Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Posts Tagged ‘covid-19’

Tumore della prostata e Covid-19

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2020

Il tumore della prostata è il più diffuso e frequente tra la popolazione maschile del nostro Paese. E’ una malattia oncologica nella quale si registrano successi costanti in termini di nuove terapie, diagnosi precoci e quindi migliorano i tassi di sopravvivenza. Tuttavia la recente pandemia ha reso più difficile l’assistenza a pazienti spesso non più giovanissimi e che presentano altri problemi di salute. La paura del contagio ha tenuto lontani dagli ospedali e dagli ambulatori medici migliaia di uomini colpiti dalla neoplasia. Tutto ciò potrebbe avere conseguenze negative nei prossimi mesi soprattutto se non si riesce ad invertire questa pericolosa tendenza. Per rilanciare la giusta attenzione sul carcinoma prostatico tra pazienti, clinici e caregiver, Fondazione PRO ha deciso di lanciare una campagna nazionale col sostegno non condizionato di Ipsen.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Farmacisti e farmacie nella lotta alla COVID

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2020

“Ritengo che le esperienze di Lazio ed Emilia Romagna testimonino molto chiaramente quanto il coinvolgimento di farmacisti e farmacie sia centrale quando si tratta di garantire prestazioni in tempi rapidi e in sicurezza a una vasta fascia della popolazione, a maggior ragione in una fase quantomeno complessa come quella attuale”. Così Andrea Mandelli, presidente della FOFI, a commento del successo incontrato dall’esecuzione in farmacia dei test sierologici per la ricerca degli anticorpi al SARS-CoV-2, messa in atto in Emilia Romagna, e della distribuzione dei vaccini antinfluenzali in farmacia adottata dalla Regione Lazio. “A fronte del successo di queste iniziative, e della volontà espressa dalle Regioni di voler generalizzare il ricorso all’attività di screening, non è comprensibile l’atteggiamento del Governo. Infatti alla nostra proposta di coinvolgere i farmacisti nella campagna vaccinale e nelle attività di monitoraggio dei contagi ancora non è stata data una risposta. Eppure è evidente che oggi, con la forte ripresa della circolazione del Coronavirus, è indispensabile mettere a sistema tutte le risorse del territorio ed evitare il più possibile l’intasamento delle strutture di secondo livello. In tutta Europa da tempo si fa leva sulla capillarità delle farmacie per ottimizzare i risultati, per esempio, delle campagne vaccinali e il paese rischia di pagare a caro prezzo i ritardi a procedere in questa direzione”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cani sensibili al Covid-19: solo se addestrati

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2020

In seguito alle recenti notizie di cronaca relative alla capacità del cane di rilevare il COVID-19 negli esseri umani, il team di veterinari di Barkyn, impresa specializzata nel benessere animale, riassume in una nota gli aspetti più significativi di questo argomento allo scopo di fare chiarezza e di valorizzare questa particolare capacità della specie canina. Un recente studio dell’Università di Medicina Veterinaria di Hannover mostra che i cani sono in grado di riconoscere, tramite l’olfatto, la saliva di oltre mille persone, sia sane che infette. Secondo lo studio, i cani hanno identificato i pazienti con Coronavirus grazie alle loro capacità olfattive con una percentuale di successo del 94% (*). Come nel caso di altre malattie, quali ad esempio il diabete o il cancro, i cani hanno la capacità di riconoscere determinati odori anche nelle persone infette da SARS-CoV-2. Nello specifico è bene precisare che i cani non riconoscono l’odore del virus, ma l’odore che il corpo umano produce quando viene infettato. La specie canina ha una sensibilità olfattiva a diversi odori che sono il risultato di cambiamenti metabolici, i quali si verificano nelle persone malate e, quindi, potrebbero essere in grado di rilevare i pazienti affetti da COVID-19. Affinché questo sia possibile ed eventualmente applicabile in ambito sanitario è necessario un particolare addestramento che consenta all’animale di riconoscere e distinguere degli odori specifici per poi poterli associare a determinate condizioni mediche.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid-19, togliendo colesterolo le statine riducono il rischio di forme gravi

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2020

Secondo due studi condotti da ricercatori della UC San Diego Health, i pazienti che assumono statine rischiano meno di avere forme gravi di Covid-19 perché la rimozione del colesterolo dalle membrane cellulari rende difficile l’ingresso di Sars-CoV-2 nelle cellule stesse. Nel primo studio, pubblicato sull’American Journal of Cardiology, Lori Daniels e il suo gruppo di lavoro volevano capire se l’uso di statine avesse o meno un impatto sulla gravità dell’infezione da nuovo coronavirus. I ricercatori hanno analizzato retrospettivamente 170 pazienti con Covid-19 e 5.281 pazienti di controllo Covid-negativi, valutando gravità della malattia, durata della degenza ospedaliera, esito e uso di statine, inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (Ace) e bloccanti del recettore dell’angiotensina II (Arb) entro 30 giorni prima del ricovero ospedaliero. Tra i pazienti con Covid-19, il 27% assumeva attivamente statine al momento del ricovero, mentre il 21% assumeva un Ace inibitore e il 12% un Arb. La durata mediana della degenza ospedaliera è stata di 9,7 giorni per i pazienti con Covid-19. I ricercatori hanno scoperto che l’uso di statine prima del ricovero ospedaliero era associato a una riduzione di oltre il 50% del rischio di sviluppare una forma grave della malattia, rispetto ai pazienti Covid che non le assumevano. Inoltre, i pazienti con Covid-19 che prendevano statine prima del ricovero si sono ripresi più rapidamente. Il secondo studio, pubblicato su The Embo Journal, è stato guidato da Tariq Rana che, cercando di vedere quali geni si attivassero nelle cellule polmonari umane in risposta all’infezione da Sars-CoV-2, ha individuato il gene CH25H, che codifica un enzima che modifica il colesterolo, e che è in grado di bloccare la capacità di Hiv, Zika e pochi altri virus di entrare nelle cellule umane. L’attività enzimatica di CH25H produce 25-idrossicolesterolo (25HC), che a sua volta attiva un altro enzima (Acat) che esaurisce il colesterolo accessibile sulla membrana cellulare. Gli esperti hanno valultato cosa succede alle cellule polmonari umane in laboratorio con e senza trattamento con 25HC quando incontrano Sars-CoV-2 e hanno visto che l’aggiunta di 25HC inibisce la capacità del virus di entrare nelle cellule, bloccando quasi completamente l’infezione. Gli esperti hanno concluso che Sars-CoV-2 ha bisogno anche di colesterolo per entrare nella cellula tramite il recettore Ace. (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Test diagnostici per Sars-Cov-2, il punto su quelli disponibili e su dove effettuarli

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2020

Con l’espandersi dei contagi da Covid-19 diventa sempre più centrale il ruolo dei test diagnostici per il tracciamento dei contatti, e, considerando il crescente numero di test oggi disponibili, il Policlinico universitario A. Gemelli Irccs ha realizzato il documento “I test per la diagnosi di Sars-CoV-2. Quali informazioni danno e dove si effettuano”, per fare il punto della situazione. Il documento è realizzato con l’expertise del professore Maurizio Sanguinetti, direttore del Dipartimento Scienze di laboratorio e infettivologiche del Policlinico e presidente della Società europea di microbiologia clinica e malattie infettive (Escmid). Questi i principali contenuti: – Test molecolare (test RT-PCR): è quello che finora è stato effettuato sul materiale ottenuto dal tampone nasofaringeo. Il tempo medio per ottenere il risultato è intorno alle 12-24 ore ma, in caso di eccessiva richiesta, possono essere necessari alcuni giorni. È il test di riferimento per la definizione di caso di Covid-19. Cosa significa: permette di diagnosticare un’infezione da nuovo coronavirus in fase attiva, e viene eseguito in Laboratori autorizzati a livello nazionale o regionale, che abbiamo superato una valutazione di efficienza da parte dei Laboratori di riferimento nazionali. – Test molecolare su saliva (RT-qPCR, protocollo SalivaDirect dell’Università di Yale): ricerca la presenza del virus nella saliva, prelevata dalla bocca mediante tampone o pipetta. Il nuovo protocollo di raccolta ha diversi vantaggi: elimina il fastidio del tampone naso-faringeo, protegge gli operatori sanitari dall’esposizione potenziale al virus, supera il problema della carenza di tamponi naso-faringei. Esistono però anche degli aspetti che devono essere chiariti, infatti non è chiaro se il sistema può essere implementato su piattaforme diagnostiche ad alta automazione che normalmente vengono usate per gestire un gran numero di campioni contemporaneamente. Da tenere conto anche che il test è stato valutato in una popolazione a bassa prevalenza, quindi ulteriori studi sono necessari per una conferma definitiva. Viene comunque effettuato solo presso laboratori certificati e specializzati. È per il momento disponibile solo negli Usa. – Test antigenico (detto anche “tampone rapido”); si effettua sul materiale prelevato da tampone nasale (o naso-faringeo); la risposta arriva in meno di un’ora (spesso bastano 20 minuti). Un risultato positivo è in genere attendibile, mentre, data la sensibilità più bassa del test molecolare, è possibile che si ottengano risultati falsi negativi, per cui dovrebbe essere eseguito in popolazioni in cui l’incidenza della malattia è bassa (inferiore al 5%). Cosa significa: se positivo significa che è in corso un’infezione attiva da coronavirus (ma come visto non è in grado di escludere con sicurezza la presenza dell’infezione, in caso di risultato negativo). È il test che si effettua all’arrivo in aeroporto o nei principali porti. – Test anticorpale (test sierologico sul sangue). Viene effettuato su un prelievo di sangue o su una gocciolina di sangue prelevata dal dito. Il risultato viene fornito nell’arco di 20 minuti (per quello al dito) o nell’arco di qualche giorno (quello sul prelievo di sangue). Importante chiarire che i due metodi non sono sovrapponibili. Il metodo della goccia di sangue dal dito è meno accurato (presenza di numerosi risultati falsi positivi) e il risultato ottenuto dovrebbe essere sempre confermato da un test eseguito su prelievo di sangue. Cosa significa: se positivo, indica che si è stati esposti al virus in passato, ma non è in grado di dire se c’è ancora un’infezione in fase attiva (e quindi se si è contagiosi). Si effettua in ospedale e nei centri diagnostici privati autorizzati. (fonte doctor33)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Press Conference by Parliament President David Sassoli on latest COVID-19 developments and EP votes

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 ottobre 2020

Bruxelles. To day at 15.00, the President of the European Parliament will hold a press conference in the Anna Politkovskaya pressroom to update journalists on the evolving working procedures in the European Parliament and on major votes on the plenary agenda. Debate on summit outcome: future of EU-UK relationships, COVID-19 coordination, long-term budgetMEPs will debate with Charles Michel, Commission VP Maros Sefkovic and EU Chief negotiator for relations with the UK, Michel Barnier on the conclusions of the 15-16 October meeting of EU leaders in Brussels. Amongst other things, the EU Summit was meant to improve coordination of measures to counter the second peak of COVID-19 infections and to set the lines for negotiating future relations with the UK while preparing for any scenario after 31 December.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manovra. Castelli: “Fondo cospicuo per emergenza covid”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 ottobre 2020

Roma – “ Sono giornate intense di lavoro, stiamo per definire la Legge di Bilancio del 2021. Una Legge che cade in un periodo molto particolare, visto che non siamo ancora usciti dall’emergenza, anzi. Parte delle risorse vanno assolutamente riservate per il sostegno ai settori che saranno ancora colpiti dalle chiusure e dalle restrizioni. Come MoVimento 5 Stelle abbiamo chiesto la creazione di un Fondo cospicuo, sulla Manovra, proprio per affrontare l’emergenza COVID. Per tutelare i settori produttivi e per le spese sanitarie che si renderanno necessarie. Ci saranno ancora molte scelte da fare in questi giorni è da queste dipende il futuro di tutti noi, e del Sistema Paese. È una corsa contro il tempo, certo, che però affrontiamo supportati da un costante monitoraggio di tutti gli indicatori economici e dell’evolversi della pandemia. Se remiamo tutti nella stessa direzione, ognuno per quello che può e deve fare, riusciremo ad uscire da questa emergenza più “forti” di prima. Siamo un grande Paese, non scordiamocelo mai!”. Lo scrive, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La ricerca sui vaccini contro Covid-19 viaggia spedita

Posted by fidest press agency su martedì, 20 ottobre 2020

Anche grazie ad un investimento di risorse pubbliche senza precedenti – 15 miliardi di dollari, di cui 10 dai soli Stati Uniti – e sarà disponibile nel 2021. Non ha dubbi Rino Rappuoli, il più autorevole vaccinologo al mondo, Chief Professor per la Ricerca sui Vaccini all’Imperial College di Londra: “investimenti e tecnologie inimmaginabili fino a pochi anni fa ci permetteranno di controllare la pandemia – ha detto Rappuoli nel suo intervento appena concluso al Festival della Scienza Medica di Bologna che si chiude domani (online, visibile su bolognamedicina.it o su https://piattaformaventiventi.genusbononiae.it/). Rappuoli ne è certo: entro la prima metà del 2021 ci sarà una prima immissione di vaccini e anticorpi monoclonali umani, con una disponibilità via via crescente nella seconda metà dell’anno: “abbiamo oggi la capacità di far procedere in parallelo le varie fasi della sperimentazione vaccinale, stiamo concentrando processi che normalmente durano dieci anni nell’arco di un anno, un anno e mezzo. È un rischio dal punto di vista finanziario, senza dubbio, ma non sul lato della sicurezza, data l’enorme quantità di capitale umano coinvolto nella ricerca”. Oggi ci sono più di 320 vaccini nella fase iniziale, di questi 40 sono in fase clinica, 7 in fase finale di sperimentazione che coinvolgono decine di migliaia di ricercatori: “i vaccini in sviluppo ora sono di 3 tipi: genetico, con traduzione del gene sintetico in Rna e successiva iniezione; intermedio, in cui il gene sintetico è veicolato in un vettore virale attenuato, e del tipo proteine più adiuvanti – ha detto Rappuoli. – I vaccini genetici a Rna e quelli coi vettori virali non sono mai stati usati su milioni di persone, e dobbiamo ancora imparare molto sulla loro sicurezza ed efficacia, dei terzi invece abbiamo grande esperienza e la capacità di produrne grande quantità”. Accanto ai vaccini, la speranza è riposta nell’immunizzazione passiva tramite anticorpi monoclonali umani, oggi usati ad esempio nelle terapie antitumorali: “nei nostri laboratori di Siena abbiamo isolato dal sangue di pazienti convalescenti alcune cellule in grado di produrre anticorpi per neutralizzare il virus SARS-CoV-2, ora le stiamo riproducendo per poter passare alle prove cliniche e svilupparle come terapia. Anche il primo farmaco per Ebola fu un anticorpo monoclonale umano, e sono abbastanza certo che si verificherà lo stesso per Covid-19”. Così l’orizzonte del 2021 è per Rappuoli quello in cui riguadagneremo la nostra libertà: “fino ad oggi abbiamo contenuto il dilagare del contagio con risposte non farmacologiche, dal lockdown al distanziamento, dall’uso delle mascherine al lavaggio frequente delle mani. Lo sviluppo dei vaccini e degli anticorpi monoclonali ci restituirà, ne sono certo, quella normalità che abbiamo perduto”. D’altra parte anche la sua Siena, dove sorge la GSK Vaccine Institute for Global Health, di cui è responsabile, fu colpita dalla peste nel massimo del suo splendore: era il 1348, e i senesi stavano costruendo la Cattedrale simbolo dell’opulenza comunale, della quale oggi rimane la facciata. “Lo considero il più grande monumento alle pandemie – ha concluso Rappuoli. – La pandemia congelò allora lo sviluppo della città: un’ipotesi che, con buona probabilità, le conquiste della medicina riusciranno a scongiurare in breve tempo”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus, le ulteriori e più restrittive misure di contenimento in vigore da oggi

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2020

Le principali novità in vigore da oggi sono: – un possibile “coprifuoco” nei centri urbani: le autorità locali possono decidere di chiudere dopo le ore 21 strade o piazze dove si possono creare situazioni di assembramento, facendo salva la possibilità di accesso o deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private; – le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 alle ore 24 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e fino alle ore 18 in assenza di consumo al tavolo. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio e, fino alle ore 24, la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Gli esercenti devono esporre all’ingresso un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale; – riguardo agli eventi sportivi possibili solo quelli riguardanti gli sport individuali e di squadra riconosciuti di interesse nazionale o internazionale (non amatoriali); – per quanto riguarda gli sport di contatto, le attivita’ sportive dilettantistiche di base, le scuole e l’attivita’ formative di avviamento sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni. Sospese anche tutte le gare, le competizioni e le attivita’ connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale; – le sale giochi, sale scommesse e sale bingo possono svolgere la loro attività solo dalle ore 8 alle ore 21; – sono vietate le sagre e le fiere di comunità. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale o internazionale; – sospesi i convegni e congressi in presenza, per le riunioni private è fortemente raccomandato lo svolgimento a distanza; – le scuole rimangono aperte, ma per le superiori è prevista l’adozione di forme flessibili di attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata (a distanza, che comunque rimane complementare a quella in presenza), modulando gli orari di ingresso e uscita degli alunni, anche utilizzando turni pomeridiani, e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle ore 9; – riguardo alle prove pratiche di guida (esami per la patente) è previsto che possano essere sospese, con decreto ministeriale, in caso di particolare aggravamento della situazione epidemiologica. Tutte le misure, in vigore fino al 13 novembre 2020, si trovano nella scheda pratica Coronavirus, le nuove misure per fronteggiare l’emergenza in vigore fino al 13 novembre 2020: https://sosonline.aduc.it/scheda/coronavirus+disposizioni+contenimento+gestione+dell_30753.php Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid-19, Conte firma Dpcm. Ecco le principali novità

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2020

Divieto di feste private al chiuso o all’aperto e “forte raccomandazione” a evitare di ricevere in casa, per feste, cene o altre occasioni, più di sei familiari o amici con cui non si conviva. È la novità principale del nuovo Dpcm firmato nella notte dal premier Giuseppe Conte e dal ministro Roberto Speranza, che sarà in vigore per i prossimi trenta giorni. Ristoranti e bar dovranno chiudere alle 24 ma dalle 21 sarà vietato consumare in piedi, quindi potranno continuare a servire i clienti solo i locali che abbiano tavoli, al chiuso o all’aperto. Torna poi il divieto di gite scolastiche e anche lo stop al calcetto e agli altri sport di contatto svolti a livello amatoriale. Ecco le principali novità, contenute nell’ultima bozza: MASCHERINE – L’articolo 1 del Dpcm stabilisce che “è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sè dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande”. Dall’obbligo è escluso chi fa attività sportiva, i bambini sotto i 6 anni, i soggetti con patologie e disabilità incompatibili con l’uso della mascherina. Viene inoltre “fortemente raccomandato” l’utilizzo dei dispositivi “anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi”. FESTE – Restano chiuse le sale da ballo e discoteche, all’aperto o al chiuso, mentre sono permesse fiere e congressi. La novità, rispetto ai precedenti Dpcm, è che sono vietate le feste in tutti i luoghi al chiuso e all’aperto. Restano consentite, con le regole fissate dai protocolli già in vigore, le cerimonie civili o religiose come i matrimoni. Le feste conseguenti alle cerimonie possono invece svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti. Nelle abitazioni private è “comunque fortemente raccomandato di evitare feste e di ricevere persone non conviventi” in numero “superiore a 6”. GITE SCOLASTICHE – Il Dpcm interviene anche sulle gite degli studenti. “Sono sospesi – si legge nella bozza – i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, fatte salve le attività inerenti i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, nonché le attività di tirocinio”. MOVIDA – La stretta riguarda bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie. “Le attività dei servizi di ristorazione sono consentite fino alle 24 con servizio al tavolo e sino alle 21 in assenza di servizio al tavolo”. Resta consentita la “ristorazione con consegna a domicilio” e la “ristorazione con asporto” ma “con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze dopo le 21”. CINEMA E CONCERTI – Resta per gli spettacoli il limite di 200 partecipanti al chiuso e di 1000 all’aperto, con il vincolo di un metro tra un posto e l’altro e di assegnazione dei posti a sedere. Sono sospesi gli eventi che implichino assembramenti se non è possibile mantenere le distanze. Le regioni e le province autonome possono stabilire, d’intesa con il Ministro della salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi. Sono comunque fatte salve le ordinanze già adottate dalle regioni e dalle province autonome. STADI – Per le competizioni sportive è consentita la presenza di pubblico, “con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori” all’aperto e 200 al chiuso. Va garantita la distanza di un metro e la misurazione della febbre all’ingresso. Le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire, d’intesa con il ministro della salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e degli impianti; con riferimento al numero massimo di spettatori per gli eventi e le competizioni sportive non all’aperto, sono in ogni caso fatte salve le ordinanze già adottate dalle regioni e dalle province autonome. SPORT – Sono vietate tutte le gare, le competizioni e tutte le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere amatoriale. Gli sport di contatto sono consentiti, si legge nella bozza del Dpcm, “da parte delle società professionistiche e a livello sia agonistico che di base dalle associazioni e società dilettantistiche riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (Coni), dal Comitato italiano paralimpico (Cip), nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi”. (fonte Doctor33)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The response to the current COVID-19 crisis must make the EU more resilient

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2020

Bruxelles. Recovery should reduce economic divergence and boost the EU’s long-term social and environmental targets, the Economic and Monetary Affairs Committee said on Thursday. In their vote on Thursday on economic policies needed in the euro area to tackle the crisis created by the pandemic, MEPs from the Economic and Monetary Affairs Committee stressed that EU countries’ economies are strongly interconnected. An incomplete recovery in one country would therefore spill over to all the other countries and dampen economic growth everywhere.MEPs also said that the governments’ spending decisions following the COVID-19 crisis should focus on putting more funds into reversing climate change and boosting digitalisation. These measures should also foster social, economic and environmental resilience and include investments, especially in SMEs. At the same time, MEPs suggest that the Commission should explore how to better finance the Just Transition Fund, designed to alleviate the socio-economic effects of the transition to a climate-neutral economy.The Economic and Monetary Affairs Committee is concerned about the negative and uneven impact of the COVID-19 crisis on government deficit and public debt in the EU. MEPs agreed that issuing European Commission bonds helps member states cover the costs related to measures taken in response to the pandemic.Furthermore, the committee calls on EU leaders and the Commission to take a bold decision and urgently put in place new own resources, at least as of 2021. This would not only boost the recovery but also allow loans to be repaid under the Next Generation EU, during the next long-term budget.The committee demands that those receiving state aid, EU funds or other public money due to the COVID-19 crisis, must sustain jobs, pay their fair share of taxes, commit to sustainability objectives and refrain from paying out dividends. MEPs recalled that tax evasion and tax avoidance at EU level amount to up to EUR 160-190 billion each year, constituting missing revenues. They stressed that it is vital to fight tax fraud, tax evasion, tax avoidance and money laundering, at both national and EU levels.Finally, MEPs pointed out that linking the Recovery and Resilience Facility to the European Semester process in order to monitor the progress made in implementing investments and reforms could help EU countries with their recovery.The resolution was approved by 29 votes to 11, with 11 abstentions. It is scheduled for a plenary vote during the next plenary session, 19-23 October.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: I 60 mila docenti-Covid non sono “tappabuchi”: ora lo dice pure il Ministero

Posted by fidest press agency su sabato, 17 ottobre 2020

Con una doppia nota di chiarimento del capo dipartimento Max Bruschi, il ministero dell’Istruzione interviene sugli insegnanti assunti per rispondere alle esigenze della didattica da attuare nel corso dell’emergenza coronavirus: viene chiarito una volta per tutte che tali docenti rientrano a pieno titolo nell’organico dell’autonomia, non possono essere utilizzati esclusivamente per le supplenze del personale assente, sicuramente non possono essere collocati per fare sostegno agli alunni disabili e in caso di lockdown potranno operare in smart working.Marcello Pacifico, presidente Anief: “Con queste precisazioni si chiude il cerchio su un organico prezioso ma fino ad oggi considerato a torto di serie B. In pratica, il ministero dell’Istruzione prende atto delle positive modifiche introdotte sull’organico Covid dal Parlamento, su spinta del Governo, attraverso il decreto Agosto, che ha aperto giustamente alla possibilità di fargli svolgere la prestazione lavorativa in modalità agile in caso di blocco delle lezioni in presenza, di mantenere quindi il contratto in essere in caso di lockdown, e di non essere considerati dei meri supplenti da utilizzare all’occorrenza per supplenze di vario genere, anche su sostegno. A questo punto, sarebbe giusto che il ministero compia l’ultimo sforzo, chiedendo al Mef di considerare i 60 mila docenti-Covid come organico aggiuntivo permanente, collocandolo all’interno del contingente dell’organico di diritto”.Doppia precisazione del ministero dell’Istruzione sui docenti cosiddetti Covid, assunti dallo Stato per meglio fronteggiare a livello scolastico l’emergenza epidemiologica. Con la prima nota, la n. 1843 del 13 ottobre, da viale Trastevere si specifica che l’organico Covid rientra nell’ambito dell’organico dell’autonomia ed è quindi è funzionale alla realizzazione della didattica ed al contenimento del coronavirus. Tuttavia, si esclude questi preziosi docenti possano essere utilizzati esclusivamente per le supplenze all’interno degli istituti.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Governments need to halt the disproportionate impact of COVID-19 on rural women”

Posted by fidest press agency su sabato, 17 ottobre 2020

Says IFAD President on International Day of Rural Women. Our food supply is at risk if we don’t start prioritizing rural women during this pandemic, said Gilbert F. Houngbo, President of the UN’s International Fund for Agricultural Development (IFAD) in a strong call to governments to increase their investments in rural women.There are approximately 1.7 billion women and girls living in rural areas, representing more than one-fifth of all humanity. Rural women make up 43 per cent of the agricultural work force in developing countries, and are responsible for much of the world’s food production. However they have less access than men to technologies, markets, financial assets and agricultural resources, making them far more vulnerable to the impacts of COVID-19.Restrictions on movement have limited the ability of rural producers to grow and sell their produce. Rural women, who are often employed informally with no social protection, have faced higher job loss than men, whilst also experiencing an increase in unpaid domestic workloads including caring for sick family members and children not in school.“Rural women – the people who have the greatest responsibility for feeding and raising the next generation – have been neglected through this crisis,” said Houngbo. “It is time to elevate the important contribution they make to their families, communities and the economies of their nations, and ensure that they are supported and protected through this unprecedented time.” While much progress has been made in the 25 years since the Beijing Declaration and Platform for Action which provided a framework for addressing women’s empowerment, achieving gender equality in rural areas has been challenging. Women aged 25-34 are still 25 percent more likely than men to live in extreme poverty.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Covid-19. Nastri (FdI): governo ha dimenticato condomini

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 ottobre 2020

“Il governo continua a sottovalutare un importante tema che è quello delle assemblee di condominio. Con la pandemia e con i divieti di riunione e assembramento imposti dai vari Dcpm del governo, di fatto non si stanno più svolgendo le riunioni condominiali con le conseguenze che tutti possono immaginare. Sono fermi tutti i lavori, se non quelli di ordinaria amministrazione. E a sua volta il superbonus, adesso previsto dal dl Agosto, rischia di essere vanificato con la conseguenza che verrà meno quell’effetto crescita previsto. Va quindi raccolto l’appello della presidente di Anapic, Lucia Rizzi, che chiede al governo di uscire da questo immobilismo. Vanno trovate soluzioni. Presenterò un’interrogazione parlamentare ai ministri Lamorgese e Speranza, affinchè sia posta attenzione a questo settore e siano individuate soluzioni che consentano, pur nella piena consapevolezza dell’emergenza che stiamo vivendo, di ridare un minimo di funzionalità ai condomini”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Gaetano Nastri.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anche la William School Music durante il Covid sostiene la musica

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Roma. L’ormai nota scuola romana del quartiere di Torre Maura, in Via dei Colombi, 106/106a, nata nel 2016 da la possibilità a tutte le persone che amano la musica e non hanno, momentaneamente, i mezzi per poter sostenere un corso di chitarra, batteria, pianoforte, violino, tastiera ecc., di fare delle lezioni gratuite… completamente gratuite. La scuola si sviluppa su due piani ed è composta da giovani insegnanti, tutti laureati nei vari segmenti musicali di appartenenza, che hanno la volontà di trasmettere la “Musica” con metodi moderni e facilmente apprendibili, rimanendo, allo stesso tempo, legati ai suoi principi fondamentali. A tale proposito il mood di questa grande scuola di periferia è quello di credere fermamente nella Musica e credere che tutti dovrebbero provarla almeno una volta! Ma senza dare ulteriori anticipazioni vi invitiamo a visitare la pagina web http://www.williamschoolmusic.com per poter prenotare le lezioni a titolo totalmente gratuito e senza impegno!

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pediatria: I bambini al tempo Covid-19

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Il Congresso Nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri “A braccia aperte” si svolgerà in modalità virtuale dal 15 al 17 ottobre. Mai come in questa XIV edizione, emergerà la centralità del pediatra di famiglia, diviso tra il lavoro di prevenzione e quello sullo sviluppo del bambino, il trattamento dei malanni tipici dell’infanzia e quello delle cronicità, il rispetto del calendario vaccinale, la profilassi anti-influenzale e naturalmente il controllo dell’epidemia di Covid-19. Tutto questo in una fase di nuove restrizioni sulle attività scolastiche e sportive, che inducono i più piccoli alla sedentarietà e alla solitudine, con effetti importanti sul loro equilibrio psico-fisico. Il confronto sarà utile inoltre per approfondire il tema del sovrappeso e degli stili alimentari delle famiglie italiane, ma ci sarà spazio anche per i progetti FIMP nell’ambito dei disturbi del neurosviluppo, dai ritardi sul linguaggio alle forme di autismo grave.Il quadro della Pediatria di Famiglia in Italia sarà tracciato nel corso di una conferenza stampa virtuale che si terrà venerdì 16 ottobre dalle 12 alle 13. Alla virtual press conference interverranno Paolo Biasci, Presidente della FIMP, Mattia Doria, Segretario nazionale alle Attività Scientifiche ed Etiche della FIMP, Raffaella De Franchis, Area Alimentazione e Nutrizione della FIMP, Maria Luisa Scattoni, Coordinatrice per l’Istituto Superiore di Sanità del Progetto Riconoscimento precoce Disturbi neurosviluppo e Antonio Gaudioso, Segretario Generale di Cittadinanzattiva.La conferenza on line si terrà venerdì 16 ottobre dalle 12 alle 13. La registrazione è obbligatoria e va effettuata prima dell’inizio dell’evento. Per registrarsi è sufficiente cliccare qui e seguire la procedura.Se vuoi seguire il congresso FIMP

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Covid: per ambasciate Regione Lazio attiva servizio sanitario per tamponi e test sierologici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 ottobre 2020

Roma. Sono oltre una cinquantina le ambasciate straniere attive a Roma che si sono sinora avvalse del servizio sanitario di INTI Medical Service, realizzato INTI Diplomatic Service in stretta collaborazione con la Regione Lazio, per far fronte all’emergenza Covid-29. L’intesa, che nasce da una stringene domanda delle ambasciate straniere, prevede che INTI Me-dical Service organizzi per il personale diplomatico come fare il tampone a pagamento con referto entro 24/48 ore; effettuare il test sierologico su prenotazione senza dover fare attese, con referto in 24 ore; consegna di DPI, i dispositivi di protezione individuale (mascherine, gel igienizzanti, etc.) direttamente in Ambasciata, negli uffici diplomatici e in residenza; servizio di disinfezione e disinfestazione degli ambienti. Il servizio INTI Medical Service sta riscuotendo consenso data la tendenza espansiva dell’epidemia, le procedure burocatiche e organizzative e va incontro alle esigenze delle molte sedi diplomatiche presenti nella Capitale: sono infatti ben 140 le missioni permanenti accreditate presso la Repubblica Italiana, 78 quelle presso la Santa Sede ma ubicate in Italia, e 134 presso la FAO. Ad esse si aggiungono le rappresentanze diplomatiche presso l’IFAD e il Sovrano Ordine Militare di Malta, nonché 73 presso la Repubblica di San Marino. In queste sedi lavorano circa 3 mila diplomatici, compresi i dipendenti delle cancellerie, uffici commerciali, culturali e militari. Come è noto rispetto alle altre capitali internazionali, Roma è l’unica che ospita un così elevato numero di sedi diplomatiche. https://www.inti-diplomaticservice.com/services/

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lotta contro Covid-19: rigidità o permessivismo?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 ottobre 2020

Da Singapore, lo “Stato delle sanzioni”, dove anche masticare chewing gum in strada si traduce in pesanti sanzioni, ai coffe shop di Amsterdam dove fumare marijuana è pratica lecita e quotidiana: l’esplorazione del mondo condotta da Michele Gelfand, psicologa interculturale Distinguished Professor all’Università del Maryland, mostra come le società esprimano diversi livelli di rigidità o permissivismo, secondo il dualismo “tightness/looseness” al centro da anni delle sue ricerche. Intervenuta oggi al Festival della Scienza Medica di Bologna on line fino al prossimo 17 ottobre, la Professoressa Gelfand ha parlato delle conseguenze dell’alternanza tra rigidità e lassismo nella gestione della pandemia. “La cultura è un interessante mistero che condiziona, spesso inconsapevolmente, ogni aspetto della nostra vita, sia dei singoli che delle collettività. Come un pesce non si chiede cosa diamine sia l’acqua, tutti noi nasciamo immersi in contesti culturali che informano di sé ogni nostra azione”. Ma cosa determina la differenza tra culture più o meno rigide? “Non si tratta né del Pil, né di un particolare tipo di religione o lingua: dalle ricerche che ho pubblicato negli ultimi anni (condotte in 6 continenti, 33 nazioni e che hanno coinvolto più di 6mila intervistati e pubblicate sulla rivista Science) è emerso che a fare la differenza sono le minacce collettive cui quel territorio è ed è stato sottoposto nella storia, più o meno cronicamente, dalle catastrofi climatiche ai terremoti alle carestie, fino a guerre e invasioni. Anche la densità abitativa alta è un parametro che si riscontra nelle società più restrittive, perché tende a generare maggior caos”. Una mappa degli Stati Uniti ridisegnata su criteri di “tightness/looseness” mostra la perfetta corrispondenza: gli stati più rigidi sono quelli sud-orientali, che hanno sperimentato nel passato catastrofi naturali. In presenza di minacce la necessità è quella di coordinare al meglio le collettività attraverso norme, sociali o codificate che siano: “quando, come nel caso di Covid-19, la minaccia è di ordine sanitario la necessità diventa quella di un irrigidimento, anche se temporaneo” dice Gelfand. Una consuetudine cui i paesi “tight” sono più abituati dei paesi “loose”: “le culture più rigide sono caratterizzate da un maggior ordine, controllo, minor criminalità e un più alto grado di conformismo; al contrario quelle più permissive lottano con l’ordine ma al contempo sono più tolleranti, creative, aperte. Ma la minaccia cambia la percezione: si pensi a come i leader populisti facciano leva sulla paura e sull’esistenza di minacce – vere o presunte che siano – per solleticare la richiesta da parte dell’elettorato del leader forte”. Nel caso del Coronavirus, Gelfand ha dimostrato come le culture più rigide siano riuscite con più facilità nel contenimento dei contagi e dei morti, tramite sistemi di controllo che risultano però inaccettabili all’interno di contesti democratici che salvaguardano, ad esempio, il diritto alla privacy. “In realtà però non esiste un modello migliore dell’altro: piuttosto possiamo parlare di compromesso tra necessità di ordine e apertura, perché il concetto rigidità/permissivismo è un costrutto dinamico, da modulare di volta in volta. Occorre insomma identificare i contesti come nel caso di una pandemia, in cui occorre rendere più restrittive norme lasse, e viceversa. I miei studi hanno mostrato infatti come agli estremi delle due modalità i problemi siano gli stessi, come tassi di suicidi o depressione più marcati”. E poiché i gruppi meno rigidi hanno maggior difficoltà di coordinamento di fronte a una minaccia collettiva, occorre discutere del livello di minaccia: “abbiamo bisogno di segnali chiari da parte dei nostri governanti, che devono saper alternare inasprimento e allentamento delle regole, sperimentare modalità diverse a seconda delle circostanze e negoziarle quotidianamente. Quando si vira verso una maggior rigidità le persone si sentono minacciate nella loro libertà, ma deve passare il concetto che l’inasprimento è solo temporaneo: è una grossa sfida per il legislatore, ma è il solo modo per convivere con la grave situazione nella quale ci troviamo e superarla” ha concluso la Gelfand.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bruxelles: The week ahead 12- 18 October 2020

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 ottobre 2020

Bruxelles.Committee and political groups meetings.EU response to COVID-19/EU4Health. Rule of Law. The first informal legislative negotiations between Parliament, Council and Commission on the rule of law conditionality regulation, which may lead to member states having their EU funding suspended or cut if they do not respect fundamental rights, will take place on Monday. Sakharov Prize for Freedom of Thought 2020. The Foreign Affairs and Development committees will vote on a shortlist of three finalists for the 2020 Sakharov Prize. Nominations are: the democratic opposition in Belarus led by Sviatlana Tsikhanouska, the Archbishop of Mosul Mgr Najeeb Moussa Michaeel, Guapinol activists and Berta Cáceres in Honduras as well as a group of Polish LGBTI activists (Monday). The Environment, Public Health and Food Safety Committee will vote on the proposed “EU4Health Programme”, which aims to promote health and make national health systems more resilient. Tabled amendments include measures to strengthen disease prevention, reduce health inequalities and support digitalisation in healthcare (Tuesday). COVID-19 and EU values. The emergency measures adopted by EU countries to tackle the COVID-19 pandemic and their impact on democracy, fundamental rights and the rule of law will be addressed in a resolution by the Civil Liberties Committee (Thursday and Friday). Economic policies of the euro area. Reacting to the Commission’s Spring Economic forecast and expectations of the deepest recession in EU history, the Economic and Monetary Affairs Committee will vote on a series of measures to be taken in the near future. Issues covered include bringing the Recovery Plan in line with the Green Deal, social rights and fundamental values, and reviewing the fiscal framework, the European Semester as well as the Monetary Union (Thursday). Daphne Caruana Galizia Prize for Journalism. The new annual Daphne Caruana Galizia Prize for Journalism, rewarding outstanding journalism centred on the EU’s principles and values, will be launched on 16 October, the date that Daphne Caruana Galizia, the Maltese anti-corruption investigative journalist and blogger, was killed in a car bomb attack. Plenary preparations. Political groups will prepare for the 19-23 October plenary session, where MEPs will vote on the reform of the EU’s common agricultural policy, on digital services, on artificial intelligence, on relations with Belarus, on ways to halt and reverse global deforestation and on policies for the Euro area 2020. They will also debate the Commission’s work programme for 2021, redundancies of workers due to COVID-19 and comment on the results of the 15-16 October EU summit.President’s diary. On Monday afternoon, President Sassoli will join a meeting, via video conference, with the Multiannual Financial Framework-Own Resources Contact Group on the ongoing inter-institutional talks, and have a video call with Italy’s Foreign Affairs Minister Luigi di Maio, on Tuesday. President Sassoli will have a video meeting with the Vice-President of the Spanish government Pablo Iglesias, on Wednesday. On Thursday, the EP President will have a conference call with Portugal’s Prime Minister António Costa, as well as address, remotely, the European Council.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata salute mentale: la situazione durante il Covid-19

Posted by fidest press agency su sabato, 10 ottobre 2020

Le pandemie possono modificare i tassi di ricovero volontario nei reparti psichiatrici nelle prime fasi successive all’insorgenza della pandemia. Lo rivela uno studio apparso su Irish Journal of Psychological Medicine e di cui è coautore il professor Giovanni De Girolamo (Irccs Fatebenefratelli, Brescia), che ha preso in esame i ricoveri psichiatrici registrati in 7 reparti psichiatrici lombardi nel corso di 40 giorni (21 febbraio-31 marzo 2020) dopo l’inizio dell’epidemia di COVID-19 in Italia, in confronto ad un analogo periodo di 40 giorni predential 21 febbraio, e a due periodi (ciascuno di 40 giorni) del 2019. Nei 40 giorni successivi all’inizio della pandemia in Lombardia si è registrata infatti una netta riduzione dei tassi di ricovero psichiatrico; questa riduzione era riscontrabile per i ricoveri volontari, mentre non si è registrata una sensibile riduzione per i cosiddetti Trattamenti Sanitari Obbligatori. «La riduzione dei tassi di ricovero può essere ascritta al timore di recarsi in ospedale, visto come possibile sito di contagio, così come a un cambiamento della ‘soglia’ di tolleranza di problemi comportamentali che agiscono come stimolo per le richieste di ricovero da parte dei familiari o dei medici curanti. In altre parole, durante una situazione eccezionale, come quella vissuta nei mesi passati, si potrebbe essere più propensi a tollerare comportamenti che in altri momenti potrebbero innescare, nel caso di persone affette da disturbi mentali, una richiesta di intervento e sfociare in un ricovero. Un’altra spiegazione può anche riferirsi alla forzosa diminuzione delle situazioni ‘sociali’, quali discoteche, bar, ecc., in cui vi è un maggior rischio di fare abuso di sostanze o di alcool, il che a sua volta favorisce il contatto con servizi di emergenza. Va sottolineato che una simile riduzione dei ricoveri psichiatrici è stata riscontrata nel corso della 2a guerra mondiale, e nei periodi successivi a catastrofi quali terremoti, alluvioni, ecc».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »