracking a livello mondiale, a seguito di pilot di successo che hanno evidenziato risparmi fino al 2% della spesa totale per i viaggi.
La tecnologia Price Tracking monitora in maniera continuativa i prezzi dei voli e delle camere d’albergo, verificandoli rispetto alle prenotazioni già effettuate. Ogni volta che identifica potenziali saving, CWT procede a cancellare e riprenotare alla tariffa più vantaggiosa, offrendo ai clienti le migliori offerte possibili e realizzando così significativi risparmi.«Questa tecnologia può far risparmiare ai nostri clienti fino al 2%, una grande somma di denaro per qualsiasi azienda i cui viaggi d’affari abbiano una dimensione considerevole – ha affermato Patrice Simon, CTO Strategy and New Product Development di CWT. – E soprattutto, è in gran parte automatizzata e funziona dietro le quinte 24 ore su 24, 7 giorni alla settimana, offrendo risparmi ogni giorno».
Il servizio è il risultato di una partnership tra CWT e Yapta, un provider di servizi di monitoraggio dei prezzi della biglietteria aerea e degli hotel. CWT ha testato le offerte di vari fornitori di tecnologie concorrenti e ha trovato Yapta costantemente superiore a tutti gli altri competitor, in alcuni casi con ampi margini.I test effettuati inizialmente negli Stati Uniti da CWT hanno avuto molto successo e le possibilità di risparmio nel resto del mondo sono ancora maggiori, data la frammentazione delle offerte tra Latam, Europa e APAC. Attualmente, i consulenti CWT riprenotano manualmente circa 1 itinerario su 20 con lo stesso volo o hotel a una tariffa inferiore. La completa automazione del processo migliorerà in modo consistente questo tasso. CWT mira a un’espansione globale di Price Tracking, che potrà essere adottato da migliaia di clienti in tutto il mondo nei prossimi 18 mesi.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abu Dhabi: Mare e natura incontaminati

Posted by fidest press agency su sabato, 23 giugno 2018

Abu Dhabi. Tra aprile ed agosto di ogni anno, su Saadiyat Island, si ripete la stessa identica magia: decine di migliaia di tartarughe Hawksbill, una specie in via d’estinzione, si recano sulle sue spiagge bianchissime per nidificare.La stagione della nidificazione è da sempre oggetto di una grandissima attenzione da parte dei residenti e dei visitatori, così come da parte di tutti gli operatori presenti sull’isola: basti pensare che gli hotel modificano l’intensità dell’illuminazione delle aree esterne per non disturbare le testuggini, e gli stessi ospiti sono invitati a ridurre il più possibile il consumo di luce e a chiudere le tende delle loro stanze per attenuare l’inquinamento luminoso durante tutto il periodo di incubazione delle uova, che dura fino a fine agosto, quando poi si schiudono. L’accesso notturno alla spiaggia è chiuso, mentre durante il giorno la dune protection zone, un sistema di passerelle di legno che salvaguarda la vegetazione e la natura circostante, assicura alle tartarughe la massima tranquillità senza ostacolare le attività dei turisti, che possono tranquillamente godere della bellezza delle spiagge incontaminate di Saadiyat contribuendo a salvaguardarne il prezioso habitat naturale.
A 250 km da Abu Dhabi, a solo mezz’ora di volo, si trova Sir Bani Yas Island, riserva naturale, meta ambita dagli amanti della natura. La fine del 2016 ha consacrato l’inaugurazione della prima e unica spiaggia nel Golfo dedicata ai crocieristi, la Sir Bani Yas Cruise Beach nella regione occidentale. Sull’isola sorge l’Arabian Wildlife Park, un’enorme riserva naturale che ospita oltre 10.000 animali in libertà. Sono presenti un gran numero di orici arabi, gazzelle e giraffe, senza dimenticare i ghepardi e le iene. Qui ci si può avventurare in tour del parco in 4×4, accompagnati da personale esperto. Grazie alle tre strutture Anantara Hotel Resort & Spa, gli ospiti potranno godere di un alloggio a 5 stelle presso il Desert Islands Resort & Spa by Anantara e di una spiaggia privata presso l’Anantara Al Yamm Villa Resort, sulla costa orientale. Infine, l’Anantara Al Sahel Villa Resort garantisce panorami mozzafiato dei paesaggi selvaggi che circondano la struttura. Non resta che scegliere quale meta scoprire per prima: il magico mare di Abu Dhabi ti aspetta!

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggi: matrimonio all’estero e luna di miele a sorpresa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Negli Stati Uniti si chiama “elopement wedding”. Per molto tempo è stato la scelta delle coppie che vivevano un amore contrastato, oppure delle celebrità in cerca di privacy: la fuga romantica coronata da un matrimonio segreto e da una luna di miele in una località altrettanto riservata. Negli ultimi anni è diventa una tendenza anche per gli sposini che non devono nascondere nulla, ma che vogliono comunque concedersi un momento ultra speciale: e sta prendendo piede anche in Italia, spiega Eleonora Sasso del reparto Marketing di CartOrange, la più grande azienda italiana di consulenti di viaggio, specializzata in lune di miele insolite e personalizzate. «Sposarsi all’estero, con una cerimonia solo per sé o pochi intimi, è possibile anche senza essere una coppia di star.Questa formula piace a molti: giovani cosmopoliti, coppie alle seconde nozze, o semplicemente chi vuole sentirsi un po’ una celebrità».L’importante, sottolinea, CartOrange, è scegliere molto bene la destinazione e farsi seguire da un consulente esperto, che sappia consigliare anche per la burocrazia. «Se per le coppie vip straniere la meta più gettonata è l’Italia, per le coppie italiane le destinazioni da sogno sono altre –spiega sempre Eleonora Sasso–. Una delle più apprezzate è New York, dove si può realizzare un matrimonio a Central Park. Per chi vuole sposarsi su una spiaggia consigliamo Messico, isole dei Carabi e Mauritius, dove si trova una situazione ottimale sia dal punto di vista legale, sia per possibilità di personalizzazione della cerimonia e della vacanza, con qualsiasi servizio si possa desiderare».E chi non rinuncia al matrimonio tradizionale in Italia ma cerca comunque qualcosa di diverso e intimo per la luna di miele? «Può ispirarsi sempre ai vip, che dettano le tendenze in fatto di destinazioni insolite» assicura CartOrange, che ha individuato alcune proposte ad hoc.
CartOrange – Viaggi su misura (www.cartorange.com) è la più grande azienda di Consulenti per Viaggiare®, attiva in Italia da oltre dieci anni con 450 professionisti e svariate filiali sul territorio nazionale. Un servizio a domicilio personalizzato per proporre viaggi di nozze, di gruppo e individuali sempre unici e arricchiti con esperienze alla scoperta della cultura, della storia e della natura delle destinazioni.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Viaggi per la Sardegna: è online SardegnaTraghetti.eu

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 marzo 2018

Roma. È online SardegnaTraghetti.eu, il portale turistico specializzato in prenotazioni viaggi in traghetto da e verso la Sardegna.Punto forte del servizio è la possibilità di selezionare la migliore offerta disponibile al momento tra le migliori compagnie di navigazione, oltre la prenotazione dei traghetti dall’Italia verso l’isola, e viceversa, è possibile trovare informazioni e guide turistiche molto utili sulle principali località dell’isola, con dritte su dove mangiare, dormire e su cosa fare e vedere in Sardegna.Il servizio di prenotazione online traghetti è attivo sul sito 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e permette di prenotare un traghetto per la Sardegna da Genova, Livorno, Piombino, Civitavecchia e Napoli, oltre che da Palermo e la Corsica con un clic.I porti per la Sardegna a cui è possibile attraccare sono invece Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci, Santa Teresa di Gallura, Cagliari e Arbatax mentre le compagnie per cui è possibile prenotare il traghetto sono Moby, Tirrenia, SNCM, Sardinia Ferries, La Mèridionale, Grimaldi Lines, Grandi Navi Veloci.Per ogni porto interessato vi sono poi tutte le indicazioni utili su come arrivarci, i servizi disponibili e gli orari e oltre alle domande più frequenti dei clienti con relative risposte presenti sul portale, in orario di ufficio grazie alla presenza di 60 persone ad assistere i clienti viene assicurato un servizio di assistenza ai clienti di prim’ordine.La ricezione dei biglietti avviene direttamente via email, fax, corriere espresso o posta raccomandata, con la possibilità di modificare o annullare le prenotazioni attraverso l’area riservata.Il sistema di prenotazione è molto facile e veloce, con la possibilità di selezionare oltre la data e la tratta di interesse anche il numero di adulti, bambini, moto ed veicoli, scegliendo tra poltrone, ponte, cabina o altre servizi aggiuntivi come ad esempio l’ assicurazione viaggio.Una chicca da non sottovalutare quella della garanzia assicurativa, acquistabile online contestualmente al biglietto, perché consente in caso di imprevisti e di annullamento del viaggio, il rimborso del biglietto.Ma vi sono modi per risparmiare sulle prenotazioni dei traghetti per la Sardegna??”I prezzi migliori si possono avere prenotando con largo anticipo. Infatti il prezzo sale man mano che i posti diminuiscono. Nei giorni festivi e in estate poi la richiesta è maggiore e quindi anche i prezzi sono più alti. Per questo noi consigliamo di prenotare sempre con largo anticipo per avere il prezzo più basso possibile” ci dicono i responsabili del servizio.Altro modo per risparmiare sono poi i viaggi di gruppo, con sconti da 10 persone in poi, oppure essere residenti in Sardegna, selezionando l’apposita casella in fase di prenotazione.I pagamenti online e il trattamento dei dati personali rispettano tutti gli standard di sicurezza ed è possibile pagare non solo con carta di credito ma anche via Paypal, bonifico e cc postale.Insomma per chi fosse interessato a farsi un viaggio in Sardegna grazie a http://www.SardegnaTraghetti.eu, le migliori compagnie marittime, le tratte per la Sardegna e tutte le informazioni utili per la propria vacanza sono oggi tutte a portata di clic.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C’e turismo e turismo: Dal caso Maldive…

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 febbraio 2018

Ma come si fa ad andare alle Maldive quando e’ in atto una sorta di colpo di Stato, e quando il presidente, siccome non gli piace una sentenza della Alta Corte del suo Stato, occupa militarmente la loro sede e ne arresta alcuni componenti? Se si va sul sito della Farnesina che da’ consigli pratici ai viaggiatori (http://www.viaggiaresicuri.it/home.html) alla voce Maldive non riporta nulla se non le solite indicazioni per i tempi di cosiddetta pace. Se si leggono i media, apprendiamo di spensierati turisti italiani, su quello o quell’altro atollo, che fanno sapere che li’ di quel che accade nello Stato in cui sono, non c’e’ nessun riscontro. Certo, accade quasi tutto nella capitale Malè… ma forse se ci fosse un colpo di Stato a Roma, a Firenze o Venezia non se la riderebbero. E’ sicuro che, colpo di Stato o meno, nessuno da quelle parti ha intenzione di mandar via i turisti da alberghi in cui un residente si sognerebbe di fare a casa sua quello che li’ fanno i turisti; senza questi ultimi potrebbero mangiarsi solo le preghiere quotidiane della loro religione.
Oggi le Maldive. E se qualcuno va a fare il turista, per esempio, in Venezuela, o a Rio de Janeiro (carnevale imperante in questi giorni) dove un giorno si’ e l’altro pure qualcuno (e piu’ di qualcuno) viene fatto fuori dai narcos o simili in quella o quell’altra favela? L’elenco e’ lungo. E le argomentazioni da affrontare sono varie. Come sempre: dipende dai punti di vista. C’e’ quello degli intervistati disincantati che sono in questi giorni alle Maldive, cioe’ che sono li’ come potrebbero essere altrove: cio’ che conta e’ la spiaggia e il mare tropicale da sballo. C’e’ quello di chi -poco usuale, in verita’- i luoghi pericolosi se li va a cercare, altrimenti non sarebbe vacanza, avventura o meno che dir si voglia: se non c’e’ rischio non c’e’ gusto. Poi ci sono quelli che, per esempio, anche se non rifuggono le spiagge e la natura mozzafiato, si sentono a disagio se queste sono in un contesto civico insicuro e con mancanza di certezze dei diritti; che adorano le metropoli varie del mondo, ma che andandoci non possono non pensare alle possibili violenze che i cittadini residenti nelle stesse devono subire, e son li’ anche per meglio capire (Internet non basta, la fisicita’ dei luoghi ha una sua notevole importanza). Ad esempio: ma che ci provano i turisti ad andare a Dubai, a bere alcolici negli alberghi a loro destinati, che se un residente viene cuccato a fare altrettanto, come minimo gli tagliano una mano? Dubai, poi: luogo con tanti lavoratori, e anche famiglie al seguito, non disperati del terzo e quarto mondo ma “occidentali”, che ci vanno perche’ accettano di far finta di stare bene per alcuni anni e si portano a casa cifre mediamente impensabili se fossero rimasti nella loro Paese. Pecunia non olet? Sembra di si’. Per questi lavoratori, per chi accoglie i turisti e per questi ultimi che ci vanno.
E’ d’obbligo la domanda: ma, allora, cos’e’ il turismo? La risposta: tutto e niente. Svago e cultura (il nostro ministero in materia, per esempio, non a caso si chiama “Ministero dei beni e della attivita’ culturali” *). E c’e’ chi si diverte in un modo e chi in un altro. Anzi, a vedere come regge e spopola nel mercato una certa offerta, per la maggior parte delle persone, svago e cultura sono solo fini al proprio io individuale avulso dai contesti. Eppure il turismo e’ economia. Ci sono interi Paesi (le Maldive tra questi) che non muoiono di fame solo grazie al turismo. Altri Paesi (l’Italia fra questi) che non sanno gestire bene il binomio turismo/economia e che vivono solo di rendita del passato, sfruttando in modo infinitesimale le proprie gigantesche potenzialita’.
(Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consumatori: ecco le ultime norme 2018 su viaggi, bollette, lampadine e caldaie

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 gennaio 2018

viaggiatoriIl 2018 potrebbe essere un anno di piccole grandi conquiste per i consumatori. Sono infatti entrate in vigore diverse norme volute dalla Comunità Europea che potranno incidere in maniera diretta (e positiva) sulla nostra vita di tutti i giorni: si va da nuove regole legate agli investimenti a disposizioni sull’acquisto di alimenti nei supermercati; dai pacchetti turistici alla privacy. Oggi ci soffermeremo sulle più interessanti novità in termini di viaggi, bollette, lampadine e caldaie.
VIAGGI. Secondo la nuova norma chi acquista un pacchetto turistico tramite internet da oggi potrà godere esattamente degli stessi diritti riconosciuti a chi lo acquista in agenzia: si va dalla possibilità di disdire il viaggio con rimborso del prezzo in caso di circostanze imprevedibili (problemi di salute, nuovi incarichi lavorativi ecc.) a quella di trasferire il proprio biglietto ad un familiare o un amico. Inoltre il venditore non potrà più annullare viaggi a causa di biglietti invenduti con meno di 24 ore di preavviso.
BOLLETTE. Arriva un nuovo procedimento di conciliazione per contestare la bolletta della luce. Il cliente dovrà comunque inviare un reclamo scritto al proprio fornitore ma, in caso di mancata risposta o risposta ritenuta insoddisfacente, potrà attivare la procedura di conciliazione: o presso il Servizio Conciliazione dell’Autorità Garante, o presso associazioni iscritte nell’elenco degli organismi ADR dell’autorità o presso le camere di commercio. Un’altra buona notizia riguarda i tempi ed i costi della procedura di conciliazione: oggi infatti è completamente gratuita e dovrà concludersi entro e non oltre 90 giorni.
LAMPADINE, SCALDABAGNI E CALDAIE. Sono andate fuori commercio le lampade alogene ad incandescenza. Il 2018 segna dunque l’inizio ufficiale anche in Italia dell’era del LED, la cui durata può durare fino a 20 anni e che può fare risparmiare al consumatore decine, se non addirittura centinaia di euro.
Buone notizie, sia sul versante economico che su quello ambientale, anche per quello che riguarda scaldabagni e caldaie: questi infatti, già dal 26 settembre 2017, devono emettere meno ossido di azoto (ovvero la sostanza inquinante che producono anche i tubi di scarico delle automobili).

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Gli italiani e il turismo natalizio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 dicembre 2017

TURISMOSono sempre più gli italiani che approfittano delle vacanze natalizie per concedersi una settimana al mare. Il Centro Studi Veratour segnala un aumento del 10% delle prenotazioni: italiani in cerca di una parentesi d’estate proprio quando l’inverno nel nostro Paese si fa più rigido, complice anche un calendario favorevole che vede le feste comandate cadere di lunedì e martedì per quanto riguarda Natale e Santo Stefano e ancora di lunedì per quanto riguarda il primo gennaio.
È l’Oceano Indiano ad aggiudicarsi la palma come destinazione più gettonata battendo i Caraibi. In particolare Zanzibar, Kenya, Mauritius e Maldive. Bene anche l’Oman, anche se il “vincitore morale” della stagione è il Mar Rosso che fa segnare un aumento esponenziale. Nei suoi villaggi a Marsa Alam e Sharm el Sheik, Veratour raggiunge il tutto esaurito per le settimane di Natale e Capodanno, un risultato che non arrivava da diversi anni e che segnala una ritorno della fiducia del viaggiatore.
“I tempi sono cambiati e oggi sono sempre più gli italiani che scelgono di trascorrere il Natale o il Capodanno in una di queste meravigliose mete ed è comprensibile, – spiega Stefano Pompili direttore generale Veratour – non c’è nulla di più rigenerante di una settimana di relax al mare. Quello che ci viene richiesto è un servizio impeccabile, di alto livello: la vacanza deve essere un’esperienza da sogno, un momento per dimenticare le preoccupazioni e ritrovare il benessere, per questo la nostra offerta funziona”.Come sempre la capacità di spesa nel turismo rappresenta un’efficace cartina tornasole della situazione economica. Segnali incoraggianti arrivano tanto dall’aumento del numero dei viaggiatori quanto dallo scontrino medio che, per la settimana di Natale, si assesta intorno ai 2.350 euro per persona comprensivo di volo e trattamento all inclusive, mentre per Capodanno raggiunge i 2.950 a parità di condizioni.
Veratour Spa è un tour operator leader nel segmento Villaggi Vacanze con sede a Roma, main sponsor dell’Atalanta BC. Fondato 27 anni fa ha registrato una continua crescita del volume d’affari. Con bilanci sempre in utile, ha portato in vacanza oltre tre milioni di italiani. Ad oggi Veratour può contare su un’offerta di 40 Villaggi Veraclub che diffondono il Made in Italy negli angoli più belli del mondo. Proprietà e gestione appartengono alla famiglia Pompili. http://www.veratour.it/

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A settembre sono molti gli studenti italiani in partenza per un interscambio all’estero!

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

Gli studenti universitari italiani si accingono ad iniziare il nuovo anno accademico e molti di questi spenderanno i primi mesi all’estero. Secondo i dati raccolti annualmente dal Consorzio interuniversitario AlmaLaurea, infatti, il numero di laureati degli atenei italiani che svolge un periodo di scambio all’estero è in aumento: nel 2016,ad esempio, più del 10% ha svolto un periodo di formazione in un altro Paese. momondo (www.momondo.it) ha quindi analizzato i prezzi dei voli dai principali aeroporti italiani verso i quattro paesi più scelti per programmi di scambio evidenziando che, in almeno una data vicina all’inizio dell’anno accademico, il prezzo di un biglietto aereo con partenza da Milano o Roma ha un costo che si aggira fra i 12 e i 34 Euro. Spagna, Francia, Germania e Regno Unito in quest’ordine sono le destinazioni maggiormente scelte dagli universitari Italiani secondo i dati di AlmaLaurea. momondo.it ha quindi analizzato i prezzi dei voli verso le città che ospitano i principali poli universitari dei quattro Paesi compresi fra l’1 e il 30 settembre 2017 e ha scoperto che è possibile raggiungere la propria destinazione di scambio preferita a partire da 12 euro.
E’ la Spagna la destinazione preferita dagli universitari italiani quando si tratta di spendere un periodo di studi all’estero. In particolare momondo.it ha rilevato che è il capoluogo lombardo la città più conveniente da cui partire per un Erasmus presso i principali poli universitari iberici con Milano direttamente collegata a Madrid e Barcellona con voli a partire da 17 Euro e a Valencia a partire da 22 Euro, leggermente più caro il prezzo del biglietto per gli studenti in partenza da Roma, connessa direttamente a Madrid con voli a partire da 43 euro, a Barcellona con prezzi a partire da 19 Euro e a Valencia a partire da 29 Euro.
Al secondo posto la Francia, con Parigi, Nizza e Lilla al centro dell’interesse degli studenti italiani. La tratta Milano – Parigi risulta la più economica in assoluto, con biglietti a partire da 12 Euro. I voli Roma – Parigi risultano anch’essi fra i più economici, con un prezzo a partire da 14 Euro. Meno fortunati gli studenti in partenza da Milano con destinazione Nizza: la tratta infatti non è coperta da voli diretti e le opzioni con scalo disponibili su momondo.it partono da 78 Euro, mentre la tratta Roma – Nizza è collegata direttamente con prezzi a partire da 30 Euro. Per chi è diretto a Lilla, invece, il trucco per risparmiare sul volo è atterrare a Brussels e spostarsi poi in treno o autobus: Milano è collegata direttamente all’aeroporto principale di Brussels (BRU) con voli a partire da 13 Euro; mentre da Roma, si trovano biglietti a partire da 21 euro.
La terza classificata fra le destinazioni più scelte dagli universitari italiani è la Germania, con prezzi simili a Spagna e Francia. Milano – Berlino è infatti servita da voli con prezzi a partire da 13 Euro. Leggermente più costosa la tratta Milano – Monaco di Baviera, (da 29 Euro). Anche la partenza da Roma è vantaggiosa anche se meno economica rispetto alla città meneghina: Roma – Berlino da 23 Euro, Roma – Monaco di Baviera da 43 Euro.
Per finire, il Regno Unito, anche grazie all’elevata domanda e ai diversi vettori in concorrenza che coprono le tratte dai principali scali italiani, è raggiungibile con prezzi altrettanto convenienti. Da Milano, infatti, Londra è raggiungibile a soli 13 Euro e Manchester con 34 Euro. Anche gli studenti romani possono approfittare di settembre per raggiungere la capitale britannica con Roma – Londra a partire da 17 Euro. Roma – Manchester è invece la tratta meno conveniente, con voli a partire da 84 euro. (foto: sorbonne, barcellona, manchester)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un’economia globale forte porta a prezzi più elevati nel 2018 per i servizi di viaggio

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 luglio 2017

viaggiatoriSecondo la quarta edizione annuale del Global Travel Forecast, i prezzi dei servizi di viaggio potranno aumentare in modo significativo nel prossimo anno, raggiungendo in alcuni settori rialzi vicini al 4% a livello globale. Carlson Wagonlit Travel (CWT), leader globale specializzato nella gestione dei viaggi d’affari e di meeting ed eventi, e GBTA Foundation, divisione specializzata in ricerca e formazione di Global Business Travel Association, hanno pubblicato il Global Travel Forecast 2018. Lo studio rileva in media a livello globale un aumento del 3,5% nelle tariffe aeree e del 3,7% in quelle hotel, mentre i prezzi dei trasporti via terra (come taxi, treni e autobus) dovrebbero aumentare dello 0,6% – molto meno rispetto all’aumento dell’inflazione che per il 2018 è prevista al 3%. «L’innalzamento dei prezzi è dovuto a un’economia più stabile e alla crescita della domanda – afferma Kurt Ekert, president e CEO di Carlson Wagonlit Travel -. I dati del Forecast dovrebbero essere considerati come indicatori di riferimento per capire come il settore si muoverà a livello globale nel 2018, dato che prevediamo un aumento della spesa». «Rischi di natura geopolitica, incertezza dei mercati emergenti, scenari politici in continuo cambiamento sia in Europa che negli Stati Uniti sono fattori che inducono, oggi più di ieri, i professionisti del settore viaggi a fare ancora più attenzione nel preparare i loro budget per la spesa travel – sottolinea Jeanne Liu, vice president, Research, di GBTA Foundation -. Per una gestione ottimale delle trasferte sarà necessario un controllo maggiore sia dei rischi a livello geopolitico sia del contesto altamente mutevole dei fornitori, così da adattare in modo flessibile le strategie alle esigenze del mercato quando necessario».L’incremento nel prezzo dei biglietti aerei deriva dall’aumento del costo del greggio, nonostante ci si aspetti che le compagnie aeree aumentino la propria capacità del 6% nel 2018. A complicare ulteriormente il pricing dei biglietti aerei è anche la crescente segmentazione delle tariffe base applicata dalle grandi compagnie. I viaggiatori infatti hanno ormai la possibilità di scegliere tra tariffe base molto restrittive in economy oppure diversi tipi di tariffe con servizi aggiuntivi, ovviamente con opzioni di servizi e prezzi che variano a seconda della compagnia.
Nell’area EMEA, il trasporto aereo è atteso in crescita, con prezzi che potranno raggiungere il 7,1% in Est Europa e il 5,5% in Europa occidentale. Tuttavia, i prezzi in Medio Oriente e Africa potrebbero aumentare solo del 3%, poiché persistono minacce alla sicurezza e l’industria oil & gas è ancora in fase di recupero. Le fluttuazioni della valuta in Europa potrebbero, inoltre, influenzare i costi dei biglietti aerei nel 2018. In Est Europa, invece, si potranno registrare gli aumenti di prezzo più consistenti dell’intera area, trainati dalla World Cup 2018 che si terrà la prossima estate in Russia e dalla scarsa competizione nel mercato. In Asia Pacifico è atteso nel 2018 un aumento del 2,8% con una domanda domestica in crescita, specialmente in Cina e India. Tuttavia, man mano che le economie in Asia si rafforzano, risulta sempre più evidente la debolezza delle infrastrutture locali, specialmente gli aeroporti. In America Latina e Caraibi le tariffe potrebbero essere soggette a leggeri cambiamenti, aumentando in media solo dello 0,3%. Le compagnie aeree infatti hanno aumentato la loro capacità in misura limitata. Ma un’analisi più approfondita evidenzia che i voli in Sudamerica verranno aumentati del 20% entro il 2019. Le compagnie low cost sono ben posizionate per quest’area, data la bassa diffusione nella regione. Inoltre l’introduzione nelle flotte di nuovi velivoli più efficienti permetterà un abbassamento dei costi operativi nel 2018.
In Nord America si potrebbe assistere a un aumento dei prezzi di un modesto 2,3%. A causa della possibilità di restrizioni di viaggio sempre più forti, il numero di voli in arrivo negli USA si è già notevolmente ridotto. Si prevede che le compagnie aeree canadesi si muoveranno in modo aggressivo a seguito dell’ingresso di nuovi player sul mercato e dell’aumento di capacità di circa l’11% nel 2017 e 12% nel 2018. Poiché il mercato è rimasto abbastanza stabile nella prima parte del 2017, la competizione tra le compagnie si giocherà sulle “branded fares” piuttosto che su quelle “bundled” o alla tipologia del vettore.
I prezzi degli hotel nell’area EMEA potrebbero aumentare del 6,6% nell’Est Europa, del 6,3% nell’Europa Occidentale, ma solo dello 0,6% in Medio Oriente e Africa. In Norvegia si potrebbero registrare gli aumenti più significativi dell’area, con un incremento del 14%, mentre le tariffe in Russia potrebbero aumentare fino all’11,9% grazie alla crescita della domanda dovuto alla Summer World Cup 2018.
In Asia Pacifico i prezzi degli hotel potrebbero in media aumentare del 3,5%, spinti dalle forti economie dei Paesi dell’area e dal conseguente aumento della domanda. Le differenze all’interno dell’area sono però assai rilevanti: in Giappone è infatti previsto un calo del 4,1% mentre in Nuova Zelanda le tariffe potrebbero aumentare fino al 9,8%.
I buyer devono aspettarsi negoziazioni più sfidanti con le catene alberghiere protagoniste di recenti fusioni, specialmente in aree con volumi elevati, quali Bangkok, Pechino, Shanghai e Singapore.
In America Latina i prezzi degli hotel potrebbero diminuire dell’1,2%, con forti cali in Brasile (-8,7%) e Argentina (-2,7%). In Perù e Cile le tariffe sono invece attese in crescita rispettivamente del 7,7% e del 5,5%. I buyer possono attendersi efficienze operative nel 2018 grazie all’acquisto da parte delle grandi catene degli hotel indipendenti e al conseguente aggiornamento dei sistemi di gestione. In tutta l’area è previsto un aumento dell’offerta alberghiera, grazie a 449.500 nuove camere in costruzione tra il 2016 e il 2025 – un aumento del 57% rispetto al dato attuale. Per quanto riguarda la Sharing Economy, gli alloggi di questa tipologia non sono ancora molto utilizzati in ambito business, a causa di preoccupazioni sulla sicurezza delle strutture.
Le tariffe per il trasporto via terra sono attese in aumento solo del 0,6% nel 2018 (ma del 5,5% entro il 2022). Gli esperti del settore prevedono il raggiungimento di un record di vendite di auto nuove nei prossimi 5 anni, accrescendo così il costo unitario delle auto appartenenti alle flotte aziendali. Il costo delle auto usate dovrebbe invece dimezzarsi, influenzando il valore residuo delle auto a noleggio. Inoltre, i regolamenti, stabiliti da ogni mercato, relativi alle emissioni di CO2 e i prezzi del greggio in aumento stanno spingendo i fornitori ad ampliare la disponibilità di auto a noleggio ecologiche.
Per quanto riguarda più nello specifico l’Italia, i buyer potranno attendersi un aumento per le tariffe aeree (in media il 6%). Il valore più elevato riguarda le tratte domestiche in classe Economy (+7,1%), seguono le tratte intercontinentali sia in Economy che in Business (6,1%), mentre quelle continentali si fermano al +5,6% per l’economy e al +4,9% per la business.Per le tariffe alberghiere sono attesi rialzi in media del 6%, con valori abbastanza omogenei tra le categorie (+5,9% per gli hotel up-scale, +6,2% per quelli di fascia media). Per il trasporto via terra i prezzi sono previsti stabili, in linea con le performance degli altri grandi mercati europei.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salute e sicurezza del viaggiatore internazionale

Posted by fidest press agency su martedì, 30 maggio 2017

viaggiatoriRimini mercoledì 31 maggio dalle ore 17.30 alle 19.00 presso la sala della Provincia di Corso d’Augusto 231. Il Vice Ministro degli Esteri, Mario Giro illustrerà le strategie della Farnesina per tutelare la sicurezza dei nostri connazionali che affrontano viaggi all’estero. Il dr Walter Pasini, direttore della nuova Travel Clinic di Rimini, già direttore del primo Centro Collaboratore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la Medicina del Turismo, illustrerà le strategie da adottare per tutelare la salute dei viaggiatori. L’incontro è stato patrocinato dall’AUSL Romagna, dall’Ordine dei Medici della Provincia di Rimini e dall’Ordine dei Farmacisti. Il viaggio, ogni tipo di viaggio rappresenta un’esperienza di grande importanza per la crescita e la formazione dell’individuo, per le sollecitazioni culturali, le emozioni, i contatti, le bellezze visitate.
Il viaggio internazionale, però, può essere fonte di rischio per la salute e sicurezza dell’individuo per una serie di ragioni: la situazione socio-sanitaria del paese visitato, la situazione politica, lo stato di salute del viaggiatore, il suo stato vaccinale, il comportamento adottato in viaggio.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tendenze viaggi: la luna di miele è green

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

vacanzeL’ONU ha dichiarato il 2017 “anno del turismo sostenibile” e le coppie italiane rispecchiano in pieno il trend. Parola di CartOrange, la più grande azienda italiana di consulenti di viaggio, specializzata in viaggi di nozze su misura. «Sono sempre di più gli sposi che vogliono celebrare la propria unione con un gesto d’amore per il pianeta –spiega Catia Ballotta, Travel Stylist di CartOrange–. Spesso queste coppie organizzano eco-wedding curando ogni dettaglio, dal pranzo alle bomboniere, in modo che sia ecosostenibile, e la luna di miele è vista come il coronamento di questa filosofia. Quando scelgono il viaggio di nozze, quindi, non si accontentano dei soliti pacchetti: si orientano su destinazioni eco-friendly e chiedono che sia personalizzato in ogni dettaglio, dalla sostenibilità dei trasporti e delle strutture di soggiorno, fino al cibo e alle esperienze a contatto con la natura e la cultura locale». Un turismo attento, consapevole e rispettoso dei popoli e dell’ambiente costituisce un arricchimento sia per i viaggiatori, sia per chi di turismo vive. «Il primo aspetto che le coppie prendono in considerazione è proprio questo: no al turismo di massa, sì a un turismo che mette al centro la cultura e i prodotti locali –spiega sempre Catia Ballotta, Travel Stylist di CartOrange–. Per questo proponiamo ai nostri viaggiatori esperienze autentiche, a diretto contatto con le persone del luogo, passando in particolar modo attraverso i cibi e i sapori». Fra le esperienze selezionate da CartOrange c’è, per esempio, la preparazione di un pasto tradizionale in Vietnam, compresa la spesa al mercato; in Uzbekistan si possono degustare i vini di Samarcanda e pranzare nelle yurte durante l’attraversamento del deserto; in Giappone si può partecipare ad un Sushi Workshop con un vero sushi chef per scoprire i segreti dell’arte culinaria nipponica.
Anche le strutture ricettive giocano un ruolo importante nella costruzione di una luna di miele sostenibile, per questo i Consulenti CartOrange aiutano a selezionare sistemazioni attente all’impatto ambientale e alla cucina.
Anche per i trasporti CartOrange offre opzioni a basso impatto ambientale, per raggiungere la propria meta di viaggio o per muoversi con mezzi ecologici una volta sul posto: houseboat nelle vacanze1acque del Kerala, in India; treni fra le piantagioni di tè in Sri Lanka; tour in bicicletta in Nuova Zelanda o fra le risaie del Sud Est Asiatico. I trasporti slow permettono anche di venire in contatto più frequentemente con la gente del posto.
Quanto alle destinazioni più green, spicca il Costarica, «che è proprio la culla dell’eco-turismo, con un’estesissima rete di parchi naturali e la diffusione delle energie rinnovabili» spiega Catia Ballotta; o ancora, la Tasmania, dove si respira l’aria più buona del mondo, la Patagonia con i suoi trekking per tutti i livelli, l’Ecuador e le Galapagos per la biodiversità, il Madagascar e il Sudafrica con la loro fauna eccezionale e il Canada con i suoi paesaggi sconfinati non toccati dal turismo di massa.
CartOrange – Viaggi su misura (www.cartorange.com) è la più grande azienda di Consulenti per Viaggiare®, attiva in Italia da oltre 18 anni con 450 Consulenti e svariate filiali sul territorio nazionale. (foto: vacanze)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Economia/Viaggi d’affari

Posted by fidest press agency su sabato, 25 marzo 2017

TURISMOIl Gruppo UVET, polo italiano leader nel turismo che ha da tempo rivolto la propria attenzione all’analisi dei trend dei viaggi d’affari, attraverso la Business Travel Survey annuncia una nuova e importante novità che permette al Gruppo guidato da Luca Patanè di costruire un “nuovo” modello predittivo dei viaggi d’affari. Attraverso una prima ricerca frutto della collaborazione con uno spin off dell’Università degli Studi di Milano specializzato nei big data analysis (VOICES from the Blogs) si è potuto osservare che l’andamento macro economico negli Stati Uniti anticipa di tre trimestri la variazione dei viaggi d’affari verso gli USA. Questo risultato ha permesso di prevedere un incremento dei viaggi d’affari verso gli Stati Uniti nel secondo trimestre 2017 rispetto al secondo trimestre 2016 del 16% (con un intervallo di previsione tra il 12% e il 20%).
Come anticipato in Gennaio, sulla base dei dati consuntivi del 4° trimestre del 2016 l’UVET Travel Index , indice curato per la parte scientifica da The European House – Ambrosetti, stima una crescita economica dello 0,22%, in linea con quanto stimato per il terzo trimestre.Ciò rappresenta una continuazione della moderata crescita registrata tra luglio e settembre, ma senza l’accelerazione di cui il Paese avrebbe bisogno. Dal “picco” più basso, registrato nel secondo trimestre del 2014, l’UVET Travel Index ha segnato una lenta e graduale risalita, in linea con il PIL, anticipando i dati sulla crescita economica italiana, seppure contenuta, che poi si è realizzata fino ad oggi.
Complessivamente la stima di chiusura sul PIL dell’UVET Travel Index del 2016 si attesta a +0,93%.
Il 2° semestre 2016 ha registrato un trend positivo, che vede un aumento delle trasferte e delle spese di viaggio rispettivamente di 9 punti e 1 punto percentuale.Cala invece il costo medio per viaggio, confermando il trend in discesa anche nel 2° semestre 2016. Rispetto al 2015, il costo medio per trasferta è sceso del 7%, con una riduzione di 15 Euro a trasferta.Se si osserva il comportamento del costo medio per trasferta negli ultimi tre anni, si nota che si è ridotto di ben 12 punti, ossia di 28 Euro circa.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parola d’ordine del 2017? Godersi la vita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 gennaio 2017

panettone-cucchiTempi di bilancio; mentre a dicembre gli italiani correvano fra negozi, panettoni, e decorazioni natalizie, circa 600 persone hanno trovato il tempo di rispondere al sondaggio di Groupon su cosa avessero amato e odiato di più del 2016. Qual è la parola d’ordine per il 2017? Fa pensare la risposta praticamente univoca degli italiani: per quasi il 54% degli intervistati l’obiettivo per il 2017 è quello di godersi la vita, viaggiare e togliersi tutti gli sfizi e i desideri. Sarà la stanchezza di fine anno, saranno le condizioni più critiche della vita e del lavoro, sarà che alla fine la vita è una sola, ma pare faremo di tutto per assicurarci piccoli momenti di felicità. Sulla carriera punta invece il 13,4% degli intervistati, seguiti di poco da chi vuole mollare tutto e andare a Cuba per vivere di pesca (11,7%). Il vecchio sogno resta intatto, insomma.Si pensa invece poco a “mettere la testa a posto e creare una famiglia” (opzione scelta solo dal 6%) e replicare il 2016 (5,8%). Uno scarso 3% pensa a comprare casa.
Cosa dimenticare dell’anno appena passato? Due le risposte quasi pari merito degli utenti Groupon: il 22,7% non vorrebbe rivedere un altro Fertility day, la campagna del Ministero della Salute che ha riempito i wall social per giorni e giorni. Per il 22,6% va dimenticata anche la caccia inferocita dei cercatori urbani di Pokemon, il gioco che ha infiammato il mondo per settimane per poi spegnersi velocemente così come è nato. Simili in termini di risposte – e probabilmente di fastidio – l’elezione americana di Donald Trump per il 15,9% e l’invasione delle cimici che hanno terrorizzato migliaia di impavidi in campagna e anche in città (15,5%).
L’8,8% non vorrebbe risentire la canzone del trattore “Andiamo a comandare” e il 6% nuovi neologismi come “Petaloso”. Nella parte bassa delle classifica (quindi fra le cose meno odiate) troviamo: 2,1% l’ampio mondo dei gattini e cagnolini sui social (trend che non vede crepe) e infine con l’1% la polemica sui biglietti dei Coldplay. Cosa porteresti con te nell’anno nuovo? Se vogliamo un po’ scontata, ma stravince con il 54% delle risposte la sfilza di ponti lunghi del 2016, in linea con la voglia di godersi la vita. Al secondo posto, con il 18,9%, una splendida Bebe Vio amatissima campionessa nello sport e nelle vita. Infine, come non citare il compagno inesauribile di mille maratone: Netflix, confermato per il nuovo anno da quasi il 18% delle persone. Da riproporre anche nel 2017 l’attesissimo l’Oscar a Leonardo di Caprio, scelto dal 9,7% delle persone.
A pari merito due le icone sportive da portare nell’anno nuovo: i pettorali di Luca Dotto con la medaglia al collo per l’8,2% e la vittoria del Leicester City in Premier League per il 7,5%. Infine i fanalini di coda: il 4,1% porterebbe volentieri nell’anno nuovo il Nobel a Bob Dylan, il 3,8% la reunion dei Pooh e solo il 3% il divorzio di Brad Pitt e Angelina. Insomma è sempre un divorzio. Meglio dimenticarlo ed iniziare l’anno con un po’ di positività! (foto: 2017)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La volatilità caratterizzerà i viaggi d’affari nel settore Energy, Resources & Marine

Posted by fidest press agency su sabato, 22 ottobre 2016

porta nuova milanoMilano. Il 2017 sarà un anno caratterizzato da estrema volatilità per i viaggi delle aziende dei settori energy, resources & marine, a causa della combinazione di più fattori: l’aumento minimo dei prezzi del petrolio, il rallentamento della crescita sia nelle economie mature sia che in quelle emergenti e l’aumento delle risorse energetiche alternative e rinnovabili. Lo indica il nuovo studio Energy, Resources and Marine Forecast 2017 realizzato da CWT Energy, Resources & Marine, la divisione specializzata nel settore energetico di Carlson Wagonlit Travel. La previsione annuale offre dati completi utili ai responsabili viaggi aziendali per pianificare il budget di spesa per il prossimo anno.«Ci sono turbolenze economiche che avranno un impatto significativo sui viaggi delle aziende del settore energy, respources & marine – sottolinea Raphael Pasdeloup, senior vice president, global program solutions di CWT Energy, Resources & Marine -. Ci si attende una crescita, ma, come mostra lo studio, ci sarà anche una certa volatilità. I travel manager devono capire come queste variabili impatteranno sulla loro gestione del travel, affinché sia sempre efficiente e in linea con gli obiettivi aziendali».
Negli Stati Uniti, i prezzi dei biglietti aerei rimarranno pressoché stabili, anche se per effetto del consolidamento delle compagnie aeree statunitensi si potrà assistere a un aumento su specifiche rotte come Houston (+3,5%). Nelle altre aree del Continente americano l’andamento è atteso in media stabile, ma con una spiccata variabilità legata alle politiche commerciali aggressive dei vettori regionali o all’inflazione (a Rio de Janeiro -8%, Buenos Aires -5,6%, Calgary +2,3%).Sebbene ci si attenda che i pernottamenti alberghieri restino stabili o siano addirittura in calo a livello globale, nel Continente americano si potrebbe assistere ad aumenti contenuti nelle tariffe hotel a causa del consolidamento del settore.
In Cina, le tariffe aeree sono previste in rialzo nel 2017 (Hong Kong +3%, Shanghai +1,2%). Nella restante parte dell’Asia Pacifico i prezzi sono attesi stabili (Kuala Lumpur +0,2%, Jakarta +0,1%, Perth +0,6%) anche per effetto della pressione verso il basso esercitata dai vettori low cost.
In Europa, Medio Oriente e Africa, i prezzi dei voli dovrebbero rimanere stabili o diminuire leggermente (Aberdeen +1%, Antwerp -3,5%), a eccezione di alcuni mercati chiave come Sakhalinsk (Russia + 6,2%), Bassora (Iraq, +5,9%), Dubai +5,4% e Città del Capo +5,1%.Per le destinazioni EMEA fortemente legate al petrolio e al gas, le tariffe alberghiere nel 2017 saranno influenzate dalla crisi in corso nel settore o da un eventuale rimbalzo. Ci si attende una diminuzione, in particolare, a Dar-el-Salam (Tanzania, -4,6%), Dubai (-4,4%) e Lagos (Nigeria, -4,4%); in rialzo invece le tariffe a Città del Capo (+7,1%), Riad (+4,9%) e Copenaghen (+3,3%). «I travel manager hanno diverse possibilità per migliorare le loro strategie di acquisto nel 2017 – commenta Raphael Pasdeloup -. Una revisione trimestrale della loro spesa aerea potrà aiutarli a negoziare tariffe migliori con i vettori. Inoltre i travel manager potrebbero approfittare al massimo della diminuzione o stabilità delle tariffe alberghiere per negoziare nuovi accordi di lungo termine».

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’acquisizione di Starwood da parte di Marriott modifica profondamente il mercato dei viaggi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2016

Carlson WagonlitL’acquisizione di Starwood da parte di Marriott è destinata a cambiare in modo significativo il mercato alberghiero. L’ultimo White Paper di Carlson Wagonlit Travel (CWT), leader globale nell’organizzazione di viaggi d’affari e di meeting ed eventi, sottolinea che i responsabili viaggio aziendali devono cominciare a valutarne fin d’ora le implicazioni sulla gestione delle trasferte.«Il consolidamento nel settore alberghiero non è un fenomeno nuovo, ma l’unione Marriott/Starwood è destinata a cambiare il modo in cui i viaggi aziendali vengono venduti e acquistati – fa notare Scott Brennan, President Hotels di CWT -. Ognuno deve riflettere molto attentamente su ciò che questo comporta nelle negoziazioni degli accordi aziendali».In 14 delle 20 destinazioni top del mondo il nuovo gruppo alberghiero rappresenterà quasi un terzo delle camere disponibili, salendo addirittura alla metà in alcune località. Inoltre, l’analisi di CWT evidenzia che Marriott sceglie più spesso di altre catene di non partecipare alle gare (RFP – Request for Proposal) lanciate dalle aziende per la selezione delle strutture preferenziali.
«Le implicazioni sono potenzialmente enormi – continua Brennan -. Riteniamo che il nuovo gruppo Marriott/Starwood sia destinato ad avere un’importante voce in capitolo sul mercato, tanto da modificare i comportamenti di acquisto delle aziende. Attualmente non possiamo valutare ancora appieno l’impatto anche perché l’integrazione non sarà completata prima delle negoziazioni di quest’anno e bisognerà quindi attendere quelle che si terranno da settembre 2017».Un’ulteriore considerazione riguarda la conformità alle travel policy aziendali. Uno degli strumenti utili per le negoziazioni dei responsabili aziendali è il rispetto delle policy, grazie a cui si può concentrare il volume di spesa sulle proprietà preferenziali. Tuttavia, l’analisi di CWT mostra che il 22% della spesa fuori policy viene effettuata proprio con Marriott e il 9% con Starwood.
«Secondo una survey di GBTA condotta sui travel manager aziendali nel 2015, i programmi di fidelizzazione delle catene alberghiere sono una delle ragioni della mancata conformità alla travel policy – sottolinea ancora Brennan -. Noi non sappiamo ancora quali cambiamenti Marriott vorrà eventualmente introdurre nel programma di fidelizzazione proprio e di Starwood. Ma, in ogni caso, il nuovo gruppo vale già in partenza una significativa percentuale della spesa fuori policy».«L’aumento della quota di mercato della nuova Marriott e la forza di attrazione del suo programma di fidelizzazione rafforzeranno ulteriormente la posizione della catena – continua Brennan -. Anche perché, come sappiamo, nel settore alberghiero i volumi influenzano decisamente le trattative. Per di più, è probabile che la dimensione della nuova Marriott ne farà un player capace di influenzare anche altri operatori del mercato».CWT suggerisce ai responsabili viaggio aziendali di intraprendere quattro azioni prima di avviare le negoziazioni:Valutare i mercati chiave: analizzare la quota di mercato delle catene top all’interno delle destinazioni chiave o anche di singoli quartieri di una città, considerare le possibili strutture alternative e i potenziali risparmi.
Prepararsi ad avere un approccio più flessibile per il 2017, includendo i fornitori alternativi identificati.
Adeguare la travel policy per garantirne maggiormente il rispetto.
Informare i viaggiatori, ingaggiarli e motivarli sugli obiettivi aziendali, rafforzando una responsabilità condivisa per il raggiungimento dei risultati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggi tutto compreso: Vademecum dell’Aduc

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2016

viaggiatoriViaggi e vacanze in vista delle ferie. I viaggi organizzati sono comodi, basta una firma e tutto e’ a posto o quasi. Abbiamo predisposto un elenco di consigli per i turisti.
* Leggere attentamente il depliant: oltre alla pubblicita’ ci devono essere scritte le condizioni generali del contratto. Se non ci sono, eliminate quel tour operator o agenzia di viaggi.
* Farsi rilasciare copia del contratto con timbro e firma. Se l’agenzia vuole rilasciare solo la ricevuta della caparra, non firmate il contratto.
L’anticipo o caparra non puo’ superare il 25% del prezzo totale. Se vi chiedono di piu’ lasciate stare. Nei casi invece in cui sia inadempiente il tour operator, il consumatore puo’ recedere e pretendere il doppio della cifra.
* Controllare le ipotesi di aumenti previste dal contratto o dal depliant (variazioni del costo di trasporto, delle tasse aeroportuali e del cambio). Se non sono scritte, diffidate. In ogni caso gli aumenti non possono superare il 10% del valore del viaggio.
* Se improvvisamente non si puo’ partire e’ possibile essere sostituiti, almeno quattro giorni prima del viaggio, o si puo’ pagare la penalita’. La penalita’ per i voli di linea e’ diversa dai voli speciali.
* L’agenzia o il tour operator devono avere un’assicurazione per la responsabilita’ civile verso l’utente, che deve essere indicata nel contratto.
* Se, prima del viaggio, ci sono delle variazioni significative della vacanza (es:cambio della categoria dell’albergo, slittamento di piu’ giorni della partenza, ecc.), il contratto puo’ essere annullato dal turista o si puo’ scegliere una altra vacanza senza aumento dei costi.Se le variazioni avvengono durante il viaggio il tour operator deve rifondere la differenza di costo.
* In caso di contestazione documentare tutto e, al ritorno, inviare all’agenzia e al tour operator, entro 10 giorni, una lettera di protesta (raccomandata con ricevuta di ritorno), chiedendo il rimborso o il risarcimento dei danni. In caso di risposta insoddisfacente si puo’ ricorrere al giudice di pace. (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »