Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘vodafone’

AGCom sanziona WindTre e Vodafone

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 marzo 2021

L’Autorità per le Garanzie nelle Telecomunicazioni ha emesso una sanzione di quasi 700mila euro nei confronti di WindTre in seguito all’introduzione di un costo fisso mensile di 4 euro per alcune offerte di linea mobile a consumo. AGCom ha evidenziato come l’applicazione di una sorta di canone non sia una mera modifica contrattuale, come sostenuto dal gestore, bensì costituisca uno stravolgimento sostanziale della natura dell’offerta sottoscritta, configurando di fatto un nuovo contratto. Considerando poi che l’azienda ha anche impedito ai clienti coinvolti il passaggio gratuito ad un altro piano a consumo senza costi fissi, l’Authority, una volta condotti i necessari accertamenti, ha appunto emesso la sanzione. Alla sanzione comminata a WindTre si aggiunge inoltre la multa di 522mila euro emessa nei confronti di Vodafone in relazione alle cosiddette “SIM dormienti”, cioè SIM ricevute diversi anni addietro a titolo gratuito e con piano a consumo, mai utilizzate o inutilizzate anche da 10 anni, i cui titolari hanno però ricevuto, nel periodo compreso tra settembre 2019 e gennaio 2020, inaspettati e ingiustificati addebiti. Analogamente a quanto accaduto per WindTRe, anche Vodafone ha giustificato l’addebito con l’introduzione di un costo fisso sulle tariffe a consumo presentato come semplice modifica contrattuale e allo stesso modo la sanzione è stata comminata proprio perché anche in questo caso l’applicazione del canone configura un nuovo contratto a tutti gli effetti. Pur accogliendo positivamente l’intervento di AGCom su una problematica in passato posta anche da Federconsumatori e in merito alla quale molti consumatori si sono rivolti all’Associazione per informazioni e assistenza, dobbiamo sottolineare ancora una volta le gravissime criticità che ancora affliggono il settore delle telecomunicazioni. Troppo spesso le aziende adottano comportamenti non corretti e poco trasparenti quando non addirittura aggressivi, senza alcun rispetto per i diritti degli utenti. Inoltre le aziende ricorrono con eccessiva facilità alla facoltà di modificare unilateralmente i contratti, senza tuttavia mostrare altrettanta sollecitudine, almeno nella maggior parte dei casi, quando si tratta di fornire ai cittadini informazioni chiare ed esaustive. I consumatori, spesso disorientati, di rado hanno modo e strumenti adeguati a contrastare lo strapotere delle aziende: proprio per questo invochiamo ancora una volta con la massima urgenza la riforma delle Autorità che chiediamo da tempo e che consentirebbe di istituire un sistema di controllo realmente efficace, con tempi decisionali rapidi ed effettivi poteri regolatori e coercitivi assegnati alle Authority.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coronavirus: Vodafone, stop limite Giga per gli studenti

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 marzo 2020

Vodafone eliminerà per un mese il limite di Giga per tutti i giovani clienti studenti. “Bene. Ottima iniziativa che speriamo sia ripresa anche da tutte le altre compagnie telefoniche” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Ora, però, anche il Governo deve fare la sua parte. Pensiamo, ad esempio, a tutte le persone anziane costrette a restare sole in casa, che sentono la necessità di parlare con qualcuno. Per questo abbiamo chiesto, tra le misure a favore delle famiglie che sta preparando l’Esecutivo, anche quella di ridurre, per questo periodo di spostamenti ridotti, l’Iva dal 22 al 4% per tutti i contratti telefonici a consumo, ossia per quelli che non hanno opzioni flat. Si potrebbe anche prevedere l’azzeramento dello scatto alla risposta per le persone più anziane” conclude Dona.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vodafone Egypt recognized as the Best Place To Work in Egypt for 2019

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 dicembre 2019

Vodafone Egypt, part of the British multinational telecommunications conglomerate, has topped the list of the best places to work in Egypt for 2019. The annual prestigious Best Places To Work program recognizes leading employers around the world and provides employers the opportunity to learn more about the engagement and the satisfaction of their employees and honor those who deliver an outstanding work experience, nurture and develop talent throughout all levels of the organization, and which strive to continuously optimize employment practices.  Vodafone Egypt received outstanding scores across several aspects of their workplace such as leadership, learning & development and culture recognizing the company’s commitment to ensure exciting career prospects for their employees, attracting the best talent with outstanding conditions and making continuous efforts to develop their people and open up their opportunities.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antitrust: sanzione di oltre 10 milioni di euro a Wind tre e Vodafone

Posted by fidest press agency su martedì, 10 dicembre 2019

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato sanzioni a Wind Tre e a Vodafone.”Bene, ottima notizia. Le compagnie telefoniche, imperterrite, si ostinano a non essere trasparenti, a omettere tutti i costi legati alle loro offerte, a non chiedere il preventivo consenso del consumatore nei modi dovuti” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Purtroppo il legislatore dovrebbe consentire all’Authority di comminare sanzioni ancora più pesanti, specie per le compagnie telefoniche, considerato quanto sono recidive. Ora attendiamo le sanzioni anche per la vicenda delle bollette da 28 giorni” conclude Dona. (n.r. Anche noi siamo vittime delle politiche adottate da Wind e da Vodafone che ci caricano di costi a nostra insaputa. Possibile che tali atteggiamenti devono restare impuniti? La colpa è anche del legislatore che si lascia “sedurre” da questa tattica del lasciar fare come se si dovesse considerarla il minore dei mali per una politica arrogante e irrispettosa nei riguardi dell’utenza e che lascia la convinzione di essere alla mercé di poteri al di sopra di tutto e che appaiono intoccabili grazie anche al fatto che abbiamo una giustizia farraginosa, lenta e poco propensa a comminare sanzioni esemplari in specie in casi di recidiva.)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Wind 3, Vodafone e Fastweb devono rimborsare il maltolto agli utenti

Posted by fidest press agency su martedì, 16 luglio 2019

La sentenza definitiva del Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso di Wind 3, Vodafone e Fastweb. Le compagnie hanno perso e dovranno quindi rimborsare i giorni erosi con le tariffe 28 giorni agli utenti. “Finalmente è arrivato il giorno che i consumatori aspettavano da due anni. – dichiara Ivo Tarantino, Responsabile delle relazioni esterne Altroconsumo – Il Consiglio di Stato mette fine ai rinvii e ai giochi delle telco: niente più proposte di ristoro al ribasso. È dal 2017 che siamo in prima linea per difendere i consumatori in questa battaglia e la giustizia ha confermato quello che avevamo chiesto e cioè che i rimborsi dei giorni erosi arrivino nella prima bolletta utile. Questa sentenza ci rende particolarmente orgogliosi e sottolinea il ruolo della nostra Organizzazione a tutela e difesa dei consumatori in uno scenario sempre più complesso e in rapido cambiamento. Un tassello che va ad aggiungersi alla nostra battaglia per la trasparenza nel settore delle telecomunicazioni, contro i costi nascosti, le offerte poco chiare e le rimodulazioni selvagge degli operatori. Aggiungiamo che arriverà a giorni la decisione del Consiglio di Stato anche per quanto riguarda il ricorso di TIM che riteniamo sarà dello stesso tenore. La nostra battaglia non finisce qui ma anzi cogliamo l’occasione per chiedere alle compagnie: cosa devono fare coloro che hanno cambiato operatore e che quindi non riceveranno automaticamente il rimborso?”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Bollette tlc 28 giorni: Il rimborso non lo vedremo mai

Posted by fidest press agency su martedì, 26 marzo 2019

Il Consiglio di Stato si pronuncerà almeno il prossimo 21 maggio. Avrebbe dovuto farlo entro il 31 marzo sulla misura cautelare che sospende i rimborsi da parte di Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb per i giorni erosi ai consumatori con il meccanismo della fatturazione a 28 giorni, così come aveva stabilito il Tar a novembre scorso. Motivo: non si conoscono ancora le motivazioni del Tribunale amministrativo regionale del Lazio. Quindi le bollette tlc che avevano trasformato l’anno in 13 mesi dovranno ancora aspettare per eventualmente essere rimborsate. Eventualmente, perché niente è sicuro. Visto anche l’andazzo di questa vicenda, che ha tutte le caratteristiche di beffa per gli utenti. Prevenuti? Non più di tanto.
Ammesso che il Consiglio di Stato decida a favore degli utenti, i rimborsi saranno di importi contenuti per questi ultimi, ma milionari per i gestori. Rimborsi che chissà quali meccanismi (tempi e denaro) verranno inventati per ottenerli…. Quanto se ne perderanno per strada? … Ammesso che il Consiglio di Stato decida pro-utenti….
Intanto i soldi (tantissimi) sono stati incassati dai gestori, che li hanno usati come profitti e come partite di giro per le loro attività e con ritorni molto probabilmente più alti di quanto fossero questi introiti aggiuntivi. E, quand’anche fossero restituiti con gli interessi (legali), per i singoli utenti sarebbe un di più ridicolo. Questo per sottolineare come l’eventuale pronuncia del Consiglio di Stato a favore degli utenti, senza nessuna sanzione (ormai cancellata) sarebbe per i gestori come il FASTIDIO DI UN CAPELLO SU UNA GIACCA: li hanno incassati senza doverli pagare (come dovrebbe fare un comune mortale per un qualunque prestito), li hanno usati, ne hanno tratto profitto, casomai dovessero restituirli sarebbe sicuramente meno di quelli incassati …. operazione che, pur se riconosciuta illecita, avrà dato i suoi frutti. E quindi: avanti con la prossima operazione del genere!! Perché no? Un meccanismo tritacarne per i diritti e per le tasche degli utenti, nonché ben architettato per incassi e utili dei gestori.
Allo stato dei fatti, l’unica arma che esisterebbe per farli pagare per il maltolto e farli desistere da simili progetti futuri, sarebbero multe non di importi fissi come quelli che esistono oggi, ma commisurate percentualmente ai bilanci (non agli utili), multe che non dovrebbero inoltre essere soppresse di fronte alla presunta disponibilità dei gestori di rimettere le cose come dovrebbero essere. Troppo severi? Suvvia, il meccanismo che abbiamo spiegato prima con l’uso di proventi illeciti (a costo zero) per ricavi leciti…. Non è una fantasia matematica di marketing sconclusionato, ma realtà quotidiana!! Perchè, riconosciuti colpevoli, non farglielo pagare? Nel frattempo ci potrebbe anche essere una pronuncia di un’altra Autorità, l’Antitrust, che ha ipotizzato un cartello tra i gestori che si sarebbero messi d’accordo per questo tipo di prestiti a costo zero a danno degli utenti. Vedremo. Ma anche con l’Antitrust si pone il problema degli importi delle multe e della loro potenziale soppressione a fronte degli impegni di redenzione da parte dei gestori.Siamo strani quando diciamo che siamo di fronte ad una beffa a danno di diritti e tasche degli utenti? (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vodafone: individuati 1.130 esuberi, si cercano soluzioni sostenibili

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 marzo 2019

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) Nel piano industriale presentato da Vodafone Italia ai sindacati, secondo quanto apprende Radiocor, sono stati individuati 1.130 esuberi. Il piano è stata presentata oggi ai sindacati nazionali del settore delle telecomunicazioni e al coordinamento delle Rsu. Alla base del piano, secondo quanto si apprende, c’è l’esigenza di far fronte alla trasformazione del mercato delle tlc e al pesante calo dei prezzi che si è avuto in Italia, anche a causa della crescente competizione, soprattutto nel mobile. A seguito degli effetti di questi fattori, il gruppo dunque ha dovuto fare i conti con la contrazione dei margini e del fatturato. Su queste basi, dunque, parte il confronto dell’azienda con il sindacato per arrivare a una riorganizzazione del modello operativo e a una riduzione del perimetro pari a 1130 efficienze, spalmate in tutte le funzioni aziendali. L’obiettivo è quello di arrivare a soluzioni sostenibili e non traumatiche per tutti. Per Riccardo Saccone, segretario nazionale della Slc Cgil, “credo che in forza degli accordi fatti con l’azienda non ci sia spazio per immaginare degli esuberi, siamo disponibili a mettere in piedi programmi di efficientamento, riconversione professionale, abbiamo tutti gli strumenti”. L’importante, dice il sindacalista, è che non si proceda “con atti unilaterali o traumatici”.Il sindacato, cioè, si dice pronto a prender parte “a una ricognizione precisa e a fare tutte le verifiche. Se questo è il tema noi siamo disponibili, in linea con quanto previsto dall’ultimo accordo con l’azienda che scommetteva proprio su un’analisi costante della situazione”. L’azienda, afferma Alessandro Faraoni della Fistel Cisl, “ha dichiarato 1.130 esuberi” ma, allo stesso tempo, “dall’incontro odierno abbiamo appreso la volontà di trovare soluzioni non traumatiche”.Nell’ottica del sindacato, prosegue Faroni, “non ci vanno bene i numeri degli esuberi, che sono importanti. Ora organizzeremo dunque le assemblee con i lavoratori e ci confronteremo con loro per portare le nostre proposte al tavolo con l’azienda”. I prossimi incontri sono previsti per il 20 e il 21 marzo: “per quelle date abbiamo chiesto all’azienda numeri più dettagliati”, aggiunge il sindacalista. (By Maria Luisa Chioda)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vodafone Australia Signs Enterprise Software and Services Agreement With Splunk

Posted by fidest press agency su martedì, 31 ottobre 2017

Sydney, perla australianaSydney. Splunk Inc. (NASDAQ: SPLK), first in delivering “aha” moments from machine data, today announced that Vodafone Australia has entered into a multi-year Enterprise Software and Services Agreement. The agreement enables expansion of the Splunk® platform across the organization to strengthen operations, network visibility and reporting. Vodafone’s investment significantly enhances its ability to investigate and resolve customer-facing and back-end issues, delivering a positive customer experience by providing proactive and predictive insights into customer needs.Utilizing Splunk, Vodafone is able to overcome the often-encountered telecommunication issue of having to navigate multiple separate, often manual legacy tools to correlate and analyze data regarding operations and network performance. Introducing the Splunk platform has enabled Vodafone to automate many processes. Splunk also allows the team to gain insights and act more swiftly to solve issues that may impact a customer experience.Splunk also continues to help with internal system performance improvement including log-on times for customer care agents, speed of credit checks and ensuring mobile number porting performance is at optimal levels.“Splunk is helping us fine-tune our operations as we continue our focus on putting the customer at the heart of all we do,” said Dan Lloyd, chief strategy officer and corporate affairs director, Vodafone Australia. “Splunk’s diagnostics and analytics capabilities also help our internal teams uncover issues that may hinder performance or impact customers to maintain a level of performance we’re proud of.”
“Leading C-suite executives, like those at Vodafone Australia, understand that machine data is a potential gold mine of information. This helps companies to deliver better, more tailored services that make happier customers and ultimately drive stronger revenues,” said Simon Eid, area vice president, ANZ, Splunk. “Vodafone has demonstrated to Australia’s enterprises how machine data can help solve a multitude of business challenges and create opportunities.”“Vodafone’s success story also demonstrates that by listening to machine data, organizations are turning analytics into strategic business insights, which in turn help them gain competitive advantage in a very crowded marketplace.”

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »