Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘voli’

Albastar programma i voli da Trapani Birgi

Posted by fidest press agency su martedì, 9 marzo 2021

Albastar annuncia la programmazione per la stagione IATA Summer 2021, dal 28 marzo al 31 ottobre, in partenza dall’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, con la piena riconferma del network pianificato già dalla scorsa stagione con collegamenti diretti per Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Cuneo, oltre ai collegamenti onerati per Brindisi, Napoli, Parma. Con gli oltre 800 collegamenti diretti proposti da/per Trapani il vettore procede nel consolidamento delle sue attività di linea dalla Sicilia. I voli della stagione Summer 2021 di Albastar al Vincenzo Florio Le rotte della stagione Summer 2021 operate dalla compagnia aerea Albastar, all’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, dal 28 marzo al 31 ottobre sono: Trapani-Parma e viceversa, ogni venerdì e sabato fino al 23 maggio 2021 e 3 frequenze settimanali ogni lunedì giovedì e sabato dal 24 maggio 2021; Trapani-Napoli e viceversa, ogni martedì; Trapani-Brindisi e viceversa, ogni martedì e sabato fino al 22 maggio 2021 e ogni martedì e venerdì dal 23 maggio 2021. Trapani-Roma e viceversa, ogni lunedì, mercoledì, venerdì, domenica, dal 29.03.21; Trapani-Milano Malpensa e viceversa, ogni lunedì, venerdì, domenica, dal 31 maggio 2021; Trapani-Cuneo e viceversa, ogni giovedì e domenica, dal 30.05.21. I voli sono acquistabili sul sito http://www.albastar.es e presso le agenzie di viaggio tradizionali e online. Per informazioni e prenotazioni, il call center risponde al numero +39 095.311503

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il volo dell’Anima. Incontri ravvicinati tra scultura e poesia

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 febbraio 2021

Di Silvana Lazzarino e Dario Nicolella. Due poeti e due artiste per restituire il respiro dell’anima tra visibile e invisibile, memoria e tempo. “Due artiste e due poeti si confrontano per dare vita a un libro in cui l’arte, in senso lato, cerca – con un ‘linguaggio’ diverso – di fornire al mondo uno strumento in più affinché ci si possa avvicinare alla semplice complessità o, se volete, la complessa semplicità della vita”. Queste le parole di Sandro Angelucci, affermato poeta, critico letterario e saggista, nell’introduzione della raccolta poetica “Il volo dell’Anima. Incontri ravvicinati tra scultura e poesia. Alba Gonzales e Rabarama” pubblicata nel 2019 da Apeiron Edizioni e scritta da Silvana Lazzarino e Dario Nicolella.
Silvana Lazzarino, giornalista/pubblicista e poetessa di Roma e Dario Nicolella medico, poeta e scrittore di Napoli, hanno saputo presentare attraverso la forza evocativa del verso poetico un percorso di emozioni in divenire a partire dal fascino suscitato dalle opere delle scultrici Alba Gonzales e Rabarama (nome d’arte di Paola Epifani) note a livello internazionale.
Sia Alba Gonzales, sia Rabarama raccontano il viaggio emozionale legato all’uomo, al suo essere in costante sospensione tra il finito e l’infinito, il bene e il male, ma in modi diversi affrontano l’angoscia e le paure dello stesso individuo, la sua capacità di rinascere e di essere felice.
Rabarama e Alba Gonzales sono diverse, ma con radici che affondano entrambe nelle “regioni dell’Essere” come spiega il poeta, filosofo e saggista Franco Campegiani nella prefazione al libro sottolineando come: ”la prima con una figurazione meditabonda che parla di solitudini e annullamenti dell’ego, di vuoto mentale propedeutico alla rinascita interiore; la seconda con racconti allegorici che svelano i principi elementari, lo statuto segreto del mondo, sospeso tra Essere e Divenire. Dove Rabarama raffigura corpi reali, martoriati ed ustionati, ripiegati su sé stessi alla ricerca di un’oasi interiore, Alba Gonzales rappresenta figure atemporali – e proprio per questo attualissime – nelle cui mani salvifiche è posto il tumultuoso scorrere del tempo.” Se Alba Gonzales ha restituito l’universo femminile con i suoi drammi e smarrimenti, alchimie e fascinazioni, e più in generale le emozioni dell’individuo nel viaggio a riscoprire sè stesso, guardando anche al mito alla storia, Rabarama utilizza per le superfici delle sue sculture simboli di forte impatto visivo ed evocativo, ad intrecciare richiami a filosofie orientali e occidentali volti a suggerire il bisogno di una piena autoconsapevolezza, liberi da quanto appartiene alla predeterminazione. Entrambe descrivono il profondo legame dell’uomo con le sue origini, la natura e l’universo cui poter tornare per rinascere, superando la concezione di temporalità.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

KLM e Delta opereranno voli Covid tested tra Amsterdam e Atlanta

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 dicembre 2020

Amsterdam. A partire dal 15 dicembre 2020, KLM Royal Dutch Airlines e Delta Air Lines opereranno voli Covid tested tra Amsterdam e Atlanta. Le due compagnie aeree partner hanno lavorato con il governo olandese, l’aeroporto di Amsterdam Schiphol e l’aeroporto internazionale di Hartsfield-Jackson di Atlanta per fornire un programma completo di test che consenta ai passeggeri di essere esentati dalla quarantena all’arrivo nei Paesi Bassi“Questo è un passo avanti molto importante. Fino a quando un vaccino approvato non sarà disponibile in tutto il mondo, questo programma di voli Covid tested rappresentano il primo passo verso la ripresa dei viaggi internazionali. Sono grato per la collaborazione costruttiva con i nostri partner Delta Air Lines e Schiphol Group e per il supporto il supporto ricevuto dal governo olandese che ha reso possibile la creazione di un corridoio per viaggi COVID free. Tutte le parti interessate devono lavorare insieme su un approccio sistematico ai test rapidi e integrare questi test nel percorso di viaggio dei passeggeri, in modo che le misure di quarantena possano essere revocate il più rapidamente possibile. Questo è fondamentale per ripristinare la fiducia dei passeggeri e dei governi nei confronti dei viaggi aerei “, ha affermato Pieter Elbers, Presidente e CEO di KLM Royal Dutch Airlines.I voli COVID tested opereranno quattro volte a settimana da Atlanta ad Amsterdam, con Delta e KLM che opereranno due frequenze ciascuna. A bordo saranno accettati solo passeggeri con esito negativo del test. Il test durerà inizialmente tre settimane e, in caso di successo, potrà essere esteso ad altre rotte.I passeggeri potranno scegliere i voli COVID tested quando acquistano i biglietti online oppure optare per altri voli giornalieri alternativi tra Atlanta e Amsterdam operati da Delta o KLM.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

I voli salvavita dell’UNHCR dalla Libia riprendono

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 ottobre 2020

L’UNHCR, l’Agenzia ONU per i Rifugiati, la notte scorsa ha evacuato dalla Libia al Niger un gruppo di 153 rifugiati e richiedenti asilo vulnerabili nell’ambito del Meccanismo di transito di emergenza (ETM).Questo volo charter UNHCR segna la ripresa delle evacuazioni salvavita dalla Libia ponendo fine a una sospensione durata sette mesi. Si era reso necessario sospendere i voli umanitari a marzo, a causa dei rischi per la salute pubblica correlati alla pandemia da coronavirus, che ha portato all’interruzione del traffico aereo in numerosi Paesi. Le persone evacuate ieri erano di nazionalità eritrea, somala, sudanese e sudsudanese. Il gruppo comprendeva 16 famiglie e 15 minori, molti dei quali non accompagnati o separati dai genitori.In un contesto in cui il contagio da COVID-19 è in continuo aumento, con circa 46.000 casi confermati in tutta la Libia, tutti i passeggeri sono risultati negativi ai test diagnostici prima della partenza. Per tutti, inoltre, si sono tenute sessioni di counselling e sensibilizzazione in relazione ai comportamenti da adottare per proteggere la propria salute e condurre una vita sana. Attualmente il gruppo sta osservando un periodo di quarantena di due settimane in Niger e si è sottoposto test ulteriori, in linea con le misure sanitarie per il contenimento della diffusione del coronavirus.La maggior parte degli evacuati viveva nella capitale libica, Tripoli. Praticamente ognuno di loro (97 per cento) è stato trattenuto in stato di detenzione arbitraria in Libia nei centri di Tajoura, Zintan, o Triq al Sikka. Alcuni sono stati detenuti per oltre due anni in condizioni estremamente disperate e sono stati rilasciati recentemente grazie all’attività di advocacy portata avanti dall’UNHCR presso le autorità libiche.Si stima che in Libia attualmente siano oltre 3.400 i migranti e richiedenti asilo trattenuti all’interno di centri detentivi governativi, dove le condizioni sono disperate e molti sono esposti al rischio di subire gravi abusi.La ripresa dei voli di evacuazione assume particolare importanza in questo momento, tenuto conto dell’instabilità della situazione in Libia, della rapida diffusione del coronavirus e dell’impatto sanitario e socioeconomico di quest’ultimo sulle vite dei rifugiati e dei richiedenti asilo, che faticano sempre più a sostentare se stessi e le proprie famiglie.L’UNHCR accoglie con favore il supporto assicurato dalle autorità libiche nell’agevolare le procedure che hanno portato alla realizzazione di questo volo di evacuazione atteso da tempo, nonché al rilascio di altre persone dai centri di detenzione.L’UNHCR continua a svolgere attività di advocacy affinché i governi assicurino un numero più elevato di posti per il reinsediamento e altre soluzioni durature che consentano ai rifugiati e ai richiedenti asilo più vulnerabili di lasciare la Libia.L’UNHCR, infine, si appella nuovamente alle autorità libiche affinché rilascino tutti i richiedenti asilo detenuti e pongano fine alla pratica della detenzione arbitraria. In Libia, L’Alto Commissariato ha registrato la presenza di 45.661 rifugiati e richiedenti asilo.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istruttoria dell’Antitrust sui voli cancellati causa Covid-19

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 ottobre 2020

Si allarga la verifica dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sul comportamento delle compagnie aeree in merito alla cancellazione di voli a causa del Covid-19. Dopo Alitalia e Volotea, l’Antitrust ha avviato quattro procedimenti istruttori, ed altrettanti subprocedimenti cautelari, nei confronti di Blue Panorama, Easyjet, Ryanair e Vueling.“Alla base dell’iniziativa dell’Autorità – sottolineano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici, ed Ivan Marinelli, Presidente di Aeci – ci sono le segnalazioni, sempre più numerose, dei consumatori. Lamentele che riguardano anche altre compagnie, come Alitalia, che si sta distinguendo per una gestione scandalosa dei rimborsi”. Sono le stesse proteste che le due associazioni dei consumatori stanno raccogliendo con la campagna “Voucher? No, grazie!”, avviata per tutelare chi, a fronte della cancellazione di un viaggio, non si è visto riconoscere il rimborso. “Pur essendo programmati per un periodo in cui non erano più in vigore i limiti di circolazione imposti dai provvedimenti governativi – proseguono Giacomelli e Marinelli – le quattro compagnie aeree hanno motivato la cancellazione dei voli con l’emergenza per la pandemia. Blue Panorama, Easyjet, Ryanair e Vueling hanno offerto, in alternativa allo spostamento del volo, soltanto l’erogazione di un voucher anziché il rimborso del prezzo del biglietto già pagato. Non solo. Non hanno nemmeno informato i consumatori sui loro diritti in caso di cancellazione, costringendoli anche a lunghe e costose attese per mettersi in contatto con un servizio di assistenza carente, in quanto difficilmente raggiungibile. Ci auguriamo che le verifiche dell’Antitrust portino ad una dura sanzione nei confronti di queste compagnie aeree, perché il trattamento riservato ai consumatori è inaccettabile”.I consumatori che si sono visti negare il diritto al rimborso per un viaggio, una vacanza o una gita scolastica cancellati a causa della pandemia possono richiedere l’assistenza legale di Codici ed Aeci. Sui siti delle due associazioni (www.codici.org – http://www.euroconsumatori.eu) sono disponibili le indicazioni per aderire alla campagna “Voucher? No, grazie!”

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rimborsi voli cancellati

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 ottobre 2020

In questi mesi abbiamo più volte affrontato la questione dei rimborsi dei voli cancellati dopo il lockdown: alcune compagnie aeree, adducendo all’emergenza sanitaria, hanno annullato le prenotazioni, offrendo ai clienti solo l’emissione del voucher e non la restituzione dell’importo versato nonostante fossero ormai quando decaduti i limiti alla circolazione imposti dai decreti governativi.Le sedi Federconsumatori hanno ricevuto numerose segnalazioni da parte degli utenti coinvolti, che peraltro hanno anche denunciato difficoltà, a volte insormontabili, nell’accesso al servizio di assistenza clienti. Il problema è diventato così rilevante da indurre l’Antitrust ad intervenire: l’AGCM ha infatti avviato quattro procedimenti nei confronti di BluePanorama, Easyjet, Ryanair e Vueling, a cui viene appunto contestato sia il rimborso tramite voucher di cancellazioni che invece avrebbero dovuto essere rimborsate in denaro sia la predisposizione di servizi di assistenza onerosi e carenti.È evidente che alcuni vettori abbiano deliberatamente voluto lucrare su una situazione di grave emergenza sanitaria, quindi è più che fondato e legittimo che l’Authority voglia fare luce su quanto accaduto. Non possono certo essere gli utenti a pagare le conseguenze, certamente pesanti, del momento di difficoltà che l’intero comparto turistico sta attraversando ed è fondamentale che i diritti dei passeggeri vengano garantiti e tutelati. Ci aspettiamo quindi sanzioni severe e provvedimenti inflessibili nei confronti delle compagnie che hanno approfittato della situazione, senza scrupolo alcuno, per meri interessi economici.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enac: in caso di cancellazione volo non voucher ma rimborsi

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 giugno 2020

L’Enac richiama i vettori aerei al rispetto del Regolamento comunitario di tutela dei passeggeri: in caso di cancellazioni di voli per cause non riconducibili all’emergenza Covid-19, la normativa prevede il rimborso del biglietto e non l’erogazione di un voucher.”Giustissimo l’appello dell’Enac: la normativa sui voucher non è più applicabile. E’ evidente, infatti, che tutta la legislazione d’urgenza introdotta dal Governo con il Cura Italia è venuta meno, visto che ora è superata la fase del lockdown e dell’emergenza Covid, che fungevano da presupposto giuridico per la deroga alla normativa europea” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Insomma, aver introdotto i voucher al posto del corrispettivo in denaro, sia per i voli aerei che per i pacchetti turistici, è illegittimo, sia perché in contrasto, rispettivamente, con il Regolamento (CE) n. 261/2004 e la Direttiva (UE) 2015/2302, come evidenziato sia dall’Antitrust che dalla Commissione Ue, sia perché ora è finita la fase emergenziale, visto che dal 3 giugno sono regolarmente ripresi tutti i voli all’interno dell’Unione Europea” prosegue Dona.
“E’ evidente, quindi, che ora le compagnie aeree devono applicare, senza se e senza ma, il Regolamento (CE) n. 261/2004 sia se l’aeroporto di partenza è in un paese membro dell’UE sia se l’aeroporto di arrivo è in un paese dell’UE, qualora il vettore aereo sia comunitario” conclude Dona.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corte Ue su Ryanair, prezzi voli siano trasparenti

Posted by fidest press agency su domenica, 26 aprile 2020

Secondo la Corte di giustizia Ue, che si è pronunciata sul ricorso di Ryanair contro l’Antitrust, le compagnie aeree devono indicare chiaramente, sin dalla pubblicazione delle loro offerte su internet, l’Iva applicata ai voli nazionali e le tariffe per il pagamento con carta di credito.”Finalmente. E’ incredibile che questa vicenda si stia trascinando dal 2011. Una giustizia così lenta equivale ad una negata giustizia” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Fino a che le sanzioni comminate dalle Authority sono inferiori all’illecito guadagno e, anche quando vengono comminate, passano anni prima che la vicenda si possa definitivamente chiudere, è chiaro che i diritti dei consumatori verranno calpestati da chi attua pratiche commerciali scorrette. Basti pensare alla vicenda delle bollette telefoniche da 28 giorni ” prosegue Dona.”Nel caso di Ryanair, poi, se si va sul motore di ricerca dei bollettini settimanali dell’Antitrust, appaiono 28 risultati. Si tratta di una delle aziende di trasporti aerei che ha avuto tra le maggiori sanzioni per le violazioni delle regole di tutela degli utenti e che si è dimostrata fino ad oggi refrattaria a concetti di trasparenza verso i consumatori” conclude Dona.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus: ecco chi non vuole più gli Italiani

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 marzo 2020

Cancellazione dei Voli con effetto immediato e migliaia di passeggeri improvvisamente lasciati a terra. RimborsoalVolo.it, specializzata nell’aiutare i passeggeri aerei, ha cercato di fare chiarezza ed ordine sulla situazione e che cosa davvero spetta ai passeggeri in questi casi. Una delle ultime decisioni di maggiore impatto è arrivata dagli Stati Uniti d’America che hanno portato l’allerta a livello 4 per le aree d’Italia più colpite dal COVID-19. Si tratta del livello più alto che fino a questo momento era stato destinato solo alla Cina e significa “non viaggiare”. Per tutte le altre zone d’Italia gli USA hanno indicato livello di allerta 3: “evitare i viaggi non essenziali”. Ma sono oltre 50 i paesi che hanno preso misure dure nei confronti dei passeggeri Italiani. LA SITUAZIONE A LIVELLO GLOBALE:

blocco voli

LE SCELTE DELLE COMPAGNIE AEREE

compagnie aeree

Fonte: Kathrin Cois Responsabile della Comunicazione | RimborsoalVolo.it

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Necessario una modifica di prenotazione di voli e hotel per evitare penali

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 febbraio 2020

L’emergenza coronavirus si sta ripercuotendo in misura rilevante sulla nostra vita quotidiana, soprattutto in seguito ai casi di infezione rilevati in alcune regioni italiane. Oltre a gravi e immediate conseguenze sulla salute pubblica, si stanno verificando importanti contraccolpi nel settore turistico, anche perché molte persone stanno esprimendo la necessità di annullare o modificare prenotazioni alberghiere e/o biglietti aerei e ferroviari proprio in seguito agli ultimi aggiornamenti sulla questione. A ciò si aggiungono, in seguito al crollo delle prenotazioni, effetti economici negativi nell’intero comparto turistico.Inoltre molti Paesi stanno adottando misure straordinarie di contenimento, negando o condizionando l’accesso ai viaggiatori provenienti dai luoghi in cui siano stati accertati casi conclamati di infezione, Italia compresa.Considerando l’eccezionalità della situazione e l’elevato numero di utenti coinvolti, Federconsumatori ha trasmesso una comunicazione al Ministro Dario Franceschini richiedendo l’adozione di misure straordinarie dirette a tour operator, agenzie di viaggi, compagnie aeree, strutture alberghiere e altri operatori del settore, in modo che i soggetti in questione consentano, la modifica senza penali delle prenotazioni effettuate. L’attuazione di provvedimenti in questo senso appare sempre più urgente, oltretutto a fronte dei numerosissimi cittadini che ci segnalano di aver contattato le strutture di riferimento chiedendo la modifica della prenotazione (es. con lo spostamento del periodo di soggiorno ed il riconoscimento di un voucher per gli importi pagati), ricevendo tuttavia esclusivamente riscontri negativi.La nostra Associazione ha inoltre sottolineato la necessità di un incontro, al fine di illustrare al Ministro le principali criticità e di concordare insieme le misure da adottare. Parallelamente, stiamo procedendo ad inoltrare una richiesta specifica a Trenitalia e Italo perché consentano la modifica dei biglietti per le destinazioni situate nelle cosiddette “zone gialle” o, in alternativa, l’emissione di un voucher sostitutivo dei titoli di viaggio acquistati.I cittadini non possono essere lasciati nell’indeterminatezza, in una situazione tanto eccezionale e critica le decisioni in materia di rimborsi e modifiche delle prenotazioni non possono essere rimesse alla ordinarietà dei comportamenti o alla discrezionalità degli operatori. È quindi necessario con la massima urgenza un intervento istituzionale.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Voli aerei e compagnie in crisi

Posted by fidest press agency su martedì, 18 febbraio 2020

Air Italy in liquidazione e, al momento, sembra intenzionata a comportarsi bene nei confronti dei suoi clienti che avevano già acquistato dei biglietti. Alitalia…. anche se l’informato medio immaginiamo si sia perso per strada nel comprendere lo stato dei fatti… Alitalia è e continua ad essere quella macchina succhia-soldi pubblici che tutti sanno o hanno capito che sia e, come se non bastasse, in periodo di presunta riabilitazione economica (così ci era stato fatto credere da governi e governi che l’hanno foraggiata) ecco che viene fuori uno “scandalo” di spese di rappresentanza (per usare un termine gentile e apparentemente neutro) da capogiro in cui sono coinvolti tutti gli attori dell’operazione di salvataggio. E per questo vettore, se qualche passeggero ha problemi, avere rimborsi anche per loro errori evidentissimi, è una sorta di Odissea. Poi c’è il conto dei passeggeri negli aeroporti italiani (circa 195 milioni nel 2018, dati Enac) delle compagnie italiane (Alitalia, Air Italy, Blu Panorama, Neos, Air Dolomiti, Ernest, Mistral), 28.5 milioni nel 2018 (dati Aviation Industry) che tutte insieme non sono in grado di tener testa ai 37,9 milioni dell’irlandese Ryanair, in un contesto, sempre nazionale, di low cost che rappresentano il 51,3% del traffico. Tutto questo in un mercato internazionale (dati IATA di febbraio) in cui il traffico passeggeri nel 2019, rispetto al 2018, è cresciuto del 4,2%. Insomma, decisamente un settore in crescita, quello del trasporto aereo. Qualunque investitore interessato crediamo che si butterebbe a capofitto in questo ambito. Certo, ci sono gli alti e bassi, come la crisi dei trasporti da/per Cina (e non solo) dovuta al coronavirus. Ma non crediamo di essere superficiali nel credere che si tratti, sempre e solo in termini economici, di “scosse di assestamento” che, passate, verranno dimenticate. Le due maggiori compagnie italiane (Alitalia e Air Italy), invece sono una in liquidazione e l’altra in agonia in attesa del prossimo salasso dalle casse dello Stato. Torna tutto? Certo che no. Eppure in Italia le persone prendono l’aereo e tante compagnie non-italiane (Ryanair per tutte) vanno a gonfie vele. Quelle che vanno male sono quelle che sono controllate da capitali italiani (51% nel caso di Air Italy). Forse perché gli investitori italiani non sono capaci di far fruttare il proprio impegno economico e, magari, mettono i soldi e poi lasciano fare ad altri che, però, non avendo la cloche del comando, devono sottostare alle maggioranza del capitale italiano? Questo è il primo pensiero che ci viene in testa… anche perché non si capisce cosa potrebbe essere altrimenti: quindi solo incapacità manageriale nel muoversi in un mercato altamente concorrenziale e altamente in crescita. Ma da cosa nasce questa incapacità, visto che gli investitori italiani, in altri settori, non sono proprie degli incapaci (valga per tutti quello alimentare)? Non abbiamo risposte pronte in merito. Ma solo dubbi e domande.Dal nostro osservatorio, però, non possiamo non rilevare un certo deficit di attenzione verso il consumatore (Alitalia è il massimo di questo deficit). Air Italy in liquidazione sembra che sia vittima proprio di questo, nonostante le sue aspirazioni di vettore internazionale a prezzi contenuti… ma, per l’appunto, aspirazioni, ché, per esempio, il traffico passeggeri su alcune rotte che Air Italy aveva scelto (Usa ed estremo Oriente) è tutt’altro che in crisi. Deficit che non solo ha portato molti viaggiatori a scegliere altri vettori, ma che è diventato tale per investimenti più attenti agli specifici interessi di bottega che non ai consumatori. Ultimo, e non secondario deficit, l’estremo costo del lavoro che (vettori aerei e non solo) devono sostenere rispetto alla normativa italiana: infatti, se vengono superati da vettori come Ryanair, è anche perché i costi del lavoro presso il vettore irlandese (che applica i parametri della sua isola, comunque Ue) sono più bassi. E’ questo lo stato dell’arte di un Paese in ripresa? (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Virus Cina: principali compagnie aeree sospendono voli

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 gennaio 2020

Dopo la decisione della British Airways di sospendere tutti i voli da per la Cina, sono seguite quelle di altre compagnie come quella dell’American Airlines e della Lufthansa.”Decisione saggia e condivisibile da parte di queste compagnie aeree. Resta da capire, però, come sia possibile che una decisione del genere sia demandata al buon senso di società private e non venga invece presa in modo coordinato da tutte le autorità pubbliche a ciò preposte” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Per fare un esempio, la Farnesia, sul sito http://www.viaggiaresicuri.it, è rimasta ferma all’avviso del 27 gennaio in cui si limita a raccomandare di evitare tutti i viaggi nella provincia dell’Hubei invece che in tutta la Cina” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.L’associazione di consumatori ricorda ai turisti che non vogliono più partire per la Cina, quanto prevede la legge, ossia il Codice del Turismo (Allegato 1 del Decreto Legislativo 23 maggio 2011, n. 79), dopo le modifiche introdotte dal Decreto Legislativo 21 maggio 2018, n. 62, che ha recepito la direttiva (UE) 2015/2302, in vigore dal 1° luglio 2018, e ampliato i diritti dei consumatori.In caso di pacchetto turistico:
a) Art. 41, comma 4: “In caso di circostanze inevitabili e straordinarie verificatesi nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che hanno un’incidenza sostanziale sull’esecuzione del pacchetto o sul trasporto di passeggeri verso la destinazione, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto, prima dell’inizio del pacchetto, senza corrispondere spese di recesso, ed al rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non ha diritto a un indennizzo supplementare”.
b) Art. 41, comma 6: “L’organizzatore procede a tutti i rimborsi prescritti a norma dei commi 4 e 5 (…) senza ingiustificato ritardo e in ogni caso entro quattordici giorni dal recesso. Nei casi di cui ai commi 4 e 5, si determina la risoluzione dei contratti funzionalmente collegati stipulati con terzi”.Per quanto riguarda, invece, i voli aerei:
a) in caso di cancellazione del volo da parte della compagnia, il passeggero ha diritto all’assistenza e ai rimborsi (o riprotezione). Non ha invece diritto alla compensazione pecuniaria, essendo la cancellazione del volo causata da circostanze eccezionali.
In particolare, il passeggero ha diritto di scegliere tra il rimborso entro sette giorni senza penali dell’intero costo del biglietto per la parte del viaggio non effettuata (oppure anche per le parti di viaggio già effettuate, se divenute inutili rispetto al programma di viaggio iniziale e del volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale) o la riprotezione, ossia l’imbarco su di un volo alternativo per la destinazione finale non appena possibile o ad una data successiva a lui più conveniente, a seconda della disponibilità di posti.
b) In caso di rinuncia da parte del passeggero, a fronte di un volo non cancellato, purtroppo non è previsto un rimborso automatico. Vi è, quindi, la necessità, nel caso la compagnia aerea non accolga la richiesta del consumatore, di dover procedere per le vie legali.
Ricordiamo ai consumatori che avessero bisogno di assistenza che è possibile contattare i nostri consulenti attraverso lo sportello dedicato al Turismo (http://www.consumatori.it/sportello-turismo-viaggi/) sul nostro sito http://www.consumatori.it.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caro voli in Sicilia

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 settembre 2019

L’On. Decio Terrana, Coordinatore Regionale dell’UDC Italia in Sicilia, ha oggi trasmesso una nota ufficiale al Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Giuseppe Conte evidenziando il disagio economico-sociale provocato sul territorio siciliano dal “caro voli”, il costo troppo elevato delle tariffe aeree per i cittadini siciliani. La nota è stata altresì inviata anche al nuovo Ministro dell’Infrastruttura e dei Trasporti, Paola De Micheli, al Governatore della Regione Sicilia On. Nello Musumeci, all’Assessore Regionale Infrastrutture in Sicilia, On. Marco Falcone, ed al Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Magistrato Roberto Rustichelli.Con questa nota, l’On.Decio Terrana vuole sollecitare tutte le istituzioni interessate affinchè, ognuna per le proprie competenze, possa attivarsi per attuare le opportune soluzioni che consentano l’abbassamento delle tariffe aeree.
<< Siamo pronti a scendere in piazza per sollecitare atti concreti e soluzioni immediate – comunica il Coordinatore Regionale dell’UDC – sono arrivati nei mesi scorsi i soliti proclami e nessuna soluzione; non possiamo più permetterci che i Cittadini Siciliani vengano così bistrattati e dimenticati dalle istituzioni e dal Governo su temi che richiedono urgenti risoluzioni.>>

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

KLM,Thalys e NS Dutch Railways: partnership per il trasporto ferroviario alternativo ai voli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 settembre 2019

A partire dal 29 marzo 2020, KLM Royal Dutch Airlines sostituirà uno dei collegamenti giornalieri tra Bruxelles e l’aeroporto di Amsterdam Schiphol con posti garantiti a bordo del treno ad alta velocità Thalys. Negli ultimi mesi, KLM, Thalys e NS Dutch Railways hanno sviluppato un piano a lungo termine per ridurre il numero di voli tra Bruxelles e Schiphol. La premessa di base è che la soluzione garantisca la stessa qualità del servizio attualmente assicurato dalla compagnia aerea. Questa operazione fa parte dell’impegno di KLM a sensibilizzare tutti per “volare responsabilmente”, con l’obiettivo di creare un futuro sostenibile per il settore del trasporto aereo. Sostituendo i voli a corto raggio con servizi ferroviari, gli slot che si liberano possono essere utilizzati per voli a lungo raggio. Il servizio ferroviario manterrà il traffico verso l’aeroporto di Schiphol mentre la qualità della rete migliorerà grazie a una più ampia gamma di destinazioni disponibili.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rischio caos voli dal 6 all’11 maggio per e dalla Francia

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 aprile 2019

Lo annuncia oggi la principale sigla sindacale francese dei piloti, ovvero Snpl (Syndicat National des Pilotes de Ligne), in sostegno alle loro richieste rivolte al governo di rivedere la legge sul trasporto aereo e in particolare di bloccare la legge che ridurrebbe il potere di rappresentanza dei sindacati nel settore dei trasporti. Una settimana, dunque, di astensione dal lavoro che interesserebbe tutte le compagnie aeree con sede e base in Francia che giunge dopo gli scioperi che hanno caratterizzato i primi mesi del 2018 e che hanno provocato una serie di difficoltà e forti perdite economiche alla principale compagnia del Paese,Air France. Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” avvisa i passeggeri delle grandi difficoltà che l’eventuale astensione, se confermata, causerà al regolare funzionamento del servizio di trasporto. Prima di mettersi in viaggio è, pertanto, consigliabile controllare lo stato del proprio volo sul sito della compagnia aerea per restare indenni. Lo “Sportello dei Diritti” ricorda che il Regolamento CE n. 261/2004 all’art. 5, comma 3, pone una deroga al principio generale di responsabilità del vettore aereo stabilendo che “il vettore aereo operativo non è tenuto a pagare una compensazione pecuniaria a norma dell’art.7, se può dimostrare che la cancellazione del volo è dovuta a circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso“ e che lo sciopero, in linea di principio, rappresenta una circostanza eccezionale. E’ tuttavia diritto del passeggero ottenere assistenza ed il rimborso del biglietto se non gli viene offerto un volo alternativo o se lo stesso diviene inutile rispetto al suo programma di viaggio iniziale.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il 2019 vedrà più di 2 miliardi di passeggeri a terra in tutto il mondo

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Il 2018 è stato l’anno record delle interruzioni di volo e dei disagi per i viaggi aerei. Sono più di 10 milioni i passeggeri di tutto il mondo che hanno diritto a un risarcimento dopo che l’anno scorso sono rimasti bloccati in aeroporto a seguito di ritardi e cancellazioni. Il 2019 probabilmente non sarà migliore: AirHelp, la più importante società di supporto ai passeggeri che subiscono ritardi o cancellazioni aeree, prevede 33 mila voli con interruzioni ogni giorno in tutto il mondo, previsione che potrebbe portare a disagi per oltre 2 miliardi di passeggeri globali.
Per l’Italia, l’ultimo studio di AirHelp prevede per il 2019 più di 137 mila voli con interruzioni che causeranno disagi a oltre 17 milioni di italiani. Nel 2016, erano quasi 14 milioni i passeggeri italiani coinvolti in interruzioni di volo e ad oggi è aumentato del 21% superando di gran lunga i 16 milioni. Negli ultimi tre anni i voli in ritardo o cancellati hanno subito un incremento del 20%.“L’incertezza della Brexit, gli scioperi annunciati dalle compagnie aeree, la carenza di piloti e il crescente fenomeno dell’overtourism saranno le principali cause che influenzeranno il traffico aereo di quest’anno” afferma Roberta Fichera, portavoce di AirHelp. “Ci aspettiamo potenziali risarcimenti per oltre 11 milioni di passeggeri ai sensi del regolamento europeo CE 261 e per questo motivo chiediamo a tutti i passeggeri di viaggiare consapevolmente, conoscendo i loro diritti e rivendicando ciò che gli spetta”.
La carenza dei piloti e della capacità aeroportuale nel gestire il traffico aereo sono i due fattori che influenzano maggiormente le interruzioni di volo. L’International Air Transport Association (IATA) riferisce che il 48% dei professionisti delle risorse umane dell’industria aerea sta lottando per trovare nuovi piloti, sia per la mancanza di candidati, sia per le crescenti richieste di stipendio. Per i prossimi 20 anni, Boeing stima una domanda di 637 mila piloti, in un’industria che soffre ormai di molte carenze.
Il fenomeno dell’overtourism è l’altra causa maggiore per le interruzioni di linea. IATA stima una crescita del 3,5% all’anno per quanto riguarda la domanda e la frequenza dei viaggi e prevede oltre 8,2 miliardi di passeggeri in tutto il mondo entro il 2037 (nel 2016 erano 3,8 miliardi). Con meno piloti, le compagnie aeree non riusciranno a stare al passo con la crescente domanda dei voli e gli aeroporti faranno sempre più fatica ad accogliere e gestire l’afflusso dei viaggiatori.
La normativa europea CE 261 parla chiaro: per voli in ritardo, cancellati o imbarchi negati, tutte le compagnie aeree (low cost comprese) devono corrispondere da 250€ a fino 600€ di rimborso a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto acquistato. Si tratta di un diritto dei passeggeri il più delle volte a loro sconosciuto (o omesso dalle compagnie aeree), tant’è che meno del 2% degli aventi diritto ha richiesto e ottenuto il risarcimento. AirHelp supporta i passeggeri nella gestione delle richieste del rimborso.
L’ultima relazione della Corte dei Conti Europea ha affermato che le compagnie aeree sono restie all’applicazione della legge e due terzi dei passeggeri non reclamano la giusta compensazione perché, o ne ritengono improbabile l’ottenimento, o perché non sono consapevoli dei propri diritti. Alla luce di queste difficoltà, AirHelp, insieme ad altre società di supporto, ha fondato APRA (Association of Passenger Rights Advocates), l’Associazione dei difensori dei diritti dei passeggeri che si propone di colmare il divario tra la consapevolezza dei passeggeri e la legge.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LATAM è sbarcata per la prima volta in Israele

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 dicembre 2018

LATAM Airlines Group è atterrato lo scorso 13 dicembre per la prima volta all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv, segnando l’inizio della sua nuova rotta da Santiago del Cile via San Paolo/Guarulhos a Tel Aviv. La rotta verrà operata tre volte a settimana il lunedì, il mercoledì e il sabato. Il volo (LA712) partirà da Santiago del Cile alle 21:05 (ora locale), l’aereo proseguirà poi il suo viaggio, partendo da San Paolo/Guarulhos alle 23:00 (ora locale) e atterrerà a Tel Aviv alle 16:05 (ora locale) del giorno successivo. Il martedì, il giovedì e la domenica, il volo (LA713) partirà da Tel Aviv, Terminal 3, alle 18:20 (ora locale) atterrando alle 5:35 (ora locale) del giorno successivo a San Paolo. L’aeromobile partirà poi da San Paolo alle 7:30 (ora locale) e arriverà a Santiago alle 10:45 (ora locale). I passeggeri latinoamericani e israeliani della LATAM saranno in grado di raggiungere più di 120 diverse destinazioni e città in tutta l’America Latina, come ad esempio Brasile, Cile, Argentina, Colombia, Ecuador, Perù, Uruguay e Paraguay.LATAM Airlines, membro dell’alleanza oneworld, opererà i suoi voli con un aeromobile Boeing 787 Dreamliner, offrendo 213 posti in Economy Class e 30 posti in Premium Business. I voli prevedono un servizio completo che include pasti, bevande, fino a due bagagli da stiva di massimo 23 kg ciascuno, bagaglio a mano fino a 8 kg, sistema d’intrattenimento di bordo e tanto altro. Il tempo di durata del volo è di circa 15 ore da Tel Aviv e 13 ore sulla rotta del ritorno. I biglietti sono già disponibili per prenotazione tramite le agenzie di viaggio e/o su latam.com. Questa nuova rotta è l’unica su cui vengono operati voli diretti tra l’America Latina e Israele. “L’arrivo in Israele della LATAM Airlines, una delle più grandi compagnie in America Latina, rappresenta una svolta nelle connessioni tra Israele e il Brasile e un’espressione di fiducia nel potenziale turistico israeliano nella regione, questo anche alla luce dell’enorme aumento del turismo incoming dall’America Latina. Lo sviluppo del turismo dall’America Latina rappresenta un obiettivo chiave e, all’interno di questo scenario, il ministero sta implementando azioni di marketing innovative tra cui girare una soap opera popolari in Israele e trasmetterla contemporaneamente anche in America Latina. Mi congratulo con la direzione di LATAM Airlines per l’apertura di questa nuova rotta e sono certo che l’eccellente collaborazione tra noi continuerà a dare nuovi frutti e porterà a nuovi traguardi nel turismo in arrivo dal Brasile e dall’America Latina”, ha affermato il Ministro del turismo istraeliano, Yariv Levin.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Puntualità dei voli: l’Italia batte Germania e Francia

Posted by fidest press agency su martedì, 16 ottobre 2018

L’Italia ha il minor numero di voli in ritardo o cancellati rispetto a Germania, Inghilterra e Francia. Questo è il risultato dell’ultima indagine di AirHelp, società di supporto ai passeggeri per il rimborso di voli aerei a seguito di ritardi e cancellazioni. L’Italia è al quinto posto della classifica di AirHelp, con il 24,28% di voli che hanno subito ritardi e cancellazioni, dopo la Germania (28,8%), l’Inghilterra (25,31%) e la Francia (28,16%).
Secondo lo studio, le compagnie aeree sui voli in Italia hanno accumulato una responsabilità finanziaria di oltre 286 milioni di euro da inizio anno, il 65% in meno rispetto alla Germania che invece deve più di 800 milioni ai suoi passeggeri. La percentuale di voli in ritardo e cancellati dalle compagnie aeree in Germania supera infatti il 28%, con più di 180 mila voli interrotti. Anche la Francia ha performance peggiori dell’Italia: nonostante le due nazioni abbiano un numero equivalente di voli, le compagnie aree in Francia devono ai passeggeri oltre il doppio dei rimborsi, con ben il 28,16% di voli problematici. Subito dopo la Germania si colloca l’Inghilterra che, nonostante il numero maggiore di voli complessivi, deve ai propri passeggeri 110 milioni in meno. Al terzo e quarto posto la Francia e la Spagna che rispettivamente registrano 141 e 133 mila voli in ritardo e cancellati dall’inizio dell’anno. L’Italia è quindi l’ultima della top 5 delle big d’Europa, con più del 75% di voli on time. Per voli in ritardo, cancellati o imbarchi negati, tutte le compagnie aeree (low cost comprese) devono corrispondere da 250€ a fino 600€ di rimborso a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto acquistato. Si tratta di un diritto dei passeggeri il più delle volte a loro sconosciuto (o omesso dalle compagnie aeree), tant’è che meno del 2% degli aventi diritto ha richiesto e ottenuto il risarcimento.
Il diritto al risarcimento finanziario deve essere richiesto entro tre anni dalla data di ritardo del volo. Circostanze straordinarie come condizioni meteo o emergenze mediche esentano la compagnia aerea dall’obbligo di risarcire i passeggeri aerei.
AirHelp è la più importante azienda a livello mondiale che aiuta i passeggeri ad ottenere un rimborso per ritardi, cancellazioni e overbooking.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dopo 23 anni Air France torna a volare da Bari a Parigi

Posted by fidest press agency su domenica, 22 luglio 2018

air france.gifPer celebrare l’arrivo del volo, l’Aeroporto di Bari ha organizzato, in collaborazione con i vigili del fuoco, il tradizionale e spettacolare angelo d’acqua, subito dopo l’atterraggio del volo AF1288. Barry ter Voert, SVP Air France KLM Europe, atterrato per l’occasione a Bari, ha tagliato il nastro assieme Sindaco Antonio Decaro, al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a al Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti.«L`Italia è un mercato fondamentale per il Gruppo Air France-KLM, siamo orgogliosi di inaugurare la nostra dodicesima destinazione nel bel Paese. La decisione di riaprire, dopo 23 anni, i voli da Bari a Parigi è dettata dalle grandi potenzialità della regione, non solo in termini di traffico turistico ma anche di traffico business. Questo nuovo volo permetterà di raggiungere Parigi comodamente e di accedere all`intero network di Air France. Le prenotazioni sono molto incoraggianti, e abbiamo così deciso di estendere il volo a tutta la stagione invernale 2018-19.» dichiara Barry ter Voert. “Il ritorno in Puglia di Air France offre tanti motivi – e tutti importanti – per essere accolto con grande soddisfazione” ha dichiarato il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti. “Innanzitutto quale attestazione dei livelli di eccellenza raggiunti dalle nostre infrastrutture che ci consentono di offrire a passeggeri e compagnie aeree elevati standard di servizio in
termini di qualità e efficienza. Rappresenta, altresì, un riconoscimento alla credibilità commerciale che Aeroporti di Puglia ha saputo conquistarsi in questi anni e che ha messo i più importanti vettori nelle migliori condizioni per poter programmare in Puglia. L’inizio della collaborazione con Air France rappresenta poi l’ennesimo passaggio del programma di espansione del network a cui stiamo lavorando e che punta, soprattutto, a sviluppare l’offerta internazionale, quale elemento irrinunciabile per l’economia della regione e ancor di più per la filiera del turismo. I dati, in costante e significativa crescita, del traffico internazionale ci fanno guardare con ottimismo ai prossimi impegni, volti a garantire, tra l’altro, le migliori condizioni di l’accessibilità area della regione, anche nell’ottica strategica delle prosecuzioni a lungo raggio garantite attraverso i più importanti snodi continentali, tutti ormai stabilmente collegati ai nostri aeroporti.”
I voli Air France Bari-Parigi, inaugurati per la prima volta nel 1989 e interrotti nel 1995, saranno operati, fino al 2 settembre, cinque volte a settimana. Gli aeromobili utilizzati (Airbus A318, A319, A320 e A321 a seconda del giorno della settimana) offrono una capacità di posti compresa tra 138 e 206.Questo nuovo volo permetterà di raggiungere Parigi in poco più di due ore e, con un tempo di transito inferiore alle tre ore all`aeroporto di Parigi Charles de Gaulle, fino a 43 destinazioni in Europa e 21 destinazioni nel resto del mondo. Seoul, Copenaghen e Amburgo, ad esempio, saranno raggiungibili da Bari con un transito a Parigi di soli 55 minuti, Shanghai con un transito di 1 ora e 15 minuti, Bogotá, Boston e Mosca con un transito di 1 ora e 40 minuti.
Anche la Puglia sarà più facilmente raggiungibile: ben 77 saranno le città in Europa collegate a Bari con un tempo di transito a Parigi inferiore alle tre ore, e 36 le città extra europee.
Più di 6.000 i biglietti già venduti per la stagione estiva, tanto che la compagnia aerea francese ha deciso di estendere il volo a tutta la stagione invernale con una frequenza settimanale che opererà il sabato. L`estensione del volo per la stagione invernale è accompagnato da una promozione speciale, acquistabile fino al 1 agosto, per volare a Parigi dal 15 settembre 2018 al 31 marzo 2019, a 45 euro per la sola andata e a 89 euro per andata e ritorno, tasse e supplementi inclusi.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ryanair cancellerà 600 voli in Europa la prossima settimana

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 luglio 2018

Nel bel mezzo della stagione turistica estiva, la compagnia aerea low cost irlandese Ryanair ha annunciato di voler cancellare 600 voli in Europa programmati per il prossimo 25 e 26 luglio a causa di uno sciopero del personale in Spagna, Portogallo e Belgio. Queste cancellazioni, spiega la compagnia oggi, interesseranno un totale di circa 100.000 passeggeri considerando entrambi i giorni. “Fino a 200 voli giornalieri” saranno annullati da e per la Spagna, “50 da/per il Portogallo e 50 da/per il Belgio”, ha chiarito Ryanair in una nota. Anche l’Italia potrebbe essere colpita. In totale, quindi, circa 300 voli al giorno e 600 nei due giorni di sciopero. “All’inizio di luglio cinque sindacati hanno lanciato una ‘chiamata allo sciopero’ rivolta al personale di cabina di Ryanair di Belgio, Spagna, Portogallo e Italia. La compagnia afferma di aver offerto ai 100.000 passeggeri interessati “l’opportunità di essere riassegnati su un volo alternativo operante entro sette giorni prima o dopo il 25 e il 26 luglio”. I clienti “possono anche ricevere un rimborso completo dei loro biglietti”. I passeggeri sono stati informati tramite posta o messaggi di testo e sono stati offerti la riprenotazione o la sostituzione completa dei biglietti.Questi scioperi “non hanno alcuna giustificazione e nessun altro scopo se non quello di rovinare la vacanza in famiglia e avvantaggiare le altre società”, ha dichiarato il direttore marketing di Ryanair, Kenny Jacobs. Come aveva anticipato in data 3 luglio lo “Sportello dei Diritti” e ripreso dai media nazionali, la motivazione della protesta è «la richiesta di migliori condizioni di lavoro, il rispetto dei diritti per gli assunti di ciascuno Stato in cui opera la compagnia aerea e l’avvio di un tavolo per la negoziazione di un accordo collettivo». L’azienda respinge le critiche e spiega che «le condizioni di lavoro dei dipendenti sono già tra le migliori del settore». “Il personale di bordo di Ryanair ha un buon stipendio, fino a 40.000 euro l’anno”, ha detto Jacobs, sottolineando che per quanto riguarda i giorni di riposo, l’azienda è “leader del settore” e gli equipaggi di cabina ricevono “buone commissioni sulla vendita” dei prodotti a bordo. Solo lo scorso anno Ryanair, dopo molte pressioni, aveva concordato in linea di principio di riconoscere i sindacati. Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” una vera e propria dichiarazione di guerra Pertanto consigliamo ai passeggeri di controllare sui siti ufficiali degli aeroporti lo stato del volo per restare indenni.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »