Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘vigili del fuoco’

Premio Camillo Cavour ai vigili del fuoco

Posted by fidest press agency su sabato, 14 settembre 2019

Santena. Venerdì 20 settembre alle 17 nel complesso cavouriano di piazza Visconti Venosta 2 a Santena è in programma la cerimonia di consegna del Premio Camillo Cavour, riconoscimento istituito nel 2007 dall’associazione Amici della Fondazione Cavour, conferito ogni anno il 20 settembre, data simbolica dell’Unità d’Italia, destinato alle persone che hanno contribuito e contribuiscono a continuare l’opera alla quale il conte Camillo Benso dedicò tutta la sua vita: l’unificazione del Paese, il rafforzamento della struttura dello Stato nazionale, l’appartenenza politica ed economica del nostro Paese alla comunità europea.
Il premio è stato assegnato a Carlo Azeglio Ciampi nel 2007, ad Umberto Veronesi nel 2008, a Piero Angela nel 2009, a Carla Fracci nel 2010, ad Antonio Vassallo in memoriam nel 2011, a Carlo Petrini nel 2012, a Bruno Ceretto nel 2013, a Brunello Cucinelli nel 2014, alla Marina Militare Italiana nel 2015, a Mario Draghi nel 2016, a Samantha Cristoforetti nel 2017 e a Giovanni Soldini nel 2018. Il Premio consiste nella riproduzione in oro dei famosi occhiali usati dal Conte di Cavour. Il premio verrà consegnato dal Presidente della Fondazione,Nerio Nesi, al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, per il lavoro svolto nelle situazioni di emergenza a tutela delle persone, del patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese, affrontando con coraggio, dedizione e spirito di sacrificio le situazioni più critiche ed estreme; come dimostrato nella tragedia del Ponte Morandi a Genova.La consegna del premio verrà preceduta nella mattinata , dalle 9 alle 13, da un convegno sulla Protezione Civile, promosso dall’Ordine dei Giornalisti del Piemonte e condotto dal Presidente Alberto Sinigaglia, con interventi dei vertici nazionali e regionali in cui si traccerà un bilancio delle vere e proprie imprese compiute dai volontari e si delineeranno le nuove strategie per affrontare le emergenze future. Il convegno sarà tra l’altro valido per l’aggiornamento professionale dei giornalisti. Al termine del convegno il professor Luigi Bonanate presenterà in anteprima il Centro Alti Studi sullo Stato, istituito con il contributo della Compagnia di San Paolo.“Il premio ai Vigili del Fuoco è il giusto riconoscimento ad un’istituzione fondamentale per la nostra comunità nazionale. – sottolinea il Vicesindaco metropolitano Marco Marocco – Anche la Città Metropolitana di Torino è vicina ai pompieri permanenti e volontari ed ha recentemente assegnato contributi per 200.000 Euro a 40 Comuni sedi di distaccamenti dei Vigili del Fuoco. Il provvedimento deriva da una normativa nazionale che ha trasferito a Città metropolitane e Province l’attuazione degli interventi urgenti in caso di crisi causata da calamità naturali, oltre ai primi interventi tecnici per favorire il ritorno alle normali condizioni di vita delle aree colpite e all’organizzazione e all’impiego dei volontari. È un passo importante per consentire, in caso di emergenza (e non solo) lo svolgimento di tutte le attività di pronto intervento ad opera dei Vigili del Fuoco, comprendendo anche il prezioso contributo delle organizzazioni di volontari, divenute negli anni indispensabili, a favore dei cittadini e del territorio”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo: Conapo, auguri a Lamorgese, non dimentichi Vigili Fuoco

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2019

“Esprimo, a nome mio personale e di tutto il Conapo le congratulazioni e gli auguri di buon lavoro al nuovo Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. Sono certo che la elevata competenza istituzionale e la conoscenza del Viminale da parte del neo Ministro dell’ interno sara’ messa anche al servizio del Corpo nazionale dei vigili del fuoco al fine di risolvere con urgenza la grave sperequazione retributiva e previdenziale esistente da troppi anni tra i nostri uomini e le Forze di Polizia e che fa inferocire il personale. Un lavoro iniziato dal precedente esecutivo attraverso una bozza di disegno di legge interrotta ad agosto con il venir meno del governo e che, seppur modificabile in talune parti, chiediamo non trovi interruzioni e soprattutto venga urgentemente finanziata”. Lo afferma Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo, il primo sindacato autonomo dei vigili del fuoco evidenziando che “il personale e’ in fibrillazione e attende segnali concreti, questa è la prima e più urgente vertenza che porteremo al tavolo del Ministro ma chiediamo l’ attenzione di tutti i partiti che sosterranno la maggioranza, dal M5S, al PD a LEU”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza bis: Fp Cgil, nessuna misura concreta per Vigili del Fuoco

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 luglio 2019

“Nessuna concreta misura a favore dei Vigili del Fuoco, a dispetto degli impegni assunti dalla maggioranza di governo e dati in pasto all’opinione pubblica. Tra gli emendamenti al decreto sicurezza bis relativi al corpo dei Vigili del Fuoco che hanno ottenuto il via libera dalle commissioni Affari Costituzionali e Giustizia della Camera si registrano solo misure gradite ai vertici”. A denunciarlo è il responsabile nazionale della Fp Cgil Vigili del Fuoco, Mauro Giulianella.Soltanto una settimana fa, osserva il dirigente sindacale, “finivamo, come Vigili del Fuoco, nel tritacarne del dibattito politico, stretti nella propaganda di governo. Ma le parole, le ‘rassicurazioni’, non hanno avuto seguito: nessuna misura concreta a favore dei circa 34 mila appartenenti al corpo dei Vigili del fuoco ma solo toppe, in parte utili all’Amministrazione ma non risolutive dei problemi che investono il personale. Gli emendamenti approvati, infatti, certificano la carenza di organico del corpo, attraverso la possibilità di ricorrere più facilmente al richiamo di volontari e all’utilizzo delle ore di straordinario. Si coprono i buchi con i volontari e si fanno lavorare di più i Vigili del Fuoco, barattando più lavoro con più salario”.Per Giulianella, inoltre, “si strizza l’occhiolino al personale con i passaggi di qualifica, necessari all’Amministrazione per coprire la carenza di figure qualificate, mentre diminuisce la quota di ore dedicate alla formazione in ingresso. Misura che in parte agevola i tempi dei nuovi ingressi ma allo stesso tempo taglia le ore di formazione per questi ultimi. In sostanza briciole ma niente di concreto in termini di risorse per i Vigili del Fuoco sul salario, nessuna ulteriore assunzione, nessuna copertura per l’assicurazione Inail e niente sulla pensione integrativa. Questi i fatti, le chiacchiere stanno a zero. Intensificheremo lo stato di agitazione affinché nella legge di Stabilità si possano concretizzare misure per dare il giusto riconoscimento ai Vigili del Fuoco”, conclude.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bertolaso: “L’intervento dei vigili del fuoco di Parigi a Notre-Dame è stato assolutamente straordinario”

Posted by fidest press agency su martedì, 16 aprile 2019

“Ero sicuro che la Cattedrale sarebbe stata completamente distrutta. Invece sono riusciti a salvare le due torri principali, l’altare, il crocifisso, le opere d’arte più importanti: hanno fatto un lavoro eccellente, straordinario”. Lo dice l’ex Capo della Protezione Civile Guido Bertolaso oggi, al programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, la trasmissione condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro Trump aveva suggerito di mandare dei Canadair a spegnere il fuoco…”E’ un’idea che non sta né in cielo né in terra, se fossero stati utilizzati avrebbero asfaltato la Cattedrale. Chi parla dei Canadair non ha mai ricevuto addosso cinque tonnellate d’acqua scagliate da un aereo in volo”. Quanto ci vorrà per ricostruire questo luogo di culto? “Tra uno o due anni rivedremo Notre-Dame com’era fino a ieri mattina”, ha concluso a Rai Radio1 Bertolaso. (By Davide Campione Web: http://ungiornodapecora.rai.it/)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vigili del Fuoco discontinui, la Commissione UE risponde all’istanza di USB VVF Calabria

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 Mag 2018

La Commissione Europea ha risposto all’istanza fatta esclusivamente dal Coordinamento Regionale USB Vigili del Fuoco Calabria (nell’istanza era presente tutta la documentazione probante a tal fine: busta paga, riconoscimento INPS della figura del Precario VV.F. come “Lavoratore Dipendente”, ecc..) specificando che l’ordinamento italiano è stato sottoposto a revisione per renderlo conforme allo Standard Europeo nell’ambito dell’impiego pubblico e in modo particolare dei Vigili del Fuoco “discontinui”.Per valutare la conformità della legislazione italiana che disciplina la situazione lavorativa dei dipendenti del settore pubblico e di conseguenza anche dei Vigili del Fuoco “discontinui”, tramite la clausola 5 dell’accordo quadro della Direttiva 1999/70/EC, sottolineando anche l’applicabilità dei rimedi contro gli abusi della precarizzazione del Lavoratore, dei contratti a tempo indeterminato del caso Santoro del 2016 (Sentenza della Corte di Giustizia Europea), anche ai Vigili del Fuoco “discontinui”.Nonostante si aggiunga quest’altro tassello targato USB VV.F., siamo in attesa della risposta di chiarimentoi da parte degli organi competenti dello Stato italiano alla Commissione Europea, in seguito all’interrogazione effettuata dalla parlamentare europea on. Laura Ferrara, per la quale nei prossimi giorni, dovrebbe essere fatta una chiarezza maggiore (evidenziamo che quest’ultimo chiarimento da parte dalla parlamentare in questione è stata elaborato dalla stessa una settimana fa).La Commissione Europea quindi sta prendendo in seria considerazione questa mancanza del Governo italiano nel rispettare quelle che sono le normative europee e le contraddizioni decennali che si sono presentate per tutti i Precari VV.F. dal 1941 ad oggi.Nella nostra lotta alla conformazione dell’Italia agli Standard Europei c’è l’eco di una nazione sorda al rispetto delle regole e alla tutela di ogni singolo lavoratore e individuo. Il Soccorso Tecnico Urgente deve essere il fiore all’occhiello di tutte le nazioni facenti parte dell’UE, poiché in ballo c’è la vita dei nostri cittadini, che pagano profumatamente con una tassazione “abbondantemente aggressiva”, un servizio che in realtà funziona a singhiozzo e con grandissima fatica. Ed è per questo che se vogliamo rispondere veramente all’appellativo di nazione europea, dobbiamo innanzitutto amare la nostra terra, facendo rispettare il territorio ma soprattutto difendendolo e salvaguardando i suoi abitanti.I Vigili del Fuoco Precari e Permanenti sono una risorsa per i cittadini e soprattutto un patrimonio dello Stato, e la politica “TUTTA” deve comprendere che investire sul soccorso vuol dire salvaguardare tutti i cittadini e rendere il Paese più sicuro.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Usb: i vigili del fuoco morti a Catania non avevano assicurazione INAIL, come tutti i pompieri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 marzo 2018

Sgomento, rabbia, amarezza questi sono i sentimenti che si sono mescolati durante tutta una notte passata tra le macerie di una esplosione e i telefoni che impazzivano. Due colleghi distesi per terra e due portati di corsa in ospedale. Siamo rimasti tutti senza respiro! Sono uscite foto, tra le nostre chat, frammenti di corsi ed emergenze passate dove ognuno di noi ricordava Dario e Giorgio nella propria esperienza personale. Questa mattina tutti abbiamo aperto subito il sito ufficiale del corpo nazionale: nessuna notizia ancora! Poi sale la rabbia: siamo gli unici lavoratori senza copertura INAIL! Come Unione Sindacale di Base chiediamo da tempo, troppo, di godere di questa copertura. Ma il governo – i governi – hanno altro da fare e un nostro diritto sacrosanto rimane negato, nonostante in questi momenti, in tutti i momenti della giornata di lavoro, ci darebbe quella tutela necessaria a chi come noi di mestiere “salva le vite”.È necessario, è indispensabile che anche i vigili del fuoco abbiano la copertura INAIL. Non possiamo più accettare di essere l’unica categoria non tutelata quando ci facciamo male o, come nel caso di Catania, piangiamo un dolore estremo!Noi, vigili del fuoco, con un solo secondo di lavoro guadagniamo una intera vita di stipendio. Ma oggi non vogliamo fare polemica sul salario, 1350€ non giustificheranno mai la vita che facciamo. La copertura INAIL però la pretendiamo per rispetto verso tutti i vigili del fuoco che ogni giorno rischiano la propria vita senza chiedere mai nulla in cambio. Il telefono squilla e noi partiamo ma poi cosa succede? Come Usb chiediamo che il governo convochi urgentemente le parti affinché si lavori immediatamente sull’acquisizione del diritto INAIL per tutti i vigili del fuoco. Chiediamo ai cittadini di unirsi al nostro dolore ma anche di sostenerci in questa battaglia affinché la perdita di due nostri colleghi non rimanga un freddo articolo di cronaca. (fonte: Coordinamento nazionale Vigili del Fuoco Unione Sindacale di Base)

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendi e protezione civile nazionale

Posted by fidest press agency su martedì, 15 agosto 2017

INCENDIO-PONTINA“Gli incendi di questi giorni che hanno devastato l’Italia meridionale mostrano in maniera plateale il fallimento dell’organizzazione dell’antincendio boschivo messo in campo dalla Protezione civile nazionale e da quelle regionali”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.“Il sistema degli appalti privati delle Regioni e soprattutto della Protezione Civile governativa non solo è fallimentare – spiega – ma costa in maniera esorbitante e probabilmente è anche criminogena. Quando il centrodestra sarà al governo Fratelli d’Italia pretenderà che si torni al sistema gestito dalle Forze Armate e dalle Forze di polizia”. “È stato un crimine depotenziare le flotte aeree di Vigili del Fuoco, Polizia, Guardia di Finanza, Carabinieri, Forestale, Esercito, Marina e Aereonautica- conclude Cirielli -. Oltre ad aver privato lo Stato di un asset strategico si è arricchito un sistema inefficiente. Mentre il nostro Meridione brucia il governo del Pd insieme alle nostre Regioni bruciano milioni di euro in inutili baracconi clientelari”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma e il Lazio bruciano

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 agosto 2017

vigili del fuocoTra inizio maggio e il 26 luglio di questo anno sul territorio nazionale sono già andati in fumo 72.039 ettari di bosco, che sommati ai 2.926 ettari bruciati nel periodo invernale, fanno 74.965 ettari di superficie boschiva distrutta dalle fiamme. Siamo a +156,41% del totale della superficie bruciata in tutto il 2016 (47.926 ettari). Questo vero e proprio bollettino di guerra, aggiornato fino allo scorso 26 luglio, si basa su di una raccolta dati fatta da noi di USB Vigili del Fuoco; informazioni poi riprese da Legambiente e dalla Commissione Europea nell’ambito del progetto “Copernico” per monitorare e mappare uno dei fenomeni più devastanti in Italia e nel resto d’Europa. Nella regione Lazio abbiamo fino ad oggi il 400% di roghi in più rispetto al 2016, con la stagione secca che rischia di protrarsi anche ai primi mesi autunnali, con conseguente aggravamento sul fronte degli incendi e il conseguente aumento delle superfici percorse dal fuoco. USB Vigili del Fuoco, in tempi non sospetti, mise in guardia con note scritte e comunicati stampa sia la nostra amministrazione che l’opinione pubblica sui ritardi nell’avvio della campagna AIB 2017, sulla carenza di organico e di mezzi antincendio per affrontare una stagione che si preannunciava difficile già dalla tarda primavera. Come al solito chi amministra la regione Lazio e Vigili del Fuoco sia a livello nazionale che periferico ha preferito puntare sulla buona sorte e sulla clemenza del clima e degli incendiari. Purtroppo così non è stato e, oggi, ci troviamo a far fronte ad una emergenza incendi che pare non abbia soluzione di continuità: noi pompieri siamo stremati da turni massacranti e ore ed ore di lavoro straordinario che non ci permette il giusto recupero psicofisico; non abbiamo più automezzi per andare a spegnere gli incendi, tanto che il giorno 28 luglio una nostra squadra antincendio boschivo, che doveva partecipare allo spegnimento della pineta di Castelfusano, per un guasto si è trovata senza l’autopompa in dotazione e, non potendone reperire un’altra neanche fuori provincia, è rimasta appiedata e costretta a rimanere nella propria sede senza poter operare. Il 29 luglio la squadra boschiva di Fiumicino, sempre per mancanza di mezzi, è stata costretta a svolgere il proprio turno di servizio con una autobotte (due posti) e il resto della squadra (tre vigili) che la seguiva su una vecchia Fiat Punto senza dispositivi di soccorso visivi e acustici. L’officina provinciale di Roma è oramai al collasso con decine e decine di mezzi di soccorso fuori servizio che riempiono ogni angolo del piazzale interno in attesa di riparazioni. Questo accade soprattutto per il fatto che molti automezzi di soccorso si portano sulle spalle almeno 20/25 anni di servizio; mentre quelli più “moderni”, non essendo adatti ad affrontare incendi in terreni accidentati come quelli che si possono incontrare durante le operazioni di spegnimento di un bosco o di terreni incolti, restando il più delle volte danneggiati. D’altronde non si è mai pensato di sottoscrive un Protocollo d’Intesa tra Vigili del Fuoco e Regione Lazio per l’acquisto da parte di quest’ultima di mezzi fuoristrada per affrontare gli incendi boschivi. L’amministrazione regionale, invece, ha giocato al ribasso persino sulla convenzione con noi vv.f. per l’AIB 2017 (antincendio boschivo) togliendoci fondi e accorciando il periodo operativo, pur essendo cosciente dell’avvenuta soppressione del Corpo Forestale dello Stato. Per questo motivo oggi ci suona strano sentire certe richieste di aiuto al governo centrale per l’emergenza incendi nel Lazio! Purtroppo dobbiamo continuare ad affermare che l’Italia è il “Paese delle catastrofi annunciate” e delle emergenze continue, dove si persevera a non investire seriamente sulla previsione e prevenzione dei rischi, e su di un sistema di Protezione Civile che veda noi Vigili del Fuoco come protagonisti indiscussi.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rinnovo contratto sicurezza: maggiori stanziamenti per parità tra vigili del fuoco e polizia

Posted by fidest press agency su domenica, 30 luglio 2017

vigili-fuoco“Gli attuali stanziamenti per il rinnovo del contratto di lavoro dei Vigili del Fuoco non consentono di superare l’enorme divario retributivo esistente tra le retribuzioni dei vigili del fuoco e quelle degli altri corpi dello stato, tra cui la polizia, stesso ministero dell’interno. Parliamo di un ingiustificato divario di 300 euro mensili che aumenta con le qualifiche più elevate. Senza maggiori stanziamenti per questo scopo nella prossima legge di bilancio a beneficio del personale in divisa, il rinnovo del contratto parte già pesantemente azzoppato”. Lo ha detto Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo dei Vigili del Fuoco in riferimento alle dichiarazioni del sottosegretario alla pubblica amministrazione Angelo Rughetti, che oggi ha aperto le trattative di rinnovo del contratto di lavoro del comparto vigili del fuoco e soccorso pubblico. “Il governo deve mettere all’ ordine del giorno anche assunzioni straordinarie, equiparazione del sistema pensionistico con gli altri corpi, previdenza complementare, il ruolo tecnico come in polizia e i riconoscimenti delle malattie professionali”, ha aggiunto il segretario del Conapo chiarendo che “se anche questa volta il governo si dimenticherà di riconoscerci pari dignità agli altri corpi, i vigili del fuoco scenderanno in protesta. Per le banche hanno trovato miliardi in pochi minuti, per chi salva i cittadini non si trovano mai risorse?”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendi: Conapo, vigili fuoco insufficienti sistema da rivedere

Posted by fidest press agency su martedì, 20 giugno 2017

vigili del fuoco“I compiti di lotta agli incendi boschivi sono sotto la responsabilità delle regioni. I vigili del fuoco vi concorrono solo dal 2017 avendo ereditato i compiti del soppresso Corpo Forestale dello Stato senza però un correlato sufficiente numero di uomini e questo mette, tenuto conto dei 3 mila pompieri che già mancavano dall’organico, mette in crisi anche il sistema di spegnimento a terra, non solo aereo. Molte regioni inoltre non hanno valorizzato questa attività dei vigili del fuoco e non hanno ancora stipulato le convenzioni che stanziano i fondi di potenziamento del servizio o lo hanno fatto in modo insufficiente. Ne discende che in alcune regioni la coperta è corta e quando i vigili del fuoco sono impegnati negli incendi boschivi si rischia di non poter garantire le attività di soccorso pubblico urgente. Un quadro variegato a fronte di un rischio incendi diffuso su tutto il territorio e alimentato dal gran caldo, che necessita di soluzioni politiche e linee di indirizzo univoche”. Lo dichiara Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo dei Vigili del Fuoco, commentando le indicazioni odierne in materia di incendi boschivi fornite alle regioni da parte del Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vigili del fuoco volontari, più finanziamenti grazie al M5S Lombardia

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 marzo 2017

regione lombardia“E’ fondamentale sostenere i corpi di volontari dei vigili del fuoco sia nella formazione che con mezzi tecnici. La valorizzazione di questi corpi è un obiettivo ambizioso che una regione all’avanguardia deve perseguire senza indugi.Questa legge regionale, inizialmente poco finanziata, ora avrà una dotazione finanziaria di 500 mila euro grazie al nostro lavoro in Commissione.Certo i corpi di volontari, un centinaio di associazioni in Lombardia, meritavano di più, almeno un milione di euro, per acquistare in Regione Lombardia almeno dieci dotazioni base secondo le stime della giunta regionale, composte da autopompa, jeep e altre dotazioni tecniche, per i volontari. Sarebbero stati 10 presidi operativi in più sul territorio per prevenire e intervenire in caso di emergenza. Ragionando su questi dati, le somme investite da questa legge, al momento, non soddisfano appieno i bisogni dei corpi di volontari e in questo campo, anche considerati i tagli del Governo sulla sicurezza dei cittadini, gli investimenti non sono mai abbastanza”, così Andrea Fiasconato, consigliere regionale del M5S Lombardia sull’approvazione delle Norme per il sostegno e la valorizzazione del personale dei distaccamenti dei vigili del fuoco volontari con il voto favorevole del M5S Lombardia.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Italia 1 vigile del fuoco ogni 15.000 abitanti

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 ottobre 2016

vigili-fuocoAncora una volta il Ministro non ascolta USB e fiducioso affida l’emergenza ai burocrati del risparmio facendo i conti con la politica del riordino. Non ci sono parole davanti ad una strategia di intervento di questo evento sismico basato di fatto sul risparmio. Già dalle prime battute dell’agosto di quest’anno abbiamo sottovalutato la forza di impatto, messa in atto dal corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, agendo con 465 unità (poi portate a 930) rispetto alle 2700 unità che furono presenti a L’Aquila. Siamo in piena applicazione del riordino, cioè la riforma Monti per intenderci. E questo governo, attraverso l’opera diretta del ministro e del capo dipartimento, non è da meno applicando alla lettera il risparmio di spesa ed inviando di continuo “sezioni operative” invece che la vera “colonna mobile nazionale”. Siamo nelle mani di “incompetenti” che risparmiano sulla pelle dei cittadini ingessando il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco ed evitando un processo di crescita generale in favore della cultura della salvaguardia (legge 225). La ricerca, la previsione grandi rischi, la prevenzione, l’investimento della macchina del soccorso, le assunzioni al fine di raggiungere il paramento europeo di 1 vigile del fuoco ogni mille abitanti (invece che l’attuale proporzione di 1 vigilie del fuoco ogni oltre 15000 abitanti) sono stai accantonati e si è di fatto cannibalizzata la macchina del soccorso svendendo a favore dei privati un patrimonio che deve essere pubblico. Oggi viviamo le emergenze con gli occhi rivolti allo schermo e ci angustiamo nel constatare che nessuno applica di fatto il buon senso. Fasi mescolate… invii dal territorio senza logica… ritardi e sovraccarichi di lavoro… insomma siamo terremotati tra i terremotati!!! Non è cosi che si fa soccorso… non è cosi che il corpo nazionale deve agire. Dobbiamo fare tesoro di emergenze continue che affrontiamo ed abbiamo affrontato. Non possiamo agire, oggi, in maniera disomogenea sul territorio nazionale sperando che le cose vadano per il verso giusto. Il soccorso è imprevedibile ed è per questo che dobbiamo a monte preparare la macchina ad essere il più possibile efficiente e pronta…

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terrorismo: allerta nei porti ma gioverno smantella vigili del fuoco

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 agosto 2016

vigili del fuoco“Mentre da una parte il governo dispone nei porti l’innalzamento delle misure di sicurezza al livello 2 per il rischio terrorismo, dall’altra sta’ continuando ad attuare lo smantellamento del servizio antincendio portuale e del servizio sommozzatori dei vigili del fuoco. Al fine di rispettare i vincoli della spending review il ministro Alfano a fine luglio 2015 ha emanato un decreto che prevede la riduzione del numero dei vigili del fuoco in tutti i distaccamenti a protezione dei porti, che arriva quasi al dimezzamento dei vigili del fuoco nei porti di Napoli, Venezia e Livorno. E’ prevista anche la chiusura di sette nuclei sommozzatori e la rottamazione delle unità navali antincendio di grosse dimensioni ritenute troppo onerose seppur funzionali, per sostituirle con imbarcazioni piu’ piccole e non adatte a grossi incendi. E’ paradossale. Se ci aggiungiamo che hanno tagliato anche i fondi per la formazione e gli addestramenti auguriamoci che non accadano mai atti terroristici perché i tagli sulla sicurezza e sul soccorso pubblico poi si pagano. Chiediamo una urgente inversione di tendenza” Lo dichiara Antonio Brizzi segretario generale del Conapo, il sindacato autonomo vigili del fuoco. (fonte: Ufficio stampa CONAPO Sindacato Autonomo Vigili del Fuoco) (foto: conapo logo)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incendi in Sicilia: “Situazione drammatica, bene intervento Viminale”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 giugno 2016

alfano“Quanto sta accadendo in queste ore in Sicilia, colpita da numerosi e vasti incendi, è drammatico e allarmante. Se la situazione non sta assumendo contorni ancora più tragici è per il grande impegno profuso dalle centinaia di volontari dei vigili del fuoco, della protezione civile e dagli agenti delle forze di polizia, cui va il nostro grazie, dispiegati dal Viminale. L’intervento del Governo, come ha sottolineato il ministro Alfano, è stato tempestivo e corale e continuo sarà il monitoraggio nelle prossime ore. Siamo vicini agli abitanti delle zone colpite dai roghi e rivolgiamo il nostro sostegno a tutti coloro che sono al lavoro per mettere in sicurezza i cittadini e a riportare quanto prima la situazione alla normalità”. E’ quanto dichiarano i deputati di Area popolare Nino Bosco, Enzo Garofalo, Nino Minardo, Dore Misuraca.
Notte e mattinata di fuoco in Sicilia. Lo straordinario scirocco delle ultime ore, che ha fatto raggiungere picchi di 39-40 gradi, sta alimentando decine di roghi scoppiati tra ieri in tarda sera e questa mattina in diversi comuni delle province di Palermo, Agrigento, Trapani e Messina. Le fiamme non hanno risparmiato diverse abitazioni e i sindaci hanno disposto l’evacuazione di case e scuole. Naturalmente il 115 è in tilt e il riordino mette a dura prova le esigue forze dell’isola. Del resto la Sicilia non è nuova a situazione del genere che hanno visto questo territorio primeggiare per incendi e numero di interventi dei vigili del fuoco. Di contro la politica del riordino ha visto dimezzare i numeri di dotazione organica e il mancato rinnovo del parco automezzi lascia gli operatori del soccorso ad operare in un’emergenza sull’emergenza.USB più volte ha sottolineato che non si può permettere che la Sicilia sia lasciata in balia del tempo senza una previsione accurata di un piano strategico di ampliamento delle dotazioni organiche e dei mezzi ma grazie al vecchio governo Monti e alla firma del 9 aprile 2014 la Sicilia è abbandonata ad un triste destino… e pensare che il ministro è Agrigentino… sarà che lui con il climatizzare acceso e la finestra del suo ufficio chiuso non senta ne puzza di fumo ne il caldo torrido di queste ultime ore… Noi invece chiederemo conto di quanto accaduto durante il tentativo di raffreddamento del 20 giugno 2016, a Catania, dove ci troveremo di fronte ad un direttore regionale che al massimo potrà allargarci le braccia e darci ragione mentre, nel frattempo verbalizzerà che è stato gestito tutto alla perfezione. (foto: alfano)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vigili del fuoco Usb: sciopero nazionale

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2016

SCIOPERO_NAZIONALE_11_GIUGNO11 giugno sciopero. La solita burocrazia ci fa fissare definitivamente la data dello sciopero nazionale di USB nella data dell’11 giugno 2016. Ecco un chiaro esempio di come in questo paese, al contrario della vicina Francia, la burocrazia svilisce il sistema di protesta. Ma USB vuole l’apertura del contratto di lavoro e l’assunzione dei precari punti estremamente importanti per poter far fronte allo stato attuale di degrado del corpo nazionale. Il riordino, firmato da tutti escluso USB, ha di fatto “massacrato la macchina del soccorso” rendendoci schiavi della produttività. Mancano unità, mezzi, attrezzature. I lavoratori del corpo nazionale non sono riconosciuti come categoria particolarmente ed altamente usurante, non godono di quelle rassicurazioni normative che solidificano le economie stabili.Siamo sotto la scure del recupero crediti da parte di una amministrazione che in base ad una interpretazione dell’avvocatura di stato, parere richiesto direttamente dalla direzione centrale delle risorse economiche e finanziarie, impone che tutte le voci (anche contrattuali, quindi l’indennità di rischio) che sono contenute dentro la parola “indennità” devono essere valutate dall’amministrazione ed in caso “non erogate” ai lavoratori. L’applicazione di tale condizione è possibile per l’amministrazione con retroattività di 10 ANNI.Come USB stiamo contrastando in solitudine questo fenomeno con denunce e vertenze contro l’amministrazione in difesa di tutta la categoria. Siamo ancora in attesa che l’amministrazione ci fornisca la documentazione per poterla divulgare ai lavoratori. Ci dispiace dover notare come il dipartimento (il capo per la fattispecie) non voglia rendere i lavoratori a conoscenza di questa scellerata manovra di recupero crediti verso i lavoratori…
USB l’11 GIUGNO sarà in sciopero nazionale per difendere il diritto di tutti al contratto di lavoro e alle economie stabili. Vogliamo una giusta costruzione del diritto di tutti i lavoratori del corpo nazionale. Basta legge 252 e pseudo riforme, a ribasso, dei decreti legislativi 217 e 139. Adesso è tempo di riprenderci i nostri diritti e i nostri arretrati…
600€ di aumento subito (per i due contratti già scaduti) con relativi arretrati e apertura del terzo contratto in corso per fissare un ulteriore aumento sostanziale delle nostre economie e diritti.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I vigili del fuoco organizzati con l’USB hanno invaso la scalinata del Viminale

Posted by fidest press agency su martedì, 24 Mag 2016

vigili del fuoco viminaleRoma. La protesta segue l’assemblea nazionale organizzata questa mattina a Roma, che ha deliberato di andare a chiedere direttamente al Ministro rinnovo dei contratti e assunzioni Troppe le sofferenze dei lavoratori: assunzioni che non coprono neanche gli ultimi anni di pensionamenti, salario bloccato dal 2008, indennità economiche colpite dal concetto di produttività, con un recupero crediti in atto nelle tasche dei lavoratori; retribuzioni pensionistiche che dirigono verso la povertà una categoria altamente usurante mai riconosciuta. E ancora: un personale soccorritore, con età media di 50 anni, di 1 pompiere su 15000 abitanti, a fronte di una media europea di 1/1000; vigili discontinui eliminati dalla macchina di precariato più imponente della P.A. e trasformati in prodotti per la privatizzazione del soccorso, senza alcun processo di stabilizzazione.
Tutte queste rivendicazioni bastano per mettere in discussione una politica che prosegue il percorso di smantellamento del soccorso e dello stato sociale, aggravata dalla firma dei sindacati confederali e autonomi. L’USB prosegue la sua opposizione determinata, forte e costante con la lotta dei lavoratori.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aumentano gli incendi e i vigili del fuoco scarseggiano

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2015

incendio pineta fiumicino«Ai dati relativi all’aumento del 120% degli incendi boschivi nel 2015 fa da contraltare la nostra denuncia sulla enorme carenza di organico dei Vigili del Fuoco, ai quali il governo, con la riforma della pubblica amministrazione appena varata, affiderà anche i compiti di lotta agli incendi del Corpo Forestale dello Stato. La carenza da noi denunciata di 3854 uomini tra il personale operativo, che equivale a circa il 12% su un totale di 32734, pesa non poco sulla capacità di intervento dei Vigili del Fuoco, le cui richieste di intervento sono in continuo aumento. Per non parlare poi dell’ età media del personale in servizio che è ormai vicina ai 50 anni. Il ministro Alfano nella conferenza stampa di ferragosto si è ben guardato di fare cenno a questa realtà. Nonostante questo governo in materia di assunzioni nel comparto abbia iniziato una inversione di tendenza dopo anni di tagli, come ha giustamente precisato anche il responsabile sicurezza del PD Fiano, reputiamo troppo timide le misure adottate, poiché continuano ad aggravarsi le carenze di organico. L’ unica soluzione è sbloccare il turnover dei vigili del fuoco e delle forze di polizia già a partire dalla prossima legge di stabilità».
A dirlo è Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo, uno dei maggiori sindacati dei vigili del fuoco che precisa «di sprechi da tagliare nella cosa pubblica ce ne sono tanti, ma non sono certo tra il personale dei vigili del fuoco, tra chi porta sicurezza».
«Al premier Renzi, al ministro Alfano ed all’onorevole Fiano – ha aggiunto il leader del Conapo – ricordiamo anche che da troppi anni i vigili del fuoco soffrono di gravi sperequazioni retributive e pensionistiche rispetto agli appartenenti agli altri corpi dello stato, con divari che partono dai 300 euro mensili nelle qualifiche più basse, per arrivare ai 700 euro mensili nelle carriere più elevate. I Vigili del Fuoco sono fortemente demotivati perché nonostante gli si richieda il rischio della vita come e più degli appartenenti agli altri Corpi, sono trattati spesso peggio dei dipendenti pubblici che lavorano seduti ad una scrivania. E’ tempo di dare un segnale concreto di giustizia e di parità di trattamento verso i Vigili del Fuoco, il cui sangue versato per garantire la sicurezza ed il soccorso pubblico – ha concluso – non può valere meno degli altri servitori dello Stato».

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo compatto contro lavoratori in divisa

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2011

“La Camera ha respinto con i 267 voti di PdL, Lega, UDC e IR, e l’astensione del PD e IDV, l’unico emendamento presentato dal deputato radicale Maurizio Turco, cofondatore del Pdm, volto a garantire al personale delle Forze armate, delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, che nel giorno della festa del 150 anniversario dell’unità d’Italia hanno lavorato per la sicurezza dello Stato e dei cittadini, di vedersi sottratto comunque un giorno di riposo. Tuttavia l’Ordine del Giorno presentato da Turco, che è stato posto in votazione e accolto con una maggioranza quasi assoluta (425 SI), ha impegnato il Governo “a valutare ogni opportuna iniziativa affinché ai lavoratori che non godono di una disciplina collettiva o legislativa che preveda l’obbligo di retribuzione aggiuntiva per la festività del 4 novembre, ovvero ai dipendenti dalle pubbliche amministrazioni che abbiano comunque prestato attività lavorativa il giorno 17 marzo 2011, o che si siano trovati in una delle condizioni di cui all’ultimo capoverso della premessa, siano fatti salvi i diritti discendenti dalla rispettiva disciplina del lavoro.” Adesso il Governo dovrà porre rimedio ad una legge che seppure condivisibile nelle finalità, non lo è stato nel merito.” Lo dichiara Luca Marco Comellini, Segretario del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vigili del fuoco a L’Aquila

Posted by fidest press agency su domenica, 3 aprile 2011

L’Aquila. Si svolgerà il prossimo 4 aprile nella piazza centrale de L’Aquila il dibattito aperto organizzato dall’Unione Sindacale di Base che vedrà i lavoratori del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco a confronto con i cittadini aquilani. Interverranno: Franca Biondelli – Senatrice, PD Manuele Bonaccorsi – giornalista Left Avvenimenti, autore del libro “Potere assoluto” Un rappresentante del Comitato Casa dello studente Piero De Santis – ARA, Associazione Ricostruzione L’Aquila Samanta Di Persio – scrittrice, autrice del libro “Ju tarramuto” Un rappresentante dell’Associazione 309 Martiri Antonio Jiritano – USB P.I. VV.F. Enrico Perilli – Consigliere Comune de L’Aquila, PRC Alberto Puliafito – giornalista e documentarista, autore del film “Comando e controllo” Sara Vegni – Comitato 3e32 A due anni dal sisma si intende riflettere sulle drammatiche fasi del soccorso, sulla controversa ricostruzione e sulla militarizzazione imposta alle zone terremotate, che ha trasformato L’Aquila in una “zona rossa” privando i cittadini dei loro diritti ed escludendoli dalle scelte politiche sul loro futuro. Per i Vigili del Fuoco la sorte non è stata migliore: da anni costretti ad operare sotto gli standard minimi di soccorso a causa dei tagli generalizzati dei vari governi, sono stati spogliati dei loro diritti personali e sindacali e trasformati in un ulteriore soggetto impegnato nella sicurezza. Come testimonia la recente emergenza nella provincia di Taranto, dove i Vigili del Fuoco sono stati obbligati, dopo ore di soccorso, a rinunciare al riposo e partire da tutta Italia per montare le tende a Manduria, dove da sei giorni rimangono in pessime condizioni logistiche e igienico-sanitarie, senza sapere per quanti giorni si protrarrà il loro lavoro o quando verrà inviato personale per il cambio. I Vigili del Fuoco della USB ed il popolo aquilano discuteranno insieme di come uscire dalla militarizzazione, di come riappropriarsi delle zone rese “inaccessibili” e di come il Corpo Nazionale debba essere messo nelle condizioni di svolgere il ruolo sociale che gli compete, alla guida del sistema di Protezione Civile.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sciopero vigili del fuoco

Posted by fidest press agency su sabato, 12 giugno 2010

14 giugno 2010 giornata di sciopero per i vigili del fuoco aderenti al sindacato EdB-Usb. .“Le ultime dichiarazioni del Presidente del Consiglio sulla Protezione Civile in Abruzzo evidenziano in modo inequivocabile l’essenza di un sistema che, invece di funzionare per la popolazione, è solo funzionale a determinate persone ed interessi”, commenta Antonio Jiritano, dell’Esecutivo nazionale RdB-USB Pubblico Impiego.“E’ ormai chiaro, non più solo alla magistratura ma alla maggioranza dei cittadini italiani, che la Protezione Civile, per come è stata stravolta negli ultimi anni, serve principalmente come carta di credito del governo: quando c’è necessità di indirizzare denaro senza controllo ecco pronte le ordinanze per la Protezione Civile. Invece – denuncia il dirigente RdB-USB – i Vigili del Fuoco sono costretti a raddoppi delle turnazioni e straordinari per garantire da tutta Italia la presenza in Abruzzo, ma al Corpo Nazionale vengono persino sottratti i fondi precedentemente stanziati dal ´decreto Abruzzo` per utilizzarli nell’assunzione di 178 dipendenti in Protezione civile”.  “Forse la minaccia di lasciare l’Aquila – ipotizza Jiritano – fornisce l’occasione per scappare da quella zona distrutta, dove la ricostruzione tarda a venire e gli appalti cominciano ´puzzare di bruciato`. Per quanto ci riguarda, i Vigili del Fuoco continueranno, con indosso le loro divise, a svolgere il servizio sociale che hanno fin qui svolto in Abruzzo, perché il soccorso non è un privilegio da concedere ma un diritto delle popolazioni, e manifesteranno il proprio sdegno e l’opposizione alla manovra scioperando il 14 giugno con tutto il Pubblico Impiego”, conclude il dirigente RdB-USB P.I..

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »