Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Posts Tagged ‘roma’

Realizzazione dello stadio della Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 19 settembre 2017

stadio-roma«La nuova conferenza dei servizi per la realizzazione dello stadio della Roma nell’area di Tor di Valle partirà senza che le modifiche al progetto iniziale abbiano in alcun modo attenuato le criticità riguardanti viabilità e trasporti. Tralasciando tutte le perplessità relative alle cubature e alla pubblica utilità dell’operazione, non si capisce su che basi questa volta si possa arrivare a un responso positivo da parte di tutte le istituzioni coinvolte».
Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA.«Gli scenari che ipotizzano l’afflusso e il deflusso di 20.000 persone ogni ora con la Roma-Lido, incubo quotidiano di decine di migliaia di utenti, sono quantomeno improbabili: considerata una capienza di circa 1.200 passeggeri a convoglio, significherebbe garantire almeno 16-17 treni e abbassare a poco più di tre minuti e mezzo le frequenze di passaggio. Attualmente, al netto di disservizi e guasti tecnici che sono la regola più che l’eccezione, anche nelle ore di punta le frequenze non scendono mai al di sotto dei dieci minuti: con le risorse che sono state abbozzate, è davvero difficile credere che una delle peggiori ferrovie d’Italia si possa trasformare in un gioiello della mobilità.Discorso simile – prosegue Simoncini – per quella parte di progetto in cui si paventa l’utilizzo da parte dei tifosi della linea Orte-Fiumicino o, in una seconda fase di sviluppo dell’area dello stadio, addirittura degli attracchi fluviali sul Tevere. La realtà è che, per la zona che è stata scelta e per come sono stati concepiti gli interventi su di essa, la stragrande maggioranza degli spettatori arriverà allo stadio con il mezzo privato lungo l’unico asse percorribile, quello via Ostiense-via del Mare. E non sarà certo l’unificazione delle due strade fino a viale Marconi a scongiurare il rischio che ne possa fare le spese la già precaria viabilità dell’intero quadrante».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ama trasparenza e management aziendale

Posted by fidest press agency su martedì, 19 settembre 2017

cassonetti“Le accuse delle opposizioni sui cambi operati da questa Amministrazione ai vertici di Ama lasciano il tempo che trovano. Un’azienda martoriata da anni di mal gestione e di indirizzi politici tutt’altro che limpidi. Stiamo cercando di restituire ad Ama quel know how a lungo negato dalle precedenti gestioni amministrative, le cui nomine nelle Municipalizzate non sempre hanno risposto a criteri di competenza e capacità (vedi vicenda Parentopoli). Inoltre, in ossequio al criterio di trasparenza che da sempre ispira e governa le nostre azioni, sarà nostra premura assicurarci che tutte le informazioni relative allo spazzamento e pulizia delle strade, alla raccolta rifiuti e alle altre attività espletate da Ama siano pubblicate sul portale dell’azienda a rese pubbliche alla cittadinanza. Non abbiamo nulla da nascondere”.
Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale Daniele Diaco.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: censimento immobili comunali

Posted by fidest press agency su martedì, 19 settembre 2017

Roma. “Con il ripristino della legalità e della normalità nella gestione del Patrimonio di Roma Capitale, utilizzeremo i nostri immobili di proprietà per ospitare sedi istituzionali, scuole o attività socio-culturali. Dopo 20 anni di abbandono e malgoverno, siamo impegnati a ottimizzare le risorse dell’Amministrazione: abbiamo trovato molti buchi d’inventario, stiamo lavorando per completare il censimento e riportare alla luce una parte di patrimonio ancora sconosciuto e valorizzarlo opportunamente”.
È quanto dichiara l’assessore al Patrimonio e Politiche abitative, Rosalba Castiglione.“Con l’‘avviso pubblico per manifestazione di interesse alla locazione di immobili da destinare a fini istituzionali – anno 2017’, pubblicato sul sito istituzionale di Roma Capitale, si intende esperire intanto una ricerca di mercato al fine di ridurre i canoni per gli edifici attualmente utilizzati dall’amministrazione. Con un precedente bando era stato individuato un immobile da destinare alla ricollocazione dell’archivio del Dipartimento risorse economiche a prezzo inferiore del 25% rispetto a quello pagato precedentemente”, precisa l’assessore.“Nelle more di una normalizzazione nella gestione del patrimonio – aggiunge Castiglione – abbiamo il dovere di trovare soluzioni che comportino minori costi per la collettività. Nel caso specifico, esiste un fabbisogno di immobili da destinare a uffici del Campidoglio o all’esercizio di attività scolastiche e sociali già in essere. Per i quali i relativi contratti sono stati revocati dalla precedente amministrazione senza che si fosse provveduto a trovare una soluzione differente. E per i quali si stanno pagando costose indennità di occupazione”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo: Roma cresce nel periodo estivo con +3% di presenze

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

area archelogica romanaContinua a crescere il numero dei turisti nella Capitale, con un incremento medio del 3% nei mesi estivi, secondo le stime realizzate dall’Ente Bilaterale Turismo del Lazio. A comunicare i risultati, nel corso dell’inaugurazione del nuovo Punto Informativo Turistico di Roma Capitale aperto agli Arrivi del Terminal 3 di Fiumicino l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Adriano Meloni.
Nei mesi di giugno, luglio e agosto, Roma ha contato infatti 3,2 milioni di arrivi e 7,8 milioni di presenze negli alberghi e nelle residenze turistiche alberghiere romane. Si segnala l’ottima performance degli hotel 5 stelle, che nei primi 7 mesi dell’anno hanno visto una crescita del 4,7% degli arrivi e di circa il 5% delle presenze, a conferma che la Capitale si dimostra più forte nell’attrazione nella fascia alta di mercato.Sul fronte del trasporto aereo, in forte crescita sono state le destinazioni di lungo raggio da e verso l’aeroporto di Fiumicino, che si è confermato lo scalo europeo leader sul fronte della qualità dei servizi erogati, anche nel secondo trimestre 2017. Il Leonardo da Vinci connette dunque la Capitale con flussi di turismo internazionale sempre di maggiore pregio, in particolar modo per quanto riguarda la capacità di spesa. Questi risultati, che hanno consentito di rinnovare completamente l’aeroporto capitolino, sono il frutto dell’accelerazione degli investimenti in infrastrutture e qualità dei servizi realizzata negli ultimi anni da Aeroporti di Roma, sotto la guida della capo gruppo Atlantia.
Da gennaio a fine agosto 2017 si è registrato infatti un incremento del 6,1% del segmento Extra-Ue, con rotte di lungo raggio particolarmente indicate per veicolare sulla Capitale flussi turistici di qualità. Le migliori performance hanno riguardato il Nord America, che ha visto aumentare il volume di traffico del +8,2%, grazie alla crescita delle rotte da/verso New York, Atlanta, Chicago e al nuovo collegamento su Dallas. Più in generale, il traffico internazionale è cresciuto del +1,8%.
“Oggi apriamo ufficialmente una nuova porta per i turisti di tutto il mondo su Roma – dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Adriano Meloni -. Un Punto Turistico completamente rinnovato, con spazi più ampi e un maggior numero di operatori. Il primo periodo di operatività conferma la bontà della scelta di individuare una nuova collocazione strategica, nel salone arrivi del Terminal 3. Desidero ringraziare il Gruppo Atlantia e Aeroporti di Roma per aver condiviso questo obiettivo e per i continui investimenti che stanno realizzando sul fronte dell’accoglienza. Stiamo lavorando per assicurare una nuova stagione di viaggi e permanenza a Roma, promuovendo un turismo di qualità, collaborando con altre le altre città d’arte per creare una rete di pratiche virtuose dedicate alla sostenibilità. La realizzazione di un nuovo PIT di Fiumicino è una tappa fondamentale nel percorso per il continuo miglioramento dell’accoglienza”.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rassegna: il teatro che danza

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

EuforiaEuforia1Roma Martedì 19 settembre (ore 21) al Teatro India Lungotevere Vittorio Gassman (già Lungotevere dei Papareschi) ritorna l’appuntamento con la coreografia contemporanea della rassegna IL TEATRO CHE DANZA, che propone in prima nazionale Euforia, creazione di Silvia Rampelli, coreografa di Habillé d’eau, con Alessandra Cristiani e Eleonora Chiocchini. A danzare è lo spazio che si trasforma nella fusione tra movimento, suono, immagine, mentre la voce che irrompe è una ferita che non spiega, non commenta, ma suggella uno spettacolo che può essere letto come viene vissuto. “Vorrei allontanare le parole dal fatto. Il fatto è il corpo, costrutto assoluto, asserragliato nella materia, materia, autoevidente, interrogante, in assenza di cognizione, di intenzione, di veglia, manifesto, sembianza, simulacro – racconta Silvia Rampelli – da alcuni anni cerco un passaggio logico ed esistenziale che l’esperienza sollecita e che nella riflessione filosofica incontra una possibilità. Il tema della situatività, dell’essere gettati, della caduta nel tempo trova un rudimentale parallelo nel dispositivo teatrale, artificio volto a ricreare – attraverso l’ordigno dell’esposizione al Mondo – la condizione di apertura, fondamento di ogni sentire. Suono originale. Ipotesi: che i sensi sollecitati diano immagine al tempo”. Posto unico intero 15 euro ridotto 12 euro card 6 ingressi 48 euro (foto: euforia)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Symposium on Global Sustainability

Posted by fidest press agency su domenica, 17 settembre 2017

symposiumRoma Martedì 19 settembre p.v., alle ore 9.15 presso l’Accademia d’Ungheria in Roma si terrà il Simposio sulla sostenibilità globale (Symposium on Global Sustainability), organizzato dall’Università Cattolica Péter Pázmány e dal suo gruppo di lavoro CPSES (Centro per l’Ingegneria dei Sistemi di Processo e la Sostenibilità).Nel corso del Simposio – che si svolgerà in lingua inglese – verrà illustrato il progetto avviato dall’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti (US EPA) nel 2005 e continuato tra il 2010 ed il 2015 sotto la supervisione congiunta del Dr. Urmila Diwekar, Istituto di Ricerca Vishwamitra di Chicago e del professor Heriberto Cabezas (Centro per l’Ingegneria dei Sistemi di Processo e la Sostenibilità (CPSES) dell’Università Cattolica Péter Pázmány.Si tratta di una rappresentazione matematica delle principali dinamiche del Mondo, ispirata al modello “Limits to Growth” di Meadows, D. H., Meadows, D. L., Randers, J., & Behrens, W. W. (1972 ). Il modello matematico comprende l’ecosistema, la popolazione umana, l’industria, la generazione di energia, la macroeconomia e i rudimenti di un sistema giuridico con proprietà privata, fiscalità e regolamentazione. Relatori:
Fr. Anzelm Szuromi, Rettore dell’Università Cattolica Péter Pázmány
S.Em.a R.ma Card. Peter Kodwo Appiah Turkson, Dicastero per il Servizio Integrale per lo Sviluppo
Umano
Urmila Diwekar, Presidente e fondatore del Vishwamitra Research Institute
Heriberto Cabezas, Professore presso l’Università Cattolica Péter Pázmány
Diogo Bolster, Professore dell’Università di Notre Dame
Alex Mayer, Professore della Michigan Technological University
Ferenc Friedler, Professore presso l’Università Cattolica Péter Pázmány (foto: Symposium)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: regolamento botticelle

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

botticelle romane“Alle dichiarazioni rilasciate dall’onorevole Brambilla sulla questione botticelle rispondiamo con alcuni dati. Il regolamento che prevede il divieto di circolazione delle botticelle a cavallo e la contestuale sostituzione di quest’ultime con quelle elettriche è pronto e, attualmente, al vaglio dell’Avvocatura Capitolina. Stiamo parlando di un regolamento dettagliato, chiaro e circostanziato, con cui Roma Capitale andrà a normare una situazione su cui nessun’altra Amministrazione precedente è mai riuscita a incidere. Una volta superato questo step, il regolamento sarà discusso in Commissione Ambiente, per poi approdare in Aula dove sarà oggetto di votazione da parte dell’Assemblea Capitolina. Nessun immobilismo, dunque, da parte dell’Amministrazione Capitolina, fermamente convinta delle proprie idee e determinata nel portarle avanti con abnegazione e senso di responsabilità”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, l’assessore alla Sostenibilità Ambiente Pinuccia Montanari e il presidente della Commissione capitolina Ambiente Daniele Diaco.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma e la prevenzione vaccinale

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

vaccinazione-antinfluenzale-2012-2013La nuova normativa sulla prevenzione vaccinale è confusa, risulta poco chiara e viene infatti applicata in modo difforme da Regioni e Comuni in tutta Italia. È la criticità segnalata dalla sindaca di Roma Virginia Raggi in una lettera inviata alle ministre della Salute Beatrice Lorenzin e dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.“Il Ministero della Salute ha censurato solo il nostro modello di autocertificazione per l’ammissione ad asili nidi e scuole d’infanzia, che riportava pedissequamente una parte del testo di legge, ammonendoci in modo perentorio sulle responsabilità derivanti dalla mancata attuazione del dettato normativo al quale invece Roma Capitale intende dare seguito. A parte questa singolare circostanza, lo stesso Ministero non si è accorto che nel resto d’Italia c’è il caos e che per la scarsa chiarezza delle norme ogni amministrazione si regola come ritiene più opportuno per i propri cittadini residenti”, spiega Raggi. Tale difformità evidenzia la confusione che caratterizza il quadro normativo di riferimento. Nella lettera la Sindaca illustra una serie di esempi di applicazione divergente del decreto legge in Comuni e Regioni sull’intero territorio nazionale, segnalando che in una regione addirittura non è previsto l’allontanamento dalle scuole dei bambini che non abbiano soddisfatto gli obblighi di legge.“Questa situazione rischia di generare una discriminazione tra cittadini di serie A e di serie B rispetto alla loro collocazione geografica – aggiunge Raggi – e pertanto l’Amministrazione capitolina chiede che i Ministeri coinvolti rendano immediatamente uniforme l’applicazione normativa. Vanno inoltre fornite indicazioni dettagliate sugli aspetti organizzativi e sulle procedure di non ammissione o di allontanamento dei bambini non provvisti di adeguata documentazione, così da poter rispondere alle legittime preoccupazioni delle famiglie e degli operatori scolastici, ed evitare problemi di ordine pubblico. Nel rispetto del leale principio di collaborazione tra le istituzioni, invito il Governo a definire con l’Anci modalità operative condivise e ad ascoltare gli Enti locali che sono i più vicini alle istanze e alle esigenze dei cittadini”, conclude la Sindaca.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orti didattici nelle scuole: Il M5S dice No

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

ortiIl M5S boccia la delibera proposta dal Partito Democratico sugli orti didattici nelle scuole. Alla faccia della collaborazione che la maggioranza continua a chiedere in Aula all’opposizione, oggi i consiglieri del M5S hanno scelto di votare contro la delibera, in attesa di un Regolamento sul verde che chissà come e quando ci sarà. Perché poi gli orti delle scuole per i consiglieri pentastellati avrebbero dovuto essere in contrasto con un regolamento del verde resta un mistero, tanto che oggi risulta una bieca scusa, esclusivamente per non approvare una proposta del PD. La nostra delibera proponeva di rafforzare la bella tradizione degli orti, già viva e sperimentata in molte scuole romane, e di renderla possibile anche agli istituti scolastici privi di spazi esterni idonei, prevedendo l’uso di spazi comunali adiacenti alle strutture scolastiche, individuate e concesse dai Municipi direttamente alle scuole. Una occasione unica per Roma per proseguire in continuità con la traduzione degli orti urbani, voluta e consolidata dalla passata Amministrazione, e per coinvolgere i cittadini nella cura del verde scolastico. L’unica osservazione tecnica arrivata con il parere degli uffici era stata peraltro recepita con un emendamento dal PD nel nuovo testo della delibera. Le altre osservazioni del Dipartimento Ambiente, quelle del dipartimento Scuola erano tutte a favore, sono di natura esclusivamente politica e rimandano a un fantomatico libro dei sogni di questa Amministrazione, a generici “faremo”, “approveremo”, ma che ad oggi non ha prodotto nulla di concreto. La bocciatura di questa delibera con queste modalità non è altro che un atto ideologico. A Roma siamo di fronte al primo esempio di ostruzionismo della maggioranza nei confronti dell’opposizione, un unicum fatto di scelte scellerate che rallentano la città, impoveriscono la partecipazione e sviliscono le iniziative dei cittadini. Roma è ferma in attesa del libro dei sogni del M5S”.Così in una nota i consiglieri del gruppo capitolino del Partito Democratico.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Atac e il concordato preventivo

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

atac trasporti roma“Se sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Alla maggioranza capitolina continuo a consigliare quello che ho già detto in Aula: per la via del concordato preventivo di Atac non può bastare una memoria di Giunta. L’unico atto legittimo è e deve essere una delibera approvata dall’Aula Giulio Cesare. Qual è il vero motivo per cui la maggioranza teme il passaggio in Assemblea? Forse non tutti i consiglieri sono d’accordo? E perché ad oggi non abbiamo il bilancio 2016 di Atac? Il rischio vero e sottostimato dal M5S è la svalutazione che si prospetta con la ricontrattazione dei debiti. E in assenza di un bilancio che certifichi questa svalutazione, quella del concordato è una scelta al buio e piena di rischi per i romani. Ad oggi infatti non è chiaro chi pagherà gli ammanchi delle mancate entrate. Le scelte poco trasparenti di chi sta governando in questo modo la Capitale, e ambisce al governo del Paese, non sono più tollerabili. Non è più solo una questione di buone prassi e buoni principi, i romani con questa Amministrazione rischiano di dover pagare un prezzo altissimo”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma Capitale Piove: Baloccarsi o amministrare

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 settembre 2017

campidoglio“Domani piove, gonfiate i gommoni”, diceva la consigliere di opposizione Virginia Raggi; “Con noi al governo di Roma nei primi sei mesi azione devastante per la pulizia tombini, chiusi, scoli e fogne”, dicevano i suoi, mentre il deputato Alessandro Di Battista chiedeva le dimissioni del sindaco Marino, che era al governo dallo stesso periodo di tempo trascorso oggi dalla la sindaca Raggi, salvo dichiarare che, per giudicare l’operato della Raggi, occorre attendere la fine del mandato, cioè il 2022; il garante Beppe Grillo, prima dell’estate, nell’elencare i “43 successi di Virginia Raggi”, al punto 18, richiamava il “piano caditoie”. Chiacchiere. Sta facendo, comunque, il giro del mondo l’immagine di un cassonetto dei rifiuti che galleggiava sullo sfondo del Colosseo. Sarà stato un “gombloddo” degli immigrati che invocano la pioggia per vendere ombrelli ad ogni angolo delle strade? Alcune operazioni per annullare, o quantomeno diminuire, l’impatto della pioggia sulla città ci sono: pulire tombini e caditoie. Perlomeno, individuare i punti critici e intervenire su quelli. E’ lapalissiano. Inoltre, si può imporre alle imprese che scavano (Acea, Italgas, Tim, ecc.) di pulire anche i pozzetti del tratto di strada interessato allo scavo. Poiché, tutte le strade romane prima o poi saranno interessate dai lavori, il problema troverebbe soluzione nel volgere di qualche anno e senza costi aggiuntivi per la comunità. Come s’impone alle ditte di ricoprire con l’asfalto superfici di strada maggiori della larghezza dello scasso da loro operato, così si può imporre la ripulitura di tombini e caditoie.Insomma, si tratta di governare la città. La sindaca Raggi, oltre a invitare i cittadini a limitare gli spostamenti ed evitare di frequentare i parchi, farebbe bene ad adoperarsi per quello per cui è stata eletta e a “guadagnarsi” i 117 mila euro annuali che costa ai contribuenti. Baloccarsi o governare, dire e fare, sono verbi diversi. Altrimenti rimane da esercitare l’istituto delle dimissioni. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I pupilli magiari” di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 settembre 2017

magiariRoma 14 settembre p.v. ore 19,30 Accademia d’Ungheria in Roma Piano Nobile Via Giulia,1 si terrà l’inaugurazione della mostra “I pupilli magiari di Roma. Giocatori ungheresi nelle squadre capitoline”. Indirizzi di saluto: S.E. Ádám Zoltán Kovács, l’Ambasciatore di Ungheria presso il Quirinale; Avv. Fabrizio Grassetti, Presidente UTR (Unione Tifosi Romanisti); Prof. István Puskás, Direttore dell’Accademia d’Ungheria in Roma. L’esposizione intende ricostruire le tappe più importanti della storia dei rapporti italo-ungheresi nel campo dello sport e, in particolare, del calcio seguendo le tracce dei calciatori ungheresi che hanno fatto parte delle squadre della Capitale. Curatori: Dr. Gábor Andreides PhD, György Szász – esperti e storici del calcio ungherese e italiano. I rapporti italo-ungheresi possono vantarsi di un passato piuttosto notevole, ultrasecolare. Essi nonostante le difficoltà ed i vari intrecci, testimoniano una simpatia reciproca, secolare tra i due Paesi. Il rapporto bilaterale e l’amicizia tra due nazioni possono dipendere e essere influenzati da numerosi fattori, tra cui i rapporti politici e scientifici, ma anche i rapporti culturali, le lotte e la memoria in comune. Cento anni fa, nella I Guerra Mondiale, gli ungheresi e gli italiani combatterono lüuno di fronte all’altro, tuttavia né la crudeltà delle trincee né quella del fronte, né i combattimenti prolungati fecero sì che tale simpatia di lunga data venisse meno tra i due Paesi. Non si può non ricordare la storia del pittore/inviato di guerra ungherese, il quale durante i combattimenti nell’atto di dipingere lo spettacolare paesaggio del Carso venne avvisato dalla trincea di fianco tramite gli artiglieri italiani con ”Maestro, tra non molto ci accingiamo a dare fuoco, La pregheremmo di correre al riparo!
In seguito alla Guerra fu lo sport ed in particolare il calcio ad avere un ruolo dominante nei rapporti tra le due nazioni. Tra le due guerre sia il calcio che lo stesso stile di gioco ungherese divennero molto popolari in Italia. I giocatori ed allenatori ungheresi di allora percorsero tutta la penisola. Da Trieste a Genova, da Genova a Palermo non vi fu un’associazione sportiva alla quale non erano noti il calcio ungherese e o gli stessi giocatori: c’è chi fu soprannominato dai tifosi ”la gazzella” per la velocità, o si narra addirittura di un allenatore –che spiegò la strategia dei propri giocatori presso una taverna spostando dei boccali di birre (giocatori ungheresi) e bicchieri da grappa (giocatori antagonisti).
Ci fu un allenatore che all’età di 34 anni vinse il campionato a Milano e poi di nuovo a Bologna. Altri fecero lo stesso a Roma. C’è chi divenne noto in tutta l’Europa, chi invece rimase meno noto e collaborò solo con squadre di minor rango. Tra gli ungheresi attivi in Italia vi furono numerose vittime dell’Olocausto, ma anche sopravvissuti. Tra le vittime della guerra vi furono alcuni che una volta rientrati dall’Italia si arruolarono nei movimenti della Resistenza e combatterono per i perseguitati, per i bisognosi contro le atrocità. Storie di vita differenti, destini differenti. Ciò nonostante c’è qualcosa che li accomuna, ovvero lo sport e la passione/l’amore per il calcio. La mostra intitolata ”I pupilli magiari di Roma” è solo la prima tappa di un lungo viaggio, alla fine del quale potremo constatare che ci fu del calcio considerevole anche nei decenni precedenti alla giustamente famosa Squadra d’oro. (foto: magiari)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maltempo a Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 10 settembre 2017

roma pioggiaRoma. Il Dipartimento Infrastrutture (Simu – Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana) presidia la situazione maltempo in sinergia con il Coc (Centro Operativo Comunale), convocato ieri dalla sindaca di Roma Virginia Raggi a seguito all’allerta meteo nella Capitale diramata dal Sistema di Protezione Civile.In campo 15 squadre del Simu al lavoro sulle strade a maggior rischio allagamento, per predisporre disostruzioni e allontanamento delle acque meteoriche. Già risolti i casi di allagamenti stradali segnalati su via Cristoforo Colombo, via Oceano Atlantico, piazza Colosseo, piazzale Ponte Milvio, via Capannelle, Piazzale Verano, mentre su via Tiburtina e piazza di Porta Capena sono stati rimossi foglie e aghi di pino. Operative anche le squadre municipali e le imprese di pronto intervento.
In vista delle precipitazioni – che oggi hanno assunto carattere di eccezionalità, avendo superato i 100 mm di pioggia in sole tre ore anziché 70 mm diluiti in tutta la giornata – nel corso di queste settimane è stata anticipata e intensificata la pulizia delle caditoie per prevenire occlusioni e allagamenti. Oltre 100 le arterie cittadine interessate dalla manutenzione: dal Lungotevere a via Tiburtina, via Monti Tiburtini, via Cipro, viale Palmiro Togliatti e via Casilina, fino alle diverse sedi tranviarie.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quinta edizione del Festival del Giornalismo Culturale

Posted by fidest press agency su domenica, 10 settembre 2017

SONY DSCRoma Giovedì 14 settembre alle ore 12.00 presso la “Sala Gianfranco Imperatori” dell’Associazione Civita (Piazza Venezia, 11), si terrà la conferenza stampa di presentazione della quinta edizione del Festival del Giornalismo Culturale previsto dal 12 al 15 ottobre 2017 fra Urbino, Fano e Pesaro.
Organizzato dall’Università di Urbino Carlo Bo-DISCUI e dall’Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino in collaborazione, fra gli altri, con l’Associazione Civita, e diretto da Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini, il Festival di quest’anno – dal titolo “Patrimonio culturale. Una Storia, 1000 modi per raccontarla” – è dedicato alle modalità e ai linguaggi utilizzati da musei ed istituzioni culturali italiane per comunicare con il pubblico, anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie, oltre che alle prospettive future del giornalismo culturale ed alla comunicazione del patrimonio.Tante le rassegne e i momenti di confronto con alcuni tra i più noti giornalisti del panorama italiano.
Alla conferenza stampa interverranno: Francesco Palumbo, Direttore Generale Turismo MiBACT, Nicola Maccanico, Vice Presidente Vicario Associazione Civita, Matteo Ricci, Sindaco Comune di Pesaro, Massimo Seri, Sindaco Comune di Fano e i Direttori del Festival Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Valorizzare l’area archeologica centrale

Posted by fidest press agency su domenica, 10 settembre 2017

franceschini jpgRoma. Una nuova commissione congiunta di alto profilo istituzionale tra Roma Capitale e Mibact per trovare in tempi celeri modalità di valorizzazione dell’area archeologica centrale. Questa la proposta che è stata avanzata dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi in una lettera inviata al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini. Nell’incontro svoltosi lo scorso 2 agosto al Mibact, il vicesindaco di Roma e Assessore alla Crescita Culturale Luca Bergamo aveva proposto di esplorare le modalità migliori per consentire la libera fruizione dell’area archeologica stessa riservando a soli attrattori principali (ad esempio Colosseo e Palatino) l’accesso a pagamento. Nella missiva inviata al Ministro, Raggi sottolinea l’intenzione di “Roma Capitale di avviare un confronto con il Mibact per pervenire ad un accordo per la nascita di un grande parco cittadino nel cuore della Capitale e consentire il pieno dispiegamento del potenziale contributo dell’area in questione allo sviluppo civile, culturale ed economico della Capitale e del Paese”.“Se si togliessero le recinzioni e, escluso il Colosseo e il Palatino, l’area dei Fori fosse a libera fruizione, vorrebbe dire liberare quell’area da una gestione esclusivamente turistica e sarebbe un input per creare condizioni per la nascita e lo sviluppo di servizi alla crescita culturale estesi a tutti e con un alto valore aggiunto”, commenta Bergamo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Necessaria digitalizzazione su larga scala degli archivi in materia edilizia

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

computerRoma. «Qualche mese fa l’assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Luca Montuori, aveva giustamente rilanciato il progetto di una digitalizzazione su larga scala degli archivi in materia edilizia. Ora, purtroppo, sembra che quell’idea, più che condivisibile, sia stata accantonata, visto che per accelerare l’evasione delle pratiche di condono viene ipotizzato un massiccio ricorso all’autocertificazione. In pratica, quei cittadini che hanno commesso un abuso se lo vedranno sanato in base a una dichiarazione da loro stessi prodotta: una sanatoria al quadrato». Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA, azienda specializzata nella regolarizzazione di patrimoni immobiliari.«La situazione dell’ufficio condono di Roma è decisamente complessa e non è un caso che rimangano da evadere ancora circa 200.000 istanze delle 600.000 presentate. Ma non è certo con una deregolamentazione a tappeto che si risolve la questione. Trattandosi di una materia estremamente delicata, una dichiarazione da parte del cittadino non può mai sostituire il lavoro di verifica degli uffici tecnici comunali: il rischio è quello di vedere aumentata l’opacità di un sistema che avrebbe invece bisogno di un salto di qualità proprio sotto il profilo della trasparenza delle procedure.Alle amministrazioni – spiega Simoncini – fa ovviamente gola recuperare gli introiti che deriverebbero dalla lavorazione delle pratiche di condono, soprattutto in una fase in cui gli enti locali faticano tremendamente a reperire risorse finanziarie: a Roma mancano all’appello circa 800 milioni di euro tra oneri concessori, oblazioni, diritti di istruttoria e di segreteria. Ma vanno fatte scelte ponderate e innovative: in Italia appena un Comune su dieci possiede un archivio digitale in materia di condono edilizio, ma per metterlo in piedi basterebbe far pagare a ciascun cittadino che ha presentato domanda una manciata di euro per procedere alla scansione della documentazione prodotta. Anche perché, lavorare le pratiche inevase permetterebbe di avere ingenti risorse da destinare alla messa in sicurezza del territorio e alla demolizione di quanto edificato in spregio delle regole e del buon senso».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

90 anniversario della fondazione dell’Accademia d’Ungheria in Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 settembre 2017

accademia d'ungheriaaccademia d'ungheria1Roma. Dal 12 settembre 2017 prenderà il via presso l’Accademia d’Ungheria Via Giulia, 1 Palazzo Falconieri, la stagione delle celebrazioni indetta per il 90 anniversario della fondazione della stessa accademia. L’obiettivo della stagione è presentare la cultura ungherese in Italia nonché la storia degli ultimi 100 anni dei rapporti italo- ungheresi, con particolare riguardo al ruolo e all’attività dell’Accademia d’Ungheria in Roma. La stagione si preannuncia molto ricca e di assoluta eccellenza. Si prevedono numerosi programmi sia a Roma sia in altre città italiane, che spazieranno dall’arte alla letteratura, musica, teatro e cinematografia tutto in un’ottica contemporanea. Le celebrazioni si inseriscono bene anche nell’ambito della diplomazia ungherese, dal 1o luglio 2017 è infatti l’Ungheria a ricoprire per un anno la presidenza del Gruppo di Visegrád.
accademia d'ungheria2Il 12 settembre p.v. alle ore 19.30 sarà la mostra dei borsisti di arti visive dell’Accademia d’Ungheria in Roma ”90/10” ad aprire la serie di manifestazioni. La mostra allestita presso la Galleria del Palazzo Falconieri presenterà delle opere d’arte contemporanea realizzate da 10 artisti ungheresi che spaziano dalla pittura alle installazioni, videoinstallazioni ed opere di arte concettuale. Nel corso del vernissage, DJ Matild, nota figura della scena musicale alternativa ungherese, intratterrà il pubblico con una selezione di musiche da lui curate, dagli anni ‘20 ad oggi. (https://hu-hu.facebook.com/djmatild/)
Il 14 settembre p.v. ore 19.30 si proseguirà con un’altra mosta collocata sul Piano Nobile del Palazzo Falconieri, intitolata I pupilli magiari di Roma. Giocatori ungheresi nelle squadre capitoline, che ripercorrerà le tappe più importanti della storia dei rapporti italo-ungheresi nel campo dello sport,in particolare in quello del calcio.
Il 15 settembre p.v. ore 20.30 si terrà invece il concerto del Trio Zoord che si ispira a melodie transilvaniche tradizionali, radici tradizionali dell’Europa dell’Est, con l’esibizione dell’arpa, tamburi pesanti e violino e voce. Musica intensa e potente, reinterpretazioni delle tradizioni musicali “in chiave contemporanea”, il cui risultato acustico può risultare familiare anche a coloro che amano la musica elettronica. Il trio, analogamente alla sua formazione precedente (Airtist), si esibisce regolarmente ai più importanti festival della scena musicale europea e mondiale. (foto: accademia d’ungheria)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Amministrazione capitolina contro illegalità e abusivismo”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 settembre 2017

campidoglioRoma. “Apprendo con dispiacere che, a seguito di alcuni controlli effettuati dalla Polizia Locale sulle attività commerciali situate in Via Ripetta, una elevata percentuale risulta non in regola. Un quadro che desta preoccupazione e che non collima con la nostra idea di legalità, intollerante nei confronti delle occupazioni abusive di suolo pubblico, dell’inquinamento ambientale e di tutto quanto possa influire negativamente sul decoro urbano. Per converso, il nostro sostegno nei confronti delle attività virtuose e legali sarà sempre pieno e incondizionato. Il mio plauso va alla Task Force del Comando Generale di Via della Consolazione, la cui azione quotidiana contribuisce a favorire, in maniera determinante, il ripristino della legalità nel territorio di Roma Capitale”. Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Turismo, Moda e Relazioni Internazionali Carola Penna.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Atac: concordato preventivo

Posted by fidest press agency su martedì, 5 settembre 2017

atac trasporti romaRoma. “Il Concordato preventivo scelto da Atac è la non soluzione del M5S per il trasporto pubblico romano. Di fatto si congela così la situazione in Atac e non si fa un passo in avanti nella direzione né del risanamento, né del miglioramento del servizio di trasporto pubblico della città. Per i romani questa scelta rischia di determinare nuovi tagli. Il M5S chiarisca ai cittadini dove prenderà i 200 milioni di euro necessari per il concordato preventivo. Tanto, infatti, costerà alle casse comunali il concordato di Atac: 120 milioni circa derivanti dalla svalutazione che potrebbe subire il credito vantato dal Comune nei confronti di Atac e 80 milioni dall’integrazione del contratto di servizio che la maggioranza intende portare presto in Aula. Oltre a sottolineare l’atteggiamento incoerente del M5S che da una parte porta i libri in tribunale, dall’altra intende affidare nuovi lavori a un’azienda per cui potrebbe profilarsi anche l’ipotesi del fallimento, siamo realmente preoccupati, come Partito Democratico, del futuro del servizio di trasporto pubblico della città per cittadini e lavoratori. Lo stato di salute dei conti dell’Amministrazione rischia di subire, poi, con questa scelta un ennesimo colpo, con tagli che influiranno su investimenti e qualità dei servizi. Il M5S ha fatto campagna elettorale dicendo che Atac sarebbe rimasta pubblica e alla prova dei fatti dimostra invece qual è il suo vero volto. Libri in tribunale e assenza totale di assunzione di responsabilità della politica”. Così in una nota la capogruppo del Partito Democratico in Campidoglio, Michela Di Biase.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Ancora disservizi idrici

Posted by fidest press agency su sabato, 2 settembre 2017

aceaAncora famiglie costrette per giornate intere senza acqua. Come se non bastasse, ora Acea annuncia un piano di riduzione delle pressioni della rete idrica nelle ore notturne nei Comuni di Roma e Fiumicino per combattere l’emergenza siccità.La situazione climatica, quest’estate, è stata assolutamente critica. La prolungata siccità, che sembra non avere fine, unita a una a dir poco inefficiente gestione dell’acqua, ha creato una lunga serie di disagi con cui i cittadini continuano a fare i conti.
Qual è la responsabilità di Acea in questa emergenza idrica? E’ evidente che la straordinaria siccità ha avuto un ruolo predominante, ma l’azienda che avrebbe dovuto effettuare una serie di interventi volti ad aumentare la propria disponibilità d’acqua, ha gestito nel peggiore dei modi le risorse idriche. Immani perdite e continui guasti, camuffati con inutili tentativi di “rattoppo” e, soprattutto, migliaia di segnalazioni di cittadini accuratamente ignorate dall’azienda che continua a non prendersi le proprie responsabilità, nascondendosi dietro un dito. A giugno, le Associazioni Consumatori chiedevano all’amministratore delegato di Acea, Lanzalote, un incontro urgente in vista della particolare situazione climatica e delle più che probabili criticità.Incontro mai avvenuto a causa del rifiuto dell’amministratore che ha preferito rimandare in quanto, a suo dire, non aveva ancora chiaro il punto della situazione. Codici avrebbe voluto presentare un documento tecnico con le proposte per la valorizzazione e l’efficientamento dell’azienda, considerata la nostra presenza storica sul territorio e in virtù del rapporto privilegiato con i consumatori, grazie al quale siamo perfettamente a conoscenza dei punti deboli e delle criticità di una gestione che troppo spesso ha causato, e continua a farlo, ingenti danni ai cittadini. Alla vigilia del cambio ai vertici dell’azienda, con la chiusura definitiva della stagione Irace- Tomasetti, Codici auspicava la costruzione di un nuovo Cda basato su trasparenza innovazione e partecipazione. Speravamo che la scelta ricadesse su esperti del settore e persone che conoscessero a fondo le problematiche della città. Invece così non è stato e in questo il Comune, proprietario dell’azienda, è assolutamente responsabile. La situazione di Acea è nota a tutti e da sempre. Si tratta di un problema risaputo e strutturale che riguarda, da anni, soprattutto le zone periferiche e di provincia, ma che soltanto ora, riguardando direttamente la città di Roma, pare aver assunto il giusto peso che merita. Nelle zone del basso Lazio la chiusura notturna delle rete idrica è prassi aziendale consolidata da sempre, interi comuni senza acqua, anche per molti giorni, e nessuno a vigilare sulla situazione. L’autorità (AEEGSI) avrebbe dovuto vigilare e tenere strettamente sotto controllo la gestione dell’azienda idrica, piuttosto che eseguire provvedimenti a suo favore.
Bisogna chiarire di chi sono le responsabilità di questo disastro.
Codici annuncia esposto alla Procura, chiamando in causa Acea, ATO, Comune di Roma, Autorità per l’energia e Regione Lazio. E’ necessario dare delle risposte a tutti i consumatori costretti da tempo a subire disagi immani, affinché situazioni del genere siano, in futuro, scongiurate.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »