Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘viaggio’

Inizia il viaggio del nuovo Intercity Green di Trenitalia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 agosto 2022

Un treno rinnovato nell’aspetto grazie a una speciale pellicolatura esterna e a una carrozza dedicata con sei posti bici, punti di ricarica, raccolta differenziata, area family e vending machine. Inoltre, sulle pareti della carrozza 3 i passeggeri troveranno messaggi sulla sostenibilità con il dettaglio del risparmio di CO2 per i viaggi in treno. Entro giugno 2023 tutta la flotta Intercity Giorno avrà a disposizione questa carrozza nella sua composizione completa.A bordo i passeggeri troveranno anche i primi sedili realizzati con tessuti composti da filati ottenuti da plastica riciclata, la cui produzione permette un risparmio, per ogni kg di filato, del 32% di CO2, 94% di acqua e 64% di energia. Una scelta sostenibile che si ripeterà anche per le sedute dei prossimi treni ibridi Intercity fra le località della costa ionica.A questa novità si aggiunge la pubblicazione della gara sulla Gazzetta Ufficiale per 370 nuove carrozze notte, con un minimo garantito di 70, per il rinnovo degli Intercity Notte da e per il Sud. La gara ha un valore economico minimo di 140 milioni di euro, assegnati a Trenitalia dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili nell’ambito dei fondi del PNRR.L’offerta Intercity è composta da 124 collegamenti al giorno, fra Giorno e Notte, e più di 75 nuove fermate per l’estate 2022. Treni su cui poter viaggiare in sostenibilità, a misura di famiglia e “in compagnia”. Grazie alla collaborazione fra Trenitalia e Loquis, la prima piattaforma al mondo di travel podcasting, infatti, i passeggeri potranno ascoltare l’Italia in Intercity, scegliendo tra 400 racconti originali, realizzati da quattro travel podcaster che hanno attraversato la Penisola da Nord a Sud. Un esempio di realtà aumentata audio oggi gratuitamente accessibile da tutti i viaggiatori in sei lingue diverse. Per usufruirne, sarà sufficiente scaricare l’app Loquis, entrare nel canale L’Italia in Intercity, avviare la funzione navigatore e mettersi in ascolto.L’Intercity Green è un ulteriore segnale di attenzione oltre che una conferma dell’impegno di Trenitalia e di tutto il Polo Passeggeri del Gruppo FS Italiane in qualità di driver dello sviluppo sostenibile del settore della mobilità. A testimoniarlo anche la scelta del treno di molti passeggeri per le proprie vacanze estive riscoprendo l’Italia non solo nelle grandi città, ma anche nelle località di medie e piccole dimensioni ad alta attrattività culturale e paesaggistica.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’avventura di un viaggio attraverso la Siberia

Posted by fidest press agency su martedì, 10 Maggio 2022

Il libro di Domenico Zeziola “Nove amici in Siberia” (2022) è il racconto di un’avventura al limite dell’impossibile: con un bus trasformato in camper, una Fiat 600 del 1956, una Fiat 1100 del 1964 ed un maggiolone nove amici intraprendono un lungo viaggio che li porta dapprima a Mosca e, da lì fino a Vladivostok, città portuale russa sul Pacifico, meta finale del loro viaggio sulla rotta della celeberrima Transiberiana. Il viaggio inizia il 10 maggio 1994 in Italia ed il 15 maggio successivo da Mosca, salutati dalle autorità sovietiche ed accompagnati da alcuni giornalisti. Le temperature primaverili non attutiscono i rigori dell’inverno di una avventura lungo varie città, villaggi, foreste ghiacciate, o nelle zone del grande lago Baikal. Lo stile è asciutto ed essenziale, minuziosamente descrittivo. È la storia di un viaggio vissuto all’insegna di una grande passione che fa sognare l’impossibile ai due primi ideatori (Paolo e Mimmo) e che coinvolge ben presto anche altri amici. L’organizzazione, la necessità di trovare sponsor importanti che finanzino l’iniziativa, il coinvolgimento della provincia di Brescia, del Senato della Repubblica (con il presidente Spadolini), il sostegno di giornali e giornalisti occupa tutta la prima parte del libro. Altre difficoltà sono quelle legate all’ottenimento dei visti necessari per percorrere le strade dell’ex Unione Sovietica, quando erano trascorsi appena tre anni dal crollo del regime voluto da Lenin e Stalin: erano giorni di speranze, lontani dai venti di guerra attuali. E ci sono anche momenti esaltanti, come quello dell’incontro con il presidente russo Gorbaciov, cui raccontano il loro progetto. Poi inizia il viaggio e la descrizione minuziosa delle tappe, dei villaggi, degli incontri con la gente. Ufa, Omsk, Novosibirsk, Cita, Skovorodino, Chabarovsk sono alcune delle città attraversate prima di raggiungere la meta ultima di Vladivostok. Il filo conduttore è l’avventura dei nove amici, con le loro auto storiche riadattate, il loro pullman-camper, che li ospita nelle notti lungo il tragitto siberiano: avventure e viaggi narrati da Zeziola con una straordinaria capacità di catturare il lettore e condurlo lungo le strade della geografia e della storia. Le descrizioni attente non si fermano alle grandi città: c’è lo sguardo sul piccolo villaggio siberiano incontrato lungo il viaggio con “pochissime baracche in legno, un fangoso sentiero privo di marciapiedi, precari ricoveri che ospitavano intere famiglie”. Alcuni momenti centrali sono dedicati ai panorami della Siberia, alle strade accidentate, la foresta, la neve mista al fango, i tanti guasti alle vetture, le gomme forate lungo un percorso fatto di “lontani villaggi oltre inarrivabili colline, fondi stradali ghiacciati o infangati, infinite e sperdute praterie, aspre vallate, macchie boschive”. Non mancano le citazioni delle opere della letterature russa e di Dostoevskij.Il racconto è anche ricco di ampie narrazioni storiche: dalla storia di Rasputin, i suoi legami con lo zar Nicola e la zarina Alessandra, a causa della malattia dello zarevic Aleksej, la fine dell’impero russo, ma anche la storia di Stalin e le sue teorie bislacche sulla potenza sovietica, coltivate insieme al fedele ministro Berja, ma anche piccole digressioni sul generale nazista Heydrich, nonché sulle origini ebree di Hitler, qualche cenno a Mussolini o a Balbo, ma anche piccole storie amene, come quella legata alla leggenda di Babbo Natale, o cenni storici più lontani, come quelli di Alessandro Magno. Zeziola attraversa con grande competenza vari pezzi della storia europea – e della Russia in particolare – e non manca una descrizione minuziosa di luoghi e città, come accade per Mosca, o per Berlino est e Dresda, ricostruite dai sovietici. Un libro – contenitore, dove ogni pagina riserva una sorpresa ed ogni capitolo racconta una storia e si incastona nella lunga e varia storia dell’umanità. Un racconto con dovizia di particolari che, pagina dopo pagina, apre finestre affascinanti.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fabrizio Gatti Bilal: Il mio viaggio da infiltrato verso l’Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 1 gennaio 2022

Collana i Grandi Delfini, pp. 496, 17 euro, con un prologo inedito dell’autore. Torna in una nuova edizione un best seller tradotto in Francia, Germania, Norvegia e Svezia. Un capolavoro della narrazione d’inchiesta premiato in tutta Europa, vincitore tra gli altri del Premio letterario internazionale Tiziano Terzani 2008, dello Human Rights Award 2014 e del Premio Ryszard Kapuściński 2021. Questo libro è il racconto di un viaggio straordinario e insieme un’inchiesta unica al mondo. Per quattro anni Fabrizio Gatti ha cambiato il suo nome in Bilal per trasformarsi in un migrante clandestino e raccontare, in prima persona, il dramma di chi si mette in marcia per conquistare una vita migliore al di qua del Mediterraneo. Con pochi soldi in tasca, un borsone di vestiti leggeri, la colla sulle dita per nascondere le impronte e non essere identificato, Gatti è salito sui camion che attraversano il deserto del Sahara e portano migliaia di migranti sulle coste del Nordafrica. Ha incontrato terroristi di Al-Qaida e scafisti senza scrupoli. Si è infiltrato tra i trafficanti come autista di un boss. È stato recuperato in mare, è sbarcato a Lampedusa. Lo hanno arrestato e ha lavorato nelle campagne del Sud tra i braccianti in condizioni disumane. Durante questo viaggio Fabrizio Gatti ha scoperto le voci dei protagonisti, i nomi dei criminali, le complicità dei governi, gli interessi economici e politici di chi guadagna dal traffico dei nuovi schiavi. E ha raccontato in questo libro la cronaca – drammatica, appassionante e tutta reale – della più grande avventura umana del terzo millennio. In libreria dal 20 gennaio

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un posto Un viaggio nel tempo per ritrovarsi

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2021

Novara. Lunedì 24 gennaio ore 18 il Circolo dei lettori, via F.lli Rosselli 20 presentazione del libro di e con Enza Sguazzini Rosso edito da Edizioni Canova con Eleonora Groppetti nell’ambito di Novara si racconta L’autrice cerca di riannodare il filo della memoria per ritrovare il posto dove tutto è iniziato e tutto è accaduto. La forza dei ricordi illumina i luoghi del passato, i volti dimenticati tornano a risplendere nella loro giovinezza.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un viaggio alla scoperta di un’inedita Venezia innevata

Posted by fidest press agency su domenica, 26 dicembre 2021

Venezia sotto un manto di neve, quando la città si risvegliava imbiancata in una fredda giornata d’inverno. Nella sede del Comando Regionale della Guardia di Finanza, in campo San Polo, sono esposte 100 cartoline d’epoca in bianco e nero, racchiuse in teche di vetro, come fossero oggetti preziosissimi. Alcune di loro contengono messaggi di auguri o saluti scritti a mano, altre solo scatti di attimi di vita quotidiana. Sono semplici pezzi di carta di forma rettangolare che imprimono, tra quei bordi squadrati, un pezzo indimenticabile della storia di una inedita Venezia innevata. La mostra intitolata “Il fascino della neve a Venezia nel ‘900”, gratuita, permette al pubblico di fare un tuffo nel passato per ammirare, nell’anno dei suoi 1600 anni, una Venezia che non c’è più e cercare di riconoscere, tra quegli scatti sbiaditi dal passare del tempo, una calle, una corte o un campo della città che conosciamo oggi. A raccogliere questo prezioso materiale è Gianni Berlanda, trentino di nascita, collezionista ed ex commerciale estero del settore della moda che, dopo aver passato anni e anni in giro per il mondo, torna a Venezia, città che ha sempre dimorato nel suo cuore, per vivere gli anni della sua pensione e continuare a portare avanti la sua passione per il collezionismo e la città lagunare. “Sono arrivato a Venezia un po’ per caso da ragazzo, ma ho iniziato a collezionare cartoline e foto di Venezia da subito, anche perché, dal primo momento in cui ho messo piede in questa città, ne sono rimasto affascinato – racconta Gianni Berlanda – Sono venuto qui per studiare Economia all’Università Ca’ Foscari e oggi, a 50 anni di distanza dalla mia laurea e dopo aver girato il mondo per lavoro, sono tornato qui per cercare di mostrare a tutti nella sua veste più magica, la meraviglia di Venezia”.Berlanda colleziona solo cartoline in bianco e nero, scegliendo di fissare nella sua memoria, e in quella di chiunque si trovi a visitare le sue mostre, una Venezia senza colori, pura, essenziale. Una Venezia che conserva con cura in 500 pezzi di carta datati dai primi del 1900 fino al 1925, cento dei quali sono esposti nella mostra a Palazzo Corner-Mocenigo.Ed è così che, entrando all’interno del palazzo nel sestiere di San Polo ci si può immergere in un paesaggio veneziano come poche volte lo si è potuto vedere negli ultimi anni. Da una Piazza San Marco ricoperta da un manto bianco a cumuli di neve poggiati sul profilo sinuoso delle gondole del 1900, ancora adornate dell’antico felze, l’abitacolo al centro della tradizionale imbarcazione, che oggi resta solo nella memoria dei veneziani. Dai piccoli canali alla laguna stessa completamente ghiacciata che, dopo l’eccezionale gelo nell’inverno del 1929, ha permesso ai veneziani di arrivare a piedi da Fondamenta Nove al cimitero di San Michele e Murano.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Emozioni. Viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti”

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 dicembre 2021

Roma Sabato 15 Gennaio alle ore 21.00 torna a grande richiesta all’Auditorium Parco della Musica- nella Sala Sinopoli- Viale Pietro De Coubertin 10 lo spettacolo “Emozioni. Viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti”. Il Concerto Racconto valorizza e diffonde l’opera di due dei più grandi artisti che il panorama della musica italiana abbia mai avuto: Lucio Battisti e Mogol. Sul palco il Maestro Mogol, autore di testi intramontabili racconta Lucio Battisti a 23 anni dalla sua scomparsa avvenuta il 9 settembre del 1998. Il fortunato sodalizio artistico ha prodotto brani memorabili come “Mi ritorni in mente”, “La Collina dei Ciliegi” e “Anima Latina”, canzoni che verranno eseguite dal vivo da un orchestra di 15 elementi. Mogol attraverso un viaggio intimo e confidenziale, svelerà al pubblico tanti aneddoti e curiosità della sua vita artistica ma anche la genesi e la storia che si nasconde dietro alle sue canzoni. Un’occasione dunque per poter ascoltare circa 20 magnifici brani che hanno fatto la storia della musica italiana. Uno spettacolo emozionante e travolgente che ripropone questa vera e propria biografia musicale attraverso una performance di quasi due ore. L’interpretazione dei brani è affidata al bravissimo Gianmarco Carroccia che, con la sua voce tanto simile a quella del cantautore di Poggio Bustone, non stravolge la versione originale del disco ma ne dà una cosiddetta “interpretazione perfetta”. Gianmarco Carroccia accompagnato da una formazione orchestrale di 15 elementi diretta da Marco Cataldi, vi farà rivivere la magia di quelle canzoni che hanno fatto sognare generazioni di italiani. Emozioni – Viaggio tra le canzoni di Battisti e Mogol, è spettacolo suggestivo ed emozionante, ma lo sarà ancora di più in una locatio prestigiosa come l’Auditorium Parco della Musica. Auditorium Parco della Musica- Sala Sinopoli- Biglietti: http://www.ticketone.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Presentazione de Il viaggio: finestre Italiane sull’India – AA. VV

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 dicembre 2021

Novara ore 18,00 – 21 dicembre 2021 Circolo dei lettori, via F.lli Rosselli 20 Presentazione de Il viaggio: finestre Italiane sull’India – AA. VV. – a cura di Urmila Chakraborty con la prefazione di Ugo Tramballi (I quaderni del bardo edizioni di Stefano Donno). Interverranno la curatrice Urmila Chakraborty, la giornalista Cristina Piotti, e l’editore Stefano Donno. Entusiasmante, penetrante e profondo viaggio tra le pagine di questa preziosa pubblicazione, per scoprire e conoscere l’India.Venti racconti intensi e partecipati di chi per ragioni di lavoro, ricerca o studio ha visitato la “galassia” India e ogni racconto è arricchito dai commenti e dalle osservazioni della curatrice Urmila Chakraborty. Il libro, solo in apparenza una guida turistica eccellente, sbalordirà invece perchè i racconti sono “donati” al lettore con passione e nessun dettaglio o suggestione sono lasciati al caso. Tutto viene minuziosamente descritto e chi legge avrà la sensazione di vedere realmente ciò che viene raccontato. Quasi da toccare con mano … Scoprirà luoghi di rara bellezza, si addentrerà nelle abitudini e consuetudini dei suoi abitanti, nella loro operosità, nel loro credo religioso. Si ha sovente la sensazione, leggendo, che i diversi io narranti non avrebbero voluto lasciare mai più quei luoghi. Il ” viaggio” è reso più affascinante dalle illustrazioni grafico/pittoriche realizzate dall’artista Paola Scialpi che affiancano ogni racconto. (Stefano Donno – editore).Gli autori: Avana Amadei, Stefano Caldirola, Romina Campostrini, Giuseppe Carrieri, Giorgio d’Emilio, Alessandro Dell’Avvocata, Giovanni Di Bartolo, Isabella Labate, Manuela Lenardon, Paola Lorenzoni, Francesco Moscatelli, Emanuela Orlandini, Cristina Piotti, Emanuela Plano, Cristina Rodondi, Núria Sala Grau, Laura Sciotti, Federico Sanesi, Vittorio Tonon, Marged Flavia Trumper Urmila Chakraborty, nata a Kolkata, India, vive e lavora a Milano da oltre vent’anni. Urmila è scrittrice, traduttrice, mediatrice culturale e formatrice. Collabora con diverse Università in Italia e in India, in particolare è docente di Scienze della Mediazione Linguistica e Studi Interculturali presso l’Università degli Studi di Milano. È scrittrice a tutto tondo, avendo al suo attivo da scritti accademici a saggi, dal crowdsourcing alla ricerca e alla narrativa (creative nonfiction). Numerose le sue pubblicazioni in ambito dell’interazione interculturale, anche in collaborazione con varie istituzioni culturali. Da ricordare che nel 2002 ha fondato Englishour, che eroga servizi linguistici e culturali alle aziende.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un viaggio virtuale nel mondo della mobilità, a misura di bambino

Posted by fidest press agency su domenica, 24 ottobre 2021

Parte con questo primo percorso l’inedita collaborazione tra MyEdu, specializzato in progettazione e realizzazione di contenuti editoriali digitali per la didattica e MUBA – Museo dei Bambini Milano, punto di riferimento per l’educazione non formale.Gli ingredienti delle proposte di MUBA si ritrovano tradotti nella proposta digitale: la socialità, il muoversi in un contesto collettivo, il giocare e imparare insieme. L’impostazione pedagogica che supporta questo obiettivo è la didattica “blended” e cooperativa, ottenuta attraverso l’integrazione di strumenti digitali e fisici (quali materiali da stampare o materiali di riuso).Il tema della sostenibilità è ormai imprescindibile, in particolare per la comunità educativa (insegnanti e genitori) che intenda porre le basi per costruire un futuro migliore per le future generazioni. Secondo gli ultimi dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il 91% della popolazione mondiale vive in luoghi dove i livelli di qualità dell’aria non soddisfano i limiti fissati dall’OMS. La mobilità sostenibile, quindi, rappresenta un focus importante a livello sociale per costruire una vita più sana specie nelle aree urbane. L’utilizzo di mezzi sostenibili, infatti, implica una significativa riduzione del traffico stradale, della percentuale di incidenti e dell’inquinamento ambientale prodotto dai gas di scarico. Come in una vera e propria visita al museo, si accede nelle sale del muoversi responsabilmente: la mappa, la strada, il mezzo di trasporto. All’interno di ogni sala si viene accolti da un video introduttivo che serve a veicolare il contenuto didattico a misura di bambino. Iniziamo dunque dal capire che cosa significhi “viabilità”: che cosa succederebbe se le strade andassero solo in tondo? E se non ci fossero semafori? E poi arriviamo a un tema fondamentale: la sicurezza stradale e il rispetto delle regole. Ma conosciamo i cartelli stradali? Ultima tappa del percorso: i mezzi più avveniristici che stanno cercando di cambiare un modello obsoleto di mobilità, ponendo l’attenzione su consumi, inquinamento e innovazioni a basso impatto ambientale.Le attività sono molteplici: le bambine e i bambini dovranno cimentarsi nella ricostruzione delle mappe attraverso puzzle virtuali che si animeranno una volta completati, formare la loro mappa ideale, scegliere un mezzo di trasporto con cui muoversi lungo percorsi accidentati rispondendo a quiz sui cartelli stradali e sulle regole per la sicurezza in strada, creare il proprio unico e fantastico mezzo di trasporto assemblando diversi pezzi tra loro. Il laboratorio è disponibile previa registrazione al sito: https://muba.myedu.it.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il treno senza conducente fa il suo primo viaggio ad Amburgo in Germania

Posted by fidest press agency su domenica, 17 ottobre 2021

Giorni fa un treno senza conducente ha effettuato i suoi primi viaggi sulla rete urbana di Amburgo, una “prima mondiale”, secondo Deutsche Bahn e Siemens, per questa tecnologia che dovrebbe contribuire notevolmente a migliorare la regolarità del traffico. La dimostrazione è stata effettuata in occasione di un congresso internazionale sui trasporti. A partire da dicembre, quattro treni autonomi di questo tipo entreranno in servizio nella metropoli portuale della Germania settentrionale nell’ambito di un progetto di ammodernamento da 60 milioni di euro della “S-Bahn”. “Deutsche Bahn e Siemens hanno sviluppato il primo treno al mondo che funziona da solo”, hanno affermato i due gruppi in una nota. Questa tecnologia, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, non richiede un binario specifico, il treno autonomo corre sulla stessa rete di quelli guidati dai macchinisti. Se i passeggeri sono a bordo, un operatore ferroviario è comunque presente in cabina di pilotaggio, per sicurezza. Ma il treno esegue le sue manovre in autonomia, ad esempio nei depositi. La tecnologia autonoma, che si basa su un protocollo di comunicazione digitale europeo, dovrebbe consentire di trasportare “fino al 30% in più di passeggeri” mentre “migliorando la puntualità e riducendo il consumo energetico del 30%”, secondo Roland Busch, boss di Siemens. “La tecnologia è già stata approvata”, ha affermato nel comunicato stampa. Per Deutsche Bahn, l’automazione deve consentire “un’offerta migliore senza dover costruire un chilometro di nuove rotaie”, osserva Richard Lutz, direttore dell’operatore pubblico.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ervin LÁSZLÓ: Il mio viaggio

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2021

Collana le Polene, pp. 208, 12 euro In libreria dal 14 ottobre. L’autobiografia del filosofo e saggista ungherese, con gli interventi di importanti personalità del mondo della cultura e della scienza. Una delle figure attualmente più autorevoli nel campo della filosofia della scienza e della spiritualità. L’inventore di un nuovo paradigma scientifico. Lunedì 18 ottobre l’autore sarà ospite della Milanesiana d’autunno, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi. Un volume che raccoglie, oltre a una serie di contributi di vari autori (da Jean Houston a Riccardo Illy, da Michael Sandler, da Jane Goodall), una breve autobiografia in cui Ervin László ripercorre le proprie tre incarnazioni, come enfant prodige del pianoforte e poi concertista in tutto il mondo, come filosofo che sviluppa la teoria dei sistemi e come attivista, impegnato alle Nazioni Unite, nel Club di Roma e di Budapest, per promuovere il cammino verso un mondo armonico e sostenibile, esponendo i principi della propria filosofia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Peregrini: Viaggio esperienziale nella Divina Commedia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 settembre 2021

Bologna 10 / 11 / 12 settembre 2021 – ore 17.30 Parco Talon Maria Virginia Siriu – ideatrice e regista, Antonio Luciano – attore. Tiziano Cerulli – psicologo ed esperto di mindfulness, Carlos La Bandera – musicista e musicoterapeuta. A riveder le stelle, un viaggio esperienziale nella commedia dantesca incentrato sul XXXIII canto del Paradiso, a cura della compagnia Theandric con la collaborazione organizzativa dell’Associazione Il Giardino Segreto – Arte e Natura.Come Dante, l’esperienza performativa intende calare i partecipanti nelle vesti di Peregrini. Il fulcro dell’evento è la camminata meditativa che si snoda seguendo un tracciato definito nel Parco Talon di Bologna, con l’impiego di una tecnica di meditazione che Dante stesso descrive nella sua opera: “Così la mente mia, tutta sospesa, – mirava fissa, immobile e attenta, – e sempre di mirar faceasi accesa”.La mente tutta sospesa è la ricerca del distacco dai pensieri, la non identificazione con essi, il lasciarli fluire. Lo sguardo fisso per trovare l’immobilità del corpo e la concentrazione sono gli altri elementi che completano la descrizione della tecnica meditativa utilizzata. Così ciascuno vive il viaggio alla ricerca di sé stesso, dando vita e corpo alla Commedia, in un dialogo costante con essa. Alla fine del viaggio il poeta ritrova sé stesso. La ricerca di sé è ricerca della propria umanità. Il mirar, la vista alla quale Dante allude, è percezione altra, è conoscenza e consapevolezza insieme. Un’esperienza di piacere e godimento, dove non esiste distinzione tra fisico, mentale, psicologico e spirituale; la meditazione non può essere detta ma solo esperita, dagli stadi più semplici all’illuminazione, fino al sentirsi tutt’uno con “l’amor che move il sole e le altre stelle”. La camminata lenta dei Peregrini modifica la relazione con sé stessi, con l’ambiente, con l’altro, in una moltiplicazione di sguardi, un caleidoscopio di vissuti che si specchiano e si rispecchiano, riconnettendo vita sociale e arte. Ridefinisce le coordinate dello spazio e del tempo mettendo al centro la relazione, quel quid, non oggettivabile, non riconducibile a un bene durevole, cioè un prodotto che possa avere altra vita, entrare in una rete commerciale, oltre il qui e ora dell’accadimento.Protagonisti della performance sono gli artisti della compagnia Theandric ma soprattutto i partecipanti, “praticanti” o alla prima esperienza, che non sono officianti ma neppure spettatori. Svolgono un ruolo intermedio di partecipanti attivi, consapevoli, che alimentano l’energia della scena vivente, insieme ai professionisti dello spettacolo dal vivo. PEREGRINI – A riveder le stelle è un esperimento di arte pubblica e condivisa, senza barriere di accesso, con conseguenze dal punto di vista della salute psicofisica dell’individuo, della coesione sociale, della consapevolezza ecologica nel rapporto tra persona e ambiente.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Viaggio nella musica latinoamericana con la chitarrista Anabel Montesinos

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Parma lunedì 12 luglio 2021 alle ore 21.15 nel Cortile d’onore della Casa della Musica. La virtuosa spagnola è la protagonista del secondo appuntamento di “Un Pizzico di Luna”, la rassegna estiva all’aperto organizzata dalla Società dei Concerti di Parma con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica.Il concerto si aprirà con tre classici: le “Variaciones” su un tema di Mozart op. 9 dello spagnolo Fernando Sor, Invierno Porteño in omaggio ad Astor Piazzolla nel centenario della nascita del compositore argentino, e la Ciaccona BVW 1004 di Johann Sebastian Bach trascritta per chitarra. Poi si fa rotta verso il Messico, con le Tres Canciones populares mexicanas di Manuel Ponce. L’immersione nella splendida musica ispirata al ricco patrimonio popolare dell’America Latina porterà poi gli ascoltatori in Venezuela con El Marabino di Antonio Lauro, Totumo de Guarenas di Benito Canónico, Preludio Criollo di Rodrigo Riera, Alma Llanera di Pedro Elías Gutierrez (arrangiamento di Alirio Díaz) e infine in Brasile con A Mare Encheu di Heitor Villa-Lobos e Bate-Coxa di Marco Pereira.Anabel Montesinos, è stata la più giovane vincitrice, all’età di 17 anni, del Concorso Internazionale “Francisco Tárrega”, ed è una figura di spicco nel panorama chitarristico mondiale. Come vincitrice di oltre dieci tra i più importanti concorsi al mondo – tra cui “Michele Pittaluga” città di Alessandria in Italia, “Julián Arcas” in Spagna, “Raifeisenwettbewerb” a Salisburgo in Austria – si è esibita in concerti in tutto il mondo, debuttando alla Carnegie Hall nel 2011, suonando il Concerto de Aranjuez di Rodrigo in concerti all’aperto, suonando per oltre quattromila persone a Berlino ed esibendosi con compagini come Simón Bolivar Symphony Orchestra del Venezuela, Philarmonic Oulu Finlandia, Havana Philharmonic Cuba, Philarmonic of Moscow Russia.Cittadina onoraria della città di Solero in Italia, nel 2011 ha ricevuto il premio “Chitarra d’oro” come giovane talento e come riconoscimento alla sua attività artistica. Ha inciso per l’etichetta Naxos, ed il suo primo CD è stato scelto per i programmi musicali dei voli intercontinentali della British Airways. I suoi album hanno ricevuto ovunque gli onori della critica per la bellezza, freschezza e virtuosismo delle interpretazioni. Nel 2019 ha terminato una tournée di concerti dedicata alla musica dei Queen in una versione per coro, orchestra e chitarra, ovunque apprezzata con grandi ovazioni. Suona una chitarra del liutaio Steve Connor ed è Savarez Artist.La rassegna “Un pizzico di luna” si concluderà lunedì 26 luglio con il Duo El Tan(g)o formato da Luca Lucini, chitarra, e Mario Stefano Pietrodarchi, bandoneon.Ingressi: intero 9 €; ridotto soci Società dei Concerti 7 €; ridotto studenti 5 € I biglietti sono disponibili su http://www.liveticket.it/societaconcertiparma. In alternativa, prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail info@societaconcertiparma.com con ritiro dei biglietti da un’ora prima del concerto nel luogo dello spettacolo. In caso di maltempo gli spettacoli si terranno nella Sala dei Concerti della Casa della Musica

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Certificato Covid digitale UE: accordo provvisorio tra Parlamento e Consiglio

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 Maggio 2021

Bruxelles. Il certificato sarà disponibile sia in formato digitale che cartaceo. Attesterà se una persona è stata vaccinata contro il coronavirus o ha un risultato recente di test negativo o è guarita dall’infezione. In pratica, si tratta di tre certificati distinti. Il quadro comune dell’UE permetterà agli Stati membri di emettere tali certificati che saranno poi accettati negli altri paesi dell’UE.Second l’accordo, il regolamento del Certificato Covid digitale UE resterà in vigore per 12 mesi. Il certificato non sarà una precondizione per esercitare il diritto alla libera circolazione e non sarà considerato un documento di viaggio.Per sostenere la disponibilità di “test abbordabili e accessibili”, la Commissione europea si è impegnata a mobilitare “almeno 100 milioni di euro” nell’ambito dello Strumento di sostegno di emergenza per l’acquisto di test (tamponi) per l’infezione da SARS-CoV-2 allo scopo di rilasciare i certificati UE. Di tale finanziamento dovrebbero beneficiare in particolare le persone che quotidianamente o frequentemente attraversano le frontiere per andare al lavoro o a scuola, visitare parenti stretti, cercare cure mediche, o per prendersi cura dei propri cari, così come i lavoratori essenziali.I negoziatori hanno concordato che, se necessario, potrebbero essere mobilitati ulteriori finanziamenti oltre i 100 milioni, previa approvazione delle autorità di bilancio.I Paesi UE non devono imporre ulteriori restrizioni di viaggio, come la quarantena, l’autoisolamento o i tamponi, “a meno che non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica” in risposta alla pandemia di COVID, tenendo conto anche delle prove scientifiche disponibili, “compresi i dati epidemiologici pubblicati dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC)”. Tali misure dovrebbero essere notificate agli altri Stati membri e alla Commissione al più tardi 48 ore prima.I Paesi UE devono accettare i certificati di vaccinazione rilasciati in altri Stati membri per le persone che hanno ricevuto un vaccino autorizzato ndall’Agenzia europea dei medicinali (EMA) (attualmente Pfizer-BioNTech, Moderna, AstraZeneca e Janssen). Spetterà ai Paesi UE decidere se accettare anche i certificati delle vaccinazioni effettuate con gli altri vaccini utilizzati in base alle procedure di autorizzazione di emergenza nazionali o con quelli elencati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per l’utilizzo di emergenza. I certificati saranno verificati per prevenire frodi e falsificazioni, così come l’autenticità dei sigilli elettronici inclusi nel documento. I dati personali ottenuti dai certificati non possono essere immagazzinati negli Paesi UE di destinazione e non ci sarà una banca dati centrale stabilita a livello UE. La lista delle entità che tratteranno e riceveranno i dati sarà pubblica, in modo che i cittadini possano esercitare i loro diritti di protezione dei dati in base al regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Natalino Irti: Viaggio tra gli obbedienti

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2021

Collana i Fari pp. 208, 19 euro In libreria dal 25 marzo Editore La Nave di Teseo. Perché obbedire? È una domanda che, nell’anno della pandemia, dei decreti e dei divieti è diventata ancora più attuale e urgente. Mai come ora è utile riflettere sulle regole e sulla loro legittimità. In questo libro Natalino Irti affronta il problema dell’obbedienza confrontandosi con un largo orizzonte culturale, attraverso riflessioni che spaziano dal campo giuridico a quello storico e filosofico. Riflessioni che prendono l’arioso e curioso andamento di un viaggio che raggiunge ambiti di vita diversi: dai rapporti quotidiani alle regole monastiche, dalle prescrizioni sanitarie agli ordini militari, fino ad arrivare alla più stringente attualità. In tutti affiora il problema della coscienza individuale con la quale si decide la scelta tra il sì e il no, tra ubbidienza e disubbidienza e, proprio per questo, è necessario sviluppare una propria opinione e comprendere come i questi meccanismi siano nati, si siano sviluppati e siano utilizzati.
Natalino Irti è stato allievo del giurista Emilio Betti. Ha vinto nel 1967 il concorso per professore ordinario. Ha insegnato nelle Università di Sassari, Parma, Torino e, dal 1975, nell’Università di Roma La Sapienza, dove è professore emerito di Diritto civile. È socio nazionale dell’Accademia dei Lincei e membro di altri sodalizi scientifici, oltre che presidente dell’Istituto italiano per gli studi storici, fondato da Benedetto Croce. Ha scritto numerosi libri.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Papa in viaggio verso l’Iraq

Posted by fidest press agency su domenica, 28 febbraio 2021

Il viaggio in Iraq dal 5 all’8 marzo, il primo nel mondo trasformato dalla pandemia, mette nuovamente al centro una periferia. Certo non è privo di rischi, come sono venuti a ricordare i recentissimi attacchi ad Erbil, anche se Francesco ha già chiarito la sua opinione in merito nel 2015, quando scelse di inaugurare il giubileo della misericordia da Bangui, capitale di una Repubblica Centrafricana dilaniata dalla guerra civile, specificando che ci sarebbe andato «pure col paracadute». E s’inserisce senza dubbio in una realtà molto complessa, sia dal punto di vista religioso, che etnico, linguistico e politico. Del resto ci sarà una ragione se la Genesi situa proprio in Mesopotamia, a Babele, la fine dell’unità indifferenziata del genere umano, nella mitica era anteriore al Diluvio, con la suddivisione in popoli e lingue e quindi con l’inizio della politica.Tre sembrano essere gli assi portanti di questo viaggio: l’incontro con la comunità cristiana, il dialogo con l’Islam, soprattutto sciita, e la riflessione sulla crisi politica in cui l’Iraq si dibatte da decenni. Per aiutare a comprendere queste tre dimensioni, Oasis ha pensato a questo speciale, attingendo all’ampio materiale pubblicato negli ultimi anni e arricchendolo ulteriormente con un’intervista a Jawad al-Khoei, segretario generale dell’Istituto al-Khoei di Najaf.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Joyce Carol Oates: Pericoli di un viaggio nel tempo

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2021

Collana Oceani, trad. Alberto Pezzotta, pp. 352, 20 euro In libreria dal 28 gennaio. Il nuovo libro della più grande scrittrice americana vivente. Un romanzo distopico, un ritratto lucidissimo della società che verrà e la resistenza di una giovane donna contro i vincoli di una società oppressiva. In contemporanea un’edizione speciale per i 20 anni di Blonde, il romanzo di culto su Marylin Monroe. Il sollievo è la felicità di coloro che non hanno altra felicità.
Adriane S. Strohl vive negli SNAR (Stati del Nord America Rifondati) una confederazione nata dopo i Grandi Attacchi Terroristici e la conseguente Guerra Contro il Terrore. Uno stato retto da un governo onnipresente e opprimente che non consente nessun tipo di dissenso. Adriane è solo una ragazzina di diciassette anni, idealista e curiosa, quando viene arrestata dalla Sicurezza Interna per aver osato fare delle domande a scuola. La sua condanna è quella di essere rimandata indietro nel tempo di ottant’anni e di scontare la pena a Wainscotia Fall, nel Wisconsin, per studiare nella locale università.
Lasciata alla deriva nel tempo in questa idilliaca cittadina del Midwest, viene avviata a un percorso di “riabilitazione” per poter poi tornare a casa, ma non può resistere all’innamoramento per un altro esiliato, che la porterà a riflettere sul mondo Wainscotia e sulla realtà che è costretta a vivere, con risultati al contempo devastanti e liberatori.
Pericoli di un viaggio nel tempo è un romanzo distopico, visionario e sorprendente, che racconta la resistenza di una giovane donna contro i vincoli di una società oppressiva, ma è anche una potente storia d’amore, splendidamente raccontata dalla più grande scrittrice americana contemporanea.
JOYCE CAROL OATES ha ricevuto numerosi importanti riconoscimenti, tra i quali vale la pena ricordare: la National Medal of Humanities, il National Book Critics Circle Ivan Sandrof Lifetime Achievement Award, il National Book Award e il PEN/Malamud Award for Excellence in Short Fiction. Autrice enormemente prolifica, ha scritto alcune delle opere più significative del nostro tempo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spectaculum facti sumus e il viaggio del Papa in Iraq

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 gennaio 2021

La democrazia americana (una democrazia senza diritti fondamentali, non per i condannati a morte, non per i senza cure, non per i sacrificati alla ragion di Stato americana in ogni Paese) ha dato spettacolo. Per ricordare che cosa è stata la presidenza Trump per gli Stati Uniti e per il mondo vi segnaliamo un illuminante articolo di Domenico Gallo, “Ci avevano avvertito”. Noi qui vogliamo solo prendere atto, evangelicamente, di come siano dispersi i superbi nel pensiero del loro cuore; lo si vede se pensiamo che così finisce la pretesa conclamata agli inizi di questo secolo dalla destra americana, di fare del 2000 “il nuovo secolo americano”, concepito come un ordine imperiale ben munito di armi spaziali e nucleari. E di tale ordine, come abbiamo imparato durante questa crisi, lo spartiacque universale, il criterio del bene, anche per i capipopolo, sarebbe stato tra ciò che è “american” e ciò che è “unamerican” (non conforme all’uso americano). In questo contesto si inserisce il viaggio del Santo Padre in Iraq. A questo riguardo è illuminante l’articolo di Antonio Spadaro sull’ultimo numero (il 4093) della Civiltà Cattolica. Spadaro conosce le motivazioni del papa, e qui la motivazione riferita del viaggio in Iraq è davvero fondamentale, essa sta nel “Ripartire da Bagdad”, per andare “oltre l’Apocalisse”. L’Apocalisse è come si sa quel genere letterario presente nella Bibbia, sia nell’Antico che nel Nuovo Testamento, che ispira la “logica che combatte contro il mondo, perché crede che questo sia l’opposto di Dio, cioè idolo, e dunque da distruggere al più presto per accelerare la fine del tempo”. Questa, come vediamo ogni giorno, non è la logica di papa Francesco. Il mondo non è opposto a Dio, ciò che il cristiano attende no, non è la sua fine, e non è idolatrare il mondo amarlo, fare di tutto per salvarlo, fino a dare la vita per esso (Dio ha dato suo figlio).Ma recarsi in Iraq vuol dire anche andare nella piana di Ur, legata alla memoria di Abramo, andare a Mosul, nella piana di Ninive, bombardata nella guerra del Golfo, vuol dire andare alla “grande città” legata alla storia di Giona (quando Dio si pentì di avere fatto annunziare la distruzione della città, così piena com’era di abitanti e di animali, e la salvò). Ma la piana di Ninive è anche quella che era stata occupata dal cosiddetto Stato islamico tra il 2014 e il 2017, e così Ur, luogo di origine delle tre religioni abramitiche, ebraismo, cristianesimo e Islam. C’è un filo, dice padre Spadaro, che lega piazza san Pietro dove Francesco ha pregato da solo per il mondo in piena pandemia, e i luoghi della Mesopotamia profanata dalle violenze dello Stato islamico, dai conflitti regionali e internazionali, dalle persecuzioni dei cristiani e dagli esodi di massa in fuga dalla disperazione. E papa Francesco l’ha detta così: “Sogniamo come un’unica umanità, come viandanti fatti della stessa carne umana, come figli di questa stessa terra che ospita tutti noi, ciascuno con la ricchezza della sua fede o delle sue convinzioni, ciascuno con la propria voce, tutti fratelli”: Fratelli Tutti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Joyce Carol Oates: Rischi di un viaggio nel tempo

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 dicembre 2020

Collana Oceani, trad. Alberto Pezzotta, pp. 336, 20 euro Editrice: La Nave di Teseo. Il nuovo libro della più grande scrittrice americana vivente. Un romanzo distopico, un ritratto lucidissimo della società che verrà e la resistenza di una giovane donna contro i vincoli di una società oppressiva. In contemporanea un’edizione speciale per i 20 anni di Blonde, il romanzo di culto su Marylin Monroe. I “viaggi nel tempo” – e i loro pericoli – sono raccontati con dovizia di particolari in questo sorprendente nuovo romanzo la cui protagonista è una ragazza del futuro sconsideratamente idealista, punita per aver osato forzare le rigide regole del suo mondo. Viene per questo rimandata indietro nel tempo di ottant’anni, in una regione del Nord America (“Wainscotia, Wisconsin”). Lanciata alla deriva nel tempo in questa idilliaca cittadina del Midwest, viene avviata a un percorso di “riabilitazione”, ma non può resistere all’innamoramento per un altro esiliato, che la porterà a riflettere su questo mondo, con risultati al contempo devastanti e liberatori. Sbalorditivo e visionario, Rischi di un viaggio nel tempo è sia un romanzo di fantascienza originalissimo sia una commovente storia d’amore. Probabilmente il libro più sorprendente di Joyce Carol Oates.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il veloce viaggio del Polo Nord magnetico verso la Siberia

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 dicembre 2020

Con una velocità otto volte maggiore rispetto a quella del polo magnetico sud, il polo magnetico nord si muove verso la Siberia. Una nuova analisi effettuata per la prima volta sui dati prodotti dai satelliti Swarm dell’European Space Agency (ESA) attualmente in orbita, hanno confermato il trend che si era rilevato negli ultimi decenni. Nello studio appena pubblicato “The location of the Earth’s magnetic poles from circum-terrestrial observations”, tre ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) mostrano come dalle misure dirette del campo magnetico registrate dagli strumenti a bordo dei satelliti sia possibile determinare la posizione aggiornata dei poli magnetici e, analizzando i dati degli ultimi anni, anche la loro dinamica. “I tre satelliti Swarm”, afferma Domenico Di Mauro, ricercatore dell’INGV e autore dello studio, “sin dal loro lancio nel 2013, compiono orbite quasi polari in circa 95 minuti. In 24 ore effettuano 15 giri intorno alla sfera terrestre raccogliendo, così, informazioni sulla morfologia e sulla intensità del campo magnetico con strumenti di altissima precisione e restituendo misure con una risoluzione ed una copertura spazio-temporale mai raggiunte prima. Un’opportunità che noi ricercatori dell’INGV operanti nell’ambito del geomagnetismo non potevamo farci sfuggire: abbiamo così determinato, aggiornandola, la posizione dei poli magnetici come se la misura fosse raccolta a terra. Per far ciò, abbiamo messo a punto procedure ed algoritmi per proiettare i dati raccolti in quota sulla superficie terrestre, un’analisi realizzata per la prima volta nell’era dell’esplorazione del nostro pianeta dallo Spazio”. “I risultati”, aggiunge Mauro Regi, ricercatore dell’INGV e primo autore dello studio, “in accordo con l’attuale 13esima generazione del modello internazionale di riferimento del campo geomagnetico (IGRF), hanno la prerogativa di restituire un’informazione immediata e diretta da osservazioni sperimentali. Entrambi i poli magnetici si muovono in direzione nord-ovest ma mentre il polo nord si muove alla velocità di circa 37-72 km all’anno (con una lieve diminuzione nell’anno 2016), la velocità del polo sud è di circa 5-9 km all’anno. Dalle nostre analisi, quindi, il polo nord magnetico ha abbandonato i territori settentrionali del Canada e si dirige verso la Siberia, mentre il polo sud magnetico si muove più lentamente verso l’oceano aperto, dal settore antartico che ospita la stazione francese Dumont D’Urville”. Il bizzarro comportamento dei poli magnetico ha stimolato la curiosità di alcuni esploratori negli ultimi due secoli, temerari fino a fronteggiare le difficili condizioni ambientali delle aree polari del nostro pianeta: le preziose misure raccolte nel corso del tempo hanno permesso di seguire le incredibili distanze coperte dai due poli magnetici, come manifestazione della lenta ma continua variazione spazio-temporale del campo magnetico in conseguenza dei complessi meccanismi che lo generano nel nucleo esterno del nostro pianeta.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Viaggio infinito. Dalla Metafisica al Surrealismo”

Posted by fidest press agency su martedì, 15 dicembre 2020

Mercoledì 16 dicembre 2020 ore 18 Diretta Facebook facebook.com/luccamuseum. con Giulio D’Agnello. Questa volta sarà la musica a raccontare storie con un interprete d’eccezione, il musicista Giulio D’Agnello. Con parole e chitarra, immerso nelle sale del Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art che ospitano la mostra “La realtà svelata. Il Surrealismo e la metafisica del sogno”, darà una personale versione a quello che nelle arti sono Metafisica e Surrealismo. La narrazione seguirà il filo della canzone d’autore del mondo latino con opere musicali di Gaber-Luporini, Paoli, Conte, Battisti-Panellae il cubano Silvio Rodríguez. Partner dell’iniziativa è “The Lands of Giacomo Puccini”

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »