Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘vite’

L’UNHCR chiede all’Australia di intervenire per salvare vite a rischio imminente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 ottobre 2018

Ginevra (Svizzera) L’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) fa appello al governo australiano affinché intervenga oggi stesso con misure urgenti a favore di tutti i rifugiati e richiedenti asilo che si trovano in Papua Nuova Guinea e Nauru. L’UNHCR esprime apprezzamento per gli sforzi di medici, esperti indipendenti, avvocati ed esponenti politici di ogni corrente, volti ad evidenziare il costo umano della “gestione esternalizzata” delle domande e le conseguenze che questa ha comportato nelle ultime settimane. Tale impegno riflette il crescente riconoscimento del rischio imminente e critico al quale sono esposte delle vite umane, nonché la crescente preoccupazione della comunità. Ciononostante, non è stata ancora adottata alcuna misura decisiva.L’evacuazione immediata dei rifugiati e dei richiedenti asilo da Papua Nuova Guinea e Nauru all’Australia non richiede alcun emendamento legislativo. Inoltre, le limitazioni alla libertà di circolazione e qualsiasi trattamento differenziato dei rifugiati non solo non sono necessari, ma sono anche contrari ai principi fondamentali della protezione dei rifugiati [1]. Per prevenire ulteriori morti e danni a uomini, donne e bambini innocenti, si rende necessaria un’azione congiunta e fondata su un chiaro imperativo umanitario.“Ovviamente i bambini sono una priorità, ma sia in Papua Nuova Guinea che a Nauru ci sono molti altri uomini e donne estremamente vulnerabili che non devono essere dimenticati”, ha esortato il rappresentante regionale dell’UNHCR, Thomas Albrecht. “L’Australia ha sia la capacità che la responsabilità di agire oggi stesso per la salvezza di queste vite”.
Trasferire unicamente i bambini e le loro famiglie non rappresenterebbe una soluzione alla difficile situazione nella quale si trovano altre persone con bisogni medici urgenti, molte delle quali erano ancora minori all’epoca del loro invio forzato a Nauru, più di cinque anni fa. Allo stesso modo, la situazione dei rifugiati e dei richiedenti asilo in Papua Nuova Guinea e Nauru è al momento così drammatica che evacuare solo alcune persone accentuerebbe la disperazione e acuirebbe i gravi rischi per la salute mentale delle persone costrette a restare.Già nel 2016 i consulenti medici dell’UNHCR avevano riscontrato che i tassi cumulativi di depressione, ansia e disturbo post traumatico da stress tra la popolazione intervistata in entrambi i paesi superavano l’80%. Da allora, la situazione è in continuo deterioramento.Le condizioni dei rifugiati e dei richiedenti asilo in Papua Nuova Guinea e a Nauru sono completamente diverse da quelle dei cittadini dei due paesi e delle persone che vi sono migrate volontariamente. I bisogni peculiari di persone fuggite da guerre e persecuzioni, trasferite con la forza, detenute e soggette a condizioni spaventose, richiedono un intervento intensivo che, molto semplicemente, non è disponibile a livello locale. Ciò non sminuisce in alcun modo i molteplici sforzi effettuati in buona fede dei governi della Papua Nuova Guinea e di Nauru o il calore e l’ospitalità dimostrati dalla popolazione locale.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vite degli uomini illustri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 luglio 2017

Vite degli uomini illustri(Saggistica Vol. 10) (Italian Edition) Kindle Edition. Sono stato ispirato a scrivere questo libro e a indicarne il titolo, mentre leggevo tra le mie note alcuni nomi che avevo evidenziato per l’importanza che vi annettevo sui temi da me trattati, memore delle mie precedenti letture sulle “Vite Parallele” di Plutarco.
Non ho di certo raggiunto, per numero, le sue cinquanta vite né le mie persone importanti hanno le stesse caratteristiche e modalità di scelta di Plutarco giacché egli accosta un personaggio greco ad uno latino con l’intenzione insieme politica e culturale. Le mie preferenze riguardano, invece, aspetti particolari e mirati per le mie specifiche trattazioni. A questo riguardo il rapporto è informale nel senso che tratto della loro vita solo taluni risvolti e non altri. Non mi sono sottratto, invece, a una riflessione maggiore sui miei personaggi forse influenzato dalla cultura scientifica vissuta da quelli tratteggiati nell’opera di Plutarco. Rilevante, infatti, è stata la sua polemica “contro la concezione stoica di una divinità immanente al mondo, un recupero di Platone alla luce della tradizioni pitagorica, il tentativo di restaurazione della memoria religiosa greca anche attraverso la ripresa di elementi della diretta esperienza religiosa, quali la mantica e la demonologia, spesso in polemica contro le pretese dei razionalisti che Plutarco giudica eccessive.”
Plutarco nacque prima del 50 d. C. Trascorse la maggior parte della propria esistenza nella nativa Cheronea. Secondo Eusebio visse sino al 125 d.C. Fece, tuttavia, importanti viaggi sia in Grecia sia nelle altre zone dell’Impero romano. Ad Atene gli fu conferita la cittadinanza onoraria. Gli furono affidati molti incarichi importanti. Quello, tra gli altri, di sacerdote delfico, che detenne per circa un ventennio, fu il più gradito.
Il tema religioso risentì fortemente dei fermenti mistici dell’epoca associato a quella parte dello “stoicismo aperto ai problemi morali, alla tematica del destino dell’uomo e del suo posto nell’universo, alla considerazione panteistica della natura, resta fondamentalmente una dottrina razionalistica, cui sono estranei i temi più caratteristici del misticismo.” Un tempo che ho richiamato ai fermenti attuali dove, sia pure sotto altre sembianze, affiora la credenza nella trasmigrazione delle anime, la incarnazione come espiazione di una colpa, le pratiche magiche come mezzi di liberazione e salvezza. Vi affiora, altresì, il tema della presenza del male nel mondo. Vi fanno parte integrante schiavitù, sfruttamento, oppressione. All’opposto vi sono gli stoici che vedono nell’universo la realizzazione della provvidenza divina. In questo clima s’innesta sia la cultura giudaica della diaspora sia quella ufficiale greca-romana operata da Filone d’Alessandria (22 a.C.) a cui si deve un commento allegorico della Bibbia. Vi sono, quindi, molti motivi che si riallacciano al filone dei miei scritti, e si richiamano alla primavera Ateniese, nei secoli tra il 400 e il 300 a.C., e che ebbe il suo massimo fulgore al tempo di Pericle.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europe de la défense: parler vrai, agir vite

Posted by fidest press agency su domenica, 15 novembre 2015

Thomas Pellerin-CarlinCette synthèse de Thomas Pellerin-Carlin et Emmett Strickland revient sur les débats qui se sont tenus le 8 octobre 2015, lors de la sixième édition des Ateliers de la Citadelle, organisée par la Mission Lille Eurométropole Défense Sécurité (MLEDS), en partenariat avec l’Institut Jacques Delors, autour du thème « Plus de crises, plus d’Europe de la défense ? ». Cette journée de débat entre experts et praticiens des questions de sécurité a permis d’analyser les nouvelles menaces qui pèsent sur l’Europe et la façon dont la coopération européenne en matière de sécurité peut répondre à ces menaces, au travers ces trois points:
1. Les menaces pour la sécurité européenne;
2. Une intégration européenne pragmatique pour répondre aux menaces;
3. Oser décider, agir dans la durée (foto: Thomas Pellerin-Carlin)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La difesa friulana della vite

Posted by fidest press agency su domenica, 8 gennaio 2012

Colli Orientali del Friuli

Image by candido33 via Flickr

Il modello di difesa integrata della vite, attuato da anni nei Colli Orientali del Friuli – Ramandolo, fa scuola in Europa. Infatti, lunedì 9 gennaio, a Bruxelles, si terrà un incontro tecnico di alto livello sul tema a cui parteciperà pure l’agronomo Giovanni Bigot, coordinatore del gruppo di assistenza tecnica dei Colli Orientali del Friuli – Ramandolo.Il meeting a livello europeo vede coinvolti 5 tra i più importanti Istitui di ricerca del bacino del Mediterraneo (Francia, Italia, Spagna e Portogallo), oltre ad altri 3 partners di Servizi specializzati in viticoltura. Il progetto è coordinato dal professor Vittorio Rossi, docente di patologia vegetale dell’Università Sacro Cuore di Piacenza. Bigot interverrà all’interno del Comitato scientifico e il suo intervento sarà incentrato sulla difesa e la gestione integrata dei patogeni e dei parassiti della vite, a partire proprio dall’esperienza friulana. L’obbiettivo del progetto europeo è quello di riuscire a produrre una serie di misure utili a ridurre l’impatto ambientale dei fitofarmaci, ad accrescere la qualità delle uve e ad aumentare così gli spazi di mercato per il vino. La difesa integrata della vite (che prevede un utilizzo razionale e monitorato dei fitofarmaci), è già prassi consolidata nei Colli Orientali, con molti anni di anticipo rispetto alla norma che la renderà obbligatoria per tutti i viticoltori italiani a partire dal 2014.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola italiana di potatura della vite

Posted by fidest press agency su sabato, 10 dicembre 2011

Italiano: Uva Durella

Image via Wikipedia

Al via fra gennaio e febbraio il terzo anno della Scuola Italiana di potatura della Vite ideata dai Preparatori d’uva, ovvero i due tecnici friulani Marco Simonit e Pierpaolo Sirch che, dopo oltre 20 anni di lavoro sperimentale nei vigneti di tutt’Italia, hanno dato vita a questa singolare e ormai seguitissima scuola nelle grandi regioni del vino della penisola : new entry 2012 sarà il Veneto. Venendo incontro alle molteplici richieste, i corsi saranno 10, organizzati in collaborazione con prestigiose università e istituti di ricerca legati al mondo della vite, interessati al Metodo Simonit&Sirch di potatura ramificata della vite: l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Slow Food in Piemonte, la Fachschule, l’Istituto Sperimentale e l’ Associazione ex alunni di Laimburg in Alto Adige, l’ Istituto Agrario di San Michele all’Adige e la Fondazione Edmund Mach in Trentino, il Dipartimento di viticoltura ed enologia dell’Università di Udine in Friuli Venezia Giulia, il Centro Studi Enzo Morganti a Castelnuovo Berardenga e il Dipartimento di patologia del Corso di laurea di viticoltura ed enologia dell’Università di Firenze in Toscana, l’Istituto Agrario De Sanctis di Avellino in Campania, Centopassi-Libera Terra in Sicilia. Corsi si terranno anche al CIRVE di Conegliano Veneto e in due storiche cantine: Bellavista di Terre Moretti in Franciacorta, in collaborazione con la Facoltà di Agraria dell’Università di Milano, e Bolla del GIV in Veneto in collaborazione con il prof. Maurizio Boselli del Dipartimento di biotecnologie dell’Università di Verona e il prof. Attilio Scienza della Facoltà di agraria dell’Università di Milano. A numero chiuso (massimo 35 partecipanti), aperte a viticoltori e non, le Scuole sono un centro di formazione permanente. Organizzeranno 3 giorni di lezioni invernali, con 20 ore di corso focalizzate su teoria e pratica della potatura ramificata sulle forme di allevamento a spalliera e della tradizione presenti nei vari territori in cui ciascuna di loro si trova. Alla parte teorica si affiancherà quella pratica, in vigneti già potati secondo il Metodo Simonit&Sirch. Nei successivi 2 giorni (12 ore) primaverili si affronterà teoricamente e praticamente la gestione del verde. Il programma si trova sul sito http://www.simonitesirch.it, dove si possono anche fare le iscrizioni online. L’obiettivo della Scuola, in cui viene insegnato il metodo di potatura ramificata della vite messo a punto da Simonit&Sirch ormai adottato da una sessantina di primarie aziende in Italia ed Europa, è quello di recuperare l’antico mestiere del potatore che, come un chirurgo, decide il destino della vite con interventi il più possibile rispettosi della salute della pianta, che permettono di allungarne considerevolmente il ciclo vitale: spesso infatti le viti si ammalano per una dissennata impostazione delle potature che fanno crescere, in misura esponenziale, le infezioni al legno. Il che implica un importante risparmio per le aziende, la riduzione considerevole dei costi in vigna con la diminuzione delle ore di potatura (dal 30 al 50%) e, soprattutto, piante più sane e longeve che danno uve, e quindi vini, di qualità superiore.
“L’interesse suscitato dalla Scuola ha superato ogni nostra aspettativa – commenta Marco Simonit – In questi tre anni vi hanno partecipato vignaioli, studenti, appassionati del verde e ora abbiamo decine di richieste da tutt’Italia. Siamo orgogliosi delle importanti partnership con istituti di ricerca e università che abbiamo instaurato. E lo siamo altrettanto per il fatto di aver contribuito a recuperare un mestiere antichissimo, quello del potatore, e di averlo aperto ai giovani, che vi possono trovare interessanti prospettive di lavoro.”

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come salvare delle vite

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2010

Legnano 6 Novembre dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Via San Domenico, 1 terzo piano si terrà la lezione conclusiva del Progetto Salva con le aziende dell’Altomilanese Sede Confindustria Legnano. Si tratta di una esercitazione in cui gli allievi lavoreranno con degli speciali manichini per mettere in pratica le nozioni teoriche di primo soccorso che hanno appreso durante gli ultimi mesi
Il progetto pilota in Italia (www.progettosalva.it) è stato realizzato dall’Ospedale di Legnano in collaborazione con la Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate, e ha visto l’adesione di Confindustria Legnano Salvare 60mila vite l’anno in Italia è possibile grazie all’educazione al primo soccorso.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vite di bolognesi illustri

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 ottobre 2010

Bologna 27 ottobre 2010 – ore 21.00   Chiesa di Santa Cristina, Piazzetta Morandi lettura scenica di Sebastiano Somma Ideazione e testo di Andrea Maioli Produzione a cura di ProcopeStudio
Vite di bolognesi illustri è un progetto della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna che nasce da un’idea di Andrea Maioli e si inserisce nel più ampio progetto Genus Bononiae – Musei nella Città, un percorso artistico, culturale e museale articolato in edifici del centro storico di Bologna, restaurati e recuperati all’uso pubblico dalla Fondazione stessa.
Obiettivo di Vite di bolognesi illustri è scoprire la vita quotidiana dei protagonisti della storia e della cultura della città, talvolta fra i meno conosciuti dal grande pubblico. Figure che per il loro percorso umano e culturale si innestano con le motivazioni che stanno alla base della filosofia di Genus Bononiae. Diversi attori raccontano la storia di questi personaggi, tracciando al tempo stesso, di volta in volta, il ritratto della città che li vide in azione. Appuntamenti arricchiti da musica e proiezioni per tradurre la realtà storica e artistica in spettacolo.
Sebastiano Somma, attore di teatro, cinema, televisione debutta a sedici anni con la commedia teatrale Miseria e nobiltà di Eduardo Scarpetta; in seguito recita in Napoli milionaria di Eduardo de Filippo e in Sorelle Materassi, dal romanzo omonimo di Aldo Palazzeschi.
La grande popolarità  come attore arriva quando diventa protagonista per tutte le tre edizioni di Sospetti, la serie tv dove interpreta il ruolo del procuratore Luca Bartoli. Nel 2001 è protagonista di Senza confini, altra serie dedicata al commissario Giovanni Palatucci che a Fiume, durante la seconda guerra mondiale, salvò moltissimi ebrei. Nel 2010 è sui palchi dei teatri italiani, assieme a Tosca D’Aquino, con Io, Eduardo De Filippo, spettacolo raffinatissimo sulla la vita e le opere del grande maestro di teatro napoletano.  Nel 2008 debutta alla regia, per il premio giornalistico “Marco Luchetta” 2008, con tre cortometraggi, ambientati a Sarajevo e Mostar, che raccontano in modo molto particolare, l’atrocità delle della guerra in Bosnia-Erzegovina e delle sue vittime.  Durante la stagione teatrale 2010-2011 sarà impegnato in una lunga tournée che toccherà i maggiori teatri italiani con Il giorno della civetta  di Leonardo Sciascia, con la partecipazione Orso Maria Guerrini.  (Sebastiano somma)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vite da salvare ogni anno

Posted by fidest press agency su martedì, 15 giugno 2010

Legnano (Mi) 16 giugno Ore 11.30 Ospedale Civile di Legnano  Aula Magna  Palazzina didattica corso di laurea in Infermieristica Da Legnano il progetto pilota sull’educazione al primo soccorso dopo le scuole è ora la volta delle aziende Intervengono: Carla Dotti – Direttore Generale Azienda Ospedaliera Ospedale Civile di Legnano Danilo Radrizzani – Direttore Unità Operativa Rianimazione dell’ospedale di Legnano  Sergio Morra – Dirigente Medico Unità Operativa Rianimazione ospedale di Legnano Responsabile Automedica sede di Legnano
Patrizia Perrone – Direttore Unità Operativa Neurologia e Stroke Unit ospedale di Legnano
Gianni Seveso – Dirigente Medico Unità Operativa Cardiologia. Responsabile UTIC di Legnano
Andrea Spiriti – Titolare di Neos  Lidio Clementi – Presidente della Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate Azienda Ospedaliera, Regione Lombardia e Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate unite per educare all’emergenza extra ospedaliera con S.A.L.V.A.
Il progetto S.A.L.V.A. -acronimo di Save All Lives Via ABC (Salva tutte le vite con l’ABC) per l’educazione all’emergenza extra ospedaliera arriva nelle aziende. Promosso come progetto pilota dall’Ospedale di Legnano con il sostegno di Regione Lombardia e Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, S.A.L.V.A. è partito due anni fa coinvolgendo gli studenti delle scuole superiori. Nell’ottica di poter formare con elementi di primo soccorso e Basic Life Support (BLS) almeno il 10 per cento della popolazione di riferimento, il progetto si apre adesso alle aziende. S.A.L.V.A. mira così a diventare un “modello” in Italia nella speranza di poter salvare oltre 60mila persone.
I dettagli sul progetto e le novità saranno presentati nella conferenza stampa che è stata convocata per mercoledì 16 giugno, alle 11.30, nell’aula magna all’interno della palazzina del corso di laurea in Infermieristica dell’Ospedale Civile di Legnano (Mi). Ingresso da via Canazza.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giro di vite sul fumo

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 Mag 2010

A breve la Commissione Igiene e Sanità del Senato, in sede deliberante, dovrebbe dare il via libera a un disegno di legge che nei suoi punti chiave prevede: il divieto di vendita di tabacco in tutte le forme ai minori di 18 anni, l’inserimento di una sorta di foglietto illustrativo all’interno dei pacchetti e l’avvio di campagne informative. Il disegno di legge ‘Disposizioni per la tutela della salute e per la prevenzione dei danni derivati dal consumo dei prodotti del tabacco, firmato da Ignazio Marino, senatore Pd e presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sull’efficienza del Servizio sanitario nazionale, era stato presentato il 29 aprile 2008.  “Il primo giorno di questa legislatura”, sottolinea Marino all’Adnkronos Salute. “Sono scaduti i termini per presentare gli emendamenti – spiega il senatore – e attualmente il ddl è in Commissione Sanità, dove sarà votato. Diciamo che – prevede – entro giugno dovrebbe arrivare direttamente alla Camera”. La strada dell’approvazione del ddl non dovrebbe presentare troppi ostacoli. “Questo provvedimento – sottolinea Marino – è voluto da tutti i gruppi politici, di destra e di sinistra. Non a caso il secondo firmatario del testo è Antonio Tomassini, senatore del Pdl e presidente della Commissione sanità del Senato. D’altronde – aggiunge il senatore Pd – un’azione di contrasto al fumo è disperatamente urgente”.  I punti chiave del disegno di legge Marino sono soprattutto tre. “Innanzitutto – spiega il senatore Pd – è previsto l’innalzamento del divieto di vendita ai minori di 18 anni. Al momento il limite è a 16 anni. É inoltre prevista la costituzione di un fondo per la prevenzione e la riduzione dei danni da tabagismo che verrà gestito dal ministero della Salute. Fondo che servirà per finanziare campagne di informazione sui danni da fumo nelle scuole primarie e percorsi di aggiornamento per i medici di famiglia”.   Altro nodo centrale del ddl è la volontà di inserire un bugiardino, un fogliettino come quello che si trova nelle confezioni dei farmaci, all’interno dei pacchetti di sigarette. “Questo perché il consumatore – afferma Marino – deve essere informato sui rischi che corre. E non solo sui più noti, tipo quelli legati al catrame. Nel fumo di sigaretta – precisa il senatore Pd – si sviluppano circa 4 mila sostanze chimiche, di cui 40 cancerogene. E il bugiardino dovrà elencare proprio queste sostanze più pericolose, come ad esempio l’ammoniaca, il mercurio, il cianuro di vinile”. In totale sono stati presentati 74 emendamenti al ddl. Tra questi, tre prevedono l’estensione del divieto di fumo anche nei cortili di scuole, ospedali e università. “L’emendamento presentato dal senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri (Pdl) prevede l’ampliamento della messa al bando in tutta l’area di questi edifici. Anche nelle zone all’aperto. Quello di Michele Saccomanno (Pdl) è sovrapponibile, con l’aggiunta del divieto anche per chi guida”. “C’è poi un emendamento presentato da Felice Belisario (Idv) che – precisa Marino – proibisce anch’esso il fumo in questi spazi, ma predispone ‘aree ad hoc’. Un po’ come gli ‘smoking shelter’ che esistono negli Stati Uniti. Luoghi chiusi dedicati, adibiti ai fumatori”. Marino ribadisce l’urgenza di questo provvedimento, anche alla luce di alcuni dati allarmanti. “Ogni anno in Italia, Paese in cui ci sono 12 milioni di fumatori ,muoiono 85 mila persone a causa del fumo. Questa legge – conclude – è quindi indispensabile”. (fonte farmacista 33)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Torna la vite, torna la vita”

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 ottobre 2009

Pompei 13 ottobre 2009, ore 11 Domus nave Europa (Ingresso Scavi piazza Anfiteatro) L’ inizio della vendemmia 2009 è l’occasione per il Commissario delegato all’area archeologica di Pompei Marcello Fiori di presentare e firmare in diretta  il protocollo d’intesa con l’Assessorato all’Agricoltura della  Regione Campania, nella  cornice della Domus Nave Europa. Un progetto volto alla valorizzazione delle biodiversità e alla promozione della coltura agricola nelle aree demaniali del sito archeologico secondo criteri biologici.  Ai giornalisti e alle scuole primarie presenti alla vendemmia sarà illustrata in  anteprima  la mostra Vinum Nostrum  che si inaugurerà a Firenze nel giugno 2010. Tra le tante anticipazioni anche il nuovo progetto di marketing strategico e culturale legato alla distribuzione del vino Villa Dei Misteri. Interverranno: Marcello Fiori Commissario delegato dell’Area Archeologica di Pompei Gianfranco Nappi Assessore all’Agricoltura della Regione Campania Maria Rosaria Salvatore Soprintendente Archeologo di Napoli e Pompei Antonio De Siena, Soprintendenza Beni Archeologici Basilicata Giovanni Di Pasquale, Museo storia e scienze di Firenze Annamaria Ciarallo, Laboratorio di ricerche applicate SANP

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »