Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘roma’

Ha ripreso a zampillare la splendida fontana delle Najadi

Posted by fidest press agency su martedì, 13 agosto 2019

Roma. E’ situata al centro di piazza della Repubblica, che è stata oggetto di un importante lavoro di recupero finanziato dal Dipartimento Simu ed eseguito da Acea, d’intesa con la Sovrintendenza Capitolina. La parte architettonica della fontana fu realizzata nel 1885 seguendo il progetto di Alessandro Guerrieri nella zona Termini e completata da Mario Rutelli nel 1897 con le sculture raffiguranti le Najadi, ninfee delle acque (dei laghi, dei fiumi, degli oceani e delle acque sotterranee). Inaugurata nel 1901 fu successivamente integrata dallo stesso Rutelli con un primo gruppo centrale, sostituito, dopo il trasferimento nel 1913 della fontana nell’attuale posizione, dal gruppo scultoreo con Glauco avvinghiato al delfino, dalla cui bocca si sprigiona altissimo il getto d’acqua centrale. Costituisce l’esempio più significativo del linguaggio liberty a Roma.Ricca di aneddoti e curiosità è una delle fontane più belle di Roma, che l’Amministrazione ha voluto fortemente restituire ai cittadini nel pieno della sua funzionalità.Dopo lo svuotamento della vasca, si è proceduto alla pulizia e alla riattivazione dell’illuminazione al led. È stata, inoltre, eseguita la nuova adduzione mediante tubazione di mandata e ritorno al nuovo impianto di ricircolo, alla revisione completa di ugelli e della corona superiore e alla impermeabilizzazione della vasca per eliminare il problema delle infiltrazioni. Dopo le prove di tenuta dell’impianto idraulico a vasca piena, sono stati riattivati anche i getti d’acqua verticali e gli zampilli verso l’interno.Acea sta completando le opere propedeutiche allo sgombero definitivo del cantiere, ma è già stata riattivata l’illuminazione al led, così che i romani possano apprezzarne la bellezza anche di sera.“Dopo un lungo, ma necessario, intervento, i cittadini e tutti coloro che ogni giorno passano per piazza della Repubblica, possono tornare ad ammirare lo spettacolo acquatico di una delle fontane più belle di Roma” – ha dichiarato la sindaca Virginia Raggi. – “Rivedere zampillare la fontana delle Najadi è la dimostrazione dell’impegno e della capacità sinergica di questa Amministrazione e per questo ringrazio il Simu, la Sovrintendenza Capitolina e Acea.” “Sono orgogliosa dell’esito di questo intervento, lungo e davvero complesso – sottolinea l’Assessora alle Infrastrutture Margherita Gatta –. Il Dipartimento Simu si impegna anche per dare il giusto rilievo al nostro patrimonio storico e artistico, che comporta una manutenzione di tipo specialistico e una continua ricerca di soluzioni idonee a mettere in risalto i nostri monumenti.” “I tecnici della Sovrintendenza Capitolina hanno fornito il necessario supporto a questa fase di riattivazione del flusso idrico – dichiara la Sovrintendente Maria Vittoria Marini Clarelli –. La progettazione del restauro è in corso, ma cittadini e turisti potranno già in questi giorni ammirare gli zampilli che sono parte essenziale della percezione del monumento”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piani di Zona. Campidoglio: decadenza convenzione Colle Fiorito

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 agosto 2019

Roma.L’Assemblea capitolina ha approvato la Delibera di decadenza della convenzione stipulata nel 2009 con la società I.C.V. Srl nell’ambito del piano di zona Colle Fiorito per la concessione del diritto di superficie e la conseguente successiva acquisizione al patrimonio capitolino delle aree precedentemente assegnate.”Un atto determinato a tutela del pubblico interesse anche attraverso la collaborazione tra istituzioni e l’importante lavoro degli uffici, della Commissione Urbanistica e dell’Assemblea capitolina” dichiara l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori. “Sul complesso tema dei piani di zona l’amministrazione proseguirà nelle verifiche dei casi in cui è venuto meno il rispetto dei patti e degli obblighi convenzionali nei confronti della cosa pubblica”.“Oggi compiamo un importante passo in avanti per il ripristino della legalità e in difesa dei diritti dei cittadini” aggiungono la presidente della Commissione Urbanistica Donatella Iorio e il consigliere capitolino Pietro Calabrese. “Con l’approvazione da parte dell’Assemblea Capitolina della Delibera di decadenza del Piano di Zona di Colle Fiorito, viene fatta rispettare ogni norma della Convenzione stipulata a suo tempo fra il Comune e l’operatore privato, per la costruzione di alloggi a vantaggio di nuclei familiari impossibilitati a sostenere acquisti a prezzi di mercato. Parliamo di famiglie con idonei requisiti per accedere all’edilizia agevolata, che avevano investito tutti i loro risparmi per acquisire appartamenti realizzati anche con finanziamenti pubblici. Risorse quindi di tutta la comunità romana, che invece erano finite nella discrezionalità degli operatori privati, come spesso accaduto nei Piani di Zona della Capitale, a configurare delle vere e proprie attività illecite, finite anche in varie denunce alla Procura. Tutto ciò è passato. Ora andiamo avanti con gli altri Piani di Zona”.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma sviluppo economico: Nuove imprese in periferia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 agosto 2019

Roma Approvate in Giunta capitolina le linee di indirizzo programmatiche nell’ambito dei progetti di sostegno alle piccole e medie imprese finanziati ai sensi dell’art. 14 della legge 266/97. Si tratta di misure che hanno l’obiettivo di dare nuovo impulso all’imprenditoria locale in aree di particolare degrado urbano e sociale e avviare un percorso di riqualificazione delle periferie attraverso politiche occupazionali attive e iniziative economiche inclusive e sostenibili, con oltre 10 milioni di euro derivanti da fondi residui stanziati dal MISE al Comune di Roma per raggiungere tale finalità.
“Promuovere lo sviluppo economico, sociale e culturale della comunità locale, il diritto al lavoro e l’accrescimento delle capacità professionali è uno dei principi cardine dello Statuto di Roma Capitale ed è uno degli impegni che stiamo portando avanti per dare concretezza al dettato normativo e fornire una risposta tangibile al settore produttivo cittadino. Con il provvedimento appena approvato siamo riusciti a sbloccare procedure ferme da anni per rimettere in circolo risorse preziose per la crescita dei nostri territori e per sostenere le idee innovative di tanti giovani talenti. L’ultima parola ora tocca al MISE che, con spirito di collaborazione, mi auguro autorizzi al più presto l’utilizzo dei fondi già stanziati” dichiara Carlo Cafarotti, assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale.Le linee di intervento da mettere in atto nel prossimo triennio si articolano in tre direzioni:
agevolazioni dirette per promuovere le piccole imprese che operino soprattutto negli ambiti della ricerca, dello sviluppo tecnologico, dell’innovazione, della prevenzione e gestione del rischio ambientale, dell’artigianato digitale e della manifattura sostenibile, nonché, abbiano finalità sociali nel campo della crescita dell’occupazione, dell’integrazione e della cultura;
agevolazioni indirette per la sperimentazione di modelli innovativi che rappresentino un’evoluzione degli incubatori d’impresa, come i coworking e i Fablab, valorizzando la connessione tra specificità e le criticità dei territori e opportunità offerte dalla crescita della sharing economy;
sistema integrato delle agevolazioni dirette e indirette per provvedere all’erogazione di finanziamenti facilitati, alla messa a disposizione di spazi produttivi condivisi e a forme di tutoring e mentoring dedicate alle piccole imprese in fase di costituzione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Apre “Tiberis 2019”

Posted by fidest press agency su martedì, 6 agosto 2019

Roma. E’ l’area attrezzata sul Tevere, a ingresso libero, realizzata all’altezza di Ponte Marconi dal Servizio Giardini del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale. La struttura resterà aperta tutti i giorni, domeniche e festivi inclusi, dalle 8 alle 20, fino al termine di ottobre.Il progetto è stato realizzato con la collaborazione dell’associazione di cittadini-volontari Agenda Tevere Onlus, che ha affiancato l’Ufficio Speciale Tevere.L’obiettivo è offrire ai romani uno spazio pubblico con impianti sportivi e zone relax, anche all’interno della città. Sdraio, ombrelloni e docce consentiranno infatti di poter prendere il sole a due passi dal centro abitato. E’ dotato di controllo microclimatico attraverso un sistema di nebulizzazione e spazi d’ombra creati con una sequenza di tende. Ospita inoltre un’area giochi per bambini e due campi di beach volley.“Tiberis 2019 rappresenta un positivo esempio di sinergia tra istituzioni, cittadini e operatori privati per realizzare iniziative di recupero e riqualificazione ambientale. Bonifichiamo e restituiamo ai romani una parte della città degradata e abbandonata lungo il Tevere, nei pressi di Ponte Marconi. Ora potranno viverla tra natura, sport e relax. Diamo continuità a un percorso già avviato lo scorso anno e che rientra negli obiettivi affidati all’Ufficio Speciale Tevere per il rilancio dell’area fluviale, una delle nostre priorità”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.“Frutto del grande lavoro svolto dal Servizio Giardini del Dipartimento Tutela Ambientale, la gestione e manutenzione di Tiberis sono curate da Roma Capitale con la collaborazione della Polizia Locale che sta predisponendo un apposito reparto dedicato alla sorveglianza ambientale e alla sicurezza urbana relativamente alle golene fluviali e alle aree limitrofe. Gli agenti si muoveranno sul territorio pattugliando con auto fuori strada ed utilizzando biciclette a pedalata assistita”, dichiara il delegato della Sindaca Virginia Raggi alla riqualificazione del fiume Tevere, Silvano Simoni.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La mobilità a Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 4 agosto 2019

Un piano strategico di ampio respiro che inglobi la visione di mobilità di medio e lungo periodo nella città di Roma: dai tram, alle infrastrutture, nuove metropolitane, alla ciclabilità e isole ambientali, tutte misure da attuare per migliorare il trasporto pubblico locale e la qualità della vita dei cittadini. È quanto prevede la delibera sul Piano Urbano della Mobilità Sostenibile adottata dall’Assemblea capitolina.“Roma si dota finalmente di una vera programmazione sulla mobilità, una strategia futura di medio e lungo periodo che risponde a una visione precisa di quello che vogliamo per la Capitale. Il piano è stato pensato mettendo al centro le esigenze di mobilità delle persone e delle imprese, perché la nostra città può e deve offrire una migliore qualità della vita a chi la abita e la vive ogni giorno. Le politiche e le misure definite nel PUMS coprono tutte le tipologie di trasporto, sia pubblico sia privato, su tutto il territorio”, dichiara la Sindaca di Roma, Virginia Raggi.
Priorità è il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica attraverso la definizione di azioni orientate a migliorare l’efficacia e l’efficienza del sistema di mobilità e la sua integrazione con l’assetto e gli sviluppi urbanistici e territoriali, previsti negli attuali strumenti di pianificazione.
L’adeguamento delle metropolitane A e B, l’ammodernamento della ferrovia Roma-Giardinetti, la creazione di un collegamento tra le metro A e C a Tor Vergata, la realizzazione di nuove linee tranviarie: dal tram che passerà su via dei Fori imperiali, per arrivare a Piazza Vittorio a quello che collegherà Stazione Tiburtina a Piazzale del Verano, fino alla linea Auditorium-piazza Risorgimento.Ma anche funivie a partire da Battistini-Casalotti, fino alla realizzazione di altri due progetti: la funivia di Magliana-Piazza Civiltà del Lavoro e quella su rotaie, Jonio-Bufalotta. Sono alcune delle opere, definite invarianti infrastrutturali “punti fermi”, inserite nel Piano urbano della mobilità sostenibile. A queste vanno aggiunte le opere condivise e decise anche grazie alle consultazioni e alla partecipazione di tutti i Municipi.A dicembre scorso Roma Capitale ha chiesto al ministero delle Infrastrutture i finanziamenti per sette progetti contenuti nel Pums: tre nuove tranvie; il potenziamento e l’estensione di linee ferroviarie urbane; due funivie e l’acquisto di nuovo materiale rotabile per la rete tranviaria di Roma.“I principi guida del piano si basano sull’integrazione tra le diverse tipologie di mobilità, la promozione di diverse modalità di trasporto alternative all’auto privata, il rafforzamento degli standard di sicurezza nel trasporto pubblico e per il traffico stradale, l’aumento della capacità di trasporto pubblico, progetti e strategie per la mobilità dolce e condivisa. Tra i progetti inseriti nel PUMS, e recentemente presentati al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per avere accesso ai fondi governativi, ci sono tre tramvie, due funivie e l’acquisto di nuovi tram”, spiega l’assessore alla città in Movimento, Linda Meleo. “È un importante pezzo della visione che questa amministrazione ha e che guarda alle città come luoghi in cui si giocano le sfide del futuro. Un futuro – sottolinea l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori – che si lega anche agli impegni che Roma ha sottoscritto con altre grandi città del mondo per raggiungere obiettivi condivisi sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Una visione integrata che prevede diversi interventi sia per quanto riguarda gli obiettivi già definiti e finanziati, quindi in corso di realizzazione, sia quelli per lo scenario di programmazione dei prossimi anni. Stiamo dialogando anche con altri attori fondamentali per raggiungere risultati attesi da tempo come ad esempio il tema del completamento dell’anello ferroviario, dello sviluppo dei nodi delle stazioni, sia con il recupero delle aree urbane esistenti, da piazza dei Cinquecento a piazzale Ovest a piazzale Ostiense e piazzale Flavio Biondo che con lo sviluppo delle aree dismesse previste dall’ambito strategico: la revisione del piano di assetto di Tiburtina, in collegamento con l’area dello SDO di Pietralata, e di Tuscolana tra gli altri. Il PUMS è uno strumento fondamentale per immaginare la città futura, è uno strumento di democrazia, perché spostarsi liberamente rappresenta uno dei pilastri fondamentali del diritto alla città”.“Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile è stato rimodulato con l’integrazione delle opere richieste dalla cittadinanza attraverso numerosi passaggi partecipativi. Gli obiettivi di rete integrata su ferro sono molto ambiziosi ed è evidente che sono legati alla straordinaria urgenza di recuperare i decenni persi. Abbiamo un tracciato da seguire per ‘infrastrutturare’ la nostra visione della Capitale del futuro, i cui effetti andranno ovviamente a ridefinire gli scenari di sviluppo urbano, dove anche gli spazi pubblici saranno ripensati sulla base delle idee condivise in un percorso durato due anni: l’accessibilità come principio quadro in tutte le linee del Piano, l’indispensabile garanzia di realizzare la sicurezza nelle nostre strade, il piano della mobilità dolce e sostenibile, della ciclabilità, la riorganizzazione dei parcheggi di scambio, la sistematizzazione della logistica delle merci, ma soprattutto la cura forte del ferro con la previsione di nuove linee metro e tram. Il PUMS pone al centro le persone e la soddisfazione delle loro esigenze di mobilità, aggiunge Pietro Calabrese, Presidente Commissione Mobilità.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: Trasporto scolastico più efficiente

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 agosto 2019

Valutare e analizzare, di volta in volta, casi particolari e/o eccezionali che coinvolgono il trasporto scolastico. Sarà questo il compito delle due commissioni permanenti – di cui una dedicata esclusivamente agli alunni con disabilità – che il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici di Roma Capitale ha appena istituito dando seguito alle integrazioni al Regolamento di trasporto scolastico del MoVimento 5 Stelle.Il servizio di trasporto scolastico è rivolto agli iscritti delle scuole per l’infanzia, primarie e secondarie di primo grado del territorio di Roma Capitale, e ad alunni con disabilita iscritti alle scuole di istruzione secondaria di secondo grado, fino al completamento del percorso di studi.“Il compito di queste due commissioni – dichiara Teresa Zotta, Presidente della Commissione Scuola di Roma Capitale – sarà quello di esaminare e valutare le problematiche specifiche o eccezionali che possono insorgere anche nel corso dell’anno scolastico. L’obiettivo finale è naturalmente quello di offrire alle famiglie un servizio sempre più efficiente e funzionale alle loro esigenze. Le commissioni hanno durata triennale e si riuniscono su apposita e documentata richiesta dei Municipi interessati. Mi preme sottolineare che i membri di queste due commissioni svolgono il loro incarico a titolo gratuito”. Le modifiche al Regolamento, contenute nella delibera n. 156/2018, oltre ad aver istituito le commissioni permanenti, hanno esteso il servizio trasporto scolastico agli alunni che per raggiungere la propria scuola devono necessariamente utilizzare più di un mezzo di trasporto pubblico e hanno dunque enormi difficoltà a raggiungere gli istituti in tempo per l’inizio delle lezioni.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Numero molisani a Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 luglio 2019

Roma Se il numero dei residenti nel Molise continua a calare – presto potrebbe scendere sotto la soglia psicologica delle 300mila unità (e molti di loro, in realtà vivono al di fuori della regione, conservando la residenza soprattutto per ragioni fiscali) – a Roma, tradizionale approdo per molti molisani, il calo è ancora più sostenuto. Motivo? I più sono arrivati nella Capitale negli anni Cinquanta e Sessanta come giovani lavoratori. Oggi di quella stagione ne restano pochi e molto anziani. Scomparsi questi ultimi testimoni, la comunità molisana a Roma si assottiglierà molto, includendo ormai solo le prime o le seconde generazioni con legami molto più blandi verso la terra d’origine.I numeri parlano chiaro: se alla fine degli anni Settanta, Roma accoglieva circa 30mila molisani, oggi ne sono rimasti poco più di 10mila.“E’ come un fiume senza più affluenti – spiegano dall’associazione “Forche Caudine”, lo storico circolo dei molisani a Roma. “Un tempo dai paesi arrivavano studenti e lavoratori. Oggi ne arrivano pochissimi, sia perché molti di quei paesi hanno esaurito la popolazione sia perché gli studenti che non rimangono in Molise preferiscono gli atenei del Nord rispetto alle tradizionali mete di Roma e di Napoli”.L’associazione porta un esempio significativo. “E’ emblematico quanto sta succedendo da qualche anno nei paesi dell’entroterra, lì dove sono avvenute le grandi partenze. In alcuni di quei piccoli borghi, soprattutto in provincia di Isernia, si sono moltiplicati i cartelli ‘vendesi’ per le abitazioni. Ci sono paesi dell’alto Molise dove le case in vendita hanno superato quota cento. E ben pochi le acquistano. Le nuove generazioni sono orientate a liberarsi di immobili che costano molto in termini di tasse, manutenzione e servizi. Complice anche l’affievolirsi dei legami affettivi, che proprio per i costi non voluti fa percepire il paese molisano ormai come una zavorra”.
L’associazione denuncia, quindi, soprattutto un’attenuazione di quei legami emotivi che hanno alimentato a lungo “i rientri”.“Certo, da tempo ormai è cambiato anche il modo di vivere le ferie, distribuite nel corso dell’anno e non più concentrate nel periodo estivo, quando i ragazzini si mandavano dai nonni in paese già con la chiusura delle scuole – continuano da “Forche Caudine” con una certa malinconia. “Ma, indubbiamente, è stato fatto poco per mantenere vivo un orgoglio per le origini che passasse da una generazione all’altra: il vulnus è soprattutto qui, è sempre più difficile giustificare un rientro in paesi dove gli affetti sono purtroppo scemati”.Il rischio concreto è che la comunità molisana a Roma, un tempo particolarmente nutrita, si assottigli ancora di più. Una perdita anche culturale, viste le tante storie umane e imprenditoriali che hanno caratterizzato l’esodo dal Molise verso la Capitale.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Carabiniere ucciso a Roma: se non spari sei morto, se spari vieni licenziato

Posted by fidest press agency su domenica, 28 luglio 2019

ROMA – (GRNET.IT) Mentre da ieri piangiamo la brutale uccisione del Vice Brigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega, per la quale sono accusati due ragazzi ventenni americani, in vacanza in Italia, non possiamo non sottolineare il clima di inquietudine e timore con il quale le nostre forze dell’ordine devono fare i conti durante il loro servizio. Paradossalmente coloro che pattugliano le nostre strade non hanno affatto paura di affrontare i delinquenti, ma di vestire i panni dell’accusato se per una malaugurata serie di circostanze dovessero essere costretti a far uso dell’arma in dotazione. Questo è il clima che si respira, e lo denunciamo da tempo. Queste erano presumibilmente le ansietà ed i timori che si portava dietro anche il Vice Brigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega prima di essere ucciso.
Esempi di carabinieri finiti male per aver usato l’arma in dotazione ce ne sono tantissimi, ma quella del Maresciallo Raffaele RUSSO, all’epoca effettivo al Comando Stazione Carabinieri Roma San Pietro e difeso dall’avvocato Giorgio Carta, è emblematica e vale la pena leggere la dinamica di ciò che gli accadde direttamente dall’ordinanza di archiviazione del GIP del tribunale militare di Roma, Elisabetta Tizzani, che lo ha assolto:
«…la mattina del 16.3.2018 personale della Compagnia CC Roma-San Pietro nel corso di attività investigativa delegata, effettuava un servizio finalizzato a bloccare alcuni soggetti dediti a truffe, estorsioni nei confronti di automobilisti. Verso le ore 18.00 in Via Federico OZANAM la pattuglia automontata intervenne per identificare gli occupanti di una autovettura Mini Cooper posizionandosi innanzi al mezzo. Il capo pattuglia in divisa usciva dalla autovettura e si avvicinava al conducente della Mini Cooper il quale, con improvvisa manovra di guida, cercava di darsi alla fuga tentando di investire il militare. Quest’ultimo si spostava dal margine verso il centro della carreggiata evitando l’investimento. A quel punto proveniva a piedi dall’opposto senso di marcia il Mar. Russo Raffaele in abiti civili. L’autovettura continuava la fuga e l’indagato per evitare di essere investito si spostava esplodendo un colpo di arma da fuoco in direzione dell’auto in fuga. Il proiettile attingeva una donna e sua figlia che viaggiavano a bordo di uno scooter nella stessa direzione di marcia della Mini in fuga. Le due donne venivano soccorse e portate presso l’ospedale San Camillo ove venivano ricoverate, la prima in prognosi riservata non in pericolo di vita per ferita di arma da fuoco alla spalla sx con lesione dell’arteria e del tendine ascellare e la seconda per lesione arto superiore sx da arma da fuoco».
Senza dilungarci oltre, precisiamo che nell’ambito del procedimento penale militare a carico del Maresciallo Russo, sia il Pubblico Ministero, che il G.I.P. hanno ritenuto legittimo l’impiego delle armi da parte del militare. Il Pubblico ministero militare Massimo Nunziata, nel chiedere l’archiviazione del procedimento a carico del Maresciallo ha argomentato che l’esplosione del colpo è avvenuta “al fine di vincere la resistenza opposta in occasione di forzamento di posto di controllo da soggetto resosi responsabile di resistenza e tentativo di lesioni a pubblico ufficiale. La condotta dell’indagato, nei termini di cui alla contestazione, va quindi ricondotta nell’uso legittimo delle armi atteso che pur se rivolta nei confronti di soggetto in fuga essa mirava ad evitare l’insorgere di pericoli per altre persone oltre che per gli operanti” poichè il guidatore della Mini Cooper “compiva atti idonei diretti in modo non equivoco a arrecare la morte ai pubblici ufficiali… in particolare lanciando contro i predetti l’autovettura in suo possesso senza riuscire nell’intento per cause indipendenti dalla volontà(schivamento del veicolo da parte dei due Carabinieri)”. La conclusione dell’intero procedimento a carico del Maresciallo Russo è però sconcertante: se da una parte il tribunale militare ha archiviato la sua posizione e quello ordinario ha condannato in primo e secondo grado i suoi aggressori per aver tentato di ucciderlo, adesso il militare si trova ad affrontare un procedimento interno finalizzato – nonostante la piena assoluzione – al suo possibile licenziamento dall’Arma dei Carabinieri.Questo è il clima di ansia e preoccupazione che appesantisce in maniera intollerabile il servizio delle forze dell’ordine ed è il medesimo – ne siamo certi – che respirava il povero Vice Brigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega il quale, se fosse stato più sereno ed avesse avuto in dotazione un semplice taser, forse oggi sarebbe ancora vivo. (GRNET.IT).

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legambiente sulla proposta di realizzare Termovalorizzatori per Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 27 luglio 2019

Legambiente Lazio interviene sulla proposta di realizzare termovalorizzatori per la gestione dei rifiuti di Roma. “La proposta di fare termovalozzatori per Roma è completamente sbagliata almeno quanto le politiche di gestione dei rifiuti messe in campo da questa amministrazione. Nella capitale non c’è un continuo allarme rifiuti ma un disastro strutturale del ciclo che emerge con i picchi di produzione estivi e invernali e continuerà ad essere tale perché non è stato fatto niente di positivo negli ultimi anni – dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio -. Serve la crescita della raccolta differenziata e la costruzione di impianti per le frazioni, a partire da quelli per la biodigestione anaerobica dell’organico. Siamo di fronte invece al fallimento totale nella gestione dei rifiuti sempre più chiaro, visto che la percentuale di raccolta differenziata rimane piantata da tre anni ad un assurdo 44% e non c’è nessun progetto presentato per realizzare alcun impianto. Questo fallimento non fa che alimentare chi chiede termovalizzatori o privati che vogliono fare discariche. Il comune di Roma si è posto l’obiettivo Rifiuti Zero solo a chiacchiere, dovrebbe aver già pianificato e iniziato la costruzione di impianti che chiudano il ciclo all’interno della capitale stessa, invece si è riusciti solo a pianificare una mappa di siti di trasbordo che ad ogni picco di produzione diverranno discariche vere come lo è stato il TMB di Villa Spada per anni. Fare dei rifiuti una risorsa, anche economica con abbassamento dei costi per i cittadini, vuol dire riciclo, economia circolare e tariffa puntuale per i cittadini virtuosi che potranno così risparmiare e che ora invece pagano le scelte sconsiderate di questa gestione; incenerimento, che qualcuno immagina possa significare risparmio, vuol dire bruciare per decenni con costi economici, ambientali e sanitari drammatici per la collettività e le persone più esposte, peraltro nel Lazio ci sono già tre linee di termovalorizzazione che vanno portate alla dismissione non moltiplicate”. Legambiente ricorda che le 3 linee di termovalorizzazione di Acea a San Vittore nel Lazio (FR), hanno visto autorizzato l’ampliamento della propria capacità da 300.200 tonnellate di rifiuti indifferenziati annui a 397.200 da inizio 2017 con un incremento del 32% di rifiuti inceneriti.www.legambientelazio.it

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rega, Mollicone (FdI): “Centro storico far west, governo aumenti forze a Roma”

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 luglio 2019

Roma. “Ci uniamo al dolore dei familiari del vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, vittima dello stato di insicurezza in cui versa la Capitale. Il centro storico è diventato un far west, in cui interi spazi pubblici sono in bàlia di sbandati e criminali, per responsabilità del Partito Democratico che lo governa storicamente. Il prefetto convochi immediatamente il comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico, affinchè sia affrontato il tema ai livelli più alti.
E’ necessario quindi un impegno maggiore nelle nostre strade. Non è possibile che violenze di questo genere avvengano in pieno centro, come stanotte a Prati. Chiediamo che siano inoltre posizionati dei gruppi interforze fissi a Colle Oppio e a Piazza Adriana, da cui far partire il pronto intervento. Presenterò un’interrogazione al governo per chiedere quindi che vengano aumentati gli investimenti di uomini e mezzi nel centro storico.” E’ quanto dichiara Federico Mollicone, deputato di Fratelli d’Italia per il collegio Lazio 1 e presidente della sezione di Colle Oppio.
“La scorsa notte un carabiniere di 35 anni è morto ammazzato da 2 magrebini ancora latitanti, 8 coltellate di cui una dritta al cuore, a pochi passi dal Vaticano. Provo tanta rabbia e profonda tristezza, l’Italia non può più essere il punto di approdo di queste bestie. Vicinanza alla famiglia di questo servitore dello Stato e all’Arma dei Carabinieri, spero che questi animali vengano presi subito e che possano marcire in galera”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
“Oggi noi tutti abbiamo perso un figlio, un marito, un uomo che aveva deciso di mettere al servizio del Paese la sua vita e che è stata tragicamente spezzata nell’espletamento del suo dovere. Oggi deve essere solo la giornata del cordoglio e della vicinanza alla famiglia e alla giovane moglie del carabiniere Mario Cervello Rega, ma anche all’Arma dei Carabinieri che ha perso un suo coraggioso e valido elemento”. Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Giovanna Petrenga, componente della Commissione Difesa.
“Rivolgo le mie condoglianze ai familiari del Vice Brigadiere dei Carabinieri, Mario Cerciello Rega, ucciso ieri sera a Roma. Chi ha la responsabilità morale e politica di quanto accaduto, fino a prova contraria, abita sui colli fiorentini. Un momento di riflessione per tutti noi nella speranza che i responsabili politici siano processati non solo dalla storia ma anche dalla giustizia. I carabinieri sono degli eroi sacrificati da una dissennata politica precedente i cui frutti se ne colgono ora”. È quanto ha dichiarato il deputato di Fratelli d’Italia Maria Teresa Baldini.
“Onore al vice brigadiere dell’Arma Mario Rega Cerciello, 35 anni, ammazzato questa notte a Roma mentre era in servizio. Se davvero, come sembra dalle prime informazioni, gli assassini del carabiniere sono di origine nordafricana la responsabile non è solo loro. Ma anche dei governi del Pd che in questi anni ha trasformato l’Italia in un campo profughi per delinquenti. E soprattutto di un governo Lega e Cinque stelle in carica da anno che non ha fatto nulla per rimpatriare stranieri ed espellere i clandestini”. E’quanto afferma in una nota Edmondo Cirielli, Questore Camera dei Deputati.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le Visite Guidate Teatralizzate…a domicilio, un nuovo modo di “donare” Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 luglio 2019

Roma. Fare del bene fa bene. Lo sanno i giovani protagonisti delle Visite Guidate Teatralizzate, il format ideato da Luca Basile che ormai da ben dieci anni porta alla scoperta di Roma attraverso i personaggi che l’hanno resa ancor più celebre. Curati da I Viaggi di Adriano e Fenix1530 gli appuntamenti settimanali (ogni venerdì e sabato) sono inseriti nel programma dell’Estate Romana, promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale, e fino al 28 settembre, offrono al pubblico l’opportunità di incontrare Trilussa, visitare i luoghi più cari a Caravaggio, ascoltare i ricordi de I Borgia. Ma proprio per celebrare i dieci anni di attività gli organizzatori hanno deciso di dare vita alle visite a domicilio in alcuni ospedali e case famiglia, così da permettere anche alle persone meno fortunate di poter seguire le avvincenti vicende storiche. Un progetto sociale che ha preso il via con la presenza del cast presso la Casa di Andrea, la struttura gestita dall’Associazione Andrea Tudisco Onlus, impegnata nel tutelare il diritto alla salute dei bambini che, non potendo essere assistiti nelle strutture delle città di residenza, hanno bisogno di essere curati nei reparti specializzati degli ospedali romani. Una giornata ricca di emozioni, di sorrisi genuini, delle curiosità dei più piccini che si sono ritrovati fianco a fianco i personaggi in costume, pronti ad interagire con loro. Un modo di studiare la storia decisamente originale, che ha coinvolto anche gli adulti presenti presso l’Associazione che offre gratuitamente ospitalità e assistenza ai bambini con gravi patologie e alle loro famiglie, permettendo così al bambino di “vivere e combattere” la malattia e il disagio attraverso l’accoglienza e l’amore della famiglia e di una comunità. E alla fine una festa di colori e buonumore, la ricetta giusta per rallegrare lo spirito. (by Federica Rinaudo)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alessandro Quarta 5tet e Roma Sinfonietta a Teatro Tor Bella Monaca

Posted by fidest press agency su martedì, 23 luglio 2019

Roma mercoledì 24 luglio alle 21 Teatro Tor Bella Monaca Via Bruno Cirino terzo e ultimo concerto della stagione estiva di Roma Sinfonietta. L’Alessandro Quarta 5tet (composto da Alessandro Quarta al violino, Franco Chirivì alla chitarra, Giuseppe Magagnino al pianoforte, Michele Colaci al contrabbasso e Cristian Martina alle percussioni) rafforzato dall’Ensemble Roma Sinfonietta suonerà musiche di due dei compositori più popolari del Novecento, Astor Piazzolla e Nino Rota. Del compositore argentino verranno eseguite alcuni dei tanghi più famosi e amati, tra cui Oblivion e Libertango. Dell’italiano sarà presentata una selezione delle più note musiche per il cinema, come Il Padrino, Amarcord, La dolce vita e Otte e mezzo.
Alessandro Quarta nasce come violinista classico e a lungo si è mosso ai confini tra classica e altre forme di musica. La sua personalità vulcanica e la sua creatività lo hanno indirizzato ad una grande varietà di progetti e ora il suo repertorio svaria dalla tradizione classica alle sperimentazioni nel blues, soul e nel pop. Ha suonato con Roberto Bolle, con “il Volo” a Sanremo, al Concerto del Primo Maggio in Piazza San Giovanni e ha collaborato con stelle della musica planetarie come Lenny Kravitz, Carlos Santana, Celine Dion, Robin Williams, Joe Cocker, Liza Minnellli, Dee Dee Bridgewater, Toquinho. Proprio con il suo cd dedicato a Piazzolla è stato candidato al Grammy. Nel 1994 la Siae lo ha riconosciuto “miglior talento italiano”. Nel 2013 la Cnn lo ha definito “Musical Genius”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ritrovato un busto di una statua di guerriero Dace in marmo bianco

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 luglio 2019

Lo comunicano gli archeologi della Sovrintendenza Capitolina ai Beni culturali impegnati nello scavo archeologico di via Alessandrina. Il busto con ogni probabilità appartiene ad una delle circa 60-70 statue di guerrieri Daci che decoravano l’attico del Foro di Traiano, risalente all’inizio del II secolo d.C. Il torso è alto circa 1,5 metri ed è in buono stato di conservazione. Il materiale con cui erano state realizzate queste statue è il marmo ed in particolare il marmo pavonazzetto, il porfido e il marmo bianco, come nel caso di quella ritrovata oggi.Gli archeologi della Sovrintendenza Capitolina spiegano che la statua è stata rinvenuta all’interno di un livello di abbandono, successivo ad un crollo da datare al tempo delle demolizioni medievali, presumibilmente nella seconda metà del IX secolo d.C. Un contesto di ritrovamento diverso quindi, da quello della testa di divinità rinvenuta lo scorso 24 maggio, che era stata invece intenzionalmente riutilizzata in un muro tardomedievale come materiale da costruzione.Già nel 1998 e nel corso del 2000, analoghi ritrovamenti si erano verificati in occasione degli scavi della piazza del Foro di Traiano e le statue di Daci allora scoperte sono oggi esposte ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali. Lo scavo è curato dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Parco Archeologico del Colosseo e con il supporto degli archeologi del PArCo.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autonomie: Rampelli invita la classe politica a una scelta ragionata

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Il vice presidente della Camera Fabio Rampelli è stato intervistato dal Secolo d’Italia diretto da Francesco Storace. Cogliamo l’occasione per proporlo anche ai nostri lettori: “Non siamo affatto contrari a ridefinire il sistema delle autonomie, ma non si può trattare una materia così delicata come fosse la legittima difesa o il taglio del finanziamento ai partiti. Non si può fare propaganda su temi costituzionali da cui dipenderà il futuro andamento sociale, economico e culturale dell’Italia. È stato positivo l’allarme lanciato dalle regioni del Nord con i loro referendum, anche se nessuno ricorda che la percentuale dei votanti è stata scarsa, la metà degli aventi diritto in Veneto e ancora meno in Lombardia… Anche questo è un indicatore di cui la politica e i media dovrebbero tenere conto. Diciamo che occorre studiare soluzioni equilibrate che diano al sistema delle autonomie strumenti efficaci per rispondere ai bisogni dei cittadini”. E precisa: Le Regioni sono nate per la fondamentale funzione di programmazione e infatti dispongono di ampi poteri legislativi. Non avrebbero dovuto trasformarsi in enti di gestione multi disciplinare, trasformarsi in micidiali centri di spesa cui oggi attribuire parte rilevante del nostro debito pubblico. Continuo a ritenere che ci si dovrebbe confrontare partendo dal basso e iniziando dalla domanda di poteri e risorse che viene dai Comuni, incalzati dai bisogni dei cittadini. E poi occorre restaurare e rilanciare il ruolo delle province, insostituibile in una nazione formata da 8000 comuni di cui la gran parte piccoli e piccolissimi. Le Regioni incarnano già oggi l’idea di un nuovo centralismo, esattamente ciò di cui imprese e famiglie vorrebbero liberarsi. Dunque, non è in discussione la domanda di maggiore efficienza, ma la risposta più concreta e meno ideologica da fornire ai cittadini”.
Alla domanda su una convergenza alle posizioni di Fdi del pres. Conte sull’autonomia scolastica, Rampelli risponde:
“Mi sembra evidente che il medesimo livello di istruzione, gli stessi programmi nazionali e la circolarità interregionale degli insegnanti siano un pezzetto dell’ossatura della nostra nazione. Altro conto è aggiungere ai programmi del MIUR la conoscenza delle caratteristiche del proprio territorio, questione legittima e condivisa se realizzata con equilibrio. Perché alla storia della Repubblica di Venezia teniamo tutti, veneti, padovani e siciliani..”
E sulla centralità delle Camere, ribadisce: “La questione sembrerebbe sostanzialmente superata, la pensiamo al riguardo come Fico e la Casellati, ma resta il problema formale. Se domani altri due presidenti di Camere non ritenessero necessario il passaggio in Parlamento di nuove autonomie richieste dalle regioni? Fico e la Casellati devono pretendere che si normi il 116 della Costituzione e si stabilisca una procedura oggettiva che preveda ogni passaggio per approvare le istanze del sistema delle autonomie. Il passaggio in Parlamento non può essere una gentile concessione di qualcuno, ma un diritto inalienabile”
Sui poteri a Roma Capitale Rampelli insiste: Lo Stato italiano deve mettere la sua capitale nelle condizioni di competere con Berlino, Londra e Parigi le cui rispettive nazioni hanno effettuato investimenti multimiliardari per renderle all’avanguardia e farle partecipare significativamente alla costruzione del Pil. Non sono gli altri bellissimi comuni italiani il parametro per misurare Roma. E comunque se si vuole andare avanti con il Monopoli delle autonomie differenziate si deve immediatamente introdurre nell’agenda del Governo il tema dei poteri, dei beni, delle risorse di Roma. Ricordo che anche la capitale, come la Lombardia e il Veneto, ha un residuo fiscale, conferisce cioè allo Stato italiano più risorse di quante ne riceva indietro. Non si possono certo fare due pesi e due misure.
Ma Zingaretti e Raggi dormono in piedi, non capiscono che la grande opportunità per Roma è questa, è ora.
Mentre sul divario tra nord e sud d’Italia e la protesta del governatore Zaia, osserva: “A Zaia, che stimiamo in molti, voglio dire che da una figura di spessore come la sua, governatore oggi e ministro della Repubblica ieri, il popolo italiano si aspetta una posizione politica e non geografica. La logica del campanile era insufficiente perfino in epoca medievale. Zaia sa bene che il Nord ha potuto realizzare infrastrutture strategiche perché confinante con la Baviera e la Renania, mentre a Sud della Sicilia e della Calabria c’è l’Africa. Già dagli anni in cui non c’erano le Regioni lo Stato centrale ha realizzato opere meravigliose al Nord e ha ripagato il Sud con l’assistenzialismo, perché costava meno dello sviluppo e non sarebbe stato improduttivo come un ipotetico tunnel sottomarino di collegamento con Tunisi, metafora di uno dei tanti e costosissimi trafori realizzati nella pancia delle Alpi. Il divario nord/sud generato, con l’aggiunta di una mentalità meridionale senz’altro meno performante, oggi va ripianato. Non c’è solo il tema dei poteri, c’è anche quello del riequilibrio delle infrastrutture e stavolta è urgente. Infatti per il Mediterraneo passa oggi imprevedibilmente una enorme ricchezza che l’Italia deve saper intercettare modernizzando il Mezzogiorno, portando subito l’Alta velocità a Palermo, realizzando il ponte sullo stretto, dotando il meridione di una rete logistica utile a impedire alle centinaia di navi merci provenienti dall’Asia di superare Gibilterra per risalire fino ai porti del nord Europa”. (n.r. Vorremmo che queste parole fossero motivo di riflessione più approfondita per i politici e per tutti gli italiani in quanto sono dettate da buon senso e pragmatismo. Dobbiamo mettere da parte la propaganda e il campanilismo di maniera e di pensare che l’Italia è una e indivisibile e che il meridione ne fa parte a pieno titolo e una efficiente rete di collegamenti intermodali e tecnologici, estensibili in quell’area, sono un passo indispensabile verso una reale via di rinnovamento del sistema paese.)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campidoglio, Roma Capitale e Atenei romani insieme per mobilità sostenibile studenti

Posted by fidest press agency su martedì, 16 luglio 2019

Riorganizzare gli orari e i tempi delle attività accademiche per favorire la mobilità degli studenti iscritti nelle Università romane. Obiettivo: sperimentare questa innovazione già a partire dal secondo semestre dell’anno accademico 2019-2020.È questa la richiesta che la Sindaca Virginia Raggi ha formulato sottoscrivendo una “Lettera di Intenti” insieme con il presidente e AD di Roma Servizi per la Mobilità, Stefano Brinchi, il Rettore de La Sapienza Università di Roma, Eugenio Gaudio, il Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Giuseppe Novelli, e il Rettore dell’Università Roma Tre, Luca Pietromarchi.Grazie a questo accordo per la prima volta Roma Capitale e i maggiori atenei pubblici romani lavoreranno in modo integrato, mettendo a disposizione database e best practice con l’obiettivo di rendere la mobilità di tutti, in primis per la vastissima popolazione di universitari in città, più sostenibile.“Con la firma della Lettera di Intenti abbiamo fatto un salto di qualità nella collaborazione con gli atenei romani, per condividere progetti e sviluppare nuovi programmi per la mobilità sostenibile. Obiettivo comune: creare modelli di trasporto disegnati sulle esigenze degli studenti universitari e dei lavoratori, che vivono o risiedono nella nostra città e di quelli che arrivano da fuori, applicabili già a partire dal prossimo anno accademico”, dichiara la Sindaca Virginia Raggi.Il piano di collaborazione punterà a ricercare soluzioni capaci di allentare la congestione del traffico intorno alle sedi universitarie favorendo interventi di razionalizzazione dei flussi nei momenti di maggiore intensità degli spostamenti, anche a beneficio di una mobilità più fluida e meno inquinante su tutto il territorio della Capitale.Una volta realizzati i piani di mobilità e verificata la loro fattibilità, partirà la sperimentazione, programmata già dal secondo semestre dell’anno accademico 2019-2020. L’accordo ha validità triennale, è rinnovabile, e rafforza la collaborazione già avviata tra Roma Capitale, Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polizia in piazza a Roma a Montecitorio

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 luglio 2019

Roma giovedì 25 luglio a partire dalle ore 10 per il rinnovo del contratto e sul tema del riordino delle carriere. A promuovere il presidio in piazza Montecitorio sono Fp Cgil Polizia Penitenziaria e Silp Cgil.”Siamo costretti di nuovo a scendere in piazza – affermano le due categorie della Cgil – e lo faremo il 25 luglio a Roma. Si parla di immigrazione, di porti chiusi, di legittima difesa e di pistole elettriche. Non si parla però di risorse vere per la sicurezza, di un contratto delle lavoratrici e dei lavoratori in divisa che è scaduto da quasi 200 giorni, dei correttivi a un riordino interno delle carriere per il quale il governo non ha stanziato sufficienti risorse economiche, disattendendo le aspettative dei lavoratori della forze di Polizia. Senza contare che le nuove immissioni nella Polizia previsti dai recenti bandi non garantiranno il turnover”.
Per questo Silp Cgil e Fp Cgil chiederanno al governo “risposte concrete per chi veste una divisa e ogni giorno rischia la vita. Un presidio che avrà due slogan, #contrattosubito e #riordinosìmanoncosì, e che preannuncia un autunno di mobilitazioni”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto CENSIS: I progressi dell’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Roma. L’Università Europea di Roma scala cinque posti nella Classifica Nazionale degli Atenei non statali, raggiungendo il terzo posto. Un balzo di cinque posti a livello nazionale nel Rapporto Censis testimonia il grande investimento che l’Università Europea di Roma sta intraprendendo per posizionarsi tra le migliori università italiane non statali. In particolare, a Roma, l’Università Europea si colloca ai primissimi posti per la qualità dei suoi insegnamenti per i Corsi di Laurea storici: ECONOMIA, GIURISPRUDENZA E PSICOLOGIA. In un’area competitiva come quella della Capitale, il CdL di Economia triennale vede crescere il suo punteggio con risultati significativi.Il CdL di Psicologia triennale conferma la grande qualità della sua offerta formativa ed è a Roma il primo corso per qualità dell’insegnamento.Cresce anche il punteggio del CdL di Giurisprudenza, grazie all’importante investimento nel suo Laboratorio di Innovazione che si pone l’obiettivo di diventare un polo di riferimento per il Diritto 4.0. Ora l’università è in attesa di monitorare i nuovi corsi di Laurea che presto arriveranno al completamento del loro primo ciclo: TURISMO E SCIENZA DELLA FORMAZIONE PRIMARIA.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Soluzione emergenza rifiuti a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Roma. “Gli anziani di Roma esprimono il loro plauso per l’intesa trovata tra il Comune di Roma e la Regione Lazio in merito alla questione rifiuti”, dichiara il Presidente Senior Italia FederAnziani Roberto Messina, “La mancata soluzione del problema avrebbe avuto un impatto pesante soprattutto sui soggetti più fragili, sugli anziani della capitale che in ragione delle loro magre pensioni hanno difficoltà a lasciare la città per andare in vacanza. L’intesa trovata dimostra come ispirandosi al bene dei cittadini la politica sia in grado di far prevalere il buon senso e trovare intese che vanno a vantaggio di tutti. Auspichiamo che con lo stesso spirito di servizio e approccio di collaborazione si possano trovare soluzioni di lungo periodo al problema rifiuti che assilla tante nostre città”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiuti a Roma e il loro mancato trattamento

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

“La sindaca Raggi è in carica dal 2016, sono passati tre anni. E questa situazione non trova più giustificazione plausibile. Ma sulla pianificazione c’è una competenza sul piano regionale. Mentre Zingaretti, che ha fatto carriera diventando il segretario del Pd, sono sei anni che governa: o non sono capaci o non sono sufficientemente responsabili per capire quanto sia importante la materia dei rifiuti. C’è un rimpallo di responsabilità che è inaccettabile. Il Campidoglio sembra chiuso nel suo eremo, non ha cercato il dialogo con la Regione. Roma non ha più un obiettivo strategico sul piano dei rifiuti. La sinistra ha governato per decenni, il centrodestra per 5 anni in quel periodo grazie al presidente dell’Ama Piergiorgio Benvenuti siamo stati in grado di portare un incremento del 15%, che è un risultato importante per una grande città come Roma”.“I rifiuti vanno trattati in maniera responsabile: produrre meno rifiuti, riuso, riciclo, economia circolare, vuoto a rendere. Ci sono materiali che noi gettiamo e che potrebbero invece costituire una miniera del riciclo: la carta, il cartone, il vetro, l’alluminio, i rifiuti organici per le biomasse. Resterebbe da bruciare solo una parte infinitesimale, quello che non può essere riutilizzato. Ma per questo processo bisogna avere cultura, sensibilità ecologica, professionisti. Né Zingaretti né Raggi mi sembrano dotati di queste qualità. Portare i rifiuti a Stoccolma sarebbe un fallimento. Se invece dobbiamo prendere una città come riferimento, si prenda San Francisco che è riuscita a portare i rifiuti a zero”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia intervistato sull’emergenza rifiuti a Roma da Radio Radicale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Capitale. L’alternativa al termovalorizzatore è la discarica non la raccolta differenziata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 luglio 2019

Roma. Bello sentirci raccontare favole: ci aiutano nel sonno e, alla fine, hanno anche una morale, un principio etico a cui attenersi.Questo nei bambini; negli adulti, invece, la favola, soprattutto se raccontata da chi ci governa, serve ad addormentare i cervelli.
Una di queste favole è che la raccolta differenziata dei rifiuti completa il ciclo del trattamento, sicchè possiamo produrre e riciclare in continuazione.In realtà nel trattamento dei rifiuti rimane una parte non riciclabile e il loro destino è la discarica o il termovalorizzatore. La discarica è una “buca” nella quale sono gettati i rifiuti, poi ricoperti di terra e lì rimangono.Il termovalorizzatore è un impianto che brucia i rifiuti, produce calore o energia elettrica. In questo modo si possono riscaldare le abitazioni o fornire energia elettrica. Parigi, Berlino, Londra, Vienna, Copenhagen hanno gli inceneritori.Roma, no.Più i rifiuti si riciclano e si portano al termovalorizzatore meno ci sono rifiuti in discarica, che è sempre più difficile individuare per la forte urbanizzazione del territorio.Occorre scegliere: riciclo e discarica o riciclo e termovalorizzazione.Chi dice altro racconta favole, tanto belle da addormentare i cervelli e, a Roma, la sindaca Virginia Raggi è una maestra affabulatrice. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »