Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 151

Posts Tagged ‘attività’

Celio azzurro: “Sfratto esecutivo inconcepibile subito in aula delibera consiliare di regolarizzazione”

Posted by fidest press agency su domenica, 26 marzo 2017

Roma Capitale. I vigili urbani come stabilito dalla delibera comunale 140, ieri si sono presentati nella sede di Celio Azzurro. L’asilo modello ha ricevuto l’ultimatum del dipartimento Patrimonio. E’ un atto grave e inaudito. Non si possono delegare alla sola responsabilità degli uffici decisioni che comportano gravi danni per il futuro di attività socio-culturali e pedagogiche di grande rilievo.
L’atto di sgombero deciso dal Campidoglio è ancora più inaccettabile soprattutto dopo che tribunale del riesame ha annullato il sequestro del Brancaleone. I giudici hanno sottolineato che non è reato la presenza dei soggetti assegnatari degli spazi sociali e culturali di Roma Capitale in assenza di rinnovo delle concessioni.
Siamo molto preoccupati per il permanere di una situazione di incertezza che mette a repentaglio tante attività di cui Roma non solo ha un grande bisogno ma che in molti casi ne fanno anche una peculiarità. Come abbiamo evidenziato più volte, spesso si tratta di eccellenze cittadine che svolgono attività che il comune non è in grado di offrire alla cittadinanza. Non si possono affidare all’esclusiva valutazione degli uffici decisioni che attengono alla sfera della politica.
E’ necessaria e non può essere rimandata l’adozione di un atto amministrativo che riconosca la valenza sociale e culturale dei soggetti assegnatari degli spazi sociali e che superi finalmente l’incertezza in cui è piombato un settore importante della capitale.Sollecitiamo quindi il Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito ad accelerare l’iter e a portare in aula la proposta di iniziativa consiliare del Partito Democratico concernente la: ‘regolarizzazione delle concessioni già scadute e dei casi di occupazione senza titolo degli immobili di proprietà comunale ascritti al patrimonio disponibile e indisponibile destinati alle assegnazioni ad uso sociale, ivi compreso quello sanitario, assistenziale, culturale, sindacale, ricreativo sportivo, di tutela ambientale e politico, ad eccezione dei partiti politici e loro articolazioni politico-organizzative di cui alla legge n. 194/75.Ci risulta peraltro che nelle modalità di sfratto nei confronti dell’asilo Celio Azzurro sia applicata una tempistica e un’attenzione alquanto eccessiva, chiediamo quindi al Sindaco e all’assessore alla cultura di intervenire quanto prima per scongiurare il blocco della continuità didattica in una struttura che per le sue caratteristiche andrebbe tutelata e salvaguardata.”
Così in una nota il Gruppo Capitolino del Partito Democratico.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’esercito italiano partecipa alla “Motodays”

Posted by fidest press agency su martedì, 7 marzo 2017

esercito1Fiera di Roma dal 9 al 12 marzo 2017 dalle 10 alle 19 mell’ambito della rassegna motoristica, che intende offrire una panoramica del mondo delle due ruote, il pubblico avrà la possibilità di ammirare da vicino alcuni mezzi e materiali in dotazione alla Forza Armata. L’attività promozionale, organizzata dal Comando Militare della Capitale, si svolgerà in un’area espositiva presso il padiglione numero 3 della Nuova Fiera di Roma, dove nello spazio dedicato all’Esercito Italiano il pubblico potrà ammirare dei motocicli di valore storico messi a disposizione dal Comando dei Supporti Logistici dell’Esercito e custoditi al Museo Storico della Motorizzazione Militare, un polo museale militare unico nel suo genere in Italia, che custodisce alcuni veicoli rarissimi, che testimoniano le tappe dell’evoluzione dei mezzi meccanici, alcuni dei quali ideati per specifico uso militare. Per l’occasione, saranno messe in mostra ben tre moto di prestigio: la “Moto Indian” del 1941 prodotta dalla omonima casa statunitense per soddisfare specifiche esigenze militari delle truppe alleate nel corso del secondo conflitto mondiale, la motocicletta “Gilera 500 LTE” del 1942, impiegata dai reparti del Regio Esercito su tutti i fronti della Seconda Guerra Mondiale essenzialmente come mezzo di esercitocollegamento per le sue caratteristiche di agilità e robustezza e la “Bianchi 500 MT” del 1961, un mezzo a telaio elastico adatto per il fuori strada impiegato dalle unità di Cavalleria e Bersaglieri.
Il Motodays sarà anche l’occasione per provare il simulatore di guida per moto dell’Esercito Italiano messo a disposizione per l’occasione dal Comando dei Supporti Logistici dell’Esercito Nello stand, sarà altresì disponibile un quad “Polaris 500” del 3° reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali (REOS) Aldebaran, il reparto dell’Aviazione dell’Esercito addestrato ed equipaggiato per assicurare, prioritariamente nell’ambito delle Operazioni Speciali, un’adeguata capacità di manovra a supporto delle attività della Componente terrestre e/o interforze. Il pubblico, infine, potrà mettersi alla prova sul simulatore di volo “Rolfo” messo a disposizione del Comando Aviazione dell’Esercito, Ente che Provvede alla formazione, addestramento ed alla specializzazione dei piloti osservatori della Forza Armata per mezzo del Centro Addestrativo Aviazione dell’Esercito. Qui, sotto l’attenta supervisione di piloti ed istruttori militari, sarà possibile acquisire il “brevetto di pilota virtuale di elicotteri”.
Infine un team dell’11° reggimento trasporti “Flaminia” fornirà ai visitatori informazioni e materiale illustrativo sulle varie possibilità di arruolamento nell’Esercito Italiano. (foto: esercito)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riflessioni sul pensiero e l’attività di Umberto Veronesi

Posted by fidest press agency su domenica, 4 dicembre 2016

veronesiNapoli martedì 6 dicembre alle 10.30 nell’Aula Coviello di Giurisprudenza alla Federico II in via Porta di Massa 32 la Scuola di Medicina e Chirurgia, il CEINGE-Biotecnologie Avanzate e la Scuola Superiore Europea di Medicina Molecolare – SEMM presentano ‘Riflessioni sul pensiero e l’attività di Umberto Veronesi’. L’incontro sarà moderato da Alessandro Barbano, Direttore de “Il Mattino”, e introdotto da Francesco Salvatore, Emerito di Biochimica Umana dell’Università Federico II, Presidente e Coordinatore Scientifico del CEINGE – Biotecnologie Avanzate di Napoli.Interverranno Luigi Califano, Presidente Scuola di Medicina e Chirurgia della Federico II, Filiberto Cimino, Vice-Presidente SEMM Nazionale, Pier Giuseppe Pelicci, Direttore Scientifico SEMM Nazionale, e Andrea Ballabio, Direttore Scientifico SEMM Napoli, Direttore Istituto Telethon di Genetica e Medicina – TIGEM.Sarà proposto un video di Umberto Veronesi con un ultimo contributo. Concluderà Gaetano Manfredi, Rettore dell’Università Federico II.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Attività delle commissioni, Bruxelles

Posted by fidest press agency su martedì, 11 ottobre 2016

parlamento europeoDecimo anniversario del Premio LUX. Lunedì, per ricordare il decimo anniversario del Premio Lux del Parlamento Europeo, conferito ogni anno ai film che promuovono il dibattito sull’Europa e sul suo futuro, il regista britannico Ken Loach discuterà con gli eurodeputati della commissione Cultura sul ruolo del cinema europeo nel domani dell’Europa.
Rispondere alla disinformazione straniera. Lunedì, la commissione Affari Esteri voterà su misure per rispondere alle campagne di disinformazione aggressive provenienti da Paesi quali la Russia e da non-stati quali ISIS, che creano paura e odio. Le proposte includeranno, ad esempio, misure di sensibilizzazione, di sostegno alla resistenza dei media indipendenti, ma anche iniziative tese a far crescere la capacità culturale e di analisi delle informazioni da parte dei cittadini europei.
Premio Sacharov 2016. Martedì, le commissioni Affari Esteri e Sviluppo riveleranno i tre candidati finalisti del premio Sacharov 2016 del Parlamento europeo per la Libertà di pensiero.
Budget dell’Unione Europea per il 2017. Martedì, i membri della Commissione per i Bilanci, facendo seguito al voto della settimana scorsa sugli emendamenti alla bozza di budget, voteranno la loro posizione iniziale in vista dei colloqui con il Consiglio sul bilancio dell’Unione Europea per prossimo anno. Chiederanno risorse sufficienti a fronteggiare l’emergenza migranti e la lenta crescita dell’economia, per la creazione di lavoro giovanile e per incrementare la spesa in ricerca e progetti infrastrutturali.
CETA. Mercoledì gli eurodeputati discuteranno sui pro e contro dell’Accordo economico commerciale CETA tra Unione Europea e Canada con agricoltori, rappresentanti sindacali e del mondo delle imprese. Il CETA non può entrare in vigore senza l’approvazione del Parlamento Europeo.
Salute delle piante. Giovedì la Commissione Agricoltura voterà nuove regole europee per frenare l’aumento di insetti infettanti e di parassiti quali la Xylella Fastidiosa. Le misure includeranno nuovi meccanismi per identificare e trattare rapidamente piante ritenute pericolose, l’istituzione di un certificato di salute per le piante (obbligatorio per tutti gli importatori, ma non per i privati che importano piante a basso rischio) e il dotare gli Stati membri di migliori strumenti di contrasto alle epidemie.
Traffico di animali selvatici. Giovedì la commissione Ambiente voterà proposte per migliorare il contrasto al traffico di fauna selvatica e al commercio di prodotti quali avorio, corna di rinoceronti e pangolini. La bozza di risoluzione include l’introduzione di pene severe per i colpevoli di traffico di fauna selvatica e provvedimenti che proibiscono l’importazione, il commercio e la riesportazione di specie che sono protette nei loro Paesi di origine.
Unione Energetica / Sicurezza delle scorte di gas. Giovedì, in commissione Industria, Ricerca ed Energia, verranno discussi e votati piani per rafforzare la cooperazione tra gli Stati membri affinché questi possano aiutarsi reciprocamente nell’eventualità di una crisi di gas, così da garantire scorte di gas sufficienti per famiglie e servizi essenziali e affinché ci possa essere una condivisione delle informazioni circa gli accordi raggiunti con terze parti sulle scorte energetiche nazionali. Oltre al voto, emendamenti ai piani sono previsti in due bozze di risoluzioni legislative distinte.
Agenda del Presidente. Il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz parteciperà, lunedì, a Passau, in Germania, al dibattito “La grande idea dell’Europa può continuare?” con il Presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, e il Segretario Generale della NATO, Jens Stoltenberg.
Martedì, incontrerà il Ministro della Difesa italiano, Roberta Pinotti, a Bruxelles.
Mercoledì, il Presidente Schulz incontrerà il Patriarca della Chiesa Cattolica Greco-Melchita, Gregorio III Laham, il Patriarca della Chiesa Universale Ortodossa Siriaca, Ignazio Aphrem II, e il Patriarca della Chiesa Greca Ortodossa di Antiochia, Giovanni X Yazigi.
Giovedì, il Presidente Schulz incontrerà il Presidente del Burkina Faso, Roch Marc Christian Kaboré e il Presidente della Croazia, Kolinda Grabar-Kitarović.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gruppi e collaboratori, l’Irap si allontana dal medico di famiglia: Ecco le novità

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 settembre 2016

medico-famiglia3Il medico non svolge attività organizzata se ha un collaboratore alle dipendenze, o se ha attrezzature diagnostiche che lo aiutano a svolgere i soli compiti convenzionali. Né può dirsi organizzato se è in gruppo; lo è invece se ha uno studio associato. Si è consolidata quest’estate una giurisprudenza di Cassazione che esenta i medici di famiglia-tipo dal pagamento dell’Irap. Le pronunce della VI Sezione civile numero 14408, 14409 e 14412, depositate il 14 luglio sono legate alla sentenza n. 7291/16 a sezioni unite secondo cui la medicina di gruppo è un organismo promosso dal Ssn per realizzare più avanzate forme di presidio della salute pubblica.
Gruppi esenti – Per le pronunce citate, gli studi medici convenzionati con il Ssn non pagano Irap, in quanto non assimilabili alle associazioni senza personalità giuridica previste dall’articolo 5 del Tuir; associazioni di tale tipo, e soggette a Irap, sono invece gli studi associati di avvocati o commercialisti (si veda sentenza 7371/16 del 14/4). Se l’associazione è voluta dal Servizio sanitario pubblico, l’associarsi non è condizione sufficiente per essere soggetti all’Irap. Né è sufficiente per dover pagare l’Irap lo stipendiare infermiere o collaboratore: questi ultimi – come ha sostanzialmente detto un’altra sentenza-chiave, la 9451 del 10 maggio 2016- costituiscono lo standard “minimo indispensabile per l’esercizio dell’attività professionale” e avvalersi del loro apporto con funzioni di segreteria o “meramente esecutive”, anche non occasionalmente, non configura presupposto impositivo.
Collaboratori esenti – Può farsi derivare dalla 9451 la recente sentenza 17432 della Cassazione Tributaria favorevole a un medico pugliese del Ssn a cui veniva “addebitata” in conto Irap la segreteria incaricata di rispondere alle telefonate che ha ricordato come sia individuata in una unità la soglia minimale “esente” di lavoro con apporto «mediato e generico» per «mansioni di segreteria o genericamente esecutive». E sempre restando sulla scia della 9451, ha avuto buon esito il braccio di ferro tra Fimmg Palermo ed Agenzia delle Entrate dopo che tra marzo e maggio 62 medici erano stati sottoposti ad accertamento per l’anno 2010 (alcuni pure per il 2011) ricevendo intimazione di pagamento perentorio entro 90 giorni. I medici, come comunicato dal segretario provinciale Luigi Galvano, si sono visti dare ragione in Commissione Tributaria: per essere assoggettati a Irap non basta avere alle dipendenze un collaboratore volto ad assicurare la continuità del servizio. Tutti gli avvisi di accertamento notificati sono stati annullati in autotutela dalla stessa Agenzia delle Entrate. I limiti – A fine estate sono state emanate due importanti ordinanze.
La prima interessa i medici, la seconda li “guarda da lontano” ed è un po’ in controtendenza. Con ordinanza 17392/16 la Cassazione afferma che una spesa consistente per un macchinario indispensabile per l’esercizio della professione non significa per il medico autonoma organizzazione. Non lo è ogniqualvolta il capitale investito non sia fattore aggiuntivo o moltiplicativo del valore rappresentato dalla mera attività intellettuale del professionista, ma gli è indispensabile per il lavoro che svolge in convenzione. La seconda ordinanza (la 17429) invece ravvisa autonoma organizzazione se il professionista sostiene spese ingenti per i collaboratori, e “bacchetta” una commissione tributaria emiliana che aveva consentito a un agente di commercio il rimborso dell’Irap perché non aveva particolare dotazione strumentale. L’Agenzia delle Entrate ha fatto ricorso e la Corte le ha dato ragione: i giudici tributari non hanno considerato che negli anni rimborsati il contribuente retribuiva ordinariamente dei collaboratori familiari tra 20 e 50 milioni di lire annui. Non bastano evidentemente i numeri a testimoniare la “mera esecutività” del lavoro del collaboratore. Mauro Miserendino da Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TAR Piemonte: i militari possono svolgere attività politica

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 settembre 2016

tar-lazio(GRNET.IT) – Con la sentenza pubblicata il 5 settembre 2016, il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Prima), con un’articolata motivazione ha accolto il ricorso del Maresciallo Aiutante Sostituto Ufficiale di Pubblica Sicurezza dei Carabinieri Carmelo Cataldi, ora in congedo, al quale era stata vietata “l’iscrizione e l’assunzione di carica sociale in seno a partito politico” ed erano stati inflitti, per un’asserita incompatibilità con l’adempimento dei doveri di Sottufficiale, 5 giorni di consegna di rigore, peraltro con l’espressa ammonizione «che, in caso di inottemperanza, sarebbe stato avviato il procedimento per la diffida ministeriale ed eventuale successiva decadenza dal servizio». Secondo l’Arma dei Carabinieri infatti – si legge nella sentenza – «l’iscrizione e l’assunzione di carica sociale in seno a partito politico, costituisce comportamento suscettibile di assumere rilievo sotto il profilo disciplinare, ai sensi del nr. 9 dell’allegato ‘C’ al R.D.M.» (Regolamento di Disciplina Militare, di cui al d.P.R. n. 545 del 1986), trattandosi di «incarico incompatibile con l’adempimento dei Suoi doveri di sottufficiale», in proposito richiamando l’allora vigente art. 6, comma 1, della legge n. 382 del 1978, a norma del quale «Le Forze armate debbono in ogni circostanza mantenersi al di fuori delle competizioni politiche». L’amministrazione ha anche aggiunto che la carica politica ricoperta dal Maresciallo «implica necessariamente l’esercizio di funzioni attive a carattere propriamente politico, atteso che, quale Segretario Regionale, la S.V. siede – oltretutto con voto deliberativo – sia nel Consiglio Nazionale che nella Direzione Nazionale del partito, ex artt. 9 e 10 dello statuto del partito medesimo».Il Maresciallo, rappresentato e difeso dagli avvocati Giorgio Carta (ex Ufficiale dell’Arma) e Giuseppe Piscitelli, ha impugnato l’intero procedimento a suo carico sostenendo la piena legittimità dei suoi atti, compresa l’assunzione della carica di segretario regionale.Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte gli ha dato pienamente ragione, ma vediamo nel dettaglio cosa dice la sentenza.I giudici amministrativi hanno dapprima ricordato all’Amministrazione del Maresciallo che «la questione oggetto del presente giudizio è stata, da ultimo, approfondita da alcuni arresti giurisprudenziali che, per fattispecie del tutto analoghe, ed in considerazione del complessivo quadro normativo (costituzionale e legislativo) vigente, sono giunti alla condivisibile conclusione di ritenere illegittimo il divieto per i militari di iscriversi in partiti politici e di assumere nel loro ambito cariche direttive, alla luce di un’interpretazione letterale e sistematica delle norme (cfr. TAR Umbria, sent. n. 409 del 2011; TAR Veneto, sez. I, sent. n. 1480 del 2012)».Successivamente, per rendere ancora più chiara la sentenza, i magistrati amministrativi hanno sottolineato che «il legislatore non ha mai stabilito per i militari un esplicito divieto di iscrizione ai partiti politici: ciò non ha fatto, espressamente, né nella legge n. 382 del 1978 (recante “Norme di principio sulla disciplina militare”) né nel Regolamento di disciplina militare (approvato con d.P.R. n. 545 del 1986)».Il TAR Piemonte ha inoltre specificato che il legislatore non ha inteso in alcun modo modificare in senso restrittivo la materia, «nemmeno con il varo del Codice dell’Ordinamento Militare (d.lgs. n. 66 del 2010), ossia della disciplina che si propone di regolare, in modo organico, l’organizzazione, le funzioni e l’attività della Difesa e Sicurezza militare e delle Forze armate».
«Di conseguenza – conclude la sentenza -, il ricorso introduttivo deve essere accolto e deve, per l’effetto, disporsi l’annullamento dell’atto di ammonimento a recedere dalla carica politica rivestita. Parimenti, risultando fondata la censura di illegittimità derivata, e con assorbimento delle ulteriori censure, vanno accolti anche i motivi aggiunti, con conseguente annullamento della sanzione disciplinare inflitta al ricorrente (pari a giorni cinque di consegna di rigore)». (fonte: GRNET.IT)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fondazione Casa America ha ripreso le proprie attività dopo la pausa estiva

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 settembre 2016

casa americaÈ uscito il n. 24 dei Quaderni di Casa America “Università di Genova e America Latina” che raccoglie diversi interessanti articoli un’elaborazione di Carlotta Gualco, direttrice di Fondazione Casa America, sulla base dei dati forniti da questionari compilati da presidi e responsabili dell’internazionalizzazione delle Scuole dell’Ateneo genovese, in merito alle relazioni attualmente esistenti con il continente latinoamericano. Il 19 giugno scorso lo abbiamo presentato in anteprima presso la Sala Camino di Palazzo Ducale nell’ambito della manifestazione Univercity, con la presenza del rettore Paolo Comanducci e del prorettore Andrea Trucco e molti docenti. Stiamo organizzando un’altra presentazione a Genova tra settembre e ottobre.
Chi è abbonato alla rivista dovrebbe averlo già ricevuto (comunicate se così non fosse!). Per chi è interessato ad acquistarne una o più copie, il volume è disponibile presso Fondazione Casa America al costo di 12 euro, o può chiedere che gli venga spedito comunicando l’indirizzo e accettando di versare tramite bonifico il costo di spedizione in aggiunta a quello del numero.
Il prossimo volume dei Quaderni di Casa America è in preparazione e uscirà ai primi di ottobre. È interamente dedicato alle iniziative a Genova dedicate a Cervantes e al “Don Chisciotte della Mancia” organizzate da Fondazione Casa America tra aprile e maggio in collaborazione con altri partner culturali della città. Si tratta di un bel numero, frutto di molte collaborazioni sia nazionali che internazionali.Chi sarà interessato, potrà acquisirlo alle stesse condizioni del numero precedente.È sempre possibile abbonarsi per l’anno in corso alla rivista Quaderni di Casa America, sottoscrivendo un abbonamento ordinario (50 euro) oppure sostenitore (100 euro).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Student Card, accordi con oltre 80 attività commerciali e culturali del territorio

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 agosto 2016

parma universitàParma. Sono oltre 80 le attività commerciali e culturali di Parma e provincia che garantiscono sconti e agevolazioni ai possessori della Student Card, la nuova carta multiservizi dell’Università di Parma attualmente in corso di distribuzione agli studenti all’Ateneo.Un elenco estremamente vario di realtà, che spaziano dall’abbigliamento all’ottica, dall’alimentare a salute & benessere, dai cinema alle cartolerie, dai parcheggi agli studi dentistici, e poi ancora teatri, bar, ristoranti, fiorai, oggettistica, salute e benessere e molto altro. Grazie ad accordi ad hoc stipulati dall’Università di Parma, gli studenti che in questi esercizi presenteranno la Student Card usufruiranno di significativi vantaggi economici, con sconti che possono arrivare anche al 50%.A breve tutti questi esercizi esporranno una speciale vetrofania, per ricordare agli utenti che lì è accettata la Student Card.
Si confermano così da un lato l’attenzione dell’Università di Parma per lo studente, priorità assoluta della nuova governance fin dal suo avvio, e dall’altro le proficue relazioni dell’Ateneo con il territorio, altro asset strategico della nuova governance, per un Ateneo sempre più aperto e capace d’interagire con l’esterno.L’elenco dei soggetti aderenti all’iniziativa è consultabile sul sito web dell’Ateneo, alla pagina dedicata alla Student Card (www.unipr.it/studentcard), ed è in continuo ampliamento: sarà infatti progressivamente implementato grazie a nuovi accordi con attività della provincia di Parma e città limitrofe.
La Student Card è il tesserino personale degli iscritti all’Università di Parma con cui si può accedere ai servizi universitari, a sconti e agevolazioni e ai servizi finanziari della banca che gestisce la tesoriera dell’Ateneo. Ha l’aspetto di una normale carta magnetica, con lo stesso formato di una carta di credito, e presenta una serie di dati che la rendono personale e che consentono di identificare in modo certo il suo possessore. Ha funzione di carta di identificazione personale e carta servizi, e può essere anche – a richiesta – carta di pagamento ricaricabile. La Student Card è assegnata “d’ufficio” alle matricole. Per gli studenti degli anni successivi che ancora non l’avessero e fossero interessati ad averla, l’Ateneo consiglia di leggere le informazioni e le istruzioni riportate nella pagina web dedicata (www.unipr.it/studentcard).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Credito specializzato: aumento utilizzo di imprese e famiglie

Posted by fidest press agency su martedì, 26 luglio 2016

evoluzione flussiL’indagine sull’attività di credito specializzato in Italia è condotta dalle tre Associazioni di categoria (Assifact, Assilea e Assofin) cui aderiscono le banche e gli intermediari finanziari attivi rispettivamente nel settore del factoring, del leasing e del credito alle famiglie. L’ottava edizione annuale raccoglie i dati relativi al 2015, facendo luce sulle recenti dinamiche positive e sull’importanza che il settore ricopre nel panorama economico rispetto ai principali indicatori macroeconomici.
Dopo la ripresa avviatasi nel 2014, è proseguita anche nel 2015 la crescita aggregata dei flussi di nuovi finanziamenti (+9.6%). Tale trend tuttavia non si riflette ancora appieno sulla dinamica delle consistenze (+0.3%), in quanto una quota rilevante di erogazioni di credito alle famiglie è stata assorbita dal “refinancing” di operazioni già in essere.
Nel complesso, i flussi erogati nel 2015 dalle Associate, sotto forma di contratti di credito alle famiglie, factoring e leasing confermano il ruolo di tali strumenti quali importanti forme di supporto e finanziamento per famiglie e imprese: coprono, infatti, più del 23% degli impieghi totali in essere del sistema bancario e finanziario e il 17% del PIL. L’incidenza di credito specializzato sugli investimenti delle imprese e sulla spesa delle famiglie si attesta rispettivamente al 6,3% e al 7,7%, con una leggera ripartizione crediticrescita rispetto al 2014.
Famiglie e imprese rappresentano i principali settori serviti dal credito specializzato. In coerenza con la migliore dinamica registrata sul fronte dei consumi, rispetto a quella osservata sugli investimenti, la ricomposizione per comparto di clientela vede crescere ulteriormente la quota relativa alle famiglie, che tocca il 68,8% (credito al consumo e mutui), a scapito di quella delle imprese (factoring e leasing), che si attesta al 25,1% dell’outstanding totale al 31.12.2015. La quota destinata al settore pubblico scende lievemente al 3,6% del totale portafoglio ed è garantita per oltre il 90% da operazioni di factoring.
I nuovi flussi di credito finanziati dagli operatori specializzati, ripartiti tra intermediari finanziari, banche specializzate e società commerciali di leasing operativo, sono stati pari al 67,4% del totale erogato. Tale quota risulta in contrazione rispetto al 2014 (71,3%), in quanto nel 2015 vi sono state alcune importanti operazioni di incorporazione del business di tali operatori all’interno del gruppo bancario di appartenenza.
Tra gli specializzati, gli intermediari finanziari, con il 49,1% di incidenza sul totale, sono la classe di operatori che finanzia la maggior quota di credito specializzato.
A seguito di tali operazioni di incorporazione, nel 2015 si assiste ad un’ulteriore crescita, rispetto al 2014, della quota delle banche generaliste: il 54,9% degli impieghi in essere fa riferimento, infatti, a tali operatori, seguito da una quota del 25,5% degli intermediari finanziari e da un 19,1% di banche specializzate. (grafico: evoluzione flussi, Ripartizione del credito)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Attivita musicale futura del MEI

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 giugno 2016

faenzaE’ stata presentata a Faenza l’attività musicale futura del MEI in Italia e della Casa della Musica a Faenza, due straordinari beni comuni per la musica, i musicisti della citta’ e i giovani oltre che per la cultura e l’economia turistica faentina da Giordano Sangiorgi del MEI insieme al Vice Sindaco del Comune di Faenza Massimo Isola.Tra gli appuntamenti rilevanti da segnalare per il territorio locale merita il grande ritorno, richiesto a gran voce dalla riunione in Comune a Faenza del Tavolo della Musica con oltre 40 operatori del settore, di Faenza Rock che , nella sua nuova edizione, a cura della Casa della Musica e di Dev Lab, si presenta sabato 11 giugno a La Birreria d iFaenza sulla Naviglio verso l’A14, con tre band faentine che presentano tre nuove uscite : MoMa, Derek is Dead e The Inglorious Family, che attraverseranno tre diversi stili che vanno dal rock teatrale, al rock indie fino al rap urbano. Ospiti della serata due band provienieti da due territori romagnoli tra i piu’ attivi per il rock giovane : i Sweet at Shit da Il Rock e’ Tratto di Savignano sul Rubicone e Metropolitics che arrivano dal Livevideocontest di Imola Rock.
Inoltre nei venerdì di luglio e agosto si terranno sette appuntamenti con altrettante band emergenti faentine nella Piazzetta della Legna di Piazza del Popolo insieme al Caffe’ Bassi e al rinnovato Bar Rossini.
Fervono, altresì, i preparativi, dopo il successo del concerto di Cà di Malanca dello scorso 25 aprile e il premio ottenuto da Giordano Sangiorgi per i suoi 20 anni di impegno a Cà di Malanca, i preparativi per un grande Ferragosto sotto le Stelle totalmente rinnvoato e un Capodanno che sara’ dedicato a Ivan Graziani per i 20 anni dalla scomparsa.
Intanto, proseguono i grandi riconoscimenti per il MEI a livello nazionale e regionale: il 5 giugno il MEI fara’ la sua anteprima a Imola in Musica con il grande Mirco Mariani protagonista di Extraliscio, dall’11 giugno partira’ la sua attivita’ di Formazione Live a Bologna con la partecipazione di decine di studenti da tuta Italia sui temi del booking musicale e dei social media musicali, mentre è stata confermata a Giordano Sangiorgi, patron del MEI, la presidenza del Premio Bruno Lauzi, per il quale si stanno raccogliendo adesioni, e che terra’ la sua finale a fine agosto ad Anacapri.
Grande soddisfazione infine per l’incarico assegnato al Mei e a Giordano Sangiorgi dal Ministro per i BeniCulturali Dario Franceschini che ha stabilito da quest’anno che anche in Italia la Festa della Musica sia istituzionalizzata e che ogni anno si svolga con il format vincente del MEI nella Capitale Culturale d’Italia dell’anno: quindi, sabato 18 giugno il Mei curera’ a Mantova insiem al Mibact , Siae, Dismamusica e Comune di Mantova la Festa dei 1000 Giovani per la Festa della Musica con 10 palchi con stili diversi che riempiranno il bellissimo centro storico della citta’ in un connubio frelice di collaborazione tra MEI, enti locali e assocazioni del territorio mantovano su una felice intuzione del Ministro Franceschini, che insieme alle Associazioni del Settore della Musica dal Vivo, che hanno avuto un incontro comune coordinato da Giordano Sangiorgi a fine gennaio, hanno ottenuto dalla Siae sconti significativi per tale giornata di promozione della musica e sostegni diretti.
Ultima, ma non ultima, quest’anno, la neonata edizione de La Notte del Liscio che arricchira’ la Riviera Adriatica con una nuova proposta culturale, musicale e turistica dal 20 al 24 luglio, nata dopo un’intuizione avuta dal MEI con alcune sue anteprime legate al liscio realizzate con Moreno Conficconi e Riccarda Casadei di Casadei Sonora e con una compilation realizzata insieme a Raoul e Carolina Casadei, che hanno colto il ritrovato interesse dei giovani verso il Liscio. Sara’ una settimana che vedra’ impegnate oltre a decine di orchestre della Romagna e di scuole di ballo del territorio, come l’Orchestra di Mriko Casadei, Moreno Il Biondo, Mirco Mariani & Extraliscio, La Storia di Romagna e tantissime altre anche giovani band che reinterpreteranno il liscio e una guest star internazionale come Goran Bregovic e artisti indie come Frankie Hi Nrg Mc e Lo Stato Sociale, solo per citarne alcuni. La Notte del Liscio si e’ aperta con il lancio del contest Romagna Mia 2.0 – Il Liscio nella Rete, a cura del MEI, che ha visto lo scorso anno la vittoria dei Kachupa, dei quali e’ stato stampato ora il cd singolo del riarrangiamento di Romagna Mia 2.0 in chiave rap-etno-folk-world, e che raccogliera’ le sue adesioni fino al prossimo 10 giugno.Infine, confermata la nascita, con la prima edizione, del #NuovoMei2016 che si terra’ dal 23 al 25 settembre: la prima pietra fondante è quella di un primo festival del giornalismo musicale neigiorni del 24 e 25 settembre che ha gia’ visto l’adesione di oltre 100 giornalisti provenienti da tutta Italia e che fara’ di Faenza oltre che la capitale della musica indipendente, un titolo che andrebbe sempre maggiormente supportato, anche la capitale del futuro del giornalismo nel settore.

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Questa settimana al Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 22 marzo 2016

parlamento europeoBanche in TAXE II.
Oggi pomeriggio i rappresentanti del gruppo bancario italiano Unicredit e di altre sei banche (ING Group (Olanda), Crédit Agricole (Francia), Nordea (Svezia), Royal Bank of Scotland (Regno Unito), Santander (Spagna) e UBS (Svizzera), incontreranno i membri della Commissione speciale del Parlamento europeo sulle decisioni anticipate in materia fiscale (TAXE II) per discutere se, e come, le banche dovrebbero fornire consigli e prodotti finanziari strutturati ai fini dell’ottimizzazione fiscale.
Euronest.
Da oggi a mercoledì avrà luogo negli edifici del Parlamento la quinta sessione dell’Assemblea Parlamentare Euronest, che riunirà gli europarlamentari e i loro omologhi nazionali provenienti da Armenia, Georgia, Moldavia e Ucraina. Tra gli argomenti all’ordine del giorno ci sono le minacce alla sicurezza comune, la reazione alla disinformazione russa, le maniere per far progredire la cooperazione energetica e i movimenti di manodopera qualificata.
Salute pubblica/glifosato.
Domani i membri della Commissione per l’Ambiente e la Sanità Pubblica renderanno nota la loro posizione circa la possibilità da parte dell’Unione Europea di rinnovare le autorizzazioni alla diffusione sul mercato del glifosato, il controverso diserbante. Questa sostanza è stata classificata come probabilmente cancerogena per gli esseri umani dall’Organizzazione mondiale per la sanità (OMS), mentre l’Autorità europea per la sicurezza alimentare non vede nell’uso del glifosato un pericolo per la salute umana.
Etichettatura del paese di origine per alcuni cibi.
Domani i membri della Commissione per l’Ambiente e la Sanità Pubblica ripeteranno probabilmente la loro richiesta per l’approvazione di regolamenti vincolanti a livello comunitario riguardanti l’etichettatura del paese di origine di prodotti come il latte e le carni, sia fresche che refrigerate.
Palestina.
Domani il Ministro degli Esteri dell’autorità palestinese Riad Al-Malki si riunirà con i membri della Commissione per gli Affari Esteri per discutere della situazione politica nella regione. Tra gli argomenti che verranno discussi ci sarà il processo di riconciliazione intra-palestinese, la situazione economica e umanitaria nei territori palestinesi occupati e le iniziative per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente.
Gran Mufti d’Egitto.
Domani il Gran Muftì d’Egitto Shawki Ibrahim Abdel-Karim Allam incontrerà gli eurodeputati della Commissione Affari esteri per discutere di dialogo interreligioso e interculturale.
Albania e Bosnia-Herzegovina.
Domani la Commissione Affari esteri valuterà, attraverso il voto di due risoluzioni, il progresso compiuto da Albania e Bosnia-Herzegovina verso l’adesione all’UE. Temi come il processo di avanzamento delle riforme, la lotta alla criminalità organizzata e la tolleranza religiosa verranno discussi in relazione ad entrambi i Paesi.
Controllo bilanci.
Domani e mercoledì la Commissione per i bilanci del Parlamento europeo deciderà tramite un voto se approvare o meno le spese effettuate dagli organi e dalle istituzioni UE durante l’anno fiscale 2014, prendendo in considerazione la gestione di tali spese, il controllo finanziario e le relative performance.
Fondi UE per la migrazione.
Mercoledì il Commissario all’immigrazione Dimitris Avramopoulos incontrerà la Commissione per i bilanci del Parlamento europeo per discutere della maniera in cui l’UE sta usando i propri fondi per le politiche migratorie, valutando le decisioni recenti e monitorando le spese.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Attività teatro Furio Camillo

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

teatro furio camilloRoma il Teatro Furio Camillo Via camilla 44 ha presentato le attività e le rassegne della stagione 2015/2016. Corsi, laboratori, workshop prenderanno il via da ottobre in collaborazione con Il Centro Sperimentale di Fotografia, la Compagnia Materiaviva e la Compagnia Sakuntala. Sono stati loro i protagonisti di un percorso culturale che ha spaziato dall’arte visiva alla musica, dal teatro alla danza.Quest’anno il Teatro Furio Camillo ospiterà tre rassegne: Battiti, rassegna internazionale di circo teatro; La città del Natale, rassegna natalizia dedicata ai più piccoli, e infine Tre passi di donna, una rassegna tutta al femminile. Non mancheranno gli spettacoli per Bambini anche nel corso dell’anno. Tutte le domeniche, infatti, si terranno spettacoli adatti a tutta la famiglia, con clown, giocolieri, prestigiatori che divertiranno i più piccoli, in collaborazione con il Coccodrillo Innamorato. Diversi i laboratori attivati dalla direzione del Teatro: Acrobatica Aerea, tenuto dalla Compagnia Materiaviva; Teatro Comico, tenuto da Paolo Scannavino; Yoga, tenuto da Silvia Antonelli. Numerosi anche i workshop, come quello di trapezio e foot juggling, che terrà Roxana Küwen, o il workshop di mano a mano e acro-portes. (foto: teatro furio camillo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Astro Italia raddoppia il fatturato nel I semestre 2015

Posted by fidest press agency su martedì, 22 settembre 2015

giuseppe vitaleRaddoppio di fatturato nel primo semestre dell’anno: Astro Italia, la prima azienda italiana di vendita diretta del settore riposo, chiude la prima metà del 2015 con 1 milione 950mila euro di vendite contro i 970mila euro nello stesso periodo dell’anno scorso. Astro Italia, nata nel 2013, è la prima azienda italiana a produrre e vendere materassi su misura e ad avere scelto la modalità della vendita diretta per i propri prodotti.«I risultati del primo semestre 2015 confermano il trend di crescita che ha caratterizzato la nostra attività dalla fase di start-up –commenta il presidente e responsabile commerciale Giuseppe Vitale– e ci proiettano a chiudere l’anno con un fatturato di quasi 5 milioni di euro, visto che, per la marcata stagionalità di questo mercato, il secondo semestre è quello più forte per le vendite».Il ritmo di crescita di gran lunga più elevato rispetto alla media dei competitor e le previsioni per la fine dell’esercizio 2015 collocano Astro Italia, dopo soli tre anni di attività, fra le prime venti realtà italiane del settore; nel 2014 il comparto ha segnato un -1,9% in valore, mentre per l’anno in corso si prevede un +0,4%.«Astro Italia è nata e si è sviluppata in un periodo di profonda crisi per il settore –prosegue Vitale–, ma la scommessa si è rivelata vincente, perché abbiamo fatto una scelta coraggiosa, puntando da subito sulla alta qualità e la personalizzazione del prodotto (realizzato nello stabilimento in provincia di Como in base alle preferenze del cliente) e su una modalità commerciale nuova per i materassi, come la vendita diretta. Questo significa aver costruito una rete vendita fortemente motivata e con una conoscenza approfondita del prodotto; fattore, questo, che è in grado di fare la differenza in un settore i cui canali commerciali tradizionali sono storicamente i negozi di mobili, cui si sono accostati nell’ultimo decennio televendite, vendite on line e grande distribuzione per la fascia più economica e negozi specializzati per la fascia più alta».Astro Italia ha messo a punto un innovativo sistema di vendita diretta che supera i modelli tradizionali, in quanto unisce un primo contatto in un centro commerciale alla dimostrazione e all’incontro a domicilio. L’incontro con le persone avviene nei centri commerciali, dove, in spazi creati ad hoc, si può testare il prodotto con calma e tranquillità.Astro Italia è in questo momento vicina alle 1000 dimostrazioni mensili, ha costruito un’organizzazione di 200 persone in tre anni e punta a presentare i propri prodotti, entro il 2018, in 150 centri commerciali su tutto il territorio nazionale con un struttura aziendale di 500 persone. Astro Italia è la prima azienda in Italia a produrre materassi su misura.Completamente made in Italy, Astro Italia è un centro di eccellenza per la salute e il riposo. I prodotti vengono realizzati sulle specifiche esigenze di ogni singolo cliente, che viene seguito e guidato nella scelta dai Consulenti per il benessere. Tutti i prodotti sono di altissima qualità e realizzati senza compromessi con i migliori materiali: a testimoniarlo la garanzia, che nel caso del materasso arriva a 15 anni. (foto: giuseppe vitale)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Wolfe Tones a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2015

wolf tonesRoma giovedì 10 e venerdì 11 settembre, alle ore 22, a Roma, allo Scholars Lounge (Via del Plebiscito, 101), l’unico vero pub irlandese di Roma che proprio in occasione di questo evento festeggia 10 anni di attività. I biglietti sono già in vendita al prezzo di 30 euro.
Il Gruppo prende il suo nome dal ribelle e patriota irlandese Theobald Wolfe Tone, uno dei leader della ribellione irlandese del 1798, nel doppio senso di verso del lupo – suono spurio che può influenzare gli strumenti della famiglia del violino. Le origini del gruppo risalgono all’agosto 1963, quando tre ragazzi dello stesso quartiere dublinese di Inchicore cominciarono a suonare insieme. In seguito si aggiunse Tommy Byrne che incontrarono in occasione di un festival all’aperto ad Elphin, Contea di Rosscommon nel 1964. I Wolfe Tones continuarono a suonare con una band a tre elementi che comprendeva Brian Warfield, Noel Nagle & Tommy Birne (fratello di Brian Derek uscito dalla band nel 2001). La canzone “Irish Eyes” è stata scritta da Brian Warfield per sua madre Kathleen che morì di cancro l’anno prima della sua pubblicazione. Una canzone sull’emigrazione verso Londra intitolata “My Heart is in Ireland” divenne la hit n.2 per la band. La canzone “Celtic Symphony” è stata scritta da Brian Warfield nel 1987 per il centenario del Celtic Football Club. Nel 2002, dopo una campagna via e-mail orchestrata dai fan, la loro interpretazione di “A Nation Once Again” di Thomas Osborne Davis, è stata votata la canzone numero uno di tutti i tempi a seguito di un sondaggio della BBC World Service. Nel 2014 i Wolfe Tones celebrano il loro cinquantesimo anniversario. Martedì 8 Gennaio 2013 Brian Warfield ha annunciato, tramite la newsletter del Gruppo, che, di comune accordo, hanno deciso di ritirarsi al termine del loro cinquantesimo anniversario, nel mese di novembre 2014. Ha inoltre aggiunto che, sebbene non più in tour, i Wolfe Tones sarebbero rimasti comunque disponibili per eventi speciali: in tal senso, il gruppo ha previsto solo due show, a Roma, per unirsi agli amici dello Scholars Lounge, tradizionale locale irlandese nel cuore di Roma, che celebra i 10 anni di attività.I biglietti per i Wolfe Tones per le serate del 10 ed 11 settembre possono essere acquistati, al prezzo di euro 30 (max 4 biglietti a persona) presso lo Scholars Lounge di Roma, in Via del Plebiscito, 101/b, ai seguenti orari: Lun/Ven dalle 17 alle 21 e Sab/Dom dalle 15 alle 21.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al Museo del Sale di Cervia la pittura di Demos Bonini

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2015

demosL’inaugurazione si terrà lunedi 20 luglio alle ore 21 e alle 21.30 sarà possibile partecipare alla visita guidata gratuita della Storica dell’Arte Sabrina Marin che illustrerà le 12 opere pittoriche esposte al MUSA (Viale Nazario Sauro 24 – Cervia) e insieme ammirare la lentezza dei pescatori nel cucire minuziosamente le reti da pesca quasi come fosse un rito, il lento lavoro dei lavoratori del mare visto dalle banchine e il lavoro femminile che silenziosamente e con discrezione accompagnava il lavoro degli uomini. Demos ha dipinto sentimenti, delusioni, amori e stati d’animo vissuti di pari passo col fluttuante ritmo della sua città, quella Rimini metropolitana in estate e pigra in inverno. Pittore speciale, discepolo di De Pisis e Renato Guttuso, nel cui studio ha lavorato per molti mesi, Bonini ha esposto le sue opere in decine di gallerie in Italia e all’estero, ha ricevuto premi prestigiosi e vissuto una storia intensa di amicizia e reciprocità (tra gli altri) con Federico Fellini, Sergio Zavoli e con i due “maestri” che ne riconobbero il talento pittorico. Fu l’entusiasmo di De Pisis a spronare il lavoro di Demos Bonini, a incoraggiarne l’opera, così come l’esperienza romana al fianco di Renato Guttuso accentuò la sua evoluzione tecnica e pittorica. Nel libro autobiografico “Una Vita per la Pittura” Demos racconta che De Pisis lo convinse a proseguire utilizzando un’indimenticabile ragionamento: L’artista è un essere superiore, quindi ha maggior diritto alla vita!”.
Le opere di Demos coprono mezzo secolo di storia nazionale, raccontano di un’Italia laboriosa, fatta di umili mestieri, di fatiche marinare e di giacche svuotate dalla presenza dell’uomo. La mostra ad ingresso gratuito sarà aperta tutti i giorni dalle 20,30 alle 23,30. (foto demos)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chirurgia estetica

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 novembre 2014

chirurgia esteticaGran parte degli interventi di chirurgia estetica, in Italia come nel resto del mondo, avvengono in ambulatori chirurgici o strutture di day surgery e non in cliniche. «Si tratta di strutture sicure e controllate periodicamente dalla Asl, che devono garantire altissimi standard di qualità per aprire e per restare aperte. Sbagliato quindi puntare il dito contro questo tipo di realtà, facendo passare l’idea che l’Italia sia una sorta di Far West della chirurgia estetica, con medici che operano nel sottoscala o in sale operatorie improvvisate. Ci sono anche queste realtà, ma sono l’eccezione: la norma è tutt’altra». Parola di Aicpe (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica) che, attraverso il segretario Pierfrancesco Cirillo, intende fare chiarezza, in particolare dopo il recente fatto di Napoli e quello di qualche mese fa a Cagliari, dove due pazienti sono morte in seguito a interventi eseguiti appunto in ambulatori chirurgici. «In Italia sono centinaia le strutture private di day surgery e di chirurgia ambulatoriale, che danno lavoro a migliaia di persone ed erogano migliaia di interventi chirurgici ogni anno – afferma Cirillo -. I controlli sull’esistenza dei requisiti sono deputati in prima battuta alle ASL, che con il servizio tecnico ispettivo verifica severamente prima del rilascio di un’autorizzazione, e quindi ai Carabinieri del NAS, che effettuano controlli a campione per monitorare l’attività». Dall’indagine realizzata dall’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe), la chirurgia estetica in Italia si pratica in oltre il 65% dei casi in day hospital o day surgery (34,4%), o in ambulatorio chirurgico (31,2%), mentre nel rimanente 33.9% in clinica (dati 2013). «Esistono da anni regole e linee guida che prevedono che certi interventi si possono eseguire in tutta sicurezza in regime ambulatoriale o di day surgery – afferma Cirillo -. Purtroppo i regolamenti non sono uniformi e variano da regione e regione: Aicpe è stata la prima a denunciare questa situazione, auspicando che si possano rendere omogenei i criteri per il rilascio dell’autorizzazione a livello nazionale. Dagli anni ’60 la chirurgia ambulatoriale è una realtà negli Stati Uniti e nel 1989 sono state definite le linee guida con un documento che ha come obiettivo la qualità e non dell’inutile burocrazia. Non dimentichiamo che la percentuale di mortalità in chirurgia plastica è molto bassa, dello 0,02%, ma si tratta pur sempre di interventi chirurgici, quindi una percentuale di rischio, anche se bassa, esiste, e spesso è imponderabile. Nei casi di Napoli e Cagliari la magistratura farà il suo corso, ma nonostante gli operatori siano chirurghi plastici di provata esperienza, le cose accadono anche per complicazioni imprevedibili. Ci risulta che in ambedue i casi, le strutture fossero autorizzate per la chirurgia ambulatoriale». La gran parte degli interventi estetici, per la loro natura e complessità, possono essere effettuati con assistenza chirurgica a ciclo diurno, quindi senza pernottamento nella struttura, consentendo così di contenere i costi e di proporre comunque interventi in sicurezza. I modelli organizzativi sono due: la chirurgia ambulatoriale e la day surgery. La chirurgia ambulatoriale può essere effettuata in ambulatori attrezzati secondo rigidi requisiti. Si tratta di interventi di facile esecuzione, da condurre in anestesia locale o analgesia su pazienti dichiarati idonei a questo trattamento, con assistenza anestesiologica. in base a una selezione che comprende condizioni generali e anche aspetti psicologici, logistici e familiari.La day surgery comprende procedure con un ricovero che prevedono un regime di ricovero limitato alle sole ore del giorno con una sorveglianza clinica e un’organizzazione specifica all’interno di strutture per le quali siano definite norme e caratteristiche. In questo contesto, è possibile eseguire operazioni non meno importanti di quelle erogate con il regime di assistenza chirurgica tradizionale. I risultati garantiti e la qualità sono gli stessi, con la riduzione del rischio al minimo accettabile per il paziente, e contenendo i costi. I pazienti adatti per la day surgery sono selezionati in base alle condizioni generali, età, fattori logistici e familiari. In regime di chirurgia ambulatoriale e di day surgery si possono eseguire la stragrande maggioranza degli interventi, in particolare blefaroplastica, rinoplastica, mastoplastica additiva, lifting, otoplastica, mastopessi, lipofilling, trapianto dei capelli, mentoplastica, protesi zigomatiche, lifting del sopracciglio, cheiloplastica e ginecomastia. Anche la liposuzione può essere eseguita in regime ambulatoriale, se la percentuale di grasso prelevato non supera il 5% del peso corporeo e se le zone trattate sono limitate.
AICPE. L’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (www.aicpe.org), la prima in Italia dedicata esclusivamente all’aspetto estetico della chirurgia, è nata nel settembre 2011 per dare risposte concrete in termini di servizi, tutela, aggiornamento e rappresentanza. Ad AICPE, che è gemellata con l’American Society for Aesthetic Plastic Surgery (ASAPS), la più importante società di chirurgia estetica al mondo, hanno aderito oltre 200 chirurghi in tutta Italia. Membri di Aicpe possono essere esclusivamente professionisti con una specifica e comprovata formazione in chirurgia plastica estetica, che aderiscono a un codice etico e di comportamento da seguire fuori e dentro la sala operatoria. L’associazione ha elaborato e pubblicato le prime linee guida del settore, consultabili sul sito internet, in cui si descrive il modus operandi dei principali interventi. Scopo di AICPE è tutelare pazienti e chirurghi plastici in diversi modi: disciplinando l’attività professionale sia per l’attività sanitaria sia per le norme etiche di comportamento; rappresentando i chirurghi plastici estetici nelle sedi istituzionali, scientifiche, tecniche e politiche per tutelare la categoria e il ruolo; promuovendo la preparazione culturale e scientifica. Tra gli obiettivi c’è anche l’istituzione di un albo professionale nazionale della categoria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

bfinance: Justin Preston nuovo Senior Associate nel team Public Market Research

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 novembre 2014

bfinancebfinance – società internazionale indipendente di consulenza finanziaria, attiva nella consulenza agli investimenti – annuncia l’ingresso di Justin Preston nel team Public Market Research in qualità di Senior Associate nella divisione Equities. Descrizione: Macintosh HD:Users:pinosa:Desktop:preston_retouched:preston-4479.jpgIn precedenza, Preston ha lavorato come Investment Manager per Abu Dhabi Investment Authority (ADIA), fondo sovrano degli Emirati Arabi, gestendo per 4 anni diversi portafogli in qualità di responsabile della divisione Asia Ex Japan. Tornato in Europa, Preston è stato a capo della Ricerca e Selezione Manager presso la Buck Global Investment Advisors. La nomina – creata ad hoc per Preston – riflette la forte crescita di bfinance, sia per l’assegnazione nel corso del 2014 di un numero importante di mandati provenienti da clienti istituzionali, sia per il continuo sviluppo dell’attività di advisory.
Nei suoi 14 anni di attività, Preston ha costruito un track record di importanti risultati, acquisendo competenze e conoscenze molto approfondite specialmente nell’ambito dei mercati emergenti. Ottavia Sebastiani, Director e responsabile per il mercato italiano di bfinance, ha commentato: “Il background e l’esperienza di Justin Preston si inseriscono perfettamente con i principi cardine di bfinance, che combinano analisi approfondite con il pragmatismo di un investitore.” bfinance è una società internazionale indipendente di consulenza finanziaria, attiva nel settore dell’Investment Advisory. bfinance ha sede a Londra ed è presente anche a Parigi, Amsterdam, Monaco, Dubai, New York e Montreal. bfinance offre servizi in due principali aree di consulenza: Investment Advisory (ricerca e selezione di gestori di fondi terzi, risk management e costruzione di portafogli personalizzati) e Corporate Banking (analisi e ottimizzazione delle relazioni con i partner bancari). (foto bfinance)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo, in Italia sempre più consulenti di viaggio

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 settembre 2014

raffaellaPer viaggiare gli italiani si affidano sempre di più ai consulenti di viaggio, professionisti del settore altamente qualificati che propongono itinerari su misura. I consulenti, che incontrano i clienti a domicilio o utilizzando il web, lavorano per le agenzie di viaggio di nuova generazione, che trovano spazio tra la formula tradizionale e quella online, per proporre ai clienti viaggi articolati, come itinerari su misura, viaggi tematici, viaggi di nozze e vacanze esperienziali. Lo dimostra il caso di CartOrange, la più grande agenzia di viaggio italiana che si avvale di consulenti per viaggiare (ne conta oltre 400) e che conta svariate filiali sul territorio nazionale. Nonostante la crisi del turismo, CartOrange fa segnare anche nell’ultimo esercizio (settembre 2013-agosto 2014) una crescita del 15% delle vendite rispetto all’anno precedente, registrando una crescita superiore al 70% nell’ultimo quinquennio.La professione di consulente è un’opportunità interessante sia per chi desidera entrare nel mondo del turismo sia per chi ci lavora già, ma desidera svolgere l’attività in modo più dinamico. Nata nel 1999, CartOrange è stata la prima realtà a introdurre in Italia il consulente di viaggio, una figura che conquista ogni anno nuove persone: per il 2014, si cercano 150 nuove figure in tutta Italia, di cui 15 in Lombardia.
La più brava tra i venditori CartOrange nel 2013 (ma anche nel 2012) è stata Raffaella Bompani, che ha lasciato un’avviata carriera come veterinario per diventare consulente di viaggio. Raffaella, classe 1970 di Parma, anche grazie all’esperienza e alla formazione ricevuta dall’azienda, oggi è una top consulente e i suoi numeri lo dimostrano: vende, in media, un viaggio ogni 3 giorni e un viaggio di nozze alla settimana. Per il secondo anno consecutivo si è classificata prima tra i consulenti per viaggiare di CartOrange ed è stata premiata durante l’annuale convention aziendale che si è svolta a Nantes in Francia.Viaggiare è sempre stata la passione di Raffaella, ma non sempre la sua professione: «Ho lavorato per 6 anni come veterinaria, prima a Parma, poi a Londra e in Liguria – racconta la consulente di viaggio numero uno di CartOrange -. Tuttavia mi rendevo conto che quella non era la mia strada e che non ero pienamente soddisfatta. Fin dai tempi dell’università mi attirava il mondo delle agenzie di viaggio, ma non piaceva l’idea di fare l’agente di viaggio classico: quello che volevo era organizzare itinerari su misura, in base alle esigenze del cliente. Grazie a CartOrange ci sono riuscita. La passione era così tanta che ho deciso di lasciare la professione per cui avevo tanto studiato e anche la buona posizione che avevo come veterinaria. Da allora non mi sono mai pentita, anzi: essere una consulente di viaggio mi piace perché si lavora su appuntamento e si parla sempre di argomenti piacevoli. E, se si ha buona volontà, entusiasmo e voglia di lavorare, si può guadagnare più che bene».I segreti per riuscire? «Anzitutto è necessario un aggiornamento costante, che deve andare a braccetto con una grandissima passione – afferma Raffaella Bompani -. Quella del consulente di viaggio non è un’occupazione che si ferma alla mera vendita del viaggio o alla costruzione dell’itinerario: quello che rende bravi è essere costantemente aggiornati e preparati. Chi viaggia oggi, usa internet per essere informato sulle destinazioni ed è importante non farsi cogliere impreparati. La Rete non è un concorrente, ma un alleato: offre aiuto al consulente, dando spunti o idee e permette molti contatti con la clientela».Determinante poi è non fermarsi solo alla conoscenza dell’aspetto geografico di un Paese o del catalogo, ma è necessario studiare anche le tecniche vendita. «CartOrange offre una formazione eccellente anche da questo punto di vista: la Travel Academy aziendale permette di imparare molto su ogni aspetto della professione, dalle destinazioni ai modi per proporli – spiega Raffaella -. Un’altra caratteristica che il consulente di viaggio deve avere è il rispetto delle persone e delle loro possibilità: è un aspetto molto apprezzato e non così scontato come sembrerebbe».
CartOrange – Viaggi su misura (www.cartorange.com) è la più grande azienda di Consulenti per Viaggiare®, attiva in Italia da oltre dieci anni con più di 400 professionisti e svariate filiali sul territorio nazionale. Con il progetto Viaggi nel Tempo CartOrange aggiunge una dimensione nuova al viaggio: gli itinerari sono pianificati da storici e archeologi che curano lezioni preparatorie per i partecipanti e poi li accompagnano sul posto di persona o con un e-book dedicato. (raffaella)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) sostiene lo spot di Amami

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

chirurgia esteticaIn merito alle polemiche seguite alla grande risonanza che ha ottenuto la presentazione dello spot «Medici-Pazienti-Avvoltoi» di Amami, l’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe), che è tra le firmatarie dell’iniziativa, ritiene opportuno fare alcune precisazioni: «Sosteniamo lo spot di Amami (Associazione per i medici accusati di malpractice ingiustamente) e ne condividiamo i contenuti. Tuttavia vogliamo prendere le distanze da alcune interpretazioni che sono state date, in particolare quelle in cui si identifica nella figura degli avvoltoi una sola categoria professionale» afferma Mario Pelle Ceravolo, vice-presidente dell’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica.«L’intento del messaggio pubblicitario di Amami è denunciare l’attività di una serie di persone che operano in diverse categorie, approfittando dei pazienti per ricavarne profitto. Quello che si vuole condannare quindi non è una particolare categoria professionale, ma un comportamento che è, purtroppo, trasversale. È erroneo quindi identificare gli avvoltoi dello spot con gli avvocati».
Conclude Pelle Ceravolo: «Ci sono due diritti importanti da difendere: quello dei pazienti, che devono essere curati da medici responsabili e conservare il proprio diritto ad ottenere la migliore qualità della cura, e quello dei medici, che devono essere posti nelle condizioni di esercitare la propria professione con coscienza e tranquillità senza avvoltoi intorno che possano disturbare ed inquinare il rapporto medico-paziente».
AICPE. L’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (www.aicpe.org), la prima in Italia dedicata esclusivamente all’aspetto estetico della chirurgia, è nata nel settembre 2011 con l’obiettivo di dare risposte concrete in termini di servizi, tutela, aggiornamento e rappresentanza. Ad Aicpe al momento hanno aderito oltre 200 chirurghi in tutta Italia, tra cui si annoverano professionisti di fama e docenti universitari. Membri di Aicpe possono essere esclusivamente professionisti con una specifica e comprovata formazione in chirurgia plastica estetica, che aderiscono a un codice etico e di comportamento da seguire fuori e dentro la sala operatoria. L’associazione ha elaborato e pubblicato le prime linee guida del settore, consultabili sul sito internet, in cui si descrive il modus operandi dei principali interventi. Scopo di Aicpe è tutelare pazienti e chirurghi plastici in diversi modi: disciplinando l’attività professionale sia per l’attività sanitaria sia per le norme etiche di comportamento; rappresentando i chirurghi plastici estetici nelle sedi istituzionali, scientifiche, tecniche e politiche per tutelare la categoria e il ruolo; promuovendo la preparazione culturale e scientifica. Tra gli obiettivi c’è anche l’istituzione di un albo professionale nazionale della categoria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicina estetica, quando l’emergenza è in ambulatorio

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 settembre 2013

 

Perugia il 27 e 28 settembre si tiene un corso patrocinato dall’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) che spiega come gestire le complicazioni più frequenti.Li chiamano interventi mini-invasivi e sono quei trattamenti di bellezza che si eseguono ambulatorialmente in pochi minuti o in poche ore. Anche in Italia sono sempre più praticati: nel 2012, secondo i dati di Aicpe (Associazione di chirurgia plastica estetica) sono aumentati dell’11% rispetto all’anno precedente. La definizione “mini-invasivi”, tuttavia, è fuorviante: la tendenza, infatti, è quella di interventi sempre più invasivi, per cercare di ottenere risultati sempre più importanti. Con una serie di problemi: per eseguire questi trattamenti per legge è sufficiente una laurea in medicina, mentre per gestire le situazioni di emergenza è necessaria una formazione specifica. Da qui l’idea di un corso teorico-pratico, patrocinato da Aicpe, in cui saranno simulate le problematiche più frequenti che un medico può incontrare durante l’attività professionale. L’evento è organizzato in Umbria, nel Centro di formazione in emergenza-urgenza di via Piccolotti a Marsciano, provincia di Perugia, venerdì 27 e sabato 28 settembre.
«Oggi le metodiche eseguite in regime ambulatoriale stanno diventando sempre più invasive, con un largo uso di anestetici locali e di farmaci che possono esporre i sanitari all’insorgere di emergenze sul paziente, che devono essere gestite prontamente e con le giuste conoscenze – afferma Bruno Bovani, chirurgo plastico di Perugia socio di Aicpe e organizzatore del corso -. Mentre in sala operatoria il chirurgo deve attenersi a rigide norme di sicurezza ed è assistito da un’equipe di professionisti preparati ad affrontare gli imprevisti, in ambulatorio il dottore è da solo a dover gestire, in tempi brevissimi, eventuali complicazioni. E per i medici non specializzati o con poca esperienza, non è così scontato sapere cosa fare» Lo scopo è fornire al medico gli strumenti più avanzati per fronteggiare le situazioni di pericolo, nell’ottica di una maggiore sicurezza per i pazienti.
Ma quali sono le complicazioni più frequenti? «Quella più diffusa è la crisi vagale, ossia lo svenimento: il paziente perde i sensi in risposta a stress emotivo o perché impressionabile – dice Bovani -. Uno degli elementi che possono causare problemi, anche seri, sono gli anestetici locali: l’eccessiva o cattiva somministrazione può indurre reazioni neurologiche o di cardiotossicità, che vanno dall’intossicazione alla crisi cardiaca. Nei pazienti che già soffrono di altre patologie, possono insorgere crisi ipertensive, mentre la somministrazione di farmaci e anestetici può portare a crisi allergiche, anche con shock anafilattico, che sono da gestire subito».
Il corso di Perugia si terrà in una vera sala operatoria dotata delle più moderne tecnologie e di una sala regia in grado di simulare le principali tipologie di emergenze a cui si può andare incontro durante l’attività. Alla fine del corso si terrà un test finale per conseguire una certificazione rilasciata dall’azienda USL Umbria 1.
AICPE. L’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica, la prima in Italia dedicata esclusivamente all’aspetto estetico della chirurgia, è nata con l’obiettivo di dare risposte concrete in termini di servizi, tutela, aggiornamento e rappresentanza. Pur essendo una novità per il nostro Paese, non lo è affatto in molte altre nazioni europee e non, dove esistono da tempo associazioni che raccolgono tutti coloro che si interessano di chirurgia estetica. Ad Aicpe al momento hanno aderito più di 170 chirurghi in tutta Italia, tra cui si annoverano professionisti di fama e docenti universitari. Membri di Aicpe possono essere esclusivamente professionisti con una specifica e comprovata formazione in chirurgia plastica estetica, che aderiscono a un codice etico e di comportamento da seguire fuori e dentro la sala operatoria. Scopo di Aicpe è tutelare pazienti e chirurghi plastici in diversi modi: disciplinando l’attività professionale sia per l’attività sanitaria sia per le norme etiche di comportamento; rappresentando i chirurghi plastici estetici nelle sedi istituzionali, scientifiche, tecniche e politiche per tutelare la categoria e il ruolo; promuovendo la preparazione culturale e scientifica; elaborando linee guida condivise. Tra gli obiettivi c’è anche l’istituzione di un albo professionale nazionale della categoria.(Silvia Perfetti)

 

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »