Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Posts Tagged ‘vigore’

Divorzio breve: Entrata in vigore

Posted by fidest press agency su martedì, 12 Maggio 2015

divorzio breveSulla Gazzetta Ufficiale n. 107 del 11 maggio 2015 è stata pubblicata la legge 6 maggio 2015, recante “disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi”, il c.d. “divorzio breve”, che entrerà in vigore il prossimo 26 maggio.La nuova norma, interviene direttamente sulla legge n. 898 del 1970, a suo tempo frutto di una lunga battaglia parlamentare. La legge, quattro anni dopo, fu anche oggetto di un inutile tentativo di abrogazione attraverso il referendum.Oggi tutto cambia con grande rapidità e questa esigenza, appunto, è stata avvertita anche dal Legislatore, intervenuto con soli tre articoli, ma in maniera assolutamente significativa.La nuova legge prevede una consistente riduzione del tempo che deve passare fra la separazione e la richiesta per ottenere il divorzio: da tre anni a 6 mesi, se si tratta di una separazione consensuale.Se non c’è l’accordo delle parti sui termini della separazione, i tempi si allungano a 12 mesi (separazione giudiziale), indipendentemente dalla presenza o meno di figli.La separazione decorre da quando si compare davanti al Presidente del Tribunale e la norma anticipa anche il momento dello scioglimento della comunione dei beni tra i coniugi al momento in cui il Presidente autorizza i coniugi a vivere separati. Con la vecchia norma, invece, occorreva aspettare il passaggio in giudicato della sentenza di separazione.La nuova disciplina si applica anche ai procedimenti attualmente in corso. L’ordinanza che autorizza i coniugi a vivere separati sarà comunicata all’ufficio dello stato civile per l’annotazione dello scioglimento della comunione sull’atto di matrimonio.Dal provvedimento, durante la discussione a Palazzo Madama, era stata stralciata la norma che prevedeva il c.d. “divorzio immediato”, vale a dire “senza il periodo di separazione”.Sull’accelerazione del procedimento di separazione e divorzio erano già state adottate nel 2014 alcune misure acceleratorie, come la negoziazione assistita e gli accordi di separazione e divorzio davanti al sindaco, con il decreto legge n. 132/2014, convertito nella legge 162/2014, che prevede due modalità che semplificano i procedimenti di separazione e scioglimento degli effetti del matrimonio, ovvero delle condizioni di separazione o di divorzio, entrambi adottabili solo in caso di totale accordo dei coniugi.Su questo argomento, nei giorni scorsi è intervenuto il Ministero degli Interni – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – con la circolare n. 6/15, che contiene importanti chiarimenti applicativi proprio in riferimento al decreto n.132/14 (conv. nella l. n. 162/14).

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Liberalizzazione servizi postali

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Il settore postale, a livello nazionale e comunitario, è stato interessato negli ultimi anni da profondi cambiamenti che hanno riguardato il contesto regolatorio, il grado di concorrenzialità dei mercati e la marcata evoluzione delle esigenze della clientela verso una differenziazione dell’offerta dei servizi. Con la direttiva 2008/6/CE viene portato a compimento il processo di liberalizzazione del mercato dei servizi postali nei paesi della UE. Dal 1 gennaio 2011 gli Stati membri non possono concedere o mantenere in vigore diritti esclusivi per la forniture di servizi postali. Sullo schema di decreto legislativo che recepisce la direttiva la Commissione trasporti della Camera ha espresso il 16 febbraio parere favorevole. Il processo di liberalizzazione dei servizi postali è stato avviato con il decreto legislativo n. 261/1999, adottato in attuazione della direttiva 97/67/CE, la quale stabiliva regole comuni per lo sviluppo del mercato interno dei servizi postali comunitari e per il miglioramento della qualità del servizio. L’obiettivo perseguito fin dall’adozione di tale decreto era quello di conciliare l’apertura del mercato alla concorrenza e l’esigenza di salvaguardia dell’universalità del servizio sull’intero territorio nazionale, a condizioni accessibili per tutti gli utenti. Il decreto riconosce carattere di attività di preminente interesse generale alla fornitura dei servizi postali, nonché alla realizzazione e all’esercizio della rete postale pubblica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La riforma di Wall Street e il caso Londra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

La recente approvazione della legge di riforma finanziaria di Wall Street, conosciuta come Dodd-Frank Act, contiene molte novità e aspetti importanti. È un documento di oltre 2300 pagine, che come le nostre leggi finanziarie, farà sentire i suoi effetti concreti sul mondo della finanza e delle banche via via che entrerà in vigore. Non subito, in quanto per i cambiamenti più importanti prevede due pericolosi lunghi anni di assestamento e transizione.  La riforma però non affronta in modo deciso la madre di tutte le bolle speculative, quella dei derivati Over the counter (Otc). Nei capitoli ad essi dedicati si riconosce che allo scoppio delle crisi finanziaria, «una parte consistente dei soldi pubblici è stata usata per coprire i pagamenti alle controparti in quanto le banche non avevano abbastanza capitali». A questo proposito si ricordi che la sola grande compagnia di assicurazioni AIG ottenne dal governo 180 miliardi di dollari per coprire i buchi neri dei derivati.  Si sottolinea anche che i derivati hanno aumentato drasticamente la capacità di leverage, cioè la capacità di operare su grandi cifre con un piccolissimo capitale di partenza e quindi con grandi rischi. Essendo contrattati in modo bilaterale, non vengono valutati per il loro effetto sistemico e mancano di trasparenza sia per gli investitori che per le agenzie di controllo dei mercati.  Il testo della riforma, inoltre, svela la loro pericolosità indicando che gli Otc sono passati dai 98 trilioni di dollari di valore nozionale del 1998 ai 592 trilioni a fine 2008. In verità occorre aggiungere che il loro picco massimo alla vigilia della crisi era arrivato a quasi 700 trilioni per scendere a 550 nel mezzo dell’ondata dei fallimenti bancari. Poi la bolla è ritornata a gonfiarsi: a fine giugno 2010 la loro quantificazione era stimata intorno ai 650 trilioni di dollari.  Sotto la pressione delle potenti lobby bancarie, il testo di legge iniziale è stato annacquato. Esso prevede che le banche, che vogliono continuare a operare con questi derivati ad alto rischio, potranno farlo solo con delle affiliate preposte che non potranno godere degli aiuti pubblici. Ma come sempre sono le eccezioni che aggirano le leggi. Infatti le banche potranno continuare a operare sui mercati dei derivati relativi ai tassi di interesse, ai cambi esteri, all’oro e all’argento e a certi tipi di Cds, credit default swaps, diventati noti nella crisi del debito pubblico greco.  L’interesse del mondo bancario americano ad evitare qualsiasi regolamentazione sugli Otc è provato dai 23 miliardi di dollari di profitti fatti in derivati dalle maggiori banche commerciali nel 2009. Tra queste primeggia la Goldman Sachs, la stessa che, pagando alla SEC americana una multa di 550 milioni di dollari, ha convenientemente superato indagini e condanne per una serie di malversazioni finanziarie a danno degli investitori e del mercato. Questo non è un buon inizio per le potenziate agenzie di controllo, ne un segnale positivo per la riforma della finanza appena approvata.  Noi riteniamo che la bolla dei derivati Otc debba essere sgonfiata attraverso misure e interventi più stringenti. Essi, come riconosce anche il testo della legge Dodd-Frank, possono essere di interesse per certi singoli operatori privati ma sono certamente pericolosi per il sistema.  Per i debiti pubblici degli stati, che a causa della crisi sono aumentati di circa il 20% in poco più di due anni, le varie istituzioni internazionali, a cominciare dal FMI, chiedono un veloce rientro sotto i livelli precrisi. Inoltre esse, in primis Maastricht, mirano a medio termine ad abbassare il debito pubblico al 60% del Pil dei vari paesi. Va da sé che queste operazioni comportano rigore e sacrifici. Perciò è più importante e razionale imporre globalmente tetti sempre più bassi e limiti alle operazioni speculative in derivati Otc.  Se negli Stati Uniti resta ancora molto da fare, in Europa la discussione sulle nuove regole della finanza è più tormentata che mai. Se si parla di controlli centralizzati sui mercati e sugli attori finanziari e bancari, subito viene contrapposta la centralità delle istituzioni nazionali e della loro sovranità. La giusta decisione della Merkel di bandire tutte le operazioni speculative a breve è stata ed è oggetto di continue e defaticanti controversie all’interno dell’UE.  Le nuove regole in Europa dovrebbero essere condivise da tutti i paesi. Ma c’è lo scoglio inglese. L’Inghilterra da anni beneficia dei contributi Ue ma non partecipa all’euro e non è interessata a normative più stringenti sulla finanza e sulla speculazione. Infatti nella City viaggiano i due terzi della finanza globale e opera l’80% di tutti gli hedge fund. Le lobby della City sono forse più efficaci di quelle di Wall Street. Se l’Unione Europea resta sotto lo scacco di Londra, il suo futuro è a rischio. E si potranno verificare nuove crisi finanziarie.  (Mario Lettieri Sottosegretario all’Economia nel governo Prodi e Paolo Raimondi Economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ariccia: riqualificazione centro storico

Posted by fidest press agency su martedì, 13 luglio 2010

Ariccia (Rm) città  dell’arte, città di storia dal grande fascino. Questa è la linea sulla quale l’Amministrazione comunale si è mossa in questi anni e che ha previsto importanti interventi di riqualificazione del Centro Storico, predisponendo incentivi alle attività imprenditoriali e agevolazioni ai residenti. Tra gli ultimi provvedimenti presenti nel Bilancio 2010 è previsto, nell’ambito del Piano parcheggi, l’esenzione dal pagamento dell’Ici per tutti i box auto ubicati nel Centro Storico. Tale misura si va ad aggiungere ad altri numerosi incentivi. Per quanto riguarda il sostegno al commercio sono in vigore, dal 2008, l’esenzione Ici per tutte le attività commerciali, l’esenzione dell’occupazione di suolo pubblico, il microcredito per il sostegno ai nuovi imprenditori e per la riqualificazione delle attività commerciali già esistenti con uno stanziamento del Comune di un fondo di garanzia di 270mila €, attraverso il quale gli operatori commerciali possono richiedere alla tesoreria comunale un finanziamento a tasso zero fino a 30mila €. E sono già 10 le attività commerciali che hanno richiesto ed ottenuto tale finanziamento. Inoltre a partire da quest’anno, per sostenere ulteriormente il commercio cittadino, è stata disposta una moratoria con la quale i commercianti possono sospendere il rimborso della quota capitale del prestito. Altra agevolazione per negozianti e residenti nel Centro storico è l’esenzione dal pagamento della TIA (Tariffa di Igiene Ambientale). Per i residenti è poi stato pubblicato un bando, ancora aperto, per il rifacimento delle facciate dei palazzi del Centro Storico mediante il quale è possibile ottenere un finanziamento a tasso zero, la cui quota di interessi è pagata dal Comune. “In un periodo di crisi strutturale come quello che stiamo attraversando – afferma il Sindaco Emilio Cianfanelli –, credo che nessun Comune italiano abbia messo in campo tante economie per sostenere la rinascita economica, architettonica e della qualità della vita del proprio Centro Storico come ha invece fatto Ariccia. La pedonalizzazione del Borgo, la realizzazione dell’ascensore inclinato di collegamento tra il parcheggio sotto il Ponte e la piazza, la liberalizzazione del commercio con la possibilità del cambio di destinazione d’uso per i locali del Centro Storico che permetterà di far scendere il costo dell’affitto per nuove attività d’impresa commerciale ed artigianale e le tante agevolazioni, sono tutte misure organiche per ridare slancio all’economia cittadina”. (Daniele Ricca)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coisp polizia: elogi da presa in giro?

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2010

“Mi sono congratulato con il Capo della Polizia, Antonio Manganelli, e con la Squadra Mobile di Napoli per l’importante operazione che ha portato all’arresto di Nicola Schiavone, figlio del boss dei casalesi, Sandokan”, questo ha detto il Ministro dell’Interno, Roberto Maroni, dopo l’ultima operazione portata a termine dagli uomini della Polizia di Stato contro la camorra, sottolineando che “ancora una volta si dimostra l’efficienza e l’altissima professionalità della Polizia italiana”. Pronta, pungente, dura e amara la replica di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia: “Parole di elogio come tante altre già sentite in passato, le ultime in ordine di tempo, che, come è ovvio, dovrebbero far solo piacere, che dovrebbero solo gratificare, che dovrebbero solo suscitare nuovo vigore e nuova motivazione… Sono parole che, a ben riflettere, fanno solamente venire il mal di fegato e l’ulcera. Sono parole che suonano come una beffa considerato chi le pronuncia. Sono parole che tradiscono la loro vera fisionomia della menzogna, dell’approfittamento, della presa in giro”.   “E’ solo il senso del dovere dei Poliziotti italiani a far sì che la sicurezza non vada a farsi benedire. Null’altro. Una fede che va oltre le limitazioni e le ingiustizie subite per mano di chi ci amministra. Questo come altri Governi continua a chiedere sacrifici ‘necessari’ alla sopravvivenza del Paese, chiede di ‘stringere la cinghia’ per il bene di tutti. Ebbene, i Poliziotti sono gli unici a cui queste richieste sono rivolte inutilmente… I Poliziotti – conclude Maccari – sono da sempre in clima di ristrettezze, da sempre si sacrificano oltre quello che sarebbe giusto, da sempre lavorano non per ciò che ricevono in cambio e che sarebbe loro dovuto, ma per ciò in cui credono e che ritengono giusto. Il Governo, dal canto suo, continuando così, ad ‘elogiarli’ nel modo in cui sta facendo, presto li metterà in ginocchio al punto tale da rendere loro impossibile assolvere ai propri compiti… così sì che il bene comune ne andrà veramente di mezzo”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La colonna e il fondamento della verità

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 Maggio 2010

Florenskij Pavel A. / a cura di: Valentini Natalino Saggio di teodicea ortodossa in dodici lettere Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo (MI), 2010, 1 ed. Data di pubblicazione: 1 Maggio 2010 Codice ISBN-10: 8821563863 Codice ISBN-13: 978-8821563867 Formato: 14,5×21,5, rilegato/sovraccopertina, 820 pagine  Prezzo di copertina: € 64,00 A oltre trentacinque anni dalla sua prima comparsa in lingua italiana, la nuova edizione di un’opera fondamentale nel pensiero cristiano del XX secolo.  Dopo le tenebre dell’ideologia e del totalitarismo stalinista che hanno travagliato il XX secolo, spezzando anche la vita di Florenskij e oscurandone l’opera per oltre settantanni, oggi questa finalmente riappare nella sua integrità e in tutto il suo vigore sorgivo.  I dodici capitoli dei quali si compone, concepiti come lettere a un amico, ancora oggi stupiscono non solo per la vastità e complessità di conoscenza, per il coraggioso tentativo di far interagire tra loro i diversi saperi e le molteplici forme e possibilità della ragione, ma soprattutto per la profondità dello sguardo rivolto verso gli abissi dell’umano, nell’agonica ricerca di una luce di salvezza, di un’autentica sapienza d’amore.
Pavel Aleksandrovič Florenskij nasce il 9 gennaio del 1882 in Azerbaidžan. Laureatosi in matematica e fisica all’Università di Mosca, rinuncia alla carriera universitaria per dedicarsi allo studio della filosofia e iscriversi all’Accademia Teologica di Mosca ove completa gli studi nel 1908. Si sposa con Anna Giacintova e nel 1911 viene consacrato sacerdote nella Chiesa ortodossa. Dopo la rivoluzione del 1917 sceglie di restare in Russia. Accusato di attività controrivoluzionaria è condannato all’esilio e rilasciato dopo tre mesi. Arrestato nuovamente nel 1933 viene condannato a dieci anni di lavori forzati. Dopo cinque anni di gulag, a seguito di una sentenza speciale della trojka, Florenskij viene fucilato l’8 dicembre 1937 a Levašovo, nei pressi di Leningrado. Le Edizioni San Paolo hanno avviato la pubblicazione delle sue principali opere di carattere teologico e spirituale e sono già apparsi i volumi: La mistica e l’anima russa (2006); Il concetto di Chiesa nella Sacra Scrittura (2008).
Natalino Valentini, laureato in filosofia, ha conseguito il dottorato di ricerca in etica e antropologia filosofica orientale, specializzandosi poi nel pensiero filosofico russo e in teologia ortodossa. Attualmente è direttore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Alberto Marvelli” di Rimini. È docente di Storia del pensiero teologico ortodosso alla Facoltà di sociologia dell’Università agli Studi di Urbino.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Più libertà di movimento nell’UE

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Un cittadino di un paese terzo titolare di visto per soggiorni di lunga durata rilasciato da uno Stato membro sarà autorizzato a recarsi negli altri Stati membri per tre mesi per semestre, alle stesse condizioni del titolare di permesso di soggiorno. E’ quando prevede il regolamento adottato dal Parlamento che dovrebbe entrare in vigore entro il 5 aprile. La libertà di circolazione non dovrebbe portare rischi aggiuntivi per la sicurezza grazie ai sistemi di controllo e di allerta previsti.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: piccole imprese

Posted by fidest press agency su domenica, 7 marzo 2010

Le micro-imprese potrebbero essere esentate da obblighi in materia d’informativa finanziaria grazie ad una modifica della legislazione UE in materia di diritto societario che sarà votata dai deputati mercoledì. Tali esenzioni, se approvate, dovrebbero comunque ricevere l’approvazione dei singoli Stati membri per entrare in vigore e le imprese dovrebbero in tutti i casi registrare leloro transazioni commerciali e la loro situazione finanziaria.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XXI Congresso Nazionale ATI

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Corato – Andria-Castel del Monte  7-11 settembre 2009 Castel Del Monte Park Hotel
sp 234 km Teologia dalla scrittura
Attestazione e interpretazioni. A distanza di quasi cinquant’anni dal Concilio, è sempre di nuovo pertinente e attuale interrogarsi sul rilievo e la posizione accordati al testo biblico nella pratica della teologia alla luce della ricca evocazione suggerita da Dei Verbum 24, ove diverse immagini convergono nel segnalare l’intrinseco legame che intercorre fra rivelazione, Bibbia e teologia: a) la parola di Dio scritta costituisce il fondamento perenne per la teologia; 
b) quest’ultima riceve dalla prima vigore e ringiovanimento; c) lo studio della Scrittura ha da essere l’anima della teologia. Il titolo del XXI Congresso dell’Associazione intende proporre la prospettiva e la direzione del percorso (fare teologia a partire dalla Scrittura), nonché i due fuochi della ricerca: la testimonianza ecclesiale dell’evento rivelatore (attestazione) e l’esercizio di intelligenza del testo in ottica credente (interpretazioni). 
In chiave di teologia fondamentale, sorge anzitutto l’esigenza di mostrare in qual senso il momento biblico dell’esercizio teologico nelle sue molteplici forme possa e debba integralmente aderire alla struttura originaria della parola di Dio per il suo aprirsi nello spazio di fede della Chiesa. Alla teologia sistematica spetta il compito d’interrogarsi sul modo in cui occorre esprimere un’ermeneutica in grazia della quale l’accostamento alla Scrittura non costituisca soltanto il primo capitolo della storia dei dogmi, ma attivi un processo d’intelligenza della fede nel quale il principio sistematico si legittimi e si produca in conformità alla struttura veritativa della rivelazione attestata dalla Scrittura e trasmessa nello Spirito dalla comunità credente.
L’ascolto della lezione della storia della teologia suggerisce di sostare su alcuni momenti della traditio, per discernere come l’approdo a nuovi paradigmi di lettura della Scrittura abbia comportato una riformulazione dei compiti del teologare e nuove forme di trasmissione della fede ecclesiale. Sul piano della teologia biblica, si tratta di ovviare alla separazione fra “testo” e “testimonianza”, in quanto il senso della Scrittura è perfettamente raggiunto allorché la fede riconosce analiticamente di sapere la cosa stessa attestata dalle Scritture. Sul piano della metodologia teologica, infine, bisogna mostrare in qual senso la teologia sappia di non poter disporre del suo oggetto (la rivelazione) fuori della Scrittura, e insieme riconosca che è nella Chiesa, dunque nell’esperienza del vissuto credente declinato nelle sue molteplici e convergenti istanze di competenza, che la Scrittura ha da essere letta e interpretata. Il Congresso, assieme alle relazioni fondamentali e a comunicazioni più settoriali, offrirà ai partecipanti l’occasione per lavori di gruppo su più di un “caso esemplare” del rapporto Scrittura-teologia. 
www.casteldelmonteparkhotel.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »