Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘vitalizio’

Reddito di cittadinanza: Un vitalizio grillino?

Posted by fidest press agency su sabato, 1 dicembre 2018

“I dati rilevati dall’Istat, che registrano come nel terzo trimestre del 2018 il Pil sia diminuito dello 0,1% rispetto al trimestre precedente, non sono incoraggianti. Il segnale è negativo, calano gli investimenti, la produzione economica e i consumi. Ma la vera preoccupazione è legata alle misure della manovra di bilancio che il Governo si appresta a varare, con i 10 miliardi bruciati nel reddito di cittadinanza che non produrrà né ricchezza né crescita. Una misura che rischia di diventare un vero e proprio ‘vitalizio grillino’, visto che la pressione di 5 milioni e mezzo di persone lascia prevedere una proroga. Una misura capestro che rischia di rappresentare il piombo a un’economia continentale in affanno”.E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regione Lazio: vitalizio consiglieri

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 Mag 2010

Dichiarazione di Massimiliano Iervolino membro di giunta di Radicali Italiani “La crisi economica e la situazione allarmante dei conti della sanità del Lazio incidono negativamente sui cittadini e le imprese della nostra Regione. La politica, per non allontanarsi sempre di più dalla gente, deve dare il buon esempio attraverso tagli reali e non annunci spot. Proprio per questo invito la Polverini ad intervenire sui vitalizi dei consiglieri regionali che, ad oggi, ricevono l’assegno mensile a partire dai 55 anni. Potrebbe esser cosa molto utile innalzare l’età e diminuirne l’importo.”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le regole per il vitalizio a cittadini illustri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2010

Via libera, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 dell’8 aprile 2010, al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 febbraio 2010 che concede i benefici economici previsti dalla legge n. 440 del 1985 – la cosiddetta Legge Bacchelli – a quei cittadini che si siano distinti nel mondo della cultura, dell’arte, dello spettacolo e dello sport, ma che versano in situazioni di indigenza. Il nome con cui la legge è nota al pubblico si deve alla prima persona che ne beneficiò nel 1985, lo scrittore Riccardo Baccelli (1891- 1985). Per la gestione della legge è stato istituito, infatti, nel 1985, un fondo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Quanto ai requisiti per ottenere il vitalizio, la legge stabilisce che il Governo può assegnarlo ”ai cittadini italiani, di chiara fama, che abbiano illustrato la patria con i meriti acquisiti nel campo delle scienze, delle lettere, della arti, dell’economia, del lavoro, dello sport e del disimpegno di pubblici uffici o di attività svolte a fini sociali, filantropici e umanitari e che versino in stato di particolare necessità”. L’importo massimo annuo dell’assegno vitalizio, commisurato all’attuale costo della vita, ammonta ad euro 24.000. La concessione dell’assegno straordinario vitalizio è deliberata dal Consiglio dei Ministri ed è attribuita con decreto del Presidente della Repubblica. La concessione dell’assegno può essere revocata nel caso in cui vengano meno i requisiti.  Dossier “Assegno vitalizio straordinario”

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prestito Vitalizio Ipotecario

Posted by fidest press agency su sabato, 5 dicembre 2009

È stato siglato a Perugia l’Accordo Nazionale tra la Gem Consulting e la Euvis S.p.a.La partnership riguarda l’erogazione di finanziamenti a lungo termine, assistiti da ipoteche di primo grado su immobili residenziali, destinati ai proprietari di abitazioni che abbiano compiuto i 65 anni di età.   Questo strumento finanziario innovativo permetterà al cittadino over 65 di risolvere molti “problemi di liquidità” delegando al valore della propria abitazione il compito di rimborsare il prestito.  Nel corso degli anni – dice il Prof. Marco Monetini – il valore di mercato dell’abitazione probabilmente aumenterà e consentirà agli eredi di conservare una parte rilevante del suo valore, una volta rimborsato il finanziamento.  I proprietari di un immobile, quindi, potranno ottenere un prestito proporzionale al valore dello stesso e alla propria età, mettendo a garanzia l’immobile stesso con l’ipoteca.  Cosa che pochi sanno è che questo prestito è meno oneroso rispetto alle altre principali forme di credito personale e non prevede alcuna rata mensile: il rimborso verrà effettuato alla scomparsa del mutuatario. La sottoscrizione del finanziamento – come afferma l’Area Manager di EUVIS Francesco De Simone – dovrà essere una decisione condivisa da tutta la famiglia. Successivamente alla dipartita del cliente, infatti, gli eredi dovranno decidere se estinguere il debito e riscattare l’immobile oppure venderlo privatamente, rinfondere il dovuto e trattenere la differenza. Gli over 65 potranno monetizzare una parte del valore bloccato nell’abitazione per soddisfare ogni loro esigenza ed investire una eventuale eccedenza della somma in attività a basso profilo di rischio così da rendere veramente minimo il costo del finanziamento.  Questa partnership coniuga l’esperienza di EUVIS, specializzata nello sviluppo di soluzioni finanziarie per la terza età, a quella di GEM orientata alla fornitura di servizi consulenziali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Riduciamo i privilegi per aumentare i diritti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 marzo 2009

Regione Lazio: “La proposta avanzata da Ivano Peduzzi per ridurre i privilegi economici dei consiglieri regionali è convincente per più di un motivo e la sosterremo con energia”. E’ quanto sostiene il capogruppo del PdCI alla Pisana Maria Antonietta Grosso in riferimento ad una lettera inviata dal capogruppo del PRC a tutti i consiglieri con l’obiettivo di ottenere un sostegno finalizzato ad una proposta di legge che non solo intende ridurre gli stipendi degli eletti ma riordinare tutta la questione intervenendo sull’indennità di carica e dimezzando i costi del vitalizio. “Quasi tutte le forze politiche, parlano di etica morale, di questione morale, di lotta agli sprechi ed ai privilegi ma poi i fatti smentiscono, non raramente, le buone intenzioni, soprattutto quando riguardano le tasche di assessori e consiglieri, sia di maggioranza che di minoranza. Risparmiare soldi e ripartirli in direzione di servizi, diritti, per integrare il fondo cassa integrazione in deroga, per colmare debiti in settori delicati che riguardano la vita dei nostri cittadini è un atto di buon senso che non dovrebbe neppure essere sollecitato ma realizzato senza se e senza ma. E’ recente la nostra battaglia contro famigerate tabelle che distribuivano soldi senza criteri precisi a destra e a manca. A maggior ragione ci convince qualsiasi battaglia – conclude Maria Antonietta Grosso – che vada nella direzione di recuperare risorse per garantire lavoro e tutele per i tanti che oggi stanno pagando in termini pesanti una crisi strutturale che rende il futuro di molte famiglie non certo roseo”.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »