Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘viminale’

Coronavirus: Unc, direttiva Viminale contrasta con l’Ocdpc n. 646

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 marzo 2020

“La Direttiva n. 14606 dell’8 marzo 2020, pubblicata finalmente sul sito del ministero degli Interni, è in palese contrasto con l’Ocdpc n. 646 dell’8 marzo 2020 della Protezione civile ed interpreta in modo molto più restrittivo quanto prevede il DPCM 8 marzo 2020, persino sui motivi di salute” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. Mentre nella Direttiva del ministro dell’Interno ai Prefetti per l’attuazione dei controlli nelle aree a contenimento rafforzato, si stabilisce che rileveranno, ai fini della verifica delle motivazioni dello spostamento dei lavoratori “elementi documentali comprovanti l’effettiva sussistenza di esigenze lavorative, anche non indifferibili”, mentre le situazioni di necessità sono quelle in cui “lo spostamento è preordinato allo svolgimento di un’attività indispensabile per tutelare un diritto primario non altrimenti efficacemente tutelabile”, nell’Ocdpc n. 646 dell’8 marzo 2020 della Protezione civile, per quanto non ancora pubblicata in Gazzetta, ma disponibile sul sito e resta nota da tutti gli organi di informazione, si stabilisce che, il DPCM 8 marzo 2020 “non vieta alle persone fisiche gli spostamenti su tutto il territorio nazionale per motivi di lavoro, di necessità o per motivi di salute”.
“Una bella differenza. La Direttiva, oltre a introdurre l’ipotesi di lavoro non indifferibile e di diritto primario non altrimenti tutelabile, pone vincoli molto più restrittivi persino per la salute. Non basta, infatti, che il cittadino debba fare un esame o una terapia medica, ma prevede che l’interessato per potersi spostare, deve “sottoporsi a terapie o cure mediche non effettuabili nel comune di residenza o di domicilio”. Insomma, non si è nemmeno liberi di scegliere l’ospedale dove fare la terapia, se posso farla dove risiedo!!!” prosegue Dona.”Siccome la Direttiva ribadisce che la veridicità dell’autodichiarazione potrà essere verificata ex post, e che quindi, non basta la compilazione del modulo fatta in buona fede per salvarsi, è inaccettabile che il Dpcm 8 marzo sia scritto in modo così generico e poco chiaro, da lasciare così ampia discrezionalità nella sua interpretazione, tanto che persino Protezione Civile e Viminale lo interpretano in modo così differente” prosegue Dona.”Ribadiamo, quindi, che, fino a che non si chiarirà quali devono essere le comprovate esigenze lavorative o le situazioni di necessità, a nessun cittadino che si sta recando al lavoro, salvo per chi viola la quarantena, potrà mai essere imputato il reato di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, ossia l’art. 650 del Codice penale” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 16 dicembre si prepara una grande manifestazione e al Viminale si preoccupano

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 dicembre 2017

viminaleChe la manifestazione di sabato prossimo “Diritti senza Confini” sarà molto grande non ce lo dicono soltanto i numeri dei pullman in partenza da tutta Italia e la grande varietà di adesioni che si vanno sommando giorno dopo giorno. Una costruzione capillare e diffusa in tutto il paese che sta facendo emergere una nuova leva di attivisti migranti che stanno vivendo da protagonisti la stessa organizzazione ed i preparativi di questa mobilitazione.A segnalarci che sarà una grande mobilitazione ci sono le classiche veline delle questure, evidentemente preoccupate di una partecipazione superiore alle aspettative. La classica nota ufficiosa fatta trapelare all’ANSA che si “teme che possano esserci infiltrati violenti” fa parte del noto cliché di strumenti utilizzato per scoraggiare la partecipazione.Mentre la guerra tra poveri funziona come strumento di stabilizzazione del sistema, l’unione degli sfruttati è vissuta con grande preoccupazione. Un motivo in più per dedicare tutte le nostre energie per far crescere ulteriormente la partecipazione di massa e popolare a questa grande mobilitazione per l’uguaglianza dei diritti.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I vigili del fuoco organizzati con l’USB hanno invaso la scalinata del Viminale

Posted by fidest press agency su martedì, 24 maggio 2016

vigili del fuoco viminaleRoma. La protesta segue l’assemblea nazionale organizzata questa mattina a Roma, che ha deliberato di andare a chiedere direttamente al Ministro rinnovo dei contratti e assunzioni Troppe le sofferenze dei lavoratori: assunzioni che non coprono neanche gli ultimi anni di pensionamenti, salario bloccato dal 2008, indennità economiche colpite dal concetto di produttività, con un recupero crediti in atto nelle tasche dei lavoratori; retribuzioni pensionistiche che dirigono verso la povertà una categoria altamente usurante mai riconosciuta. E ancora: un personale soccorritore, con età media di 50 anni, di 1 pompiere su 15000 abitanti, a fronte di una media europea di 1/1000; vigili discontinui eliminati dalla macchina di precariato più imponente della P.A. e trasformati in prodotti per la privatizzazione del soccorso, senza alcun processo di stabilizzazione.
Tutte queste rivendicazioni bastano per mettere in discussione una politica che prosegue il percorso di smantellamento del soccorso e dello stato sociale, aggravata dalla firma dei sindacati confederali e autonomi. L’USB prosegue la sua opposizione determinata, forte e costante con la lotta dei lavoratori.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coisp manifesta al Viminale

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2010

Con un grande striscione esposto davanti al palazzo del Viminale, i poliziotti del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, hanno chiesto le dimissioni del Ministro dell’Interno Maroni. E’ stato un “assalto” in piena regola, pacifico ma rumoroso, quello messo in atto ier mattina dal COISP, che ha portato davanti al Palazzo del Ministero un esercito di sagome di poliziotti pugnalati alle spalle. Con un volantinaggio il COISP ha denunciato “la grave azione del Governo nei confronti della sicurezza del paese e nei riguardi di chi è costretto a mettere a rischio la propria vita per salvare quella degli altri”. “La manovra finanziaria in discussione alla Camera dopo essere già passata al Senato con l’ennesimo voto di fiducia – spiega ancora il COISP – è assolutamente un’offesa alla specificità del lavoro dei poliziotti tanto propagandata da questo Governo. Il trattamento economico, compreso quello accessorio, bloccato per 4 anni (da una media di 6-7.000 ad oltre 10.000 euro in meno per i poliziotti); l’efficacia ai fini esclusivamente giuridici e non anche economici delle progressioni di carriera che interverranno negli anni 2011, 2012 e 2013 (anche qui in media qualche migliaio di euro in meno per i poliziotti); l’appropriazione di tutti gli stanziamenti sinora accantonati per il riordino delle carriere; le penalizzazioni economiche per il trattamento di fine rapporto, la reale possibilità che le ore di lavoro straordinario e tutte le indennità dovute per corrispondere servizi particolari non vengano pagate. Ed in cambio di tutto il Governo vorrebbe darci appena 80 milioni di euro per il 2011 ed altrettanti per il 2012, e pretenderebbe pure che diciamo grazie!”.
Le sagome del COISP si sono poi trasferite in Piazza Montecitorio, dove si è svolta la manifestazione unitaria delle organizzazioni sindacali del Comparto Sicurezza-Difesa e dei Vigili del Fuoco, per mostrare anche ai Deputati della Repubblica l’indignazione di tutti quegli uomini e quelle donne che quotidianamente garantiscono la sicurezza e la difesa del Paese, anche a sacrificio della propria vita, ricevendo in cambio dal Governo soltanto umiliazioni e mortificazioni. E’ stato l’ultimo appello dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine ai rappresentanti del Popolo, perché si impegnino a determinare  un’inversione di rotta e il cambio del testo della manovra Finanziaria, per scongiurare la morte del comparto Sicurezza-Difesa.(coisp)

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Coisp assalta il Viminale

Posted by fidest press agency su martedì, 20 luglio 2010

Roma 2i luglio 2010 ore 10. Sarà  un “assalto” in piena regola, certamente pacifico ma carico di rabbia e indignazione, quello che i poliziotti del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, porteranno, armati di volantini, al Palazzo del Viminale, per chiedere le immediate dimissioni del Ministro dell’Interno Maroni. Il palazzo del Ministero sarà invaso dal frastuono delle vuvuzelas, mentre nel piazzale le ormai famose sagome dei poliziotti pugnalati alle spalle serviranno a ricordare il grave tradimento del Governo nei confronti delle Forze dell’Ordine e dei cittadini. “L’attuale maggioranza in campagna elettorale non ha fatto che promettere un impegno straordinario e prioritario sul versante della Sicurezza – commenta il Segretario Generale Franco Maccari -, promesse che sono state clamorosamente tradite una volta conquistato il potere”. “Il Governo – spiega Maccari – anziché combattere il crimine, sembra avere cambiato schieramento: ha girato i cannoni e si è messo a sparare contro le Forze dell’Ordine! Questo è dimostrato dai provvedimenti legislativi che mettono i bastoni tra le ruote alle Forze di Polizia, ma soprattutto è evidente il continuo taglio dei viveri a chi deve garantire la sicurezza del territorio e il contrasto alla criminalità: con l’ultima Finanziaria l’intero Comparto Sicurezza viene messo in ginocchio, mentre si tenta di illudere e tenere buoni i cittadini con l’aria fritta, ad esempio con le divise a passeggio nei centri storici delle città o le ronde fallite miseramente sul nascere”. Conclude il leader del COISP: “E’ davvero triste essere costretti a manifestare per chiedere al Governo di tutelare gli uomini in divisa, di garantire loro dignitose condizioni di lavoro, ma soprattutto di condividere con loro l’orgoglio di rappresentare e difendere le Istituzioni italiane!”.
Sempre in giornata il COISP parteciperà, insieme alle altre organizzazioni sindacali del Comparto Sicurezza-Difesa e dei Vigili del Fuoco, alla grande manifestazione organizzata in piazza Montecitorio che porterà in piazza la rabbia e l’indignazione di tutti quegli uomini e quelle donne che quotidianamente garantiscono la sicurezza e la difesa del Paese, anche a sacrificio della propria vita, ricevendo in cambio dal Governo soltanto umiliazioni e mortificazioni. Sarà l’ultimo appello dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine, che scenderanno in piazza listati a lutto, ai deputati, affinché determinino un’inversione di rotta e il cambio del testo della manovra Finanziaria per scongiurare la morte del comparto Sicurezza-Difesa.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »