Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘virus’

Vaccino unico contro influenza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 settembre 2010

«Alcuni dati indicano che probabilmente il picco dell’influenza stagionale in Italia potrebbe arrivare in anticipo». È quanto afferma ieri a Milano, a margine di un convegno sull’assistenza sanitaria integrativa, il ministro della Salute Ferruccio Fazio, ricordando che a breve arriverà il vaccino unico (in cui è compresa anche la copertura dal virus H1N1 dell’influenza A). «Lo annunceremo nei prossimi giorni. Il vaccino che sarà messo a disposizione – ripete – comprende anche il virus della nuova influenza, oltre ai ceppi degli anni scorsi». Unica sarà dunque anche la campagna di immunizzazione. «Il vaccino non sarà gestito separatamente come avviene in caso di Pandemia», spiega il ministro, riferendosi al fatto che quest’anno l’iniezione sarà una sola. Quanto alle dosi di vaccino pandemico acquistate l’anno scorso, distribuite alle Regioni e mai utilizzate, il loro destino dipenderà «dalle scelte delle Regioni stesse», ribadisce Fazio rispondendo alle domande dei giornalisti. Dal momento che il nuovo prodotto comprende anche il virus H1N1, le vecchie dosi sono candidate a restare nei magazzini. (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Virus fine estate

Posted by fidest press agency su martedì, 14 settembre 2010

I virus di fine estate continuano a colpire gli italiani, sono circa 20 mila i pazienti che hanno sofferto di mal di pancia, nausea, vomito e dissenteria. «E la tendenza è verso un aumento. Si tratta per lo più di enterovirus e rotavirus» Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università degli Studi di Milano «microrganismi che colpiscono in modo trasversale adulti e bambini, e sono favoriti dagli sbalzi di temperatura di questo periodo». L’esperto ricorda che i sintomi gastrointestinali compaiono con fitte improvvise, nausea, ma anche diarrea e un’astenia che può durare più dei tre giorni di sintomi gastrointestinali e suggerisce «si tratta di forme estremamente contagiose almeno finché i sintomi sono presenti. Dunque il consiglio resta quello di lavare bene le mani, curare in modo particolare l’igiene e, se si è stati colpiti, idratarsi e riposare. Assumendo in caso di bisogno antidiarroici leggeri, senza esagerare». Secondo Pregliasco questi patogeni continueranno a colpire, in attesa dell’influenza «che quest’anno potrebbe anticipare un po’ il suo arrivo. È importante anche per questo motivo ricordare che, grazie ai nuovi vaccini adiuvati, la copertura antinfluenzale è prolungata, dunque la raccomandazione del ministero di anticipare la campagna vaccinale è stata resa possibile anche dall’esistenza di vaccini adiuvati». (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza virus, a Venezia Conferenza mondiale

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 settembre 2010

Venezia, dal 19 al 21 settembre. È dedicata alla carica degli invasori microscopici la sesta Conferenza mondiale sul futuro della scienza “I virus: un nemico invisibile”, organizzata da Fondazione Umberto Veronesi, Fondazione Silvio Tronchetti Provera e Fondazione Giorgio Cini, in collaborazione con l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc). Come da tradizione  gli Scienziati di fama internazionale – ricorda la Fondazione Veronesi – racconteranno come i virus si sono evoluti e come gli esseri umani hanno imparato nel tempo a difendersi da queste minacce invisibili; spiegheranno come un virus penetra nelle cellule dell’organismo aggirandone i sistemi di difesa, e chiariranno qual è il ruolo dei virus nell’insorgenza del cancro. Si parlerà anche della speranza di un vaccino per l’Aids, della prevenzione delle pandemie e dei virus emergenti, ma anche dei cosiddetti virus “buoni”, utilizzati nello sviluppo di terapie genetiche e antitumorali. Annunciando l’evento alla stampa, nel maggio scorso a Milano, Umberto Veronesi aveva lanciato un appello a scienziati, istituti di ricerca e industrie farmaceutiche di tutto il pianeta: varare una task force antivirus globale, capace di «creare rapidissimamente vaccini» efficaci, ma anche di «disegnare antivirali specifici» e di «arginare un’epidemia prima che sfoci in pandemia». La tre giorni di Venezia è aperta a tutti. Per registrazioni e programma, cliccare su http://www.thefutureofscience.org.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gestione pandemia da vius

Posted by fidest press agency su martedì, 8 dicembre 2009

Le dichiarazioni dell’on. Gasparri riportano all’attenzione dell’opinione pubblica il fallimento dell’operato del vice-ministro Fazio in relazione alla gestione della pandemia da virus influenzale A/H1N1. Il motivo principale del fallimento della gestione di questa pandemia influenzale è dipeso innanzitutto dal ritardo con cui è avvenuta la consegna dei vaccini da parte dell’Azienda produttrice e dal ritardo con cui è iniziata la campagna vaccinale. La curva epidemica di questa pandemia, che in questo momento si trova nella sua fase discendente, non ha risentito minimamente della vaccinazione, essendo questa avvenuta troppo tardi ed avendo interessato una percentuale minima di popolazione. Un secondo elemento che ha portato all’insuccesso della gestione Fazio è stata la scarsa adesione della popolazione e degli stessi medici alla vaccinazione. La comunicazione infatti è stata contradditoria, imprecisa e poco efficace. Ad esempio, nelle varie dichiarazioni, questa pandemia influenzale risultava avere una mortalità inferiore sempre diversa rispetto a quella stagionale. Assolutamente poco persuasiva è stata la sua comunicazione nel sostenere l’efficacia e la sicurezza del vaccino. Scarsissima è stata la leadership esercitata nei confronti dei medici e del personale sanitario che ben si ricordano come in una trasmissione di Porta a Porta, all’inizio del suo mandato, Fazio disse di non vaccinarsi mai contro l’influenza stagionale. Chiunque sia competente in materia non può non avere notato il suo disagio e gli errori commessi, ad esempio quando raccomandava che la vaccinazione dovesse proseguirsi anche quando l’epidemia si stesse spegnendo per eradicare il virus e prevenire una possibile mutazione! Altro errore della sua gestione è stata quella di non impiegare lo stock di antivirali di cui è in possesso lo Stato italiano, impiego che avrebbe potuto spostare in avanti il picco influenzale e dare maggior tempo per impiegare i vaccini. Di questa gestione Fazio restano i milioni di vaccini non impiegati e lo spreco economico per lo Stato e quindi per tutti i cittadini. C’è da augurarsi che, a seguito dello spacchettamento del ministero del lavoro, salute e politiche sociali, non sia lui a ricoprire la carica di Ministro della Salute  (Walter Pasini Direttore Centro Travel Medicine e Global Health)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’influenza suina è in calo

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2009

Sono stati 682.000 gli italiani colpiti dal virus A/H1N1 nell’ultima settimana, rispetto agli oltre 750.000 della precedente rilevazione. Stiamo affrontando la seconda ondata pandemica che terminerà a fine dicembre e farà registrare in totale 6 milioni di casi. A fine anno, invece, comincerà l’influenza  stagionale, che, prevedibilmente, colpirà altri due milioni di persone. Con un totale di 8 milioni di casi, la stagione influenzale 2009/2010 si preannuncia quindi come la più aggressiva degli ultimi 10 anni. Ma finora il sistema ha retto. Oltre alla vaccinazione, secondo le raccomandazioni internazionali e nazionali, i farmaci antivirali devono essere somministrati ai pazienti ad elevato rischio di sviluppare le complicanze (donne incinte, ai bambini di età inferiore a 2 anni e ai pazienti con patologie croniche concomitanti) o alle persone con quadro clinico severo. La somministrazione deve avvenire in tempi rapidi (entro 48 ore dalla comparsa dei primi sintomi e senza attendere i risultati delle analisi di laboratorio). Queste persone infatti, se contraggono l’influenza, hanno un rischio di sviluppare complicanze gravi più elevato”. I medici di famiglia della SIMG hanno risposto concretamente all’ondata di panico, dando per primi l’esempio: 7 su 10 si sono vaccinati contro l’influenza A/H1N1. Un vero e proprio record, se si pensa che nelle precedenti stagioni influenzali solo il 40% degli operatori della sanità si è  sottoposto a misure preventive. Ecco nel dettaglio i dati del bollettino settimanale sull’influenza a cura della SIMG: le tre Regioni con maggior incidenza sono state Marche, Abruzzo ed Emilia Romagna  rispettivamente con 36.98, 23.00 e 18.66 casi per mille abitanti. Le tre regioni con minor incidenza sono state Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano e Calabria rispettivamente con 5.50, 6.15 e 6.47 casi per mille abitanti.  La curva di incidenza è rallentata in tutte le fasce di età. La tendenza al calo della diffusione del virus pandemico si registra anche nel resto d Europa. Per la prima volta in sette Paesi europei (Belgio, Bulgaria, Islanda, Irlanda, Lussemburgo, Norvegia e Regno Unito) l’incidenza sta diminuendo. Dei 1745 tamponi raccolti da parte dei medici sentinella il 45% era positivo per il virus dell’influenza e di questi tutti erano positivi per il virus A/H1N1.  “È importante seguire alcuni consigli pratici: coprirsi la bocca e il naso quando si tossisce e starnutisce; lavarsi spesso le mani; non stare nei luoghi affollati; quando si è ammalati stare a casa fino alla risoluzione dei sintomi – conclude il dott. Alessandro Rossi, responsabile dell’area infettivologica della SIMG -. Sono suggerimenti molto semplici, ma efficaci per ridurre la diffusione del virus”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Influenza A. Previsioni sballate e spese inutili

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 novembre 2009

Tra 8 e 12 milioni di malati e 10-15 mila morti in Italia. Sono questi gli scenari delineati dagli epidemiologi durante un incontro sulla prevenzione dell’influenza  A, provocata dal virus A (H1N1), nel settembre scorso a Praga, cioè  circa 2 mesi fa. I dati attuali sono di 752.000 malati e 66 morti. La percentuale di mortalità è dello 0,0029% che, statisticamente, è  irrilevante. Per la classica influenza stagionale lo scorso anno ci sono stati 8.000 morti su 4 milioni di casi, cioe’ lo 0,2%. Le persone vaccinate sono state 167.680 con 3 milioni di vaccini distribuiti e ne sono disponibili per 24 milioni di italiani. La spesa è stata di 184,8 milioni di euro più 2,5 milioni per la campagna “informativa”. Previsioni sballate e soldi buttati visto che il picco dell’influenza A, probabilmente, si avrà a dicembre e buona parte dei vaccini sarà inutilizzata. Soldi pubblici, cioè del contribuente. Ma il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, non aveva detto che non voleva mettere le mani nelle tasche degli italiani? (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Editoria: Il virus del benessere

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2009

Roma 20 novembre 2009 ore 19 Libreria Caffè Flexi via Clementina 9 di e con Saverio Luzzi (Laterza, 2009). In collaborazione con Am.i.Gi. Dalla corsa all’industrializzazione alla presa di coscienza ambientalista, dall’Italia rurale del secondo dopoguerra alle manifestazioni della cittadinanza contro la Tav, il passo è lungo. Mentre con il boom economico l’ambiente si trasforma in risorsa per lo sfruttamento industriale, un fenomeno nuovo e inizialmente sottovalutato fa la sua comparsa: l’inquinamento. La sciagura di Chernobyl, nell’86, rappresenta l’inizio di una escalation esponenziale. Oggi la stragrande maggioranza delle patologie che ci minacciano include, tra le concause della loro vastissima diffusione, le gravi alterazioni ambientali. Saverio Luzzi racconta la prima storia sociale di oltre sessant’anni di inquinamento nel nostro Paese e le radicali mutazioni del rapporto uomo-natura.
Saverio Luzzi ha conseguito il dottorato di ricerca in Lettere all’università “La Sapienza” di Roma. Nel 2004 ha pubblicato “Salute e sanità nell’Italia repubblicana” per l’editrice Donzelli.
Piero Bevilacqua è Professore Ordinario di Storia Contemporanea all’Università “La Sapienza” di Roma.
Daniele Vicari ha realizzato diversi film documentari e di finzione. Nel 2008 è uscito Il passato è una terra straniera.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campagna vaccinale virus a-h1n1

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 ottobre 2009

Accordo siglato tra Regione Lazio e Sindacato Medici Italiani relativamente alla profilassi vaccinale dell’influenza A/H1N1. Contestualmente, i vertici regionali, hanno accolto alcune proposte presentate dallo Smi-Lazio: l’attivazione diurna del servizio di Continuità Assistenziale (ex guardia medica) e delle Centrali di Ascolto durante il periodo di massima allerta pandemica. Nonché la possibilità, per i medici di medicina generale, di poter vaccinare i propri assistiti all’interno di strutture sanitarie adeguate, previo accordo con la Asl di riferimento. “Grazie a questo accordo saremo in grado di fornire l’utenza di tutti i chiarimenti necessari in relazione al vaccino contro il virus A-H1N1 – ha dichiarato Paolo Marotta, esponente dello Smi-Lazio – Ma è altrettanto importante sottolineare che, il rischio della nuova influenza, é strettamente legato alla concomitanza di pluri-patologie di soggetti con un quadro clinico già compromesso. Auspichiamo, inoltre – conclude il sindacalista –  che il numero verde messo a disposizione dei cittadini dalla Regione Lazio per informazioni su cause e effetti dell’influenza A-H1N1, venga gestito in un’ottica di riorganizzazione complessiva di tutto il sistema sanitario territoriale; e non solo come un occasionale e inutile call-center. Lo Smi-Lazio ringrazia, pertanto, Salvatore Calabretta direttore alle politiche della prevenzione e sicurezza sul lavoro e Amalia Vitagliano, politiche della prevenzione e sicurezza sul lavoro per la preziosa e proficua collaborazione, grazie alla quale è stato possibile definire i vari aspetti  tecnici della trattativa”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bari assistenza alla deriva

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2009

Mancata applicazione della Legge 626 (relativa alla sicurezza sui luoghi di lavoro) e condizioni igieniche al limite della decenza. Questo il quadro desolante relativo alle postazioni di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) emerso a seguito di una task-force condotta dalla Asl di Bari lo scorso mese di maggio. In seguito a tale supervisione da parte dell’Azienda sanitaria locale, non vi è stata alcuna ristrutturazione o messa norma delle suddette postazioni. Una situazione che desta non poche preoccupazioni, rendono noto i sindacalisti del Sindacato dei Medici Italiani (Smi-Puglia), anche in vista degli eventuali interventi relativi alla diffusione dei virus influenzali. “Lo Smi-Puglia chiede, a chi di competenza, una decisiva svolta nella ristrutturazione complessiva delle sedi di Continuità Assistenziale – dichiara Carlo Autorino, sindacalista del Sindacato dei Medici Italiani della sezione Puglia – E’ assurdo che un servizio sanitario essenziale per l’utenza non possa tutelare, in maniera dignitosa, la salute dei cittadini che vi fanno quotidianamente riferimento. Basti pensare ai locali privi di condizioni igienico-sanitarie in cui i medici sono costretti a svolgere il proprio turno, ma anche a ricevere e visitare i pazienti. Recenti notizie di cronaca hanno riportato casi di contagio del virus‘A-H1N1’; motivo per cui gli specialisti raccomandano massima igiene e precauzione, proprio per evitare una ulteriore diffusione della nuova influenza. Ma poi, paradossalmente, ci si ritrova a far riferimento a strutture sanitarie prive di quelle norme igieniche basilari ed elementari. Inoltre – conclude Carlo Autorino – auspichiamo nella celere integrazione tra Continuità Assistenziale e Assistenza Primaria; una clausola di grande rilevanza per il sistema sanitario territoriale contenuta nell’Accordo integrativo regionale (AIR), ma non ancora portata a compimento. Nonostante siano passati quasi due anni dalla firma dell’AIR”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Virus A come l’Aviaria? Si gioca a dati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 settembre 2009

Tra  8 e 12 milioni di malati e 10-15 mila morti in Italia. Sono questi gli scenari delineati in questi giorni a Praga dagli epidemiologi durante un incontro sulla prevenzione dell’influenza provocata dal virus A (H1N1). Per l’Aviaria (H5N1) fu fatto un analogo scenario: secondo gli epidemiologi dell’Oms ci dovevano essere 16 milioni di infettati, 2 milioni di ricoveri e 150mila morti. A livello mondiale si prevedevano 150 milioni di morti. Meno male che il dott. Donato Greco, l’epidemiologo che seguiva, per l’Italia, il gruppo di lavoro internazionale sull’influenza aviaria, alla domanda “gli epidemiologi di solito ci azzeccano?” rispose tranquillamente “no”. Gli scenari apocalittici sono appunto… scenari, dove, evidentemente, si prospettano ipotesi. Il farmacologo Silvio Garattini, dell’istituto di ricerca scientifica Mario Negri, a proposito del virus A dichiara “In generale, comunque, a meno di soffrire di patologie particolari, si puo’ anche non vaccinarsi, il decorso di questa influenza, infatti, sembra essere benigno nella maggioranza dei casi” e, ancora, “la via piu’ semplice per limitare la pandemia e’ molto semplice: bisogna lavarsi le mani spesso, utilizzando acqua e sapone”. Al momento su 8.000 infettati i morti sono 2, uno 0,02% statisticamente irrilevante.  Oggi il vice ministro alla Salute, Ferruccio Fazio, dichiara che non si vaccinera’ contro il virus A. Allora tutto questo allarme a cosa e’ servito? Una interpretazione la da’ lo stesso Garattini “I governi sotto la spinta di potenti interessi economici si sono interessati a ottenere la disponibilita’ di vaccini e farmaci piuttosto che dare informazioni al pubblico”. Allora di cosa stiamo parlando?

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Muranga: il progetto Matu, il film Slum, il teatro

Posted by fidest press agency su sabato, 1 agosto 2009

Milano 29 settembre 2009 presso la “Sala Giorgio Gaber”della Regione Lombardia  Grattacielo Pirelli, piazza Duca d’Aosta 3,  Nell’Africa Sub Sahariana 26 milioni di persone vivono ogni giorno il dramma dell’AIDS, vittime due volte, del virus e dello stigma che lo impregna.  Sono più del 60% di tutta la popolazione e più dei tre quarti delle donne.  Vittime impegnate in una lotta di cui ancora non si vede la fine, che non sembra diminuire negli anni e che si propaga sulla spinta di fame e miseria. Le cause principali della diffusione dell’HIV nel continente africano riguardano il difficile accesso alle informazioni, le misere condizioni di vita, le difficoltà economiche e la malnutrizione. Immagini, suoni e parole per comprendere meglio le dimensioni del problema Un evento, forse insolito, per raccontare l’AIDS e un progetto di solidarieta, attraverso un métissage espressivo fatto di cronaca, cinema, teatro e narrazione. MATU, la docu-fiction di Luca Mariani e Cactus, prodotta dal COSV, racconta la storia di un dodicenne africano la cui vita e’ stata minacciata dal terribile virus dell’Aids. Con un gioco di storie ad incastri e i toni di una fiaba, racconta, a ritmo di rap, l’incontro di Matu e Davide, un italiano giunto in Africa per affari.  Un concentrato di storie di vita e speranza, per presentare la realtà di un futuro senza HIV reso possibile, per la comunità di Murang’a grazie ad un progetto del COSV, finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e dalla regione Lombardia. SLUM, lo spettacolo teatrale adattato per l’occasione da Milvia Marigliano, straordinaria interprete oltre che autrice, accompagnata dai ritmi pop-tribali del gruppo calabro-bolognese del Parto delle Nuvole Pesanti.  Dagli “slum”, non-luoghi dove la vita scorre in un fragile equilibrio tra violenza, degrado e povertà, parte Myrna, migrante in fuga verso un domani che forse non arriverà mai. Saranno inoltre presenti Jadiel Gatama, direttore di SLICO, associazione keniota che si occupa di lotta alla povertà e supporto allo sviluppo sociale nel distretto di Murang’a, e Irene Kamau, direttrice di ANK, l’associazione di Nairobi che lavora attivamente negli SLUM. Un appuntamento organizzato da COSV-Solidarietà Italiana nel Mondo, con il contributo di Regione Lombardia, in collaborazione con CoLomba – COoperazione LOMBArdia e l’Osservatorio Italiano sull’azione globale contro l’AIDS – ONG italiane http://www.myspace.com/matuthemovie

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto Nabruka

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 luglio 2009

Nel mondo, il carcinoma della cervice uterina (o collo dell’utero) è la seconda causa di morte per cancro nella donna; circa mezzo milione di casi viene diagnosticato ogni anno. A differenza dei paesi con efficienti sistemi di assistenza pubblica, programmi di prevenzione e metodi di informazione e controllo, nei paesi in via di sviluppo dell’Africa, dell’America Latina, dell’area Caraibica l’accesso all’assistenza sanitaria è molto più difficile. In queste aree il cancro della cervice è il tipo più diffuso fra le donne. Recenti studi dimostrano però che anche in alcuni paesi dell’Europa dell’Est  questo tumore ha raggiunto una diffusione preoccupante.  Si può affermare che il cancro cervicale sia tipico di questi paesi in via di sviluppo perché è in essi che si registra l’80%  delle diagnosi : ben 400.000 dei 500.000 casi che si manifestano ogni anno.
Esiste un virus a trasmissione sessuale chiamato Papilloma virus (Human Papilloma Virus =HPV), che è il responsabile  della trasformazione di alcune cellule in cellule tumorali. Il Pap-test rappresenta ancora, da solo o con un altro esame  per l’HPV, l’insostituibile e prezioso metodo di prevenzione secondaria. Esso consiste nel guardare al microscopio le cellule, prelevate tramite un tampone, delle cervice uterina (la parte dell’utero che si affaccia in vagina), per vedere se sono presenti cellule  di tipo tumorale in fase iniziale. Purtroppo in Italia le donne migranti “irregolari”, cioè senza permesso di soggiorno e non iscritte al Servizio Sanitario Nazionale, sono totalmente escluse dai programmi di prevenzione.
A Bergamo, l’ Associazione OIKOS e l’Istituto di Anatomia Patologica e Citologia degli Ospedali Riuniti, insieme con la Lega Italiana per la Lotta contro I Tumori, offrono alle donne temporaneamente residenti, anche se non in regola con il permesso di soggiorno e non iscritte al Servizio Sanitario Nazionale, la possibilità di ottenere un Pap-test  totalmente gratuito. Poiché  l’HPV può determinare la trasformazione tumorale e le cinque varianti più frequenti sono responsabili di quasi il 90% dei tumori, tutti i Pap test che verranno considerati “ non negativi” verranno sottoposti ad un altro esame più approfondito per vedere se sia presente uno di questi cinque tipi di virus. Potranno partecipare al progetto tutte le donne con più di venti anni che si recheranno all’ ambulatorio OIKOS e che avranno firmato il modulo di consenso informato.Il referto citologico, accompagnato o no da quello molecolare, sarà disponibile dopo  tre settimane.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Epatite delta “spia” di cirrosi e cancro fegato

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 giugno 2009

Il virus dell’epatite Delta (Hdv) è un’importante ‘spia’ del rischio di cirrosi e cancro fegato (carcinoma epatocellulare). Non solo. La replicazione persistente del virus, altamente patogeno e che necessita della presenza del virus dell’epatite B per la trasmissione e la ‘riproduzione’ , rappresenta l’unico fattore in grado di predire la mortalità legata alla malattia di fegato. Lo dimostra uno studio italiano pubblicato su ‘Gastroenterology’, condotto da Raffaella Romeo e dai ricercatori dell’Unità operativa di Gastroenterologia 1 della Fondazione Policlinico di Milano, coordinati da Massimo Colombo. La ricerca, su un campione di 299 pazienti con epatite Delta, 230 dei quali maschi, arruolati a un’età media di 30 anni e seguiti per circa 28 anni nell’ambulatorio del Policlinico, ha dimostrato che la comparsa di cirrosi epatica si verificava con un tasso di incidenza annua del 4%, mentre i tassi di incidenza per lo scompenso epatico e lo sviluppo di carcinoma epatocellulare erano rispettivamente 2,7% e 2,8%. La ricerca, dunque, dimostra che l’epatite cronica da virus Delta è caratterizzata da un lungo decorso, e da una discreta probabilità di evoluzione in cirrosi epatica. L’analisi dei dati ha dimostrato, inoltre, che la persistente replicazione del virus Delta era associata allo sviluppo della cirrosi e alla comparsa di problemi più gravi come lo scompenso, lo sviluppo del tumore e la morte. Durante lo studio, inoltre, i ricercatori si sono resi conto che l’epatite Delta, dopo un decennio di apparente declino, è cresciuta nei portatori di virus dell’epatite B. Questo nonostante l’introduzione della vaccinazione obbligatoria contro il virus B con il quale il virus Delta condivide le modalità di trasmissione, cioè per contatto con liquidi biologici. Questi dati, secondo i ricercatori, suggeriscono la necessità di una maggiore attenzione alle persone con epatite B, che possono essere colpiti dal virus Delta. In particolare sarebbe opportuno, suggeriscono, verificare la copresenza del virus Delta in caso di ogni nuova infezione da virus B o in caso di vecchie infezioni B che mostrino una recrudescenza, e attuare, nel caso, la terapia adeguata.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A proposito della nuova Influenza

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2009

Che l’allarme “Nuova Influenza” (virus A-H1N1) era stato sopravvalutato, e’ un dato di fatto, ma meglio cosi’ che non il contrario. Era risaputo che si trattava di un fenomeno circoscritto, facilmente curabile e con i suoi movimenti in espansione ben individuabili… cosi’ fino a ieri, quando l’Organizzazione Mondiale della Sanita’ ha lanciato l’allarme: troppa sottovalutazione, e’ pandemia. E quindi tutti si devono organizzare di conseguenza. E proprio ieri, il nostro sottosegretario alla Salute, Ferruccio Fazio, ha fatto sapere che intende vaccinare tutti gli italiani: un virus che riguardera’ al massimo qualche centinaio di italiani (un nulla rispetto agli abituali virus stagionali che ci affliggono sempre)… e 60 milioni di persone dovranno essere vaccinate. Quanta grazia… oppure c’e’ qualcosa che non sappiamo o che non ci vogliono dire, con le prime avvisaglie proprio nell’allarme pandemia dell’Oms? Se e’ cosi’ e non ce lo dicono, vuol dire ch e le nostre autorita’ sanitarie sono come minimo incapaci: – credere di fare il bene pubblico non comunicando l’allarme li’ dove invece questo c’e’; – usare l’informazione come sonnifero delle attenzioni di ognuno verso i propri comportamenti a rischio proprio quando, invece, andrebbe fatto il contrario… oltre che sintomo di incapacita’ potrebbe facilmente sfociare in atto da perseguire col codice penale. Oggi, le prime pagine dei giornali e dei notiziari, invece che essere appannaggio del dittatore libico, dovrebbero essere sulle istruzioni in materia e sulla mobilitazione del sistema sanitario.
Sono cosi’ incoscienti le nostre autorita’ e… possibile che nessun media abbia colto la gravita’ di quanto allarmato dall’Oms e raccolto dal sottosegretario alla Salute, si’ da non dargli l’enorme rilievo che occorre? Per ora, queste sono solo supposizioni, a cui ne affianchiamo un’altra che reputiamo piu’ credibile: sempre ieri l’industria farmaceutica svizzera Novartis ha annunciato di aver approntato un vaccino contro il virus A-H1N1, diverse settimane prima di quanto previsto e che sara’ pronto per essere commercializzato in autunno… perfetto, proprio al momento giusto, tempismo impeccabile perchè questo vaccino sia acquistato da tutti i Paesi, Italia in prima fila con le 60 milioni di persone da vaccinare…. e infatti le autorità sanitarie di oltre 30 Paesi hanno già fatto richiesta alla Novartis per ricevere al più presto scorte di questo vaccino. Le Borse europee, in un clima generalmente soporifero, facevano registrare un +1,72% per i titoli Novartis. Non sappiamo se dovremmo essere piu’ felici perche’ il vaccino c’e’ e quindi c’e’ la pandemia, o perche’ la Novartis si arricchira’ ma la pandemia non c’e’. Ma sappiamo che, comunque vada, chi ci rimette sono sempre i cittadini/sudditi. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La proteina che ferma l’H1N1

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2009

I ricercatori francesi, dell’istituto di ricerca pubblica Inserm, hanno dimostrato che una proteina (PAR2), presente in notevoli quantità sulla membrana delle cellule della trachea, può avere un ruolo protettivo importante in caso d’infezione da virus H1N1 nei topi. La PAR2 è anello importante del sistema immunitario, potenzia la produzione di sostanze che neutralizzano il virus bloccandone la proliferazione e, quando il virus influenzale entra in contatto con il sistema respiratorio, avvia una catena di reazioni rapide che coinvolgono numerose proteine. L’equipe di Beatrice Riteau si è concentrata sul ruolo del recettore PAR2, di cui era nota l’attività nella risposta immunitaria, e in particolare, su ciò che accade alle cellule che il virus infetta. Ora, sottolineano i ricercatori, saranno necessari ulteriori studi per verificare l’efficacia e il ruolo protettivo della molecole contro i differenti ceppi di virus influenzali, tra i quali quelli dell’aviaria e diversi tipi di H1N1, compreso quello che ha determinato la nuova influenza.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congo Church launches $144 million programme for AIDS

Posted by fidest press agency su martedì, 19 maggio 2009

The Catholic Church in the Democratic Republic of Congo has pledged to collect funds of US$ 144 million for a three-year HIV and AIDS programme. The funds will be used by Caritas Congo to provide education and prevention, treatment and care, and also work against stigma.  As many as 450,000 people are living with HIV in Congo as of 2007, with as many as 50,000 children infected by the virus.  Conflict in the east of the country in which around 1.5 million people have fled their homes has left women and children vulnerable to rape and AIDS infection. As many as 27,000 sexual assaults were reported in 2006 in South Kivu Province alone and 10-12 percent of women raped are infected with HIV. The three-year programme is a collaborative effort and has been drafted with the participation of 47 dioceses in the country. The widespread network of the Church on a local level in Congo means that it has access to communities which don’t have a solid health infrastructure.  Caritas Congo’s Director Dr Bruno Miteyo presented the programme at a conference of Congo’s bishops in Kinshasa last week. He said that millions of Congolese affected by the pandemic will benefit.  Congo’s Government said at the meeting that faith-based organisations like the Church had a strong role to play and affirmed a joint commitment to tackle the pandemic.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Febbre suina, i dati dell’OMS

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 aprile 2009

Sino ad ora 40 casi sono stati registrati negli Stati Uniti, 26 in Messico, sei in Canada, due in Spagna, due in Gran Bretagna e tre in Nuova Zelanda, gli ultimi due Paesi a riportare dei casi. Solo sette i decessi che si sono  verificati in Messico. Questi i dati della febbre suina sono stati resi noti in una conferenza stampa dal vicedirettore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Keiji Fukuda,. La situazione è in continua evoluzione ed è bene specificare – ha spiegato – che i casi registrati in pazienti di rientro da viaggi nelle zone più colpite non significano che il Paese di arrivo è stato raggiunto dal virus, almeno a livello epidemiologico. Stiamo lavorando a stretto contatto con tutte le autorità dei Paesi coinvolti e per il momento abbiamo deciso di non innalzare l’allerta da 4 a 5″.  Per Fukuda, “il passaggio da 3 a 4 effettuato ieri mostra già la serietà della situazione, che continuiamo a monitorare. Dobbiamo comunque essere preparati all’eventualità di una pandemia, che se si verificasse andrebbe a colpire soprattutto i Paesi poveri. Si passerà all’allerta 5 solo quando il virus sarà trasmesso da uomo a uomo in maniera stabile in più Stati”. La portata definitiva dell’eventuale pandemia è ancora tutta da valutare “Le ipotesi che sono state fatte e che parlano di entità media non possono essere confermate: l’influenza ha un’evoluzione assolutamente imprevedibile”. “La storia – ha evidenziato Fukuda – ci ricorda che le precedenti pandemie sono iniziate tutte con un livello medio, per poi rivelarsi molto gravi. L’ipotesi di una media intensità è la migliore che ci possiamo augurare. Manteniamo un alto stato di allerta e lavoriamo di continuo per monitorare la situazione”.  “Non guardiamo con positività – ha concluso Fukuda – al modo in cui la situazione si sta evolvendo. L’ipotesi di una pandemia non è inevitabile, ma dobbiamo prepararci a questa evenienza”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A Filetto la ‘prima’ del film ”No way”

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2009

locandinaUn film «horror» è stato prodotto, diretto e interpretato da un gruppo di giovani appassionati di Filetto (Chieti). «No Way», la storia di una popolazione colpita da uno strano virus che trasforma le persone in zombie, è stato girato nelle strade, nella scuola, nella farmacia, nei negozi e in altri luoghi del paese. Sarà proiettato domani – domenica 19 aprile – alle ore 22 nella piazza di Filetto, in occasione della festa nazionale dei piccoli Comuni e dell’inaugurazione della Biblioteca comunale (alla quale i cittadini sono stati invitati a donare libri dall’Amministrazione comunale). «No Way» è diretto da Francesco Iezzi con l’aiuto regista Federico D’Amario. La sceneggiatura è di Salvatore Annarumma. Tutti del posto gli attori: Alessandro Iezzi, Francesco Iezzi, Stefania Di Prinzio, Leonardo Iezzi, Nadia D’Alessandro, Salvatore Annarumma, Anisia Annarumma, Federico D’Amario, Gianluca Micozzi, Mattia Marrone, Orlando D’Amario. «Nella storia – spiega il regista, Francesco Iezzi – il Governo invia una spedizione di esperti per contrastare la diffusione del virus, ma il loro elicottero prima di atterrare è abbattuto dalle persone trasformate in zombie. Si salva solo un medico, che riesce ad allearsi con l’unico abitante del posto non contagiato. Insieme cercheranno di liberare la città dall’infezione. Per girare questo cortometraggio, della durata di 40 minuti, ci siamo autofinanziati e abbiamo utilizzato un’attrezzatura amatoriale». Non è il primo lavoro di questo gruppo, che si è dato anche un nome, «Neworld cinema» (http://www.neworldcinema.com): in precedenza era stato realizzato un altro film, «La torre di Satana», oltre a un cortometraggio e a video musicali. Domani sera ci sarà la “prima” di «No Way», atteso con grande curiosità a Filetto. (foto locandina)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva a Roma “Epatite B: il tour”

Posted by fidest press agency su martedì, 14 aprile 2009

Roma dal 18 al 20 aprile un camper in Piazza San Pantaleo. E’ la prima campagna itinerante di informazione sull’epatite B che sta percorrendo l’Italia con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce. L’epatite B è una malattia virale che colpisce il fegato ed è una delle patologie più gravi e più diffuse del mondo. In Italia 700 mila persone hanno l’epatite B cronica. Il virus, 100 volte più contagioso di quello dell’HIV, può essere trasmesso attraverso rapporti sessuali non protetti, scambio o riutilizzo di aghi e siringhe, condivisione di oggetti personali come rasoi o spazzolini da denti, piercing o tatuaggi.  Un camper sosterà per tre giorni nella piazza, dove sarà allestito anche un info point. Sarà distribuito materiale informativo sul fegato, sulle vie di contagio, i comportamenti a rischio e le semplici mosse per gestire al meglio l’epatite B cronica e rallentarne l’evoluzione verso più gravi complicanze. Nello studio medico “mobile” allestito all’interno del camper un medico specialista sarà disponibile per approfondire le informazioni sull’epatite B o per una consulenza sui rischi legati alla patologia, i sintomi e gli esami di laboratorio necessari ad una diagnosi precoce.  L’iniziativa è realizzata in collaborazione con le Società Scientifiche AISF (Associazione Italiana per lo Studio del Fegato), SIGE (Società Italiana di Gastroenterologia), SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) e SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali).

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Save the children

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 marzo 2009

L’HIV/AIDS è una terribile pandemia che sta facendo tantissime vittime anche tra i bambini. Nel 2007, 370 mila minori sotto i 15 anni sono stati infettati dall’HIV e ben il 40% di tutti i nuovi infetti era costituito da giovani nella fascia d’età fra i 15 e i 24 anni;  2 milioni i bambini già colpiti dal virus – il 90% nell’Africa sub sahariana – e 270.000 i bambini morti di AIDS. Tutte queste morti e infezioni sono prevenibili e l’utilizzo corretto e sistematico dei condom ha un ruolo determinante nella riduzione almeno delle infezioni e quindi dei morti a causa del virus. Lo dimostrano in modo incontrovertibile studi riconosciuti internazionalmente. Questi studi mostrano, per esempio, come il sistematico utilizzo del profilattico fra due persone di cui una sia stata infettata,  fa sì che tra di esse i tassi annui di contagio si riducano enormemente . I minori, in particolare – secondo Save the Children, la più grande organizzazione internazionale indipendente per la promozione e difesa dei diritti dei bambini –  hanno il diritto di ricevere informazioni che li aiutino a condurre una vita sessuale sicura e sana e ad evitare il rischio di contagio da HIV e hanno il diritto di poter usufruire di servizi per la salute sessuale e riproduttiva adeguati alla loro età. Il rischio è che, a seguito di informazioni scorrette e fuorvianti sui profilattici, tante persone affette dal virus si astengano dall’utilizzarli mettendo in serio rischio la loro salute e sopravvivenza. Nel 2003 il Comitato Onu sui Diritti dell’infanzia ha chiamato in causa la responsabilità governativa in tema di salute sessuale e riproduttiva dei minori, sostenendo che i governi debbono assicurare ai bambini e agli adolescenti informazioni in materia, compresa la pianificazione familiare e la contraccezione, il pericolo di gravidanze precoci, la prevenzione dell’HIV/AIDS e la prevenzione e il trattamento di malattie sessualmente trasmesse. Save the Children lavora da anni per prevenire la diffusione dell’HIV attraverso l’educazione sessuale e alla salute dei giovani, attraverso adeguati servizi sanitari e programmi che stimolino un cambiamento nei comportamenti e nelle condotte dei ragazzi, sia all’interno delle scuole che fuori, in molti paesi dell’Africa, Asia e America Latina.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »