Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘vintage’

Large technology companies in California’s Silicon Valley are upgrading from old vintage 80Gbps wireless technology

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 ottobre 2018

NEC Corporation of America (NEC), along with NEC Corporation, is pleased to announce large technology companies in California’s Silicon Valley are upgrading from old vintage 80Gbps wireless technology to NEC’s iPASOLINK EX-Advanced.Introduced to the U.S. market in July 2016, NEC’s iPASOLINK EX-Advanced is among the most field-proven 80GHz 10Gbps outdoor wirelesstransmission radios in the U.S. market. NEC has a long-standing reputation in the wireless industry for delivering high quality and reliable point-to-point wireless communications to U.S.-based customers for the past 50 years.
Today, authorized NEC resellers such as Pacific Communications are delivering turnkey full-duplex NEC 20Gbps outdoor wireless solutions to their enterprise customers with great confidence due to the field proven performance and highly reliable features of NEC’s iPASOLINK EX-Advanced solution.The NEC iPASOLINK EX-Advanced solution was selected by major tech firms in California’s Silicon Valley over competitors’ solutions for the following reasons.The EX-Advanced solution is the most field-proven 80GHz 10Gbps solution in the U.S. as well as worldwide and is approaching 10,000 units shipped in just a 24-month period
For network applications requiring encryption, EX-Advanced supports AES encryption via software keys for clients in the healthcare and financial industries
With channel sizes ranging from 62.5MHz to 2000MHz, the EX-Advanced is very versatile and takes full advantage of the abundance of spectrum available in the lightly licensed 80GHz spectrum. With larger channel sizes, the EX-Advanced supports not only higher throughput capabilities but also provides greater link distances without sacrificing link availabilities.
Experienced a 10-to-20 times increase in throughput over 80GHz solutions introduced 10 years ago EX-Advanced can scale from 2Gbps up to 20Gbps without any hardware forklifts
High value enterprise wireless solution, including many differentiating features, such as Adaptive Modulation and Bandwidth as standard features in all iPASOLINK EX-Advanced Radios
NEC backs its quality and reliability with a standard 3-year manufacturer warranty
24x7x365 NEC Customer Support Center in Virginia The NEC EX-Advanced solution also supports hardware redundant configurations, which is equivalent to having dual fiber entrance connectivity to a customer building for additional network reliability.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Serata Swing con Giada e i Sib al Vintage di Palermo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 settembre 2018

Palermo venerdì 21 settembre al Vintage club – nell’isola pedonale di via Piccola Teatro Santa Cecilia 9 – che inizia da oggi i suoi giorni di pre-reopening, in attesa della nuova stagione.
Il locale aprirà già alle 18 per chi vuole bere uno o più dei cento cocktail disponibili. Alle 20,30 inizia l’apericena classica, formata da un primo di pasta, un secondo di carne, insalata di riso, salumi, formaggi, fritti, crostini e pane. C’è anche l’aperisushi, ovvero onigiri, uramaki e tanto altro. Terza opzione, il menù alla carta, a base di sushi, con un’ampia gamma di scelta tra uramaki, tempura di gamberi, nigiri, usamaki e tanto altro.
Alle 22,30 saliranno sul palco Giada e i Sib, ovvero la cantante Giada La Manna con la sua band formata da Francesco Bega alla chitarra e banjo, Davide Femminino al basso e Maurizio Gula alla batteria. Insieme i Sib proporranno un repertorio fresco e coinvolgente dal gusto retrò, arrangiando i classici della musica italiana degli anni Cinquanta e Sessanta in chiave ska, reggae, beat e rock’n’roll con autoironia e voglia di divertirsi insieme al pubblico. In scaletta brani come “Perdono”, “Se bruciasse la città”, “Ritornerai”, “Messico e Nuvole” e tanti altri in versioni del tutto originali e frizzanti. L’ingresso è libero, con consumazione obbligatoria. Chi farà l’apericena classico pagherà 10 euro e avrà diritto a una consumazione alcolica. Chi sceglierà l’aperisushi, dovrà pagare 15 euro e avrà diritto alla consumazione alcolica e all’accesso anche all’apericena classico. Per chi sceglierà il menù alla carta, il prezzo varia in base al consumo. Idem per chi vorrà soltanto bere. Il sushi è anche take away e prevede la consegna a domicilio.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Social dance vintage show retrò al teatro Lelio di Palermo

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 marzo 2017

funarò e savarinofunarò e savarino1Palermo 7 aprile al Teatro Lelio alle 21,30 di via Antonio Furitano 5 “Social Dance – Vintage Show Rétro”, quinto appuntamento di “Casual Theatre Project”. La regia è di Daniele Savarino, le coreografie dello stesso regista con Claudia Funaro di Swing&Shot, Giuseppe Conti, la partecipazione degli allievi della scuola Swing Cats di Palermo, le musiche degli Swingology Ensemble. L’obiettivo è divulgare la cultura swing alle nuove generazioni, con musicisti, cantanti, danzatori e attori messi a disposizione del pubblico per rappresentare un’atmosfera originale e ricreare una vicenda in cui lo spettacolo è la vicenda stessa.
L’atmosfera è quella degli anni trenta, all’ interno di un teatro che offre al suo pubblico un intrattenimento vario, seguendo la moda del tempo: andare a teatro e godere delle maestranze artistiche di musicisti, ballerini, mimi, assistendo a performance originali, tipiche di quel periodo savarinostorico. Le redini del teatro sono tenute da Mr. D, proprietario del night club, sostenuto dal direttore artistico e produttore Mr. Harp il quale, grazie alla sua esperienza, riesce a proporre a Mr. D tanti numeri di qualità.
«Si prospetta – dice Daniele Savarino – un tripudio di informazioni che raccontano, attraverso lo strumento teatrale e musicale live, tutte le straordinarie risorse culturali che ci hanno lasciato quegli anni».In quanto night club, la priorità sarà coinvolgere e fare divertire il pubblico, quindi lo spettacolo sarà sicuramente caratterizzato dall’interattività con gli spettatori, che diventeranno parte della performance. «L’obiettivo dello spettacolo – continua il regista – è quello di far avvicinare Palermo al mondo swing, cosa che sta già accadendo. Siamo felicissimi, infatti, di organizzare a Palermo – in collaborazione con Swing Cats Italia – anche la seconda edizione del The Swing Godfathers Festival, unico festival internazionale dell’ambito swing in Sicilia che, dopo il successo dello scorso anno, dal 25 al 28 maggio ospiterà all’Hotel Perla del Golfo ballerini ed insegnanti del panorama internazionale Swing, con live band del calibro di NPBB e Swing Cafè e vari livelli di lindy hop, shag, blues e jazz». (foto: funarò e savarino, savarino)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

East Market, un nuovo anno a tutto vintage

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

East Market.jpgMilano domenica 22 gennaio dalle 10 alle 21 Via Privata Giovanni Ventura, 14 Prima edizione dell’anno per East Market, il mercatino milanese dedicato ai privati dove tutti possono vendere, comprare e scambiare. Dopo tre speciali date natalizie, East Market inaugura il nuovo anno con tanti nuovi espositori, articoli e singolari iniziative dedicate a tutto il suo pubblico.Oltre 250 espositori provenienti da tutta Italia, sempre scrupolosamente selezionati dagli organizzatori con le loro migliaia di oggetti nuovi e usati tra vintage, artigianato, collezionismo, modernariato, design e pulci colorano gli oltre 6000 mq espositivi dell’ex fabbrica di Lambrate.East Market può vantare un affezionato seguito di pubblico ed espositori, ispirandosi ai mercati dell’East London, si propone come un connubio di moda, fai da te, mercato del riciclo che strizza l’occhio alle nuove tendenze del fashion e della musica. Migliaia di persone si danno appuntamento a Lambrate, animando il quartiere e rivitalizzando anche gli esercizi commerciali, che posso beneficiare di un così vasto raggruppamento di ragazzi, famiglie e di venditori.Tra le varie proposte della prima edizione del 2017 ci sarà Nodo, un marchio che rilegge la tradizione artigiana dell’impagliatura affrontandola con idea e freschezza. Attraverso la ricerca di nuovi materiali direttamente lavorati sulle strutture e sfruttando le infinite possibilità della trama e dell’ordito, conferiscono un nuovo tempo e stile agli elementi. Direttamente dall’Oregon Usa ci saranno gli oggetti di Madame Talbot: una collezione di illustrazioni fatte a mano dark, gotici, del periodo vittoriano, ma, anche stranezze e curiosità tra sacro e profano. Direttamente dalla Sicilia arriva Wop Style che si occupa di arredamento moderno, riciclato e vintage. Tra design e artigianato presenta pezzi unici, interamente lavorati e colorati a mano. La vera chicca sono le vecchie maniglie di porte e finestre che diventano ganci e appendiabiti. Sul fronte accessori ci sarà Vintage Look specializzato in occhiali vintage, il mondo degli occhiali di una volta, di quelle stravaganti forme e modelli agée che usavano i nostri nonni. Montature sia da vista, sia da sole adatte a ogni tipo di viso per un look tutto rivolto al passato. Sempre a disposizione del pubblico anche il Braid Bar, uno speciale corner dedicato al look, dove sarà possibile farsi acconciare con le mitiche treccine hip hop, cult assoluto degli Anni ’90. Dj set pomeridiani a cura di Dj Hanry che suona esclusivamente vinili originali. Sempre aperto anche l’East Market Diner: il nuovo spazio food e beverage interno firmato e gestito dallo staff di East Market. Il Diner propone un’offerta culinaria internazionale: dai ravioli cinesi e giapponesi al vapore ai tacos di pollo, dall’hawaiian sashimi ai burger e hot dog più gustosi e il tipico “jerk chicken” jamaicano. (foto: East Market)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Jasper Morris offers his first impressions about the 2016 vintage, with Ludivine Griveau, régisseur of the Hospices de Beaune domain

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 ottobre 2016

imageThe first half of the growing season was the most difficult in living memory, the second half as close to perfect as anybody could have hope for. Despondent faces at the end of June displayed relief by the end of September. The old expression ‘juin fait la quantité, septembre fait la qualité’ was never truer.There were hailstorms in the Mâconnais, though the Hospices de Beaune’s cuvée of Pouilly-Fuissé was spared, and in Chablis but the Côte d’Or was largely spared from this scourge. However the morning of 27th April changed everything. A cloudless night caused temperatures to drop below freezing – not by much, but the effect was more like a winter freeze than a spring frost. A huge swathe of vineyard was affected including many famous vineyards in the Côte de Nuits while the Côte de Beaune bore the worst of it – especially Savigny-lès-Beaune and parts of Pommard, Beaune and Meursault.
Erratic weather conditions in the weeks that followed prevented the vines from setting a second crop where the first had been destroyed. There was also severe pressure from mildew but vigilant work from the Hospices’ team of growers prevented any significant damage.
Finally, on Wednesday 22nd June came the first signs of summer with bright blue skies and real heat. From late July, throughout August and into September the weather was glorious, with a succession of golden sunny days as an Atlantic high protected France. Every so often the high gave way long enough to allow a day or two of cooler rainier weather, providing much needed sustenance, but in general conditions were hot, clear and sunny without much humidity.
vente-des-vinsThe reds were more advanced than the whites, the vines themselves looked in fine condition but there were pitifully few bunches to be seen. The continuous sunshine enabled the grapes to ripen beautifully, for the uneven maturity to begin to some together, and to prevent disease.The exceptional late summer weather continued through until some heavy rain overnight 14th/15th September and some showers over the next few days – welcome rain on the whole to relieve the vines which were starting to suffer from hydric stress and to reinvigorate the ripening process.Picking started, earlier than originally expected, at the Hospices on Monday 19th September for the Pouilly-Fuissé after which the reds came through steadily over the next 8 days, culminating in Clos de la Roche on Tuesday 27th. Attention then turned to bringing in the white wines by the end of the week, the whole crop being harvested in excellent weather.
Though the teams on the sorting tables were ready for action, the grapes were mostly very healthy with the correct balance between sugar levels and acidity.The aromas emerging from the fermenting vats were pure and refined, and all seems set fair to make some excellent wines in 2016 – but sadly in very small volumes for certain vineyards.
The red wines were fermented for about two weeks, to preserve their elegance. Ludivine Griveau, enjoying her second vintage as regisseur/oenologue at the Hospices de Beaune, pronounced the wines as they were brought out of their fermentation tanks as ‘bien dans leur peau’ (feeling good in themselves). “They have good colour, plenty of fruit and lots of flavour. There are no aggressive tannins, so they seem full bodied but silky, just like in 2010.” The whites are currently fermenting, having been picked with correct sugar levels, balanced by adequate acidity. Pure and supple whites are expected. Overall the mood is one of considerable relief after the difficult start to the year, indeed a sense of optimism for the brand new vintage. (foto: image, vente des vins)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

East Market Milano, anche a ottobre il vintage è protagonista

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 ottobre 2016

officina-mobileMilano domenica 23 ottobre dalle 10 alle 21 East Market Via Privata Giovanni Ventura, 14 – Milano Ingresso Libero Infoline. Nuovo appuntamento per East Market, il mercatino delle pulci milanese dedicato ai privati dove tutti possono vendere, comprare e scambiare. Tutto pronto per per domenica 23 ottobre dalle 10 alle 21 e sempre rigorosamente a ingresso gratuito. 250 espositori provenienti da tutta Italia, sono scrupolosamente selezionati dallo staff di East Market con le loro migliaia di oggetti dal vintage al riciclo, dalle rarità al modernariato animano e colorano gli oltre 6000 mq espositivi dell’ex fabbrica di Lambrate. Un momento di aggregazione, uno spunto per un regalo, ma, anche la ricerca di oggetti introvabili e particolari per una collezione, per hobby o per lavoro. I protagonisti di East Market sono sempre gli espositori con le loro idee, i loro multiformi articoli tra abbigliamento usato, vinili, arredamento, raccolte private, handmade, sneakers, accessori e molto altro. Tra venditori e collezionisti presenti alla prossima edizione ci saranno: Officina Mobile da Roma, che presenta una vasta collezione di oggetti vintage, antichità e design. Dai tavolini alle sedute, dai piatti ai soprammobili e molto altro ancora. Elisabetta Rollier da Torino, invece, è specializzata in stampe antiche giapponesi (xilografie). Dai Manga di Hokusai alle sue più famose vedute come La Grande Onda, dai paesaggi alle cascate di Hiroshige fino alle splendide Geishe di Utamaro. A grande richiesta torna Roberto Paparella, criminologo, restauratore, antropomorfista e collezionista di arte criminale. Da anni ricerca reperti originali (strumenti di tortura, armi, fotografie, oggetti rituali, libri e opere d’arte legate ai crimini) e la riproduzione di nuovi reperti quali cadaveri di assassini o di vittime famosi, modellati in resina nel rispetto delle misure antropometriche autentiche. Poi ci saranno i mobili e gli oggetti industriali Alice Santini, ma anche, i timbri scolastici, le ceramiche, i piatti in latta, le vecchie cartoline e le curiosità vintage di Alt Means Old. East Market già è diventato must per i milanesi e non solo. Ispirandosi ai mercati dell’East London, si propone come un connubio di moda, fai da te, mercato del riciclo che strizza l’occhio alle nuove tendenze del fashion e della musica. Non mancherà poi l’East Market Diner: il nuovo spazio food e beverage interno firmato e gestito dallo staff di East Market. Diner (aperto dal martedì alla domenica dalle 10 alle 24) propone un’offerta culinaria internazionale: dai ravioli cinesi e giapponesi al vapore ai tacos di pollo, dall’hawaiian sashimi ai burger e hot dog più gustosi, anche se, il vero fiore all’occhiello è il tipico “jerk chicken” jamaicano. Torna anche la speciale Game Zone a cura dell’espositore e collezionista Mario Festa. Uno corner dedicato ai videogiochi arcade, ovvero i mitici cabinati a gettoni culto degli Anni ’80 e ’90. In vendita anche vecchie console, gadget e cimeli per i fan più sfegatatati. Un vero e proprio tuffo nel passato, da Street Fighter a Donkey Kong passando per Mario Bros. Nella nuova area attigua al capannone principale, spazio anche alla street art con l’#Eastmarketartdept, il progetto dedicato al mondo dei graffiti. Cinque artisti scelti avranno a disposizione un muro dell’ex area
industriale su cui potranno esprimersi liberamente disegnando e creando dal vivo le loro opere. Gli artisti si esibiranno a mano libera con diverse tecniche, usando pennarelli, acrilici e vernici, dando libero sfogo a diversi stili e idee. Le opere realizzate, finora 15 pezzi, saranno poi messe all’asta e i proventi saranno divisi tra artista e beneficenza. East Market è sempre a ingresso libero e all’interno dei vari padiglioni sono allestiti anche dj set pomeridiani, all’esterno invece ci sarà anche il Food Market rinnovato nella forma e nelle proposte. Nuovi menù Made in Italy e internazionali saranno serviti negli appositi corner nel cortile esterno. Per un pranzo, una merenda o uno spuntino, il meglio dello street food, accompagnato da bar con birra, cocktail e tanti altri drink. Tutte le informazioni e le novità sono su facebook.com/eastmarketmilano, eastmarketmilano.com e instagram.com/eastmarketmilano/.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

East Market, riparte il mercatino vintage più cool di Milano tra barbieri, skateboard e artigianato

Posted by fidest press agency su domenica, 6 settembre 2015

milanodavedereMilano Domenica 20 settembre dalle 10 alle 21 East Market Via Privata Giovanni Ventura, 14 Ingresso Libero. Vinili, sneaker da collezione, vestiti, manufatti artigianali, accessori, vecchie collezioni private e stranezze di ogni genere: questo e molto altro tra gli oggetti in vendita a East Market, il mercatino vintage di Milano che torna dopo il grande successo delle precedenti edizioni. East Market è il mercatino delle pulci milanese dedicato ai privati dove tutti possono vendere, comprare e scambiare. 130 selezionatissimi espositori, dal vintage al riciclo, dalle rarità al modernariato su 5000mq espositivi nella spettacolare location, sede di un’ex fabbrica metalmeccanica nel design district di Lambrate.Tra le particolarità di domenica 20 settembre troviamo Alt Means Old, che presenta in esclusiva per East Market “das Wunderkammer” una collezione di oggetti dal fascino insolito, un’esperienza ancestrale nel mondo dei ricordi e delle stranezze: dalla ricostruzione di un gabinetto da dentista degli Anni ’20 al guardaroba maschile dei primi del ‘900, dalle tavole anatomiche scolastiche ai vasi da farmacista.
Poi Atypical Skate, un brand indipendente di pregiati skateborad fatti a mano. Pezzi unici ispirati alle prime tavole degli Anni ‘60-‘70 che costituiscono un ponte diretto con la realtà surfistica di quegli anni. Tutte le tavole, dal design altamente riconoscibile, sono realizzate a mano in Italia utilizzando legno massello proveniente dalla selezione dei migliori alberi di frassino. Distante dalla produzione di massa, Atypical torna alle origini lavorando con dedizione e passione, gestendo in prima persona ogni fase del processo produttivo. Il brand combina artigianalità e design contemporaneo, passando dalle tavole di legno ai tessuti.
Anche Tonsor Club – Barbieri per uomini gentili: uno spazio per la cura dell’uomo in cui il genio del taglio e la creatività dadaista s’incontrano. Solo per domenica 20 settembre capelli e barba gratis per tutti in un corner ad hoc arredato come un vero barber shop. Un mix esplosivo che combina cura del cliente e creatività dadaista, in cui l’uomo contemporaneo è protagonista assoluto. Un momento dove è possibile rivivere l’antica tradizione della barberia italiana.
Ispirandosi ai mercati dell’East London, East Market è un connubio di moda, fai da te, mercato del riciclo che strizza l’occhio alla cucina gourmet, alle nuove tendenze del fashion e della musica. L’ingresso è libero per tutti, si può curiosare tra i vari stand oppure pranzare nel “Food Market”, che propone diverse specialità della cucina italiana e internazionale o bere una birra sulle note dei dj set che dal pomeriggio intrattengono espositori e visitatori.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Halloween vintage brunch

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2010

Milano 31 ottobre 2010 dalle ore 11.00 alle 16.30 al Fashion Café si propone l’Halloween Vintage Brunch. Con il Dj set di Olivia Cartmill sarà spining domenica con i migliori pezzi musicali anni ‘60 e’ 70.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Francesca Woodman: Retrospettiva

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

Milano fino al 24/10/2010 piazza Mercanti, Palazzo della Ragione a cura di Marco Pierini e da Isabel Tejeda  Figlia d’arte – la madre Betty e’ ceramista e il padre George, pittore e fotografo – Francesca Woodman comincio’ a lavorare a soli tredici anni di età, con la sua prima macchina fotografica e l’uso dell’autoscatto. Negli anni a venire, ha continuato a usare se stessa come soggetto privilegiato delle sue foto, rappresentandosi sia in contesti domestici, con la predilezione per ambientazioni vintage e decadenti, che in mezzo alla natura, da sola o con amiche, nel vivo di azioni e performance appositamente progettate.  Il percorso espositivo segue le orme tracciate dalle sue serie fotografiche piu’ significative, che si identificano con i luoghi dove sono state create e ripercorrono i passaggi essenziali della sua biografia: una ha per scenario Boulder, nel Colorado, datata agli anni della scuola superiore; un’altra riguarda l’intenso periodo di formazione presso la Rhode Island School of Design di Providence; infine, quella che fra 1977 e 1978 venne eseguita a Roma. New York, da una parte, e la natura incontaminata della MacDowell Colony nel New Hampshire rappresentano le fasi estreme della sua opera.
Francesca Woodman nasce il 3 aprile 1958 a Denver, Colorado. Il padre George e’ un pittore, la madre Betty una ceramista. (francesca woodman)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Justin Lowe: The New War

Posted by fidest press agency su sabato, 23 gennaio 2010

Roma fino al 13/3/2010 Vicolo del Governo vecchio 8, Galleria Cesare Manzo Dopo la personale del 2007, torna ad esporre presso la Galleria Cesare Manzo di Roma Justin Lowe, artista del panorama newyorkese, recentemente in una doppia personale con Jonah Freeman alla Deitch Project di N.Y. (Black Acid Co-op, luglio-agosto 2009). Lowe espone in questa sede piu’ di trenta collage dal sapore visionario e surreale, seguendo quella scia psichedelica e libertaria che contraddistingue il suo lavoro. Attinge a piene mani dall’immaginario anni ’60 e dal vintage piu’ estremo, sovrapponendo e mescolando copertine di libri, locandine di film e stralci di dischi. Il risultato e’ sempre elastico e multisensoriale. Conosciuto per le elaborate installazioni, Lowe continua ad usare le sue intense e intrusive composizioni, che intersecano bidimensionalità e tridimensionale per mezzo di dipinti-collage, video e specchi. La manipolazione dei media altera le percezioni dello spettatore conducendo ad associazioni inverosimili: i soggetti, icone di cultura e costume del passato, ammiccano da inconsuete angolazioni confondendo leggenda e storia.  Lowe unisce e combina immagini dell’era della guerra fredda, lacerati paperbacks di fantascienza, romanzi, manuali di auto-aiuto, spionaggio, assassinio, sopravvivenza, chimica, religione, film e copertine di libri di poesia, per creare una narrativa estremamente fratturata ed intrigante, che rifletta l’evoluzione tumultuosa e le rivoluzioni fallite degli ultimi cinque decenni. Questo e’ solo l’inizio. Da questo processo nascono due epici dipinti. La scala e’ allargata e ingrandita, la superficie accentuata e il soggetto si sta disorientando. Le immagini filamentose creano inediti assemblaggi di collage, che narrano la visione di una nuova era. Due sculture a specchio, dipinte in bianco e nero, si frantumano in mille pezzi come trame di ragnatele. Sono eseguite sotto l’effetto di un connubio di marjuana, caffeina e droghe, somministrate ai ragni in esperimenti condotti dalla N.A.S.A.: ritraggono il cadavere di Che Guevara e il leader Padre Yod (della comunità Source Family) con una delle sue tredici mogli. Scene di film, tra cui Crystal Voyager, Zabriskie Point e La Valle’e, sulla musica dei Pink Floyd si intersecano in un cut-up di immagini proiettate.  Justin Lowe è nato nel 1976. Vive e lavora a New York. (Justin Lowe)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »