Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘viaggiatore’

Diarrea del viaggiatore

Posted by fidest press agency su sabato, 13 luglio 2019

Estate, tempo di relax e viaggi, ma l’imprevisto è dietro l’angolo. Se la meta è una località esotica, meglio prestare attenzione per evitare un disturbo tanto diffuso quanto insidioso, che potrebbe rovinare la vacanza: la diarrea del viaggiatore, una forma di enterite o gastroenterite che colpisce chi soggiorna in Paesi che presentano scarse condizioni igienico-sanitarie o sono legati a situazioni di infettività maggiori di alcuni microrganismi rispetto ad altri. Le zone più a rischio sono il Centro Africa, il Kenya, l’Uganda, la regione atlantica del continente africano – come la Costa d’Avorio – l’area mediterranea verso il Medio Oriente e il Sud-Est asiatico.Causato da un’infezione di germi patogeni, appartenenti a batteri – in primis l’Escherichia Coli e gli Stafilococchi – virus e protozoi, il disturbo si manifesta con un’eccessiva scarica diarroica, che determina una perdita di liquidi ed elettroliti (quali sodio, potassio, calcio, magnesio e altri minerali presenti nei liquidi dell’organismo). Per questo motivo, è fondamentale procedere quanto prima a un’adeguata reidratazione: un rimedio valido per gli adulti e ancor più nei bambini, considerando che un’eccessiva disidratazione può risultare pericolosa per i più piccoli.Cosa fare, quindi, per limitare il rischio di contrarre la diarrea del viaggiatore? Quali regole seguire per non rovinarsi la vacanza?
• Iniziare una terapia con probiotici prima della partenza e continuarla per tutta la durata della permanenza in Paesi a rischio.
• Scegliere con cura il luogo di villeggiatura e valutare accuratamente le condizioni igieniche dell’ambiente in cui si andrà a soggiornare.
• Disinfettare i cibi con presidi igienico-sanitari e lavarsi bene le mani.
• Assicurarsi di assumere acqua da bottiglie sigillate e non bere acqua corrente, di cui non si conosce il grado di potabilità.
• All’aggravarsi dei sintomi rivolgersi a un medico al fine di prevenire eventuali patologie che potrebbero peggiorare e creare uno stato di allerta, soprattutto quando si è in un Paese straniero.
Per contrastare la gastroenterite, oltre all’utilizzo di farmaci sintomatici e antibiotici ad ampio spettro a carico dell’apparato digerente, in grado di agire sui microrganismi patogeni, un valido aiuto arriva anche dai probiotici che se assunti in quantità adeguate, si rivelano utili anche per preparare il microbiota intestinale al fine di frenare l’insorgenza di ceppi “cattivi”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Jon Rafman: Il viaggiatore mentale

Posted by fidest press agency su domenica, 7 ottobre 2018

Modena Venerdì 14 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 (Orari di apertura mercoledì, giovedì, venerdì: 11-13; 16-19 sabato, domenica e festivi: 11-19 Ingresso Intero: 6 € | Ridotto: 4 €) Galleria Civica di Modena Palazzina dei Giardini Corso Cavour, 2. FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE è lieta di presentare Il viaggiatore mentale, prima ampia personale di Jon Rafman in un’istituzione Italiana dedicata all’arte contemporanea. La mostra, curata da Diana Baldon e presentata dalla Fondazione Fotografia Modena insieme alla Galleria Civica di Modena.La mostra raccoglie una selezione di installazioni multimediali presentate in Italia per la prima volta che ripercorrono la produzione dell’artista canadese a partire dal 2011 ad oggi. Servendosi di linguaggi e supporti diversi, che vanno dalla fotografia al video, dalla scultura all’installazione, Rafman indaga la fusione sempre più indistinta tra la realtà e la sua simulazione nella società contemporanea attraverso opere che confondono i confini tra il materiale e il virtuale, tra i corpi in carne e ossa e le loro repliche tecnologiche.
Nato nel 1981 a Montreal, dove vive e lavora, dopo gli studi in lettere e filosofia alla McGill University Jon Rafman si diploma in film, video e new media presso la School of the Art Institute di Chicago. Sin dai suoi esordi l’artista si concentra sulle conseguenze dell’uso della tecnologia sulla nostra percezione della realtà. Per creare Kool-Aid Man (2008-11) ha frequentato per tre anni la piattaforma virtuale Second Life per scoprire le innumerevoli e multiformi rappresentazioni dei suoi “abitanti” digitali con un avatar che dà il nome all’opera. Rafman si astiene dal giudicare o criticare gli abitanti di Second Life poiché il suo intento è quello di mostrare come la tecnologia consenta alle persone di creare nuove rappresentazioni di sé all’interno di ambienti fantastici, dando loro la libertà di plasmare nuove identità e iconografie.
L’artista ha utilizzato Internet e le sue svariate comunità digitali anche come archivio di immagini per i video della sua trilogia Betamale Trilogy (realizzati tra il 2013 e il 2015), composta dalle installazioni Still Life (Betamale), Mainsqueeze e Erysichthon presenti in mostra. Come nei romanzi di Georges Bataille, dove nello spazio claustrofobico e rovinoso della scrittura la storia implode su se stessa, moltiplicando i piani narrativi e le sue rappresentazioni, anche nei video della Betamale Trilogy si ha la sensazione di essere intrappolati in una spirale di situazioni stranianti e seduttive. Rafman rappresenta con grande abilità l’ambiguo potere seduttivo della rete che sembra promettere libertà e mondi da scoprire, mentre in realtà imprigiona l’utente in uno spazio tracciato da algoritmi e da agenzie che ne elaborano i dati di navigazione per poi rivenderli.
All’ingresso della Palazzina dei Giardini i visitatori della mostra vengono accolti da una delle opere più recenti di Jon Rafman, Legendary Reality (2017) in cui l’artista ci conduce in un viaggio nell’ “inner space”. Un narratore anonimo racconta un viaggio immaginifico attraverso quello che sembra essere un paesaggio dai tratti fantascientifici invece potrebbe essere semplicemente ciò che vede dallo schermo del suo computer su cui scorrono dettagliate rappresentazioni storiche aumentate da esperienze virtuali.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diarrea del viaggiatore

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 agosto 2018

La Diarrea del Viaggiatore è considerata la sindrome clinica più frequente nei viaggiatori internazionali. Studi epidemiologici recenti hanno dimostrato che essa interessa dal 20 all’80% dei viaggiatori internazionali che si recano in paesi del Medio-Oriente, dell’Africa, del continente indiano, del Sud Est Asiatico e dell’America latina (1 su 5, 4 su 5 a seconda dei diversi studi). La diarrea può essere associata a nausea, vomito, crampi addominali e febbre. Vari batteri, virus e parassiti sono responsabili della Diarrea del Viaggiatore, ma i batteri sono responsabili della maggior parte dei casi, in particolare l’Escherichia Coli Enterotossica (ETEC). I viaggiatori devono prestare grande attenzione a tutti gli alimenti e bevande compresi quelli serviti negli hotel e nei ristoranti di qualità al fine di ridurre il rischio di contrarre la Diarrea del Viaggiatore o di contrarre altre malattie trasmesse da cibo e acqua contaminati come l’Epatite A, il Colera e la Febbre tifoide.
Il rispetto delle norme di sicurezza alimentare rappresenta la misura più efficace di prevenzione:
– evitare il cibo che è stato tenuto a temperatura ambiente per parecchio tempo, come il cibo dei buffet e quello dei venditori ambulanti
– evitare gli alimenti crudi ad eccezione della frutta e della verdura che possono essere sbucciate o pelate personalmente dal viaggiatore
– bere solo acqua imbottigliata, evitare il ghiaccio e non lavarsi i denti con acqua non potabile
– No a uova crude o insufficientemente cotte
– No a gelati di origine dubbia, compresi quelli venduti per strada
– In certi paesi del Centro e Sud America o dell’Asia il pesce e i crostacei possono contenere tossine pericolose
– Attenzione al latte. Bollire quello non pastorizzato.
Pur essendo di buon senso, le norme di sicurezza alimentare vengono rispettate poco anche da persone colte e avvedute. In uno studio della nostra Società Italiana di Medicina del Turismo (2009), il 39% dei medici italiani ammetteva di aver commesso almeno un errore alimentare durante un viaggio all’estero. Un’altra misura di prevenzione contro la Diarrea del Viaggiatore è rappresentata dalla vaccinazione anticolerica, in quanto il vaccino in uso anche il Italia (Dukoral) fornisce una protezione crociata nei confronti dell’Escherichia Coli Enterotossica, responsabile dell’80% dei casi di Diarrea del Viaggiatore. Altri importanti vaccini contro gravi malattie causate da cibo e bevande sono quelli contro l’Epatite A e la Febbre tifoide. Nei casi in cui la diarrea persista anche al ritorno, occorre compiere l’esame colturale delle feci e le necessarie indagini ematochimiche per escludere patologie come amebiasi, giardiasi e brucellosi. (Da un articolo del dott. Walter Pasini Presidente Società Italiana di Medicina del Turismo) (Redazione Fidest)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le cosiddette “malattie del viaggiatore”

Posted by fidest press agency su sabato, 14 maggio 2016

bluvacanzeI viaggi internazionali, soprattutto in aree tropicali, comportano un elevato rischio di contrarre infezioni in adulti e bambini: secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità circa l’8% dei viaggiatori diretti verso Paesi in via di sviluppo, o aree a rischio, necessita di cure mediche durante o dopo il viaggio: febbre, rash cutanei e diarrea acuta, tra i sintomi più diffusi all’origine di malattie infettive come malaria, epatiti, febbre tifoide e febbre gialla. Quest’anno oltre tutto l’epidemia di zika in Sud America, insieme all’elevato numero di casi di dengue e chikungunya, rappresentano ulteriori problemi per i viaggiatori internazionali.
Le terapie e una corretta profilassi per i viaggiatori sono al centro del dibattito emerso in questi giorni durante il 34° Congresso della Società Europea di Infettivologia Pediatrica (ESPID) a Brighton (UK), dove sono stati presentati recentissimi dati epidemiologici e clinici su zika, dengue e chikungunya in Sud America.“Quando si programma un viaggio con un bambino in un Paese ad elevato rischio – sottolinea la prof.ssa Susanna Esposito, direttore dell’Unità di Pediatria ad Alta Intensità di Cura della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico dell’Università degli Studi di Milano e presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici, WAidid – è importante essere ben informati sui rischi di contagio di malattie infettive non presenti in Italia. Una corretta profilassi vaccinale ha bisogno di un tempo adeguato, differente da patologia a patologia, per garantire la protezione dalla malattia, per cui è sempre bene quando possibile, programmare il viaggio con anticipo, tenendo presente gli aspetti legati alla sicurezza sanitaria. Bisogna anche considerare che, in presenza di una stessa patologia, come ad esempio la malaria, profilassi e terapia possono essere diverse a seconda del Paese che si visita. A questo si aggiunge che i bambini richiedono forme di intervento specifiche, spesso diverse da quelle per gli adulti, come ad esempio nel dosaggio dei farmaci da utilizzare e per la differente possibilità di impiego dei vari vaccini disponibili. Per gestire correttamente la prevenzione di un bambino prima di un viaggio, occorrono, quindi, specifiche competenze pediatriche”.
A Milano è attivo il “Centro per il Bambino Viaggiatore” della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico dell’Università degli Studi di Milano, diretto dalla professoressa Susanna Esposito. Oltre a fornire assistenza ai bambini in procinto di affrontare un viaggio in un Paese ad elevato rischio sanitario, il Centro per il Bambino Viaggiatore si occupa anche dei bambini adottati da Paesi in via di sviluppo, dal punto di vista della protezione vaccinale e dell’identificazione delle malattie di importazione.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il profilo del viaggiatore cinese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 luglio 2014

China-Eastern-AirlinesHotels.com, sito leader nella prenotazione di hotel online, svela il profilo del viaggiatore internazionale cinese secondo i dati emersi dall’ultima edizione del Chinese International Travel Monitor (CITM), analisi basata su un campione di oltre 3.000 viaggiatori cinesi e 3.000 albergatori in tutto il mondo che indaga aspetti in continua evoluzione dei comportamenti di viaggio della popolazione cinese e permette di scoprire come l’industria globale del turismo stia cercando nuove soluzioni per ottenere i massimi benefici da questo nuovo mercato.
In media, i viaggiatori cinesi stanno facendo più viaggi rispetto al passato: nel 2014 hanno infatti dichiarato di aver fatto in media 4,67 viaggi negli ultimi 5 anni, mentre nel 2013 dichiaravano di averne fatti 3,53.La spesa media durante i viaggi all’estero, escludendo il pernottamento, è, per il 15% degli intervistati, di più di 10.000 CNY al giorno (circa €1.200), mentre il 2% dichiara di spendere oltre 50.000 CNY al giorno (circa €6.000). La spesa media giornaliera si attesta sui 6.707 CNY (circa €805).I viaggiatori cinesi dichiarano che la durata media dei loro viaggi all’estero è di una-due settimane (51% degli intervistati); nel caso di viaggi per incontrare amici e parenti o per ragioni di studio, i soggiorni sono mediamente più lunghi (1,6 settimane), mentre i viaggi di piacere sono in genere più corti (1,4 settimane).Secondo gli albergatori, la durata media dei soggiorni dei viaggiatori cinesi è di 2-3 notti (58%), il 28% pernotta una sola notte, e solo l’11% prolunga il proprio soggiorno per 4-6 notti, segno evidente che i viaggiatori cinesi preferiscono visitare più di una destinazione in occasione dei propri viaggi all’estero.Il governo cinese, attraverso un piano strategico lanciato nel 2013, sta inoltre incoraggiando la popolazione a concedersi delle vacanze, rafforzando le leggi esistenti sul rimborso delle ferie. Questi provvedimenti, uniti alla maggiore capacità di spesa, potrebbero portare nei prossimi anni ad un cambiamento nelle abitudini di viaggio dei viaggiatori cinesi.Il CITM ha identificato anno dopo anno una tendenza crescente da parte dei viaggiatori cinesi a non unirsi a gruppi organizzati, ma a preferire viaggi indipendenti (lo dichiara il 67% del campione intervistato rispetto al 62% nel 2013). Questo cambiamento è rilevato anche dagli albergatori, che dichiarano che il 71% degli ospiti cinesi viaggia in modo indipendente.I viaggi con il partner e i figli sono l’opzione più popolare tra i viaggiatori cinesi (54%), seguiti da quelli in compagnia di membri della famiglia (46%) e amici (45%).

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

FestiVAl Internazionale di Villa Adriana – Lazio

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2011

Tivoli (Rm) Domenica 19 giugno Villa Adriana – Tivoli ore 21 teatro circo Victoria Chaplin e Jean-Baptiste Thierrée “Le Cirque Invisible” Biglietti: 20 euro (riduzioni del 25% con Parco della Musica card)
• Acquistando 3 biglietti per 3 diversi spettacoli si ha diritto a uno sconto di 15 euro, solo presso il Botteghino dell’Auditorium Parco della Musica a Roma, presso il punto vendita CTS “Il Viaggiatore” a Tivoli (Via Lione 3/5, Tel. 0774 311608) e il botteghino di Villa Adriana (aperto solo nei giorni di spettacolo a partire dalle 19). I biglietti prepagati, acquistati tramite internet o Call Center, possono essere ritirati all’ingresso di Villa Adriana a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.
• Tivoli ore 21 Martedì 21 giugno musica Vinicio Capossela “Marinai, Profeti e Balene” Villa Adriana Biglietti: 45 euro Riduzioni del 25% con Parco della Musica card Acquistando 3 biglietti per 3 diversi spettacoli si ha diritto a uno sconto di 15 euro, solo presso il Botteghino dell’Auditorium Parco della Musica a Roma, presso il punto vendita CTS “Il Viaggiatore” a Tivoli (Via Lione 3/5, Tel. 0774 311608) e il botteghino di Villa Adriana (aperto solo nei giorni di spettacolo a partire dalle 19). I biglietti prepagati, acquistati tramite internet o Call Center, possono essere ritirati all’ingresso di Villa Adriana a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.
• Tivoli Giovedì 23 giugno Cavea ore 21 Festival Luglio suona bene 2011 Concerto inaugurale della rasegna Orchestra di Piazza Vittorio Biglietti: da 20 a 25 euro (riduzioni del 25% con Parco della Musica card)
• Tivoli Giovedì 23 giugno Sala Petrassi ore 20.30 Rassegna Le parole della politica Remo Bodei “Identità” Miriam Mafai “Piazza” Biglietti: 8 euro
• Tivoli Venerdì 24 giugno Cavea ore 21 Festival Luglio suona bene 2011 Raphael Gualazzi “Reality and Fantasy” Biglietti: 20 euro (riduzioni del 25% con Parco della Musica card)
• Tivoli Sabato 25 giugno Festival Luglio suona bene 2011 Pooh “Dove comincia il sole tour”
• Biglietti: da 45 a 70 euro (riduzioni del 25% con Parco della Musica card)
• Tivoli Sabato 25 e domenica 26 giugno ore 21 FestiVAl Internazionale di Villa Adriana – Lazio danza Alain Platel / Les Ballets C de la B “Out of Context – For Pina” Biglietti: 25 euro (Riduzioni del 25% con Parco della Musica card)
• Domenica 26 giugno Cavea ore 21 Festival Luglio suona bene 2011 Roberto Vecchioni Biglietti: da 25 a 40 euro (riduzioni del 25% con Parco della Musica card)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tra il fantastico e il reale

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 maggio 2011

Scriveva Charles Berlitz nel suo romanzo “The Bermuda triangle”: “le persone non amano affrontare i misteri che non si possono spiegare. Qualsiasi supporto tecnico-scientifico serve a poco; si preferisce ignorarli.” Questa ingenuità scientifica e culturale si può ancora tollerarla dopo che la scienza è riuscita a farci vedere tutto un mondo invisibile e a materializzarlo con il “fuoco termonucleare”? Non dimentichiamo che la fantascienza del XIX secolo è diventata la scienza del XX e la fantascienza dei nostri tempi, molto probabilmente, diventerà la scienza di un domani prossimo venturo. Se l’umanesimo culturale dell’uomo stenta ad adeguarsi al nuovo e al diverso vuol dire che si preferisce ancora dare un taglio metafisico al sogno einsteiniano di vedersi attaccato a un raggio di luce e di fermare il tempo, piuttosto che considerarlo una teoria scientifica. Il nostro approccio con la scienza non deve limitarsi alle riflessioni filosofiche. Esse appartengono al nostro passato. Le continue innovazioni tecnologiche che fanno viaggiare le parole e le immagini nello spazio e ci fanno aprire dei varchi, oltre la vita, che ci hanno catturato, e al tempo che ha fatto da collante, rendono reale ciò che un momento prima ci sembrava irreale e, perciò, irrealizzabile. Luci e ombre appartengono alla storia del XXI secolo.
Reader, thou that passest by,
As thou art so once was I;
As I am so shalt thou be;
Wherefore, reader, pray for me.
O lettore che passi,
come tu sei così ero una volta io;
come io sono così tu diventerai;
perciò, o lettore prega per me.
… Perché questa memoria che ti affido possa farti comprendere il travaglio della mia esistenza. Un giorno non lontano tu potrai vivere in quel “tempo senza tempo” che un viaggiatore mi descrisse ed allora ci incontreremo nel nostro Paradiso ritrovato. (dal libro di Riccardo Alfonso “Le Ombre”)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Meraviglie d’oriente

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 maggio 2011

Monforte d’Alba (Cn) da lunedì 23 a domenica 29 maggio 2011 – ingresso gratuito Avventura, magia d’Oriente, personaggi in costumi duecenteschi, scenari dalle atmosfere fantastiche e mondi di culture lontane, da Venezia fino a Pechino lungo la Via della Seta e la Mongolia del Gran Khan. È il Villaggio di Marco Polo, la manifestazione che da lunedì 23 a domenica 29 maggio trasformerà il centro storico di Monforte d’Alba (Cn) in un grande palcoscenico teatrale, rivolto in particolar modo aibambini, per rappresentare le avventure del celebre viaggiatore e mercante veneziano Marco Polo (1254-1324), narrate nel libro Il Milione. Per sette giornate i vicoli e le piazze del borgo antico, denominato Saracca, si coloreranno di scenografie giganti, per ospitare più diquaranta iniziative (a ingresso libero), tra cui spettacoli teatrali e di strada, animazioni, laboratori di musica, danza, arti visive, recitazione e canto, che coinvolgeranno più di 1.500 bambini delle scuole elementari, provenienti da Piemonte e Liguria, oltre che adulti. Si potrà passeggiare per via Shangdu e lungo via Taloqan, passando per piazza Khanbaliq, soffermandosi tra le bancarelle del mercatinodi oggettistica e antiquariato di provenienza orientale.
Il Villaggio di Marco Polo è organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes e dall’Associazione Premio Bottari Lattes Grinzane con il sostegno di Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e Comune di Monforte d’Alba. Vede la collaborazione di: Associazione Mus-E di Torino e Savona (istituzioni non profit rivolte ai bambini e sostenute dall’Unione Europea e Unesco), Studio di animazione Làstrego & Testa di Torino, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus di Torino, Associazione Burattinarte di La Morra (Cn) e Tiziana Redavid Ateliers.
L’iniziativa è ideata e coordinata da Adolfo Ivaldi, presidente dell’Associazione Premio Bottari Lattes Grinzane. (marco polo, lalumada, hulan, muse)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diarrea del viaggiatore

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 luglio 2010

La Diarrea del Viaggiatore é la sindrome clinica più frequente nei viaggiatori internazionali. Studi epidemiologici recenti hanno dimostrato che essa interessa dal 20 all’80% dei viaggiatori internazionali che si recano in paesi del Medio-Oriente, dell’Africa, del continente indiano, del Sud Est Asiatico e dell’America latina ( 1 su 5, 4 su 5 a seconda dei diversi studi). La diarrea può essere associata a nausea, vomito, crampi addominali e febbre. Vari batteri, virus e parassiti sono responsabili della Diarrea del Viaggiatore, ma i batteri sono responsabili della maggior parte dei casi, in particolare l’Escherichia Coli Enterotossica (ETEC). I viaggiatori devono prestare grande attenzione a tutti gli alimenti e bevande compresi quelli serviti negli hotel e nei ristoranti di qualità al fine di ridurre il rischio di contrarre la Diarrea del Viaggiatore o di contrarre altre malattie trasmesse da cibo ed acqua contaminati come l’Epatite A, il Colera e la Febbre tifoide.
Il rispetto delle norme di sicurezza alimentare rappresenta la misura più efficace di prevenzione:
– evitare il cibo che è stato tenuto a temperatura ambiente per parecchio tempo, come il cibo dei buffet e quello dei venditori ambulanti
– evitare gli alimenti crudi ad eccezione della frutta e della verdura che possono essere sbucciate o pelate personalmente dal viaggiatore
– bere solo acqua imbottigliata, evitare il ghiaccio e non lavarsi i denti con acqua non potabile
– No a uova crude o insufficientemente cotte
– No a gelati di origine dubbia, compresi quelli venduti per strada
–  In certi paesi del Centro e Sud America o dell’Asia il pesce ed i crostacei possono contenere tossine pericolose
–  Attenzione al latte. Bollire quello non pastorizzato.
Pur essendo di buon senso, le norme di sicurezza alimentare vengono rispettate poco anche da persone colte ed avvedute. In uno studio della nostra Società Italiana di Medicina del Turismo (2009), il 39% dei medici italiani ammetteva di aver commesso almeno un errore alimentare durante un viaggio all’estero. Un’altra misura di prevenzione contro la Diarrea del Viaggiatore è rappresentata dalla vaccinazione anticolerica, in quanto il vaccino in uso anche il Italia (Dukoral) fornisce una protezione crociata nei confronti dell’Escherichia Coli Enterotossica, responsabile dell’80% dei casi di Diarrea del Viaggiatore. Altri importanti vaccini contro gravi malattie causate da cibo e bevande sono quelli contro l’Epatite A e la Febbre tifoide . Nei casi in cui la diarrea persista anche al ritorno, occorre effettuare l’esame colturale delle feci e le necessarie indagini emato-chimiche per escludere patologie come amebiasi, giardiasi e brucellosi. (Walter Pasini Presidente Società Italiana di Medicina del Turismo)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggiare all’estero: responsabilità

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2010

Il viaggiatore internazionale italiano che nei prossimi giorni varcherà i confini di altri paesi dovrà tenere un comportamento corretto e responsabile. Anche in un contesto di vacanza egli rappresenta il nostro Paese e ne è in certa misura Ambasciatore. Ambasciatore italiano dunque egli dovrà sentirsi. Il viaggiatore deve accettare altresì il fatto che egli stesso è responsabile della salute e della sicurezza propria e delle persone che viaggiano con lui. Le principali responsabilità sono:
1.individuare ed accettare ogni tipo di potenziale rischio e consultare un medico esperto di sanità internazionale prima del viaggio
2. eseguire con scrupolo le raccomandazioni del medico (vaccinazioni, eventuale chemioprofilassi antimalarica, ecc)
3.portare un kit di pronto soccorso ed una farmacia da viaggio e capirne l’uso
4.portare con sè il Passaporto sanitario realizzato dalla Società Italiana di Medicina del Turismo
5.pianificare bene il viaggio prima della partenza
6. avere adeguata copertura assicurativa
7.avere particolare cura nei confronti di bambini o anziani che dovessero viaggiare con lui
8.rispettare le tradizioni, la cultura e l’ambiente del paese ospitante
9 mantenere un comportamento sessuale responsabile
10.segnalare prontamente qualsiasi malattia al ritorno del viaggio, per evitarne le conseguenze sul piano cllinico ed in funzione della prevenzione di eventuali epidemie.
(Walter Pasini presidente società italiana di medicina del turismo)

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salute in crociera

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

Durante gli ultimi anni il turismo in crociera è aumentato considerevolmente. Nel 2008, a livello mondiale, 13 milioni di passeggeri hanno viaggiato in crociera. Gli itinerari comprendono aree di tutti i continenti che talvolta non sono accessibili con altri mezzi di trasporto. Una tipica nave da crociera può trasportare fino a 3000 passeggeri e 1000 persone di equipaggio. L’età media del viaggiatore in crociera è 45-50 anni. Le persone di età superiore ai 60 anni rappresentano circa 1/3 dei passeggeri e sono più numerose ancora nelle crociere che durano più di 7 giorni (durata media di una crociera). La metà delle visite mediche urgenti viene fatta ai passeggeri che hanno più di 65 anni di età. A causa della temperatura, delle variazioni climatiche, dei cambiamenti nella dieta e nell’esercizio fisico e degli aumentati livelli di stress comparati con quelli a casa, il viaggiatore in crociera, specie se anziano, può vedersi peggiorare le proprie condizioni di salute. Eventi cardiovascolari acuti sono la causa principale di mortalità durante una crociera.  La maggior parte delle epidemie di malattie gastrointestinali associate a crociere è stato messo in relazione con il consumo di acqua e cibo contaminati a bordo della nave.
Il norovirus è l’agente patogeno maggiormente implicato nelle epidemie. Tra il 1° gennaio ed il 5 luglio 2008 sono state riportate 42 epidemie di gastroenterite causate da norovirus in 13 differenti navi da crociera che solcavano le acque del Mediterraneo. I sintomi spesso iniziano improvvisamente con vomito e/o diarrea. Vi possono essere febbre, crampi addominali e malessere generale. Tra le infezioni del tratto respiratorio ricordiamo il rischio influenza specie nelle aree equatoriali dove i virus dell’influenza non hanno una circolazione stagionale. Nella storia recente si sono verificate sulle navi anche epidemie di legionellosi, malattia batterica che interessa i polmoni talvolta in modo grave. In generale i viaggiatori di una crociera devono:
1) Consultare  prima della partenza il proprio medico per valutare lo stato di salute e considerare le possibili vaccinazioni da effettuare e l’eventuale chemioprofilassi antimalarica.
2) Tra le vaccinazioni considerare l’opportunità di effettuare l’anticolerica poichè il vaccino in uso in Italia (Dukoral) conferisce una protezione crociata nei confronti della tossina dell’Escherichia Coli, la causa in assoluto   più frequente di diarrea del viaggiatore.
3) Le persone affette da patologia cronica devono portare con se una documentazione sanitaria dei propri precedenti e del proprio stato di salute (ad es. il passaporto sanitario).
4) Portare con se una farmacia da viaggio che comprenda i farmaci di cui si fa uso abituale, un antidiarroico come rifaximina, antibiotico ad uso topico intestinale, ed eventualmente farmaci antivirali per il trattamento o la profilassi dell’influenza.
5) Consultare un dentista per avere la certezza di non soffrire di problemi acuti a carico dei denti.
6) Considerare la stipulazione di una polizza assicurativa che copra il rischio sanitario, la cancellazione del viaggio, la copertura di cure mediche e l’evacuazione medica se necessaria.
7) Evitare di imbarcarsi se sintomatici di una malattia acuta.
8) Durante la crocera lavarsi spesso le mani con sapone ed acqua o con confezioni contenenti liquidi disinfettanti.
9) In caso di diarrea o di febbre alta a bordo, riportare immediatamente l’informazione allo staff medico.
10) In caso di febbre al ritorno consultare immediatamente il proprio medico se la crociera ha interessato aree malariche. (Walter Pasini Presidente Società Italiana di Medicina del Turismo)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggi, che cosa occorre sapere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 luglio 2010

L’estate è tempo di vacanza e, nonostante la crisi economica, molte persone si accingono a partire per viaggi all’estero, anche verso Paesi in cui si possono trovare condizioni climatiche, igienico sanitarie e di sicurezza molto diverse da quelle presenti in Italia.  Per evitare o ridurre il rischio di avere problemi di salute mentre ci si trova all’estero, l’ideale è rivolgersi al proprio medico o all’ambulatorio di medicina dei viaggiatore dell’Asl, possibilmente 4-6 settimane prima di partire. In questo modo si potranno valutare, in base alla meta prevista, al tipo di soggiorno e alla sua durata, e anche in funzione dello stato di salute della persona, i possibili rischi e le norme di prevenzione. Si potranno così valutare eventuali vaccinazioni necessarie, ad esempio quella contro l’epatite A (raccomandata per tutti i Paesi con livello igienico sanitario inferiore agli standard europei) o contro la febbre gialla (obbligatoria o raccomandata in alcuni Paesi dell’Africa e dell’America del Sud), nonché altre profilassi farmacologiche, in particolare per la malaria. Tra i siti internet di riferimento, che possono integrare ma non sostituire i consigli forniti dal personale sanitario, si raccomandano quelli più accreditati, in particolare il sito della Società Italiana di Medicina dei Viaggi e delle Migrazioni http://www.simvim.it (che offre anche “10 regole d’oro” per il viaggiatore), e quelli del Ministero della Salute http://www.salute.gov.it  e del Ministero degli Affari Esteri http://www.viaggiaresicuri.it . Può inoltre essere utile registrarsi al sito http://www.dovesiamonelmondo.it , per consentire di essere rintracciati in caso di emergenze.
Durante il soggiorno in Paesi a rischio, occorre ricordarsi di mettere in atto le misure di prevenzione che sono state raccomandate. Ad esempio, per quanto riguarda la scelta dei cibi e delle bevande è fondamentale bere solo acqua o bevande da bottiglie sigillate oppure dopo bollitura, evitare il ghiaccio e le verdure crude, preferire cibi cotti e mangiati caldi, e ricordare che queste regole valgono anche se si mangia in hotel e villaggi turistici anche di lusso. Importante anche seguire le norme per la protezione da insetti, e assumere regolarmente i farmaci anti malarici prescritti.
Al ritorno dalla vacanza, non è necessario sottoporsi ad accertamenti particolari, se non in presenza di sintomi quali febbre, diarrea, disturbi respiratori, lesioni cutanee o altro. Se si è iniziata la profilassi della malaria, occorre ricordarsi di completarla. Se si è stati in zona malarica, indipendentemente dalla profilassi, si deve prestare particolare attenzione alla comparsa di febbre (anche nei mesi successivi), e nel caso sottoporsi subito a controlli: la malaria si può curare ma può essere molto pericolosa se non diagnosticata precocemente.
Gli ambulatori forniscono tutte le informazioni necessarie, ed eseguono o prescrivono le profilassi richieste. Gli ambulatori sono anche autorizzati dal Ministero della Salute a somministrare la vaccinazione contro la febbre gialla, e a rilasciare il relativo certificato, obbligatorio per l’ingresso in alcune nazioni. Non è necessaria la richiesta del medico curante: è consigliato comunque di portare il libretto sanitario e il libretto delle vaccinazioni. Un utile opuscolo informativo è scaricabile alla pagina internet  http://servizi.usl11.net/sviluppo/portalenw/dati/viaggi08.pdf

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Michele Zaza: Il sogno del viaggiatore

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 novembre 2009

zaza-scan-Milano Galleria Bianconi, Via Fiori Chiari 18 Opening mercoledì 24 novembre ore 18.00 – 21.00,  24 novembre 2009 –24 dicembre 2009 Orari: da lunedì al sabato 10.30-13.00/14.00-19.00 Ingresso: libero. A cura di Flaminio Gualdoni.  Michele Zaza presenta alla Galleria Bianconi una serie di lavori fotografici inediti e site specific, concepiti appositamente per questa mostra.  “Il sogno del viaggiatore” è dedicata interamente alle opere dell’ultima stagione di Zaza, quella che si trova nel tempo della maturità dell’artista e che assume sempre più il carattere di un viaggio che si dipana come spazio poetico entro le misure del vivere.  In questa sua attuale ricerca, ideale viaggio fisico e metafisico, tutto si fa sostanza d’opera: il luogo, i corpi plastici, le immagini fotografiche, in una trama non univoca di relazioni, rimandi, livelli di percezione e introiezione, da cui scaturisce un’immagine che si impregna di valori tra il totemico e il feticistico, tra l’allusivo e il fantasticante.  Ideale fil rouge che si dipana in tutte le opere dell’esposizione appare la tensione che spinge l’artista verso il valore di sacralità dell’immagine. Così protagonista assoluto è il corpo fisico che “viaggia” costituendosi in un corpo secondo, mentale, fatto di coscienza metafisica.  L’artista propone, infatti, attraverso le sue opere un viaggio, che è insieme d’esperienza e di sapienza, in cui, come scrive lo stesso Zaza, “mettere insieme terra, cielo, uomo e coscienza”.  E protagonisti di questo viaggio sono proprio i corpi plastici trasfigurati dall’artista mediante il maquillage blu, che restituiscono allo spettatore un’atmosfera magica e carica di simboli, in cui lo spazio diviene un luogo sacro, riferito metaforicamente alla struttura dell’universo, alla terra, e insieme al cielo. Uno spazio dove ritrovare la dimensione poetica e mitica dell’uomo, una sorta di viaggio in cui coesistono tempo, spazio, nascita, morte, finito, infinito,contingenza e trascendenza. (zaza)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il glossario per il viaggiatore fai-da-te

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 settembre 2009

Per organizzare una vacanza ormai basta un click. Ma se è vero che è semplicissimo navigare su Internet alla ricerca di idee di viaggio grazie ai siti di comparazione come Easyviaggio.com, per decifrare alcuni termini utilizzati dai Tour Operator o dalle agenzie di viaggio serve davvero un dizionario! Ed è per venire incontro a questa esigenza che Easyviaggio.com, portale di infomediazione dedicato ai viaggi, ha creato un glossario dalla A alla Z per capire meglio quello di cui si parla quando si vuole partire. L’agenzia di viaggi è un’impresa che svolge un’attività legata alla produzione ed organizzazione di viaggi e soggiorni. Un’agenzia di viaggi on-line o virtuale è un’impresa che organizza e vende i prodotti di viaggio attraverso internet e il web.  Oggi, che tutto passa da internet, è anche interessante iniziare a conoscere meglio il mondo dei ticket on-line o biglietti elettronici. Si definisce biglietto elettronico (o e-ticket) un biglietto non cartaceo acquistato via internet o per telefono: questo formato sostituisce il biglietto tradizionale cartaceo, ma non vale come fattura.  Se si è insicuri su quando tornare dalle vacanze e si preferisce aspettare l’ultimo minuto per prenotare, il biglietto open è la soluzione ideale. Il biglietto open equivale ad un biglietto di andata e ritorno; la differenza è che permette al viaggiatore di decidere la data di ritorno liberamente, nei limiti della validità del titolo di trasporto (solitamente un anno dall’emissione). Il volo charter è acquistabile solamente tramite un’agenzia di viaggi. Si tratta di voli commerciali organizzati al di fuori degli orari ufficiali (molto presto o tardi nella giornata) e comunicati solo una settimana prima della partenza. Per la maggior parte sono voli economici che la compagnia aerea non riesce o non può vendere, effettuati con aerei noleggiati da compagnie specializzate o compagnie regolari con un velivolo libero. Per tutti quelli che, per motivi di lavoro o per leisure, passano in volo più tempo che in macchina, la formula Frequent Flyer è perfetta. La maggior parte delle compagnie aeree ha pensato ad un ‘Programma fedeltà’ per i viaggiatori che si spostano frequentemente; i clienti più affezionati hanno così diritto ad una serie di prestazioni, servizi aggiuntivi e gratuità. Il forfait indica un insieme di prestazioni che vengono vendute dalle agenzie di viaggio o tour operator. Solitamente il pacchetto include un volo di andata e ritorno, i trasferimenti da / per l’aeroporto e il soggiorno. Esistono anche delle formule di forfait più ampie, definite “inclusive tour”, che comprendono i pasti, le gite e l’autonoleggio. Sempre più comune il tipo di pacchetto “all inclusive”.Il biglietto aereo open-jaw è fatto apposta per chi ha necessità di atterrare in una città e di ripartire da un’altra, anche se non nello stesso paese. L’unico vincolo per l’acquisto di questo tipo di biglietto è che il collegamento tra le due città sia servito dalla compagnia aerea prescelta per il proprio viaggio! Il pacchetto turistico o package è un prodotto di viaggio che è venduto ad un prezzo forfettario. Il pacchetto ha una durata superiore alle 24 ore e comprende almeno due dei seguenti servizi: trasporto, alloggio e un altro elemento come per esempio il noleggio dell’auto. Sempre più in linea con le esigenze di flessibilità dei nuovi viaggiatori, sono attualmente molto comuni i cosiddetti “dinamic packaging” che permettono all’utente di confezionare il pacchetto a proprio piacimento. Il tutto si completa facilmente attraverso internet, acquistando le prestazioni che si preferiscono: biglietto aereo, alloggio, tour, attività, autonoleggio ecc. I diversi servizi acquistati attraverso il pacchetto dinamico costano meno che se acquistati separatamente. Inoltre, l’utente può scegliere secondo le sue preferenze e prenotare un hotel a 5 stelle con un volo low-cost. Parte del gruppo Easyvoyage.com, lanciato in Francia nel 2001 da Jean-Pierre Nadir,
Easyvaggio.com approda in Italia l’11 marzo 2008. Primo portale d’infomediazione completamente dedicato al turismo, Easyviaggio.com ha già raggiunto dei risultati molto importanti: oltre 504 mila visitatori unici al mese, più di 200 mila clic rimandati ogni mese verso gli operatori e oltre 1.300.000 di abbonati alle newsletter. Easyviaggio.com offre un approccio originale grazie alla combinazione di cinque elementi: forti contenuti editoriali, comparazione tra le offerte del mercato (voli, circuiti, soggiorni, hotel), classificazione degli hotel, community on-line e la newsletter con selezione di offerte speciali. Web: http://www.easyviaggio.com

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turisti, fatevi rispettare!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

“La colpa è sua che non ha controllato”. E’ questa la risposta che, un esterrefatto viaggiatore, si è sentito dare da una addetta ad una agenzia di viaggi, alla quale era tornato per contestare un biglietto sbagliato. Della serie: se chiedi un etto di prosciutto al salumiere e ti vende 90 grammi, facendoli passare per 100, la colpa e’ tua, che non hai controllato e non del negoziante. La differenza tra diritto e dovere evidentemente non era chiara alla hostess, anche se l’educazione civica fa parte dei programmi scolastici. Vogliamo ricordare ai turisti che tornano inferociti, per i disservizi, dalle località di vacanza, che quanto è stato pagato è reciprocamente dovuto (concetto ostico a moltissimi gestori) e che i disservizi hanno un costo, che in genere paga solo l’utente. A fronte delle carenze non bastano le scuse, occorre non lasciarsi prendere dal buonismo, essere rigorosi ma calmi. Per i pacchetti turistici si può chiedere un rimborso, per quanto pagato in più, o un risarcimento per i danni subiti. Si veda a tal proposito la nostra Scheda Pratica: http://www.aduc .it/dyn/sosonline/schedapratica/sche_mostra.php?Scheda=40738 (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vacanza rovinata

Posted by fidest press agency su domenica, 19 luglio 2009

R. G., torinese, istruttore di sub ed assistente operatore alla sezione naturalistica subacquea del National Geographic, si è rivolto al Codacons e poi, con l’assistenza dei legali dell’associazione, al Tribunale di Torino.  La questione riguarda un viaggio a Cuba (dove collabora con l’organizzazione subacquea “shark’s friends”) effettuato nel febbraio 2006 con la  compagnia Blue Panorama Airlines S.p.A.: 7 ore di ritardo all’andata, overbooking per il viaggio di ritorno che lo costringe a rientrare a Torino due giorni dopo la data programmata. Insomma, disagi, disservizi, ulteriori spese ed inefficienze che il viaggiatore ha reclamato alla compagnia senza ottenere soddisfazione.  Ma il Tribunale di Torino (Giudice Dr. Oberto) in data 2 luglio 2009, con sentenza n. 5085/09,accoglie tutte le tesi  e le domande avanzate dai legali del viaggiatore:  dichiara l’inadempimento della compagnia aerea, condannandola a  pagare oltre 5.000,00 euro per non aver fornito i servizi di assistenza ai passeggeri, così come esplicitati dalla  Convenzione di Montreal e dalla Carta dei diritti del passeggero (reg. CE 261/2004), anche per l’ipotesi di  overbooking. Il Tribunale ha riconosciuto anche il danno da vacanza rovinata, qualificandolo in  quel  pregiudizio  psicologico che si sostanzia nel disagio e nell’afflizione subiti dal turista-viaggiatore e riconducibile ai disagi  subiti, alla delusione per la mancata realizzazione delle aspettative, al mancato riposo, alla necessità di  sollevare reclami e proteste, e in generale al fatto di non aver potuto godere della serenità che consegue alla  legittima aspettativa del puntuale adempimento delle altrui obbligazioni. La CAI,  nuova Alitalia,  è avvisata! (fonte Codacons)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »