Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 87

Scrivi al direttore

Esprimi un’opinione al direttore direttamente sul blog

61 Risposte to “Scrivi al direttore”

  1. GIOVANELLI said

    EGREGIO SIGNORE,
    VOLIO COMPLIMENTARE LA SUA AGENZIA PER IL GRAN PROFESSIONALIZMO DE SUI GIORNALISTI .
    GIOVANELLI

  2. vincenza said

    voglio dire a balotelli di andare a testa alta da grande giocatore e uomo che è non farsi abbattare dall’invidia e dall’ignoranza delle persone che non sanno accettare i loro fallimenti ragion per cui attaccano persone eccezionali come un grande giocatore come lui un interista e sua fans

  3. ivan chiapparini said

    vorrei complimentarmi con lei, e offrire la mia totale disponibilità ad accogliere temporaneamente uno o piu’ bambini nella mia famiglia nel frattempo io e mia moglie staremo vicini con il cuore a tutti i bambini che ingiustamente si sono trovati in quell’inferno! cordiali saluti

  4. fidest said

    vedere la risposta che abbiamo avuta da Save the children sul link https://fidest.wordpress.com/2010/01/20/haiti-save-the-children/

  5. Maria said

    Complimenti per la qualità dell’Agenzia. Volevo chiederle due cose, se non la disturbo. La prima è se si possono inviare i comunicati stampa dei parlamentari, visto che sono un addetto stampa e secondo se cerca collaboratori.

    Cordialità

    dott.essa Maria Arcieri, addetto stampa

    desaussure@libero.it

    cell.328 1669159

  6. fidest said

    Nel portale della camera e in quello del senato vi sono le e-mail dei parlamentari. Non sappiamo se ciò consente l’invio di comunicati stampa.
    Per quanto ne possiamo sapere riteniamo che l’indirizzo elettronico tende a favorire i rapporti tra gli elettori e i parlamentari mentre i comunicati stampa dovrebbero seguire un percorso diverso e che potrebbe essere quello delle agenzie stampa o dei siti o dei blog degli stessi parlamentari. (i relativi siti sono anch’essi visibili sul portale del parlamento). Di più non sappiamo dirle. Cordiali saluti
    Riccardo Alfonso

  7. Imma said

    Scusi Direttore,
    non ho capito dove posso trovare il seguente articolo in merito al progetto imprenditoriale CaseinItaly.com e che riporto di seguito:

    Donne imprenditrici
    Il lavoro femminile fuori dalle mura domestiche e alle dipendenze di terzi non è una novità. Dobbiamo, semmai, dire che un po’ di tempo a questa parte è diventata una necessità se si vuole tenere a livelli accettabili il tenore di vita del menage familiare. Ma è anche una grossa complicazione se non si trova una combinazione adeguata. Finché restava in piedi la famiglia numerosa le donne potevano contare sui nonni e sulla parentela. Ora con una maternità che giunge per lo più tardiva e con la famiglia che si restringe sempre di più e il lavoro che sovente allontana i giovani dalla terra natia, conciliare il lavoro con la famiglia è per una donna una impresa difficile. Negli Usa, dove le problematiche di una donna in carriera, che vuole fare anche la mamma e sfaccendare in famiglia, sono state affrontate prima che in Italia si è coniata la figura della “mompreneur” ovvero della mamma imprenditrice. Il fine è di poter conciliare due aspetti della vita femminile molto importanti: la sua maternità con la possibilità di allevare i figli, in specie in tenera età senza delegarli agli altri, e di trovarsi un lavoro nelle mura domestiche che le permettesse di gestire un’attività lucrativa. C’è chi sfrutta internet per affittare la propria casetta al mare o in montagna, che apre un’agenzia turistica “virtuale”, chi fa il call center con il trasferimento di chiamata al proprio domicilio, chi tiene la contabilità o amministra condomini e chi pratica l’homeworking trasformandosi in una specie di agenzia di servizi. E’ un lavoro che si intreccia freneticamente tra il cambiare il pannolino al bebè e nel gestire la contabilità di una impresa artigiana e amministrare la propria clientela annotando appuntamenti e segnalando consegne. Ma è anche un lavoro che permette d’evitare i tempi morti di chi deve, in specie nelle grandi città, accollarsi un paio d’ore di traffico cittadino tra l’andata e il ritorno dal lavoro, il dover recuperare i figli all’asilo nido o a scuola e a fare lunghe file al supermercato nelle ore di massima affluenza. A questo punto la donna si trova anche a dover fare delle scelte nei suoi rapporti sociali. Può mancarle il contatto con le colleghe d’ufficio, con le amiche, che come lei lavorano, e si rende necessaria una compensazione cercando di collegarsi con altre donne che svolgono analoghe attività per trovare il modo d’incontrarsi di sera, di fare shopping nei negozi di abbigliamento lasciando alternativamente i figli all’amica di turno. Il problema, quindi, si trasferisce dalla famiglia patriarcale che non esiste più, se non in rari casi, in una famiglia d’adozione o di affido. Occorre una organizzazione che l’affianchi, che all’occorrenza le permette di gestire al meglio i propri figli con uno dopo scuola e un asilo nido di quartiere che non la costringa a recarvisi in auto o con i mezzi pubblici. Dobbiamo, in altre parole, prefigurare un modello sociale dove i rapporti stanno mutando aspetto e la società deve farsene in qualche modo carico adeguandosi di conseguenza.

  8. fidest said

    Lo può trovare in questo link https://fidest.wordpress.com/wp-admin/post.php?action=edit&post=25882
    Cordiali saluti

  9. fabio3068@hotmail.it said

    mia cara bresso come si fa a vivere con una pensione di 460,00 euro al mese ? sono invalido al 76% ho 41 anni da cinque mi iscrivo ai cantieri lavoro ma ancora niente.datemi un lavoro almeno di 4 ore altrimenti ti vengo a cercare sono stufo di essere preso in giro compro una pistola e mi ammazzo

  10. vitalina orfei said

    buona sera sono la signora Vitalina Orfei, vorrei avere un vostro contatto, per raccontarvi della mia ingustizzia causata a parte dello Stato italiano causato il 6 febbraio 2004.io e il mio avvocato Daniele Caponi del foro di Velletri provncia di Velletri siamo disposte a parlare ha raccontarvi cosa è accaduto, il numero telefonico ello studio del mio avvocato 069642308.Vi prego i contattarmi.

    Cordiali Saluti

    Vitalina Orfei

  11. cosimo said

    CARO DIRETTORE mi chiamo cosimo o 49 anni sono della provincia di bari e vorrei informazzioni x quando rguarda il mio intervento avvenuto ne/ottobre 2008 alcolonretto in pratica sono stato operato x un calcinoma malignodel retto con metastasi al fegato e polmone l/intervvento diciamo che e andatobene pero e da un/anno che mi fanno fare chemioterapia ma senza risultato io vi chiedevo se voi mi volevate visitare nel caso voi avete una cura migliore visto che a bari mi anno gia canbiato x ben 5 volte la la chemioterapia pare che non riescono a trovare quella giusta in attesa di una vostra risposta vi ringrazzio infinitamente cosimo 19/03/2010

  12. fidest said

    Mi dispiace per quanto le sta accedendo. Devo, in proposito, precisarle che la Fidest è un’agenzia stampa. Il nostro compito è solo quello di ricevere e rilanciare le notizie, comprese le segnalazioni che ci pervengono dagli ambienti medici, dagli istituti di ricerca, ecc. In queste circostanze solo un medico specialista può essere in grado di valutare la giusta terapia e di seguirla nel decorso della sua malattia. Un abbraccio affettuoso e un in bocca al lupo Riccardo Alfonso

  13. gruppo san francesco said

    IL CAPITALE SOCIALE E’ FRUTTO DELLA CULTURA E DELLA CONSAPEVOLEZZA DI UN POPOLO
    18 marzo 2010 di francesco miglino

    Accendete in qualsiasi momento i media più seguiti, che in Italia sono i tre canali della televisione di Stato che, oltretutto, hanno il compito istituzionale di informare per formare l’ opinione pubblica e noterete, che le trasmissioni tradiscono il loro mandato, poichè non sono affatto concepite per informare ed indurre gli spettatori a riflessioni critiche sui gravissimi problemi irrisolti che avviliscono il Paese.

    L’ attenzione dei milioni di spettatori viene premurosamente incanalata su programmi privi di qualunque spessore formativo. Milioni di ore di tempo prezioso sottratto per sempre alla conoscenza su cui si fonda l’ adeguamento qualitativo dell’ emancipazione sociale. Il capitale sociale viene svilito ed impunemente immiserito.

    Le nazioni dirette da politici onesti investono culturalmente sui giovani per dar loro strumenti adeguati per le nuove sfide. I nostri giovani sono capitati nelle mani di politici che temono la consapevolezza dei propri amministrati ed incentivano la deriva festaiola e gossippara.

    Gli attacchi sistematici dei media al diritto all’ informazione producono danni irreparabili per cui, la minoranza cosciente che ha le capacità di valutarne i risvolti negativi, deve urgentemente intervenire

  14. lizhana said

    CARO DIRETTORE!
    Io che ti scrivo sono un albanese che vivo in italia da 14 anni.
    Ho una storia molto dolorosa e triste.
    Voglio parlare con voi se e possibile.
    Sono in atessa della vostra risposta,che per me e molto importante.

    Cordiali saluti!
    Lizhana

  15. fidest said

    Egregio Lizhana,
    se ha qualcosa da dirci ci scriva alla nostra e-mail fidest@gmail.com Le risponderemo privatamente se è questa la sua volontà.
    Cordiali saluti (R.A.)

  16. SEGRETERIA CONFEDERALE NORD ITALIA

    Stato di agitazione e 4 ore di sciopero generale nazionale di tutte le categorie.
    A seguito di quanto riportato sulla stampa nazionale sul taglio economico agli statali, chiediamo un immediato chiarimento ed eventuale smentita delle notizie circolanti, in caso contrario ci vedremo costretti a chiedere lo stato di agitazione ed un primo sciopero di quattro ore di tutte le categorie per bloccare l’ennesimo colpo ai dipendenti statali.
    La crisi è preoccupante ma non si supera certamente con l’ipotesi di “congelare” i rinnovi in busta paga previsti dal contratto di lavoro scaduto a dicembre 2009, così come gli aumenti e le integrazioni già previste dal contratto. Le misure riguarderebbero anche Regioni ed enti locali.
    Si parla pure di prelevare risorse dai Fua ( fondi unici di amministrazione) che dovevano incentivare la produttività, e ritardi nel pagamento delle liquidazioni per coloro che vanno in pensione, oltre a un intervento sulle finestre di uscita per le pensioni di anzianità.
    Mentre si assiste allo spettacolo indecoroso e senza fine di scandali che coinvolgono parecchi esponenti politici per speculazioni sulla casa o sul terremoto, c’è chi propone un “taglietto” del cinque per cento agli stipendi molto consistenti dei parlamentari.
    Basta addossare il peso della crisi sui lavoratori dipendenti, il Governo sia serio e mantenga quanto promesso nei tavoli contrattuali.
    Chiediamo alla Segreteria Generale di attivarsi per la proclamazione di una grande e unitaria manifestazione nazionale assieme a tutte le altre forze sindacali del paese.

    Giuseppe Criseo
    Segretario confederale Nord Italia
    tel. 347 3142298 ; e-mail: aeroportomalpensa@gmail.com
    sede: Milano, via Greppi,2
    sito: http://cosnilombardia.altervista.org/blog/
    sabato 15 maggio 2010

  17. Salve Direttore,

    Ho visto che avete recensito l’ultimo congresso SIME del dott. Bartoletti.
    A tal riguardo volevo segnalarvi che il prossimo 28 e 29 Ottobre 2010 si terrà a Roma il 1° Congresso Nazionale “Metamorfosi allo Specchio – Implicazioni psicologiche nella gestione del paziente in Medicina Estetica e Chirurgia Plastica“.
    Tale evento proporrà per la prima volta in Italia un dibattito e confronto tra Medici Estetici, Chirurghi Plastici. Psicologi e Psichiatri. Il fine dell’incontro è quello di fornire a medici estetici e chirurghi plastici alcuni fondamentali strumenti che possano loro consentire di effettuare una prima diagnosi psicologica del paziente che intenda sottoporsi a trattamento o intervento estetico.

    A tal fine saranno delineati i profili di pazienti “difficili“, dismorfofobici e con disturbi psico-patologici, con l’intento di agevolare gli operatori in ambito estetico nel riconoscimento di quei soggetti verso i quali un intervento in tal senso potrebbe dar luogo a pericolosi risvolti psicologici oltre che legali per il medico.

    Il sito del convegno è il seguente: metamorfosi2010.wordpress.com

    Sarebbe per noi un vero piacere essere pubblicati sul vostro sito.

    Cordialmente

    A. Colasanti (andrea.colasanti@2worldstudio.com)

  18. Francesco said

    Egregio Direttore,
    in preparazione del I° Congresso della Confederazione SUD che si svolgerà a Gaeta il prossimo 19 Giugno, ho letto il Comunicato Stampa, che Lei ha predisposto e che mi ha indirizzato Girolamo Foti.
    Nel ringraziarla a nome della Confederazione per quanto sta contribuendo a offrire in termini di professionalità ed apporto di idee, Le volevo suggerire un mio personale pensiero che sottopongo, con molta umiltà alla Sua valutazione!
    Prima di entrare nel merito della proposta Le voglio dire che insieme a me alcuni che partecipano a questa nuova iniziativa politica, sono seriamente preoccupati di essere strumentalizzati ed ancor peggio “omologati” a secessionisti, neo-nostalgici del Regno delle Due Sicilie, o ancor peggio etichettati come un “branco di sobillatori” senza idee e programmi, ma di essere solo in cerca di visibilità in un momento agonizzante della nostra vita politica…!!!
    Fatta questa prima considerazione, ed inviatoLe il sito web principale che contraddistingue il taglio del mio personale impegno politico e sociale, credo che da buon consulente di marketing, quale gli altri mi definiscono, occorre, come Partito farci “etichettare mediaticamente” NOI per quello che siamo e non per quello che gli altri ci vogliono fare apparire!
    Per questo motivo credo che bisogna puntare su quelle che sono le novità, in assoluto che intendiamo proporre in questo asfittico dibattito politico.
    1) l’adozione della DOPPIA-TESSERA di Partito per consentire all’attuale classe politica di verificare, al di là degli attuali stccati ideologici, quali che siano… l’aderenza alle politiche di difesa del territorio del SUD in chiave moderna senza fare solo rivendicazioni, ma proposte operative di sviluppo sostenibile e di nuova LOBBY ETICA!!!
    2) quella di chiarire che questa doppia tessera non preclude il dialogo con le persone di “buona volontà”, anzi le stimola ad uscire fuori dai predetti steccati di Partito e con “umiltà” e senza richiedere cariche nella Confederazione SUD si “TESSERANO” con la VERA (almeno si spera) volontà di SERVIRE alla collettività…
    3) occorre farci assegnare un forte “ATTRIBUTO” che in termini promo-pubblicitari si direbbe di PAY-OFF, ovvero, nel nostro caso di “popolo bianco”!
    La motivazione che dovremmo dare di questa attribuzione mediatica da far girare, strategicamente, dovrebbe essere quella che in sede congressuale, alla fine dell’approvazione del documento finale, tutti coloro che lo approveranno dovranno indossare una “MAGLIETTA BIANCA” a contraddistinguere “il colore base” che il “POPOLO BIANCO” intenderebe adottare per trasmettere ai media una nuova connotazione di far politica in maniera, innovativa, moderata ma sicuramente con una buona “base” di programma e determinazione…
    Vi sono altresì un’altra serie di simbolismi con il colore bianco: da quello dei tempi recenti della “balena bianca” al “bianco fiore” al Movimento WHITE BAND per la lotta alla povertà nel Mondo etc…
    Mi farebbe piacere che dal Suo autorevole ruolo, nella speranza di poterci sentire anche qualche giorno prima del congresso,possiamo valutare sulle seguenti considerazioni.
    Le lascio pertanto il mio numero di telefonino 392 0770409, ed in attesa di sentirLa, Le auguro buon lavoro ed ancora grazie per la Sua collaborazione!

  19. gabriel de stefano said

    l misterioso quadro Michael’s gate continua a comunicare in sogno ai visitatori scenari apocalittici.

    Continuano a manifestarsi eventi paranormali durante lo svolgimento della mostra sul Caravaggio che si tiene a Roma (ella galleria oad in via del corso 45 fino al primo agosto).
    Una ragazza dell’est sostiene che dopo aver visitato la mostra sul grande pittore Italiano durante la notte ha sognato che uno dei quadri esposti nella mostra, il famoso Michael’s gate meglio conosciuto nel mondo come il quadro degli spiriti, si animava come lo star gate della nota serie televisiva Americana, trasportandola nel mondo dei morti dove le e’ venuto incontro un ingegnere Lituano ucciso da un agente Egiziano,
    emissario del Governo Iraniano .Il defunto Ingegnere ha rivelato nel sogno alla ragazza che siamo prossimi alla guerra nucleare,e che la colpa della corsa al nucleare dell’Iran e’ dell’occidente che avendo imposto alla Lituania la chiusura della centrale di Visaginas ritenuta poco sicura,ha gettato nel lastrico centinaia di famiglie Lituane,costringendo tecnici nucleari di questo paese che lavoravano nella centrale dismessa a mettersi a disposizione dei programmi nucleari Iraniani.
    Il misterioso defunto ha inoltre rivelato che elementi interessati ad un risveglio e liberazione dell’umanita’ dal condizionamento e dal controllo mentale ormai in uso a livello globale dai servizi segreti di tutto il mondo,hanno messo a punto un videoclip musicale che utilizza delle tecnologie molto sofisticate che deipnotizzano chi assiste alla visione del video clip,liberandolo e risvegliandolo dalla trance in cui vive,zombizzato dai governi mondiali il video clip e’ ora in fase di realizzazione e riportera’ il discorso del presidente Iraniano all’ONU,termina il videoclip
    Martin Luther King che profetizza una guerra rigeneratrice.
    Ci auguriamo che quanto affermato da questa signorina sia solo il frutto di una immaginazione molto viva e che queste sue affermazioni siano solo espressioni di fantasia senza riferimenti con la realta’.

  20. Appolenal said

    Hey What’s up guys

    Nice site, hope to be around longer

  21. Direttore buongiorno,sono Mario Saladino amico di girolamo foti,residente in montesilvano (PE).
    Desideravo compimentarmi con lei per il numero 1 del Bollettino del sud.Mi sto avvicinando al Movimento ed attualmente sono ancora coordinatore del Movimento no euro in Abruzzo e combatto da 6 anni contro l’euro moneta che ha causato il disastro economico nazionale ,europeo ed in parte anche mondiale con l’esportazioni ecc.ecc..
    Quindi la mia vicinanza al movimento e’ oltre a essere un suddista verace, combattere anche con voi contro l’euro moneta e sue modifiche che si possono apportare al sistema per far riprendere l’economia.
    Per sapere come la penso puo’ andare a leggere i miei scritti sul mio blog,nomonetaeuro.blogspot.com ed eventualmente anche sul nostro sito nazionale http://WWW.NOEURO.IT.,potendo se lei vuole scrivere qualche mio articolo sul bollettino o dove vuole lei.La ringarzio e forse qulche giorno ci possiamo sentire per telefono o vederci.

  22. Giovaani said

    Buongiorno,
    ho appena letto la vostra recensione sull’ultimo romanzo di Natsuo Kirino, sono capitato per caso sulle vostre pagine (maledetto google) e me ne guarderò bene di ritornarci.
    Se per voi scrivere una recensione di un romanzo è semplicemente raccontarne la trama (fino alla fine…..), mi dispiace siete lontani anni luce. In inglese si definisce “spoiler”, in italiano la mia maestra di terza elementare lo chiamava “riassuntino”. Secondo me siete bravi. Potete andare in quarta. Elementare.

  23. nunzio said

    EGREGIO Direttore,
    VOGLIO COMPLIMENTARE LA SUA AGENZIA PER IL GRAN PROFESSIONALISMO DEI SUI GIORNALISTI .

    Oggetto: Equipollenza titoli-D.L. 16 Aprile 2009 (Gazzetta Ufficiale del 29 Luglio 2009 serie generale 174). Diploma di qualifica professionale di Operatore Edile (D.M. 14 Aprile 1997)

    in riferimento al D.L. indicato in oggetto il sottoscritto Primo Maresciallo Nunzio CANCEMI Sottufficiale dell’ Esercito in servizio ed effettivo presso il 62° Reggimento Fanteria Sicilia in Catania chiede di avere notizie al fine di ricevere il diploma di Qualifica Professionale previsto dal D.L. e di conoscere se possibile l’Istituto Professionale deputato al rilascio del Diploma equipollente.

    Dichiaro inoltre di essere in possesso della specializzazione (Corso Militare) di Assistente Tecnico del Genio e di essere residente in Avola (SR).
    In allegato copia del D.L. del 16 Aprile 2009.

    Fiducioso di una cortese risposta porgo distinti saluti.

    Primo Maresciallo Nunzio CANCEMI

  24. barba vincenzo-de filippo marina said

    Siamo i genitori di Camilla la ragazzina che ha scritto la lettera a Gesù pubblicata dal vostro giornale il 18/10 c.a.Vorremo ringraziare di cuore il dott.Alberto De Marco per le belle parole usate per commentare la lettera di Camy;un regalo gradito e inaspettato che in questo periodo ci riempie il cuore di serenità. Grazie infinite i genitori di Camilla

  25. Gustavo said

    Questo matrimonio non s’ha da fare né domani né mai ….

    L’instabilità politico-istituzionale che mira volontariamente a minare la continuità e la stabilità del governo in Italia continua a manifestarsi con fenomeni di cannibalismo incivile, di bandistismo e di pirateria politica.

    Il grado di inciviltà giuridica, di immaturità umana e di irresponsabilità politica che scuote il sistema democratico, qui e adesso, ha raggiunto livelli di scabrosità e di squallore indicibile, ingiustificabile, inaccettabile, irricevibile.

    Il livello di guardia democratico è stato grandemente superato e la situazione politica verificatasi dopo il tradimento finiano ha reso instabile il sistema democratico creando un precedente di prassi procedurale nella “contrattazione politica” molto pericoloso e reazionario, oscurantista e parruccone, termini sinonimi fra di loro e contrari ai termini riformista e progressista.

    La contrattazione politica nelle alleanze di governo che si presentano agli elettori con un programma di governo da attuare e realizzare viene grandemente pregiudicata da questa prassi reazionaria che pretende di cambiare regole, schieramenti ed alleanze durante il mandato elettorale che ha validato una maggioranza di governo a governare.

    Da oggi in poi, grazie a questo precedente pericoloso, chiunque ed in qualunque momento è autorizzato a “scomporre” la maggioranza di governo in virtù di interessi di parte che nulla hanno a che fare con l’interesse generale, l’interesse pubblico e l’interesse del popolo sovrano nelle nucleazioni fondamentali di famiglie ed aziende.

    Questo “mischiare le carte”, questo confondere gli obiettivi comuni, questo disordinare ogni regola a partire da quella base della convivenza civile, a sua volta connotata dalla lealtà alla parola data, dalla correttezza dei conseguenti comportamenti politici e dal concetto ormai infranto (definitivamente?) di responsabilità politica ed istituzionale (quotidianamente violata e violentata, piegata ed abusata a miserabili interessi di parte politica e alle ormai smisurate ambizioni personali del reazionario di turno), questo ingarbugliare mirato a sovvertire la già espressa volontà popolare che indicava chiaramente uno schieramento politico composto di alleanze fra parti politiche che si impegnavano a governare per tutto il mandato, guidando l’esecutivo al fine della realizzazione di quella programmazione elettorale sottoposta all’elettorato e premiata dal responso dell’urna, questa ormai consolidata prassi del tradimento politico ed istituzionale a fini non compresi in quella progammazione, questo brigantaggio politico si rende responsabile della instaurazione di una prassi secondo la quale, nulla è sicuro, nulla è programmato, nulla è certo.

    Nella trasposizione di quella incertezza del diritto e della pena che impera da sempre nel nostro paese, questa novella incertezza politico-istituzionale, istituzionalizza appunto il tradimento come metodo di contrattazione politica che tende a superare il mandato elettorale ed il patto sottoscritto.

    Inizia un’era in cui l’incertezza assurge a valore (che squallore inumano: l’incertezza che sale al grado di “valore”!) e diviene asse trasversale a tutte le regole che accreditano il patto fondante di ogni società:
    l’interesse comune, certamente riconosciuto, certamente realizzabile, certamente inquadrabile in un ambito di norme e regole scritte e non scritte e fondanti una comunità umana condivisa e condivisibile.

    Ogni nuova alleanza elettorale d’ora in poi dovrà fare i conti con questo nuovo assioma, questa nuovo principio della incertezza nel futuro e della relativa mancanza di speranza, ormai divenuta prassi consolidata e consuetudine superante i limiti della valorizzazione legislativa (secundum, preter o contra), divenendo essa stessa regola sopra le regole, norma sopra le norme e, addirittura, “valore di riferimento”.

    Ogni nuova coalizione di governo, ogni nuovo premier, ogni nuovo esecutivo chiamato a governare non potrà garantire continuità e stabilità nel governo del paese proprio a causa di questa incertezza, di questo nuovo valore di riferimento.

    Cosa che, a dire il vero, avveniva anche nel passato, soprattutto nelle coalizioni di governo del centro-sinistra, laddove il premier era “incerto” e cambiava spesso e volentieri durante il mandato (governo Prodi-D’alema-Amato) e il programma era “incerto”, poichè continuamente attaccato dall’interno della stessa maggioranza (si fa rifermimento a quelle storiche manifestazioni di gruppi parlamentari della coalizione di governo che scendevano in piazza per manifestare contro l’azione del governo, del “loro” governo).

    Il fatto nuovo è che questo “virus della irresponsabilità ed immaturità politica” ha aggredito violentemente anche l’altra polarizzazione politica, quella del centro-destra, l’unica sinora capace di garantire polarizzazioni politiche finalizzate alla formazione di governi stabili e continui.

    Il fatto nuovo è che questo virus ha ormai contagiato gran parte del sistema politico, fatta eccezione per l’unico movimento politico che tutte le parti politiche ricercano per le sue “uniche” qualità di lealtà e correttezza rispetto alla parola data e di cui nessuno però, vintende pagare il conseguente prezzo politico di supporto alle progettualità ed idealità che lo identificano:
    esso è la lega Nord per l’Indipendenza della Padania.

    E’ la donna più bella, più attraente, più leale e corretta che esista, ma è anche la donna che nessuno vuol sposare.

    Ed è proprio il matrimonio l’elemento base del nostro sistema in profonda ed aperta crisi.

    Ed è proprio il matrimonio fra un uomo e d una donna, il matrimonio fra due partiti politici, il matrimonio fra due aziende cointeressate, il matrimonio fra gruppi sociali che condividono stili di vita comuni, è proprio questo concetto fondamentale di matrimonio ad essere messo in crisi.

    E’ lo stare insieme, è l’incapacità di unirsi seriamente e lealmente in matrimonio che corrode profondamnete la nostra comunità nei tempi moderni.

    Ci si è dimenticata la regola d’oro che pretende che i panni sporchi vadano lavati in casa e non esposti pubblicamente quasi fossero trofei sportivi.

    Ci si è dimenticata quell’analisi dell’esperienza comune che fece un tal Giuseppe Capograssi, magnifico uomo, filosofo e giurista che definì la difficoltà dell’unirsi dello stare insieme più di chiunque altro.ù

    E’ un invito alla lettura, questo:

    Analisi dell’Esperienza Comune
    Giuseppe Capograssi

    Per coloro i quali ancora credono che, una parola data, va rispettata, che una mano stretta, va onorata.

    Nel bene come nel male.

    Possibilmente, al di là dle bene e del male …..

    Gustavo Gesualdo
    alias
    Il Cittadino X

  26. francesco miglino said

    L’ UNIVERSO INTERNETTIANO RISCATTERA’ I GIONALISTI ASSERVITI
    Per una democrazia è una disgrazia non avere editori perchè l ‘ informazione è gestita da giornalisti che debbono difendere precisi interessi, autocensurarsi, introiettare lo spirito di appartenenza ed avere la disponibilità di abbondonare ogni remora deontologica per difendere il gruppo di appartenenza.
    Spesso le velleità dinastiche degli editori impuri, trasformano i giornalisti in killer e le informazioni in armi improprie violando fatti privati ed intimi non pertinenti pur di screditare e ridicolizzare gli avversari.
    Accelerare la trasmigrazione dell’ informazione dalla carta stampata alla rete è un atto dovuto per la libertà dell’ informazione in Italia, paese classificato fra gli ultimi per la libertà di stampa.

  27. fiorella tortora said

    bhè!sinceramente non so nemmeno come scrivere questo mio “piccolo”problema:ho acquistato la nuova aspirapolvere della marca “FOLLETTO” della Vorwerk;pur di farmela acquistare l’Agente di commercio Sig. P.V. mi dice che mi regalerà il battitappeto e gli annessi prodotti in polvere per la pulizia di tappeti,materassi ecc.ecc.(i pezzi saranno quelli usati da lui quando va a fare le dimostrazioni casa per casa).Purtroppo non ho fatto scrivere nulla di tutto questo,ci siamo “solo” stretti la mano con la “PROMESSA”che sarebbe addirittura venuto lui a Brescia per portarmi i pezzi mancanti.Morale della favola,mandato 3 messaggi al suo cellulare,2 mail alla sede di ARONA,2 mail alla sede di Milano,di cui la prima richiamata il giorno dopo:spiegato il tutto,la risposta dalla segretaria fu che mi avrebbe fatto sapere qualcosa(NULLA!).Ora mi trovo con il Folletto a cui mancano dei pezzi(PROMESSI),dovrei continuare a pagare la rata,il costo totale del mio acquisto è di 1.500,00€,tutta la PROMESSA fu detta davanti ad altre persone.IO VOGLIO I PEZZI MANCANTI!Non so nemmeno se questo sito è quello per smuovere qualcosa!Mhà!Grazie.

  28. fidest said

    So che la Folletto è una società seria e mi sorprende quanto le è accaduto. Personalmente non posso intervenire ma può rivolgersi ad una associazione consumatori (Aduc,Adiconsum, ecc. i cui indirizzi può trovare su internet. Intanto pubblico la sua con la speranza che possa essere letta da qualche dirigente della Vorwerk e se ci tengono tanto al loro buon nome sappiano provvedervi. Mi tenga informato. Noi cercheremo di contattare la società per prospettarle il suo caso. Cordialità Riccardo Alfonso

  29. FIORELLA TORTORA said

    Bhè carissimo Direttore Signor Riccardo Alfonso…..le dico la verità,non sapevo se avrei ricevuto una risposta riguardo alla mia mail inviatale ieri(folletto Vorwerk).Sono rimasta sbalordita nella celerità della risposta.Ho letto molte altre mail e devo dire che la mia, confronto a tante altre, è una bazzeccola,comunque GRAZIE.
    Sicuramente mi rifarò viva per quanto riguarda il mio “caso” e poi per esporle qualche mia perplessità su alcune cose!Ancora grazie infinite!

  30. francesco miglino said

    L’ APPORTO DEI PADRI COSTITUENTI DELL’ UNIVERSO INTERNETTIANO AL PROGRESSO DELL’ UMANITA’ NON HA EGUALI NELLA STORIA DI TUTTI I TEMPI.
    20 novembre 2010 di francesco miglino

    Mentre il mondo è inondato da produzioni inutili e troppo spesso nocive imposte dal marketing con massicce campagne pubblicitarie, tollerate dalle corrotte classi politiche conniventi, i Padri costituenti dell’ universo internettiano coordinano i migliori ricercatori d’ avanguardia per dare risposte mirate ed efficaci per soccorrere la sofferenza, il disagio, l’ ignoranza e salvaguardare il pianeta riscattando l’ umanità decadente ostaggio dei cacciatori di profitto.

    Liberati dalle informazioni deviate dei possessori delle rotative, gli uomini si sono incontrati nell’ immensa agora’ dell’ universo internettiano ed hanno conosciuto realtà nascoste, acquisito saperi prima irrangiungibili, hanno confrontato il proprio vissuto, intessuto dialoghi e scoperto che le mostruose contraddizioni e violenze dei gruppi di potere e dei politici asserviti, hanno creato artatamente dipendenze afflittive e degrado finalizzati all’ asservimento sociale. Ma a marcare la miseria morale delle industrie e degli Stati è l’ abbandono nel dolore di terribili malattie dei propri simili perchè le ricerche per cure possibili non rendono profitto.

    Non contagiate nè vincolate alle ferree tradizioni delle famiglie della vecchia imprenditoria spesso egoistiche e predatorie, le fresche generazioni imprenditoriali, cresciute grazie alle proprie creazioni informatiche messe in rete e premiate dagli utenti per la genialità e validità, avvertono un impellente bisogno di devolvere parte della loro ricchezza per dare risposte giuste alle diffuse ed intollerabili violenze sull’ uomo e sull’ ambiente. Questa disposizione a donare, molto diffusa nell’ universo internettiano, che si traduce in progettualità per dare soluzioni ai bisogni, si chiama INTERNETTIANESIMO.

    Contrapporre ad Enti burocratizzati lenti, con personale strapagato, demotivato e di obbedienza politica, fondazioni dinamiche dirette dai padri fondatori dell’ universo internettiano, che hanno impellenze morali e che a proprie spese esplorano per empatia terreni nuovi, rivitalizzano ricerche di nicchia abbandonate perchè non profittevoli, danno risposte urgenti con terapie efficaci al solo scopo di debellare il disagio e l’ indigenza di milioni di uomini abbandonati dagli Stati , e’ INTERNETTIANESIMO.

    Scegliere uomini eccezionali e considerare la loro genialità patrimonio prezioso da incentivare affinchè dia frutti da mettere gratuitamente a disposizione di tutti, è INTERNETTIANESIMO.

    Finanziare con fondi propri ricerche al solo scopo di alleviare le sofferenze di coloro che hanno contratto l’ Hiv e l’ Aids, è INTERNETTIANESIMO.

    Preoccuparsi per le prevedibili carestie e crisi alimentari globali ed incentivare la ricerca di una varietà di riso che resista alla siccità, è INTERNETTIANESIMO.

    Promuovere gratuitamente ricerche con corposi investimenti al solo scopo di debellare la mortalità infantile, è INTERNETTIANESIMO .

    Promuovere con risorse proprie l’ istruzione al solo scopo di liberare dall’ ignoranza milioni di persone , è INTERNETTIANESINO.

    La fondazione BILL & MELINDA GATES ha eletto direttore della ricerca Hiv e tubercolosi STEFANO BERTOZZI, economista e scienziato di genialità italiana.

  31. fiorella tortora said

    Gentilissimo Direttore Riccardo Alfonso,
    sono Fiorella le avevo scritto una mail a riguardo di un disservizio avuto da un venditore della Folletto (la mail era datata 22/11/2010 alle ore 16,46),questo per ringraziarla perché tramite lei,che mi ha dato indicazioni giuste,sono riuscita ad avere i pezzi mancanti….!
    Ora,addirittura,se prima mi aspettavo il pezzo di seconda mano,mi è arrivato NUOVO DI ZECCA!!
    Sono contenta di tutto questo che mi è capitato,perché,come aveva detto lei,LA FOLLETTO è un’azienda seria e questa ne è la prova!
    Grazie di cuore e le auguro un buon lavoro.
    Fiorella Tortora

  32. francesco miglino said

    L’ UNIVERSO INTERNETTIANO E’ L’ ANTITESI DI TUTTE LE TIRANNIDI.
    24 febbraio 2011 di francesco miglino

    ANCHE NELLA DRAMMATICA SITUAZIONE ATTUALE, L’ INTERNETTIANESIMO QUOTIDIANAMENTE SCRIVE PAGINE DI LUMINOSO PROGRESSO DONANDO GENIALI INVENZIONI ALL’ UMANITA’ PER VELOCIZZARE LO SCAMBIO SINAPTICO FRA GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA’ E STRUTTURARE IL CERVELLO GLOBALE. INVECE, GLI SVENTURATI PROTAGONISTI DELLA VECCHIA EPOCA , CHE HANNO SCRITTO CON LE MANI INSANGUINATE LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’ UOMO PER RISCATTARSI DALLA BARBARIE DELL’ ULTIMA GUERRA MONDIALE, NON VIGILANO A SUFFICIENZA AFFINCHE’ SIANO RISPETTATI I POSTULATI DELLA LORO DICHIARAZIONE MA PERMETTONO ANCORA A MOSTRI VIVENTI DI OPERARE INDISTURBATI ED ESERCITARE SUI PROPRI SIMILI LA FEROCIA DI PRIMORDIALI PULSIONI ANIMALESCHE. ****L’ UNIVERSO INTERNETTIANO GUARDA SGOMENTO A QUALI ABERRAZIONI PORTA LA PREVARICAZIONE ESERCITATA CON ATTI D’IMPERIO IN NOME DI ANACRONISTCHE ED INDIMOSTRATE SUPERIORITA’ DI CASTA O DI APPARTENENZA SOCIALE. *** L’ ONU DEVE FERMARE TEMPESTIVAMENTE I TIRANNI E PREVENIRE LA TIRANNIDE ASCOLTANDO GLI APPELLI AFFIDATI ALL’ UNIVERSO INTERNETTIANO DAI PERSEGUIDATI ED INTERVENIRE QUANDO CONSTATA, CHE GRUPPI DI POTERE, INVECE DI SERVIRE LA COMUNITA’ DI APPARTENENZA , SI SONO COALIZZATI PER DEPREDARLA, AFFLIGGERLA, PERSEGUITARLA CON CRUDELTA’

  33. gino spadon said

    Il 26 febbraio 2011, ho letto con raccapriccio questo ignobile hors d’oeuvre razzista dovuto alla penna di Camillo Langone e pubblicato in quell’ormai esecrabile foglio, chiamato “il Foglio”, diretto dal vociante “mutandier du pape” (per chi non lo sapesse con l’espressione “moutardier du pape” i francesi designano un tronfio supponente, un insopportabile spocchioso), insomma Giuliano Ferrara.

    Ecco l’infame storiellina “Sally è una cagna di destra. Abitualmente dolce e silenziosa, ringhia quando per strada le si avvicina un africano o, al ristorante, un asiatico venditore di fiori. Il suo comportamento causa imbarazzo al padrone, un intellettuale di sinistra che si sente costretto a profondersi in scuse. Ma Sally non sente ragioni: è una jack russell terrier di razza e riscatta la sua apparente inutilità di cane urbano ricordando che la natura è xenofoba. Intanto che ci spiegano per quale motivo e fino a quale punto si dovrebbe andare contronatura, ringhia, Sally, ringhia”.

    All’autore di questa infamia, che oltre ad essere uno spregevole razzista è anche un emerito ignorantone, ebbi modo non più di quindici giorni fa di dargli una ben meritata spillonata mediante questa lettera rimasta, naturalmente, senza risposta

    “Egregio signor Langone, in un Suo articolo apparso sul giornale “Libero” dell’11 febbraio, Lei elegge a Suo maestro di pensiero Charles Baudelaire di cui riporta questo folgorante pensiero: “Amore è gusto di prostituzione. Non c’è, anzi, piacere che non possa essere ricondotto alla prostituzione”. Citazione compiaciuta di cui Lei si serve per conferire a se stesso la patente di intellettuale raffinato e sulfureo e per lavare, in un sol colpo, da ogni sozzura Silvio Berlusconi per il quale l’accusa di prostituzione minorile, grazie a Lei e a … Baudelaire, viene a suonare non già come colpa spregevole ma come merito degno del più alto encomio. Sfortuna vuole, caro il mio Langone, che Lei non sappia quel che si dice poiché Lei ignora che Baudelaire con il termine “prostituzione” non intende, come recita il vocabolario e come intende Lei, “l’attività di chi offre abitualmente prestazioni sessuali a fini di lucro”, bensì quel movimento di generosità attraverso il quale l’individuo, rinunciando al suo amor proprio, fa dono totale di sé . Detto in altri termini la “prostituzione” è per Baudelaire una forma di prodigalità disinteressata, anzi la forma più alta della carità. Basti per tutte (non voglio infierire) quest’altra citazione tratta dal “Mio cuore messo a nudo”.. “L’essere più prostituito è l’essere per eccellenza, cioè Dio, poiché egli è l’amico supremo di ogni creatura, il serbatoio comune, inesauribile, dell’amore”. Ora è pur vero che Silvio, il pallonaro, non ha difficoltà a ritenersi un dio, ma non credo proprio che egli sia mosso da questa suprema carità”.

    Se devo essere sincero, una volta inviata questa lettera personale mi sono alquanto rammaricato perché mi dispiace sempre strapazzare chi da prova d’ignoranza. Oggi però quel rammarico non ha più ragion d’essere perché a cancellarlo c’è la storiella della cagna, assolutamente degna di un “minus habens”.

  34. gino spadon said

    «Mi chiedo se serva» ha commenta dubbioso e preoccupato il presidente del Consiglio alla notizia di un nuovo caduto italiano in Afghanistan. Era ora! Non se ne poteva più di tanti ruggiti di coniglio, di frasi reboanti come “Non ci lasceremo intimidire”, “Continueremo fino alla fine” pronunciate da chi se ne sta tranquillo nei fortilizi ben protetti del potere. Ben venga, dunque, la parola del cordoglio accorato, ben venga la testimonianza di una solidarietà non condita dall’enfasi. Sennonché… sennonché ( ecco il dubbio che rischia di guastare tutto) perché mai Berlusconi ha aspettato la trentaseiesima vittima di questa maledetta guerra per rinunciare ai toni marziali, ai proclami battaglieri? Non è che in questo improvviso ritegno, in questo encomiabile senso della misura c’entra per qualcosa il suo risentimento verso l’alleato americano? Non è che egli faccia brillare l’arma del ricatto nei confronti di chi, per voce dell’ambasciatore Spogli, ha osato tracciare di lui un ritratto impietoso? E’ possibile ipotizzare il seguente soliloquio da parte di un Berlusconi giustamente imbufalito?. «Avete deplorato le mie “gaffes verbali”, avete disapprovato l’uso da parte mia di “parole che hanno offeso quasi ogni cittadino in Italia e molti leaders degli Stati membri dell’UE”, Avete censurato la mia “volontà di porre gli interessi personali al di sopra di quelli dello Stato”. Avete condannato il mio “uso frequente di istituzioni e di risorse pubbliche per ottenere un vantaggio elettorale sui miei avversari politici” . Mi avete biasimato per “aver fornito un tono sfortunatamente comico alla reputazione italiana in molti settori del governo americano”. E per sopramercato mi avete ridotto a un vero e proprio pirla perché facendo leva su queste mie debolezze e su quello che considerate il mio inguaribile narcisismo avete ottenuto da me onerosi impegni quale l’invio di soldati in Iraq e in Aghanistan, un occhio di riguardo sull’OGM e su molte questioni per voi imbarazzanti, tipo il caso Abu Omar. Permetterete adesso che cerchi di rendervi pan per focaccia minaccia facendo brillare l’ipotesi di un nostro ritiro da impegni divenuti ormai troppo gravosi, Oh, lo so bene che oltre a digrignare appena appena i denti altro non posso fare nulla, ma mi permetterete, vero, che dopo tante vigliaccate nei miei confronti vi metta un po’ di strizza…».
    E’ possibile ipotizzare questo soliloquio? mi chiedevo. Sì, a mio modesto parere, è possibile
    [Per i giudizi su Berlusconi, che ho riportato testualmente, la referenza ufficiale è: C O N F I D E N T I A L SECTION 01 OF 02 ROME 000128SIPDISNOFORNFROM THE AMBASSADOR TO THE SECRETARYE.O. 12958: DECL: 02/10/2009. TAGS: PREL PGOV NATO IT / OGGETTO: CONSIDERAZIONI FINALI SUI RAPPORTI USA-ITALIA: COSA POSSIAMO CHIEDERE DA BERLUSCONI / CLASSIFIED BY: RONALD P. SPOGLI, AMBASSADOR, FOR REASONS 1.4 (B) AND (D)]

  35. gino spadon said

    Vorrei correggere i refusi presenti nel mio commento delle ore 15.45. Se possibile sostituire con questa versione corretta:

    «Mi chiedo se serva» ha commentato dubbioso e preoccupato il nostro presidente del Consiglio alla notizia di un nuovo caduto italiano in Afghanistan. Era ora!!! Non se ne poteva più di tanti ruggiti di coniglio, di frasi reboanti come “Non ci lasceremo intimidire”, “Continueremo fino alla fine” pronunciate da chi se ne sta tranquillo nei fortilizi ben protetti del potere. Ben venga, dunque, la parola del cordoglio accorato, ben venga la testimonianza di una solidarietà non condita dall’enfasi.

    Sennonché… sennonché ( ecco il dubbio che rischia di guastare tutto). Perché mai Berlusconi ha aspettato la trentaseiesima vittima di questa maledetta guerra per rinunciare ai toni marziali, ai proclami battaglieri? Non è che in questo improvviso ritegno, in questo encomiabile senso della misura c’entra per qualcosa il suo risentimento verso l’alleato americano? Non è che egli faccia brillare l’arma del ricatto nei confronti di chi, per voce dell’ambasciatore Spogli, ha osato tracciare di lui un ritratto impietoso?

    E’ possibile ipotizzare il seguente soliloquio da parte di un Berlusconi giustamente imbufalito?. «Avete deplorato le mie “gaffes verbali”, avete disapprovato l’uso da parte mia di “parole che hanno offeso quasi ogni cittadino in Italia e molti leaders degli Stati membri dell’UE”. Avete censurato la mia “volontà di porre gli interessi personali al di sopra di quelli dello Stato”. Avete condannato il mio “uso frequente di istituzioni e di risorse pubbliche per ottenere un vantaggio elettorale sui miei avversari politici” . Mi avete biasimato per “aver fornito un tono sfortunatamente comico alla reputazione italiana in molti settori del governo americano”. E per soprammercato mi avete ridotto alla condizione di un vero e proprio pirla perché avvalendovi di queste mie debolezze e facendo leva su quello che considerate il mio inguaribile narcisismo avete ottenuto da me onerosi impegni quale l’invio di soldati in Iraq e in Aghanistan, un occhio di riguardo sull’OGM e su molte questioni per voi imbarazzanti, tipo il caso Abu Omar. Me lo volete permettere adesso di rendervi pan per focaccia facendo brillare l’ipotesi di un nostro ritiro da impegni divenuti ormai troppo gravosi? Oh, lo so bene che oltre a digrignare appena, appena i denti non posso fare nulla, ma mi permetterete, vero, che dopo tante vigliaccate nei miei confronti vi metta un po’ di strizza…».

    E’ possibile ipotizzare questo soliloquio? mi chiedevo. Sì, a mio modesto parere, è possibile

    [Per i giudizi su Berlusconi, che ho riportato testualmente, la referenza ufficiale è: C O N F I D E N T I A L SECTION 01 OF 02 ROME 000128SIPDISNOFORNFROM THE AMBASSADOR TO THE SECRETARYE.O. 12958: DECL: 02/10/2009. TAGS: PREL PGOV NATO IT / OGGETTO: CONSIDERAZIONI FINALI SUI RAPPORTI USA-ITALIA: COSA POSSIAMO CHIEDERE DA BERLUSCONI / CLASSIFIED BY: RONALD P. SPOGLI, AMBASSADOR, FOR REASONS 1.4 (B) AND (D)]

    Gino Spadon

  36. Esimio Direttore, mi sento l’obbligo di ringraziare Lei e la redazione per i servizi resi a tutti gli interessati che vogliono, per loro natura, approfondire i temi presentati, in forma classica e signorile, cose di altri tempi, probabilmente i suoi, ma anche i miei. Quasi ottant’anni di vita influiscono sull’esperienza di ognuno di noi, almeno che non abbiamo perso tempo !!!
    Leggo tutto sugli argomenti trattati dal Suo giornale, in special modo la rubrica “Bits of future”, sono meravigliato che gli interessati che hanno iniziato ha pubblicare una piccola parte di quanto a suo tempo da me scritto sul libello, pubblicato come mammoletta.wordpress.com parlano di solo tre pagine, su settanta di cui fa parte il totale scritto. Le altre probabilmente troppo dirette, avrebbero abbassato il livello della fonte “scienza per l’amore” allora Maya, troppo coinvolta direttamente dopo l’arresto del loro “capo maximum”.
    Vorrei non nascondere il mio interesse su quanto espongo, vorrei attraverso la sua agenzia, dire le verità che vengono opportunamente nascoste da “scienza per l’amore” che sta lavorando soltanto per cercare di salvare il capo spirituale, maestro della loro vita e vittime inconsapevoli di chi ha tolto loro la possibilità di essere liberi di pensare con la propria coscienza, e con il loro libero arbitrio, schiacciati ormai dalla personalità e dal carisma del loro conduttore ormai impossessatosi della loro anima.
    Nel ringraziarla, e al l piacere di leggerla presto, voglia gradire distinti saluti.

  37. Carlo Mambriani said

    Egregio Direttore,
    Desidero segnalare un errore nel vostro articolo “Ricordo di Renzo Pezzani” del 28 maggio u.s., dove inspiegabilmente risulto progettista della ristrutturazione di parte della casa del pittore parmigiano, oggi di proprietà di Giovanni Abelli. In realtà io mi occupo di storia dell’architettura e non sono nemmeno iscritto all’albo professionale. L’architetto in questione è Francesco Asti. Sarei lieto se poteste correggere il testo corrispondente. Con i miei più cordiali saluti,
    Carlo Mambriani
    Docente di Storia dell’Architettura presso l’Università di Parma

  38. francesco miglino said

    HOMO HOMINI DEUS SI SUUM OFFICIUM SCIAT”

    LA COMUNIONE DEGLI UOMINI NELLA CONOSCENZA E NELLE SOLUZIONI PER IL PROGRESSO E’ INTERNETTIANESIMO

    L’ internettianesimo si realizza anche nel superamento delle faziosità diffondendo ipertesti che introducano agli scritti originali degli autori corredati dalla raccolta completa delle considerazioni, degli articoli, degli spunti evolutivi che hanno inciso nella storia del pensiero. L’ internettianesimo riconosce ad ogni essere umano la dignità della propria identità intellettuale e propone in profondità ipertesti esaustivi in cui tutto quello che è stato detto e scritto sugli autori ed i relativi argomenti è reperibile con un clik

    Incontrarsi, crescere nel tempio dell’ enciclopedia multimediale costituita da milioni di testi correlati organicamente affinchè le conoscenze, consultabili in tempo reale, siano non disperse ma ottimizzate per elaborare insieme soluzioni congrue e rigorose per scelte consapevoli in nome dell’ HOMO RES SACRA HOMINI.

  39. fidest said

    Abbiamo provveduto alla rettifica. Ad ogni buon conto preciso che abbiamo ripreso integralmente il testo inviatoci e che da una nostra ulteriore verifica risulta con il nominativo di cui ella ora ci ha chiesto la rimozione. La ringraziamo per l’attenzione che ha voluto riservarci e che ci ha consentito di correggere l’imprecisione. Cordiali saluti Riccardo Alfonso

  40. Sono colpito nel leggere una storia potente su Scrivi al direttore « Fidest – Agenzia giornalistica/press agency. Io posto un link sul mio sito promozionale per questo post . Tornerò a leggere di più.

  41. francesco miglino said

    Egregio professore Mario Monti,
    per la fiducia posta nel Suo rigore intellettuale eravamo certi che, prima di chiedere ulteriori sacrifici agli Italiani, avrebbe convocato in Parlamento il Presidente della Corte Dei Conti, affinché certificasse che la corruzione costituisce “la terza fonte di danno erariale, con un peso del 17 % a cui bisogna aggiungere i reati di peculato e le truffe a danno dello Stato” e che Lei avrebbe giurato solennemente agli Italiani di identificare i corrotti ed i corruttori, per porre fine alla incontrastata festa predatoria di danaro pubblico che dura da decenni e che nel 2011, soltanto in corruzione, costa agli Italiani circa 78 miliardi di € pari a 213 milioni di € al giorno.
    Abbiamo disperatamente ed inutilmente cercato fra i provvedimenti urgenti un Suo atto politico che recepisse la direttiva europea contro la corruzione, direttiva temuta ed avversata come la peste dai nostri politici e già adottata dai paesi europei, e che Lei in Parlamento desse seguito alla lettura dell’ articolo contro il traffico d’ influenze illecite che punisce “chiunque, vantando credito presso un pubblico ufficiale, ovvero adducendo di doverne comprare il favore o soddisfare le richieste, fa concedere o promettere a sé o ad altri denaro o altra utilità quale prezzo per la propria mediazione o quale remunerazione per il pubblico ufficiale”. Tale articolo, se operante in Italia, allenterebbe la pressione delle Borse, poiché lascerebbe nelle casse del Tesoro mediamente 200 miliardi di € all’ anno utili per diminuire il debito pubblico.   
    Non solo non e’ stato invitato il Presidente della Corte Dei Conti, organo costituzionale che diligentemente informa gli Italiani sulla devastazione morale e finanziaria apportata dalla corruzione politica all’ Italia, ma, nei Suoi interventi, non abbiamo sentito né considerazioni né provvedimenti contro questo accertato e noto cancro erosivo che inevitabilmente conduce alla rovina il nostro Paese.

    Ad esclusione di alcuni che denunciano i corrotti, nel Parlamento Lei si è rivolto al più ricco, ramificato ed incontrastato Comitato d’ affari della spesa pubblica, che invece di realizzare riforme ed opere per il bene comune per poi chiedere democraticamente i voti, da decenni corrompe, nega diritti per concederli come favore clientelare, si arricchisce praticando illecitamente intrusioni e mediazioni di ogni voce di spesa pubblica affidata dalle leggi della Repubblica a regolari prassi amministrative, come l’ indire correttamente aste per assegnare al migliore offerente forniture, servizi ed appalti per i lavori pubblici nell’ interesse della collettività.

    Il Suo discorso è stato rivolto ai presenti prevalentemente corrotti e corruttori di tutti i tipi:
    quelli a cui generosi appaltatori di opere pubbliche, a loro insaputa, hanno pagato l’ acquisto e la ristrutturazione di costosi appartamenti;
    quelli che nei propri collegi “mazzettano” l’ assegnazione clientelare di ogni tipo di lavoro pubblico;
    quelli che collocano in delicati luoghi istituzionali conoscenti o parenti o inventano, a spese dell’ erario, enti nuovi spesso inutili e dannosi per affidarli agli amici e agli amici degli amici che raccolgono voti;
    quelli che hanno eletto il proprio commercialista a mediatore e si sono organizzati facendosi una Fondazione a vocazione “culturale”, in cui la Guardia di Finanza non può accedere;
    quelli a cui la protezione civile assegna, in nome dell’ urgenza, la possibilita’ di concedere appalti a chiamata pagati in tempi reali ;
    quelli che, avendo collaudato la facilità con cui impunemente ci si può arricchire, grazie alla disinformazione dei contribuenti, non disposti a dare neanche un minuto del loro impegno per il bene comune, si rifiutano di concepire e formulare piani di fattibilità, facendo così perdere miliardi di € assegnati dall’ Europa all’ Italia per realizzare opere utili che darebbero lavoro;
    quelli che nel Sud si servono della miseria del Mezzogiorno e, in combutta con imprenditori amici, costruiscono stabilimenti che chiudono puntualmente dopo aver incassato le erogazioni a fondo perso;
    quelli che, con criminale indifferenza, probabilmente per lucrare sugli interessi, non pagano in tempi utili le imprese che hanno dato servizi o forniture allo Stato, pur sapendo il dramma che causano a decine di imprenditori creditori portati al fallimento per mancanza di liquidità ;
    quelli che, invece di elaborare costi standard sulle forniture sanitarie realizzando un considerevole risparmio per lo Stato, hanno fatto lievitare la spesa corrente del settore sanitario del 50% ;
    quelli che ci offrono lo scenario di migliaia di opere pubbliche incompiute, costruite male e pericolose e che ci costano il triplo in confronto agli altri Paesi europei;
    quelli che, per non colpire parassitismi e dannose rendite di posizione, preferiscono buttare sul lastrico migliaia di precari della scuola operando tagli lineari e non selettivi.

    Egregio professore Mario Monti, il risanamento delle finanze è possibile solo e soltanto allontanando i corrotti dai luoghi istituzionali, poiché a nulla valgono le maggiori entrate se messe nelle mani dei famelici Comitati d’ affari della spesa pubblica, che spadroneggiano ed imperversano sino ad ostentare senza ritegno le proprie malversazioni.

    Ricorreremo all’ Europa chiedendo di aggiungere ai 39 punti il quarantesimo, per imporre all’ Italia la ratifica della direttiva europea contro la corruzione, introducendo la punibilità sino a 6 anni del diffusissimo reato di traffico d’ influenza: e’ il solo modo possibile per liberare il nostro Paese dai mostruosi intrecci di relazioni illecite ad opera di bande di personaggi senza scrupoli, che ignorano il senso della Stato e si attivano solo per i propri interessi personali a scapito di quelli della Comunità.

    Egregio professore Mario Monti, sono nei patrimoni dei corrotti le risorse che sta cercando, patrimoni dalla consistenza immensa che sarebbe ora di inseguire negli impensabili angoli del globo in cui sono nascosti, dove la Guardia di Finanza ha la capacità professionale di scovarli e le motivazioni costituzionali e morali per restituirli alla Comunità nazionale.

    Distinti saluti
    francesco miglino
    segretario del partito internettiano

  42. Cari blogger , sono stato toccato dal modo in cui ha espresso il suo punto di vista Scrivi al direttore « Fidest – Agenzia giornalistica/press agency. Ho un blog tutto mio e mi link a questo articolo.

  43. gabriella said

    vorrei sapere come disattivare la newsletter!non voglio più ricevere le vostre email..per favore è importante..ho mandato decine di email alla redazione,al servizio lettori..nulla nessuna risposta e continuano ad arrivarmi email..utilizzo questa mail per questione di lavoro e studio non posso ricevere più newsletter..per cortesia vorrei informazioni.grazie

  44. fidest said

    Non capisco chi può inviarvi newsletter della fidest. Noi non le trasmettiamo. Non lo abbiamo mai fatto. Ci spiace che possa accadere anche perchè non conosciamo la ragione di questa iniziativa. Se tali invii continuano ci vedremo costretti a denunciare la circostanza alle autorità competenti per bloccare chi indebitamente opera in tal senso. Tra l’altro è una grave violazione della privacy e sul piano personale e di immagine ci procura un grave danno. Cordialità Riccardo Alfonso

  45. antonino magistro said

    SEMPRE ATTENTO E PUNTUALE DIRETTORE BUON LAVORO.
    ANTONINO MAGISTRO
    VICE PRESIDENTE NAZIONALE VICARIO D.C.

  46. Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agency Pretty nice post. I just stumbled upon your blog and wished to say that I have truly enjoyed surfing around your blog posts. In any case I will be subscribing to your feed and I hope you write again very soon!

  47. Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agency I was recommended this web site by my cousin. I am not sure whether this post is written by him as no one else know such detailed about my problem. You’re amazing! Thanks! your article about Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agencyBest Regards Veronica

  48. baju bayi said

    Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agency I was recommended this blog by my cousin. I’m not sure whether this post is written by him as no one else know such detailed about my difficulty. You are incredible! Thanks! your article about Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agencyBest Regards Veronica

  49. baju bayi said

    Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agency I was suggested this web site by my cousin. I’m not sure whether this post is written by him as no one else know such detailed about my trouble. You are amazing! Thanks! your article about Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agencyBest Regards SchaadAndy

  50. Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agency Pretty nice post. I just stumbled upon your weblog and wanted to say that I’ve really enjoyed browsing your blog posts. After all I’ll be subscribing to your feed and I hope you write again very soon!

  51. Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agency Pretty nice post. I just stumbled upon your weblog and wanted to say that I have truly enjoyed browsing your blog posts. In any case I’ll be subscribing to your feed and I hope you write again soon!

  52. Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agency Pretty nice post. I just stumbled upon your blog and wished to say that I’ve truly enjoyed browsing your blog posts. In any case I’ll be subscribing to your feed and I hope you write again very soon!

  53. Scrivi al direttore Fidest – Agenzia giornalistica/press agency Pretty nice post. I just stumbled upon your blog and wished to say that I’ve truly enjoyed browsing your blog posts. After all I will be subscribing to your feed and I hope you write again soon!

  54. claudia ponziano said

    consiglio di lettura: Elvira e Modigliani.
    In occasione della mostra su Amedeo Modigliano, al Palazzo Reale di Milano dal 21 febbraio, Graus editore pubblica “Elvira la modella di Modigliani”, di Carlo Valentini.
    La Parigi degli artisti, da Picasso a Renoir, da Cézanne a Matisse, la città della Belle Epoque, della mondanità e delle corse dei cavalli, dell’invasione tedesca nella prima guerra mondiale, ma soprattutto la Parigi di Modigliani coi suoi eccessi, la sua creatività, i suoi patimenti e la sua umanità, narrata attraverso la vita rocambolesca di una delle protagoniste di quel periodo, Elvira la Quique, che di Modigliani fu modella e amante. Una biografia-romanzo in cui il giornalista Carlo Valentini (Graus editore) ripercorre tutta l’avventura artistica e personale di Amedeo Modigliani, ricostruendo in forma di romanzo il legame che unì il pittore alla modella di alcuni dei suoi celebri nudi, allo stesso tempo casti e ammiccanti, che ben svelarono anche l’interiorità di questa ragazza scappata dalla vita di miseria e prostituzione di Marsiglia e approdata alla vivacità anarchica di Montmartre e Montparnasse. Elvira, eroina quasi inconsapevole di una delle stagioni più esaltanti della recente storia europea, ci conduce nel cuore artistico di Parigi, ci fa conoscere i suoi abitanti poi divenuti famosi e ci guida in quelle irripetibili atmosfere in cui si intrecciavano libertà e gioia, frustrazioni e amarezze, droga e sesso, illusioni e amori.

    In fondo, in quella vita dominata da brucianti passioni, nel tourbillon d’amori, solo con lei aveva condiviso l’atteggiamento verso la vita: l’essere ed il fare del tutto preminenti rispetto alle gabbie del ragionamento razionale.

    Montmartre con i grand-caffè con la sagoma del Moulin Rouge e le coppie che si baciano in libertà accolgono Elvira, fuggita da una vita di stenti e scandalosa che le avrebbe reso impossibile rimanere a Marsiglia. Giunta a Parigi diventerà il simbolo femminile di una stagione provocatoria, creativa e pulsante: l’avanguardia.
    Con i suoi occhi, di un marrone impastato col nero, brillanti, espressivi, provocanti, riuscirà ad imbarazzare Amedeo Modigliani, italiano eccentrico e raffinato, irrequieto, squattrinato e grande seduttore.
    Elvira, pronta all’avventura, assetata di conoscere, amante della vita senza pudori, gioiosa anche nelle avversità diventerà la sua musa, la sua modella e la compagna, condividendo il senso più profondo di un’aspirazione libertaria.
    Nel marzo 1917 Modigliani vivrà una nuova primavera artistica con quadri dalle tonalità più dolci e da una diversa luce che illuminerà i nudi di Jeanne, sua nuova compagna; ma il legame tra Elvira ed Amedeo non si spezzerà mai: “impossibile lasciare la mia musa, ci cercheremo sempre”. E poco prima di morire, l’artista la ritrarrà ormai matura, ma con un’espressione infantile, in uno dei suoi nudi più casti: un omaggio d’amore alla sua Elvira che sfociava dal profondo dell’anima.

  55. Wow, awesome blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your web site is wonderful, let alone the content!. Thanks For Your article about Scrivi al direttore Fidest & .

  56. Wow, awesome blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is fantastic, as well as the content!. Thanks For Your article about Scrivi al direttore Fidest & .

  57. Wow, marvelous blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your site is wonderful, let alone the content!. Thanks For Your article about Scrivi al direttore Fidest & .

  58. Wow, incredible blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your website is great, let alone the content!. Thanks For Your article about Scrivi al direttore Fidest & .

  59. Wow, awesome blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your web site is great, let alone the content!. Thanks For Your article about Scrivi al direttore Fidest & .

  60. Wow, awesome blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your website is great, let alone the content!. Thanks For Your article about Scrivi al direttore Fidest & .

  61. Francesco Mastrantuoni said

    Scandalo Federfarma Molise – Avviso di Garanzia per “Appropriazione Indebita” a carico di Luigi Sauro – Comunicato Stampa – “Francesco Mastrantuoni replica a Luigi Sauro”

    COMUNICATO STAMPA – “FRANCESCO MASTRANTUONI REPLICA A LUIGI SAURO”

    In relazione al Comunicato ufficiale di Federfarma Molise in persona del suo Presidente Dr. Luigi Sauro in data 21/12/2016, io sottoscritto Dr. Francesco Mastrantuoni precisa quanto segue:

    In merito alle dichiarazioni di Sauro pubblicate su vari giornali di categoria a tiratura nazionale, sul Quotidiano del Molise, su Primo Piano Molise e, in particolar modo, sul sito di Federfarma Nazionale, io sottoscritto depositerò nei prossimi giorni alla Procura della Repubblica nei confronti di Luigi Sauro una denuncia per i reati di ESTORSIONE, VIOLENZA PRIVATA, MINACCIA, DIFFAMAZIONE E CALUNNIA e una denuncia nei confronti di Federfarma Nazionale per il reato di DIFFAMAZIONE.

    Rendo noto che, già nei primi mesi del 2016, depositai presso la Guardia di Finanza di Campobasso una integrazione al mio primo esposto, una ulteriore denuncia, nei confronti di Luigi Sauro per i reati di ESTORSIONE, MINACCIA E VIOLENZA PRIVATA.

    Per quel che concerne la qualifica di “funzionario capo” smentita da Federfarma Molise nella persona di Luigi Sauro, invito lo stesso a informarsi presso l’Inps e/o la commercialista preposta alla gestione delle buste paga.

    Inoltre comunico che nel mese di aprile 2014 iniziai a informare la categoria sull’operato illecito di Sauro, tanto è vero che il Vice Presidente di Federfarma Molise Dott. Giuseppe Orlando, attuale Sindaco del Comune di Poggio Sannita (IS) indisse una riunione dei Revisori dei Conti per discutere e prendere atto del comportamento di Luigi Sauro.

    Al termine della riunione, i presenti stilarono e firmarono un verbale nel quale invitavano il Sauro a restituire le somme prelevate senza nessuna autorizzazione da parte del Consiglio per non incorrere in una denuncia all’Autorità Giudiziaria.

    Ma in sede di interrogatorio presso la Guardia di Finanzia il Dott. Orlando Giuseppe (Vice Presidente di Federfarma Molise e il Dott. de Socio Giuseppe (Presidente dei Revisori dei Conti), nonostante durante la riunione visionassero con cura le carte e riconoscessero i prelievi illeciti di denaro da parte di Sauro, negarono l’autenticità del verbale.

    Per quel che concerne la denuncia di cui parla il Sauro nel, in merito alle mie presunte minacce verso la sua persona, la stessa è stata ARCHIVIATA perchè il fatto non sussiste.

    La Procura della Repubblica non ha ritenuto veritiere le dichiarazioni fatte dal Sauro.

    Circa le indagini sui conti correnti “Corsi di Aggiornamenti e “Dati Ricette Ministero Economia e Finanze” dichiaro che tramite il mio legale Avv. Giovanni Messere ho presentato un mese fa una integrazione alla precedente denuncia a carico di Luigi Sauro, direttamente nelle mani del Sostituto Procuratore Gallucci “che lo stesso ha protocollato” dove esortavo la Procura ad indagare sui suddetti conti. Infatti è stata chiesta e ottenuta una proroga di 6 mesi proprio per dar modo alla Guardia di Finanza di indagare sui conti in questione.

    Inoltre, rendo noto di essere in possesso di copia di un verbale firmato dal solo Sauro (che mi riservo di depositare quanto prima presso la Procura della Repubblica) dove lo stesso si auto-proclama unico firmatario per le operazioni di prelevamento sul conto corrente nel quale confluivano i contributi versati da Federfarma Nazionale per gli ECM (Educazione Continua in Medicina) e i pagamenti da parte degli iscritti per i Corsi di Aggiornamento, conto corrente poi estinto dal Sauro.

    Preciso che Luigi Sauro ha ricevuto un Avviso di garanzia dalla Procura della Repubblica di Campobasso poichè ha utilizzato parte dei fondi sottratti dai conti di Federfarma Molise ad uso privato (per sè e per i componenti della sua famiglia).

    Inoltre, Sauro ha acquistato materiale informatico (computer, stampanti, toner, ecc ecc) realmente non presente in ufficio dopo l’acquisto, facendo emettere ai venditori, fatture intestate a Federfarma Molise e da quest’ultima saldate.

    Nel 2014 sono stati tolti a Luigi Sauro i poteri di firma per operare sui conti correnti di Federfarma Molise, ciò a riprova della gestione non trasparente dei conti correnti da parte di quest’ultimo.

    Per quel che concerne la mia “condanna da me patteggiata (a tal riguardo specifico che il patteggiamento non ha natura di condanna), di cui si parla nel comunicato Stampa di Federfarma Molise, preciso che preferii addossarmi tutte le colpe per porre fine al più presto alla questione, pressato da persone senza scrupoli che mi hanno sottoposto a minacce e ritorsioni. L’episodio si riferisce ad un incontro con un intermediatore finanziario precisamente di Forchia a cui chiesi legalmente la “cessione del quinto del mio stipendio, ma dopo un pò mi ritrovai a mia insaputa, in una spirale.

    Pertanto, alla luce di tutto quanto sopra, mi riservo di indire una Conferenza Stampa nella quale poter documentare tutto quanto dichiarato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: