Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘voto di scambio’

Minzolini: Voto di scambio?

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

minzolini“Nessuno scambio, nessun voto di favore, come va farneticando il M5S ma l’applicazione della libertà di voto dei senatori del Partito democratico su un caso controverso come quello di Minzolini”. Lo dichiara la senatrice Giuseppina Maturani, vice presidente del gruppo Pd. “Rigetto con forza – aggiunge Maturani – le accuse e le illazioni provenienti dai 5stelle che evidentemente hanno difficoltà ad accettare che altri, come è avvenuto nel voto di oggi, possano decidere in piena libertà di coscienza di astenersi, di votare a favore o contro o di uscire dall’Aula. Rispettare le scelte altrui, riconoscere il valore della libertà di voto, rispettare l’istituzione di cui si fa parte sarebbero principi che il M5S dovrebbe imparare a praticare”, conclude Maturani. (fonte foto: Il fatto quotidiano)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legalizzato il voto di scambio

Posted by fidest press agency su domenica, 15 maggio 2011

Ribadisco un concetto che appare in tutta la sua dimensione, ma viene oscurato: barattare il voto, come con senso elettorale, contro l’abolizione di una legge che prevede l’abbattimento delle costruzioni abusive non perfeziona il reato di “voto di scambio”? I maggiori abusivi non sono poveracci costretti all’abusivismo per la burocrazia, ma camorristi che hanno costruito interi quartieri, quindi la promessa legge corre a favore dei camorristi, ammesso che non siano stati loro stessi a farne pressante richiesta. Il ricatto è duplice:
• abolizione degli abbattimenti delle costruzioni abusive,
• monopolio degli appalti dell’expo 2015 di Milano da assegnare a camorra e ‘ndrangheta, entrambe piene di quattrini da investire, grazie allo scudo fiscale, generosamente elargito da Berlusconi.
in cambio è garantito l’appoggio elettorale a Milano e la soluzione del problema della “munnezza” a Napoli tenuto in vita grazie agli interventi dei casalesi, pilotati dal clan Letizia. Si evince che governo nazionale, amministrazione comunale di Napoli e amministrazione comunale di Milano, si avviano a diventare ostaggio della camorra e, a Milano, anche della ‘ndrangheta calabrese.
Attaccare così violentemente la magistratura fa parte della strategia malavitosa, così ogni malavitoso denunciato potrà appellarsi alla persecuzione giudiziaria e trovare il Ghedini di turno pronto alla difesa e all’inseguimento della prescrizione. Il risultato elettorale di Milano e Napoli indicherà la dimensione del fenomeno mafioso e la forza di penetrazione in quella Padania ormai farcita di malavitosi, favoriti dal federalismo che minimizzerà i controlli, favorendo gli intrallazzi e le speculazioni. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »