Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘vicinato’

Rumori di vicinato: sanzionabili

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 agosto 2017

Tempi duri per tutte quelle attività rumorose che infastidiscono e turbano, in quanto superano la soglia di normale tollerabilità, l’esistenza dei vicini. Per la Cassazione civile, con l’importante ordinanza 20445/17 pubblicata oggi, dev’essere, infatti, risarcito il condomino se le immissioni illecite del vicino compromettono il normale svolgimento della vita familiare e personale all’interno della propria abitazione, anche se non è provata alcuna lesione della salute. Il danno non patrimoniale conseguente alle immissioni che superano la soglia della normale tollerabilità dev’essere risarcito indipendentemente dall’esistenza di un danno biologico documentato. Nella fattispecie, una donna proprietaria e residente in un appartamento che si trovava sul piano al di sopra di una falegnameria aveva citato in giudizio sia il proprietario che il conduttore del locale sottostante chiedendo sia l’inibizione delle immissioni rumorose che il risarcimento dei danni subiti. Il tribunale di Roma aveva deciso la causa riconoscendole un risarcimento di ben 10 mila euro anche perché nel frattempo la falegnameria aveva adottato misure di contenimento in ragione di alcune ordinanze cautelari dello stesso tribunale. Tale decisione, era stata completamente ribaltata dalla Corte di appello della Capitale che aveva ritenuto che la donna non avesse diritto ad alcun ristoro economico perché il danno poteva essere risarcito solo se fosse stata provata la lesione alla salute non ritenendo, al contrario, risarcibile, la minore godibilità della vita. La Suprema Corte con una decisione che per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è assai significativa, ha però nuovamente rovesciato il verdetto di secondo grado: secondo gli ermellini, infatti, la corte territoriale fa riferimento a precedenti giurisprudenziali remoti e superati dai più recenti orientamenti ormai consolidati secondo i quali «il danno non patrimoniale conseguente a immissioni illecite è risarcibile indipendentemente dalla sussistenza di un danno biologico documentato, quando sia riferibile alla lesione del diritto al normale svolgimento della vita personale e familiare all’interno di un’abitazione e comunque del diritto alla libera e piena esplicazione delle proprie abitudini di vita, trattandosi di diritti costituzionalmente garantiti, la cui tutela è ulteriormente rafforzata dall’articolo 8 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, norma alla quale il giudice interno è tenuto ad uniformarsi». La prova del pregiudizio subito può essere, pertanto, fornita anche con presunzioni semplici e nozioni di comune esperienza. La corte, quindi, accoglie il ricorso e cassa la sentenza della Corte di appello decidendo nel merito, riconoscendo per l’appunto il risarcimento del danno che viene liquidato nell’importo di 10 mila euro, oltre interessi, in favore dell’inquilina oltre al pagamento delle spese processuali del primo grado di giudizio. Insomma, un precedente importante che nel riconoscere un risarcimento monetario di tal tipo, costituirà un prezioso deterrente per tutte quelle attività particolarmente rumorose all’interno di stabili abitati così come noi dello “Sportello dei Diritti” insistiamo a sostenere da anni nelle numerose azioni di assistenza in materia che abbiamo avviato sul territorio nazionale.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’UE tra allargamento e vicinato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2011

European Summer School [MEETING]

Image by ALDEADLE via Flickr

Roma 18 luglio 2011 ore 17h30 presso lo Spazio Europa (piano terra) Via IV Novembre 149 L’UE tra allargamento e vicinato con prefazione di Gianni Pittella (Vice-Presidente del Parlamento europeo) coordina: Dino Pesole Giornalista – Il Sole 24 ORE ne discutono:
Clara Albani Direttrice dell’Ufficio d’informazione in Italia del Parlamento europeo
• Lucio Battistotti Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea
• Carlo Bellinzona Generale – Membro del Direttivo SIOI
• Paolo Guerrieri – Vice-Presidente dello IAI
• Roberto Gualtieri – Membro del Parlamento europeo
• Silvana Paruolo – Giornalista Pubblicista – Esperta Politiche Ue – Autrice del volume
Gli Stati nazionali hanno dato inizio al processo di integrazione europea sulle macerie della seconda guerra mondiale. Cosa caratterizza l’Unione Europea odierna e il contesto mondiale in cui si colloca? Quali sono le risposte “strategiche” dell’Unione Europea e dei vari “G”- in particolare del “G20” – alla grande crisi (2008-2009) e al suo problematico post- crisi? E le priorità della Commissione Barroso? Quale idea (identità) di Europa – di Europa nel mondo – si va affermando? Questi – e altri – i quesiti cui questo libro dà una risposta, tentando (tra l’altro) di dare una percezione concreta dell’Unione Europea, e delle sue politiche (dalla politica estera, di sicurezza e difesa, all’economia sociale di mercato, alla politica energetica e per l’ambiente, alla lotta ai cambiamenti climatici, alle reti infrastrutturali, PAC, coesione, ecc.)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milano: controllo del vicinato

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2009

La Regione Lombardia ha approvato un progetto che, suggerito dalla Lega Nord e formulato dall’assessore regionale del Pdl Stefano Maullu, avrà inizio effettivo il 1° gennaio 2010. Si chiama “Controllo di vicinato” e prevede che i sindaci attribuiscano più potere ad associazioni di categoria e ad amministratori condominiali, che coordineranno il controllo dei quartieri da parte dei cittadini. Secondo quanto riportato nel sito dell’assessore Maullu e negli articoli apparsi sulla stampa, i cittadini avranno il compito di annotare targhe di auto sospette, affacciarsi se un cane abbaia, denunciare clandestini o persone ritenute equivoche. Secondo EveryOne, che ha presentato una memoria sul progetto agli uffici di Ginevra dell’Alto Commissario ONU per i Diritti Umani e al Commissario europeo per la Giustizia, Libertà e Sicurezza, Jacques Barrot, “il provvedimento è un invito alla delazione razziale e dunque va stigmatizzato in ogni sede”.  “Tuttavia,” aggiungono gli attivisti, “nel caso prevalessero irresponsabilità e intolleranza e  il progetto divenisse effettivo, chiederemo formalmente alle Istituzioni che il Controllo del Vicinato ampli i suoi obiettivi,” concludono, “e preveda la denuncia di reati come rapporti fra imprenditori/politici/privati e mafia, sospette estorsioni o attività mafiose, casi di corruzione e concussione da parte di amministratori (tangenti, bustarelle ecc.), abusi edilizi, irregolarità nelle amministrazioni di condomini (spese gonfiate, accordi truffaldini con terzi ecc.), danni all’ambiente, sospetti stupri domestici, violenze, maltrattamenti di figli da parte dei genitori nel chiuso delle abitazioni, sospette attività illecite, esistenza di gruppi razzisti, omofobi e neonazisti, mancato rispetto dei diritti dei lavoratori stranieri”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »