Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘vittoria’

La vittoria di Salvini è un capolavoro politico di Di Maio

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 maggio 2019

“Ci saremo alle prossime elezioni regionali e, in caso di voto anticipato, anche alle Politiche. Questo risultato delle Europee era ampiamente previsto, con il ribaltamento dei rapporti di forza tra Lega e M5S. Tutto questo è frutto anche del capolavoro politico, si fa per dire, di Luigi Di Maio che ha fatto diventare Salvini agli occhi degli italiani un leader politico e fatto perdere consensi a M5S” A dirlo è il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris nel corso di Rebus, l’approfondimento politico settimanale condotto dal direttore editoriale del VG21 Gianni Ambrosino, in onda stasera alle 19,50 e alle 23,30 circa.“Adesso abbiamo una avanzata forte delle destre in Italia. – continua il sindaco – Noi invece continuiamo a lavorare ad una coalizione civica ampia, larga, innovativa che va dalla destra moderata alla sinistra, coinvolgendo il mondo delle professioni e l’associazionismo. Tra giugno e luglio avvieremo consultazioni anche con Pd e con M5S. Noi potremmo essere l’alternativa ed è chiaro che il nostro primo interlocutore è M5S. Vediamo cosa emerge e poi da settembre tireremo le somme. Estate: abbiamo approvato il rendiconto di bilancio e ora utilizzeremo una serie di fondi per opere pubbliche. Siamo alla vigilia di una estate piena di importanti avvenimenti per Napoli con la visita del Santo Padre, le Universiadi, ma anche iniziative culturali e sociali. Per quanto riguarda la raccolta rifiuti l’abbiamo potenziata e facciamo appello ai napoletani affinché rispettino orari di depositi dei rifiuti per avere una città sempre più bella e decorosa” (fonte: vg21 Canale 21)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Precari della ricerca: una vittoria storica

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 febbraio 2019

Il 18 febbraio il Tribunale amministrativo ha accolto il ricorso presentato da una ricercatrice precaria dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) nostra iscritta, che era stata esclusa dalla procedura di stabilizzazione di 76 unità di personale adottata dall’ente. Una vittoria storica che apre uno scenario, inedito finora, per tutti i dipendenti precari che lavorano a tempo determinato nelle Pa tramite contratti a progetto o assegni di ricerca.«Le Pubbliche amministrazioni – spiega Marco Tavernese, legale della ricorrente e dei Cobas – di norma emanano bandi per la stabilizzazione dei precari che prevedono, come condizione principale, l’aver lavorato alle proprie dipendenze con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato per almeno tre anni, escludendo di fatto gli altri precari assunti con tipologie contrattuali di lavoro flessibile quali i contratti di collaborazione coordinata e continuativa e gli assegni di ricerca».«La riforma Madia – prosegue Tavernese – è stata sempre interpretata in modo restrittivo da tutti gli enti pubblici i quali hanno escluso, dall’anzianità utile ai fini della stabilizzazione, i periodi di lavoro espletati mediante tipologie di rapporti di lavoro flessibile, in tal modo impedendo la stabilizzazione dei titolari degli assegni di ricerca. E’ ciò che ha fatto anche l’Infn impedendo alla mia cliente di essere assunta a tempo indeterminato».«Esprimiamo enorme soddisfazione – dichiara Francesco Iacovone del Cobas nazionale – Il Tribunale amministrativo con questa sentenza ha condannato l’Infn a consentire ad una lavoratrice nostra iscritta, con contratto di ricercatore di III livello, di partecipare alla procedura di stabilizzazione e quindi di essere assunta a tempo indeterminato. Un precedente giurisprudenziale importante che sancisce che l’anzianità di servizio valutabile per l’assunzione a tempo indeterminato è anche quella acquisita tramite gli assegni di ricerca. Un plauso al nostro legale che con il suo prezioso lavoro ci apre strade importanti per la battaglia alla precarietà nel Pubblico Impiego. Adesso passeremo a rivendicare il riconoscimento di tutti i periodi di precarietà nelle cooperative che lavorano in appalto negli enti pubblici, a cominciare da quelle dalla sanità.»

Posted in Diritti/Human rights, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con Asia Bibi la vittoria della libertà religiosa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 gennaio 2019

La conferma dell’assoluzione di Asia Bibi rappresenta una vittoria ed una gioia immensa anche per chi come Aiuto alla Chiesa che Soffre ha seguito questo caso dall’inizio e in ogni tragico sviluppo. È una vittoria del diritto e soprattutto la vittoria di un Pakistan che ha dato prova di non volersi arrendere al fondamentalismo. Un Paese che ha reagito con fermezza alle manifestazioni violente di piazza degli islamisti, assicurando molti estremisti alla giustizia e imponendo risarcimenti per le vittime.È una vittoria di quei 500 imam pachistani che nei giorni scorsi hanno levato la loro voce sottoscrivendo la Dichiarazione di Islamabad contro il fondamentalismo islamico e il terrorismo.L’assoluzione di Asia Bibi è la vittoria della libertà religiosa che chiude un capitolo doloroso della persecuzione anticristiana. Ma purtroppo ve ne sono milioni di altri ancora aperti. E ci auguriamo che quelle stesse persone che oggi esultano per Asia, da domani si impegnino con la stessa tenacia in difesa degli altri cristiani ancora oggi in carcere in Pakistan con la medesima accusa di blasfemia. Secondo i dati della Conferenza episcopale pachistana, sono infatti 187 i nostri fratelli che affrontano condanne, anche alla pena capitale, perché ritenuti, nella quasi totalità dei casi ingiustamente, colpevoli di tale reato.Alla comunità internazionale, il cui ruolo è stato fondamentale in questa vicenda, chiediamo di continuare ad esercitare pressione sulle istituzioni pachistane, affinché si possa finalmente attenuare la portata dell’abuso della cosiddetta legge antiblasfemia. Siamo consapevoli che si tratta di un percorso lungo e difficile, a causa delle forti pressioni da parte dei gruppi islamisti, ma questa sentenza di assoluzione mostra come sia la stessa società pachistana a desiderare un cambiamento in tal senso.Oggi il nostro pensiero va ad Asia, alle sue figlie e a suo marito che abbiamo sostenuto e con i quali siamo stati costantemente in contatto in questi anni. Lo scorso 24 febbraio eravamo presenti quando il Santo Padre ha donato ad Eisham, a Roma per partecipare ad un evento di ACS, un rosario per la sua mamma. Noi siamo convinti che sia stato grazie a quel rosario se Asia ha trovato la forza di affrontare gli ultimi mesi di ingiusta prigionia e queste ultime settimane tra paura e incertezze. E con quello stesso rosario ora pregherà finalmente libera assieme alla sua famiglia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Nuova vittoria Udir

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 settembre 2018

La RTS di Catania ha liquidato ad alcuni dirigenti scolastici rappresentati da Udir le somme decurtate relative al Cir 2015/16, correggendo gli errori commessi sulle trattenute che non tenevano conto dell’aggiornamento degli stipendi stabiliti dal contratto integrativo regionale 2015/2016. Le cifre sono state corrisposte senza la necessità di ricorrere in tribunale, ma a seguito dell’atto di diffida che il giovane sindacato ha inviato in nome e per conto dei suoi iscritti.
Nello specifico, i dirigenti scolastici che hanno inviato la diffida fornita dal giovane sindacato hanno ricevuto dall’Rts di Catania per l’a.s. 2014/2015 circa 11 mila euro al lordo e per l’a.s. 2015/2016 circa 7 mila euro al lordo. Dunque, si tratta di cifre non indifferenti che, creati anche i precedenti, i DS hanno tutto il diritto di esigere.
Sono tanti i riconoscimenti registrati dal sindacato che tutela i diritti dei DS: è la volta di alcuni dirigenti siciliani che hanno ottenuto quanto gli spettava. Giungono quindi buone nuove: le ragionerie territoriali dello Stato cominciano a rimborsare e a riassettare i loro stipendi, grazie alle diffide presentate da Udir. Ma c’è un’altra buona notizia: il tutto sta accadendo senza la necessità di ricorrere in tribunale, ma a seguito dell’atto messo a disposizione dal giovane sindacato contro gli errori commessi sulle trattenute relative al Cir 2015/16 che non tenevano conto degli stipendi aggiornati dei DS di alcune province. In una nota Udir ha già chiarito che in Sicilia, a partire da luglio 2017, sono stati messi in pagamento i contratti regionali relativi agli anni scolastici che vanno dal 2012/2013 al 2015/2016. L’Iter non riguarda tutti i DS, poiché in alcune province le RTS hanno operato correttamente: sono stati aggiornati gli stipendi, applicando i nuovi importi stabiliti dal Contratto integrativo regionale 2015/2016 e di conseguenza sono stati pagati gli arretrati. In altre province, come Agrigento, Catania, Messina, Palermo e Siracusa, le RTS hanno liquidati gli arretrati, ma gli stipendi non sono stati aggiornati, per cui i dirigenti scolastici di queste province vengono pagati oggi con gli importi stabiliti dal CIR 2011/2012.
Infatti, nelle province sopra citate, le RTS hanno liquidato solamente una sorta di una tantum. Ciò è del tutto illegittimo, per quanto attiene alla retribuzione di posizione/quota variabile che è un elemento fisso e continuativo della retribuzione, pagato mensilmente in base al contratto regionale pro-tempore vigente. Perché il CIR oggi vigente, quello relativo all’a.s. 2015/2016, all’art. 6, comma 2, stabilisce testualmente: “I criteri e le modalità di utilizzo del fondo regionale definiti dal presente contratto continuano ad applicarsi fino alla stipula di un nuovo C.I.R., con riserva di conguaglio a credito o a debito.”

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pa: Fp Cgil, grande vittoria a Rsu, primo sindacato nel lavoro pubblico

Posted by fidest press agency su domenica, 22 aprile 2018

“Una grande vittoria per la Fp Cgil alle elezioni Rsu nel pubblico impiego. Tre giorni di voto, con una partecipazione altissima delle lavoratrici e dei lavoratori, che ci consegnano un’enormità di voti e una forte rappresentatività e che, di fatto, scrivono una grande prova di democrazia del lavoro”. Ad affermarlo è la Fp Cgil Nazionale in merito all’esito del voto per il rinnovo delle Rappresentanze sindacali nel pubblico impiego.“Dai dati in nostro possesso – prosegue -, e che superano il 50% dei seggi, siamo stabilmente e di gran lunga il primo sindacato nel mondo del lavoro pubblico che rappresentiamo, quello degli enti locali, delle funzioni centrali e della sanità. Il sindacato confederale si conferma essere ancora una volta centrale: un baluardo di unità del mondo del lavoro contro le spinte corporative che le lavoratrici e i lavoratori hanno, con questo voto, rigettato. Una vittoria importante, quella della Funzione Pubblica Cgil e della Cgil tutta, frutto dell’impegno delle delegate e dei delegati e di tante iniziative nei luoghi di lavoro. Ora con le migliaia di eletti occorre dare impulso alla contrattazione decentrata finalmente riconquistata e lavorare alle piattaforme dei prossimi rinnovi contrattuali”, conclude la Fp Cgil.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni politiche 2018, i bookmaker votano centrodestra: flop Renzi, M5S al secondo posto

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 gennaio 2018

ElezioniLogoI bookmaker scommettono sulla vittoria del centrodestra alle prossime elezioni politiche del 4 marzo: la coalizione di Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, riporta Agipronews, è data vincente a 1,95 da SoftBet24. Secondo posto in lavagna per il Movimento 5 Stelle, che candida a premier Luigi Di Maio e che si gioca a 2,30. Flop per Matteo Renzi e il PD: la coalizione di centrosinistra – che può contare anche sulle formazioni di Emma Bonino e Beatrice Lorenzin e su “Insieme”, la lista di ispirazione ulivista – è solo terza nelle preferenze dei bookmaker, con la vittoria delle elezioni a 2,75. Lontanissima la formazione di Pietro Grasso, Liberi e Uguali, a 75 volte la posta, mentre altre coalizioni si giocano a 250,00. MSC/Agipro.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Nuova Ford Focus si tinge di giallo per celebrare la vittoria del Team Sky al Tour de France

Posted by fidest press agency su domenica, 30 luglio 2017

tour franceColonia, Germania. L’Ovale Blu celebra il successo del Team Sky al Tour de France 2017, dopo aver sostenuto la nota squadra inglese di ciclismo e Chris Froome, protagonista della vittoria, nel raggiungimento dell’ambito traguardo, sugli Champs-Élysées di Parigi.Si tratta della quarta vittoria del Tour de France per Froome e della quinta per il Team Sky. Il compagno di squadra Mikel Landa, ha conquistato, a sua volta, il quarto posto nella classifica generale e il Team Sky ha portato a casa la vittoria come miglior squadra.Per la fase finale della gara, Ford che è fornitore ufficiale di auto e veicoli commerciali della nota squadra inglese di ciclismo, ha vestito la Nuova Ford Focus RS Track Edition, punta di diamante della flotta a supporto, utilizzata sia durante le fasi di gara tour france1sia come mezzo da ricognizione, e la Ford Mondeo Wagon, destinata agli spostamenti dei direttori e dirigenti sportivi, con una speciale livrea di colore giallo. L’intera flotta che supporta il Team Sky, che comprende anche lo Sport Activity Vehicle S-MAX, i SUV, Edge e Kuga, e i veicoli commerciali Tourneo Custom e Transit, indosseranno per l’occasione, stripes gialle in sostituzione delle classiche di colore blu.“Il Tour de France, ancora una volta, ha coinvolto gli appassionati di tutto il mondo e siamo orgogliosi di far parte di questa trionfante squadra. La nostra flotta ha giocato un ruolo fondamentale nell’aiutare Chris Froome e il Team Sky a conquistare un’altra meritata vittoria”, ha commentato Roelant De Waard, Vice President, Marketing, Sales and Service, Ford of Europe.Ford Motor Company e il Team Sky, legati dal 2016, hanno annunciato l’estensione fino a tutto il 2019 dell’importante partnership. (foto: tour france)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Centro-destra: le vittorie che lasciano il segno

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 giugno 2017

gorizia“È ufficiale. Rodolfo Ziberna è il nuovo sindaco di Gorizia”. Lo dichiara l’On. Sandra Savino, parlamentare di Forza Italia e coordinatrice del partito in FVG.”L’immensa soddisfazione – prosegue la parlamentare – e la voglia che tutta la squadra ha di festeggiare si somma alla consapevolezza che uniti si vince, uniti su contenuti concreti e realizzabili, con serietà e preparazione”.”La gente è stufa delle urla, delle promesse vuote, della demagogia. Ed è per questo che premia la nostra coalizione a trazione moderata. Gli italiani sono un popolo di centrodestra e lo stanno dimostrando come il centrodestra dimostra di essere l’unica forza a cui gli italiani vogliono affidare il governo delle amministrazioni locali, delle regioni e del Paese”, conclude Sandra Savino.
pistoiaComunali, Pistoia: “Fratelli d’Italia sconfigge sinistra dopo 70 anni”
“Grazie ad un candidato di Fratelli d’Italia e all’opera di Giorgia Meloni siamo riusciti per la prima volta nel dopoguerra a strappare Pistoia al centrosinistra. Siamo davvero felici di un’affermazione storica: l’arroganza del potere del Partito democratico vacilla e cade ancora una volta nella rossa Toscana. Un risultato straordinario che premia la serietà e le capacità di Alessandro Tomasi e di un gruppo di giovani tenaci e di grande valore, che hanno saputo parlare ai cittadini con chiarezza, soppiantando con i contenuti logiche ideologiche fuori dal tempo. Alessandro Tomasi dimostrerà la qualità della classe dirigente che sappiamo esprimere, stiamo dimostrando di essere pronti nella prossima tornata anche a strappare la Regione al centrosinistra”. E’ quanto afferma il coordinatore dell’esecutivo di Fratelli d’Italia e capogruppo in Consiglio regionale della Toscana Giovanni Donzelli commentando il risultato delle elezioni amministrative.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francia: Serracchiani, vittoria Macron serve a stabilità Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 giugno 2017

macron“La netta affermazione del partito di Macron può essere un importante elemento di stabilità per l’Europa”. Lo afferma la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani commentanto gli exit poll che assegnano una vittoria schiacciante della Republique en Marche alle elezioni in Francia per il rinnovo dell’Assemblea Nazionale.
Per Serracchiani “il rapporto sempre ottimo dell’Italia con la Francia e il suo ruolo nell’ambito dell’Unione europea non possono che venire rafforzati da questa vittoria. Auspichiamo una maggiore attenzione dell’UE alle evoluzioni delle politiche euromediterraneae”.‎ “L’indebolimento della presa dei partiti storici francesi, tra cui quello socialista, e’ un elemento da non trascurare, al pari – ha concluso Serracchiani – dell’astensione molto alta e del brusco stop ai lepenisti”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Referendum: La vittoria del No era preannunciata anche dalle App.

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 dicembre 2016

SmartphoneOgury, piattaforma di mobile data che permette di conoscere l’uso reale dell’intero dispositivo mobile di oltre 300 milioni di utenti nel mondo e 9 milioni di utenti in Italia, ha valutato i download delle app sul referendum, anticipando una possibile vittoria del No. L’applicazione “Costituendum” per il Sì è stata la più scaricata rispetto alle concorrenti “Io voto no” e “Comitato per il no”. Ma la “retention”, ossia per quanto tempo gli utenti hanno tenuto le app sul proprio smartphone, è stata migliore per quelle del No (72% di “Io Voto no” contro il 59% di “Costituendum”). L’app del Sì, infatti, proponeva domande sul referendum come fossero un gioco a punteggi con tanto di classifica finale. Però, una volta finito di giocare, veniva disinstallata. Al contrario, le App per il No erano di tipo più informativo, rivelandosi più utili per il cittadino simpatizzante del No.
“Non siamo esperti di politica” dichiara Francesca Lerario, Managing Director di Ogury Italia. “Ma abbiamo deciso di portare avanti questa analisi per dimostrare la nostra abilità nel capire con precisione ciò che le persone fanno con i propri smartphone. La nostra utenza infatti è ultra profilata” spiega Lerario, “e origina un network all’interno del quale siamo in grado di muoverci con totale precisione per assicurare i migliori risultati in termini sia di advertising, sia, come in questo caso, di ricerche”, conclude Lerario.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Hasta la victoria siempre

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 novembre 2016

fidel-castroCon Fidel Castro è morto l’uomo che ha lottato tutta la vita per la giustizia sociale nel suo paese, pur fra incomprensioni e autoritarismo, ma senza velleitarismi personalistici. Basterebbe prendere in esame alcuni aspetti dell’azione politica e sociale del Leader Maximo per fare un bilancio tra “bene” e “male” per affidare alla Storia il personaggio controverso ma che ha dato al suo paese una delle migliori assistenze sanitarie del mondo, permettendo ai peones di godere di una assistenza sanitaria che molte nazioni cosiddette “civili”, con USA in testa, non hanno. I leaders di tutto il mondo hanno espresso commenti di cordoglio, affidando alla Storia il giudizio finale. Nota fortemente stonata, è stata quella di Trump, neo eletto “uomo più potente del mondo”, che lascia presagire una ripresa delle angherie che la nazione più potente del pianeta ha elaborato contro il piccolo Stato cubano. Obama ha cercato di migliorare i rapporti, aprendo ad una collaborazione che Trump vorrebbe stroncare sul nascere. L’arroganza del potere finirà con il negare diritti per far prevalere le ragioni della forza. Sarebbe auspicabile che il mondo intero intervenisse per contrastare, sul nascere, una rinnovata violenza che inizia con le parole, ma minaccia di passare ai fatti.Donald Trump genererà una cappa di piombo sulle relazioni internazionali, e l’Europa è già nel mirino di questo esemplare di politico arroccato sulla tutela degli interessi delle minoranze che gestiscono il potere economico in tutto il pianeta. Hasta la victoria siempre. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Michael Moore: Cinque cose da fare dopo la vittoria di Trump

Posted by fidest press agency su domenica, 13 novembre 2016

trumpdi Michael Moore, da facebook.com
1. Restituire il Partito Democratico al popolo. Ha fallito miseramente.
2. Licenziare chi ha fatto previsioni sbagliate: esperti, profeti, sondaggisti, chiunque del mondo della comunicazione si sia rifiutato di ascoltare o riconoscere cosa stava realmente accadendo. Quegli stessi parolai ora ci diranno che dobbiamo “superare le divisioni” e “unirci”. Diranno ulteriori balle nei giorni a venire. Spegneteli.
3. Ogni membro democratico del Congresso che oggi non si sia svegliato con la voglia di combattere, resistere e ostacolare come hanno fatto i repubblicani con Obama tutti i giorni degli ultimi otto anni, si faccia da parte e lasci il posto a chi è pronto ad arginare la follia che sta per cominciare.
4. Basta dire che siete “scioccati” e “sconvolti”. Dovreste piuttosto dire che avete vissuto in una bolla e non avete fatto attenzione ai vostri fratelli americani più disperati. Per anni sono stati ignorati da entrambi i partiti, la rabbia e la voglia di vendetta contro il sistema non ha fatto che aumentare. Poi è arrivata la star della tv il cui piano era distruggere i partiti, quindi la vittoria di Trump non è una sorpresa. Trattare Trump come fosse uno scherzo non ha fatto che renderlo più forte. E’ una creatura dei media, ma anche una creazione dei media.
5. Hillary ha vinto il voto popolare, ricordatelo a chiunque incontrate. La maggioranza dei votanti l’ha preferita a Trump. Punto e basta. E’ un dato di fatto. L’unico motivo per cui lui è stato eletto presidente è una folle e arcana idea datata diciottesimo secolo e chiamata Collegio elettorale. Finché non la cambiamo, continueremo ad avere presidenti che non abbiamo eletto e che non vogliamo. Viviamo in un Paese dove la maggioranza è d’accordo sul cambiamento in atto, sulla parità di salario fra uomini e donne, sull’educazione libera da debiti. Una maggioranza di cittadini che non vuole invadere altri paesi, vuole un aumento del salario minimo e un sistema sanitario che funzioni, insomma una maggioranza che ha posizioni “liberali”. Ci manca solo la leadership liberale per realizzare tutto questo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Promotori Qualecentrodestra: leadership Forza Italia viene dopo la vittoria No al Referendum

Posted by fidest press agency su domenica, 13 novembre 2016

firenze“La leadership in Forza Italia e nel centrodestra viene dopo la vittoria del No al Referendum” lo dichiarano in una nota i promotori degli incontri del Capranichetta, “#Qualecentrodestra”: On. Basilio Catanoso, On. Fabrizio Di Stefano, On. Alberto Giorgetti, On. Pietro Laffranco, On. Roberto Occhiuto, On. Paolo Russo e On. Carlo Sarro. “Riteniamo sia troppo importante far vincere il No in questa battaglia referendaria, ed evitare quindi la deriva renziana, per disperdere oggi le forze in polemiche inutili e soprattutto non capite e non condivise dai nostri elettori nei territori. Se giriamo come stiamo girando per le piazze, con incontri e manifestazioni per sentire la nostra gente, non possiamo non aver colto l’apprezzamento che la stessa ci rivolge vedendoci lavorare tutti in maniera unitaria per lo stesso obiettivo. Concentriamoci quindi per l’appuntamento del 4 Dicembre, lasciamo che le forze che domani si riuniscono a Firenze come a Padova tutte contribuiscano a partire dal 5 dicembre a quella grande prospettiva che il presidente Berlusconi ci ha indicato alternativa e liberale. Oggi lavoriamo ventre a terra per far vincere il No. Dal 5 Dicembre in poi torneremo a discutere di altro ed ognuno avrà modo e tempo per dire la propria su come immagina il futuro del centrodestra e di #Qualecentrodestra per l’Italia. Anche noi non ci sottrarremo certo a questa responsabilità”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni USA: clamorosa vittoria dei Repubblicani e di Trump

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 novembre 2016

hillary-clintonDopo Brexit, ecco Donald Trump. Ma non solo, i repubblicani trionfano al Congresso e anche in caso di pareggio tra i grandi elettori, la strada verso la Casa Bianca è ormai spianata per il miliardario newyorchese. Sgomento tra i media liberal e i mercati finanziari di tutto il mondo.La corsa per la Casa Bianca è in dirittura d’arrivo e a vedere il traguardo, contro le previsioni della vigilia, è Donald Trump. Il tycoon ha mantenuto la posizione nelle roccaforti repubblicane, ha vinto il confronto con Hillary Clinton negli swing state – in particolare in Ohio e Florida – ed è persino riuscito a fare propri alcuni Stati che i pronostici assegnavano senza troppi dubbi ai democratici. I seggi si sono appena chiusi (alle 7, ora italiana) in Alaska. Ma nel resto degli Stati lo spoglio è ormai avviato a conclusione. E il quadro che emerge dai risultati è impietoso per Hillary Clinton e il suo staff: dopo otto anni di presidenza Obama, il nuovo inquilino di 1600 Pennsylvania Avenue tornerà ad essere un membro del Great Old Party, seppure decisamente fuori dagli schemi e arrivato al successo nonostante l’ostracismo di una parte del suo stesso partito, si legge su “il Corriere della Sera“. Anche il voto popolare, ovvero il consenso complessivo raccolto su scala nazionale al di là dell’assegnazione dei grandi elettori su base maggioritaria e territoriale, conferma lo stato di grazia di «The Donald»: l’alfiere dei conservatori ha messo insieme il 48,3% delle preferenze, contro il 47,2% della sua contendente. (fonte: Redazione del Secolo d’Italia)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il territorio in rete”, seminario di Windows in Europe su innovazione e fondi comunitari

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 luglio 2016

briefingSi è svolto a Vittoria, nella sede di “Windows in Europe”, il seminario “Il territorio in rete: opportunità di sviluppo”. Il convegno era organizzato da Windows in Europe (associazione per la formazione all’internazionalizzazione ed alla europrogettazione) insieme al
Consorzio Med Europe Export di Palermo (con sede presso Confindustria Palermo), attivo da più di 20 anni. Le imprese siciliane che hanno aderito al Consorzio hanno avviato, grazie alla sua consulenza, numerosi e proficui rapporti commerciali con Stati esteri. A
presentare il seminario è stato Salvo Lupo, presidente di Windows in Europe. “Questo seminario – spiega – si inserisce in un percorso che da tempo abbiamo avviato nel sostegno alle imprese per la internazionalizzazione”. Sono intervenuti: Grazia Clementi, presidente del Consorzio Med Europe Export, che ha presentato le esperienze ventennali del consorzio, Gustavo Corsetti e Annalisa Lorito, anch’essi di Med Europe Export, Dario Tornabene e Francesco Pinelli, dell’assessorato Attività produttive dellaRegione siciliana, Tiziana Lipari, del ministero dello Sviluppo Economico, che opera anche nell’ufficio “Sprint” della Regione siciliana. E’ intervenuto ed ha portato il saluto dell’amministrazione comunale il dirigente del settore Affari generali del comune di Vittoria, Alessandro Basile. Basile ha annunciato che il comune ha istituito la nuova Direzione “Programmazione comunitaria” che opererà nel settore dell’accesso ai fondi europei.
Grazia Clementi, Gustavo Corsetti e Annalisa Lorito hanno illustrato ai presenti le attività del Consorzio Med Europe Export e la situazione attuale per ciò che attiene i rapporti commerciali con vari paesi esteri comunitari ed extracomunitari, sottolineando i punti di forza, gli ostacoli e le opportunità offerte, in maniera diversa, da ciascun paese. Il consorzio promuove incontri d’affari in Italia con operatori stranieri, sostiene la partecipazione a fiere e manifestazioni internazionali e promuove le “missioni incoming” e gli incontri tra imprese siciliane e straniere. Gustavo Corsetti ha parlato delle “Reti d’Impresa”, strumento molto flessibile perché lascia autonomia all’iniziativa imprenditoriale singola, ma permette di trarre utilità dalla possibilità di integrare le diverse competenze. Dario Tornabene ha illustrato i “Distretti produttivi” e le novità del recente decreto
1937 del 28 giugno 2016. Sono state poi spiegate le modalità offerte dalla nuova programmazione comunitaria 2014/20. Al seminario hanno preso parte sette aziende agro-alimentari della Sicilia sud-orientale: Vivaistica Fratelli Gentile, Società agricola Fratelli Speranza, Itasmart srl, Azienda agricola Arancio Giambattista, tutte di Vittoria, Noria srl, di Modica, Azienda agricola Di Gaetano Raimondo, di Niscemi, Azienda Giunta Giovanni, di Rosolini. “L’obiettivo del seminario – spiega Giuseppe Ingallina, di Windows in Europe – è sostenere le aziende siciliane che vogliono investire nell’innovazione e nell’internazionalizzazione. Windows in Europe e Med Europe Export hanno avviato una collaborazione per dar vita a dei progetti comuni, interfacciandosi con la Regione Siciliana. Il nostro scopo è una “globalizzazione attiva e non passiva” che ci permetta di cogliere le opportunità offerte dai nuovi mercati mondiali”. (Francesca Cabibbo) (foto: briefing)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brexit: ‘Chacun pour soi, Dieu pour tous’, cioe’ ‘God save the Queen’. La lotta federalista continua

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 giugno 2016

regina gran bretagnaStamane alle 6,58 ho sentito alla BBC l’annuncio ufficiale della vittoria del Brexit, con un’affluenza di votanti del 72,7% (percentuale sconosciuta in quel Pese per la partecipazione elettorale). Ho fatto un flashback immediato della mia vita e mi sono visto ragazzino, federalista europeo come oggi, nelle varie strade, galere e manifestazioni dell’Europa quando c’era ancora il muro di Berlino, mentre spiegavo l’utilita’ e i vantaggi di una Europa unita e federale che comprendesse proprio tutti i Paesi del continente e non solo, ci aggiungevo anche Turchia, Israele, Marocco e Tunisia… fino a vagheggiare di Stati Uniti del mondo, con una Onu diversa e con piu’ poteri e democrazia. Vagheggiavo per l’appunto. Poi mi e’ venuto un altro pensiero: ore 1,45 del 6 agosto 1945, quando l’aereo Usa Enola Gay sgancio’ su Hiroshima la bomba atomica, e le manifestazioni che avevo fatto in tutti questi anni in tutta Europa e non solo per dire “mai piu’ Hiroshima”.
Quella di stamane non era una bomba che ha fatto subito tante vittime innocenti, ma diamogli tempo. Subito mi ha chiamato un mio amico somalo/italiano che fa il medico tra Firenze e Londra e con cui condivido sempre riflessioni politiche e umane anche al di fuori del contesto europeo: e’ una guerra tra poveri -e’ stato il nostro commento-. Tanta partecipazione perche’ i piu’ demuniti (moltissimi immigrati naturalizzati come sudditi della Regina e provenienti dalle storiche terre del Commonwealth) sono stati convinti che i nuovi immigrati europei (molti dall’ex blocco sovietico) sono una minaccia per loro. Diamogli tempo e capiranno -forse- che il mondo sta andando a “scatafascio” proprio per quel loro tipo di approccio. Ma intanto ci teniamo questa nuova Hiroshima.
In questi giorni saremo travolti e “nauseati” dai commenti dei vittoriosi e degli sconfitti, quindi non mi dilungo piu’ di tanto. Una cosa e’ certa: e’ morta l’Europa degli Jean-Claude Juncker (attuale presidente della Commissione) e dei Martin Schulz (attuale presidente del Parlamento europeo), cioe’ l’Europa del tentennamento e della sostanziale non-democrazia delle sue istituzioni. E forse il Regno Unito -AD (anno domini) 2016- non avra’ piu’ la funzione di quando era un impero che loro credono continui ad esistere continuando a chiamarlo Commonwealth, ma una sorta di Singapore un po’ piu’ grande.
Noi, associazione di consumatori e di utenti, possiamo solo ricordare quel che di buono abbiamo imparato dai britannici, a partire dai diritti degli individui e dei loro poteri economici. Buono che troviamo anche in Usa e in altri Stati anche europei. Diritti che poi, divenuti comunitari, sono il punto di riferimento necessario per non farsi mettere i piedi in testa, e senza i quali noi italiani oggi staremmo peggio. Ma a questi diritti, oggi ne prevalgono altri. E’ la democrazia, bellezza! La stessa che continueremo ad usare, con o senza Regno Unito. Oggi ha prevalso il “chacun pour soi, Dieu pour tous” nella versione “God save the Queen”. A noi non piacciono entrambi. La lotta continua. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Berlusconi e i ribaltoni

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 giugno 2016

meloni«In una intervista su “Il Messaggero”, Alessandra Mussolini, la capolista di Forza Italia alle elezioni amministrative di Roma, dichiara che l’unica missione che le era stata data da Berlusconi era “impedire l’accesso della Meloni al ballottaggio”. “Obiettivo colpito” dichiara fiera di sé, spiegando che nonostante il pessimo risultato di Marchini, di Forza Italia e suo personale, il suo obiettivo, come quello degli altri, non era quello di vincere o essere eletta, ma solo di far perdere la coalizione formata da Meloni e Salvini. È quello che noi abbiamo sostenuto fin dal primo giorno: l’appoggio di Berlusconi a Marchini e a una coalizione senza alcuna possibilità di vittoria, che metteva insieme Alfano e Storace, Casini e Alemanno, poteva spiegarsi solo con la volontà di ostacolare il centro destra e aiutare il PD di Renzi ad arrivare al ballottaggio. Chissà in cambio di quale cortesia. Ora Alessandra Mussolini lo dichiara apertamente mettendo a nudo l’operazione messa in campo a Roma. Sono dispiaciuta soprattutto per gli elettori di centro destra che, in buona fede, hanno seguito le indicazioni di Berlusconi e di Forza Italia, non capendo che qualcuno li stava ingannando e stava utilizzando i loro voti per rafforzare il Governo Renzi Alfano. Sono certa, però, che capita la lezione, non si faranno prendere in giro la prossima volta. P.S.: Chissà se i vari Berlusconi, Matteoli, Gasparri, Brunetta e il resto di Forza Italia reputeranno di dover smentire le parole della loro capolista a Roma…». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
“Siamo stupiti della metamorfosi dell’ex Cavaliere. L’uomo che ha inventato il partito dell’Amore, la tv commerciale, che ha creato un impero fondato sulla legge dell’ottimismo e del ‘sole in tasca’, vederlo ridotto così fa davvero male. Lui, che si è sempre lamentato, giustamente, dei ribaltoni di cui è stato vittima, oggi è il principale artefice del ribaltone ai danni di coloro che lo hanno sempre difeso. Con quale ambizione, quest’uomo, arrivato alla sua età e senza più il ‘sole in tasca’, pretende ancora di essere il federatore del centrodestra? Renzi si è berlusconizzato, ma Berlusconi si è renzizzato: autorottamandosi”. È quanto dichiara la deputata di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Giovanna Petrenga.
“Leggiamo stralunati di un Berlusconi, che ha fatto la storia d’Italia, ridotto a brigare con una che porta indegnamente un cognome che ha fatto la storia d’Italia. Aveva ragione Marx: la storia si ripete due volte, la prima in tragedia, la seconda in farsa”. È quanto ha dichiarato il deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Achille Totaro.
“Grazie Alessandra Mussolini per la schiettezza. Sei stata una delle clave usate da Berlusconi per fermarci, per bloccare la rinascita di Roma, per impedire che con Giorgia Meloni non prendesse piede una leadership finalmente credibile per il centrodestra del terzo millennio, per aiutare Renzi a non soccombere, con l’ennesimo aiutino dopo il patto del Nazareno, la fantastoria di Alfano, la barzelletta di Verdini folgorato sulla via di Matteo. Lo sapevamo già, ma questo ‘tentato omicidio’ toglie a Berlusconi ogni ambizione a federatore del centrodestra perché chi apre ostilità così meschine, offendendo tutti i cittadini della Capitale e tutta la gente disinteressatamente collocata a destra, diventa ‘parte’ e rinuncia a essere sintesi. Non riesco a immaginare come un signore ricco di ottant’anni, due volte capo del governo italiano e alla testa di un impero economico possa diventare così perfido, pur ammettendo che anche la nipote del Duce non fa una bella figura: tentati killer in salsa Badoglio. Ma nella classifica degli impresentabili è nelle retrovie, neanche il gusto del primato del male”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.
“La confessione di Alessandra Mussolini (“La mia missione, per volere di Berlusconi, era quella di fermare Giorgia Meloni”) conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, che l’unico vero obiettivo di Berlusconi era quello di portare al ballottaggio Giachetti del Pd e, quindi, di favorire Renzi. Nessun interesse per Roma, nessun interesse per i romani, ma solo la volontà di salvaguardare i propri di interessi. Le parole di Mussolini provano il tradimento di Berlusconi del centrodestra. Purtroppo, avevamo visto giusto”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vittoria Macrì orgoglio italiani all’estero

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2015

“Il ballottaggio tra due candidati di origine italiana rappresenta un esempio significativo dell’importanza del contributo dei nostri connazionali all’estero”. Così il Sen. Aldo di Biagio (Ap) commentando il risultato dell’elezione del nuovo Presidente dell’Argentina, Mauricio Macrì. Un orgoglio per i tanti emigrati – ha evidenziato – “che vedono simbolicamente in queste elezioni la realizzazione, attraverso le nuove generazioni, dei sacrifici e dei sogni di tanti padri e nonni”. Tanti auguri a Mauricio Macrì – ha concluso il senatore popolare -“con la certezza che darà un contributo significativo e costruttivo al futuro del suo Paese”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Governo: Ennesima fiducia, ennesima vittoria

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 ottobre 2011

No al berlusconismo.

Image via Wikipedia

L’on.le Giuliano Cazzola importante esponente del Pdl non ha dubbi: con il voto di fiducia il governo uscirà per l’ennesima volta vincitore. Non abbiamo dubbi sulla previsione. Credo che anche le opposizioni ne siano convinte. E allora? Il discorso mi sembra diverso da quello strumentale di calcolare la manciata di voti che saranno raccolti per raggiungere il quorum. Credo che persino diversi parlamentari della maggioranza ne siano convinti. Il loro timore è stato ben espresso dalle dichiarazioni del Presidente Berlusconi allorché pone l’accento sul “vuoto” che si verrebbe a determinare dalla sua uscita di campo con un centro-sinistra costruito sull’idea di un’armata Brancaleone. Ma è un discorso a dir poco da cortina fumogena poichè lo ha ben chiarito Casini alludendo al fatto che la richiesta del suo gruppo è incentrata alla ricostruzione del centro-destra con un Berlusconi in panchina e, semmai, con un “armistizio” con le restanti opposizioni. Proposta ragionevole che permetterebbe al Pdl di uscire dal pantano in cui si è immerso sino al collo nel difendere una posizione tanto compromessa. Ma questo discorso varrebbe se il partito fosse autonomo e non padronale. E varrebbe ancora di più se non fosse padronale anche La Lega per la quale qualcuno sussurra sia nella mani dello stesso Berlusconi, mentre Bossi resterebbe solo come “fiduciario”. Ora ci sembra evidente un’altra circostanza. Le opposizioni con questo “chiaro di luna” avrebbero tutto l’interesse che la situazione peggiorasse, mentre i governativi confiderebbero nel recupero di coloro che nel voler vederci chiaro si sono, nel frattempo, appollaiati sull’Aventino e sono per la cronaca circa il 30% dell’elettorato nazionale. Di certo non è poca cosa. Ciò spiega, se non altro, la fatica del governo a varare il disegno di legge per il rilancio dell’economia dovendo superare i veti incrociati delle lobby che operano all’interno della coalizione e che costituiscono una parte importante del suo contenitore elettorale. Tutti vorrebbero imporre dei sacrifici ma a condizione che li facciano gli altri e in questa lotta all’ultimo sangue di certo non usciranno bene le categorie sociali economicamente più deboli: pensionati, famiglie monoreddito, cassa integrati,disoccupati, precari. E’ questo il gioco al massacro che rende incerta e al tempo stesso critica la condizione degli italiani e ne ingessa la prospettiva di un rilancio economico credibile anche di là dei provvedimenti che il governo andrà a delineare tra qualche giorno. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Imola: vittoria stagionale per Kevin Giovesi

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 luglio 2011

Prima vittoria stagionale per il team Lucidi Motors a Imola, teatro del terzo round del Campionato Italiano Formula 3 2011. Nelle prove ufficiali di sabato mattina Kevin Giovesi aveva stabilito l’ottavo miglior tempo (1’42.018) che gli era anche valso la pole position di gara due; nono tempo invece per Victor Guerin (1’42.305), mentre Edward Cheever aveva concluso undicesimo (1’42.629). Nella prima corsa, disputata nel pomeriggio, zona punti per Giovesi, settimo al termine di una prestazione regolare; meno fortunati invece sia Guerin, dodicesimo dopo un’uscita di pista originata da un sorpasso quando era a sua volta in lotta per la settima posizione che Cheever, costretto al ritiro nel giro di formazione a causa di un problema tecnico. In gara due Giovesi ha dominato dal primo all’ultimo giro conquistando a soli diciassette anni la sua prima vittoria in Formula 3. Estremamente positiva anche la prova sia di Cheever e Guerin, rispettivamente settimo e ottavo, in piena zona punti grazie a due belle rimonte. In classifica Giovesi è ora quarto con 42 punti, a 16 lunghezze dal leader; Cheever è ottavo con 32 mentre Guerin è undicesimo con 17. Tra gli esordienti Cheever è quinto a quota 47 e con un gap di 15 punti, mentre Guerin è settimo con 33. Il Campionato Italiano Formula 3 tornerà in pista il prossimo 7 Agosto sul leggendario circuito di Spa-Francorchamps (Belgio). (dwatermarked_thumbnail, team lucidi)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »