Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Posts Tagged ‘violenza sessuale’

The Economist this week

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 maggio 2011

Questa settimana segnalo nella sezione Leaders:
– L’analisi che prende in esame l’impatto dell’uomo sul nostro pianeta. Nel tempo la razza umana si è trasformata in una forza della natura che rimodella la conformazione del pianeta, ma ad una velocità più rapida rispetto a quella geologica: Welcome to the Anthropocen – Humans have changed the way the world works. Now they have to change the way they think about it, too
– Lo special report, disponibile su richiesta, sull’Australia, democratica, tollerante ed ospitale con gli immigrati, politicamente stabile ed economicamente florida, una sorta di California di 30 anni fà, una nuova versione di “Golden State”: The next Golden State – With a bit of self-belief, Australia could become a model nation
– L’articolo sulle proteste in Spagna: Spain’s cry of pain – How to get the protesters out of the plazas and into jobs. Argomento approfondito nella sezione Europe: The unhappy campers – Spain’s young want jobs, the markets want reform and voters want a new government
– L’articolo che si occupa della ricerca del nuovo candidato per il FMI, mentre Dominique Strauss-Kahn attende il processo per l’accusa dio violenza sessuale: Time for a change – Why a euro zone finance minister, even a talented one, should not lead the IMF
Mentre nella sezione Europe:
– L’editoriale sulle reazioni dell’elite francese dopo l’arresto di Dominique Strauss-Kahn: What did they know? –
Some hard questions for France’s elite after Dominique Strauss Kahn’s arrest
– L’artcolo sulla Turchia, nella top league per gli scandali sessuali, che ha visto nelle scorse settimane, le dimissioni di non meno di dieci componenti del MHP: Feeling blue – Another opposition party is laid low by clandestine videos
– L’articolo sulla politica olandese: Neither in nor out – And that’s exactly how Geert Wilders likes it
– La rubrica Charlemagne: The Obama tonic – The American president’s message of hope could be useful in Europe (Beatrice Mozzi)
E gli highlights dell’editore:
After several covers connected to the news, we step back this week. In Asia we look at Australia: we argue that with a little more self confidence it should become the next Golden State, Asia’s California. In the rest of the world we step back even farther and welcome the Anthropocene. This is the scientific idea that man has so changed the earth that he has created a new geological age. Humans we argue have changed the way that the planet works: now they have to change the way they think about it too.
Obama, Bibi and peace The president annoys a lot of Israelis, but does not please that many Arabs. A soft landing for China. A slower world economy could help the Chinese Why the brain drain helps fight poverty. A closer look at migration Huntsman blows his horn. A look at a credible Republican. The cost of cancer drugs New medicines are technically impressive, but not cheap.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stupro e violenza sessuale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 aprile 2011

Bruxelles, Parlamento europeo. Per il Parlamento i crimini sessuali devono portare alla persecuzione automatica Lo stupro e altre forme di violenza sessuale contro le donne devono essere riconosciuti come crimini in tutti i paesi dell’UE e portare alla persecuzione automatica, ha stabilito il Parlamento in una risoluzione che chiede nuove proposte legislative per combattere la violenza basata sul genere. In diversi Stati membri, lo stupro non è trattato come un reato di Stato. La protezione contro la violenza maschile garantita alle donne non è omogenea nell’Unione europea a causa della diversità di politiche e legislazioni nei vari Stati membri, secondo la risoluzione elaborata da Eva-Britt Svensson (GUE/NGL, SV) e approvata per alzata di mano. Il Parlamento sottolinea che tutti gli Stati membri dovrebbero riconoscere come reati la violenza sessuale e lo stupro a danno di donne, in particolare all’interno del matrimonio e di relazioni intime non ufficializzate e/o se commessi da parenti maschi. Gli Stati membri dovrebbero garantire che detti reati siano perseguiti d’ufficio. Le pratiche culturali, tradizionali o religiose come circostanze attenuanti in casi di violenza contro le donne, compresi i cosiddetti “delitti d’onore” e le mutilazioni genitali femminili, devono essere respinte.La risoluzione chiede inoltre una direttiva dell’Unione europea contro la violenza basata sul genere. Nel documento si evidenzia che il 20-25% delle donne in Europa ha subito atti di violenza fisica almeno una volta nella loro vita adulta, e più di un decimo ha subito violenza sessuale che coinvolge l’uso della forza. Inoltre, il testo prende sottolinea che anche lo “stalking” dovrebbe essere considerato come una forma di violenza contro le donne e essere oggetto di norme in tutti gli Stati membri. L’UE e i suoi Stati membri dovrebbero predisporre un quadro giuridico che accordi alle donne migranti il diritto di custodire personalmente il proprio passaporto e il proprio permesso di soggiorno e che consenta loro di ritenere penalmente responsabile chiunque s’impadronisca di tali documenti. Inoltre, i deputati chiedono standard minimi per assicurare che le vittime della violenza possano beneficiare del parere di un medico legale e dell’accesso al patrocinio che consenta loro di far valere i propri diritti in tutta l’Unione. Infine, chiedono agli Stati membri di fornire una dimora sicura e strutture di assistenza ogni 10.000 abitanti per le vittime della violenza di genere.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: ennesima violenza sessuale area centro

Posted by fidest press agency su sabato, 26 febbraio 2011

Anna Finocchiaro, Italian politician

Image via Wikipedia

“C’è ormai una questione ‘sicurezza per le donne’ nella Capitale. Credo che questo sia il fallimento più cocente, ai danni purtroppo delle donne, tra i molti del sindaco Alemanno. Se non ricordo male quello della sicurezza contro la violenza sulle donne è stato proprio un suo cavallo di battaglia alle ultime elezioni per la guida della Capitale”. Lo dice Anna Finocchiaro, presidente del gruppo del Pd al Senato.  “Purtroppo non passa ormai giorno – sottolinea Finocchiaro – che non si verifichi una violenza sessuale contro una donna a Roma. E non si parla più solo delle periferie, ma anche del centro storico, non solo di donne italiane ma anche di turiste straniere. E’ chiaro ai nostri occhi che più sicurezza non può far rima con tagli di risorse e mezzi alle forze dell’ordine e alle strutture e misure per la prevenzione. Di più, credo purtroppo che questo sia anche l’esito del clima più generale di scarso rispetto per la dignità e il corpo delle donne che si respira nel Paese.  Di certo, si tratta di un grande fallimento del sindaco Alemanno. Per questo fanno bene le donne del Pd romano ad organizzare una fiaccolata il 2 marzo sulle scale del Campidoglio, perché Roma torni ad essere sicura anche per le sue cittadine”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La violenza sessuale in primo piano

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 gennaio 2010

La violenza sessuale in tutte le forme è di gran lunga il tipo di violenza più diffuso (violenza sessuale 17%, sfruttamento sessuale a scopo commerciale 8%, tratta 7%). Segue, in ordine di importanza, la violenza familiare o legata al genere (violenza di genere 8%, violenza in famiglia 7% e violenza in ambito domestico 11%). Un posto di rilievo occupano anche Internet e la pornografia infantile con un 6% del totale. La maggior parte dei progetti tratta di prevenzione (26%) e di protezione dalla violenza (17%) ma non mancano importanti obiettivi come misure legislative (8%), assistenza alle vittime (12%) e agli autori degli atti di violenza (5%). I dati relativi agli obiettivi specifici corrispondono ai dati relativi alle categorie di destinatari dei progetti, come gli aggressori e gli uomini violenti (6%) o il personale giudiziario e di polizia (20%). Analogamente, i dati relativi ai media/giornalisti (11%) rispecchiano la percentuale di progetti che attuano campagne di informazione (13%). Per quanto riguarda i modi in cui saranno realizzati gli obiettivi di tali progetti, gli strumenti/metodi più importanti sono la messa in rete (23%), la diffusione di buone pratiche (14%), la realizzazione di materiali (12%), le campagne di sensibilizzazione (12%) e le azioni di formazione (11%). I progetti relativi a linee di soccorso telefoniche si sono ridotti e rappresentano ora solo il 2%.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non spaventarti Federico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

Roma 28 novembre  2009   alle ore 11.00 in Via Giolitti, 172 presso “ArtIngegno” presentazione del libro Di Olivia Molteni Piro sul tema delle adozioni internazionali con prefazione di Stella Pende  e introduzione di Marco Scarpati. Sarà presente l’Autrice. Olivia Molteni Piro è nata a Como nel 1951, è sposata con Luciano e ha sei figli, due di nascita e quattro di nascita adottiva, provenienti dall’India e dall’Etiopia. E’ stata vice-presidente CIAI (Centro Internazionale Aiuti Infanzia),  fondatrice dell’Ong Il Sole e ideatrice di un progetto contro la  violenza sessuale sui minori in Etiopia- racconta l’esperienza  dell’autrice di madre di una famiglia “infinita”, allargata e sempre  pronta a dare e amare quando una nuova sfida si presenta alla sua  porta.. “Sì Olivia e Luciano si ritrovano ora con ventisei figli. Perché l’amore per i figli si moltiplica e non si divide mai. Ventisei figli, italiani, africani e indiani. Davanti alla moltitudine di aspiranti genitori adottivi che pretendono figli neonati, paffuti e rosa, loro, che hanno scelto anche bambini con seri problemi, dimostrano che adottare un figlio si fa per il figlio. Che “adozione” significa aprire la porta della vita a un bambino che, alla nascita, non ha possibilità. E non come spesso accade , innaffiare la frustrazione di due adulti orfani di figli” (dalla prefazione di Stella Pende)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ronde: ora il governo riveda le sue posizioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 aprile 2009

Il cartello dei sindacati di polizia Siulp, Siap/Anfp, Silp-Cgil, Ugl-Polizia di Stato,  Consap Italia Sicura, Coisp, Uilps, esprime grande soddisfazione per lo stralcio del tema delle ronde dalla legge di conversione del decreto sul contrasto alla violenza sessuale, in discussione  alla Camera. Riteniamo determinante per questo importante risultato parlamentare il dibattito che si è aperto nel Paese in seguito alla mobilitazione dei rappresentanti del  personale delle Forze dell’Ordine e di quelle forze politiche che si sono opposte ad un  provvedimento inefficace e pericoloso.  Auspichiamo che adesso prevalga il senso di equilibrio sulle ragioni di partito e il  Governo, nell’interesse della sicurezza dei cittadini, sappia rivedere radicalmente le sue  posizioni, investendo nel lavoro delle Forze di polizia

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »