Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘volti’

“I volti dell’imprenditoria sociale in Italia”

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2015

milanodavedereMilano. Presentare un nuovo modello di collaborazione tra terzo settore e settore privato. È questo lo scopo dell’evento “I volti dell’imprenditoria sociale in Italia” che si è tenuto ieri presso la sede di PwC in via Monterosa, 91 a Milano. Una giornata dedicata al lancio ufficiale del progetto di fellowship di Ashoka Italia,con la presentazione di Francesca Fedeli, prima fellow italiana, eletta nell’ambito del programma Making More Health,finanziato dal partner globale Boehringer Ingelheim. Francesca, impegnata nel promuovere tecniche innovative di riabilitazione e di diagnosi per i giovani sopravvissuti all’ictus, é l’esempio concreto di come questi due mondi, il terzo settore e l’imprenditoria privata, possano allearsi per ottenere un impatto sociale su larga scala, con obiettivi a lungo termine.
Ashoka, ONG che da 35 anni si dedica alla promozione e al sostegno del business sociale, seleziona modelli imprenditoriali innovativi e sostenibili, che mirano a conseguire il benessere della collettività apportando un reale cambiamento sociale globale. Fondata negli Stati Uniti, opera in più di 80 paesi tra cui, dal 2014, l’Italia. E proprio nel Belpaese, Ashoka lancia ora il programma di reclutamento degli imprenditori sociali, presentando i primi italiani o di origini italiane selezionati. Oltre a Francesca Fedeli, i nuovi fellow sono: Flaviano Bianchini, eletto in Messico, ideatore di Source International, Paulo Lima, brasiliano ma residente in Italia, fondatore di Viracao, impegnato nella comunicazione e nella partecipazione civica e Mario Molteni, creatore di E4Impact, programma universitario per il supporto di attività imprenditoriali nei paesi in via di sviluppo.
Durante l’evento, inoltre, ampio spazio verrà dedicato ai partner strategici di Ashoka Italia (Enel, Bosch, Vodafone e PwC e Boheringer Ingelheim) e al consolidamento dei contatti con gli altri potenziali sostenitori. Alcuni dei partner esporranno le motivazioni che li hanno portati a scegliere Ashoka e le azioni previste per i prossimi mesi.
Boehringer Ingelheim è, dal 2010, uno dei partner globali di Ashoka. Con l’iniziativa Making More Health seleziona e appoggia imprenditori sociali innovativi in ambito medico o sanitario. Il progetto è nato con l’obiettivo di migliorare la salute delle comunità di tutto il mondo e sostenere le soluzioni più promettenti ai problemi di natura sanitaria non ancora risolti. Making More Health ha l’ambizione di offrire, grazie ad una unione virtuosa tra business e conoscenza sociale, dei nuovi modelli di assistenza sanitaria – prevenzione, diagnosi e trattamento – agli individui e alla società. Insieme ad Ashoka, Boehringer si impegna a sostenere attivamente una serie di progetti di imprenditorialità sociale, offrendo le proprie competenze nei settori della sanità e del business e la propria rete di contatti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aspirina: i mille volti di un farmaco

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 ottobre 2014

aspirina_IMGL’acido acetilsalicilico, universalmente noto come Aspirina, rappresenta uno dei principi attivi più utilizzati nella storia della medicina: da più di un secolo, infatti, viene impiegato come antinfiammatorio, antidolorifico e antipiretico. Dagli anni ’70, poi, l’attenzione della comunità medico scientifica si è concentrata sugli effetti d’inibizione dell’aggregazione piastrinica ed i conseguenti vantaggi in termini di prevenzione cardiovascolare con regimi terapeutici a basso dosaggio (75/100 mg al dì).Ora, il medesimo farmaco utilizzato nella prevenzione cardiovascolare, sta dimostrando un’efficacia, ipotizzata già alcuni anni fa ma che sta trovando conferme crescenti anche nel campo della prevenzione dei tumori, soprattutto quelli del tratto gastrointestinale (cancro del colon retto, dell’esofago e dello stomaco). I dati a supporto di questa tesi sono frutto di analisi retrospettive condotte su studi dedicati alle patologie cardiovascolari, nei quali i pazienti assumevano il farmaco a lungo termine. Perché l’aspirina a basso dosaggio possa avere un’indicazione specifica per la prevenzione oncologica è necessario avere conferme da studi clinici mirati che possano dire con certezza quali tumori, in quali soggetti, a quali dosaggi e per quanto tempo sia necessario somministrare il farmaco per avere effetti di protezione oncologica.
Durante il Congresso SIMG Calabria (Società Italiana di Medicina Generale) “La cronicità e la medicina primaria nell’ambito delle nuove modalità organizzative della medicina generale”, che si svolge in questi giorni a Crotone, si è tenuta una sessione di aggiornamento presentata dal Prof. Claudio Cricelli, Presidente Nazionale SIMG, interamente dedicata a questo tema, partendo proprio dall’illustrazione dei dati ottenuti negli studi realizzati, e in corso di realizzazione, sui pazienti che assumono aspirina a basso dosaggio come prevenzione cardiovascolare, verificando l’effetto protettivo nei confronti di alcuni tumori.“Per quanto ci riguarda, la nostra società scientifica (SIMG), disponiamo di una banca dati chiamata Health Search, cui afferiscono più di 700 medici di medicina generale (con più di un milione di pazienti seguiti) dalla quale derivano i dati presentati. – dichiara il dottor Piero Vasapollo, Presidente regionale SIMG Calabria – Dall’analisi dei dati si è visto che l’effetto preventivo sulle patologie oncologiche si ottiene con l’assunzione giornaliera di aspirina a basso dosaggio per un periodo prolungato – prosegue il dottor Vasapollo – L’assunzione anche continuativa per i primi tre anni non determina differenze significative. Ma dopo 5 – 10 anni si è osservata una riduzione del 30-35% dei casi di tumore del colon retto, della mammella e della prostata, soprattutto nei soggetti tra i 50 e i 65 anni. Non solo, altro dato molto interessante riguarda il possibile beneficio derivante dall’azione antiaggregante dell’aspirina in termini di riduzione della frequenza delle metastasi, validando così un ulteriore effetto di aspirina oltre alla prevenzione diretta.” “Al momento, però, per l’aspirina a basso dosaggio gli enti regolatori non hanno ancora approvato l’indicazione specifica alla prevenzione oncologica. – conclude il Dottor Vasapollo – Per questo è necessario realizzare studi su ampie popolazioni di pazienti che contemplino un end-point primario legato specificatamente alla prevenzione oncologica”.
Se dal 2013 le Linee Guida Statunitensi ed Europee si sono dichiarate concordi riguardo l’utilità di aspirina a basso dosaggio nei pazienti a rischio cardiovascolare elevato in prevenzione primaria, l’eventuale conferma del beneficio oncologico potrebbe, in futuro, ampliare l’utilizzo anche per i pazienti a rischio cardiovascolare moderato. Un altro beneficio importante, che verrebbe dalla conferma dei dati attuali, è che la consapevolezza di attuare una doppia prevenzione – cardiovascolare e oncologica – con un singolo farmaco, potrebbe migliorare notevolmente l’aderenza alla terapia dei pazienti. Un aspetto, questo, sempre cruciale nei trattamenti a lungo termine.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I volti di Francesca Leone

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2011

Dal 4 giugno l’artista romana selezionata da Ennio Morricone espone al Padiglione Italia un dittico della serie Flussi Immobili. L’artista romana Francesca Leone è fra i 219 artisti presenti al Padiglione Italia della 54esima Esposizione Internazionale d’arte della Biennale di Venezia 2011,inaugurata il 4 giugno. La grande interprete della rinata corrente figurativa espone un dittico monumentale ed inedito appartenente alla serie Flussi Immobili (Galleria Moncada, 2010) che, insieme all’opera Respiro/Breath (Palazzo Venezia, 2008), l’ha consacrata come una delle pittrici più interessanti del panorama contemporaneo.
Francesca Leone nasce a Roma in una famiglia di artisti, il padre Sergio è il celeberrimo regista, autore di alcuni capolavori della cinematografia mondiale, la madre è stata la prima ballerina al Teatro dell’Opera di Roma. Dopo aver seguito il corso di scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, decide di dedicarsi interamente alla pittura. Frequenta una scuola di perfezionamento, laureandosi, sotto la guida del professore Lino Tardia alla Libera Accademia di Belle Arti della Rome University of Fine Arts. Inizia la sua attività espositiva nel 2007 partecipando alla mostra curata dal professore Claudio Strinati per l’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite ai Musei Capitolini di Roma. Segue la sua prima personale al Loggiato di San Bartolomeo di Palermo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Street artisti in mostra per Laszlo Biro

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 dicembre 2010

Roma  11 dicembre alle ore 18.00 fino al 15 gennaio c/o MACE – via Macerata 77/79 (Pigneto) – Programma segna la nascita al Pigneto di Laszlo Biro, un collettivo, una galleria, ma anche uno spazio di realizzazione e creatività: un laboratorio artigianale di serigrafia e ricamo, ospitato nello spazio del MACE.  La collettiva Programma coinvolge 14 artisti che lavorano nell’arte urbana, tra coloro che più spesso intervengono, con le loro opere, sui muri e agli angoli della città. Tra queste, i volti di J.B. Rock, Diamond e Hogre, il bestiario impossibile di Dem e le bici HPNN. E ancora, le matriosche di Alt97, l’icona Kinder di Uno e le anatomie di Lucamaleonte.  Un’opera per ogni artista ma, soprattutto, attraverso il “dono” di un’immagine che possa essere riprodotta dagli artigiani del collettivo, il sostegno al progetto Laszlo Biro che ha l’intento di mescolare l’alto e il basso, l’oggetto unico dell’arte e i multipli della serigrafia, la grammatica del ricamo e dell’arazzo con l’imediatezza dell’arte urbana.  Un modo nuovo per ridefinire linguaggi, stili e tecniche artistiche, un’occasione di incontro tra discipline intime e quasi desuete come il ricamo ed espressioni del contemporaneo come la street art. L’elogio della lentezza e della riflessione dati dal gesto del ricamo e la velocità di esecuizione di un’arte che, non essendo sempre autorizzata, deve spesso esprimersi con immediatezza di soluzioni. (img promo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Wowe

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 novembre 2010

Napoli fino al 10/12/2010 via Foria, 118 Primo Piano Home Photo Gallery Then & now – Faces of NY – The 80’s and today Volti degli anni ottanta del secolo scorso e volti del nuovo secolo. Wowe muove i suoi passi sugli ultimi bagliori del secolo breve, che intanto aveva fagocitato in pochi decenni idee e uomini, e sul nuovo millennio il cui primo vagito viene strozzato in gola dal dolore di quella New York che egli ha voluto consegnarci nei volti che, con la sua arte, ha per sempre ritratto.
Jean-Michel Basquiat cinge le spalle di Andy Warhol e punta con languida fermezza il suo sguardo nella lente di wowe. Faces of New York, then and now. Un prima e un dopo che, evidente, non e’ solo uno scavalcamento temporale ma anche la perdita di molte delle sue formidabili antenne della specie e la consapevolezza di una città che si ritrova a fronteggiare, con la mestizia della ragione, il risuonare costante di un campanello d’allarme. Dalle notti della New York motore culturale del mondo wowe si sposta nelle intimità casalinghe di Mia Farrow, di Vito Acconci, dello stesso Franzen e moltissimi altri. Tutti sembrano avere lo stesso spirito, la volontà di riconquista della perduta leggerezza. Primo Piano Home Photo Gallery (Wowe)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I volti del sacro

Posted by fidest press agency su sabato, 29 maggio 2010

Roma 9 giugno – 10 ottobre 2010 Museo nazionale d’arte orientale Via Merulana 248 India I volti del sacro, Vernissage e inaugurazione della Mostra: martedì 8 giugno ore 17,00. Il Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘Giuseppe Tucci’ ha recentemente ricevuto in donazione  dall’architetto Giacomo Mutti (marzo 2008) una pregevole collezione di 506 opere di arte indiana, comprendenti bronzi, oggetti in metallo, miniature, disegni e pagine di manoscritti illustrati. La straordinaria ricchezza e varietà di tematiche, di soggetti iconografici e di scuole rappresentate  fanno della collezione Mutti una sorta di ‘compendio’ dell’arte metallurgica e pittorica indiana tra il XV e il XX secolo.  La collezione può essere suddivisa in tre nuclei tematici: una sezione dedicata all’arte popolare, talora più specificatamente tribale, in particolar modo bronzi, ma anche dipinti che interpretano i  soggetti classici della tradizione hindu e rivisitano i miti raccontati nell’epica e nei Purana; un secondo nucleo di opere pittoriche – per lo più miniature di ambito aulico -, che raffigurano scene  di carattere religioso o secolare, o rari disegni preparatori di grande raffinatezza esecutiva; infine  una importante raccolta di arte jaina comprendente pagine di manoscritti di carattere agiografico narranti le vite dei tirthankara (i costruttori del guado) e di rare opere di carattere astrologico e  cosmologico. La mostra, articolata in tre sezioni, vede nella prima la ricostruzione evocativa di un percorso templare, dedicato alla religiosità hindu e alle sue principali divinità (Shiva, Vishnu e la Devi), ai  fenomeni dell’ascesi e del tantra e alla rivisitazione che questo pensiero religioso riceve nell’ambito  dell’arte popolare; alcuni di questi temi, in particolar modo quelli legati alle divinità del pantheon shivaita e alla religiosità della Madre, sono ripresi nella seconda sezione dedicata all’arte del villaggio, ove sono esposte anche opere più specificatamente tribali; la terza sezione della mostra è  stata infine dedicata alla raccolta di arte jaina della collezione Mutti. Anche in questo caso, opere di  provenienza ‘colta’, come i fogli manoscritti dal Kalpasutra ed espressivi dipinti di gusto più  immediato sono esposti gli uni accanto agli altri a dimostrare la complessità e la vivacità della cultura indiana Mostra a cura di:  Laura Giuliano con la collaborazione di Anna Maria Fossa e Giovanna Iacono   (www.museorientale.beniculturali.it).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I volti del Mediterraneo: Fotografie di Pino Bertelli

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Napoli fino al 18/4/2010 Palazzo Roccella – Via dei Mille, 60 PAN – Palazzo delle Arti Napoli
77 -ritratti- caratteristici di donne e uomini, accompagnati da citazioni letterarie e poetiche rappresentative delle differenti identità, raccontano le città di Napoli, Marsiglia, Barcellona, Alessandria, Tunisi, Gaza, Tel Aviv, Istanbul, Atene, Durazzo e Rijeka. Le immagini, di raffinata sensibilità, sono di uno tra i maggiori fotografi contemporanei, Pino Bertelli, toscano di nascita, cittadino del mondo, autore di opere magistrali sull’Iraq, l’Amazzonia, il Burkina Faso, Chernobyl. Obiettivo della mostra è creare occasioni di incontro, confronto e dialogo sui temi più scottanti riguardanti i paesi che si affacciano sulle due rive del Mar Mediterraneo. La mostra è statarealizzata con il contributo del Comune di Napoli.
Volti del Mediterraneo è una iniziativa culturale e sociale che, oltre alla mostra itinerante, dibattiti e conferenze, precede la pubblicazione di 5 volumi di 825 “ritratti” caratteristici, di 55 città che hanno condiviso e contribuito a dare forma alla civiltà plurimillenaria del Mediterraneo. Dal primo volume della serie, edito da arte’m nel 2009, e’ tratta la mostra. (bertelli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Marina Ferretti e Federica Valvassori

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2010

Pordenone fino al 3/4/2010 vicolo del Molino 10, Galleria Vastagamma E i nostri volti, amore mio, leggeri come foto a cura di Eva Comuzzi  All’interno del Progetto working4 – esposizioni a quattro mani, curato dall’Associazione Culturale Vastagamma in collaborazione con l’Associazione Culturale Venti Minuti e giunto alla seconda edizione, inaugura alla Galleria Vastagamma di Pordenone, la mostra ‘E i nostri volti, amore mio, leggeri come foto’.  L’esposizione e’ curata da Eva Comuzzi (Spilimbergo, 1977. Lavora presso la GC.AC di Monfalcone). (immagine bambina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione libro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2010

Varese, 30 gennaio alle ore 10 presso la Villa Recalcati sede della Provincia – Piazza Libertà 1  presentazione del libro e della mostra “Volti dell’Agricoltura nella Terra Insubre della Provincia di Varese” di Claudio Argentiero e Umberto Armiraglio. Nel prosieguo dei progetti sul territorio intrapresi dall’A.F.I. fin da suoi esordi, questa mostra rappresenta l’esito di una ricerca alla quale Claudio Argentiero e Umberto Armiraglio hanno lavorato con costanza per oltre un anno, girovagando per l’intera provincia tra montagne,colline, laghi e pianure. Ne escono 80 ritratti che raccontano delle genti che vivono di agricoltura, raccolti in un libro e una mostra che l’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Varese ha sostenuto e patrocinato con l’affetto di chi nelle risorse della provincia ci crede, scorge importanti opportunità e riconosce alla fotografia la funzione di interprete dell’identità del territorio. La mostra è patrocinata dal Ministero per l’Agricoltura e Foreste – MIPAF Programma: ore 10: conferenza di presentazione del libro a cura delle Autorità e degli Autori ore 11,15: apertura e inaugurazione della mostra Ingresso libero (argentieri, armiraglio)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutti i volti della salute

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2009

Milano 13 e il 14 novembre, Università della Terza Età piazza S. Marco 2 (zona Brera), apre le porte: esperti illustri svelano tutti i modi per restare giovani, belli e in salute. Quale location migliore delle sale dell’ateneo milanese dedicato alla terza età per il primo Congresso Internazionale di Medicina Predi-Preventiva e Rigenerativa, interamente dedicato alla salute della donna. Si tratta di un’occasione formativa per i medici e gli addetti ai lavori, che si inserisce nel progetto, di più ampio respiro, Venere per sempre, rivolto al pubblico e rappresenta il primo passo di un percorso scientifico che vuole delineare tutti i volti della salute declinati al femminile.   Il congresso riunisce esperti italiani e internazionali, che si confronteranno su un vasto ventaglio di temi (le relazioni saranno 45) correlati alla salute in rosa: alimentazione, ginecologia e sessuologia, lotta all’osteoporosi, attività fisica ma anche a bellezza e benessere del corpo e della mente, oltre a prevenzione dei tumori e longevità.  Tra gli interventi più attesi, per la loro portata scientifica innovativa internazionale, la relazione del dottor Vincent Giampapa, professore di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva dell’Università del New Jersey, focalizzata sull’utilizzo delle cellule staminali per il ringiovanimento del volto e quella del dottor Thierry Hertoghe, presidente EAQUALL, coordinatore scientifico Anti-Aging Medical Therapeutics della Università di Charleroi (Belgio), che parlerà dei recenti studi che hanno individuato nuovi ormoni responsabili della salute femminile. Ricco di nomi illustri anche il parterre degli esponenti italiani italiani, che vede tra i protagonisti il professor Nicolò Scuderi, docente di Chirurgia Estetica all’Università di Roma, il professor Giovanni Scapagnini, associato di Biochimica Clinica, Facoltà di Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi del Molise e assistant professor presso Blanchette Rockefeller Neurosciences Institute alla West Virginia University di Rockville (USA), con una relazione sulla prevenzione dell’invecchiamento cerebrale, e il professor Giuseppe Carruba, direttore del Dipartimento di Oncologia Sperimentale, ARNAS, dell’Ospedale Civico di Palermo, che presenterà gli studi italiani che hanno dimostrato la relazione tra dieta mediterranea e prevenzione del tumore al seno. Uno spunto di riflessione interessante arriverà fin dalle prime battute del Congresso, che sarà introdotto dall’analisi sociologica sull’invecchiamento femminile, elaborata magistralmente dal professor Renzo Scortegagna, docente di sociologia dell’Università degli Studi di Padova e autore di numerose pubblicazioni sull’argomento.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arianna Bonamore: Alter ego

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

ariannaAvellino fino al 10 luglio Banca Sella Arditi Galati Sud  corso Europa, 8g a cura di MonnaLisa Salvati  L’indagine artistica di Arianna Bonamore e’ tutta centrata sulla figura femminile.Volti enigmatici di donne affascinanti e misteriose dalle lunghe chiome lasciate capricciosamente alla volontà del vento o raccolte in acconciature elegantemente austere,vengono rappresentate nelle sette tele ad acrilico esposte in questa sede. I capelli sono l’alter ego di ogni donna: espressione di interiorità, segno di cambiamento, soggetti alle mode e agli stati d’animo ma anche liberi da ogni tipo di costrizione e regola, sono il simbolo vero della donna con tutte le sue contraddizioni. Ogni donna vive con gli stessi un rapporto -ossimorico’, amati e odiati allo stesso tempo, sono lo specchio della propria interiorità che comunque si manifesta anche quando si tenta di mascherarla.
Arianna Bonamore e’ nata a Roma nel 1977.  Dopo essersi diplomata presso il Liceo artistico A.Caravillani di Roma si dedica all’apprendimento delle tecniche decorative. L’esperienza londinese segna l’evoluzione nel suo lavoro. Apre un laboratorio di creazione e interpretazione nel campo della pittura, con varie esperienze di restauro in collaborazione con altri studi. Molte le sue presenze a manifestazioni di vario genere: in occasione della giornata dei diversamente abili realizza una tela fuori misura che sarà usata come scenografia per uno spettacolo di beneficenza trasmesso su Rai Uno; partecipa alla performance nello spettacolo teatrale ”La Barbiera”; per Emergecy realizza una tela dal vivo durante un concerto di piazza; per il film – Il sole di Nina – dipinge nove tele. Partecipa al concorso di pittura ”Arte visiva 2007” vincendo il premio per il simbolismo. Per l’8 Marzo realizza un segnalibro in collaborazione con il mensile d’informazione culturale Post it ; sua la copertina del libro di Delfina Ducci – Le avventure di Lucy -.(arianna)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova filosofia di ringiovanimento del volto

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 maggio 2009

Volti tirati e cicatrici davanti all’orecchio sono sempre stati considerati i segni inequivocabili di un lifting. Oggi non più, grazie a Mivel, una nuova metodica per il ringiovanimento del volto messa a punto da Alessandro Gennai, chirurgo plastico di Bologna, presentata al XXX Congresso nazionale del Sime (Società italiana di medicina estetica), in corso a Roma. Le parole d’ordine del Mivel (acronimo di “Minimal Incision Vertical Endoscopic Lift”) naturalezza del risultato e mini invasività. Questo, in sintesi, l’intervento di Alessandro Gennai: «Lo studio approfondito e mirato dell’anatomia del volto ci ha permesso di acquisire importanti conoscenze anche sulla dinamica dell’invecchiamento del volto; grazie a queste acquisizioni oggi ritengo sia più corretto e funzionale dividere le aree del volto in aree verticali (centrale,mediale e laterale) ed in distretti (frontale, perioculare e cervico mentoniero). MIVEL vuole essere una metodica di ringiovanimento del volto che ha le seguenti caratteristiche: garantire il minor impegno cicatriziale possibile; tempi di recupero sociale ragionevolmente brevi; conferire un risultato evidente ma naturale senza stigmate chirurgiche; il risultato deve mantenersi nel tempo. Quindi questa metodica prevede l’utilizzo combinato delle seguenti tecniche chirurgiche: approccio endoscopico del distretto frontale, peorioculare e dell’area mediale; approccio del distretto cervico mentoniero con unica cicatrice retro auricolare; approccio del distretto perioculare con blefaroplastica inf transcongiuntivale presettale e comunque sempre evitare sezione del m.orbicolare inferiore; ripristino dei volumi con autoinnesto di tessuto adiposo. Sono fermamente convinto che tale metodica, anche se non applicabile a tutti i casi di ringiovanimento del volto, sia attuabile nella maggior parte dei nostri pazienti; questo perchè un accurato studio del volto del nostro paziente e delle dinamiche di invecchiamento ci permette di comprendere che nella quasi totalità dei casi vi è la necessità di riposizionare i tessuti secondo un vettore antigravitazionale verticale; ripristinare i volumi persi a livello perioculare, malare zigomatica, perioroale e mentoniera. Alla luce di queste osservazioni diventano obsolete le tecniche che prevedano ampie asportazioni cutanee con conseguenti lunghe cicatrici che oltre a prolungare e complicare il decorso postoperatorio rendono il risultato estremamente innaturale».
Alessandro Gennai – Profilo professionale Laureato con lode nel 1988 in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi di Modena, Alessandro Gennai ha frequentato la Scuola Internazionale di Medicina Estetica alla Fondazione Fatebenefratelli di Roma e la specializzazione in Chirurgia Generale al Policlinico Universitario di Modena, per poi proseguire gli studi all’estero (Los Angeles, Chicago, Spagna, Brasile e Argentina). In particolare è stato negli Stati Uniti, dove ha appreso, primo fra gli italiani, la tecnica del lifting endoscopico dal suo “padre fondatore”, Nicanor Isse. Gennai è socio della Eafps, European Academy of Facial Plastic surgery. Lo studio si trova in via delle Lame a Bologna (www.gennaichirurgia.it).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »