Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘attività’

Events In & Out festeggia in grande stile i 18 anni di attività

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Nell’occasione dei suoi 18 anni, Events In & Out, l’event agency fondata da Annamaria Ruffini CIS, CITP, CMP nell’ottobre 2003 e da lei diretta, ha chiamato a raccolta i collaboratori di ieri e oggi per una grande cena presso la terrazza Mirabel dell’Hotel Splendide Royal di Roma, una delle location più eleganti della capitale, elegante come il posizionamento dell’agenzia, che si rivolge a grandi aziende per i loro eventi di prestigio.Gli invitati erano selezionatissimi e rappresentativi delle tappe di Events In & Out, che ai suoi esordi si distinse per una crescita rapidissima: già a meno di un anno dalla fondazione, nel 2004, organizzò sia la convention mondiale di Olivetti sia Awakening Journey, lo storico incontro del Dalai Lama a Roma con le comunità religiose americane. Un inizio poderoso, in se stesso segnale del grande futuro che a fine 2021, dopo quasi due anni di una pandemia rivelatasi esiziale per il comparto turismo ed eventi, le garantisce un parco clienti eccezionale: Gruppo Generali, Allianz, Assimoco e Ing Bank sono solo alcuni dei nomi di rilievo.Events In & Out è pluripremiata: ha ricevuto l’Italia For Events Award nel 2008 come miglior event agency italiana, per due anni consecutivi (2010 e 2011) il premio Turismo Responsabile Italiano e nel 2015 il Global Award del World Travel Market (Londra). Annamaria Ruffini si fregia inoltre del SITE Master Motivator Award conferitole nel 2011 da SITE (Society for Incentive Travel Excellence).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Esercizio in sicurezza delle attività scolastiche

Posted by fidest press agency su sabato, 9 ottobre 2021

È stata “pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge 24 settembre n 133 contenente la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 agosto 2021, n. 111, recante misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti”. Udir sottolinea come la prima regola per limitare il contagio del virus sia certamente il distanziamento sociale, utile ad arrestare la corsa del Coronavirus, poiché il Green pass da solo non può certamente essere la risoluzione del problema. Il giovane sindacato ha affermato anche che le azioni da attuare restano altre, come quella di mantenere il distanziamento minimo tra gli alunni, l’incremento delle sedi di presidenza e di spazi per permettere il dimezzamento degli alunni per classe.Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir, ha affermato che “bisogna intervenire sulle classi pollaio, che sono ancora molte. I fondi per mettere fine a questo problema ci sarebbero, ma bisogna prendere la decisione di agire, e presto. Come Udir abbiamo presentato molte proposte di modifica: il fine sarebbe quello di recuperare almeno 400 sedi di scuole autonome. Bisogna pensare che a oggi abbiamo 8mila scuole autonome per 42mila plessi, 12 anni fa erano più di 12mila”. Il decreto prevede che nell’anno scolastico in corso, l’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della secondaria di primo e secondo grado e universitaria sarà svolta in presenza. Dal 1° settembre il Green pass obbligatorio per “tutto il personale scolastico del sistema nazionale di istruzione e universitario; per gli studenti universitari”, sempre che seguano le lezioni in presenza; allievi delle “istituzioni di alta formazione musicale e coreutica; coloro che svolgono attività di altre istituzioni di alta formazione collegate all’università”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il gruppo Fassa Bortolo continua ad espandere la propria attività

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 settembre 2021

Treviso. Fassa Bortolo, tra le aziende leader, a livello nazionale e non solo, nel settore dell’edilizia, continua ad espandere la propria capacità produttiva all’estero sbarcando in Brasile. Belo Horizonte, capitale dello stato del Minas Gerais, ospiterà la prima unità extra UE della storica impresa trevigiana che vanta 19 stabilimenti produttivi e diverse filiali commerciali distribuite in 7 paesi. Gli investimenti per lo stabilimento brasiliano, per cui si stima una capacità produttiva di oltre 300mila tonnellate all’anno, ammontano a 30 milioni di euro. Spiega Paolo Fassa, Presidente dell’omonimo gruppo: “La nostra azienda ha come strategia lo sviluppo su due fronti: l’estensione sia della gamma di prodotti, che quella su Paesi diversi. Credo molto in questo progetto – aggiunge Paolo Fassa – perché il comparto delle costruzioni e la potenzialità del mercato brasiliano ci offrono l’opportunità di una buona crescita. Ritengo inoltre che il settore edile possa essere il driver per la ripresa del made in Italy e dell’economia del nostro Paese. Anche in Brasile scenderemo in campo con la nostra esperienza sperimentando soluzioni tecniche e tecnologiche per i cantieri già collaudate con successo in altre parti del mondo grazie ad un ampio ventaglio di prodotti e soluzioni”. La gamma di prodotti che inizialmente verranno proposti includerà malte da costruzione, colle per ceramiche, una linea di impermeabilizzazione e una linea di stuccatura per le fughe. Prodotti in grado di soddisfare le esigenze di ogni tipo di lavoro, dai piccoli restauri alle grandi nuove costruzioni. Lo stabilimento di Belo Horizonte, la cui costruzione è iniziata nel dicembre 2019, occupa un’area di 50mila metri quadri, ed è stato progettato e realizzato nel pieno rispetto delle normative più restrittive in termini di emissioni in atmosfera.Il gruppo Fassa Bortolo ad oggi conta 1.600 dipendenti. Il fatturato consolidato del gruppo nel primo semestre dell’anno ha raggiunto i 259,6 milioni di euro con un EBITDA stimato di oltre il 20%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ripresa dell’economia e riapertura attività

Posted by fidest press agency su martedì, 11 Maggio 2021

“Sono giorni di lavoro intensi, e voglio ringraziare tutti i colleghi parlamentari per il proficuo confronto di questi giorni. Abbiamo da poco approvato in Senato la Legge di conversione del Decreto Sostegni, che adesso è alla Camera per il via libero definitivo. Vi riepilogo alcune misure, tra le più significative, inserite in conversione del Decreto Sostegni, che rappresentano un valido supporto a cittadini e imprese: – per le start up, la cui attività è iniziata nel 2019, e che per questo non erano rientrate tra i beneficiari del fondo perduto, abbiamo introdotto un contributo che prende in considerazione la perdita di fatturato medio mensile; – per le imprese con cali del fatturato fino al 30% siamo intervenuti sui costi fissi, azzerando la prima rata Imu e per gli alberghi, bar e ristoranti, anche il canone Rai; – abbiamo sospeso, fino al 31 dicembre, il canone di occupazione del suolo pubblico, anche per il commercio ambulante; – l’acconto irap, per chi supera le soglie del Temporary Framework, è stato spostato al 30 settembre; – introdotto un fondo da 10 milioni per sostenere i genitori, separati o divorziati, che hanno avuto difficoltà economiche a causa della pandemia, e non sono riusciti a garantire l’assegno di mantenimento. A loro, grazie a questo fondo, oltre l’assegno unico e il bonus baby sitter, verrà riconosciuto un beneficio massimo di 800 euro al mese; – siamo intervenuti nel settore delle locazioni, in supporto sia ai proprietari degli immobili, escludendo dalla tassazione quegli affitti ad uso abitativo che non sono stati percepiti a partire dal 1° gennaio 2020, sia rispetto agli sfratti, per i quali sarà previsto lo sblocco dal 1 luglio di quest’anno, ma solo per quelle procedure avviate prima del Covid. Per evitare falsi allarmi, vorrei anche precisare che questo Decreto non interviene in nessun modo sul Superbonus al 110%, per l’adeguamento energetico e sismico delle case, e tantomeno sulla cessione del credito. È una misura che funziona molto bene e che ci siamo impegnati a prorogare al 2023. In contemporanea, come Governo, stiamo lavorando al testo del nuovo Decreto che trae origine dall’ultimo scostamento di bilancio. Sono molti gli interventi, in cantiere, per cittadini ed imprese. Provvedimenti utili ad accompagnare la ripresa dell’economia, e la riapertura delle attività. A partire dalla filiera del turismo, che proprio in questi giorni sta programmando la nuova stagione estiva. Ci prepariamo, nuovamente, ad accogliere, chi vorrà godere del nostro mare, della nostra cultura, della nostra enogastronomia. L’Italia riparte, in sicurezza!”. Così, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Gruppo Rino Snaidero S.p.A annuncia la cessione delle attività

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Il Gruppo Rino Snaidero S.p.A., leader italiano nella produzione e commercializzazione di cucine di design, qualità e stile, annuncia la cessione delle attività, delle operazioni e dei marchi “Rational”, “Regina” e “Mahlzeit by Rational” al Gruppo internazionale Bravat, con sede a Linden in Germania, tramite una operazione di asset deal. L’accordo prevede che, per i prossimi tre anni, la produzione delle cucine Rational per il mercato tedesco continui ad essere effettuata nello stabilimento di Majano, in provincia di Udine, dove ha sede l’headquarter dell’azienda. Rational cucine, nata nel 1963, come filiale tedesca del Gruppo Rino Snaidero, produce e commercializza cucine su misura a livello internazionale, impiegando una cinquantina di addetti con un volume d’affari di circa 18 milioni di euro annui. Bravat è un marchio globale nato nel 1873 e conosciuto in tutto il territorio tedesco per il suo design sofisticato e prodotti di alta qualità. Dalle attrezzature per il bagno e accessori, la produzione di Bravat è andata ampliandosi negli anni fino alla realizzazione di sistemi per la tecnologia di costruzione di bagni e cucine. Snaidero ha ritenuto che la presenza sul mercato tedesco, attraverso la controllata Rational, non fosse più strategica per il Gruppo a causa delle inutili ed inefficienti sovrapposizioni nella distribuzione sia retail sia contract a livello europeo e globale con il brand Snaidero. Questa vendita rappresenta, inoltre, un forte e definitivo segnale di discontinuità rispetto alla gestione passata e consente di sostenere la crescita delle altre aziende e brand storici del Gruppo come Arthur Bonnet e Comera in Francia ed Eurocucina nel Regno Unito.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

PNRR occasione di rilancio per il settore agro-zootecnico

Posted by fidest press agency su martedì, 16 marzo 2021

Rendere più efficiente l’attività zootecnica, migliorando le performance ambientali e la competitività. L’industria mangimistica punta a rinnovare il suo sistema produttivo nell’ottica di uno sviluppo economico sostenibile ed etico.Per avere mangimi ancora più sani e di qualità, sicuri, ottenuti in modo ancora più sostenibile con nuove materie prime e ampliando l’adesione a criteri di economia circolare, è necessario ammodernare i mangimifici. «Occorre favorire e accompagnare l’investimento privato con risorse per adeguare le unità produttive alla richiesta di standard più elevati anche in termini di sicurezza ed efficienza complessiva. I nostri imprenditori e gli allevatori sono pronti a investire per nuovi allevamenti con il più elevato livello di biosicurezza, di contenuto tecnologico e valore ambientale», sottolinea Veronesi.Favorire la ripresa produttiva di materie prime. L’Italia dipende dall’estero per soddisfare il suo fabbisogno di materie prime agricole; ad esempio importa cereali per il 60% e carni suine per il 40%. ASSALZOO, oltre a segnalare a più riprese questa situazione, si è impegnata a contrastare la condizione di non autosufficienza del Paese promuovendo la firma dell’Accordo quadro sul mais da granella di filiera italiana. «Dobbiamo favorire l’aumento delle produzioni di cereali e proteine vegetali e compensare gli agricoltori – con semplici certificati verdi – anche per il sequestro del carbonio, per la migliore fertilità dei suoli, per la prevenzione dei rischi idrogeologici e la cura dell’ambiente», ricorda Veronesi.La condizione di subalternità ai mercati esteri è emersa con ancora più forza nei mesi dell’emergenza sanitaria non solo in relazione alle commodities agricole ma anche agli additivi per mangimi, oggi quasi del tutto prodotti in Cina. È dunque necessario un progetto per stimolare la produzione italiana ed europea di questi input fondamentali per l’industria dei mangimi e quindi per la zootecnia nazionale.Ricerca – ASSALZOO crede da sempre nel valore della ricerca, pubblica e privata, dello sviluppo e dell’innovazione. Non ci potrà essere un completo rilancio del settore primario senza investimenti in ricerca scientifica da trasferire nei mangimifici, in campo e negli allevamenti. Accanto a questi servono programmi di formazione dei giovani e degli operatori della filiera sul benessere animale, la riduzione dell’impatto ambientale e le moderne pratiche agronomiche e zootecniche.La chiusura del canale Horeca ha sospeso i consumi fuori casa, solo in parte compensati, per alcune filiere, da un aumento della spesa domestica e dalla tenuta dell’export. Il settore agro-alimentare-zootecnico italiano ha bisogno di uscire da questo stato quanto prima. Una volta che la pandemia avrà allentato la sua morsa, sarà necessario rilanciare i consumi sia sul mercato interno sia su quello internazionale, proteggendo il Made in Italy da accordi commerciali che favoriscono l’ingresso di beni prodotti a costi inferiori e senza rispettare elevati standard o con etichettature nutrizionali ingannevoli. «Chiediamo di promuovere i nostri prodotti sui mercati internazionali facendo leva sulla loro qualità e sulla capacità delle nostre aziende di servire i diversi mercati, senza dilapidare le risorse con progetti poco significativi e chiediamo l’impegno delle istituzioni ad aprire nuovi mercati, come quello cinese», conclude Veronesi.
ASSALZOO sosterrà infine quei progetti rivolti a scuole, famiglie e opinion leader per promuovere l’importanza della Dieta mediterranea, un regime alimentare vario e bilanciato, depositario di valori, cultura e tradizione, che non esclude il consumo di prodotti di origine animale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE prosegue l’operatività green sostenendo gli investimenti di EF Solare Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 marzo 2021

Prosegue con una nuova operazione “verde” a beneficio di EF Solare Italia S.p.A., l’attività di SACE a sostegno del Green New Deal italiano, entrata nel vivo proprio in queste ultime settimane.SACE ha, infatti, garantito all’Azienda italiana leader nel settore del fotovoltaico un finanziamento multi-tranche di 160 milioni di euro complessivi, erogato da Crédit Agricole Corporate and Investment Bank, succursale di Milano, ING Italia, e Intesa Sanpaolo S.p.A. Nello specifico, SACE è garante di due tranche del finanziamento – della durata di 5 anni – che verranno utilizzate, tra l’altro, per l’ammodernamento e il repowering degli impianti fotovoltaici detenuti sul territorio nazionale, al fine di migliorarne l’efficienza e incrementarne la produttività.EF Solare Italia è il primo operatore fotovoltaico in Italia con un portafoglio di oltre 300 impianti situati in quasi tutta Italia (oltre che in Spagna) e una capacità installata di oltre 850 MW. E’ controllato da F2i, il più grande fondo infrastrutturale italiano, operativo nel settore del solare dal 2009. L’obiettivo dell’Azienda è guidare la crescita del fotovoltaico in Italia attraverso l’eccellenza operativa, l’innovazione tecnologica e lo sviluppo degli asset. L’impatto positivo degli investimenti che EF Solare Italia realizzerà in termini di mitigazione del cambiamento climatico rende il progetto riconducibile agli obiettivi europei previsti dal Green New Deal.Prosegue così l’impegno di SACE per il Green New Deal – il piano europeo che promuove un’Europa circolare: moderna, sostenibile e resiliente – ambito nel quale la società guidata da Pierfrancesco Latini è stata chiamata a svolgere un ruolo centrale con le sue garanzie ‘green’, così come previsto dal Decreto Legge “Semplificazioni” (76/2020). All’operazione hanno partecipato come advisor legali gli studi Ashurst (banche e SACE) e Legance (debitore).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Covid-19: L’attività didattica ed educativa nelle scuole

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 gennaio 2021

L’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza, con uso obbligatorio di dispositivi di protezione delle vie respiratorie salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con il loro utilizzo. La didattica per le scuole secondarie di secondo grado si svolgerà interamente a distanza sino al 9 gennaio; a partire dall’11 gennaio e sino al 16 gennaio dovrà essere garantita al 50% della popolazione studentesca la didattica in presenza, tranne che nelle regioni che si trovano in “zona rossa” (vedi oltre), nelle quali la didattica sarà svolta interamente a distanza. Rimane garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per garantire l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata; • I corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi solo in modalità a distanza. Sono consentiti i corsi di formazione specifica in medicina generale nonché le attività didattico-formative degli Istituti di formazione dei Ministeri dell’Interno, della Difesa, dell’Economia e delle finanze e della Giustizia. I corsi per i medici in formazione specialistica e le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie e medica possono in ogni caso proseguire anche in modalità non in presenza. Sono consentiti i corsi abilitanti e le prove teoriche e pratiche effettuate dagli uffici della motorizzazione civile e dalle autoscuole, e tutti i corsi abilitanti o comunque autorizzati o finanziati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, gli esami di qualifica dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale, nonché i corsi di formazione da effettuarsi in materia di salute e sicurezza, nel rispetto delle nor- me dettate dall’INAIL; • Le riunioni degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado possono essere svolte solo con modalità a distanza. Gli enti gestori provvedono ad assicurare la pulizia degli ambienti e gli adempimenti amministrativi e contabili concernenti i servizi educativi per l’infanzia. L’ente proprietario dell’immobile può autorizzare, in raccordo con le istituzioni scolastiche, l’ente gestore ad utilizzarne gli spazi per l’organizzazione e lo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative, non scolastiche né formali. Le attività dovranno essere svolte con l’ausilio di personale qualificato, e con obbligo a carico dei gestori di adottare appositi protocolli di sicurezza conformi alle linee guida nazionali193 e di procedere alle attività di pulizia e igienizzazione necessarie. Alle medesime condizioni, possono essere utilizzati anche centri sportivi pubblici o privati; • sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, fatte salve le attività inerenti i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, nonché le attività di tirocinio, da svolgersi nei casi in cui sia possibile garantire il rispetto delle prescrizioni sanitarie e di sicurezza vigenti; • le università, sentito il Comitato Universitario Regionale di riferimento, predispongono, in base all’andamento del quadro epidemiologico, piani di organizzazione della didattica e delle at-tività curriculari che tengano conto dell’evoluzione del quadro pandemico territoriale e delle corrispondenti esigenze di sicurezza sanitaria; le attività formative e curricolari si svolgono a distanza, possono svolgersi in presenza le sole attività formative e curricolari degli insegnamenti relativi al primo anno dei corsi di studio nonché quelle dei laboratori, nel rispetto delle linee gui- da fissate dal Ministero dell’Università e della Ricerca194 nonché sulla base del protocollo per la gestione di casi confermati e sospetti di Covid-19195; a beneficio degli studenti che non riescano a partecipare alle attività didattiche o curriculari delle università e delle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreuti- ca, le Università o Istituzioni dovranno, ove possibile, garantire le attività in modalità a distanza, tenendo conto anche delle specifiche esigenze degli studenti con disabilità; inoltre dovranno assicurare, laddove necessario, il recupero delle attività formative e curriculari non svolte, e non dovranno considerare le assenze maturate ai fini della eventuale ammissione ad esami finali nonché ai fini delle relative valutazioni; • è sospeso lo svolgimento dei concorsi pubblici e privati e di quelli di abilitazione all’esercizio delle professioni, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica, e ad esclusione dei concorsi per il personale del servizio sanitario nazionale, ivi compresi, ove richiesti, gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e di quelli per il personale della protezione civile. Le Commissioni d’esame possono procedere alla correzione delle prove scritte concollegamento da remoto. a cura di Salvatore Curiale – Istituto Nazionale Malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” IRCCS – Roma – © INMI

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuole: Ripresa dell’attività didattica

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 gennaio 2021

Giorni fa si è svolta la riunione del tavolo operativo (OOSS Scuola, USR e Regione) relativa alle problematiche della riapertura delle scuole, il prossimo 7 gennaio 2021. Le OOSS hanno unanimemente rappresentato le proprie preoccupazioni e la propria contrarietà alle modalità decise unilateralmente dai Prefetti per la ripresa dell’attività didattica in presenza per la scuola superiore, anche alla luce dei dati epidemiologici registrati in questi giorni e delle dichiarazioni dell’Assessore Regionale alla Sanità, D’Amato, rese alla stampa non più tardi questa mattina.Sebbene tutte le sigle sindacali siano accomunate dalla convinzione che la didattica digitale non possa costituire l’ordinaria modalità di funzionamento del sistema scolastico, tuttavia non sono state create, in questi mesi, idonee condizioni di sicurezza, né per il personale, né per gli studenti, in modo tale che la riapertura finisce per costituire, nella situazione attuale, un grande azzardo, non solo e non tanto per la Scuola in sé considerata, ma per quanto essa implica e coinvolge in termini sociali. Peraltro, le OOSS non possono non rilevare che l’assessore alla Sanità, la cui presenza al tavolo operativo regionale per la Scuola è stata più volte, ma vanamente sollecitata, avrebbe colto oggi un’occasione importante se avesse accettato l’ennesimo invito, e avesse illustrato direttamente ai rappresentanti della Scuola le ragioni che, a suo parere, sconsigliano la ripresa in presenza.Pur apprezzando l’impegno delle altre parti presenti al tavolo, ossia l’Ufficio Scolastico Regionale, nella persona del Direttore Generale, Pinneri, l’Assessore all’Istruzione, Claudio Di Berardino, e l’Assessorato ai trasporti, rappresentato da un suo dirigente, l’ing. Passani, le OO.SS. ribadiscono le proprie perplessità, e, anzi, esprimono il timore che la riapertura, non adeguatamente preparata, possa essere seguita da una repentina chiusura, che suonerebbe come una grave sconfitta amministrativa, politica e sociale.Per tale motivo si è richiesto perlomeno di posticipare l’inizio delle attività in presenza di qualche giorno, per permettere alle singole scuole di riorganizzarsi nel modo più adeguato, nonché di consentire l’ingresso in fascia unica almeno fin quando sarà mantenuta la percentuale in presenza del 50% degli studenti.Si è, comunque, convenuto su quanto segue: Le scuole saranno invitate a deliberare le riduzioni di orario previste dalla normativa vigente (art. 28 CCNL Scuola 2007 e atti amministrativi da esso richiamati), senza necessità di recupero a carico di insegnanti ed alunni; Si invertono le percentuali di accesso a scuola: il 60% degli alunni entrerà nella prima fascia oraria (ore 8:00) e il 40% nella seconda (ore 10:00), riducendo nella massima misura possibile i disagi della nuova organizzazione scolastica; Su proposta delle OO.SS.ci sarà da parte dell’Assessore all’istruzione la valutazione di un possibile slittamento all’11 gennaio p.v. dell’attività didattica in presenza; Ci sarà un nuovo incontro di monitoraggio del tavolo regionale, fissato entro la prima settimana dopo il riavvio dell’attività didattica in presenza; Inoltre, in merito alla richiesta avanzata dalle OO.SS. di un fondo aggiuntivo di risorse per gli eventuali straordinari da parte del personale ATA, l’USR Lazio ha risposto che è stato previsto tra MI e conferenza Stato/Regioni l’attribuzione di risorse per tale scopo. Le OOSS, nel prendere atto di quanto, nei limiti della loro possibilità di intervento,gli interlocutori hanno proposto, ribadiscono le proprie richieste relative a: Politica sanitaria attiva nelle scuole (contact tracing, accesso prioritario ai tamponi, vaccinazione prioritaria del personale scolastico, dopo quello medico, protocolli sanitari uniformi in tutte le ASL); Rimodulazione complessiva degli orari delle attività produttive, parallelamente agli orari scolastici; Attenzione al segmento di età 0 – 6 e al ciclo primario, con un monitoraggio che verifichi quali siano le condizioni vigenti, dopo quattro mesi di attività scolastica in presenza. Su questi obiettivi, le OOSS continuano a sollecitare le istituzioni regionali.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Programmare le attività con i blocchi di tempo

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2020

Disponibile in tutte le librerie TIME BLOCK PLANNER DI CAL NEWPORT, prodotto edito da Roi Edizioni. Non è la classica agenda, non è un calendario, non ha una scadenza, ma si tratta di un vero e proprio percorso utilizzabile per 3 mesi il cui scopo è non perdere tempo e concentrazione, focalizzandosi solo su quelle attività che decidiamo siano le più importanti e fondamentali da svolgere. CAL NEWPORT – docente di Computer Science alla Georgetown University e autore di libri di grande successo – è riuscito negli ultimi 15 anni a raggiungere i suoi eccellenti risultati professionali applicando il metodo dei blocchi di tempo, che gli ha garantito una produttività alle stelle lavorando molto di rado dopo le 17.30. Il segreto del time blocking è pianificare in anticipo come trascorrere ogni minuto della giornata dividendo il tempo in blocchi a cui si assegna un’attività specifica: quindi, più obiettivi importanti raggiunti, zero sprechi di tempo, meno stress.Com’ è composto il planner? Sulla pagina destra c’è la griglia del time blocking: è qui che si inseriscono la pianificazione delle fasce temporali per un determinato giorno. Sulla pagina a sinistra due colonne consentono di annotare gli impegni o le idee che si presentano inaspettatamente mentre si sta svolgendo l’attività prevista in una specifica fascia temporale. Prendendo nota di queste “intrusioni” appena si manifestano, con l’intenzione di affrontarle in seguito, si eviterà di distrarsi. Sulla pagina a sinistra, inoltre, è presente anche un riquadro dove tenere traccia di alcuni dati che permetteranno di valutare i comportamenti giusti anche per il futuro. Importante in questa pianificazione è comunque la flessibilità: bisogna essere sempre pronti a modificare la pianificazione qualora sorgessero novità o imprevisti, programmare un po’ più tempo di quanto necessario a ogni attività in modo da avere sempre un margine per gestire lungaggini o imprevisti e considerare, inoltre, di dedicare dei blocchi alla lettura di e-mail e messaggi in modo che questi non diventino scuse per distrarsi. E’ disponibile in tutte le librerie e store digitali al prezzo di 22 €.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Criticità del sistema formativo italiano e attività universitarie

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 dicembre 2020

Cresce la fiducia per la formazione universitaria, anche in un periodo complesso come quello attuale, dove la didattica a distanza preoccupa per la potenziale incidenza sull’abbandono scolastico, ma resta il divario con l’Europa e il gap fra formazione teorica e pratica. Questo quanto emerge da un’elaborazione di Fondazione Deloitte sui dati dello studio realizzato dal Censis a ottobre 2020 e che vede fra le criticità del sistema universitario l’Italia ancora al di sotto della media europea per immatricolazioni (51,8% dei giovani italiani in età corrispondente vs il 58,7% in Europa). “Sebbene la quota di immatricolati cresca, molto resta ancora da fare per colmare il gap che ci separa dal resto dei paesi dell’Unione europea per numero di giovani con titolo di studio terziario e per scelta nei percorsi STEM” – dichiara Paolo Gibello, Presidente di Fondazione Deloitte – “trend confermato anche dal nostro Osservatorio che evidenzia come la spesa delle università italiane per singolo studente risulti essere tra le più basse d’Europa, oltre a presentare un tasso di crescita annuo sul PIL nazionale (2,4%) inferiore alla media europea (2,5%)”.Inoltre, sempre dall’Osservatorio Deloitte, emergono alcune riflessioni sull’offerta formativa: sia gli studenti di scuole superiori che gli universitari, accusano un mancato bilanciamento tra formazione teorica e pratica. Per oltre uno studente su cinque non sono previste ore di esercitazione operativa nel proprio percorso di studi, e per il 32% di chi invece ne ha ufficialmente in programma, il numero di ore è considerato insufficiente. Questo gap è percepito in maniera significativa soprattutto dai docenti di materie STEM, in quanto il 34% di essi afferma di avere a disposizione un numero insufficiente di ore da dedicare allo sviluppo di competenze pratiche.Tuttavia, ci sono anche buone notizie. Dai primi dati resi disponibili dal Ministero dell’Università e della Ricerca, utili per tracciare iscrizioni e cambiamenti nei confronti dell’istruzione universitaria in periodo di pandemia, emerge che gli iscritti al primo anno per l’anno accademico in corso sono, infatti, cresciuti del 7,6% rispetto all’anno precedente con un’impennata di iscrizioni nelle università del centro e sud Italia; in testa l’Umbria al +22% e la Sicilia +18,8%.

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Sostegno delle attività nei centri storici delle città italiane

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 dicembre 2020

La Commissione europea ha approvato il regime italiano del valore di 500 milioni di € volto a garantire una disponibilità di liquidità sufficiente alle imprese impegnate in attività commerciali destinate alla vendita di beni o servizi al pubblico nei centri storici delle città italiane più turistiche. Queste imprese sono state particolarmente colpite dall’impatto negativo che la pandemia di coronavirus ha avuto sul turismo. Scopo del regime è attenuare le difficoltà economiche e l’improvvisa carenza di liquidità che tali imprese si trovano ad affrontare a causa delle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del virus. Il regime è stato approvato a norma del quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato. Il sostegno sarà aperto alle imprese di tutte le dimensioni attive in qualsiasi settore, ad eccezione di quello finanziario. Le imprese sono ammissibili se nel giugno 2020 il loro fatturato nel centro storico è diminuito di almeno un terzo rispetto a giugno 2019. L’importo della sovvenzione diretta corrisponde a una percentuale di tale differenza di fatturato. L’importo della sovvenzione non sarà inferiore a 1 000 € per le persone fisiche e a 2 000 € per le persone giuridiche, e non sarà superiore a 100 000 € per le imprese attive nel settore agricolo primario, a 120 000 € per le imprese attive nel settore della pesca e a 150 000 € per le imprese attive in tutti gli altri settori. Le imprese che hanno iniziato la loro attività solo dopo il 1º luglio 2019 avranno diritto a un aiuto sotto forma di somma forfettaria (1 000 € per le persone fisiche e 2 000 € per le persone giuridiche).La Commissione ha constatato che il regime italiano è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, i) l’aiuto non supererà i massimali per impresa previsti nel quadro temporaneo; e ii) l’aiuto sarà erogato fino al 30 giugno 2021. La Commissione ha concluso che la misura è necessaria, adeguata e proporzionata per porre rimedio al grave turbamento dell’economia di uno Stato membro, in linea con l’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE e con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. Su queste basi la Commissione ha approvato le misure in conformità delle norme dell’Unione sugli aiuti di Stato.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Subito ristori per attività in perdita

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2020

“Non si può aspettare, serve una misura per ristorare le attività che, pur non avendo chiuso, in questi mesi hanno subito un calo di fatturato importante.Per questo ho chiesto, ai competenti Dipartimenti del Ministero dell’Economia e delle Finanze e all’Agenzia delle Entrate, di avviare un’istruttoria per determinare l’impegno finanziario di un nuovo contributo a fondo perduto che sia destinato a quelle attività imprenditoriali, professionali, di lavoro autonomo e artigiano che, pur non avendo direttamente subito limitazioni dai DPCM, hanno comunque avuto un impatto negativo sul fatturato. Insomma una misura che vada a ristorare attività che non hanno preso nulla fino ad ora, fatta eccezione per le misure dei mesi del lockdown totale, e che nel 2020 stanno registrando un calo di fatturato importante.È un intervento che per noi ha la massima priorità, perché sostenere il nostro tessuto produttivo, ed aiutarlo a superare questa fase di emergenza, vuol dire sostenere il Paese. Dobbiamo continuare a mettere in campo tutte le risorse necessarie per contrastare gli effetti negativi della pandemia, mentre andiamo avanti a ridisegnare un Paese più verde, digitale, semplice. E dove gli investimenti in sanità, istruzione, ricerca, rappresentino la normalità. Cosa che noi, da quando siamo al Governo, stiamo facendo”.Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Palermo: sospensione delle attività parrocchiali “in presenza”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2020

Palermo. Con lettera al Clero di Palermo , l’Arcivescovo Mons. Corrado Lorefice ha disposto, stante la recrudescenza della diffusione del virus Covid-19, che da lunedì 16 novembre e fino a data da destinarsi vengano sospese tutte le attività parrocchiali “in presenza”. Restano invariate le norme relative alla celebrazione dell’Eucaristia e degli altri Sacramenti. E nella sua chiusa: “Certo che tale disposizione – forse non da tutti condivisibile – sarà comunque accolta e attuata in spirito di comunione, invoco sull’intera nostra amata Chiesa palermitana, per intercessione di Santa Rosalia “vigile custode e liberatrice di città in balia della peste”, la mia paterna benedizione. http://www.diocesipa.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fare Impresa: come salvare l’attività commerciale

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2020

Fare Impresa: come salvare l’attività commerciale, di Emanuele Rizzo e Osvaldo Duilio Rossi, IFOR, 86 pagine, ISBN 979-85-5715-178-8, 2020. Un libro di microeconomia pratica per i piccoli imprenditori che hanno bisogno di capire quali elementi della propria azienda subiscono o innescano la crisi d’impresa: perché le disfunzioni economiche di un’attività commerciale dipendono anche dall’impresa stessa (da come l’imprenditore alloca le risorse), oltreché dai fattori esterni (come i fallimenti dei mercati). Il libro spiega al piccolo imprenditore come svolgere le rilevazioni econometriche più utili, con un approccio pratico, partendo dai dati contabili essenziali: come compilare la prima nota; quali criteri adottare per catalogare i fattori produttivi e gli output; come confrontare gli input più significativi con i prodotti più o meno performanti; come distinguere un periodo di crescita da uno di ripresa o da uno di indebitamento; come ragionare in termini di bilancio in pareggio, perciò di sopravvivenza dell’impresa, e di riprogrammazione dei costi; e come (e perché) coinvolgere i dipendenti e i collaboratori nelle decisioni sulla conduzione dell’azienda. La CoViD-19 ha intensificato i rischi di crisi economica per le piccole imprese (dai commercianti ai lavoratori autonomi, agli artigani, ecc.): il ritorno degli investimenti (ROI) risulta negativo per varie ragioni, come il dovere di sospendere certe attività, nonostante le spese sostenute per adeguare le misure anticontagio, così ottemperando ai vari D.P.C.M. del 2020, ma indebolendo la performance imprenditoriale. Molti prendono la decisione di chiudere l’impresa o di tagliare i costi più alti o, peggio, di indebitarsi, per provare a uscire da una trappola (anti)economica. Però, anche prima della pandemia da coronavirus, molti imprenditori di piccole dimensioni tentavano una di quelle strade (debito, tagli o chiusura) per reagire alle difficoltà o per provare a incrementare gli utili. Fare Impresa spiega che l’attività economica si può salvare anche in altri modi – intervenendo sugli indicatori sensibili – e che, d’altra parte, certe decisioni intuitive – come tagliare i costi – possono rivelarsi più disastrose di quanto si creda. Per esempio: la regressione lineare può rivelare che un risultato operativo attivo “nasconde” una tendenza generale all’indebitamento, se poche raffiche di ricavi notevoli compensano serie costanti di costi. Gli imprenditori “navigati” potrebbero considerare banali alcune indicazioni fornite nel libro, ma tanti altri imprenditori – soprattutto quelli “alle prime armi” – potrebbero avere bisogno di una cultura imprenditoriale più tecnica (microeconomica), benché possano avere capacità aziendali eccellenti nel proprio settore di attività. L’econometria per la piccola impresa consente di pianificare strategie aziendali razionali ed efficaci. Una logica tecnica (per interpretare i dati) si deve affiancare a una serie di strumenti pratici (per elaborare e per estrarre i dati economici): il libro fornisce questi strumenti teorici e pratici, “pretendendo” che l’imprenditore investa innanzitutto su sé stesso – sulla propria cultura imprenditoriale e sul proprio coinvolgimento critico – anziché delegare ad altri una serie di consulenze che, a volte, possono risultare antieconomiche.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sharp amplia le attività di e-commerce in Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 settembre 2020

Sharp, azienda tecnologica leader a livello mondiale, amplia il network delle sue filiali in Europa e lancia un innovativo sistema di Product Information Management. Grazie al nuovo tool, l’azienda mette a disposizione un database che raccoglie tutte le informazioni relative ai prodotti per supportare le attività di marketing e di vendita nei rispettivi Paesi. Inoltre, Sharp ha ottimizzato il proprio sito per il mercato europeo, presentando un portale completamente ristrutturato con un’interfaccia più user-friendly e una maggiore funzionalità. “Con l’introduzione di un database efficiente e uniforme, stiamo gettando le basi per l’espansione delle attività di marketing e di vendita attraverso le nostre filiali europee”, spiega Kai Thielen, Marketing Director Europe. “L’implementazione del nuovo sistema PIM e la revisione del nostro sito web ci permetteranno di sfruttare nuove potenzialità nel marketing digitale e guidare le nostre future attività di e-commerce in tutta Europa”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Fondazione Coppola riprende le proprie attività espositive

Posted by fidest press agency su sabato, 12 settembre 2020

Vicenza. 11 ottobre 2020-27 febbraio 2021 Fondazione Coppola Corso Palladio 1. Lo fa con la personale dell’artista austriaco Markus Schinwald (Salisburgo, 1973), a cura di Davide Ferri. Il titolo, Misfits, rinvia alle opere selezionate per la mostra e, idealmente, offre una chiave di lettura rappresentativa dell’intera produzione di Schinwald. Traducibile in italiano con il termine “disadattati”, Misfits fa riferimento ad alcune delle caratteristiche salienti dei lavori realizzati dall’artista austriaco negli ultimi vent’anni, opere in cui il corpo e la figura risultano corrotti da dettagli inquietanti e bloccati in pose stranianti, in un processo di manipolazione che può toccare anche oggetti d’uso come mobili e suppellettili.Articolata nei cinque livelli del Torrione, la mostra include interventi di natura installativa e scultorea, così come dipinti e video: un corpus eterogeneo che testimonia l’eclettismo di Schinwald, ma che al tempo stesso lascia emergere in maniera limpida le costanti della sua poetica. Il percorso espositivo si apre con la serie delle Marionettes, un gruppo di dodici bambini raffigurati in pose e atteggiamenti che esprimono un senso di impazienza e lieve ribellione. Sostenuti e manovrati da fili sottili, battono i piedi e scuotono le braccia con movimenti ripetitivi, creando un ritmo visivo oltre che udibile. Come componenti di una piccola banda di gangster rivelano un aspetto fragile e grottesco, due qualità che connotano molti lavori in mostra.
Il primo e il secondo livello dell’edificio sono invece dedicati alla pittura di Schinwald, che, nel corso dell’ultimo decennio, è diventata paradigmatica di un approccio teso al confronto, insieme omaggiante e irriverente, con la tradizione pittorica, fondato sulla manomissione di ritratti ottocenteschi di personaggi aristocratici attraverso degli inserimenti stranianti – interferenze come protesi, maschere, cancellature, escrescenze – che alterano la sontuosa compostezza delle pose. I volti dipinti da Schinwald si trasformano così in immagini perturbanti, enigmatiche e tutt’altro che rassicuranti, entrando in collisione sia con gli ambienti in cui sono collocati – per lo più interni borghesi – sia con la tradizione più ampia del ritratto come genere pittorico. I personaggi emanano una strana tensione, generata dal contrasto tra la rispettabilità del loro rango e il senso di costrizione, ai limiti della depravazione, suggerito dagli elementi che ne schermano o ne alterano i volti.La teatralità delle Marionettes e la dimensione sottilmente inquietante dei dipinti si ritrovano anche nei video che occupano il terzo e il quarto piano del Torrione. Orient A e Orient B, questi i titoli delle opere, sono pervasi/sostenuti da atmosfere misteriose e ambigue, e mostrano gruppi di performer – quasi figure corrispondenti a quelle dei dipinti – compiere azioni prive di senso apparente. Le figure sono alle prese con limiti fisici e movimenti che ne fiaccano i corpi, compiuti sullo sfondo di scenari abbandonati che alimentano il senso di decadenza e grottesca tragicità.Il repertorio di Schinwald include anche sculture composte a partire dall’assemblaggio di gambe di tavoli in stile Chippendale, allestite nel punto più alto dell’edificio: l’osservatorio da cui si può scorgere una delle viste più affascinanti di Vicenza. È qua che si conclude il percorso ascensionale della mostra e nell’opera dell’artista austriaco, un crescendo che conduce a questa serie di sculture in cui ciò che è familiare assume contorni sinistri: le gambe dei tavoli sono trasfigurate in organismi alienanti, geneticamente modificati, che alludono a pose improbabili e gesti delicatamente erotici.
Che si tratti di figure umane o di oggetti, l’immaginario dell’artista tende sempre alla creazione di forme inquietanti e disarticolate.La mostra offre dunque l’opportunità di uno sguardo ampio sulla poetica di uno degli artisti europei più importanti a livello internazionale che, dopo la consacrazione alla Biennale di Venezia del 2011, occasione nella quale Schinwald rappresentò il proprio paese, propone una nuova mostra personale in Italia, misurandosi con un’architettura carica di suggestioni, in grado di espandere e rilanciare energeticamente l’immaginario dell’artista.La Fondazione consiglia prenotare la visita con anticipo in quanto la particolare conformazione architettonica del Torrione pone limiti di accesso. Per informazioni sulle modalità di accesso e prenotazioni: http://www.fondazionecoppola.org Ingresso € 5,00 Ridotto per gli over 65 € 4,00 Gratuito per gli under 18 e per i giornalisti accreditati in possesso di tessera stampa in corso di validità.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sospensione delle attività della scuola di Asmara

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 settembre 2020

Il 24 e il 26 agosto si sono tenuti due incontri tra Anief, le altre OO.SS, e il MAECI, durante i quali l’amministrazione ha informato dell’imminente firma di un decreto di sospensione delle attività della scuola di Asmara, possibile anticamera della chiusura definitiva o della trasformazione della stessa in qualcos’altro indefinito. Di certo, questo decreto, per Anief, rappresenta un colpo d’arresto della promozione della politica culturale italiana nel Corno d’Africa.Se non interviene con decisione il Governo in una trattativa ad oggi fallimentare si andrà, infatti, alla chiusura della più grande scuola statale italiana all’estero, nella sostanziale inerzia dei sindacati firmatari di contratto che hanno sempre avuto un confronto sugli organici col MAECI.Per queste ragioni, Anief ha rilanciatp l’appello al Governo nella sua interezza: la scuola di Asmara, afferma il Presidente Pacifico, può sospendere le attività soltanto in presenza di un accordo tra Governo italiano ed eritreo funzionale a una loro ripresa dopo la rimozione di tutti gli impedimenti legati all’emergenza epidemiologica. La promozione della nostra lingua e della nostra cultura all’estero, con la chiusura della scuola italiana di Asmara, infatti, perderebbe un pezzo fondamentale della sua storia.Nel frattempo, purtroppo, nei prossimi giorni, verrà firmato dall’incaricato d’affari dell’ambasciata italiana di Asmara il decreto di sospensione cautelare delle attività didattiche della scuola, poi verranno rese note le modifiche apportate al contingente, quindi si procederà ai trasferimenti del personale scolastico in servizio ad Asmara, che per alcune sedi avranno tempi anche lunghi. Dopo la firma del decreto di sospensione della attività della scuola di Asmara, il personale verrà collocato molto probabilmente in regime di 186, in attesa della presa di servizio nella sede di nuova destinazione.

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Ripresa attività dei nidi e scuole dell’infanzia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2020

Roma. il 9 settembre apriranno i nidi con orario unico fino al 9 ottobre, orientativamente dalle 8:00 alle 14:00; dal 12 ottobre sarà attivo il tempo pieno. Per le scuole dell’infanzia l’apertura è stabilita per il 14 settembre, con orario unico fino al 30 e tempo pieno a partire dal 1° ottobre. Il pasto per tutti i servizi sarà garantito fin dal primo giorno.Come di consueto, i gruppi educativi programmeranno, dopo i primi giorni di accoglienza dei vecchi iscritti, spazi di socialità e di relazione con i genitori e i nuovi iscritti, in piena sicurezza, tramite attività ed esperienze propedeutiche all’ambientamento e al successivo inserimento.
È stato pubblicato sul sito di Roma Capitale – e inviato ai Municipi e alle Coordinatrici delle strutture educative e scolastiche di Roma Capitale – il documento della Task Force Scuola Capitolina che ha elaborato le nuove proposte organizzative per la ripresa delle attività di nidi e scuole dell’infanzia di Roma Capitale per settembre 2020. I criteri sono stati messi a punto nel rispetto delle buone pratiche, dei valori e dei principi sperimentati in questi anni, adattandoli alle nuove condizioni necessarie per tutelare la salute e la sicurezza del personale educativo, dei bambini, delle bambine e delle loro famiglie.Il progetto educativo-pedagogico contenuto nel documento ed elaborato dagli esperti interni ed esterni all’Amministrazione, che hanno lavorato gratuitamente, dovrà essere attuato in base alle caratteristiche di ciascuna delle strutture di Roma Capitale: 212 nidi a gestione diretta, 95 nidi a gestione indiretta (convenzione/concessione/project financing) e 318 scuole dell’infanzia.La programmazione tiene conto dell’emergenza Covid-19, ma con uno sguardo trasformativo e positivo volto anche a sperimentare, in tutti i servizi, nuovi progetti come l’educazione all’aperto.Roma Capitale ha stabilito che la misurazione della temperatura corporea sarà effettuata nei nidi e nelle scuole dell’infanzia ai bambini, ai genitori, al personale educativo e a tutti gli altri operatori che accedono alla struttura.Saranno predisposti, dove possibile, percorsi differenziati di entrata/uscita per ridurre al minimo il rischio di mixing.Tutto il personale, compreso quello ausiliario, indosserà la mascherina.Gli educatori indosseranno, durante il cambio dei bambini, guanti e visiera; la visiera sarà indossata anche al momento del pasto.I bambini e le bambine non indosseranno la mascherina.Chiunque acceda all’interno della struttura, anche i fratelli degli alunni con più di 6 anni, dovrà indossare mascherina e soprascarpe e igienizzare le mani.Genitori, personale e operatori dichiareranno quotidianamente la sussistenza delle condizioni di salute necessarie per l’accesso al servizio, firmando su un apposito registro.Nidi e scuole dell’infanzia sono luoghi in cui bambini e bambine da 0 a 6 anni apprendono la socialità e la relazione, per cui il tema del distanziamento è da intendersi come distanziamento tra gruppi/sezioni e non come distanziamento individuale. Ci saranno quindi gruppi stabili di bambini iscritti, ciascuno con i medesimi educatori e insegnanti di riferimento, in uno spazio fisico stabile.Materiali e giocattoli dovranno essere ad uso esclusivo di ciascun gruppo/sezione o sanificati prima del passaggio da un gruppo/sezione all’altro.Non sarà possibile portare oggetti e materiali da casa, ad esclusione dell’abbigliamento necessario all’eventuale cambio, compresi i pannolini in pacco integro che sarà igienizzato. Il ciuccio, se utilizzato, dovrà essere ad uso esclusivo del servizio. La sterilizzazione sarà a cura del personale della struttura.
Al fine di limitare al massimo l’avvicendamento del personale educativo e scolastico, nonché il potenziale mixing dei gruppi, si prevede di assegnare a ciascuna struttura un organico di potenziamento.Il sostegno educativo e didattico sarà garantito nelle scuole dell’infanzia con le consuete modalità e nei nidi attraverso l’ampliamento dell’orario dell’organico di diritto.
Il contenuto del documento della Task Force Scuola Capitolina è visionabile sul portale di Roma Capitale alla pagina https://www.comune.roma.it/web/it/informazione-di-servizio.page?contentId=IDS633333

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ripartono le attività nei laboratori didattici Unicam

Posted by fidest press agency su martedì, 16 giugno 2020

Camerino. Sono sempre maggiori in questi giorni le richieste da parte degli studenti degli Atenei italiani relative alla ripresa delle lezioni e delle attività laboratoriali: non è il caso dell’Università di Camerino che non ha mai chiuso, non si è mai fermata, ha solamente cambiato le modalità di erogazione delle attività didattiche e dei servizi, utilizzando la piattaforma telematica Cisco Webex. Sono state solo calendarizzate in maniera diversa alcune attività nei laboratori di ricerca, che tuttavia, dallo scorso 4 maggio sono riprese in tutta sicurezza, rispettando tutte le norme sul distanziamento fisico e sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, garantendo pertanto non solo la prosecuzione di alcune attività di ricerca, ma anche la possibilità di accesso ai nostri studenti tesisti che hanno così potuto concludere il loro percorso di studio e laurearsi nei tempi previsti secondo i loro progetti.In questa settimana, poi, sono riprese anche le attività nei laboratori didattici, laddove i numeri e gli spazi delle strutture lo hanno consentito, in particolare per alcuni corsi della Scuola di Scienze e Tecnologie, naturalmente nel rispetto di tutto le norme di sicurezza.“La salute, il benessere e la formazione delle nostre studentesse e dei nostri studenti – ha dichiarato il Rettore Unicam Claudio Pettinari – sono stati la nostra priorità in tutte le decisioni e le scelte strategiche che abbiamo intrapreso, sempre, non solo in questo periodo di emergenza. In pochissimo tempo, grazie all’ausilio delle infrastrutture informatiche che già Unicam aveva in dotazione, lavorando incessantemente, siamo riusciti a poter erogare tutti i servizi, senza creare ulteriori disagi. Non abbiamo dovuto rimandare nulla e abbiamo potuto dare attuazione al calendario didattico già previsto senza problemi. Ora stiamo continuando a lavorare alacremente per poter riprendere quella che è la cosiddetta normalità: iniziamo ora con la ripresa delle attività di laboratorio, mentre nel mese di luglio, seguendo tutte le indicazioni per la sicurezza, sperimenteremo la ripresa delle lauree in presenza.”

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »