Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘vivibilità’

Consumi e vivibilità: Le tre urgenze. Il resto viene dopo

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2016

europa comunitariaFirenze. La complessità della nostra società impone oggi di dover far girare tutto su tre punti: Europa, ambiente, migranti. Certamente la complessità è maggiore, ma i punti di riferimento sono a nostro avviso questi tre, intorno ai quali tutte le politiche, a partire da quelle per i consumatori, devono fare riferimento.
Europa. Dopo la pagliacciata delle scorse settimane sull’accordo UE/Canada (CETA), domenica 30 ottobre e’ finalmente stato siglato l’accordo con il premier canadese Justin Trudeau che e’ venuto a Bruxelles per manifestare il loro diretto e coinvolgente interesse. Il futuro delle nostre economie si basa su accordi di questo tipo, che dovrebbero portare -nella fattispecie- ad abbattere gli ostacoli per gli scambi dal 36 al 3%, portare più ricchezza ed esportare la stessa. Non solo incontri e scambi tra economie delimitate, però, ma economie che si proiettano verso il futuro grazie a queste collaborazioni, per nuove innovazioni economiche, giuridiche ed umane. Questa è l’ambizione del Ceta che e’ riuscito a vincere l’ottusità della regione Vallonia del Belgio che ne ha fatto slittare la firma e che -auspichiamo- non troverà ostacoli nelle future ratifiche che tutti i parlamenti dei singoli Stati comunitari dovranno fare. Già questo meccanismo, che non esclude la levata di scudi di altrettante Vallonie, ce la dice lunga sul farraginoso e bloccante metodo oggi in vigore in Ue per decidere e mettere in pratica politiche di ogni tipo. Ed e’ su questo che l’Italia -che in merito ha tutte le carte in regola essendo uno dei Paesi fondatori ed ispiratori della sovrannazionalità federalista europea- deve fare maggiore pressione, in una prospettiva di Stati Uniti d’Europa.
Ambiente. I fatti tragici di questi giorni del terremoto, sono piu’ che mai il segnale che il nostro Pianeta, anche a partire dal giardino della nostra casa, non puo’ continuare con questo metodo che e’ stato utilizzato fino ad oggi: ci sta portando a viverci male sopra e a distruggere quella biodiversita’ sul cui equilibrio abbiamo stabilito il nostro sistema di vita. Tutto quello che ne e’ responsabile va rimosso, qualunque sia il prezzo da pagare, in denaro, in lavoro e in equilibri conseguenziali. Chi e’ diventato ricco con questi metodi, deve ridimensionarsi, cominciare a donare e farsi prendere tutto il necessario, per distribuirlo ovunque e per impedire che i poveri di oggi e quelli in cosiddetta via di di sviluppo, facciano gli stessi errori. Il ruolo dell’Italia è importante anche se, allo stato dei fatti marginale. Bisogna che questa marginalità venga capovolta, per fa capire che, come lo scioglimento dei ghiacciai al Polo Nord o la sparizione di diverse specie animali in Africa o in Asia o lo stravolgimento ambientale per le conseguenze delle emissioni dei gas ad effetto serra, cosi’ sono anche i nostri terremoti, i nostri vulcani. Il Giappone e la California, per esempio, non possono solo gelosamente essere alfieri della convivenza col terremoto, devono -anche per il loro benessere-spartirla con noi, col centro America, con la Turchia, cioè con tutti coloro che ogni volta che la terra trema, sono vittime della loro arretratezza (sia essa politica-burocratica come in Italia, sia economica come in altre parti del Pianeta). E anche qui, come per la vicenda Ceta, conta solo la disponibilità di ognuno a condividere, semplificare, aiutare.
Migranti. Un presupposto: non c’e’ differenza tra quelli cosiddetti economici e quelli rifugiati da zone di guerra. Sono sempre persone che si muovono, come e’ sempre successo nei secoli passati, per cercare di vivere, creando dal nulla quelle che oggi sono le maggiori potenze -in tutti i sensi- del mondo (tipo Usa e Australia). La migrazione fa parte del DNA dell’essere umano, e tutti gli umani possono e devono organizzarsi per accoglierla, condividerla e trarne valore. In Europa il nostro Paese e’ troppo isolato. Fa bene il nostro capo del governo nazionale a sbattere sempre in faccia le loro responsabilità agli altri partner dell’Ue, ma occorre andare più a fondo con coraggio, determinazione e risolutezza nelle decisioni, anche dolorose, che possono e devono essere prese per evitare il massacro quotidiano a cui stiamo assistendo in questi anni, da Calais al Mediterraneo, dalla frontiere ungheresi ai ripensamenti tedeschi. Non ci sono alternative, se non mortali per noi e per i nostri figli e nipoti, e quindi per il Pianeta. Politiche limitative sono un non-senso, e’ come darsi delle martellate in testa facendo finta di godere delle stesse. Politiche di accoglienza migratoria che devono marciare con alcuni capisaldi fondamentali, primo fra tutti quello del controllo demografico (volontario), con politiche contrarie a quelle che oggi -Italia inclusa- stanno divampando in Europa con premi per fertilità e natalità nazionali.
Questi sono solo degli spunti su cui lavorare. Europa. Ambiente. Migrazioni. Spunti che fanno aumentare e razionalizzare i consumi, perche’ li democratizzino e li rendano potenziali per ognuno. E per coloro che non hanno voglia di vedere oltre il proprio naso, e’ bene ricordargli che il giardino sotto casa che vogliono difendere da quelli che loro considerano intrusi, proprio perche’ fino ad oggi hanno avuto corte vedute, gli sta franando sotto, a Norcia come a Dallas, ad Amatrice come ad Amsterdam o Berlino.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: recupero urbano

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 giugno 2011

Roma «Accolgo con favore la rimodulazione dei fondi di Roma Capitale decisa questa sera dall’Assemblea capitolina. Si tratta di importanti risorse destinate a interventi che presentano una progettazione avanzata, quindi presto fruibili per la cittadinanza, tolte da progetti non immediatamente cantierabili». Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «La delibera migliorerà da una parte la vivibilità di interi quartieri e le condizioni di vita di molti cittadini, come nel caso della viabilità del Piano di Zona di Monte Stallonara e della riqualificazione di un ampio tratto della Via Salaria, e dall’altra permetterà la tutela di gioielli storici di Roma come l’area archeologica del Circo Massimo, la riqualificazione di Piazza Vittorio e delle ville storiche capitoline. Sono opere strategiche per lo sviluppo di Roma Capitale, che potrà proseguire nel recupero delle periferie romane e di tutto il tessuto urbano – conclude ilSindaco – e per questo importante risultato ringrazio l’Assemblea capitolina».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mobilità sostenibile

Posted by fidest press agency su domenica, 12 giugno 2011

Roma. «L’Amministrazione capitolina è particolarmente sensibile al tema della mobilità sostenibile e ha messo in campo una serie di iniziative per ridurre il traffico veicolare privato classico a vantaggio dell’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici ed ecologici. In questo senso è strategica la collaborazione con le aziende: una proficua sinergia tra istituzioni e privati può infatti contribuire ad aumentare sensibilmente il livello di vivibilità di una città così delicata sotto il profilo della viabilità e dei trasporti come Roma. La mobilità sostenibile è un tema centrale per questa Amministrazione e intendiamo portarlo avanti e svilupparlo con forza ed entusiasmo». Lo dichiara Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale, intervenuto alla conferenza stampa di consegna delle vetture elettriche.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Minacce di morte e pallottole in Calabria

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 marzo 2010

“Proiettili inviati, mine vaganti di una situazione che non è più nè comprensibile nè in nessun modo sostenibile per la tenuta di una democrazia che voglia fare della legalità e della sicurezza i capisaldi della propria vivibilità.” – Questo il commento di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, il Sindacato Indipendente di Polizia, in merito alle notizie di minacce inviate a Parlamentari e giudici calabresi. “La solidarietà – dice Maccari – diventa retorica se non si mette in condizione lo Stato di tutelare se stesso attraverso la tutela di quegli uomini e quelle donne che, in maniera pubblica, come l’Onorevole Napoli, o in maniera più silenziosa, come i Magistrati, decidono di dare volti, nomi e cognomi a un’illegalità diffusa, per farla riconoscere, individuare e combattere. Il coraggio della denuncia – conclude il leader del Coisp – non può trovare ostacolo nell’incapacità di dare certezze a chi di quelle denunce si fa portavoce. Certo che l’Onorevole Napoli e i Magistrati calabresi devono continuare la loro opera coraggiosa, ma nessuno deve più morire da eroe, come i tanti Operatori delle Forze di Polizia, ma tutti devono vivere con coraggio, senza voltarsi dall’altra parte, perché gli eroi servono, ma vivi e nella quotidianità”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contribuenti: rinviamo ad ottobre le elezioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 aprile 2009

Le istituzioni, nazionali e regionali, stanno compiendo il proprio lavoro di assistenza e supporto alle popolazioni colpite di l’Aquila e dintorni. Per continuare nell’opera, è necessario rinviare le elezioni ad ottobre. “A giudicare da quanto sta però accadendo- esordisce Donato Fioriti, dirigente nazionale e Direttore per l’Abruzzo di Associazione Contribuenti Italiani “Contribuenti.it”-, dalle continue scosse di terremoto e dalle facili previsioni che permettono di ritenere che ci vorranno sicuramente dei mesi per riportare la situazione ad un minimo di vivibilità, riteniamo si debba pensare al rinvio delle elezioni. Sarebbe anche un modo -aggiunge Fioriti- per evitare passerelle politiche, di maggioranza ed opposizione, nazionali e locali. E’ questo il momento di pensare unicamente alle popolazioni colpite, con tutte le forze possibili e si dovrà farlo per diversi mesi. E’ indispensabile, quindi, – conclude Donato Fioriti – rinviare per lo meno ad ottobre le elezioni. Questo il nostro appello, alle forze politiche di maggioranza ed opposizione, nazionali e locali.”

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza a Roma e risorse finanziarie

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 marzo 2009

“I fondi in bilancio destinati alla sicurezza, dimostrano l’importanza che l’Amministrazione capitolina e il Sindaco Alemanno attribuiscono al ripristino della legalità a Roma. Gli ultimi dati sulla vivibilità della nostra città hanno dimostrato un chiaro calo dei reati. Eventi come quello della scorsa notte dunque, non possono che catturare la nostra massima attenzione, ma le importanti operazioni di sicurezza portate avanti anche nella giornata di oggi dalle forze di Polizia  – ad esempio a piazzale dei Partigiani e gli sgomberi di tre accampamenti abusivi nell’ambito dell’attività di controllo delle aree goleari del Tevere e dell’Aniene e di nodi di scambio – sono la prova tangibile, che smentisce con i fatti le accuse dell’opposizione. Non vi è alcun ‘smobilitamento ‘ della rete dei presidi, bensì un lavoro incessante sul territorio da parte delle Forze dell’Ordine, per garantire sicurezza e legalità. A loro va il nostro pieno sostegno e ringraziamento”. E’ quanto dichiara il presidente della Commissione Sicurezza del Comune di Roma, Fabrizio Santori.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »