Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘zaino’

Scuole Senza Zaino: nuovi modi di vivere la scuola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 ottobre 2020

L’innovazione didattica interessa non solo gli strumenti tecnologici ma anche la costruzione degli spazi, la pianificazione delle lezioni, la gestione efficace delle dinamiche relazionali di classe.Nell’ambito della sua continua ricerca di innovazione e anche in seguito al massiccio ricorso alla DAD che si è reso necessario in periodo di emergenza Covid, Senza Zaino si interroga oggi sulla possibilità di utilizzare in modo più sistematico e costante piattaforme online e strumentazione digitale di vario tipo per la gestione della didattica e per lo scambio di pratiche.In questa occasione, si realizza l’incontro con l’esperienza dell’azienda MR Digital che ha lavorato alla configurazione della piattaforma – BricksLab – ricca di contenuti editoriali di qualità (video, approfondimenti, test…) che i docenti e gli studenti possono ricercare e utilizzare autonomamente in totale sicurezza.Anche per gli insegnanti è possibile lavorare sulla piattaforma, creando units multimediali di apprendimento per gli studenti e scambiandole con i colleghi in un ambiente digitale condiviso, che permette lo sviluppo della comunità di pratiche e l’arricchimento professionale reciproco.Una prima fase della partnership con MR Digital sarà realizzata nell’ambito de “L’ora di Lezione Non Basta”, un progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini e finanziato con il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Grazie ad un lavoro sinergico di organizzazione dei contenuti e di progettazione degli strumenti, i 15 istituti partner del Progetto potranno usufruire in maniera sperimentale di una versione personalizzata della piattaforma BricksLab.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lev Golinkin Uno zaino, un orso e otto casse di vodka

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

lev-golinkinLev Golinkin nasce a Char’kov, in Ucraina, nel 1980. La Guerra Fredda e l’Unione Sovietica sono al tramonto. Era un’epoca di macchinoni neri e di sparizioni notturne, informatori del KGB appostati a ogni finestra, umiliazioni, paura e violento antisemitismo. I genitori di Lev desideravano per lui e sua sorella, Lina, una vita migliore, ma le frontiere erano ancora sigillate e il sogno dell’America lontanissimo. Poi, alla fine del 1989, si aprì uno spiraglio per la fuga – una fuga definitiva – e i Golinkin, insieme a centinaia di migliaia di ebrei sovietici, rischiarono tutto per riuscirci. Ma dovevano fare in fretta: girava voce che a partire dal 31 dicembre l’America non avrebbe accolto più nessuno. Vivace, emozionante, venato di humour nero, Uno zaino, un orso, e otto casse di vodka è un viaggio nella follia totalitaria che snatura la vita e le coscienze di adulti e dell’infanzia, visto dalla prospettiva personale di un bambino vulnerabile ma ostinato, costretto a vivere in un Paese che non lo vuole. Ma è anche la storia dell’uomo Golinkin diventato americano, che torna in cerca delle tante persone che avevano reso possibile la sua fuga, per ritrovare il senso di quella solidarietà umana, unica superstite di un’epoca di grandi macerie.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Guida all’acquisto del “kit scuola”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

zaino tattico

Image by Geomangio via Flickr

Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte, dichiara Pietro Giordano Segretario Generale di Adiconsum, e le famiglie, oltre alla già consistente spesa per l’acquisto dei libri di testo, si trovano a dover affrontare l’ulteriore costo del “kit scuola”. Per un set di base composto di zaino (trolley, estensibile o americano), astuccio “triplo” (completo di penne, matita, temperamatite, gomma, pastelli e pennarelli), diario, due maxi quaderni a quadretti e due a righe, quest’anno la spesa può arrivare a sfiorare i 200 €. Tuttavia Gdo e commercio elettronico permettono di confezionare pacchetti alternativi, non griffati, con budget contenuti tra i 35 ed i 65 €. Ecco pertanto di seguito alcuni suggerimenti per la scelta di uno zaino sufficientemente solido e comodo.
• Dimensioni. La taglia deve essere giusta: uno zaino troppo grande non garantisce una buona distribuzione del carico sulla schiena. La base, una volta regolate le bretelle, non dovrebbe scendere al di sotto delle anche.
• Schienale. Preferibili i modelli con base rinforzata e schienale rigido, che permettono di disporre il peso più vicino alla colonna vertebrale, migliorando il baricentro e la distribuzione del carico sulle spalle. Meglio ancora se lo schienale è anatomico e realizzato in materiale traspirante.
• Scomparti. Lo scomparto di separazione interno permette di mantenere il carico più aderente alla schiena anche quando lo zaino non è pieno. Evita inoltre che i libri, muovendosi eccessivamente, possano rovinarsi.
• Bretelle. Le bretelle devono essere larghe e imbottite, in modo da rendere più confortevole il trasporto e distribuendo meglio la pressione sulle spalle.
• Cintura. La cintura addominale è un accessorio utilissimo che, se allacciata correttamente, permette di mantenere lo schienale aderente alla colonna vertebrale e di scaricare parte del peso sul bacino.
• Tessuto. Il tessuto deve essere resistente e a prova di strappo. Meglio se impermeabile, per proteggere i libri in caso di pioggia.
• Maniglia. La maniglia deve essere robusta, facile da impugnare e fissata in maniera di non causare strappi nel tessuto sotto il peso dei libri.
• Trolley. Lo zaino-trolley offre il vantaggio di trasportare il carico trascinandolo. Tuttavia il carrello rende questo tipo di zaino più pesante degli altri, ed è bene quindi utilizzarlo esclusivamente come trolley, evitando il trasporto a spalla.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »