Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘vite umane’

UNICEF sulla situazione in Venezuela

Posted by fidest press agency su martedì, 29 gennaio 2019

“L’UNICEF deplora e condanna la perdita di vite umane, compresa la morte di adolescenti, durante le recenti manifestazioni in Venezuela, ed esprime le sue condoglianze alle loro famiglie.L’UNICEF rinnova il suo appello ai manifestanti e alle forze dell’ordine ad evitare la violenza e a garantire la protezione dei bambini e degli adolescenti ovunque e in ogni momento.Gli adolescenti che secondo le notizie sono stati arrestati dovrebbero essere trattati in linea con la Convenzione sui diritti dell’infanzia – che il Venezuela ha ratificato – per garantire che i loro diritti siano rispettati.L’UNICEF ricorda l’appello del Segretario Generale delle Nazioni Unite a tutti gli attori ad impegnarsi in negoziati politici inclusivi e credibili per affrontare la crisi di lunga data del paese.L’UNICEF continuerà a collaborare con i partner nazionali e la comunità internazionale per proteggere e difendere i diritti dei bambini in Venezuela.”

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

OIM: salvare vite umane deve restare una priorità nella gestione del fenomeno migratorio

Posted by fidest press agency su sabato, 31 marzo 2018

Nelle ultime settimane si sono verificati gravi episodi che hanno coinvolto migranti e operatori del soccorso che hanno avuto gravi conseguenze, fra cui la morte di una donna nigeriana nel dare alla luce il figlio presso l’ospedale S. Anna di Torino. La giovane donna era stata soccorsa da alcuni volontari quasi un mese prima, mentre tentava di raggiungere la Francia con il marito e il figlio minorenne, ed è morta a causa delle complicazioni derivanti dal parto e da un grave linfoma.Un altro gruppo di migranti a Claviere, in Alta Val di Susa (Piemonte), ha avuto enormi difficoltà nel trovare un rifugio in situazioni climatiche particolarmente dure e pericolose, mentre qualche giorno fa un’altra donna, anch’essa incinta, è stata soccorsa in alta quota da una guida alpina che, per averla portata nel più vicino ospedale in Francia, ora rischia di essere incriminata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.Questi avvenimenti hanno avuto luogo proprio nei giorni in cui sono nuovamente divampate accese polemiche sulle imbarcazioni impegnate in attività di ricerca e soccorso in mare, polemiche che corrono il rischio di fare dimenticare come il salvataggio di vite umane debba sempre essere la priorità. Una priorità che resta particolarmente urgente proprio in questi mesi: nonostante il calo degli arrivi registrato al 24 marzo di quest’anno (21.928 arrivi nel 2017, 6161 nello stesso periodo del 2018: – 70%), il numero di morti, anche se diminuito in numeri assoluti (727 nel 2017, 358 nel 2018), è in realtà proporzionalmente aumentato del 75%.L’emergenza umanitaria nel Mediterraneo resta quindi sempre drammaticamente attuale e il rafforzamento delle operazioni di ricerca e soccorso dovrebbe avere la precedenza su qualsiasi altra valutazione politica.Alla luce di questi avvenimenti, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) ritiene necessario ribadire che la salvaguardia della vita umana è prioritaria rispetto a tutte le altre considerazioni afferenti la gestione del fenomeno migratorio e che il soccorso di persone in difficoltà è un principio fondamentale di umanità e solidarietà.Pure nel fondamentale rispetto delle politiche migratorie e delle leggi nazionali e sovranazionali, l’OIM desidera quindi sottolineare come il principio di gestione del fenomeno migratorio debba sempre essere basato sul rispetto dei diritti fondamentali di tutti gli individui, in primo luogo del diritto alla vita e del diritto alla salute.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetti di apprendimento automatico basati sul genoma e salvare vite umane

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

inovaPALO ALTO, Calif. Cloudera, Inc. (NYSE: CLDR), fornitore globale della piattaforma di analisi, gestione dei dati e apprendimento automatico basata sulle più recenti tecnologie open source, annuncia che l’Inova Translational Medicine Institute (ITMI), un importante istituto di ricerca medica mondiale, ha implementato Cloudera Enterprise per analizzare in modo sicuro un’ampia raccolta di dati clinici e genomici in modo rapido e su scala senza precedenti al fine di innovare più velocemente nell’ambito della ricerca della medicina traslazionale.
Come parte del Centro Inova per la Salute Personalizzata (ICPH), il team di scienziati, ricercatori, analisti e collaboratori leader di ITMI utilizza algoritmi di apprendimento automatico su terabyte di informazioni cliniche e genomiche con l’obiettivo di identificare i legami genetici con le malattie. Realizzano scoperte dalle informazioni sui dati e, in collaborazione con il medico curante, sviluppano piani di trattamento personalizzati per i pazienti. Questo approccio è anche conosciuto come medicina di precisione e ha il potere di aiutare i pazienti a vivere più a lungo e ad avere una vita più sana.La genetica svolge un ruolo importante nella maggior parte delle principali cause di morte negli Stati Uniti, tra cui malattie cardiache, cancro e diabete. L’Istituto raccoglie dati clinici da migliaia di pazienti di Inova di oltre 110 Paesi. Il DNA unico di una sola persona contiene sei miliardi di bit di informazioni. La mappatura dei codici DNA degli individui nelle sequenze genomiche aiuta gli scienziati a determinare la causa delle malattie e scoprire le terapie trasformative. Come parte di questo processo, l’ITMI sta assemblando quello che si prevede sarà uno dei più grandi database di sequenze di genomi di tutto il mondo collegato alle informazioni sui pazienti in un sistema sanitario.
La piattaforma di Cloudera ha permesso a ITMI di ottimizzare l’analisi dei dati genomici a fini diagnostici. Questa analisi dei dati genomici consente a uno scienziato di bioinformatica di studiare le correlazioni genomiche di persone con condizioni come l’artrite, le malattie autoimmuni o il cancro. In passato, data l’enorme dimensione di genomi completi, il completamento di questo processo poteva richiedere a ITMI fino a due mesi. Utilizzando Cloudera, ITMI è in grado di eseguire l’analisi end-to-end dei dati in una settimana. Per il futuro ITMI prevede di eseguire queste analisi dei dati in poche ore.Lavorando con Cloudera, ITMI ha creato un’infrastruttura bioinformatica globale per la raccolta di dati dei genomi dell’Istituto – sempre più consistente –contrapposta agli archivi clinici. L’infrastruttura è stata progettata per archiviare ed elaborare questa convergenza di dati biologici, in velocità e in modo scalabile, oggi e anche in futuro.
Considerando che un genoma è pari a più di tre miliardi di coppie di base di DNA, ITMI attualmente tiene traccia di circa 9.000 genomi completi sequenziati, con una previsione di crescere a 15.000 in futuro. Il moderno database analitico di Cloudera, alimentato da Apache Impala (in fase di progettazione), fornisce analisi SQL ad elevate prestazioni per i big data. Con la flessibilità, la scalabilità e la velocità offerta dalla soluzione Cloudera, il team ITMI applica la contemporaneità multiutente e analisi ad alte prestazioni dei dati genomici acquisiti da madri, padri e bambini partecipanti a diversi studi familiari di base. Per esempio, ITMI è stata in grado di sfruttare la sua esperienza nell’analisi clinica e genomica per aiutare a individuare anomalie congenite precedentemente non diagnosticate nei bambini. Si tratta di un processo iterativo che richiede tempo ma, grazie a strumenti come Cloudera, ITMI prevede di accelerare ancora di più il processo di diagnosi per aiutare le famiglie. (foto: inova)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La rivolta di popolo in Iran

Posted by fidest press agency su martedì, 29 dicembre 2009

“Il processo di democratizzazione dell’Iran e la mortificazione dei diritti fondamentali costituisce il più attuale momento di verifica della comunità internazionale di far prevalere principi e diritti sanciti solennemente in tute le convenzioni internazionali. Il Governo italiano  deve svolgere un ruolo attivo e riferire in Parlamento sulle azioni concrete svolte nelle sedi internazionali per far cessare ogni mortificazione di vite umane e diritti fondamentali nel territorio iraniano” lo dichiara in una nota l’on. Leoluca Orlando, portavoce nazionale di Italia dei Valori.“L’Ue si è data per la prima volta un responsabile della politica estera. La vicenda iraniana, riesplosa drammaticamente in coincidenza con l’insediamento del nuovo “ministero degli esteri europeo”, sarà un fondamentale banco di prova: o sarà l’inizio di un ruolo positivo ed attivo o l’ennesimo fallimento di tali prospettive” conclude Orlando.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Insieme per non dimenticare 2 agosto 1980

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 Mag 2009

Bologna 6 Maggio 2009 Ore 12.00 Via Polese,22 Conferenza Stampa “2 Agosto 1980 – 2 Agosto 2009. Sono già passati 29 anni da quel sabato, iniziato come un giorno di festa per le vacanze imminenti e poi trasformatosi in un incubo per la tranquilla città di Bologna e per tutto il nostro Paese: 85 morti e 200 feriti. In tutti questi anni Bologna non ha mai dimenticato e non ha fatto spegnere la fiamma che alimenta il ricordo per mantenere viva la Memoria in tutti noi e per poter raccontare alle nuove generazioni quello che successe quel giorno, quel vile attacco terroristico che sconvolse l’intera Nazione e che, da subito, vide la città di Bologna: “coinvolta in una gara spontanea di solidarietà… prodigandosi con esemplare slancio nelle operazioni di soccorso, contribuendo con la tempestività e l’efficienza a salvare dalla morte numerose vite umane?”come recita la motivazione del conferimento alla città di Bologna della Medaglia d’oro al Valore Civile. Ancora adesso, dopo tanti anni, il nostro Coordinamento con le sue molteplici attività ed iniziative rivolge il suo pensiero alle vittime ed ai loro familiari, ai feriti che ancora portano i segni, non solo nel corpo, ma nel cuore e nell’anima, e a chi sta loro accanto prodigandosi per cercare di alleviare, per quanto è possibile, le loro sofferenze: fisiche, psicologiche, morali e anche materiali, e a chi da quel giorno ha combattuto, e ancora combatte, con tenacia ed onestà, nel tentativo di far luce per trovare la vera e unica verità su questa strage. Certo la nostra attività nel corso degli anni ha avuto alterne fortune e alla guida del coordinamento si sono avvicendate diverse persone, sempre con l’intento di portare a conoscenza del più alto numero di cittadini questi fatti; perché conoscerli direttamente soprattutto da chi ne è stato coinvolto in prima persona può essere di miglior auspicio affinché non accadano più. Le nostre attività in ricordo del 2 agosto 1980 durano praticamente tutto l’anno: il giorno dopo l’anniversario si riparte per la programmazione dell’anno successivo.”

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »